Destino

Questa storia è parte della FanFiction Destino,amori,amicizie, magia e nuovi poteri



2

“Mi alzai di botto e il cielo si oscurò, non potevo essere io, oltre al limitatore avevo occultato al massimo il mio potere e quindi cos'era?”

Pov Harry

C’era magia nell’aria, si sentiva, era impossibile non sentirla, ma ancora non capivo da dove proveniva sembrava essere da tutte le parti.

L’aura che avevo sentito prima si stava espandendo come se si stesse liberando.

Tutto intorno a me era confuso.

Vedevo quel maiale di mio cugino e la sua banda scappare, vedevo una persona uscire da dietro un cespuglio, vedevo due figure vestite di nero venire verso di noi e il cielo turbinare dalla troppa magia sprigionata.

Quelli davanti a me erano dissennatori ma la cosa più sorprendente era che quella ragazza babbana, uscita da dietro il cespuglio, stava lì ferma come a contemplare le figure davanti a lei.

Non sapevo che fare, le mie barriere cedettero di fronte a quelle creature e questo era anche molto stano. Le mie barriere erano potenti e i dissennatori non dovrebbero essere capaci di farmi un simile effetto ora, ma qualcosa mi diceva che non erano semplici dissennatori … ne ero più che certo: ma allora cosa erano?



La ragazza era ancora lì davanti a loro immobile con sguardo vacuo. Cercando di ignorare mia madre che mi urlava nella testa suppliche su suppliche mi misi davanti alla ragazza che nel frattempo era svenuta e urlai con quanta forza avevo in corpo un Expecto Patronus.

Prima di svenire vidi un serpente dalla forma maestosa e regale scivolare con grazia fuori dalla sua bacchetta andando a distruggere completamente le figure davanti a sé.

La cosa lo incuriosì ma non ebbe tempo di pensare a qualsiasi altra spiegazione che tutto divenne nero.



Pov Mira



Mi svegliai ritrovandomi in un grande letto al centro della stanza.

La stanza era piena di polvere ma da come era arredata, si poteva dedurre che tempo prima quella stanza fosse stata molto bella.

Non sapevo dove mi trovavo, mi ricordavo solo che all’improvviso il cielo si fece nero, la banda di Dursley scappare, quelle figure nere e ovviamente come non ricordarsi di quella voce.



Flashback



Saltai fuori dal cespuglio sentivo qualcosa nell’aria, come se si muovesse e all’improvviso lo vedo lì dritto teso come se stesse aspettando qualcosa che non aveva piacere di incontrare.

Aveva un’aura di potere intorno e l’aria vicino sembrava condensarsi.

All’improvviso sentii freddo e al tempo stesso qualcosa attirarmi come una calamita.

Me li ritrovai davanti: due figure nere come la morte, incappucciate e inquietanti ma un qualcosa di non so ché che mi attirava.

Rimasi lì ferma immobile quasi che un solo movimento potesse causare l’apocalisse e a un certo punto la sentii, una voce:



-Salve oh filia mea- disse una voce soave e al tempo stesso paurosa

-Non preoccuparti quelli che vedi sono solo i miei servi, non ti faranno niente-continuò la voce

-Chi sei? Come i tuoi servi? Dove sei?- dissi in preda al panico ma ugualmente non riuscii a muovermi.

-Ma quante domande mihi parvulus a tempo debito queste domande avranno una risposta e un giorno verrà il momento in cui dovrai affrontare il tuo destino e solo allora la verità sarà scoperta, antichi poteri nasceranno e antichi segreti rivelati oh filia mea- terminarono la voce con un qualcosa di solenne nel tono


Non ebbi il tempo di chiedere nient’altro che le figure nere si girarono e si concentrarono sul ragazzo e tutto divenne nero.






Fine Flashback






E ora eccomi qua in questa stanza non mia, senza sapere dove era e cosa fosse successo.


Decisi di scendere dal letto e capire se fossi sola o forse… o forse qualcuno mi aveva rapita.


No questo no, non poteva essere incappata in tutto sto CASINO.


Voleva solo farsi una passeggiata ed ecco in che guaio si era andata a cacciare.










Nello stesso tempo in un luogo non identificato






-Oh giovane filia Mea non sai in che cosa ti sei andata a cacciare, ma era ora che tu sapessi, ma era ora che tu scoprissi il tuo destino- disse un uomo ammantato di nero






-E tu che hai dentro di te un potere più grande di ogni cosa, tu che sei stato predestinato, tu che hai dentro di te il potere degli antichi; sarai l’unico e il solo che saprà distruggere questo nemico comune…ma non sai che il nemico non è chi è che credi, ma è una forza più oscura e potente e a te e solo a te affido la filia mea in modo che tu possa proteggerla e in modo che lei ti possa guidare quando sulla via ti perderai-


-Buona Fortuna Harry Potter, affido mia figlia nelle tue mani-






HarryWeb >> Destino by Alhena_Devon