• Stefano_Draems

    Fondatore Amministratore Ministro Ad Honorem Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 16
    Galeoni: 584328
       
       



    Role Aperta da Jeiden_Hatwood


  • Jeiden_Hatwood

    Serpeverde

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 6
    Galeoni: 1014
       
       

    E che diamine, vuoi stare fermo per almeno dieci secondi?

    *Il ragazzo era al quanto scocciato e snervato per via del suo dannato furetto, aveva mille cose da fare e Meliorn non stava certamente aiutando la situazione.
    Si trovava ad Hogsmeade quel tardo pomeriggio per poter recarsi nel negozio di bacchette della città, aveva passato il pomeriggio precedente a studiare quantomeno alla perfezione la mappa del castello, senza molti risvolti positivi e proprio per questo motivo, si lasciò alle spalle importante spese come l'acquisto della sua fedele amica.
    Passo dopo passo giunse all'ingresso del negozio, spingendo Meliorn sul fondo della sacca che posizionò a penzoloni lungo il suo fianco sinistro..
    Stava ancora cercando di capire per quale motivo ebbe la brillante idea di portarselo dietro ed ancora di più si chiedeva se il rivenditore di animali non lo avesse convinto ad acquistarlo solo per sbarazzarsene.*

    Salve.. c'è nessuno?

    *Chiese con tono fermo e sostenuto aspettando che qualcuno si facesse avanti mentre lasciò scivolare la tracolla verso il basso, accantonandola vicino alla parete in pietra.
    Il suo sguardo prese ad esaminare le file impilate di bacchette e le miriadi confezioni che le impacchettavano, doveva proprio essere un mestiere di quelli da amare sino in fondo per portarlo a termine, pensò il giovane serpeverde*

  • Charlotte_Mills

    Serpeverde Amministratore Preside Insegnante Moderatore Web Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 11
    Galeoni: 254436
       
       

    *Charlotte amava passare il suo tempo a Hogsmeade, quel villaggio l'aveva accolta fin da giovane e da quel momento era diventata la sua casa.
    Aveva aperto un paio di negozi, aveva preso una casa a Hogsmeade, ma piano piano la sua vita era cambiata e l'unico momento in cui si trovava al villaggio. Quel giorno si trovava al Salills, il negozio di bacchette di quel villaggio, per finire di impilare alcune delle scatole delle bacchette che aveva iniziato ad impilare la sua socia, una stega appartenuta alla casa di Tassorosso.
    L'ex Serpeverde stava finendo il suo lavoro quando udì da poco distante il campanello suonare.. Era arrivato un nuovo cliente. La donna osservò l'orologio da polso che sempre indossava.
    Erano le sette di sera passare, era strano che qualcuno si trovasse li a quell'ora.*

    Salve.. c'è nessuno?

    *Disse quel piccolo ragazzino dai grandi occhi verdi.*

    Buona sera, non mi aspettavo qualcuno quest'oggi, prego accomodati pure.


    *Affermò la professoressa Mills che, oltre ad essere una commerciante di Hogsmeade, era la Preside di Hogwarts.
    La professoressa estrasse la propria bacchetta e appellò un magico metro che iniziò a prendere le misure del ragazzo: dal gomito alla punta delle gita, dalle dita alla spalla, dal mignolo al pollice e così via.*

    Nel frattempo raccontami qualcosa di te.
    Sai, non tutti sanno che anche il carattere influisce nella scelta della Bacchetta, perché sono questi catalizzatori magici a scegliere il mago e non viceversa..


    Proviamo prima con questa: Peccio, Lunghezza: 13" e 1/4, Corda di Cuore di Drago.


    *Affermò la ventinovenne porgendo quella nuova bacchetta al ragazzino che si era recata li dopo cena. Forse era solo in ritardo con i suoi acquisti oppure chissà per quale altro motivo, magari successivamente gliel'avrebbe chiesto.. Charlotte adorava scambiare qualche parola con i suoi clienti, in particolare con i più giovani.*


    @Jeiden_Hatwood, @Sylvia_Turner, @Percy_Smith,


  • Jeiden_Hatwood

    Serpeverde

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 6
    Galeoni: 1014
       
       

    *ed ecco che subito dopo, la voce della proprietaria rispose alla sua domanda..il ragazzo si limitò dal principio ad un piccolo sorriso chinando di poco il capo in senso di cortesia e di saluto.
    Lasciò che la giovane donna prendesse le sue misure per poter fare la giusta scelta, come ben sapeva, il carattere influiva molto nell'assegnazione della propria bacchetta.
    Si lasciò andare in un piccolo sospiro pensando a cosa potesse dire per non risultare una perfetta lastra di ghiaccio..*

    Sono molto esigente, ho un pessimo temperamento e non sono molto accondiscende...

    *Fece una piccola pausa come per mettere in ordine lo stato d'animo cupo che stava riaffiorando in quel Momento, non era nulla di nuovo, Jey si conosceva bene, ma pronunciare determinati aspetti di sé stesso ad alta voce beh..faceva sempre un dato effetto. *

    Ma non sono poi così spregevole

    *Un piccolo sorriso questa volta lasciò intravedere la sua dentatura perfettamente curata

    So dare tanto a chi lo merita, forse troppo.

    *Pronunciò l'ultima frase con un tocco di amarezza nella voce per poi riprendersi subito dopo. Sperava vivamente che quel poco di nozioni dette fossero sufficienti alla donna per portare a termine l'acquisto. *
    @Charlotte Mills

  • Katrin_Hopkir

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 7
    Galeoni: 790
        Katrin_Hopkir
    Corvonero
       
       

    *Katrin quel giorno si sentiva oppressa: oppressa dalla mole di studio che continuava apparentemente a crescere, oppressa dai cicalecci degli altri studenti, oppressa da quel tempo variabile che la faceva innervosire. L'odore di legna bruciata e il familiare ambiente della sala comune dei corvonero la soffocavano e la facevano sentire in gabbia come un animale selvatico che improvvisamente si ritrova in uno spazio scomodo e ristretto.*

    Devo uscire da qui...

    *Esclamò la corva a denti stretti mentre un altro gruppo di studenti entrava nella torre. Si tolse la divisa e indossò abiti borghesi, afferrò il mantello, la borsa e corse a perdifiato giù per la rapida scala a chiocciola, continuò a scendere puntando all'aria fresca che la accolse e la abbracciò come un gelido amico. Respirò ampiamente, ma guardandosi attorno, si rese conto che per quanto stesse meglio, la vista del castello stesso le stava stretta in quel momento. Così imbocco la via per Hogsmeade.*

    [Hogsmeade]


    *Quando la bruna ragazza giunse al pittoresco villaggio, il sole stava tramontando e il freddo le aveva spennellato di rosa le gote, aveva il fiato corto per il passo veloce mantenuto e un sorriso sul viso.*

    E' da tanto che non ci vengo...

    *Constatò guardando le case e i negozi circostanti. Continuò a camminare con passo più tranquillo, guardando le vetrine e gli oggetti in esposizione, godendosi la compagnia disinteressata dei passanti che si affrettavano a tornare a casa o a fare spese. Nel suo girovagare si ritrovò a fissare all'interno di un negozio in particolare: Il Salills. I ricordi di quando, ormai cinque anni prima, aveva comprato la sua bacchetta si affollavano e inseguivano nella sua mente e le impedivano di muoversi. Improvvisamente le sue iridi verdi misero a fuoco dei movimenti all'interno: un ragazzo piuttosto giovane, del primo anno probabilmente, stava in piedi e qualcuno gli si affannava intorno.*

    Ma quella è la preside Mills!

    *Esclamò a voce alta avvicinandosi. Aveva sentito che la donna possedeva un negozio a Hogsmeade ma la sua mente non riusciva a figurarsela in vesti differenti da quelle a cui era abituata. La giovane rimase ferma alcuni minuti poi decise di entrare. La porta emise un vivace scampanellio aprendosi e il calore corse incontro alla ragazza accarezzandola.*

    Salve preside Mills

    *Salutò la corva cordialmente.*

    @Charlotte_Mills, @Jeiden_Hatwood,


  • Charlotte_Mills

    Serpeverde Amministratore Preside Insegnante Moderatore Web Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 11
    Galeoni: 254436
       
       

    Lo sguardo della professoressa di Arti Oscure poi si posò sul volto dell'undicenne difronte a lei. Le aveva raccontato qualcosa di lui.. Tutte caratteristiche che stavano a pennello, magari, ad un giovane Serpeverde. La donna porse al piccolo studente una prima bacchetta e attese che l'agitasse, solo in quel modo potevano scoprire se tale catalizzatore magico andava bene o meno per il misterioso alunno.*

    Agitala pure.


    *L'attenzione della donna, in quel momento, si focalizzò tutta sulla bacchetta che appena indicato allo studente, porgendogliela con cautela. Le bacchette erano vari e tutte diverse, erano loro a scegliere il mago e non il contrario, e loro erano li proprio per quello.
    Magari quella prima bacchetta non era la giusta alleata del giovine, ma lei era li proprio per aiutare i clienti che varcavano la porta principale.
    Fu in quel momento che qualcun altro entrò in quel piccolo negozio di Bacchette. La porta emise il suo solito scampanellio, un suono simbolico per le due proprietarie di quel negozio nel cuore di Hogsmeade.*

    Salve preside Mills

    *La salutò cordialmente una studentessa, appartenente a Corvonero, e al suo quinto anno di studi a Hogwarts.*

    Buona sera signorina Hopkirk.
    A cosa devo la sua presenza qua? Ha bisogno di qualcosa per la sua bacchetta?


    *Domandò curiosa la donna dai corti capelli scuri. Era curiosa di sapere come mai una studentessa come lei, sempre ligia alle regole e allo studio, si trovasse fuori dal castello di Hogwarts e non, magari, in biblioteca o nella sua sala comune a studiare per gli imminenti G.U.F.O., esami che tutti gli studenti della stessa età della giovane Corvonero, dovevano obbligatoriamente svolere a fine anno.*


    @Jeiden_Hatwood, @Katrin_Hopkirk,


  • Jeiden_Hatwood

    Serpeverde

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 6
    Galeoni: 1014
       
       

    *Jey afferrò la bacchetta impugnandola con vigore, sentendo una strana sensazione alla bocca dello stomaco, non sapeva se quella fosse la prescelta o se forse era solo ansioso di portare a termine quell'acquisto.
    momento tuttavia spezzato dall'ingresso di una giovane ragazza dai lunghi capelli castani che stava amabilmente sorridendo alla giovane donna.
    Mi limitai a mantenere lo sguardo sulla bacchetta come per studiarla, lasciando la ragazza mai vista prima e la preside darsi a dei convenevoli. *
    credo vada bene preside, ma l'esperta è lei

    *disse il serpeverde grattandosi lentamente la nuca mentre rivolgeva un sorriso alla Mills.. non sapeva molto di lei, tantomeno avevano un rapporto confidenziale da arrivare al punto di affermare qualcosa su di lei, eppure gli trasmetteva calma,
    credo vada bene preside, ma l'esperta è lei

    *disse il serpeverde grattandosi lentamente la nuca mentre rivolgeva un sorriso alla Mills.. non sapeva molto di lei, tantomeno avevano un rapporto confidenziale da arrivare al punto di affermare qualcosa su di lei, eppure gli trasmetteva calma, conferiva quell'aspetto autorevole ma gentile che in pochi sapevano trasmettere.
    attese in silenzio in verdetto mentre intanto cercava nella borsa il denaro che avrebbe dovuto darle. *

  • Katrin_Hopkir

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 7
    Galeoni: 790
        Katrin_Hopkir
    Corvonero
       
       

    Buona sera signorina Hopkirk.
    A cosa devo la sua presenza qua? Ha bisogno di qualcosa per la sua bacchetta?


    *Domandò la preside dopo aver posto una bacchetta al giovane studente. Katrin sorrise un po' imbarazzata.*

    Oh, no, la mia bacchetta sta benissimo grazie. L'ho riconosciuta dalla vetrina e mi sono resa conto di non essere mai entrata nel suo negozio prima... In ogni caso volevo solo salutare. Avevo bisogni di prendere una pausa ed era da tanto che non venivo a Hogsmeade...

    *Si giustificò la corva. Sapeva che sarebbe dovuta essere al castello a studiare, ma non sarebbe stato uno lavoro fruttifero nel suo stato d'animo. Il suo sguardo percorse le scaffalature piene di bacchette di ogni tipo e dimensione, poi si soffermò sul ragazzino che impugnava ancora la bacchetta e si rese conto di essere stata poco cortese a salutare solo la preside.*

    Ciao

    *Proferì fissandolo sorridente. Ricevere la prima bacchetta era una cosa emozionante e magica, Katrin ricordava perfettamente l'emozione che aveva provato a suo tempo.*

    @Charlotte_Mills, @Jeiden_Hatwood,


  • Charlotte_Mills

    Serpeverde Amministratore Preside Insegnante Moderatore Web Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 11
    Galeoni: 254436
       
       

    credo vada bene preside, ma l'esperta è lei

    *Effettivamente quando il ragazzino aveva preso in mano la bacchetta e l'aveva agitata non aveva distrutto nulla intorno a loro, quello era sicuramente un buon segno.
    La professoressa Mills prese la bacchetta che aveva scelto il giovane studente. La ripose nella sua scatolina avvicinandosi poi al registratore di cassa, battendo il compenso per l'acquisto.
    Mentre volgeva il suo compito di proprietaria le tornarono in mente ricordi ormai assopiti, in particolare il giorno nella quale si era recata a Diagon Alley con suo padre. Era stata una delle ultime volte che l'uomo le aveva parlato con amore, poi avere una figlia smistata a Serpeverde per lui era un disonore così grande che smise di fare il padre.*

    [INIZIO FLASHBACK]

    *Una giovane Charlotte camminava velocemente dietro a un uomo sulla quarantina. L'undicenne aveva rifiutato di andare a Diagon Alley con sua madre, dato che la sera prima aveva litigato con lei sulla questione bacchetta. Charlotte non ne voleva una sua, voleva usare quella di suo fratello Luke morto durante la battaglia ad Hogwarts. I suoi genitori avevano ripudiato suo fratello dato che aveva scelto il lato oscuro della magia, ma Charlotte continuava a volergli bene, anche in quel momento, anche se sapeva che non sarebbe più tornato da loro. Quel giorno si trovava a Diagon Alley per fare tutte le compere necessarie per uno studente del primo anno. Suo padre voleva farle comprarle un gufo, ma suo fratello gli aveva regalato per un suo compleanno un piccolo gufetto tanto carino che sembrava capirla quando lei si sentiva sola e triste.
    Dopo qualche discussione Charlotte riuscì a convincere l'uomo. Il padre di Charlotte era un' uomo di bell' aspetto di 43 anni leggermente in carne.
    Era un mago molto conosciuto nel mondo magico e lui sembrava esserne fiero, ma da quando era iniziata a girare la voce che il suo figlio maggiore Luke fosse un Mangiamorte, aveva iniziato a farsi vedere di meno in giro per quelle viuzze affollate di gente.
    Il signor Mills faceva di nome Richard e lavorava al Ministero della Magia all'ufficio Applicazione della legge sulla magia e andava fiero del suo lavoro.
    In poco tempo arrivarono davanti alla bottega di Olivander. Quel negozio era pieno zeppo di bacchette, la ragazzina non aveva mai immaginato che ce ne fossero così tante! Un anziano signore con i capelli bianchi e molte rughe sul viso comparve dal retrobottega.*

    Buongiorno signore.

    *Affermò l'undicenne ancora ignara del futuro che poteva aspettarla.
    Provò numerose bacchette fino a trovare quella che la scelse come sua proprietaria: era fatto in Ebano, lunga 11 pollici con una caratteristica davvero strana, una squama di Basilisco al suo interno. Il commerciante e suo padre erano rimasti davvero sorpresi nel sapere cosa poteva fare quella bacchetta, ma nelle mani di Charlotte, una ragazzina dai sentimenti feriti non poteva di certo generare fatti piacevoli.*

    [FINE FLASHBACK]

    Sono 44 Galeoni. Ecco qua.
    Mi raccomando usala con saggezza.


    *Disse la professoressa di Arti Oscure e Preside di Hogwarts.
    Charlotte era una donna piena di sorprese e che si impegnava in qualsiasi compito che si prefiggeva. Forse alcune volte faceva troppe cose assieme, ma stare a contatto con gli studenti adolescenti le rendeva lo spirito libero, come se tutto quello che era capitato nel suo passato non fosse mai capitato.
    La sua attenzione poi si diresse verso Katrin, giovane Corvonero anche lei presente li quel giorno.*

    Signorina Hopkirk se vuole, prima di tornare al castello le mostro il negozio...


    *Domandò la donna curiosa, domandandosi ancora come mai quella ragazza era entrata in quel negozio a quell'ora della sera.*


    @Katrin_Hopkirk, @Jeiden_Hatwood,




    Ultima modifica di Charlotte_Mills oltre 1 anno fa, modificato 1 volta in totale


  • Jeiden_Hatwood

    Serpeverde

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 6
    Galeoni: 1014
       
       

    *Jey salutó con un semplice cenno del capo ed una smorfia, la ragazza che aveva fatto irruzione poco prima nel negozio.
    Continuava a rigirarsi la bacchetta tra le mani sentendola sua, come se una scia di potere gli stesse percorrendo per ogni singola cavità, vena, arto.
    La stessa preside si disse soddisfatta per aver trovato la fedele compagna di Jeiden che tentò di rassicurare la preside per la sua ultima affermazione*

    Non si preoccupi... farò del mio meglio.

    *Disse il ragazzo incurvando le labbra in un piccolo sorriso, posizionò la bacchetta sin da subito nel mantello per poi chinarsi per pendere il denaro sufficiente per pagare in nuovo importate acquisto.
    Posò la somma di galeoni sul bancone con estrema precisione.*

    Ecco a lei, e grazie mille per il tempo è la gentilezza signora preside.

    *Il ragazzo riprese i suoi effetti personali prima di dirigersi fuori dal negozio più che soddisfatto, era certo che ne avrebbe fatte di cose con quella bacchetta.*