Fabian Prewett e Dorcas Meadowes



I due protagonisti a cui mi sono ispirata sono un Grifondoro (Fabian Prewett) ed una Tassorosso (Dorcas Meadowes) e l'ambientazione il 1979, con qualche fash-back nel passato dei due personaggi.

Quei giorni perduti a rincorrere il vento

a chiederci un bacio e volerne altri cento

un giorno qualunque li ricorderai

amore che fuggi da me tornerai

un giorno qualunque ti ricorderai

amore che fuggi da me tornerai





Quartier Generale dellOrdine della Fenice, 14 febbraio 1979



Dorcas accarezz piano i capelli rosso fuoco di Fabian e sorrise. I capelli ricci del ragazzo erano ci che lo distingueva particolarmente dal fratello pi grande Gideon, che li aveva dello stesso intenso rosso come tutti i Prewett daltronde ma solo pi lisci. Infil la mano tra quei riccioli morbidi.

*Quante volte lho gi fatto?* pens.



Hogwarts, 20 settembre 1969



Forza Signorina Meadowes! Cosa aspetta? Il Cappello non si alzer e le verr incontro, se questo che spera!

La voce della McGranitt le giungeva da lontano, quando si vide sospinta verso il lunghissimo corridoio della Sala Grande, che lavrebbe condotta fino al Cappello Parlante. La piccola sospir e timidamente inizi a percorrere lo spazio che restava, tra lei ed il Cappello. Ogni tanto sbirciava intorno, ma la paura era troppa e tornava immediatamente a fissare il rassicurante pavimento.

Era troppo emozionata e troppo terrorizzata di tutto quello che la aspettava ad Hogwarts!

Sapeva che quel momento sarebbe arrivato, lo sapeva allincirca da sei anni: sua madre le aveva spiegato tutto, ma erano sempre vissuti nel mondo di suo padre quello Babbano e per lei, quindi, in quel momento, era tutto nuovo.

*Terribilmente nuovo!* pens.

Seguendo i suoi pensieri, era quasi arrivata in fondo al corridoio, ormai solo pochi metri la separavano dal famoso Cappello che tanto temeva, quando accadde!

Inciamp e, come al suo solito, inciamp violentemente: era spesso impacciata, oltre che timida.

Stava per finire rovinosamente a terra, quando due braccia forti la presero al volo.

Alz i suoi occhi scuri, per guardare chi laveva soccorsa e trov a sorriderle due occhi azzurri, incorniciati da una massa di riccioli rossi, un po lungi, come era la moda del tempo e disordinatamente scompigliati. Il ragazzo le sorrideva ancora, con quel suo viso cos aperto e Dorcas, nonostante la sua timidezza, non pot fare a meno di aprirsi in un sorriso, a sua volta.

Il ragazzo, chiaramente di qualche anno pi grande di lei, la sostenne fino a che non si ritrov in piedi.

Forza, piccola, ormai sei quasi arrivata! anche la sua voce era gentile, come il suo sguardo.

Le accarezz i capelli e la indirizz verso il Cappello, che Dorcas ne era certa! sembrava fissarla con noia.

Si sedette ed ancora fu il sorriso del ragazzo e quei bellissimi capelli rossi, lultima macchia di colore che vide, prima che il Cappello arrivasse a celare tutta la sala alla sua vista.

Tassorosso!!! grid dopo pochissimo e le urla festanti di una parte del tavolo la acclamarono, mentre il suo misterioso salvatore le porgeva la mano per scendere i gradini e indirizzarla dal lato giusto.

Dorcas lo fiss delusa, mentre il ragazzo la salutava. Il suo cuore perse un colpo.

Lo vide sedersi di nuovo al suo posto, sotto i colori dei Grifondoro. E lei sospir.



e tu che con gli occhi di un altro colore

mi dici le stesse parole d'amore

fra un mese fra un anno scordate le avrai

amore che vieni da me fuggirai

fra un mese fra un anno scordate le avrai

amore che vieni da me fuggirai



Quartier Generale dellOrdine della Fenice, 14 febbraio 1979


La sua mano dai capelli scese naturalmente ad accarezzare il volto. Si sofferm a sfiorare le efelidi sul naso e su parte delle gote: erano leggere, ma lui le odiava.

Sosteneva che lo facevano sembrare ancora un ragazzino.

E lei spesso gli diceva che lui ERA un ragazzino!

Lo era nellanimo, lo era nei modi, lo era nella vivacit tipica del suo carattere, che lo rendeva sempre benvoluto da tutti, sempre allegro e divertente. Ma era anche dispettoso, come un ragazzino: il povero Frank era uno dei suoi bersagli preferiti, troppo buono e tranquillo per ribellarsi agli scherzi dei fratelli Prewett. Perch Gideon, ovviamente, gli dava man forte! Sempre!

Un sorriso gli increspava le labbra e Dorcas non pot fare a meno di passare con un dito leggero a sfiorare quel sorriso


Quartier Generale dellOrdine della Fenice, 27 agosto 1975


Quindi, date il benvenuto ad un nuovo membro dellOrdine della Fenice la mano tesa di Silente verso di lei, la introdusse al gruppo al completo La signorina Dorcas Meadowes, che penso alcuni di voi, intendo quelli pi giovani, Malocchio disse strizzando locchio al famoso auror, che stava gi borbottando qualcosa hanno gi avuto modo di conoscere, penso.

La ragazza avanz, abbassando timidamente lo sguardo e salut tutti con un cenno del capo.

Dorcas dubitava fortemente che qualcuno dei giovani potesse ricordarsi di lei, in quanto aveva sempre fatto di tutto per non farsi notare, a scuola. E pur essendo una ragazza carina (lunghi capelli lisci castani e occhi color nocciola), non era mai stata appariscente ed in realt, non aveva mai fatto nulla per diventarlo.

Si diplomata con il massimo dei voti questanno Dorcas accenn ad un timido sorriso, mentre Silente parlava e dopo lultimo attacco ai danni di quella scuola babbana a marzo, aveva gi espresso, ancor prima della fine della scuola, il desiderio di unirsi a noi.

Gli occhi di Dorcas si persero nei ricordi di Jane, la sua amica del cuore ai tempi dellasilo, di quando viveva ancora nella Londra babbana.

Sei sicura, ragazza? Malocchio interruppe con i suoi soliti modi schietti il corso dei suoi pensieri La ragazza mi sembra un p gracilina termin rivolto al vecchio preside e fissandola, come se stesse valutando del bestiame.

Silente sogghign.

Non sono sicura disse con quella sua voce estremamente pacata Ne sono certa!

Silente sorrise, con le mani dietro la schiena, quasi gongolando alla risposta della giovane.

Il suo tono era rimasto neutrale e pacato, come era solita esprimersi.

Bene! Benvenuta allora! il primo a rompere gli indugi fu Edgar Bones, subito seguito da sua sorella Amelia.

Hagrid le strizz un occhio (*Ecco, si, lui si ricorder di me! Avevo curato un suo marciotto!*), mentre tutti gli altri le stringevano la mano per presentarsi o le dicevano che erano felici di rivederla. In particolare Marlene McKinnon fu molto carina e la salut con un abbraccio. Non erano mai state grandi amiche ad Hogwarts, ma si era ricordata di lei

Dorcas cercava di fissare i volti noti e meno noti di quelli che sarebbero diventati i suoi compagni di battaglia: non sapeva chi faceva parte dellOrdine e per lei era tutto nuovo.

Aveva comunicato ai suoi genitori la sua intenzione di restare in Inghilterra, quando loro le avevano comunicato lintenzione di emigrare in Francia, almeno fino a che le acque non si fossero calmate. Sua madre, sempre apprensiva, non aveva condiviso la sua scelta, pur comprendendone i motivi, e suo padre, pur abituato al contatto con il mondo magico, non si rendeva pienamente conto del brutto periodo che stavano vivendo. Erano due persone che amavano la vita tranquilla e che non avrebbero fatto del male ad una mosca, non faceva parte del loro carattere scendere in campo o dare battaglia. Ma lepisodio alla scuola laveva turbata: neanche i Babbani erano ormai al sicuro, men che meno i Mezzosangue. E lei, fedele ai principi della sua casa di appartenenza ad Hogwarts, era troppo leale per tirarsi indietro: poteva fare poco a 18 anni, ma quel poco che poteva fare, andava fatto!

Ovviamente non aveva condiviso con i suoi la parte pi importante.

*E la pi pericolosa!*

La sua determinazione ad unirsi allOrdine della Fenice.

E cos, qualche giorno prima, aveva salutato i suoi genitori che partivano e aveva contattato Silente.

I convenevoli e le sue riflessioni furono interrotti dallirruzione di quello che sembrava un tornado e che fece sobbalzare sia Frank Paciok, che il vecchio e sempre affannato Elphias Doge.

Gid andiamo!!! Siamo ancora in ritardo!!! la voce tonante di Fabian Prewett richiam il fratello. Questi, entrando nel quartier generale come un forsennato, gli arriv addosso.

Fab! Insomma spostati! poi, vedendo che il fratello minore rimaneva immobile, alz gli occhi su di lui Per Merlino, ma cosa diavolo i suoi occhi seguirono la traiettoria di quelli del fratello e finalmente anche Gideon Prewett si accorse di lei.

Per fu il suo commento finalmente un nuovo acquisto!

E scalzando il fratello, ancora imbambolato ad intralciarlo sulla soglia, lo super, mettendolo da parte e facendo un elegante baciamano a Dorcas.

Mademoiselle!

E questi sono due terzi degli esuberanti fratelli Prewett, mia cara le venne in aiuto Silente "Bench il terzo mancante non si sia potuto schierare con noi per... problemi di famiglia!".

Gi! Lultimo terzo ora a casa con Charlie e la sua scarlattina, signore! Fabian Prewett sembrava aver riacquistato il suo solito temperamento giocoso Fabian si present porgendole la mano, dopo aver dato unocchiataccia al fratello Ma noi ci conosciamo

Prese la sua mano con lentezza, la gola le si era improvvisamente seccata.

*Fabian Prewett*

Il suo primo amore di bambina era l di fronte a lei e le sorrideva, come la prima volta, solo i suoi occhi azzurri la scrutavano, cercando nei meandri della memoria un appiglio.

Dorcas Meadowes rispose in un sussurro, tanto che il ragazzo dovette abbassarsi un po per udirla. Hogwarts

Fu lunico indizio che gli diede.

Ovviamente! disse ridendo e lasci andare, dopo un po di esitazione, la sua mano.

Dorcas sorrise ed abbass lo sguardo per terra, arrossendo leggermente.

Poi, Malocchio le mise in mano un bicchiere di Burrobirra e le diede una forte pacca sulla schiena.

Bene ora hai conosciuto proprio tutti! Bevi, abbiamo sempre meno occasioni di festeggiare! e poi, puntando con due dita i suoi occhi, le disse Vigilanza costante! Ricordalo, ragazza!

Dorcas accenn un piccolo ringraziamento con il capo e prese con gentilezza il bicchiere che Moody le offriva, sorridendogli.

Quello che non vide fu Fabian, che la fissava, rapito dalla dolcezza dei suoi gesti e dei suoi occhi.


venuto dal sole o da spiagge gelate

venuto in novembre o col vento d'estate

io t'ho amato sempre, non t'ho amato mai

amore che vieni, amore che vai

io t'ho amato sempre, non t'ho amato mai

amore che vieni, amore che vai




Quartier Generale dellOrdine della Fenice, 14 febbraio 1979



Amava il suo sorriso. Il volto di Fabian si illuminava letteralmente ed era irresistibile. O almeno lei non era in gradi di resistergli! Pensava che i suoi sentimenti per lui fossero palesi, ma per un carattere esuberante come quello del ragazzo, la pacatezza dei suoi modi dissimulava ci che provava e Fabian giurava e spergiurava di non essersi mai accorto di piacerle.

Le sue dite si erano fermate sulle labbra di Fabian.

Poi, impulsivamente, le baci!

Non era da lei.

*Questo quello che mi hai insegnato tu, amore mio...


Quartier Generale dellOrdine della Fenice, 10 ottobre 1976


Con chi sei di ronda, Dor?

La voce gioiosa di Marlene le fece alzare gli occhi dalla Gazzetta del Profeta.

Con Fabian

Come sempre, ultimamente

Sottoline con malizia lamica. Dorcas sorrise scuotendo il capo.

Tu e le tue teorie sussurr pacata.

Non teoria, Dor, una certezza! E da un mese che andate a fare la ronda insieme e non perch tu sia unincapace, Dor: vallo a dire a quel Mangiamorte di ieri sera!

Ma Dorcas riteneva realmente di non essere allaltezza degli altri membri dellOrdine: le sembravano tutti migliori di lei!

E tu sei gentile, come sempre, Marly!

I loro discorsi furono interrotti dalla porta che si apriva. Entrambe portarono la mano alla bacchetta, solo che Dorcas fu pi veloce. Fabian Prewett fece il suo ingresso irruente e si sedette scompostamente sul divano accanto a lei.

Per Merlino, che giornata!

Visto? Che ti dicevo? Sei stata pi veloce tu!

Dorcas scosse la testa, ripose la bacchetta e finse di rimettersi a leggere il giornale.

Visto cosa? la curiosit di Fabian era proverbiale, ma nessuno gli rispose Visto, cosa? ripet insistente.

Dor sostiene di non essere capace come tutti gli altri membri dellOrdine!

Fabian pur ascoltando le parole di Marlene, inizi a giocare con la sua bacchetta e l'orologio che portava al polso.

Si, certo, vallo a dire al Mangiamorte di ieri sera! A proposito, finito ad Azkaban, per direttissima! e le sorrise con quegli occhi azzurri, che la facevano sciogliere.

Aha! disse Marlene Ho sempre ragione, Dor, sempre!

Poi si alz dalla poltrona, su cui era seduta.

Raggiungo tuo fratello Fab, oggi siamo di ronda alla Testa di Porco! Mi far girare per tutta Hogsmeade! ed alzando gli occhi al cielo, infil luscita, dopo aver mandato un bacio con la mano a Dorcas. La ragazza la salut con la mano e riprese il suo giornale. Avevo lo sguardo grave, mentre leggeva leditoriale della Gazzetta. Era evidente che Voldemort prendeva potere, ormai erano pi le magifoto con il Marchio Nero, che altro! Dopo un po, si rese conto di non essere da sola nella stanza e rialz di scatto gli occhi. E subito trov, ad incontrarla, quelli sorridenti di Fabian!

Mi fai morire lei arross violentemente alle sue parole.

Fabian si distrasse subito, continuando a toccare l'orologio con la bacchetta.

In che senso? chiese preoccupata.

"Niente..." disse non noncuranza, poi aggiunse con altro tono "Durante lo scontro di ieri deve aver preso una botta... No, no, no!!! Si anche ammaccato! Molly mi uccider...."

In che senso? insistette lei, senza farsi distrarre dal tentativo di Fabian di deviare l'argomento.

Tir fuori la sua di bacchetta e con un piccolo ma aggraziato colpo, i pianeti sull'orologio di Fabian iniziarono nuovamente a muoversi.

Lui le sorrise, felice come un bambino, quasi appoggiando il suo capo sulla sua spalla.

Tu e la tua capacit di perderti nel tuo mondo! le schiocc un bacio sulla guancia e si alz in piedi. "Grazie!"

Dorcas era sempre presa in contropiede dalla spontaneit di Fabian: era quello che le piaceva di pi di lui ed era quello di cui lei era totalmente carente!

Andiamo? le disse senza risponderle e porgendole la mano.

In che senso? incalz lei, non aveva ancora capito fino in fondo quello che intendeva il ragazzo.

Andiamo! disse in tono deciso e le fece segno che erano in ritardo.

Tanto sei sempre tu quello in ritardo, Moody se la prender con te!

In che senso, mi chiede Anche Moody pende dalle tue labbra!

Gli sto simpatica disse a m di scusa, mentre uscivano dal Quartier Generale.

Fabian la prese sottobraccio e si incamminarono per le fredde strade di Londra.



Unora dopo a Godric's Hollow



Dorcas! la voce preoccupata di Fabian Prewett le giunse da lontano.

La testa le rimbombava, mentre il ragazzo, parato di fronte a lei cercava di proteggerla da tutti gli attacchi dei Mangiamorte, che li avevano sorpresi nella notte.

Aveva ragione Silente! I suoi seguaci si facevano sempre pi forti e spavaldi: non li avevano mai attaccati in un posto del genere, cos apertamente.

Molte finestre si erano aperte e chiuse, mentre loro continuavano a combattere.

Ma era spuntato un terzo uomo incappucciato e laveva attaccata alle spalle, era riuscita a scartare in parte il primo schiantesimo, ma ne aveva ricevuto un secondo in pieno petto.

Ora tutto le doleva: la testa, la pancia, la schiena su cui era caduta.

DOR! Fabian ora era quasi isterico, mentre la richiamava a s.

*Appena in tempo!*

Dorcas impugn la bacchetta, che stringeva ancora saldamente tra le mani, con grande sforzo e scagli una fattura Orcovolante ad uno dei tre Mangiamorte.

Protego maxima! la voce era fievole, ma lincantesimo riusc.

E laura del suo incanto li protesse dallattacco del secondo, mentre il terzo era stato contemporaneamente messo fuori combattimento da Fabian.

Lui le fu accanto e in attimo sparirono con un sonoro pop tra le ira dei tre uomini.


Quartier Generale dellOrdine della Fenice


Sentiva Fabian ansimare nello sforzo di sorreggerla e correre nello stesso tempo.

Era vietato materializzarsi direttamente nel quartier generale dellOrdine, per espressa indicazione di Malocchio Moody. Ora, Fabian estenuato dallo scontro, dallo sforzo e dalla preoccupazione per lei, era impaziente di arrivare.

Quando finalmente varcarono la soglia, solo allora, si volt a guardarla. Dorcas era semi-svenuta tra le sue braccia e quando - il pi delicatamente possibile - la adagi sul divano, il viso le si contrasse in una smorfia di dolore. La liber dal pesante cappotto e le sfil la camicia, aveva gi mandato il suo patronus a chiedere aiuto. Muoveva le mani febbrilmente, aveva visto che la ragazza aveva incassato lo schiantesimo in pieno, ogni istante era prezioso.

Maledizione! imprec nello scoprire la pelle bianca del corpo di Dorcas, tumefatta per limpatto subito con la maledizione del Mangiamorte. Praticamente tutto il fianco sinistro della ragazza era di un brutto colore blu/viola: il colpo era andato a segno fin troppo bene, sicuramente aveva unemorragia interna in corso.

Fabian disperato si pass una mano sul volto.

Era lei quella brava con gli incantesimi di guarigione, lui sapeva solo combattere e basta!

Dor la richiam dolcemente, prendendole il viso tra le mani Stai con me, Dor la supplic.

Lei cerc flebilmente di aprire gli occhi, sembrava quasi che cercasse di sorridergli.

Dio come ti amo! lo disse quasi a se stesso, poi impetuoso come sempre, alz il tono: voleva che lo sentisse, doveva sentirlo! Dor, ti amo, Dor, capito? Io ti amo!

Lei apr gli occhi, ancora inebetita, e vide gli occhi azzurri di Fabian, sorridergli, come sempre.


Unora dopo


E fuori pericolo, ragazzo mio! la mano di Silente sulla spalla lo ridest dai suoi cupi pensieri Madama Chips ha detto che non ha mai visto una tempra del genere in una donna: siamo arrivati appena in tempo!

Posso vederla?

E lei che vuole vedere te! e gli sorrise, mentre Fabian lo superava per precipitarsi nella stanza di Dorcas.

Appena entr, lei si volt a guardarlo.

Era imbarazzata, ma era cos indifesa

Fabian non resistette oltre, si precipit da lei, labbracci il pi delicatamente possibile e finalmente diede libero sfogo alla sua ansia.

Hey disse Dorcas, presa alla sprovvista da quelle che erano lacrime, le lacrime di Fabian Sto bene: grazie a te!

Infil la mano tra i suoi ricci rossi - da quanto tempo desiderava farlo! e lo accarezz dolcemente.

Fab, sono qui! Non vado da nessuna parte, sto qui con te lo tranquillizz, mentre il ragazzo cercava di ricomporsi.

Fabian si scost da lei quel tanto che bastava per vederla sorridere: lo faceva cos di rado, ma era cos luminosa in quel momento!

Le prese il volto tra le mani e lo fece.

Senza pensarci, senza riflettere, seguendo solo il suo cuore.

La baci. Prima dolcemente, era evidente la sua paura di farle male ed in fondo anche la paura di essere rifiutato, ma poi sent che anche Dorcas si lasciava andare, ed il bacio divenne sempre pi appassionato.

La ragazza deve riposare... la voce di Gideon li prendeva in giro dal corridoio.

Dopo un tempo che ad entrambi sembr eterno, le loro labbra si staccarono.

Dorcas non pot fare a meno di abbassare lo sguardo, vedendo che nessuno aveva osato entrare.

Ti amo anchio... gli disse semplicemente ...da sempre!

E per la prima volta Fabian Prewett fu colto di sorpresa!

Non immaginava che lei avesse sentito, ma il sorriso che illumin il suo volto, fece intenerire Dorcas.

E Fabian inizi nuovamente a baciarla!


io t'ho amato sempre, non t'ho amato mai

amore che vieni, amore che vai



Quartier Generale dellOrdine della Fenice, 14 febbraio 1979



Mentre staccava dolcemente le sue labbra da quelle di Fabian, accarezzandogli il volto, sorrise.

Lurlo straziato di Molly Weasley riemp la casa.

Le gel il sangue.

Gli occhi di Dorcas si riempirono di lacrime.

Si rialz dal capezzale di Fabian, mentre il respiro le si faceva affannato.

NOOOOOOOOOOOOO

Molly si era precipitata dentro la stanza, finendo in ginocchio ai piedi del letto.

Le sue mani toccavano ora Fabian, ora Gideon.

Fu solo allora che per lei divenne tutto reale.

Fino a quel momento aveva potuto pensare che stesse solo dormendo.

*Ora non pi!*

Non seppe quando le lacrime iniziarono a scorrere. Forse quando pens che erano serviti cinque Mangiamorte ad avere la meglio sui fratelli Prewett, o forse quando sent ad un tratto Molly che la abbracciava convulsamente.

Lei era scossa da un tremito che non riusciva a fermare. Non riusciva a parlare.

Sapeva solo che il suo Fabian non le avrebbe sorriso pi, con i suoi occhi azzurri, i suoi capelli rossi, le sue efelidi chiare, non lavrebbe fatta ridere pi, non lavrebbe baciata pi.

Mai pi.

Qualcuno la stacc da Molly, che fu subito abbracciata da suo marito: era Silente, che la guid con dolcezza fuori da quella stanza, fuori da tutto quel dolore...

E da tutta la sua rabbia!


tre mesi dopo, Cimitero di Godrics Hollow


I suoi occhi commossi fissavano le lapidi dei fratelli Prewett.

Per quanto tempo ancora avrebbero pianto i loro morti?

Quanta sofferenza doveva ancora consumarsi prima che Voldemort fosse sconfitto?

La rete era stata gettata e stava per stringersi attorno alla preda.

*Ma a quale prezzo?*

Quante altre giovani vite sarebbero state spezzate?

Lasci scorrere lo sguardo lungo le tre lapidi.

*Almeno sei riuscita nel tuo intento!*

Era stata determinata nel far finire ad Azkaban chi aveva uscciso il suo amore!

E dopo la cattura di Dolohov, si era scomodato addirittura Voldemort, furioso per la perdita del suo Mangiamorte ad opera di una Mezzosangue!

Albus Silente sorrise ed accarezz con una mano la gelida iscrizione.

Addio piccola...


Dorcas Meadowes

Love, alwais

1957 - 1979








Strane Coppie >> Fabian Prewett e Dorcas Meadowes by Elbeth_Queen