Notturn Alley
Notturn Alley


  • Stefano_Draems

    Fondatore Amministratore Ministro Ad Honorem Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 16
    Galeoni: 584673
       
       



    Role Aperta da Alexandre_Skett


  • Klaus_Skett

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 7
    Galeoni: 130
        Klaus_Skett
    Grifondoro
       
       

    *Era una mattinata cupa e grigia, oscurata dalle migliaia di nuvole nere che tappezzavano il cielo di Luglio. La scuola era finita, i compiti erano finiti, le lezioni e sopratutto lo studio. Era gia passato un'altro anno, volato via come delle colombe lanciate in aria, e tutti i ragazzi si affrettavano ad andare via dopo aver fatto una visita nei negozi di Diagon Alley e Notturn Alley. Alexandre era seduto su una delle meravigliose panchine di Notturn Alley, solo soletto, attendendo che qualcuno si facesse vivo. Rumori, sensazioni ed emozioni molto strane pervasero l'animo del nobile Grifondoro, che con estrema attenzione, guardava con la bacchetta in mano sperando che nessun malvivente potesse attaccarlo. Ma anche se ci prova, lo scaravento contro qualcosa... Pensò il giovane figlio di Godric, mentre sperava di mettere in pratica, i mille incantesimi che la professoressa Flamel, aveva insegnat a tutti i suoi alunni. La mattina andava come il vento faceva volare foglie dagli alberi, sembrava tutto altro che estate, era tempo di autunno, infatti il vento era freddino e il sole sembrava scomparso fra le nuvole scure. Alexandre decise di alzarsi e iniziare a fare una camminata quando ad un tratto vide qualcuno seduto dietro un albero con atteggiamento molto strano quasi come se si volesse nascondere. Il giovane Grifondoro si avvicinò e con la bacchetta puntata verso la sagoma dissi con tono di voce molto alto.*

    Chi sei? Cosa ci fai nascosta dietro questo albero, e sopratutto perchè ti nascondi?

    *Attendeva una risposta mentre quella strana ragazza, sicuramente una giovane studentessa che ancora non era partita per il ritorno a casa. Si avvicinò di più e con estrema stranezza vide che era @Hope_Kensington, sedeuta, con un cappuccio in testa e una felpa color blu. Alexandre fece un passo indietro e con faccia colpita disse*

    Hooope?? Cosa ci fai te ancora qua? Non eri partita?

  • Hope_Kensington

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 6
    Galeoni: 1121
       
       

    *Hope camminava veloce. Ancora teneva tra le mani quel foglio di carta che le era arrivato una settimana prima. Non aveva il coraggio di buttarlo via. Durante quei giorni aveva stranamente ricevuto molti gufi; la scuola era finita, questo era vero, ma lei non aveva la minima voglia di tornarsene a casa. L emetteva inquietudine, sopratutto ora. Perciò si era presa una camera in una specie di locanda ad Hogsmeade e lì vi era rimasta. A dir la verità aveva cambiato posto parecchie volte ma i biglietti continuavano ad arrivare, tramite gufi, ratti e perfino rospi. Si chiese poi, per quale motivo. I suoi genitori se ne erano andati. Ci aveva fatto l'abitudine ormai ad essere lasciata indietro, si era abituata e questa situazione non sapeva più come gestirla, ora che tutti sembravano tornare come se nulla fosse accaduto. Bhe... non proprio tutti.... Andò a farsi un giro a NotturnAlley, il clima della vicina DiagonAlley la disturbava altamente; tutti erano allegri, spensierati, ridenti e pieni di buoni propositi per comprare a più non posso.
    Si era vestita in maniera anonima, all'inizio stava per andarsene verso Londra, ma non era ancora pronta per stare in mezzo ai babbani.
    I vicoli stretti e bui di quel quartiere erano la cosa perfetta per starsene un po' da sola; li nessuno ti importunava, al massimo ti seguivano ma nulla di più ....
    il fatto che la felpa blu avesse un grosso corvo ricamato sulla tasca forse avrebbe potuto essere un po' "ambiguo", ma Hope era così fiera della sua casata che non se ne sarebbe separata per nulla al mondo.
    Si sedette poi dietro l' albero, dopo aver raggiunto quello spiazzo particolare che stava cercando, dove sapeva non sarebbe arrivato nessuno. O almeno, nessuno che lei non stesse aspettando.
    Proprio mentre si sedette sentì un rumore fortissimo di qualcuno che si stava avvicinando. Tirò fuori la bacchetta e, alzandosi di scatto, la puntò contro la persona appena arrivata, come sapeva di dover fare*

    Chi sei? Cosa ci fai nascosta dietro questo albero, e sopratutto perchè ti nascondi?
    Hooope?? Cosa ci fai te ancora qua? Non eri partita?


    *Lo sguardo della ragazza era visibilmente sorpreso quando si vide Alexandre davanti. Abbassò la bacchetta velocemente cercando di mascherare la curiosità e il nervosismo che aveva dentro.*

    Cavolo! Mi hai spaventata! Tu che ci fai qui? Io ero venuta a passeggiare...

    *Disse con un sorriso verso il grifondoro, guardandosi intorno*

    @Alexandre_Skett,


  • Klaus_Skett

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 7
    Galeoni: 130
        Klaus_Skett
    Grifondoro
       
       

    Cavolo! Mi hai spaventata! Tu che ci fai qui? Io ero venuta a passeggiare...

    *Ebbene si questa era proprio @Hope_Kensington, seduta dietro un albero di quercia, chiusa nei suoi pensieri più oscuri e profondi. Lo sapevao tutti, Hope on era quella ragazza con il sorriso sempre stampato sul viso, era una giovane donzella, ovvero giovane stregha che stava sepre con le stesse persone a chiaccarare, scherzare e passare il tempo. Quella giornata no era proprio una di quelle che gli umani desiderano affrontare, perchè quel colore cupo e lucubre che trasettava il cielo portava solo tristezza e malinconia, già era un setimento freddo oscure e qualche volta anche malvagio. La ente di Alexandre immagiò cosa poteva succedere quell'estate insieme a James, padre di Alexandre, Charlotte sua madre, Quenya la sua dolce Quenya, fidanzata da più di 4 anni ed infine Nadal, il suo fratellone partito da circa due anni per conoscere il mondo e studiare nelle diverse università il mondo proponeva agli uoini in cerca di cultura, studio e conoscenza. Ebbene si la scuola era davvero finita per un altro anno, ormai ne mancavano solo altri due e poi? Cosa avrebbe fatto Alexadre dopo? E chi lo sa forse sarebbe adato a lavorare nel Ministero come Auror, sarebbe stato una cosa molto bella ma chi poteva saperlo? Oppure come professore ad Hogwarts? E chi lo sapeva. Ritornò nel ondo reale e si ritrovò davanti a Hope, faccia a faccia.*

    Bhe anche io stavo passeggiando in cerca di qualcuno. Io devo partire dopodomani e volevo fare un giro per salutarvi... E te quando parti?

    *Chiese Alexandre con un gran bel sorriso stampato sul viso, sperando che lei avrebbe ricambiato il sorriso, ma era difficile da una come lei.*

  • Hope_Kensington

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 6
    Galeoni: 1121
       
       

    *Hope era persa nei suoi pensieri, si chiedeva cosa ci facesse lì il giovane grifondoro. Il posto era molto oscuro e di certo non era adatto ad "uno come lui"... non aveva nulla di maligno in sè.... certo, molto probabilmente non era nemmeno un posto adatto a lei, ma di questo pensiero se ne liberò subito. *

    Bhe anche io stavo passeggiando in cerca di qualcuno. Io devo partire dopodomani e volevo fare un giro per salutarvi... E te quando parti?

    *La ragazza alzò lo sguardo verso Alexandre, erano proprio uno di fronte all'altra. *

    Bhe, io... ecco, io rimango qui.. non ho proprio voglia di tornare a casa! E tu invece, dove vai? Cercavi qualcuno in particolare?

    *Aggiunse poi la corva, sorridendo al ragazzo. Chissà, magari aveva rovinato un incontro segreto con la sua fidanzata Quenya.. che poi rovinato, anche lei era li per lo stesso motivo, quindi si limitò ad osservare il viso del giovane grifondoro davanti a lei, mantenendo quel sorriso che forse, raramente, gli aveva rivolto*





    @Alexandre_Skett,