• Stefano_Draems

    Fondatore Amministratore Ministro Ad Honorem Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 16
    Galeoni: 584328
       
       



    Role Aperta da Percy_Smith


  • Percy_Smith

    Serpeverde

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 10
    Galeoni: 231
        Percy_Smith
    Serpeverde
       
       

    [Divisione Spezzaincantesimi, ore 21.00]



    *Era una fresca serata di inizio Ottobre e il diciannovenne si trovava nella Divisione Spezzaincantesimi, più precisamente nel suo ufficio, per finire una relazione sulle sue ultime missioni svolte con successo. Era abbastanza tardi per essere ancora lì, gli uffici avrebbero chiuso a momenti ma quel tempo non era sufficiente per concludere la relazione che Percy stava scrivendo. Quindi, iniziò a scrivere velocemente e evitò di scrivere anche i dettagli delle sue missioni svolte, in modo da consegnare in tempo quel documento. Dopo qualche minuto, giusto prima che il suo capo venisse a ritirarsi il foglio, lui uscì dal suo ufficio e consegnò il foglio a chi di dovere.*

    Perfetto signor Smith.
    Le chiedo un favore, ci è da poco giunta una segnalazione e lei è l'unico ancora presente al lavoro, non è che le andrebbe di andare a dare un'occhiata?


    Certo, mi dia pure le informazioni e mi reco subito sul posto.

    *Ovviamente il giovane docente di Volo non poteva non obbedire alla proposta del suo capo-, fu così che, dopo aver preso la sua tracolla, si cimentò immediatamente nel locale ad High Street, una delle vie di Hogsmeade.*

    [Arabesque magie musicali di Drag e Pierre, High Street - ore 21.32]



    *Il giovane docente di Volo si era appena materializzato nella piccola cittadina abitata da soli maghi, davanti al negozio in cui doveva spezzare un'incantesimo che non permetteva ai clienti di entrare all'interno del locale. Quando arrivò davanti la porta, vide subito un po' di confusione tra la gente: alcuni erano rimasti "intrappolati" dentro, altri non potevano entrare.*

    Sicuramente è stata opera di qualche ragazzino intento a fare scherzi.

    *Pensò il diciannovenne mentre si faceva spazio tra i clienti davanti al locale, in modo da superarli e constatare il problema di persona. Si avvicinò alla porta e appoggiò delicatamente il palmo della mano destra su quella barriera che impediva ai clienti di entrare. Dopo aver estratto la bacchetta dalla tasca la puntò contro la barriera invisibile e lanciò l'incantesimo che l'avrebbe distrutta. Nell'attimo in cui la barriera si distrusse, si sentì un leggero vapore caldo uscire da essa. Anche quella volta, il giovane docente di Volo aveva terminato la sua missione con successo.

    Adesso posso andare a mangiare!

    *Pensò tra sé e sé, incamminandosi verso le strade che l'avrebbero portato al castello di Hogwarts.*