• Charlotte_Mills

    Serpeverde Amministratore Preside Insegnante Moderatore Web Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 11
    Galeoni: 300697
       
       

    *Charlotte si allontanò da NotturnAlley con passo veloce e fiero.
    Arrivò poi difronte al Ghirigoro, negozio in cui aveva detto doveva recarsi, invece non varcò la porta.
    Si era soffermata difronte alla vetrina solo per far passar del tempo.
    Lei si era recata quel giorno a NotturnAlley con uno scopo preciso, ma l' incontro con il ministro aveva rovinato tutto quanto.
    Per fortuna Charlotte si presentava ai vari appuntamenti molto in anticipo, quindi quel giorno non rischiava di fare tardi a quel misterioso incontro.
    Decise di tornare in quel luogo poco raccomandabile pensando che il ministro della magia se ne fosse anche lui andato da quel luogo.
    Mentre si recava in quel luogo che aveva appena lasciato incontrò lo sguardo di un mago al quanto malconcio.
    Il suo mantello era strappato e il viso era sporco, era decisamente un vagabondo.
    Camminò per alcune viette molto strette fin quando non vide la persona con cui doveva incontrarsi.
    Era un uomo, più anziano di lei con il capo coperto dal cappuccio del mantello, il suo viso era sempre coperto per nascondere le numerose cicatrici che si era procurato durante la sua oscura vita da mago.
    Il suo nome era Malan Shane, ex mangiamorte.
    Che cosa aveva a che fare la professoressa di Arti Oscure con quel mago poco raccomandabile?
    Malan se ne stava nascosto per non farsi scoprire da auror o qualsiasi altro mago che avrebbe potuto denunciarlo al ministero della magia.
    Iniziarono a parlare e nessuno poteva sentirli, tranne qualche raro passante che poteva cogliere solo piccoli frammenti della loro conversazione.*

    Perdonami, ma ho incontrato il ministro della magia che mi ha chiesto un paio di cose e mi ha fatto perdere del tempo prezioso.

    *L' uomo non sembrava molto scocciato a quelle parole quindi la donna tornò a parlare.*

    A Hogwarts gli studenti stanno combinando qualcosa..
    Mi è giunta voce di un E.S: Esercito di Sibilla, ma non c'è nulla da temere le mie fonti mi hanno detto che ciò è nato solo per futili motivi e a nessuno passa per la testa che io, professoressa di Hogwarts, possa lavorare per un mago come il tuo e il mio capo.


    *Affermò Charlotte a bassa voce.
    Lei e Malan Shane infatti “lavoravano” per un uomo più potente di loro, un mago dai grandi poteri.
    La professoressa Mills si poteva considerare come un' infiltrata al castello di Hogwarts...
    Mai e poi mai qualcuno avrebbe immaginato tutto quello che stava succedendo in gran segreto.
    L' uomo con il volto coperto le disse qualcosa, che solo lei riuscì a sentire dato il tono basso della voce.*

    No, il ministro non sospetta nulla, almeno è quello che mi è parso di capire.
    probabilmente sul mio volto traspariva qualche emozione ma penso che sia naturale per il ministro... Con tutti gli estranei che incontra tutti i giorni




    Ultima modifica di Charlotte_Mills oltre 1 anno fa, modificato 3 volte in totale


  • Stefano_Draems

    Fondatore Amministratore Ministro Ad Honorem Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 16
    Galeoni: 584673
       
       

    *Alcune vecchiette passarono a fianco del ministro travestito, e lo guardarono con un misto di compassione e tristezza, una addirittura gli chiese se gli servisse aiuto, e un'altra aprì il borsello e gli diede qualche moneta per potersi ristorare. Stefano si sentiva molto imbarazzato, a lui mai era capitata una cosa del genere.
    Era evidente che il suo travestimento aveva sortito un buon effetto e che tutto sarebbe andato per il meglio.
    La professoressa Mills, dopo essersi fermata davanti alla vetrina del negozio, e averlo osservato per qualche minuto, tornò sui suoi passi e ripassò accanto al Ministro Draems.*

    Fiuuuu, non mi ha riconosciuto

    *Pensò il ministro appena lei gli era passata a fianco e l'aveva altamente ignorato.
    Lui, dal canto suo ancora più convinto che quella Strega (e non lo pensava con cattiveria, era davvero una strega) tramasse qualcosa, attese qualche attimo guardando in cielo la bella giornata che si prospettava, e poi iniziò a seguirla lentamente. Zoppicando e trascinandosi con calma.*

    Che fatica fingere! speriamo che tutto questo serva a qualcosa almeno! e poi il mio mantello preferito, così ridotto, che peccato!

    *Urlò il ministro nella sua mente a ripetizione.
    Si interruppe solo quando udì la professoressa parlare a bassa voce con un uomo alto che Stefano non poteva vedere in viso. Ella farfugliò qualcosa sul fatto che il ministro le avesse fatto perdere tempo, e sul fatto che ci fosse un esercito all'interno della scuola ma prima che potresse sentire altro, i due si avviarono verso il fondo della via e svoltarono l'angolo.*

    Cosa fare ora? seguirli o teletrasportarsi al ministero per chiedere aiuto a qualche auror?

  • Charlotte_Mills

    Serpeverde Amministratore Preside Insegnante Moderatore Web Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 11
    Galeoni: 300697
       
       

    *La conversazione di Charlotte con Malan Shane, ex mangiamorte non durò molto, solo una manciata di minuti.
    Le loro conversazioni non duravano mai tanto tempo, ma era solo una precauzione per non destare sospetti.
    I due si salutarono tra di loro in modo pacato e formale e si allontanarono.
    La professoressa di Arti Oscure per quel giorno aveva finito i suoi giri per DiagonAlley e NotturnAlley quindi decise di tornare al castello.
    Una brezza leggera le mosse i capelli corvini e la costrinse ad avvolgersi meglio nel mantello nero come la notte.*

    E' meglio tornare al castello, non vorrei mai incontrare altre persone....

    *Con il suo solito passo fiero e altezzoso si allontanò da quel posto poco frequentato e poco raccomandabile.
    Mentre se ne andava incontrò alcune persone che non conosceva, uno di questi però era il vagabondo che aveva intravisto qualche minuto prima a DiagonAlley.
    Lo guardò negli occhi grigi tendenti al verde.
    Quel viso le sembrava famigliare, un viso che aveva incontrato poco prima in quelle vie, ma dubitava che si trattasse di quella determinata persona.
    Il ministro della magia le aveva detto che si sarebbe recato al lavoro e probabilmente in quel momento si trovava dietro la sua scrivania nel suo grande ufficio.
    Si allontanò da quel vagabondo zoppicante quasi con disprezzo e se ne andò verso il castello di magia e stregoneria di Hogwarts.*

    Stefano


  • Daphne_Harris

    Tassorosso

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 7
    Galeoni: 2095
        Daphne_Harris
    Tassorosso
       
       

    *Erano li. Erano al riparo. Erano nascoste. Daphne Harris, stava con l'amica Hope, più calma di prima, anche se la risposta della Corvetta, non l'aveva convinta per niente, ma non era quello il momento di parlarne. Il sorriso tirato, le sue parole, bhè, non era il caso; sorvolò sul perché Hope era li, levò di mente il problema, anche perché, la conversazione tra il Ministro e Charlotte, era un po... tesa. Come sospettava, l'insegnante aveva di nuovo un incontro; era di nuovo il tizio del Cimitero? Era curiosa, doveva capire che accadeva, ma forse, anche l'uomo aveva capito che la donna, oltre gli aggeggi oscuri che teneva in mano, nascondesse dell'altro. Hope indicò i due, come se si fosse accorta solo ora della situazione.*

    Lei non sa niente del cimitero... ma non è il momento adesso.

    *Pensò Daphne, mentre tutto quello, puzzava fin troppo di marcio. Stavano per andare, Charlotte stava per andare, ma il Ministro sembrava aver avuto anche lui dei sospetti, riguardo la donna.*

    Non va... non va affatto bene

    *Scrutò sospetta i due allontanarsi, mentre loro, ancora dietro il pilastro non potevano muoversi da li, con l'incantesimo fatto e con tutta la gente che vi era.*

    Forse è ora di andare noi... oppure...

    *Restò per un secondo a pensare. Rischioso, come tutto. Daphne osservò l'amica con un sorriso malizioso, mentre quell'idea si faceva sempre più presente in lei e la voglia di farlo era quasi incontrollata. La bacchetta di nuovo fuori il mantello, lo sguardo di Daphne che seguiva la donna con fare circospetto, tutto in lei fremeva sempre di più di continuare quella rischiosa missione*


    Hope_Kensington, Stefano_Draems, Charlotte_Mills,




    Ultima modifica di Daphne_Harris oltre 1 anno fa, modificato 1 volta in totale



Vai a pagina Precedente  1, 2