• Stefano_Draems

    Fondatore Amministratore Ministro Ad Honorem Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 16
    Galeoni: 584328
       
       



    Role Aperta da Lavinia_Grent


  • Lavinia_Grent

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 8
    Galeoni: 1555
        Lavinia_Grent
    Corvonero
       
       

    [VISITA UFFICIALE DI UN CONSIGLIERE DI HOGSMEADE]


    *Il Sindaco Grent quel giovedì di inizio ottobre era in servizio al villaggio di Hogsmeade. Era il giorno in cui si sarebbe svolto il censimento fra i vari negozi. Tutto il Consiglio di Hogsmeade era coinvolto. Ogni consigliere doveva recarsi da un commerciante per controllare che l'attività stesse procedendo bene. Tutto ciò si svolgeva ogni anno e serviva più per controllare l'inattività di un negozio in favore dell'apertura di un altro. Quel pomeriggio avrebbe fatto visita all' "The Smal Forest" gestito da Marina e Achilles, due ragazzi davvero bravi. Si era recata poche volte lì, poichè era stato aperto da qualche mese. Lei stessa aveva approvato la loro licenza commerciale. Ricordava di aver partecipato alla festa d'innaugurazione lo quella stessa estate. Percorse High Street con passo deciso e in fretta raggiunse la porta del negozio. La aprì lentamente facendo suonare delle cuoriose campanelline.*



    È permesso?

    *Chiese subito senza esitare dal momento che a prima vista non vide nessuno lì dentro. Si guardò un po' intorno. Quello era un negozio di animali. Prima si chiamava "La magica Arca", ma la vecchia proprietaria l'aveva abbandonato. I due cari ragazzi avevano deciso di ristrutturarlo e gli era venuto proprio bene. Subito all'entrata era stata accolta da un elegante salottino panna e legno. Camminando era entrata nella zona in cui c'erano gli animali. Delle civette bianche la osservarono incuriosite e lei le guardò distrattattamente in quanto aveva una grande fobia per gli uccelli, il che utilizzare delle civette per la posta la metteva un po' a disagio. C'erano anche dei simpativi furetti che la guardavano e un gatto nero diffidente. Era davvero un bel posto.*

    Signorina Lightwood? Signor Davids? Ci siete?

    *Continuò ancora a chiedere camminando per il negozio. Dei proprietari non ne vedeva nemmeno l'ombra. Arrivò in una zona dedicata alla vendita dei mangimi. Lì dentro c'era veramente una bella aria, tutto era verde e sembrava davvero una piccola foresta. L'ambiente era davvero bello, ma in quel momento doveva assolutamente parlare con qualcuno dei proprietari per il censimento.*


    @Marina_Lightwood, @Achilles_Davids




    Ultima modifica di Lavinia_Grent oltre 1 anno fa, modificato 1 volta in totale


  • Marina_Lightwood

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 7
    Galeoni: 1923
       
       

    *Sistemare il magazzino, anche se con la magia, era davvero stressante e, quando non c'era Achilles, le risultava faticoso tenere tutto a bada. In quel momento era di sotto e, per catalogare le casse di cibo che le erano arrivate quella mattina, era stata costretta a lasciare la parte di sopra incustodita. Mentre la piuma scribacchiava veloce quello che Marina le dettava, sentì dei passi sul pavimento di legno sopra di lei. Lasciò tutto lì e, mentre si sistemava i capelli, corse su per le scale della cantina raggiungendo la sala addestramento. Varcò la porta che separava il reparto vendita dal resto e, entrando, vide una donna dai capelli biondi che si guardava intorno in attesa.*



    Buongiorno Sindaco Grent, che piacere averla qui...

    *disse avvicinandosi alla donna per stringerle la mano.*

    Sta aspettando da molto? Ero giù in cantina che sistemavo le merci... Quando Achilles non c'è devo fare tutto da sola!

    *spiegò alla donna difronte a lei. La giovane Grifa iniziò a preoccuparsi di quella visita; come mai il sindaco si era recato da loro? Avevano fatto qualcosa di sbagliato? Cercando di nascondere l'ansia sorrise all'ex Corvonero e, mentre fece apparire un vassoio con te e biscotti, la invitò a sedersi con lei.*



    Si accomodi pure..... Come dice mia madre, tutto si risolve con una buona tazza di tè!

    @Lavinia_Grent



    Ultima modifica di Marina_Lightwood oltre 1 anno fa, modificato 1 volta in totale


  • Achilles_Davids

    Serpeverde

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 7
    Galeoni: 801
       
       

    * Una rapida occhiata all'orologio che portava al polso, gli disse che erano le undici passate. Achilles accelerò il passo, puntando con decisione verso Hogsmeade. Era in ritardo. La lezione era durata più del previsto, e non aveva fatto in tempo ad arrivare all'appuntamento con Marina, previsto per oltre mezz'ora prima. *

    Spero non si sia arrabbiata... Mi sa che dovrò inventarmi qualcosa per farmi perdonare

    * Mormorò a bassa voce il ragazzo. Giunto a destinazione, aprì la porta del negozio e avvertì la Grifondoro del suo arrivo *

    Eccomi, sono arrivato! Scusa per il ritardo!

    * Non ottenendo risposta realizzò che Marina non doveva averlo sentito. Oppure essere offesa. Temendo di ricevere una fattura da un momento all'altro, si guardò intorno, e notò che la ragazza era seduta al tavolo. Ma non era sola. *

    Ciao Marina! Buongiorno Sindaco, come state? Siete qui per il censimento?

    @Marina_Lightwood, @Lavinia_Grent

  • Lavinia_Grent

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 8
    Galeoni: 1555
        Lavinia_Grent
    Corvonero
       
       

    *Il Sindaco Grent era in visita ufficiale al "The Small Forest" per il censimento annuale. Era entrata nel negozio e non aveva trovato nessuno. Si era addentrata e aveva iniziato a chiamare i due proprietari. Nel frattempo che aspettava aveva dato un'occhiata in giro cercando di capire così a occhio come stesse andando l'attività. Tutto sembrava fresco e al proprio posto, il locale sembrava attivo. Trascorsero circa due minuti, quando vide una ragazza attraversare una porta alla sua destra: era Marina, una dei due proprietari. Le sorrise. La ragazza la salutò porgendole la mano con fare cortese e le disse che era in cantina a sistemare delle cose e che il suo socio in quel momento non era presente lì.*

    Non si preoccupi, sono appena arrivata.

    *Fu la sua risposta con tono pacato mentre ricambiava la stretta di mano. Poi si accorse che la giovane ragazza la guardava un po' preoccupata. Ricevere la visita del Sindaco non era una cosa sempre gradita, magari portava guai. Però Lavinia visitava i negozi anche come cliente per usufruire di quei servizi. Forse Marina era stata intimorita dalla presenza autoritaria che mostrava la donna quel giorno. In ogni caso sicuramente la ragazza aveva capito che quella visita era ufficiale anche se Lavinia non aveva ancora detto niente. Non le fece neanche spiegare la situazione che subitò le offrì una buona tazza di tea con i biscotti che fece apparire su un tavolinetto lì accanto.*

    Grazie, una buona tazza di tea mi farebbe piacere.

    *Disse accomodandosi su di una sedia. In quel preciso momento la porta del negozio si aprì, lo capì dal suono delle curiose campanelline. Subito dopo una ragazzo entrò in quella parte del locale: era Achilles, l'altro proprietario. Gli sorrise, lo conosceva bene in quanto faceva parte anche lui del Consiglio di Hogsmeade e sapeva benissimo che quel giorno ci sarebbe stato il censimento. Il ragazzo infatti non appena la vide la salutò, le chiese come stava, e anche riguardo il censimento.*

    Buongiorno anche a lei Consigliere Davids, tutto bene grazie e lei? Sì, sono qui per il censimento.

    *Rispose, ma poi notando lo sguardo di Marina ancora preoccupato aggiunse:*

    Tranquilli, niente di preoccupante, è solo una questione burocratica. Dovete solo mostrarmi la vostra licenza commerciale, magari uno dei due può prenderla mentre io bevo questo buon tea. L'avete preso al The Noble Horntail vero?


    @Marina_Lightwood, @Achilles_Davids


  • Marina_Lightwood

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 7
    Galeoni: 1923
       
       

    *Non era mai stata proprietaria di un negozio, neanche quando viveva con i babbani. I suoi genitori adottivi erano uno ingegnere e l'altro insegnante; quindi lei non ne sapeva proprio nulla di come gestire un'attività commerciale. Ma, con l'aiuto del suo socio, nonché ragazzo, se la stava cavando piuttosto bene. L' emporio era stato un po' fermo per via del periodo estivo, ma ne era sicura che, non appena iniziato l'anno scolastico, flotte di studenti sarebbero corsi lì per adottare un "amico". Mentre il sindaco prendeva posto, la giovane Grifa versò in tea in due tazze rosa e, ne porse una alla Signora Grent. Aveva conosciuto piuttosto bene quella dona, sia come insegnante, sia come sindaco, in quanto aveva fatto parte del consiglio di Hogsmead per un po' di tempo. Tuttavia non osava dare del "tu"; era pur sempre un'autorità in quel villaggio. All'improvviso, mentre il silenzio stava riempiendo quel luogo, uno scampanellio l'avvisò che qualcuno era entrato lì. Infatti, dopo pochi secondi, Achilles entrò in quella parte del locale.*

    Eccomi, sono arrivato! Scusa per il ritardo!

    *La ragazza gli sorrise, aveva proprio bisogno di lui; era piuttosto timida e, quando era preoccupata, tendeva a chiudersi ancora di piu. Achilles era l'antidoto per quel "problema". Il ragazzo notò lo sguardo preoccupato della sua ragazza e, voltando gli occhi, vide il sindaco seduto lì, intento a sorseggiare il tea.*

    Buongiorno Sindaco, come state? Siete qui per il censimento?

    *Il Serpeverde evidentemente sapeva il motivo della visita e, vederlo così calmo e sereno, la tranquillizzò un po'.*

    Buongiorno anche a lei Consigliere Davids, tutto bene grazie e lei? Sì, sono qui per il censimento.

    *disse l'ex corvonero. Evidentemente Marina sembrava ancora piuttosto preoccupata, perché, notando il suo sguardo, il sindaco aggiunse:*

    Tranquilli, niente di preoccupante, è solo una questione burocratica. Dovete solo mostrarmi la vostra licenza commerciale, magari uno dei due può prenderla mentre io bevo questo buon tea. L'avete preso al The Noble Horntail vero?

    *Non si era accorta di aver trattenuto il fiato e, nemmeno di essere stata zitta per tutto quel tempo. Sospirò rumorosamente e, con un sorriso, si rivolse alla donna.*

    Ovvio, devo appunto tornarci per fare una scorta. Questo qui ai frutti rossi è il mio preferito!

    *disse allentando del tutto la tensione. Poi si voltò verso il suo ragazzo e, gentilmente, gli chiese:*

    Per favore potresti prenderla tu, sono stata tutto il tempo in piedi per catalogare quei pacchi che ci hanno consegnato. Vedi che è appesa lì, dietro al bancone della cassa.

    *spiegò dolcemente ad Achilles, mentre prese un biscottino al cioccolato e, lo mangiò. Il lavoro le faceva venire fame, anche più del solito.*

    Allora, sindaco, come va il lavoro al Municipio?

    @Lavinia_Grent, @Achilles_Davids,

  • Achilles_Davids

    Serpeverde

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 7
    Galeoni: 801
       
       

    * Quando Achilles entrò nel negozio, non si trovò di fronte una Marina arrabbiata per il suo ritardo, ma sorridente, seduta al tavolino con il Sindaco Grent. Sapeva che era periodo di censimento, egli stesso avrebbe dovuto svolgere la medesima mansione, visitando il Negozio di Bacchette, così nel salutarla le chiese se fosse lì proprio per quel motivo. Poteva anche essere lì come cliente, oppure per qualche problema. Era piuttosto sicuro di poter scartare quest'ultima ipotesi, non sapeva nulla a riguardo. *


    Buongiorno anche a lei Consigliere Davids, tutto bene grazie e lei? Sì, sono qui per il censimento.


    * Il ragazzo annuì, tranquillo, mentre Marina li guardò con fare interrogativo. Aveva intenzione di dirle quel giorno del censimento, purtroppo aveva tardato a lezione, ed era giunto al negozio in ritardo. Non ebbe bisogno di spiegare nulla a Marina, perchè ci pensò il Sindaco. *


    Tranquilli, niente di preoccupante, è solo una questione burocratica. Dovete solo mostrarmi la vostra licenza commerciale, magari uno dei due può prenderla mentre io bevo questo buon tea. L'avete preso al The Noble Horntail vero?


    * Il Serpeverde vide rilassarsi la Grifa, ora che sapeva di cosa si trattasse pareva maggiormente a suo agio. *


    Ovvio, devo appunto tornarci per fare una scorta. Questo qui ai frutti rossi è il mio preferito!

    Per favore potresti prenderla tu, sono stata tutto il tempo in piedi per catalogare quei pacchi che ci hanno consegnato. Vedi che è appesa lì, dietro al bancone della cassa.


    Certo, vado subito!

    * Con un sorriso, se ne andò dietro il bancone e recuperò la licenza, poi la portò al tavolino e la mostrò alle due ragazze. *

    Voilà, ecco a voi la licenza!

    @Marina_Lightwood, @Lavinia_Grent,