Hogwarts - Dintorni
Hogwarts - Dintorni


  • Kribja_Armstrong

    Corvonero Insegnante Membro del Consiglio di Hogsmeade

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 7
    Galeoni: 1477
       
       

    *Fino a quel momento la riunione doveva essere stata pacata e tranquilla. Molti tra studenti e studentesse erano raccolti intorno alla figura autoritaria della docente di Arti Oscure ed il giovane Morgenstein al suo fianco, discutendo del Giudizio Unico per Fattucchieri Ordinari che si sarebbero tenuti da li a poche settimana mentre il sole splendeva alto nel cielo riscaldando l'aria primaverile di metà Maggio ed, all'improvviso si era scatenato un pandemonio.
    Kribja Armstrong, in piedi vicino le amiche Serenity ed Elena, aveva fatto appena in tempo ad ascoltare parte delle parole del Prefetto di Corvonero che la tranquillizzavano sul suo ritardo, quando la ragazza con i capelli neri si era bloccata volgendo gli occhi verso l'alto.
    In una frazione di secondo anche il chiacchierio tra gli altri studenti, così come il discorso della Professoressa Mills, si erano arrestati creando un silenzio improvviso, strano e leggermente inquietante data la sua innaturalità.
    Lì dove poco prima c'era una porzione di cielo celeste, nuvole scure si erano addensate coprendo la visuale ed una figura allarmante aveva fatto capolinea. Uno scheletrico teschio dalla cui bocca fuoriusciva un enorme ed agghiacciante serpente, come se fosse una lingua, era ben visibile a tutti.
    Il Marchio Nero.
    Il simbolo per antonomasia ricollegabile a quello che spesso veniva definito come il Mago Oscuro più terribile di quei tempi: Voldemort.
    Quell'oscuro simbolo era utilizzato, nei tempi passati in cui il mago era ancora in attività, per indicare la presenza dei Mangiamorte, seguaci fedelissimi, che avevano compiuto qualche azione.
    In pochissimi instanti il panico si era scatenato nel giardino di Hogwarts. Con estrema prontezza di spirito Sylvia, dopo l'urla della Professoressa Mills la prima ad accorgersi del nefasto simbolo, afferrò vari studenti per portarli al riparo sotto il porticato in pietra facendo la spola con la bacchetta sfoderata tra le mani, pronta ad ogni evenienza.
    Kribja aveva ancora gli occhi puntati verso il Marchio Nero quando udì le urla della Tassorosso che "invitavano" lei e altre ragazze a dirigersi velocemente sotto il portico al sicuro da eventuali attacchi. La bruna si affrettò a prendere il polso di Anastasia Rossi e di Charlotte Goulding, le più piccoline tra loro, e spingerle con poca grazia li dove aveva indicato Sylvia, seguita da Beatrix.
    Sotto l'arcata in pietra gli occhi di tutti erano ancora puntati verso il simbolo nefasto alla ricerca di risposte e in attesa dei successivi avvenimenti che si sarebbero scatenati, o almeno così si aspettava Kribja che sfoderò prontamente la bacchetta quando un nuovo urlo rimbombò nel portico. Abbasso il catalizzatore quando si rese conto che era solo la Grifondoro Kristal Thratchet che era corsa da dentro il castello per accertarsi della salute del Tassorosso Mihos.

    Cosa diamine era successo? Perchè il Marchio Nero era comparso sopra le loro teste? Quale nefasto accadimento aveva sconvolto quel tranquillo pomeriggio? Quelle domande senza risposta vorticavano nella mente della Corvonero che, seppure con tutti i sensi allerta, non staccava gli occhi dalle nuvole magicamente evocate per dar forma all'oscuro simbolo. Mentre un silenzio carico di attesa aleggiava tra gli studenti Elena espose il suo pensiero: era possibile che anche qualcuno tra loro aveva evocato il Marchio Nero. La frase portò Kribja a paralizzarsi impercettibilmente. Come potevano quelli che reputava compagni d'avventura aver utilizzato un'incantesimo oscuro così avanzato e per di più tra le mura del castello? Non riusciva a crederci.
    Lanciò un'occhiata a Sylvia, ancora al centro del giardino alla ricerca di eventuali attacchi nemici, decidendo di richiamarla in quel luogo relativamente sicuro per non farla divenire un perfetto bersaglio ambulante.*

    Sylvia torna quì, se dovesse arrivare qualcosa o qualcuno lo vedremmo meglio da sotto il porticato e tu non saresti un facile obbiettivo. Vieni qui.

    *Le disse pacatamente in quella calma surreale che sembrava l'attimo di pace prima dello scatenarsi di una bufera, per non mettere ulteriormente all'erta i nervi della compagna. Non le piaceva che fossero divisi, insieme avrebbero potuto agire meglio, sempre se il colpevole non era tra loro, cosa di cui dubitava. Girandosi verso il Prefetto la trovo appoggiata ad una delle colonne che scrutava il cielo, come molti di loro.*

    Elena perchè non controlliamo l'ultimo incantesimo fatto da tutte le bacchette?

    *Le propose Kribja ponendosi dietro una statua che le permetteva di guardare il giardino ma di essere nascosta dalla visuale esterna stringendo saldamente tra le mani la sua bacchetta, scrutando i compagni. Se ad evocare il Marchio Nero fosse stato qualcuno tra loro, la proposta della Corvonero avrebbe intimorito il colpevole.*

    @Charlotte_Mills, @Sylvia_Turner, @Mihos_Renny, @Anastasia_Rossi, @Alexander_Morgenstein, @Serenity_Hunter, @Charlotte_Goulding, @Aloy_Kapoor, @Beatrix_Olives,@Kristal_Thratchet, @Elena_Apefrizzola,


  • Sylvia_Turner

    Tassorosso Membro del Consiglio di Hogsmeade Moderatore Web

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 8
    Galeoni: 1911
        Sylvia_Turner
    Tassorosso Membro del Consiglio di Hogsmeade Moderatore Web
       
       

    * Sylvia era sotto il porticato, al sicuro con la professoressa e i suoi compagni. Per il momento non si vedeva tracce di persone pericolose, ma la tassorosso continuava a guardare velocemente e ossessivamente in giro, sia in alto nel cielo, che nel giardino. Era sicura che di li a pochi minuti sarebbe spuntato qualcuno. Non si sarebbe mai perdonata se fosse successo qualcosa a qualcuno dei presenti!
    Cosa poteva essere successo? Qualcuno era morto? Oppure qualcuno era riuscito a far entrare i Mangiamorte nel castello, come Draco Malfoy aveva fatto durante il suo sesto anno, tramite un Armadio Svanitore?
    Quello che era appena successo le aveva insegnato a non abbassare mai la guardia, perchè proprio nel momento in cui si pensa di essere al sicuro, si è più vulnerabili agli attacchi.Improvvisamente @Elena_Apefrizzola disse che poteva essere stato anche uno di loro a evocare il marchio, per quanto ne sapevano. Sylvia l'aveva immaginato ma non aveva voluto dar voce a quel pensiero.
    Poteva anche essere che chi l'aveva evocato fosse all'esterno del castello. All'improvviso @Kribja_Armstrong, disse.*

    Elena perchè non controlliamo l'ultimo incantesimo fatto da tutte le bacchette?

    *La tassorosso continuava a guardare in giro. Non poteva pensare che fosse stato uno di loro a evocare il Marchio nero. All'improvviso le parole uscirono da sole, dand voce al precedente pensiero.*

    Ragazze, non posso pensare che sia stato uno di noi. Potrebbe anche essere qualcuno all'esterno che lo ha evocato! Non è detto che sia per forza qui in mezzo a noi

    @Charlotte_Mills, , @Mihos_Renny, @Anastasia_Rossi, @Alexander_Morgenstern, @Serenity_Hunter, @Charlotte_Goulding, @Aloy_Kapoor, @Beatrix_Olives,@Kristal_Thratchet, @Elena_Apefrizzola,




    Ultima modifica di Sylvia_Turner circa 5 mesi fa, modificato 1 volta in totale


  • Serenity_Hunter

    Corvonero Insegnante Responsabile di Casa

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 5
    Galeoni: 838
       
       

    Kribja, che paura! Non immaginavo fossi alle mie spalle!

    *Sussultò Serenity, colta di sorpresa quando proprio a un soffio da lei risuonò la melodia voce dell'amica, arrivata chissà quando. Voltandosi con un sorriso la ragazza non riuscì a mascherare benissimo lo spavento procuratole indirettamente. Elena, non si sa come, rispose seraficamente alla mora senza battere ciglio. Come riuscisse a mantenere il sangue freddo era un mistero. Serenity stava per aprire bocca per spiegare meglio fino a che punto il gruppo studio fosse giunto quando la coinquilina strillò e si bloccò con lo sguardo levato al cielo, colmo di terrore. All'improvviso fu come se tutti avessero subìto un Incantesimo Tacitante. Gli occhi smeraldo della Corvonero guizzarono da Elena a Kribja fino alla Mills, tutte e tre con la stessa muta espressione di orrore sul volto. La voce perentoria della professoressa riportò tutti alla realtà mentre urlava a tutti di ripararsi sotto ai portici. Una mano dalla presa solida la afferrò all'altezza dell'avanbraccio, trascinandola proprio nel luogo stabilito dalla docente. La ragazza si voltò di scatto riconoscendo all'istante Sylvia.*

    Che cosa sta succedendo?!

    *Gridò concitata Serenity lasciandosi trasportare dalla diciottenne Tassorosso. Non ebbe risposta perché immediamentr dopo averla lasciata corse di nuovo nel giardino a recuperare gli altri. Tutti gli altri erano visibilmente spaventati e parlottavano fra loro, agitati. Curiosa com'era Serenity alzò lo sguardo dove poco prima quasi tutti erano stati attirati da qualcosa in aria. E quel qualcosa incombeva minaccioso e cupo, come una nube nera carica di pioggia. Quel cumulonembo però aveva una forma ben precisa e netta, rispetto alle immaginarie figure che si distinguevano osservando le nuvole in cielo: aveva assunto - probabilmente per un incantesimo - l'aspetto di un teschio dalla cui bocca usciva un serpente. Persino Serenity sapeva bene cosa significasse quel simbolo, oscuro presagio di una setta scomparsa ma che aveva causato distruzione e morte nel diciannovesimo secolo. Nelle lezioni di Storia della Magia molte volte si era a lungo trattato di quell'argomento.
    Nel cielo, all'altezza di Hogsmeade, incombeva il Marchio Nero.
    Ora capiva perché tutti le erano sembrati così spaventati e lei stessa si sentì pervade da uno strano brivido freddo lungo tutta la spina dorsale. Quel simbolo poteva spaventare qualunque mago lo avesse visto perché indicava la presenza certa di un Mangiamorte. Ma chi poteva averlo evocato? Serenity vide Kribja portare con sé alcuni studenti ancora rimasti nel giardino, esortati da Sylvia. In quel momento a voce alta Elena espose il suo parere: doveva essere stato qualcuno fra i presenti.*

    Qualcuno di noi??

    *Ripetè allibita la ragazza, non riuscendo a credere della veridicità di quella frase. Come potevano dei semplici studenti conoscere una magia oscura come quella? Solo gli adulti potevano esserne a conoscenza e in quel momento ce ne erano due... che fosse l'uomo sconosciuto? Era un Rettilofono e Serenity non sapeva nulla al suo riguardo.*

    No, non devo farmi influenzare dai pregiudizi. Probabilmente è proprio questo lo scopo, sviare i sospetti su coloro che per certi motivi potrebbero averlo scagliato. Lo terrò d'occhio ma dubito sia realmente lui.

    *Una volta che tutti si ritrovarono al riparo bisognava organizzare un piano difensivo. Se Elena aveva ragione, e il colpevole era proprio fra loro, bisognava trovare il modo di scovarlo. Sylvia invece insisteva a voler credere che il responsabile del misfatto era da cercare all'esterno del castello per l'impossibilità - come aveva supposto Serenity - da parte di uno studente di conoscere la formula del Marchio Nero e perciò l'appartenenza ai Mangiamorte. Kribja ebbe un'idea brillante suggerendo a Elena di praticare su tutte le bacchette il Prior Incantato. Esso costringeva il catalizzatore magico a replicare gli incantesimi compiuti a partire dal più recente. Era perfetto a quello scopo.
    Ancora una volta Sylvia si ostinò a non voler minimamente credere che il responsabile si classe fra di loro, suscitando un certo sospetto in Serenity. Perché non le dava la bacchetta e basta? Che fosse semplice paura di scoprire la verità o quel comportamento celava altro?
    L'idea di Kribja tuttavia comportava un piccolo problema che Serenity non perse tempo a esporre. *

    Kribja ha avuto un'ottima idea che però comporta un intoppo. Il Prior Incantatio riconosce la bacchetta che ha evocato l'incantesimo ma non chi la reggeva in quel momento. Ricordate in Storia della Magia quando il professor McQueen ci raccontò di Barry Crouch Jr. che rubò la bacchetta a Harry Potter facendolo quasi incolpare di aver scagliato il Marchio Nero? Comunque vale la pena tentare, potrebbe anche scagionare tutti noi.

    @Charlotte_Mills, , @Mihos_Renny, @Anastasia_Rossi, @Alexander_Morgenstern, @Charlotte_Goulding, @Aloy_Kapoor, @Beatrix_Olives,@Kristal_Thratchet, @Elena_Apefrizzola,
    @Sylvia_Turner, @Kribja_Armstrong,


  • Mihos_Renny

    Tassorosso Barista 3MDS

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 7
    Galeoni: 371
        Mihos_Renny
    Tassorosso Barista 3MDS
       
       

    *Con fare agitato e senza accorgersene Mihos iniziò a tamburellare l'indice e il medio della mano destra sul dorso della mano sinistra mentre aspettava che l'insegnante rispondesse alle domande delle coetanee, quando finalmente parlò:*

    Beh, le materie dei GUFO dipendono dalla carriera lavorativa che volete intraprendere una volta adulti e, la loro valutazione minima per essere superat è Acceptable, cioè con un minimo di sette punti su dieci.

    *Con quella risposta il ragazzo si tranquillizzò per il fatto che il superamento dell'esame era di sette punti su dieci, forse avrebbe avuto qualche possibilità in più, ma tornò a preoccuparsi dopo aver sentito la risposta che diede a Serenity; avrebbero dovuto studiare tutto il programma di tutti e cinque gli anni trascorsi ad Hogwarts. D'un tratto, dopo aver chiesto agli studenti se avessero domande per Alexander, sul volto di Charlotte Mills si dipinse uno sguardo di terrore, non capiva cosa stesse succedendo e un'esclamazione lo fece girare:*

    ... COSA!

    *Mihos si girò per guardare chi aveva urlato e poi seguì lo sguardo di Elena per vedere dove fossero puntati i suoi occhi. Dei nuvoloni di tempesta iniziavano ad avvicinarsi, niente di così allarmante finché il Tassorosso non si accorse del teschio tra le nuvole e il suo cuore si fermò... non riusciva più a muoversi, sapeva benissimo cosa voleva dire quel simbolo, sapeva chi erano le persone che potevano aver evocato quel marchio. Sul viso di Mihos si poté notare uno sguardo di stupore, terrore e speranza allor stesso tempo. Poco tempo fa insieme ad un'amica, Kristal Thratchet sua coetanea di Grifondoro, aveva scoperto che il padre era diventato un Mangiamorte e sarebbe potuta essere un'occasione per poter scoprire di più sul genitore, aucciso da un seguace di Lord Voldemort quando il Tassorosso aveva nove anni. La mente cominciava a viaggiare, sembrava come se il tempo si fosse fermato a quell'istante, non si accorse nemmeno del trambusto che lo circondava, la nuvola minacciosa si avvicinava sempre di più, poi una presa ferrea strattonò il ragazzo, ancora in stato catatonico, sotto i portici insieme all'insegnante e tutti gli altri.*

    MIHOS!
    O mio dio, o mio dio... Stai bene?


    *Una voce familiare seguita da un forte abbraccio lo destò dal quel suo risveglio profondo, quando realizzò cosa era successo guardò negli occhi la bionda davanti a lui e ricambiò l'abbraccio rassicurandola*

    Sto bene Kristal... sto bene, certo potrei stare meglio, ma sto bene

    *Il giovane Renny cominciò a ragionare lucidamente, pensando a chi avrebbe potuto evocare l'incantesimo del Marchio Nero.*

    Tra queste persone potrebbe nascondersi il responsabile, ma chi? Se dovessi tentare un'ipotesi iniziale così a freddo penserei ad Alexander... quasi nessuno lo conosce, non era mai stato evocato quel simbolo, poi arriva lui ed ecco cosa é successo... la cosa mi puzza


    *Dopo il trambusto iniziale la situazione si calmò e Elena espose il suo punto di vista spiegando che forse, chi aveva lanciato il Morsmordre e Kribja fu la prima a proporre una soluzione per scoprire chi potrebbe essere stato:*

    Elena perché non controlliamo l'ultimo incantesimo fatto da tutte le bacchette?

    Ragazze, non posso pensare che sia stato uno di noi. Potrebbe anche essere qualcuno all'esterno che lo ha evocato! Non è detto che sia per forza qui in mezzo a noi

    *Anche Serenity espose il suo pensiero raccontando che per quanto sarebbe stata una buona idea c'era la possibilità che chi aveva lanciato l'incanto nel cielo avrebbe potuto usare un'altra bacchetta. In quel momento anche Mihos intervenne, essendo vicino a loro aveva sentito praticamente tutto*

    Scusate se mi intrometto, ma secondo me questa cosa potrebbe anche funzionare, nonostante l'intoppo di cui ha parlato Serenity poco fa e considerare l'ipotesi che sia stato qualcuno di noi, anche se spero vivamente di no. Proporrei di farle controllare dalla professoressa Mills. Che dite?

    *Non gli piaceva l'idea di puntare il dito senza avere abbastanza prove da poter incolpare qualcuno, ma aveva i suoi sospetti, su due persone in particolare, anche se logicamente potevano essere i responsabili non se sentiva di incolparli... almeno non adesso*

    @Charlotte_Mills, , @Serenity_Hunter, @Anastasia_Rossi, @Alexander_Morgenstern, @Charlotte_Goulding, @Aloy_Kapoor, @Beatrix_Olives,@Kristal_Thratchet, @Elena_Apefrizzola,
    @Sylvia_Turner, @Kribja_Armstrong,


  • Alexander_Morgenstern

    Corvonero Ad Honorem

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 8
    Galeoni: 1439
       
       

    *Quando apparve quel simbolo nel cielo sembrò d'essere strappati via da Hogwarts, da quell'atmosfera di casa che spariva più velocemente d'una lingua di fiamma contro un vento troppo forte ed oscuro a cui poter resistere. Fu il panico, palpabile quanto l'aria che divenne pesante nei polmoni, mentre le urla ricoprivano il giardino della scuola. Gmork alzò la testa contro il cielo, soffiando allarmato persino ad Alexander, riscuotendolo da uno stato di trance in cui nemmeno si era accorto d'essere scivolato. La bacchetta in ebano e pelle di Basilisco era stretta fra le dita della mano sinistra, mentre era già pronto a smaterializzarsi, via, verso quel simbolo di morte e terrore, una paura che non aveva mai davvero abbandonato il popolo magico. Si, fu Gmork a salvargli la vita, in quel momento, giacché Alexander stava per agire come ormai faceva per pura abitudine. Charlotte aveva raccolto assieme a Sylvia i vari studenti, conducendoli sotto il porticato in pietra, quello che avrebbe funto da riparo, oltre che da strategico punto d'osservazione, mentre Alex... Alex era rimasto lì, a fissare il cielo con la bacchetta alla mano, la sua mente di Corvonero che esaminava mille possibili scenari, possibilità, ipotesi. No, non aveva bisogno di voltarsi o di avere un quarto della sua intelligenza per capire che aveva gli occhi di tutti puntati addosso. Già, infondo era ovvio, no? Un Rettilofono non poteva che essere qualcuno di ben più che marcio dentro.*

    Shi à de ko des? (Cosa facciamo?)

    *L'enorme frastuono che Alexander aveva nella mente fu interrotto dal suo boa constrictor, quello che si era raccolto attorno ai suoi piedi a mo di difesa, quello che osservava guardingo gli studenti a cui il padrone offriva le spalle con noncuranza: anche il rettile aveva avuto la stessa sensazione di Alex?*

    Keseen rah hul. Zee ish, sim veh roh hin. (Diventa uno Spinato. Dubito servirà, ma controlla la foresta.)

    *Rispose in tutta tranquillità l'ex Corvonero, allungandosi a carezzare la testa che la grande serpe teneva di diverse decine di centimetri sollevata dal terreno, incontrando così i suoi occhi, vedendo la lingua biforcuta guizzare fuori, prima che questi annuisse e si allontanasse di diversi metri. Fu grazie ad un incanto di Animagia che questi mutò, trasformandosi in un Ungaro Spinato, mentre Alex si avvicinava lentamente a lui, vedendolo distendere un'ala come a farlo montare.*

    Nish. Ihc dren sze zih. (No, io resterò qui.)

    *Sibilò in tutta risposta Alex, accarezzando il grande muso della creatura con affetto, mentre questi gli rispondeva, in un tono di voce cavernoso, come solo quello di un drago poteva essere.*

    Kes ish dah hes? (E se trovo un Mangiamorte?)

    *Una piccola risata increspò le labbra del giovane mago, quello che diede un'ultima pacca sul muso dell'enorme creatura, dandogli poi le spalle, cominciando ad allontanarsi.*

    Dreha shii. (Fa il drago.)

    *Non ci fu bisogno di aggiungere altro. Avvertì l'amico spiccare il volo dalle potenti raffiche di vento che sferzarono il giardino, mentre il Rettilofono alzava con fierezza lo sguardo verso tutti quei visi dall'espressione incriminante, ritornando per un lieve momento a qualche episodio della sua infanzia. Infondo, se si parlava con i serpenti, una manifestazione della magia assai rara, specifica... oscura, si veniva emarginati, mal giudicati o, comunque, etichettati come futuri Mangiamorte. Ormai camminava a testa alta, per quel dono che molti consideravano una maledizione, un talento assai raro, qualcosa che gli tornava assai utile nelle sue notti passate fra le strade del mondo magico e babbano. Peccato che, la sua seconda vita, era qualcosa di assai diverso da quello a cui i ragazzi stavano pensando. Ma tanto, il "diverso" sarebbe sempre stato visto sotto una cattiva luce.*

    Non credo ci siano Mangiamorte nelle vicinanze, ed un segno come quello, nei cieli di Hogsmeade, avrà richiamato ben più di qualche decina d'Auror nel villaggio.

    *Sussurrò ormai di fronte a Charlotte, la bacchetta ancora stretta fra le dita, mordendosi il labbro inferiore e guardando l'amica negli occhi.*

    Ho una mezza idea su chi possa esserci dietro tutto questo. Tu?

    *Domanda puramente retorica, in effetti. Conosceva abbastanza quella donna da sapere della sua spiccata intelligenza, qualcosa che, specie in un momento come quello, poteva davvero fare la differenza. Non avrebbe mai dovuto accettare quell'invito ad Hogwarts.*

    @Serenity_Hunter, @Sylvia_Turner, @Mihos_Renny, @Kribja_Armstrong, @Charlotte_Mills,


  • Sylvia_Turner

    Tassorosso Membro del Consiglio di Hogsmeade Moderatore Web

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 8
    Galeoni: 1911
        Sylvia_Turner
    Tassorosso Membro del Consiglio di Hogsmeade Moderatore Web
       
       

    * Dopo che Sylvia ebbe esposto quello che pensava, e controllando ossessivamente che non spuntasse qualcuno, anche @Serenity_Hunter, decise di dire quello che pensava sull'evocazione del marchio Nero. @Kribja_Armstrong, precedentemente aveva proposto di controllare l bacchette, per vedere quale era l'ultimo incantesimo effettuato. Nel frattempo Serenity disse*

    Kribja ha avuto un'ottima idea che però comporta un intoppo. Il Prior Incantatio riconosce la bacchetta che ha evocato l'incantesimo ma non chi la reggeva in quel momento. Ricordate in Storia della Magia quando il professor McQueen ci raccontò di Barry Crouch Jr. che rubò la bacchetta a Harry Potter facendolo quasi incolpare di aver scagliato il Marchio Nero? Comunque vale la pena tentare, potrebbe anche scagionare tutti noi.

    *Era vero, il prior Incantatio riconosceva solo la bacchetta di chi l'ha evocato, ma non la persona che impugnava la bacchetta.Anche @Mihos_Renny, che aveva sentito tutto il discorso sembrava della stessa opinione di Serenity.
    Nel mentre aveva visto che @Alexander_Morgenstern, era rimasto più o meno al centro del giardino e sembrava stesse parlando con qualcosa che Sylvia non riuscì subito a vedere.
    Aguzzando bene la vista, la ragazza si accorse di un boa constrictor. Si girò verso i suoi compagni e non potè fare a meno di notare gli sguardi sospettosi che lanciavano ad Alex.
    Ricordava di averlo visto in passato con il boa , sapeva anche che Alex era un Rettilofono, ma non era stato lui a evocare il Marchio. Ci avrebbe messi tutte e due le mani sul fuoco senza paura di bruciarsi, non era stato Alex!!!
    Pochi secondi dopo sentì una forte raffica di vento, ma non riuscì a vedere da che cose fosse provocato. Pochi istanti dopo sentì Alex dire alla professoressa @Charlotte_Mills.*

    Non credo ci siano Mangiamorte nelle vicinanze, ed un segno come quello, nei cieli di Hogsmeade, avrà richiamato ben più di qualche decina d'Auror nel villaggio.Ho una mezza idea su chi possa esserci dietro tutto questo. Tu?

    *Sylvia distolse lo sguardo. Non riusciva ancora a capacitarsi che fosse comparso il Marchio. Aveva lo sguardo fisso per terra. mentre nella sua mente ricomparve la morte del nonno materno, ucciso da un mangiamorte proprio davanti ai suoi occhi, quando aveva 7 anni. Aveva scoperto quasi tutto su quell'uomo, tranne il perchè l'avesse lasciata in vita. Rivide tutta la scena davanti ai suoi occhi, e riportò anche a galla il fatto della sorella che aveva scoperto da poco di avere Bridget , la psicopatia, che aveva cercato di ucciderla mesi e mesi prima. Perchè il male trovava sempre il modo di tornare?*

    @Anastasia_Rossi, @Charlotte_Goulding, @Aloy_Kapoor, @Beatrix_Olives,@Kristal_Thratchet, @Elena_Apefrizzola, @Kribja_Armstrong,




    Ultima modifica di Sylvia_Turner circa 5 mesi fa, modificato 1 volta in totale


  • Charlotte_Mills

    Serpeverde Amministratore Preside Ad Honorem Insegnante Moderatore Web Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 10
    Galeoni: 1663
       
       

    *Il panico scoppiò tra i presenti, molto probabilmente nessuno di loro aveva visto "dal vero" una Marchio Nero, ma l'avevano solo letto nei libri di storia.
    Tutti sapevano cosa significasse.
    Charlotte, insieme ai presenti si riparò sotto i portici del giardino del castello.*

    "Di certo non saranno i portici a salvarci."

    *Pensò tra sé e sé la donna, nel momento in una degli studenti si mise ad aiutare tutti quanti a recarsi al salvo.
    Charlotte cercò di aiutare chi poteva.. Che altro poteva fare se non mettere al riparo gli studenti? Erano tutti sotto la sua responsibilità, erano adolescenti e di conseguenza minorenni.
    Tutti i presenti sembravano in panico, terrorizzati.. e anche lei iniziava a provare le stesse cose, era vero anni prima lei avrebbe evocato quel marchio, ma la sua vita era cambiata e aveva lasciato le fila dei Mangiamorte per il bene delle persone che la circondavano.
    Decise di non rimanere li a discutere di chi fosse stato, o almeno non subito. Agguantò la propria bacchetta e da un punto di osservazione migliore alzò la bacchetta al cielo e iniziò a rinforzare le difese di Hogwarts.*


    Sono felice che voi vogliate capire chi sia stato, ma penso che la nostra vita sia decisamente più importante al momento.. Non trovate!?

    *Affermò la donna, indicando ai vari studenti, in particolare a quelli del quinto anno in su, cosa potevano fare, non prima di rimanere sorpresa nel vedere un Ungaro Spinato sorvolare il cielo di Hogwarts. Automaticamente lo sguardo si posò su Alexander che, stranamente, era privo di amico squamoso al seguito. Fu in quel momento che capì che il drago era proprio il serpente di Alexander trasfigurato con un incantesimo di Animagia.*

    Non credo ci siano Mangiamorte nelle vicinanze, ed un segno come quello, nei cieli di Hogsmeade, avrà richiamato ben più di qualche decina d'Auror nel villaggio.

    Ho una mezza idea su chi possa esserci dietro tutto questo. Tu?


    *Charlotte non potè far altro che concordare con l'amico, cercando di rilassarsi. Hogsmeade non era poi così vicino da Hogwarts.
    Ma se invece aveva torto? La parola Hogsmeade però le fece venire in mente la cosa più importante, la cosa per la quale aveva smesso di essere una strega appartenente a quella "setta" di maghi: suo figlio Kyle.*

    Kyle! E' a casa, a Hogsmeade!


    *Disse preoccupata la donna, suo figlio si trovava proprio dove, nel cielo, era comparso quel simbolo al quanto terrificante.
    Per le sue scelte di vita aveva ricevuto vari minacce, ma si era sempre trattato di parole e non di fatti E se in quello centrasse lei? Sse quel marchio era comparso per colpa sua e per fare del male a suo figlio? Non l'avrebbe mai accettato e superato...*

    @Mihos_Renny, @Serenity_Hunter, @Anastasia_Rossi, @Alexander_Morgenstern, @Charlotte_Goulding, @Aloy_Kapoor, @Beatrix_Olives,@Kristal_Thratchet, @Elena_Apefrizzola,
    @Sylvia_Turner, @Kribja_Armstrong,


  • Serenity_Hunter

    Corvonero Insegnante Responsabile di Casa

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 5
    Galeoni: 838
       
       

    *La discussione si faceva sempre più accesa. Nessuna aveva in mano prove sufficienti per incriminare qualcuno presente nel giardino ma era chiaro, chi più chi meno, che il sospetto si andava a insinuare nelle menti dei ragazzi. Serenity osservò uno per uno i presenti, dai ragazzini sconosciuti fino ai suoi stessi amici e persino ai due adulti. In quel momento chiunque poteva essere il colpevole, forse un Mago Oscuro che tramite la Pozione Polisucco o incantesimi di Trasfigurazione Umana poteva aver preso le sembianze della vittima. Charlotte Mills sembrò apprezzare l'impegno che Mihos, Elena, Kribja e Serenity impiegavano alla ricerca del colpevole ma fece tornare tutti alla realtà dei fatti: bisognava proteggere il castello a ogni costo. Serenity era alquanto perplessa da quella decisione per due motivi. Il primo: se la supposizione di Elena era corretta aveva senso intrappolarlo in una bolla protettiva? Il secondo: perché non controllare subito le bacchette? Ci sarebbero voluti pochissimi minuti, almeno per determinare la bacchetta incriminata e così scovare in parte l'origine del Marchio Nero. Con quella decisione, però, i dubbi permanevano ancora.
    Serenity non osò ribellarsi a lei, era una professoressa e come tale aveva il potere di elargire ordini da rispettare. Ancora dubbiosa la ragazza affiancò la Mills, che con la sua domanda retorica aveva lasciato intendere che i ragazzi del quinto anno dovessero aiutarla, e puntò la bacchetta verso il cielo.*

    PROTEGO TOTALUM!



    *La voce della Corvonero risuonò stentorea in tutto il giardino nel momento in cui pronunciò l'incantesimo da lei scelto. Come la professoressa Master aveva insegnato esistevano molteplici varianti dell'Incanto di Protezione: da quelli che creavano una barriera attorno alla persona che lo evocava sino a quelli che arrivavano a proteggere interi edifici. Quello scagliato da Serenity era riservato a proteggere una vasta area dalla Magia Oscura, ottima scelta se si pensava al genere di mago o strega che si sarebbe potuto incontrare.*

    Coraggio, datemi una mano a creare questa bolla. Seguiamo il consiglio della professoressa.

    *Senza lasciare il catalizzatore la ragazza richiamò gli altri ad aiutarla, magari scagliando altri incantesimi protettivi o rafforzando lo scudo creato inizialmente dalla Mills. Quest'ultima lanciò un grido improvviso mentre dalla sua bocca fuoriscì un unico nome a voce tremante e colma di paura. Kyle. Chi era Kyle? Da come ne parlava era di certo qualcuno di molto importante per lei - forse un figlio, dato che "era rimasto a casa, a Hogsmeade". Allora il Marchio era rivolto a lei? Provò a immaginare l'enorme teschio troneggiante nel cielo sopra la sua casa.*

    Dobbiamo fare qualcosa... Non possiamo rimanere con tutti questi dubbi.

    *Riflettè la castana. Dovevano darsi da fare altrimenti il castello e loro stessi sarebbero stati in pericolo.*


    @Charlotte_Mills, , @Mihos_Renny, @Anastasia_Rossi, @Alexander_Morgenstern, @Charlotte_Goulding, @Aloy_Kapoor, @Beatrix_Olives,@Kristal_Thratchet, @Elena_Apefrizzola,
    @Sylvia_Turner, @Kribja_Armstrong,




    Ultima modifica di Serenity_Hunter circa 5 mesi fa, modificato 5 volte in totale


  • Sylvia_Turner

    Tassorosso Membro del Consiglio di Hogsmeade Moderatore Web

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 8
    Galeoni: 1911
        Sylvia_Turner
    Tassorosso Membro del Consiglio di Hogsmeade Moderatore Web
       
       

    * Sylvia era rimasta almeno una trentina di secondi con lo sguardo fisso a terra, mentre nella sua mente scorrevano le immagini della morte del nonno materno, e l'ombra di quel Mangiamorte che si allontanavano. Non ricordava il volto dell'uomo, all'epoca aveva solo 7 anni, ma una cosa la ricordava chiaramente : il suo ghigno, mentre la lasciava disperata a piangere accanto al corpo.
    Le voci dei compagni sembravano un suono attutito e lontanissimo da lei. Sembrava che fossero distanti mille chilometri e non che fossero accanto a lei.
    Mentre quelle immagini le scorrevano davanti agli occhi ancora fu come se delle ombre invisibili attorno a lei cercassero di trascinarla giù, in un pozzo senza fondo, quando improvvisamente la voce della professoressa @Charlotte_Mills la riportò alla realtà.*

    Sono felice che voi vogliate capire chi sia stato, ma penso che la nostra vita sia decisamente più importante al momento.. Non trovate!?

    *Sylvia si girò proprio nel momento in cui la vide rivolgersi ai ragazzi che stavano discutendo su chi fosse stato a evocare il Marchio. La tassorosso non aveva più detto nulla, anche perchè quello non le era sembrato il momento più adatto e . Insomma, stavano rischiando la vita ogni secondo che passava. Ci sarebbe stato tempo a scoprire chi era l'artefice. Per il momento l''unica cosa importante era proteggersi a vicenda.
    Osservò Charlotte e la vide alzare la bacchetta e cominciare a lanciare incantesimi di protezione. Sylvia non se lo fece ripetere due volte e proprio nel momento in cui alzò la bacchetta, anche la sua compagna @Serenity_Hunter, cominciò a lanciare incantesimi. *

    PROTEGO HORRIBILIS!

    *Sylvia prese due veloci respiri profondi, alzò la bacchetta e cominciò a pronunciare una serie di incantesimi in veloce sequenza.*

    Protego Maxima! Fianto Duri!

    *Una volta lanciati gli incantesimi, si girò a guardare tutti i presenti. Avrebbe scoperto chi aveva messo tutti in pericolo, fosse stata l'ultima cosa che faceva. Improvvisamente sentì Charlotte rivolgersi ad Alex.*

    Kyle! E' a casa, a Hogsmeade!

    *Fu come se un fulmine attraversasse il cuore della ragazza. Kyle, il suo nipotino acquisito era in pericolo e loro erano bloccati li. L'avrebbe fatta pagare a chiunque avesse evocato il marchio e avesse messo in pericolo il piccolo.*

    @Alexander_Morgenstern, @Mihos_Renny, @Charlotte_Goulding, @Aloy_Kapoor, @Beatrix_Olives,@Kristal_Thratchet, @Elena_Apefrizzola, @Anastasia_Rossi,
    @Kribja_Armstrong,




    Ultima modifica di Sylvia_Turner circa 5 mesi fa, modificato 1 volta in totale


  • Elena_Apefrizzola

    Corvonero Insegnante Responsabile di Casa

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 7
    Galeoni: 1465
       
       

    *Si sentiva stordita ma stranamente all'erta. Le dispiaceva aver insinuato il dubbio nelle menti dei suoi amici, ma la sua testa sembrava non volersi fermare e doveva valutare ogni opzione possibile. Il marchio poteva essere stato lanciato da chiunque... anche uno di loro purtroppo.*

    Elena perché non controlliamo l'ultimo incantesimo fatto da tutte le bacchette?

    *Rispose subito Kribja, dopo che la mora ebbe esposto il suo pensiero. Serenity però la mise in guardia sui rischi che si potevano correre di accusare la persona sbagliata, soltanto perché la sua bacchetta era stata "presa in prestito" da chi aveva evocato l'incantesimo. Sylvia, contraria all'idea che qualcuno tra loro fosse responsabile dell'accaduto, rimase sulle sue stravolta in apparenza da qualche ricordo, mentre Mihos, una volta tranquillizzata Kristal, avallò l'idea di Kribja, proponendo come esaminatrice dei catalizzatori la Professoressa Mills. In quel momento infatti la docente si trovava vicina a loro, mentre Alex si stava avvicinando a passo spedito, dopo aver trasfigurato il suo boa in drago!*

    Sono felice che voi vogliate capire chi sia stato, ma penso che la nostra vita sia decisamente più importante al momento.. Non trovate!?

    *Rispose loro la Mills visibilmente provata dall'accaduto, ma lucida e determinata. Forse nel profondo, la fiducia dei suoi studenti l'aveva toccata, ma non lo diede a vedere se non approvando in parte il loro spirito. Ciò che disse portò di nuovo i presenti a focalizzare l'attenzione sul pericolo imminente. Sicuramente il porticato non era un ottimo riparo per gli studenti e dovevano pensare ad un modo per proteggersi, anche se ancora non sapevano da chi. La prima ad intervenire fu Serenity.*

    PROTEGO TOTALUM!

    Che puntò in alto la sua bacchetta con naturalezza, proprio mentre Alex giungeva in prossimità del gruppo.*

    Non credo ci siano Mangiamorte nelle vicinanze, ed un segno come quello, nei cieli di Hogsmeade, avrà richiamato ben più di qualche decina d'Auror nel villaggio.

    *Iniziò a dire all'amica Mills, spiegando in parte agli occhi di Elena la trasfigurazione del serpente, mandato forse a controllare i confini della scuola e del villaggio. Fu però ciò che bisbigliò dopo ad attirare l'attenzione di Elena, che però non riuscì ad udire l'intera frase, per via dei rumori che riecheggiavano in quel trambusto.*

    Ho una mezza ... dietro tutto questo. Tu?

    *Che l'ex-Corvonero sapesse già chi aveva evocato il marchio oscuro? Elena non metteva in discussione le sue capacità e quelle della Mills, così quando Serenity richiamò i presenti ad aiutarla nell'evocazione degli incantesimi difensivi, si avvicinò velocemente all'amica, lasciando ai due adulti il compito di difendere loro le spalle. Forse avevano veramente capito chi si celava dietro quell'angoscioso pomeriggio, che aveva trasformato un semplice gruppo di studio in una "caccia al mostro".*

    PROTEGO HORRIBILIS!


    *Pronunciò allora Elena, sollevando precisa la bacchetta verso il cielo, nonostante i tanti dubbi e pensieri che le frullavano per la testa. Anche Sylvia fece lo stesso, unendo i suoi incantesimi a quelli delle amiche. In quello stesso momento udì però la voce terrorizzata della professoressa Mills, che raccolse tutte le sue energie su di un preciso nome: Kyle. Elena sapeva chi era, si trattava del bellissimo bambino che l'aveva salutata giocoso alla festa di Natale, il figlio della professoressa. Elena abbassò immediatamente la bacchetta, per rivolgere uno sguardo preoccupato verso l'insegnante che in quei cinque anni aveva imparato ad apprezzare. In qualche modo avrebbe voluto aiutarla e assicurarle che non poteva essere successo nulla a suo figlio... ma non ne aveva la certezza e sapendo poco sul suo precedente passato, non poteva escludere che la donna si fosse fatta dei nemici tra i sostenitori che si ammantavano del simbolo apparso in cielo. *

    @Alexander_Morgenstern, @Mihos_Renny, @Charlotte_Goulding, @Aloy_Kapoor, @Beatrix_Olives,@Kristal_Thratchet, @Anastasia_Rossi, @Kribja_Armstrong,@Sylvia_Turner,




    Ultima modifica di Elena_Apefrizzola circa 5 mesi fa, modificato 3 volte in totale


  • Kribja_Armstrong

    Corvonero Insegnante Membro del Consiglio di Hogsmeade

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 7
    Galeoni: 1477
       
       

    *L'idea di adoperare il Prior Incantatio, proposto da Kribja, venne in parte avallato da Serenity e Mihos, nonostante la castana avesse ricordato l'episodio in cui Barry Crouch Jr. rubò la bacchetta a Harry Potter durante la coppa del mondo di Quidditch anni prima. Sylvia invece sembrava non poter accettare l'idea che qualcuno tra loro, avesse potuto evocare il Marchio Nero, simbolo troppo oscuro per essere conosciuto da giovani studenti.
    Kribja era ancora convinta che quello sarebbe stato un'ottimo modo per scagionare tutti i suoi compagni da quella che sembrava essere una possibilità tangibile dato che non erano apparsi ne Auror ne Mangiamorte da nessuna parte. Forse ad Hogsmeade era in corso una battaglia all'ultimo sangue tra le forze del bene e quelle del male ma al momento, tra le solide mura del castello di Hogwarts, nulla era ancora accaduto. Lasciare che le bacchette rivelassero l'ultimo incantesimo compiuto avrebbe fatto evaporare il dubbio che si era insinuato tra i ragazzi e, se ci fosse stato lo scambio del catalizzatore magico, come successo in passato, almeno sarebbero stati coscienti che qualcuno tra loro era il responsabile.

    La Professoressa Mills, sicuramente più esperta e avvezza di semplici studenti a situazioni pericolose, mise da parte questo pensiero comune per concentrarsi ad intensificare le difese del castello, invitando i presenti a fare lo stesso. Serenity, Sylvia ed Elena corsero a dare manforte alla donna eseguendo gli ordini mentre Kribja si era focalizzata ad osservare la maestria con cui l'ex Corvonero aveva trasformato il suo animale in un gigantesco Ungaro Spinato che aveva spiccato il volo dopo quello che sembrava uno scambio di parole. La ragazza rimase sorpresa dalle molteplici abilità del mago eppure... qualcosa non le tornava. Ma se la docente di Arti Oscure aveva permesso ad Alexander di entrare nel castello significava che lo conosceva abbastanza bene da sapere che il ragazzo non avrebbe messo in pericolo i suoi studenti soprattutto quando erano "sotto la sua responsabilità".
    Restava comunque il dubbio su chi avesse evocato il Marchio Nero che continuava ad aleggiare sopra il villaggio a valle. Quell'aria di attesa snervava Kribja che, dopo aver udito le parole di incoraggiamento delle sue compagne, si avvicinò a Serenity che aveva già la bacchetta puntata verso la bolla di energia magica posta a difesa del castello.*

    REPELLO INIMICUM



    *Pronunciò la formula magica concentrandosi come le era stato insegnato e dal suo catalizzatore magico fuoriuscì un intenso fascio di luce che si aggiunse a quello degli altri volto alla loro protezione. Lanciò un occhiata alla ragazza al suo fianco chiedendosi se, anche lei, aveva dei sospetti su quell'azione che potere rivelarsi produttiva se il colpevole fosse stato all'esterno delle mura del castello, ma molto meno se invece era dentro.
    Come capire chi aveva scagliato il Marchio Nero? E come smascherare il responsabile se esso era tra di loro?
    Ripensò a tutti i presenti chiedendosi chi avrebbe potuto evocare quel simbolo che ricordava azioni tanto malvagie, quando la docente urlò allarmata un nome -Kyle-; l'agitazione era palese sul volto della donna. Altre domande si aggiunsero alle precedenti. Chi era questo Kyle? Dato lo spavento che fomentava la docente, Kribja immaginò fosse qualcuno a cui teneva molto che era rimasto al villaggio.
    La bolla protettiva ormai splendeva sopra le loro teste ma nulla altro si smuoveva.*

    Cosa possiamo fare? Andare ad Hogsmeade è impossibile e udite le urla della Mills credo che raggiungerà presto casa sua.
    Dovremmo controllare il perimetro del castello per assicurarci che nessun'altro, oltre a noi studenti e professori, sia all'interno?


    *Domandò sotto voce alle persone che le erano vicino, ansiosa di far qualcosa.*

    @Charlotte_Mills, @Sylvia_Turner, @Mihos_Renny, @Anastasia_Rossi, @Alexander_Morgenstein, @Serenity_Hunter, @Charlotte_Goulding, @Aloy_Kapoor, @Beatrix_Olives,@Kristal_Thratchet, @Elena_Apefrizzola,


  • Kristal_Thratchet

    Grifondoro Barista 3MDS

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 6
    Galeoni: 820
       
       

    Sto bene Kristal... sto bene, certo potrei stare meglio, ma sto bene.

    *Affermò MIhos, era davvero felice che l'amico stesse bene nonostante il terribile presagio nel cielo.
    IN quel momento aiutò la professoressa Mills e altri studenti a proteggere la scuola da possibili attacchi. Non era molto brava con gli incantesimi ma almeno provò ad aiutare.


    Quando tutti ebbero finito Kristal si guardò attorno. Il panico iniziale sembrava essere diminuito, ma gli studenti continuavano a parlare tra di loro, come a nascondere qualcosa.. Forse erano solo preoccupati.
    Kristal, a quel punto, si rivolse a chi conosceva, proprio nel momento dopo che la professoressa MIlls parlò di Kyle. La bionda strega aveva conosciuto Kyle quell'estate ad uno degli eventi alla Bottega de Rettilofoni, era davvero un bambino simpatico e tanto arino.*

    Cosa possiamo fare?
    Non possiamo rimanere con le mani in mano!



    *Dovevano fare qualcosa, stare li a far niente non era di certo produttivo.
    Chiacchierare su chi, secondo loro, poteva essere il colpevole avrebbe solo rallentato il tutto.*


    @Charlotte_Mills, @Mihos_Renny, @Serenity_Hunter, @Anastasia_Rossi, @Alexander_Morgenstern, @Charlotte_Goulding, @Aloy_Kapoor, @Beatrix_Olives @Elena_Apefrizzola,
    @Sylvia_Turner, @Kribja_Armstrong,


  • Aloy_Kapoor

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 2
    Galeoni: 180
        Aloy_Kapoor
    Grifondoro
       
       

    *Aloy scambiò qualche altra parola con Mihos, vicino di sedia per quel Gruppo di Studio. Da li a poco infatti la professoressa Mills presentò agli studenti Alexander Morgenstern, che oltre ad essere stato un Corvonero aveva occupato la cattedra di Incantesimi.
    Incantesimi! Proprio l materia che interessava ad Aloy, magari quando sarebbe arrivato il momento delle domande avrebbe rivolto a quel mago qualche domande.
    La piccola Grifondoro stava per parlare quando l'espressione della professoressa Mills cambiò in pochissimi secondi, fu solo in quel momento che vide, in cielo proprio dietro di lei un enorme teschio in cielo.
    Sapeva di cosa si trattava, tutti sapevano cosa significasse, anche la dodicenne Aloy. Aveva letto di quel marchio in molti libri, aveva sentito storie terribili ma mai si sarebbe aspettata di vederlo li, poco distante da Hogwarts.
    Aloy non fece in tempo a realizzare la situazione che si vide strattonata da @Sylvia_Turner, sotto i portici assieme agli altri. IN quel momento di urla e terrore vide @Kristal_Thratchet, avvicinarsi a loro.
    Purtroppo Aloy non poteva aiutare nell'aumentare le varie difese della scuola, era ancora troppo piccola per certi incantesimi. Detestava non fare nulla!
    Era a pochi centimetri dalle studentesse più grandi, non le conosceva bene ma in quell'occasione le presentazioni potevano aspettare.*

    Elena perchè non controlliamo l'ultimo incantesimo fatto da tutte le bacchette?

    Ache volendo no possiamo, i nostri ultimi incantesimi sono quelli di protezione alla scuola. Inoltre non siamo abbastanza bravi ad eseguire certi incantesimi.

    *Disse la grifondoro in risposta alle parole di @Kribja_Armstrong, una corvonero più grande di lei. Non la conosceva bene, ma l'aveva vista spesso nella sala grande.*

    Scusate se mi intrometto, ma secondo me questa cosa potrebbe anche funzionare, nonostante l'intoppo di cui ha parlato Serenity poco fa e considerare l'ipotesi che sia stato qualcuno di noi, anche se spero vivamente di no. Proporrei di farle controllare dalla professoressa Mills. Che dite?

    E' stata lei a notarlo per prima, era difronte a noi! No non può essere stata lei...


    *Affermò la dodicenne. Sapeva la storia della professoressa Mills, se ne parlava per tutto il castello anche se, aveva sentito, che tutto ciò fosse alla mercè di tutti. Perché mai avrebbe dovuto evocare il marchio nero se non faceva più parte dei Mangiamorte?*

    Direi che controllare il perimetro può essere una buona idea, come detto da Kribja.. Giusto?
    Io vado con Kristal.. Se va bene.


    *Disse avvicinandosi alla compagna di casata con la quale aveva chiacchierato molto, era forse una delle persone alla quale si era avvicinata di più in quei due anni a Hogwarts, un mondo del tutto diverso da dove era cresciuta.*

  • Elena_Apefrizzola

    Corvonero Insegnante Responsabile di Casa

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 7
    Galeoni: 1465
       
       

    *Elena aveva appena finito di lanciare l'incantesimo che la forte e temeraria professoressa Mills gridò, piena di paura, il nome del suo bambino. Non sapeva cosa fare per tranquillizzare la donna. I loro incantesimi erano deboli e non avrebbero potuto proteggere una grande porzione della scuola. L'unica idea che le venne in mente era quella di dividersi per controllare almeno il giardino e metterlo in sicurezza. Non amava l'idea, temendo ancora in una parte della sua testa che uno di loro potesse aver lanciato l'incanto oscuro, ma in quel modo avrebbero potuto considerare la zona sicura. A quel punto la docente, messi loro al sicuro, avrebbe avuto il tempo necessario per raggiungere l'esterno della scuola, smaterializzarsi fino ad Hogsmeade, controllare che Kyle stesse bene e poi tornare ai suoi studenti con serenità. Sapeva che l'insegnante era infatti ligia al dovere, ma, da genitore premurosa, fremeva dal desiderio di controllare che il suo bambino fosse al sicuro. Kribja doveva aver avuto i suoi stessi pensieri, infatti disse.*

    Cosa possiamo fare? Andare ad Hogsmeade è impossibile e udite le urla della Mills credo che raggiungerà presto casa sua.
    Dovremmo controllare il perimetro del castello per assicurarci che nessun'altro, oltre a noi studenti e professori, sia all'interno?


    *Alla sua voce fece eco la giovane grifondoro Aloy Kapoor, dicendo con una punta di timore nella voce.*

    Direi che controllare il perimetro può essere una buona idea, come detto da Kribja.. Giusto?
    Io vado con Kristal.. Se va bene.


    *Elena decise a quel punto di prendere la parola. Non era la più grande tra gli studenti, ma sentiva su di se il peso della sua carica di prefetto e non voleva instillare negli altri studenti più paura di quanta già sicuramente ne provavano. Cercando quindi di essere calma e razionale disse rivolta ai presenti, professoressa Mills e Alex compresi.*

    Sono d'accordo con Kribja e Aloy. E' di primaria importanza controllare il perimetro e mettere in sicurezza almeno l'area del giardino.

    *Rivolgendo lo sguardo verso gli adulti, notò lo sconforto esasperante nello sguardo della docente di Arti Oscure, ma anche una forte determinazione nello sguardo di Alex Morgenstern, quindi andò avanti sicura.*

    Professoressa, qui la situazione sembra tranquilla, ma se permette direi di dividere gli studenti in cinque gruppi per perlustrare l'area e metterla in sicurezza.
    Quattro gruppi da due o tre persone potrebbero andare a controllare i quattro punti cardinali del giardino, facendo estrema attenzione, mentre un quinto gruppo perlustrerà il centro, rimanendo a coprire le spalle di chi controllerà il perimetro.


    *L'idea prendeva forma man mano che parlava e nel frattempo cercava di pensare a come potessero dividersi gli studenti, facendo attenzione a non lasciare i più giovani senza copertura.*

    Aloy e Kristal, vi avventurerete insieme a Sylvia verso la zona est del giardino, che ne dite?
    Professoressa Mills e professor M... scusami Alex... voi potreste rimanere al centro per intervenire in caso di problemi il più rapidamente possibile?


    *Chiese, sperando di non incappare nelle ire di nessuno degli adulti, professori e studenti più grandi che fossero. Non si sentiva sicura infatti della strategia che stava proponendo, ma sapeva che la zona est non era la più vicina al marchio e Kristal e Sylvia sarebbero riuscite velocemente a proteggere la giovane Aloy, che pure sembrava determinata e sicura di se. Sperava inoltre che la Mills e Alex, sarebbero riusciti velocemente ad intervenire in caso di bisogno con azioni a sostegno degli altri gruppi, pur rimanendo in una posizione di svantaggio, esposti come sarebbero stati al centro del giardino. Non sapeva se la Mills era nelle condizioni di poterli aiutare, ma credeva in entrambi, ponendo una fiducia senza limiti nelle loro possibilità, anche in quel momento di preoccupazione. Prendendo fiato continuò.*

    Noi altri dividiamoci in altri tre gruppi, chi rimarrà fuori resterà al centro con i professori, cercando di mantenere una posizione riparata. Io controllerò la zona ovest. Chi viene con me?



    *Chiese, trattenendo il tremito della mano che stringeva la bacchetta con forza. Con un'altra persona al suo fianco avrebbe controllato la zona che si affacciava verso Hogsmeade, la più vicina alla direzione da cui proveniva il marchio nero. Si sarebbe sentita al sicuro, se non fosse stato per quell'invadente e fastidiosa vocina che continuava ad instillare il dubbio nei suoi ragionamenti. Non sapeva chi aveva evocato l'incantesimo, ma non voleva ammettere con se stessa che poteva trattarsi di uno dei suoi amici.*

    @Charlotte_Mills, @Alexander_Morgenstern, @Mihos_Renny, @Charlotte_Goulding, @Aloy_Kapoor, @Beatrix_Olives,@Kristal_Thratchet, @Anastasia_Rossi, @Kribja_Armstrong,@Sylvia_Turner, @Serenity_Hunter,


  • Sylvia_Turner

    Tassorosso Membro del Consiglio di Hogsmeade Moderatore Web

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 8
    Galeoni: 1911
        Sylvia_Turner
    Tassorosso Membro del Consiglio di Hogsmeade Moderatore Web
       
       

    * Negli ultimi minuti la situazione era rimasta stabile, nessun cambiamento. Il Marchio nero era ancora presente tra le nubi e tutti continuavano a chiedersi chi potesse averlo evocato. Nel frattempo @Elena_Apefrizzola, @Kribja_Armstrong, e @Kristal_Thratchet, avevano lanciato anche loro degli incantesimi di protezione.
    Sylvia era ancora con la bacchetta rivolta verso l'lato quando Kristal disse.*

    Cosa possiamo fare?
    Non possiamo rimanere con le mani in mano


    * Nei momenti precedenti, si era parlato anche di far controllare le bacchette dalla professoressa Mills, ma alla fine non si era fatto niente di tutto ciò. Per la prima volta prese parola @Aloy_Kapoor, che disse.*

    Ache volendo no possiamo, i nostri ultimi incantesimi sono quelli di protezione alla scuola. Inoltre non siamo abbastanza bravi ad eseguire certi incantesimi. E' stata lei a notarlo per prima, era difronte a noi! No non può essere stata lei.Direi che controllare il perimetro può essere una buona idea, come detto da Kribja.. Giusto?
    Io vado con Kristal.. Se va bene


    *In effetti controllare il perimetro poteva essere un ottima idea, in modo da mettere tutti al sicuro. Il pensiero però andò subito a Kyle. Chissa come stava. I minuti passavano e la tassorosso era sempre più preoccupata. Pochi secondi dopo @Elena_Apefrizzola disse.*

    Sono d'accordo con Kribja e Aloy. E' di primaria importanza controllare il perimetro e mettere in sicurezza almeno l'area del giardino.

    *La corvonero si rivolse poi alla professoressa @Charlotte_Mills, e chiese il permesso di controllare la zona, dividendosi in cinque gruppi a ogni punto cardinale del giardino. *

    Aloy e Kristal, vi avventurerete insieme a Sylvia verso la zona est del giardino, che ne dite?
    Professoressa Mills e professor M... scusami Alex... voi potreste rimanere al centro per intervenire in caso di problemi il più rapidamente possibile?


    *Lo sguardo di Sylvia si posò sulle due ragazze. Probabilmente Kristal voleva restare con Mihos, e non voleva dividersi. Se era cosi, la capiva perfettamente. Lo sguardo della diciottenne andò velocemente per poi posarsi preoccupato sulla professoressa e Alex. Non si sarebbe mai perdonata se fosse successo qualcosa a entrambi. *

    Non voglio dividerci. Siamo più vulnerabili divisi. Non voglio che succeda qualcosa a qualcuno.
    Sylvia, piantala di preoccuparti, sono adulti e vaccinati. Se la sanno cavare benissimo senza di te!]


    *Aveva ritrovato Alex proprio adesso e non voleva che gli succedesse qualcosa. Cosi, con il cuore gonfio di tensione si avvicinò a Kristal e Aloy, e cercando di calmarsi per infondere un pò di tranquillità alle ragazze, disse.*

    Eccomi ragazze. Io sono pronta, quando volete possiamo iniziare a controllare.

    *Era una parola, le gambe volevano rimanere vicino anche agli altri compagni. *

    @Alexander_Morgenstern, @Mihos_Renny, @Charlotte_Goulding, @Beatrix_Olives,@Kristal_Thratchet, @Anastasia_Rossi, @Kribja_Armstrong, @Serenity_Hunter,




    Ultima modifica di Sylvia_Turner circa 5 mesi fa, modificato 1 volta in totale



Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, 4  Successivo