Il Barone Sanguinario





E meraviglioso lamore che hai dentro.
Portalo con te.
Addio.

- dal film Ghost-fantasma -



Dolce lamore che vibra le vene, esplode lardor che pi non si contiene
Lode a voi Sir Nicholas, quale vento impetuoso vi porta qui?
Un vento ben strano, Sir Cadogan: imprevedibile!
Notavo il vostro canto! Ah, tripudio di vita!
O come lo si voglia chiamare. Adesso scusatemi, ma una certa cosa mi porta via.
Non nasconderete niente a me, Sir: il mio cuore vissuto vede una strana sfumatura persino nel vostro argento torbido!
Suvvia
Che mi prenda un colpo! Non vi mai limite, n fine, allarguta passione! Ors ditemi, chi sar mai la dolce damigella?
Oh! La vostra sagacia mi stupisce: ma son io che non amo parlare--
Coraggio! Lamor ferisce meglio della spada pi affilata, ma niente spazio allignobile vergogna! Sir, aspetto con ansia una vostra risposta.
Cos sia! Caro Cadogan, ho il piacere di esprimervi il mio inconsueto affetto per la bella Dama Helena.
Helena! Che mi prenda un altro colpo e mi stramazzi a terra! Starete forse scherzando?
Niente affatto, non ne vedo il motivo.
Oh! Oh! Oh! Non avevo sentito nulla di pi divertente dopo il balbettio confusionario del
giovane Paciock, la sua fuga imbarazzata e il suo successivo capitombolo.
Non vedo con me questo cosa centri. Devo supporre una presa per i fondelli?
Come potrei! Non da me, sbeffeggiare lingenuit altrui!
Ammetto di averne abbastanza. Helena sta suscitando in me qualcosa in pi di quel che mi aspettassi, e voi ve ne prendete gioco: non avrete visto le occhiate che mi regala.
Dopotutto una donna compassionevole.
Questo troppo! Voi, rinchiuso in quella cornice, cosa ne volete sapere!
La mia esistenza stata pi intensa della vostra, Sir, tanto quanto basta per capire che Helena non ha occhi che per me. duro confessarlo proprio in vostra presenza, ma--
Non fatemi ridere! Questo veramente pi spassoso di quando capitai allimprovviso Paciock facendolo soffocare nel porridge!
Siete spiacevolmente sarcastico, peccato che alle damigelle piacciano gli uomini valorosi e umili come me.
Permettetemi di contraddirvi: lunica impresa valorosa che avete compiuto farvi vedere continuamente davanti a tutti sopra quel pony grasso e zozzo, e inneggiarlo e inneggiarvi come se foste un magnifico re su un candido Pegaso!
Affronto! Non accetter insulti da un barboso e lagnoso che non riesce ad alleviare le sue inutili pene neanche dopo la morte! E si diceva che questa era liberazione!
Inglorioso omuncolo, la Dama vi noter solo per i vostri strilli femminei che raggiungono ogni angolo, in confronto le grida delle Banshee sono amorevoli cinguettii!
Urler pure la mia prodezza, ma almeno io ho la testa ben piantata sul collo, Sire!
E io conservo ancora il mio contegno! A mai pi rivederci, Cavaliere, neanche nelle mie prossime vite!
Fellone! La vostra codardia tanto pi grande del vostro cosiddetto affetto verso la mia Lady! Per lei, oh, sarei disposto a morire!
Voi siete gi morto, stupido pazzo! Che mi tocca sentire
Tutte le scuse sono buone! Ci che mi avete appena fatto notare un dettaglio irrilevante: sarei disposto a morire di nuovo!
Pazzia, follia, idiozia! Le state collezionando tutte! Lei non pu rivivere, quindi come farebbe a morire!
Il mio amore, a differenza del suo, raggiunge limpossibile mutandolo in concreta realt. Se voglio morire per la mia damigella, morir per la mia damigella!
Lei riderebbe di gusto se vi dovesse vedere! Un uomo gi morto che per lei vuole morire!
Appunto! Quale prova pi inconfutabile della mia venerazione?
Questa la prova inconfutabile della vostra uscita di senno!
Certamente inutile parlare con un ottuso materialista, cupo essere senza sogni come siete voi; naturale che non capiate! La donna una creatura dolce e tenera che va carezzata, protetta, stupita: prima ancora del grande amore vi deve essere la fiducia, perch se ella capisce che laltro sincero, coraggioso, pronto a salvarla e a darle tutto ci che possiede pur di ricevere il suo amore, allora ella lo amer, inevitabile!
Ma il vostro darle tutto deve essere per forza limitato a darle ci che lamante ha, non certo ci che non ha!
Allora vedete che non ci arrivate? La donna, secondo voi, apprezzer pi lo sforzo di darle ci che lamante ha, o soprattutto ci che lamante non ha?
Ma se lamante non ha quella certa cosa, come fa a donargliela!
Col cuore, ragazzo mio!
Continuo a non capirvi. Mettiamo caso che codesto amante non abbia un libro--
Quale libro, quale libro! Finitela di fare le cose in piccolo! Mettiamo anzi caso che lamante non abbia la luna!
Per il boia che mha ammazzato
Sir Nicholas, o ragionate bene, o non ragionate!
Qua si tratta di ragionare da pazzo, ossia sragionare! Ma facciamo pure a modo vostro: mettiamo che lamante non abbia la luna e voglia offrirla alla sua amata. Quindi?
Quindi grazie al suo amore, enorme e incondizionato, elever la propria anima e la propria mente fin a congiungersi con luniverso infinito, assorbir tutte le energie naturali del cosmo e della natura, e si trover con le dita graziose tese a reggere verso di lei il proprio cuore e la luna!
Mi state cianciando dellinvisibile! Del falso e dellinesistente!
Ma no, insomma! Il vostro amore - chiamiamolo pur cos - falso e inesistente?
No!
E perch lo dite? In fondo, non lo vedete! invisibile!
Che vuol dire? Lo penso, lo sento, quindi c!
Ah, cervello defunto in funzione! proprio quello che intendevo! La luna che ha portato lamante non si vede, ma egli la pensa e la sente, e lamore la far esistere proprio nella sua mano!
Eppure lamata non la vedr!
Certo che s: se lamore non univoco, costringe a guardare con gli stessi occhi; ossia, lamata che ama vedr la stessa cosa con gli stessi occhi dellamato che ama lo stesso sentimento, ossia vedr la luna nelle sue mani!
Comincio a capire
Ne son felice! E quasi scontento del fatto che proprio noi due dobbiamo contenderci la bella Dama: ma la vita vita!
Potrebbe non nominarla, Sire?
Devo! Se dobbiam morire adesso, lasciami scivolare ancora un po questa parola dolceamara sulle labbra
Ma allora, il nostro non sar un vero e proprio morire, ma pensare di morire!
Non si pu avere tutto dalla i]vita[/i], dico bene?
Per la testa mozza dei Cavalieri senza Testa!
Ribadisco comunque, che limportante donare ci che non si ha, come simbolo damore.
Nonostante il vostro ragionamento, logico senza dubbio, lo stesso percepisco qualcosa che stona: come se voi convinceste Paciock di mostrare la pergamena intonsa dicendo che i compiti di Pozioni li ha fatti in mente con tanto amore! Come credete che reagirebbe Severus? Con un sorriso grato e languido, o con una bastonata da spaccare il cranio a una Chimera?
Voi vi confondete da solo: la mia ottima argomentazione--
O elucubrazione
consiste solo nel sentimento fra due amanti, non adottabile nellintera vita!
Che quel pony vi dia una zoccolata!
Basta discutere, anche il pi ingenuo e incolto maghetto pu constatare chi ha ragione fra noi due. Buona morte, Sir Nicholas!
Sir, aspett-- Cielo, stramazzato sul serio. Sir? Sir Cadogan? Per tutti i ruzzoloni di Paciock, e adesso che faccio? Debbo morire veramente? Pare facile. Forza Nicholas, dopotutto sei gi morto, non ti costa mica farlo di nuovo! Lhai gi fatto, insomma Volta pi, volta meno Oh! Se vedo bene, si sta avvicinando qualcuno! Il Frate Sir Cadogan! Mi sente?
Adesso, in questo preciso momento, davanti a un quadro di un Cavaliere franato al suolo s bruscamente, e davanti al suo fedelissimo, imponente stallone, dopo circa cinquecento anni, Sir Nicholas de Mismy-Porpington muore per la seconda volta!


E vi dicevo, Barone, a cosa mi giova osservare la vita con animo cos pessimista, se posso trovarmi bene con me stesso e con gli altri? Vivi e lascia vivere, si vive meglio, non credete?
Non mica cos tanto semplice Frate, sapete, voi avrete magari passato una vita pi gaia della mia
Ma son cose passate! La vita regala anche tanti piaceri, perch nasconderli o ignorarli? Persino dal male provato, penso io, si pu trovare qualcosa di buono!
E nobile il vostro pensiero, io dico per che--
Per i sudori freddi di Paciock! Mi si annebbiata la vista o vedo Sir Cadogan a lingua in fuori nel suo quadro, e Sir Nicholas col capo chino affianco a questo?
Non capisco. forse un gioco?
E non mi hanno invitato! Di solito sono io che do inizio alle feste!
Non ne avranno avuto il tempo: frequenti sono i dissidi soffocati fra di loro, questa sar una specie di armonia ritrovata.
Neanche se li stuzzico rispondono, eh no. Che carini!
Beh, che ne dite adesso se andiamo da unaltra parte?
Per Tosca, non vorrete mica ignorare questa melodia amica!
Scusate?
Non vedete? Sprizzano una tumultuosa tranquillit e quieta grandezza da tutti i pori! lamicizia che d vita e la vita che genera amicizia! E se non rispondono, vorr dire che proprio cos! Stanno vivendo i loro primi momenti di--
In sintesi, cosa volete che faccia?
Uniamoci a loro, manifesteremo il nostro accordo e la nostra disponibilit!
Questazione ha della follia
Oh finitela di fare il sanguinario per una volta, e provate ad apprezzare anche altre cose! Si tratta solo di star immobili, se proprio cos la volete mettere: su avviciniamoci! Ecco arrivare Helena, apprezzer il bel gioco anche lei!
Rider di voi invece! Figuratevi se acconsento a questa pagliacciata, per tutta la dinastia dei Serpeverde!
Cielo, che burbero, che noioso! Ecco! Arriva: io partecipo con gioia, voi non svelate alcun segreto!


Ditemi, Barone: un fantasma pu svenire?
Preferirei che non mi faceste alcuna domanda, Helena. Almeno nessuna che riguardi qualunque cosa stiano facendo questi pazzi.
Come volete. Mi accompagnereste da una parte? Avrei voglia di parlare a qualcuno di una cosa che mi capitata poco prima.
Vi porgo il braccio: di cosa si tratta?
Una bambina del primo anno mi ha teso un bel libro che stava leggendo, per far leggere anche me Mi sono sentita quasi rabbrividire, se avessi potuto farlo: ella voleva che lo prendessi, e ricordarmi che per me molte cose ormai sono impossibili Non so, mi ha fatto sentire un po strana.
E normale. Ma anche inutile forzare ci che non ci appartiene.
Vero. Eppure, avrei una tal voglia
Abbandonate i funesti pensieri, mia cara. Poich vedo che pi di uno vi annebbia ancora la mente.
Oh Barone, io sospiro! E il ricordo di mia madre. So che la dolce Rowena nacque in un glen, e ho il continuo rimembrare di quella valle: come se volessi farla ricongiungere con la sua origine, un ritorno al principio, raccolto, affettuoso, per riscaldarla da quel freddo presente
che le aveva stretto il cuore.
E ho le sue parole non dette, i suoi gemiti nel mio cuore


In quel mentre ero circondata dal divino.

Le montagne concave odoravano di muschio e strofinato pino, l'aria umida intrecciava parole fra le mie ciocche di chioma corvina.
Piccole gocce cristalline ricoprono il glen intero, cadevano dalla tasca della figlia invernale che afferrava stridente la rosea veste della dama Primavera, incoronata d'argento.
Una macchia grigia si espande dal lembo perlaceo, le iridi dolci si restringono, vispe: Helena mi fredda.

In quella gelida mattina, sono stesa supina vicino agli anemoni rugiadosi del cipride pianto, mentre la Primavera grigia si allontana e io spiro nella brina.

L'azzurro troppo alto.



Lei mi amava, Barone. Io non ho saputo fare altrettanto. Rester infelice per sempre.
Cercate di vivere nel vostro mondo, Helena. Potrete potrete apprezzare altre cose cui non avete mai fatto caso.
Inutile discutere con voi, Barone, avete perfettamente ragione. Per una volta, mi fate sorridere!
Cos : non cerco di dare quel che voglio, quanto quel che posso.







Strane Coppie >> Il Barone Sanguinario by Yves_Ehiwaz