Hogwarts - Dintorni
Hogwarts - Dintorni


  • Stefano_Draems

    Fondatore Amministratore Ministro Ad Honorem Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 16
    Galeoni: 584673
       
       


    Role Aperta da Marcus_Largh




    Ultima modifica di Marcus_Largh oltre 6 mesi fa, modificato 3 volte in totale


  • Marcus_Largh

    Tassorosso Insegnante Responsabile di Casa

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 9
    Galeoni: 135
        Marcus_Largh
    Tassorosso Insegnante Responsabile di Casa
       
       

    --- HOGWARTS, ORE 11 ---


    *Un nuovo giorno era incominciato in quel di Hogwarts, un castello che quel giorno si era svegliato sotto un tiepido sole invernale. Ormai il vero inverno era terminato, ma aveva lasciato dietro di sè un'aria gelida che persisteva da giorni.
    Per quel giorno, nonostante fosse domenica, era prevista un'esercitazione di una materia che piaceva molto agli studenti.
    Sotto quello che era un gazebo magicalmente riscaldato si trovava un uomo con i capelli color del rame, proprio come la barba che inizia ad essere forse troppo lunga. Quello era Marcus, il professore di Cura delle Creature magiche che stava preparando tutto il necessario per quella giornata.
    Aveva tutto il necessario? Dopotutto non gli serviva molto, solo una seduta comoda per gli studenti che quel giorno si sarebbero recati li e la cosa più necessaria: una gabbia coperta da un telo.
    Per quell'esercitazione non aveva rivelato agli studenti qual'era l'argomento in questione.*

    Sono sicuro che, non conoscendo l'argomento, saranno molto felici una volta scoperta la gabbia.

    *Pensava tra sè e sè l'uomo in attesa dei primi studenti.
    Non ci volle molto per far si che i primi alunni facessero il loro ingresso nell'ambiente che li avrebbe accolti per quell'esercitazione di inizio Febbraio. L'aula di Cura delle Creature Magiche era un'aula all'aperto e, di conseguenza, durante i mesi invernali il professore doveva trovare delle soluzioni a quel problema. Per fortuna la professoressa prima di lui aveva rispolverato quel grazioso gazebo dismesso da anni. Era riuscita a ridargli vita e renderlo accogliente.



    Prego prego! Prendete pure posto dove volete, non fa differenza.
    Come ogni esercitazione oggi tratteremo qualcosa di.. estremamente pratico.


    *Affermò l'uomo, prima osservando la gabbia che si muoveva leggermente, poi gli studenti seduti difronte a lui.
    Marcus, ex Tassorosso, non amava molto le lezioni troppo teoriche o dove anche un oggetto come la tipica cattedra lo divideva dagli studenti, decise quindi di sedersi anche lui su uno di quei morbidi cuscini, proprio difronte agli adolescenti che si erano seduti per primi.*

    Intanto che aspettiamo i ritardari ditemi: secondo voi quale può essere l'argomento di oggi?






    OT

    Benvenuti tutti alla nuova esercitazione di Cura delle creature Magiche, alla quale potete postare già da adesso! Very Happy

    Ricordo che tutti gli studenti, di qualsiasi anno scolastico ed età può partecipare. Vi invito però, come detto nel gdr, di non direi di conoscere l'argomento. creiamo un po' suspance nel gioco! Very Happy
    buon divertimento


    @Twili_Fullbusters, @Enrico_Belleri, @Beatrix_Anello, @Nicola_Castiglione, @Edward_Payne, @Giordano_Colombo, @Jeiden_Hatwood, @Ellis_Grint, @Gretchen_Declare, @Christopher_Hoodwink, @Deanerys_Targaryen, @Timothy_Garrett, @Fiamma_Vermelho, @Achilles_Davids, @Yasmine_Holmes, @Angy_Davis, @Leonardo_Alfieri, @Kathrine_Summers, @Jake_Tyler, @Camilla_Canonico, @Livia_Kira, @Elizaveta_Volkova, @Kaycee_Dunn, @Hermy_Grange, @Kathlyn_Sewell, @Miriana_Pilu, @Anastasia_Gray, @Gianna_Fields, @Marina_Lightwood, @Livia_Kira, @Emily_Banks, @Simona_Blake, @Karis_Tenebris, @Maximum_Pitter, @Polaris_Mcright, @Anna_Puckle, @Chicca_London, @Luke_Cerovaz, @Alastor_Umbra, @Oliver_Zambini, @Elisabeth_Boleyn, @Miraha_Gaiamens, @Kate_Luviana, @Helen_Daniels, @Serenity_Hunter, @Elena_Apefrizzola, @Beatrix_Olives, @Samantha_Mitchell, @Opal_Saphirblue, @Fire_Demon, @Damian_Hammers, @Margherita_Uchiha, @Luisa_Welch, @Andrea_Braga, @Hope_White, @Esperanza_Fuentes, @Annalisa_Ziliani, @Debby_Seghezzi, @Valentina_Zanelli, @Amanda_Gomes, @Hattori_Uchiha, @Emily_Parks, @Sylvia_Turner, @Kribja_Armstrong,




    Ultima modifica di Marcus_Largh oltre 6 mesi fa, modificato 3 volte in totale


  • Livia_Kira

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 5
    Galeoni: 701
        Livia_Kira
    Grifondoro
       
       

    *Livia stava correndo giù per le scale per raggiungere l'aula del professor Largh. Aveva indossato un maglione pesante di lana che aveva fatto sua nonna e a cui era molto affezionata, era bordeaux e ricordava molto i colori di Grifondoro, cappello e guanti e una giacca a vento blu. Sapeva che l'aula era all'aperto e lei era sempre stata freddolosa. C'era quel fantastico gazebo riscaldato come le avevano riferito ma aveva preferito non rischiare di battere i denti per tutta la lezione. Arrivò nell'aula di corsa sperando di trovare un posticino vuoto. E disse in direzione dell'uomo con i capelli rossi*

    Buongiorno e scusate il ritardo!

    *Mentre cercava un cuscino libero si rese conto che non faceva affatto freddo e si tolse subito tutta quell'attrezzatura che sarebbe stata adatta forse per una discesa sugli sci. Poi adocchio' una gabbia coperta da un telo. Si sedette di corsa. Spero' che la lezione iniziasse al più presto visto che fremeva dalla curiosita' di scoprire quale creatura si celasse sotto quel telo. Nell'attesa cominciò a fare delle ipotesi. Sicuro era un animale tranquillo visto che non si sentivano rumori ma poi pensò che forse era proprio il telo che lo manteneva tale. Ma che creatura poteva essere? Un uccello forse. Troppo comune si disse. Così si decise ad aspettare pazientemente che il Professore parlasse. *

  • Opal_Saphirblue

    Tassorosso Membro del Consiglio di Hogsmeade Barista 3MDS

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 4
    Galeoni: 25
       
       

    Forza Nox, dammi la cravatta!

    *Una lotta all'ultimo sangue stava avendo luogo nei dormitori di Tassorosso: strega versus gatto. L'oggetto conteso era una cravatta a strisce gialle e nere, tenuta saldamente dalle mani della ragazzina da un'estremità e dalle fauci zannute del felino dall'altra. Quella soleggiata mattina era in programma una esercitazione di Cura delle Creature Magiche e Opal trovava quella materia interessante e stimolante: non voleva assolutamente arrivare in ritardo come al solito. Ma il suo amico peloso stava complicando decisamente le cose.*

    Ti avrei già Schiantato con uno Stupeficium se lo sapessi fare!

    *La strega era proprio spazientita, oltre che ormai fuori dal limite orario concesso. Spazientita, mollò la presa e frugò furbescamente con la mano nella sua sacca dei libri. Il gatto, curioso di sapere se ci fosse un qualche spuntino, lasciò cadere la cravatta per ficcare la testa nella borsa.*

    Fregato!

    *La ragazzina afferrò trionfante l'oggetto e lo annodò al collo prima che il suo contendente lo rivolesse indietro. Uscì quindi dalla stanza facendo una linguaccia al gatto, che miagolò infastidito. Non c'era decisamente tempo per la colazione: a malapena aveva fatto in tempo ad indossare la divisa e spazzolarsi i capelli! Fortunatamente il gazebo dove la lezione si sarebbe svolta era riscaldato: aveva dimenticato il maglione in camera e la sola camicia bianca era troppo leggera per il freddo di Febbraio. Si sedette ansimando accanto ad una giovane Grifondoro: si trattava di Livia, sua compagna di banco nell'esercitazione di Aritmanzia della settimana prima. La salutò con un cenno della mano, per poi rivolgersi al docente.*

    Buongiorno! Scusi il ritardo.

    *Opal entrò proprio mentre il professor Largh stava chiedendo un'ipotesi sull'argomento del giorno. In effetti, una grossa gabbia stava celata sotto un telo. Che cosa avrebbero potuto essere le creature in questione? La ragazzina dai capelli turchini tentò invece una battuta, dato che non aveva idea di cosa potesse trattarsi.*

    Sicuramente non andremo a studiare gli Ippogrifi oggi!

    *Sapeva com'erano fatti quegli animali: piumate teste armate di becchi uncinati e corpi da cavallo dotati di ali. Decisamente troppo grandi per essere contenuti in quella gabbia. Sorrise divertita, mentre gli alunni attendevano di scoprire il vero argomento della lezione.*

    @Marcus_Largh @Livia_Kira



    Ultima modifica di Opal_Saphirblue oltre 6 mesi fa, modificato 1 volta in totale


  • Marina_Lightwood

    Grifondoro Insegnante Responsabile di Casa

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 7
    Galeoni: 1923
       
       

    [DORMITORIO FEMMINILE GRIFONDORO]

    [align=center]*La Domenica mattina era un giorno durante il quale gli studenti, stanchi dopo una settimana di studi, volevano riposarsi e potersi svegliare con calma. Lei, però, non era tra quei studenti dato che il suo orologio biologico, dopo 8 ore di sonno, la costringeva ad alzare dal letto. E quindi si ritrovò alle 9.00 già sveglia, vestita e pronta per scendere a fare colazione. Sapeva che non avrebbe trovato molti studenti in Sala Grande ma, se voleva affrontare l'esercitazione di Cura delle Creature Magiche, avrebbe dovuto mangiare. Così, con tutta la calma possibile, si avviò verso l'uscita del dormitorio con la sua borsa a tracolla sulle spalle.*

    [GIARDINO DI HOGWARTS - Ore 11.03]

    *Il sole brillava in alto nel cielo ed era un piacere attraversare quella distesa d'erba che conduceva dal castello all'aula di Cura delle Creature Magiche. La giornata era cominciata nel migliore dei modi e, quel bel tempo, prometteva davvero bene. Non avrebbe mai rinunciato ad assistere ad una lezione di una delle sue materie preferite, solo per rimanere a letto. Con la mano sulla spalla, per tenere ferma la tracolla che continuava a scivolare, raggiunse in poco tempo il posto in cui si sarebbero riuniti gli studenti, un'aula immersa nella natura con vetrate trasparenti che riparavano dal freddo, ma non sminuivano la magia di poter studiare all'aria aperta. D'altronde come avrebbero potuto fare una lezione di CDCM nel castello, sarebbe stato impossibile e....strano. L'insegnate, il professor Largh, li attendeva seduto su uno dei tanti cuscini che adornavano la stanza. Accanto a lui una gabbia di grandezza media coperta da un velo. Cosa conteneva? La sua curiosità crebbe ancora di più quando alla vista di quell'oggetto.*

    Buongiorno Professore.

    *Salutò l'uomo dai capelli rossi e si accomodò accanto ad una Grifondoro del quarto anno che era in squadra con lei.*

    Ciao Livia, cosa credi che ci sia solo quel velo? Non vedo l'ora di scoprirlo.

    *Dall'altro lato, adagiata su uno dei cuscini, la tassa dai capelli azzurri, Opal, notò che sicuramente non era un ipppogrifo dara la grandezza limitata della gabbia. Era una giusta osservazione! Con un cenno della mano e un sorriso salutò la giovane e, tentò di rispondere alla domanda dell'insegnante.*



    Professore non ci faccia attendere altro, adesso siamo troppo curiose di scoprire cosa c'è lì sotto.

    *Il tono di voce era stato un po' alto, colpa dell'eccitazione che stava provando. Alzò le spalle e sorrise all'insegnante per scusarsi, ma sapeva che avrebbe capito. D'altronde lei amava troppo quelle lezioni per fargliene una colpa.*


    @Marcus_Largh @Livia_Kira, @Opal_SaphireBlue


  • Livia_Kira

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 5
    Galeoni: 701
        Livia_Kira
    Grifondoro
       
       

    *Livia stava seduta aspettando in trepida attesa che la lezione incominciare quando una ragazza, Opal, che aveva seguito con lei la lezione di Aritmanzia la settimana precedente, prese posto vicino a lei. Le faceva piacere vedere volti conosciuti. Questo le avrebbe dato maggior coraggio se avesse dovuto intervenire durante la lezione visto la sua naturale timidezza. Dopo qualche istante poi sopraggiunse Marina, Grifondoro, che l'aveva accolta con grande entusiasmo nella squadra di Quidditch e che, sedendole accanto, le chiese cosa potesse esserci in quella gabbia, nascosto sotto quel telo bianco. Livia non sapeva che pensare e rispose*

    Ciao Marina non ne ho proprio idea. L'unica cosa che mi viene in mente è che possa trattarsi solo di un piccolo animale tale da entrare in gabbia... Pensavo ad un uccello o qualcosa di simile. Sicuro, come ha detto Opal, non sarà un ippogrifo!

    *Livia si sentiva proprio a suo agio fra le due ragazze. L'aria fresca che ogni tanto sentiva le infondeva un senso di tranquillità tale che di qualunque cosa si trattasse non avrebbe avuto alcun timore. In verità c'era qualche animale che un po' la spaventava ma erano dei lontani ricordi di bambina. *

  • Marcus_Largh

    Tassorosso Insegnante Responsabile di Casa

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 9
    Galeoni: 135
        Marcus_Largh
    Tassorosso Insegnante Responsabile di Casa
       
       

    *Marcus rimase in attesa delle supposizioni degli studenti presenti alla sua esercitazione di quel giorno. A prendere la parole, per prima, fu un ragazza appartenente alla casata di Tassorosso, si chiamava Opal.*

    Sicuramente non andremo a studiare gli Ippogrifi oggi!

    *Disse la ragazza dai caratteristici capelli celesti provocando una risata nei suoi compagni e nel professore difronte a lei.*

    Mai dire mai.

    *Affermò il docente strizzando l'occhio destro. Magari aveva sottoposto ad un incantesimo rimpicciolente le creature citate dalla studentessa, appartenuta alla stessa casata che aveva accolto Marcus tempo prima
    Il professore ascoltò le congetture degli altri studenti, terminando con la voce del prefetto di Grifondoro che esortava nello scoprire cosa ci fosse sotto il telo che proteggeva la gabbia, stranamente, silenziosa.*

    Professore non ci faccia attendere altro, adesso siamo troppo curiose di scoprire cosa c'è lì sotto.

    Va bene, visto che siete impazienti vi rivelo subito la creatura di oggi.

    *A quelle parole l'uomo si alzò e si avvicinò alla gabbia.
    Fino a qualche minuto prima della lezione le creature all'interno della magica gabbia avevano emesso i loro tipici suoni e gridolini, ma da quando Marcus li aveva coperti con il telo avevano smesso di emettere qualsiasi tipo di suono e movimento.
    Sapeva che la creatura scelta per l'esercitazione di quel giorno avrebbe attirato molto l'attenzione degli adolescenti, era una creatura che non si poteva non amare.*

    La creatura di oggi è.. Anzi LE creature di oggi SONO... *Il docente lasciò un attimo di suspance e, solo dopo, tolse il telo.* I Crup.

    *Fu proprio in quel momento che gli sguardi degli studenti si posarono sui piccoli cuccioli. Ce n'erano esattamente cinque, e tutti e cinque erano vivacissimi. Quando Marcus tolse il telo che li teneva calmi i piccoli Crup iniziarono ad abbaiare e scodinzolare.



    Allora: un cucciolo ad Opal, uno a Livia, uno a Marina.. E uno anche a me.

    *Affermò Marcus prendendo in braccio,, uno alla volta, i cuccioli e "consegnandoli" ai partecipanti all'esercitazione. I Crup presenti a quella speciale lezione erano ancora dei piccoli cuccioli, avevano bisogno di affetto e le ragazza difronte a lui erano le persone perfette.
    Solo dopo l'uomo tornò a sedersi sul morbido cuscino.*

    Cosa notate di strano nell'aspetto del Crup?

    *Domandò curioso il professore di Cura delle Creature Magiche mentre accarezzava il piccolo esemplare di canide. Una cosa in assoluta saltava subito all'occhio, oltre alla somiglianza con un altro animale ma di origine babbana.*

    @Livia_Kira, @Opal_Saphirblue, @Marina_Lightwood,


  • Marina_Lightwood

    Grifondoro Insegnante Responsabile di Casa

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 7
    Galeoni: 1923
       
       

    *Non vedeva l'ora che quel telo venisse sollevate e, se il professore non si fosse sbrigato, avrebbe provveduto a farlo scivolare via... non di proposito, naturalmente! Stava già pensando di lanciare un incantesimo, quando l'insegnante parlò.*

    Va bene, visto che siete impazienti vi rivelo subito la creatura di oggi.

    *Un sospiro di sollievo uscì dalla sua bocca; era possibile che amasse così tanto le creature magiche che non riusciva a resisterne nemmeno a una? Sorrise a quel pensiero, mentre il professor Largh si avvicinava alla gabbia e, con una lentezza esasperante, tirava via quel drappo dalla gabbia. Un gridolino eccitato seguito da un "Awww" fu quello che Marina disse alla vista di quello che conteneva quella gabbia metallica. *

    La creatura di oggi è.. Anzi LE creature di oggi SONO.... I Crup

    *Con le mani in avanti, la grifa continuava a muoverle per reclamare uno di quei cuccioli. Avrebbe voluto tenerlo tra le mani, accarezzarlo, coccolarlo, stringerlo a sé. Fortunatamente l'insegnante non le fece attendere e, prendendoli, consegnò un Crup per ogni studentessa presente in aula. Quando l'animale le fu messo tra le braccia, Marina cominciò a grattarle la pancia e, avvicinandolo al viso, si strofinò contro il suo pelo bianco contornato da chiazze marroncine. Aveva sentito parlare di quegli animali, molto devoti ai maghi, ma feroci con i babbani.*

    Cosa notate di strano nell'aspetto del Crup?

    *Chiese poco il professore di Cura mentre si accomodava su uno di quei cuscini. La diciassette alzò prontamente la mano e, dopo essersi schiarita la voce, parlò.*



    Professor Largh, sicuramente la prima cosa che salta all'occhio è la sua somiglianza con il cane, animale gabbano, in particolare somiglia molto ad un Jack Russell Terrier, mia nonna ne aveva un esemplare di nome James. Però la cosa "strana", se così possiamo dire, è la coda biforcuta.

    *Spiegò quella che secondo lei era la risposta alla domanda dell'insegnante e, ritornando a coccolare quel cucciolo, attese che quello le dicesse se avesse risposto in modo corretto o sbagliato.*


    @Livia_Kira, @Opal_Saphirblue, @Marcus_Largh,


  • Livia_Kira

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 5
    Galeoni: 701
        Livia_Kira
    Grifondoro
       
       

    *Livia trattenne il respiro mentre il telo veniva alzato ma per fortuna non si trattava di nulla di spaventoso e viscido... Non amava particolarmente i serpenti. Invece si trattava di cuccioli tenerissimi molto simili a cuccioli di cane che i babbani spesso tengono in casa. L'unico particolare era la coda che terminava con una biforcazione. Livia si chiese come mai. Anche Marina l'aveva notato e subito lo disse al Professore. Livia penso' di ripetersi ma anche di chiedere se avesse un'utilita' particolare. Intanto prese il cucciolo in braccio. Era così tenero, morbido e veramente affettuoso. Poi disse*

    Professore somigliano molto ai cuccioli di cane che troviamo nel mondo babbano ma hanno questa piccola coda biforcuta. Per caso serve a qualcosa in particolare?

    *Forse era una domanda sciocca ma quel particolare la incuriosiva molto. Intanto il suo cucciolo si era accoccolato sulle sue ginocchia e sembrava proprio trovarsi a suo agio.*

  • Jeiden_Hatwood

    Serpeverde

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 6
    Galeoni: 1014
       
       

    DORMITORIO SERPEVERDE.

    *Quella mattina Jey ebbe serie difficoltà ad alzarsi, per quanto fosse mattiniero per i suoi numerosi impegni, ebbe una notevole difficoltà in quell'occasione.
    Balzò giù dal letto preparandosi alla svelta, aveva una lezione di cura delle creature magiche e l'ultima cosa che voleva, era far infuriare il professore scaraventandogli dietro qualche creatura strana e famelica.
    Uscì di fretta dal dormitorio delle serpi, quasi correndo si catapultò fuori dal castello con la cravatta scombinata ed il mantello praticamente quasi sceso sulle spalle, una corsa mattutina era proprio quello che non ci voleva al giovane Hatwood.*

    GIARDINO DI HOGWARTS
    *Fortunatamente era arrivato in tempo, notò che alcuni suoi compagni o meglio, compagne, erano già pronte per la lezione del giorno, prese posto a metà fila notando sua sorella ed Opal intente a capire cosa vi fosse sotto il telo.
    Il ragazzo salutó educatamente il professore cercando di ritrovare un giusto battito cardiaco, aspettando che il rossore per la corsa, sparisse dal suo viso e ricomponendosi per quanto possibile la sua divisa in disordine.
    Tirò fuori il necessario per la lezione, doveva impegnarsi e studiare a dovere se voleva passare i G.U.F.O. in quella materia.
    Scrutò attentamente la gabbia senza ipotizzare minimamente cosa vi fosse all'interno, sperava vivamente tuttavia che l'ospite fosse pericoloso e con gli occhi iniettati di sangue.
    Fu quando il professore tirò via la copertura che il ragazzo fece una faccia perplessa alzando gli occhi al cielo, guardando le ragazze intenerirsi per i cuccioli di Crup che il professore aveva portato per quella lezione.
    Si mise a braccia conserte mentre aspettava la spiegazione, sapeva che al di là dei suoi gusti personali, quella creatura sarebbe rientrata nei quesiti dell'esame, perciò doveva impegnarsi.*

    @Marina_Lightwood @Marcus_Largh @Opal_Saphirblue



    Ultima modifica di Jeiden_Hatwood oltre 6 mesi fa, modificato 1 volta in totale


  • Opal_Saphirblue

    Tassorosso Membro del Consiglio di Hogsmeade Barista 3MDS

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 4
    Galeoni: 25
       
       

    *La giovane Tassorosso, dopo aver tentato di rispondere al professore con una battuta, notò entrare ed accomodarsi la Grifa dai lunghi capelli scuri, Marina. Tratteneva una pesante tracolla sulla spalla e, sedutasi su un cuscino, sollecitò il docente a scoprire la gabbia, dato che le studentesse ormai scalpitavano dalla curiosità. Un rapido gesto e voilà! Opal rimase scioccata per un secondo: la lezione si chiamava Cura delle Creature Magiche no? E perché mai avrebbero dovuto studiare degli innocui cagnolini? Erano cinque, cinque soffici e scodinzolanti batuffoli di pelo chiazzato. Accalcati tra loro, abbaiavano in continuazione senza il telo a proteggere e oscurare le inferiate della gabbia. Il professor Largh consegnò con un sorriso una creaturina a ciascuna alunna: Marina tendeva bramosamente le mani, ansiosa di stringere il cucciolo al petto, mentre Livia accolse incuriosita la bestiola tra le ginocchia, dove quella si accoccolò teneramente. Solo in quel momento la Tassetta fu in grado di osservare le creature da ogni lato: quelle codine biforcute non erano un attributo comune per dei cani... Una lampadina si accese tra i suoi capelli celesti: ma certo, si doveva trattare di alcuni esemplari di Crup! Essendo suo padre magizoologo, Opal aveva avuto modo di osservare da vicino numerose creature magiche, poiché spesso accoglievano a casa animali feriti in alcune gabbie speciali nel laboratorio del padre. Quando i pazienti si rimettevano in sesto venivano nuovamente trasferiti nel loro habitat naturale. Le mani di Opal furono invase dalla pelliccia del Crup affidatole dal docente: la giovane non aveva una passione sconfinata per i cani, preferiva di gran lunga i felini, ma quei piccini erano così soffici e morbidosi da rendere impossibile non essere sedotti dalla loro dolcezza... In quel momento, Opal percepì un movimento alla porta del gazebo. Si voltò per capire chi fosse. Jeiden fece irruzione nella classe, un po' scosso forse dalla sveglia mattutina. La ragazzina gli fece un cenno di saluto, sorridendo per la sua faccia ancora un po' assonnata, ma già contratta nella sua classica espressione. Fu divertente vedere come le ragazze si affannavano a coccolare i cagnolini magici mentre lui non sembrava affatto intenerito dal suo animaletto. La Tassa si concentrò di nuovo sul suo cagnetto: era bianco con alcune macchie sul musetto color cioccolato, e due code che fremevano frenetiche. Sentendo l'odore di gatto nei suoi vestiti, il Crup non fu proprio affettuoso all'inizio, ma dopo decise di considerare le ginocchia di Opal come un morbido cuscino sul quale appisolarsi. La ragazza sperava che il professore della sua casa iniziasse l'esercitazione, temendo un sonoro russare del suo compagno di lezione peloso, che avrebbe valso l'ennesima figuraccia. Ed ecco Marina rispondere alla domanda dell'insegnante da una strega attenta e perspicace: le due code erano ciò che saltava più all'occhio come differenza tra cani babbani e Crup. Giusto. La Tassa pensò alle sue esperienze di quando ancora viveva in Irlanda e cercò di aggiungere dettagli all'argomento.*

    Ma, dato che sono aggressivi nei confronti dei babbani, non si dovrebbe recidere loro la coda per legge?

    *Pose l'informazione sotto forma di domanda: non le piaceva apparire come una saputella, nonostante fosse certa di quello che diceva. Grattò il mento morbido della creaturina: quella lezione si stava facendo via via più intrigante...*

    @Marcus_Largh @Livia_Kira @Marina_Lightwood @Jeiden_Hatwood

  • Marcus_Largh

    Tassorosso Insegnante Responsabile di Casa

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 9
    Galeoni: 135
        Marcus_Largh
    Tassorosso Insegnante Responsabile di Casa
       
       

    Esattamente, cinque punti per le casate di tutti quanti sono intervenuti, anche lei signorina Saphirblue.

    *Affermò l'uomo mentre accarezzava il piccolo Crup che teneva tra le gambe.
    L'uomo amava il suo lavoro di magizoologo e voleva trasmettere la passione per creature Magica a tutti gli studenti che frequentavano le sue lezioni, dallo studente del primo anno allo studente del settimo e ultimo anno scolastico.*

    Come avete notato in molti, il Crup, assomigliava molto a un Jack Russell Terrier, razza canina babbana, tranne per il fatto che un Crup aveva una coda biforcuta. Sono, come potete immaginare creature di creazione magica.
    I proprietari di Crup erano tenuti dalla legge magica britannica a rimuovere la coda biforcuta dell'animale quando ha tra le sei e otto settimane circa... Proprio come i nostri cuccioli.


    *Disse il professor Largh, quel giorno infatti non solo si sarebbero limitati a parlare delle creature in questione, ma gli studenti più grande avrebbero potuto aiutare il docente con gli incantesimi Amputanti sulle codine dei piccoli animaletti scodinzolanti.*

    Oggi infatti useremo l'incantesimo Amputante per recidere la coda biforcuta. Ovviamente dato che si tratta di un incanto di difficoltà media non tutti voi potrete eseguirlo.

    Prima però vorrei finire la parte teorica se siete d'accordo.
    Terminiamo raccontando che per possedere un Crup è necessaria una licenza rilasciata dal Ministero della Magia,
    in particolare dal Dipartimento per la Regolamentazione e controllo delle creature magiche.
    Questo perché? Perchè il crup riesce a riconosce un Babbano solo dal fiuto. Non esistono testimonianze di gravi problemi riguardo i Crup, l'unico riguarda Thornton Harkaway, Presidente del Magico Congresso dell'America nel 1760 e allevatore di Crup.


    *Iniziò a spiegare l'uomo.
    Ma chi era davvero Thornton? Il signor Harkaway, come raccontato in precedenza, era un allevatore di crup e il suo branco era assai numeroso. Fu il proprio il suo branco ad abbaiare all'impazzata contro dei No-Mag della Virginia. Abbaiarono per ben due giorni consecutivi, quell'"incidente" ebbe diverse ripercussioni sul mago attempato.*

    Detto questo torniamo all'incantesimo amputante.
    Dovete tenere la bacchetta fissa e immobile vicino alla coda dell'animale e pronunciare RECIDO. Tranquilli i Crup non sentiranno nulla.


    Citazione:
    RECIDO
    Descrizione: serve per tagliare parti del corpo a persone o animali in modo indolore
    Tipo: incantesimo curativo
    Durata: istantanea
    Consigliato: per amputare parti del corpo irrimediabilmente compromessi in modo indolore e senza che ci siano rischi di emorragie o di infezioni
    Avvertenze: si consiglia di ricorrere a questo incantesimo solo nei casi in cui ogni altra soluzione non sia praticabile: infatti, le parti del corpo recise magicamente non possono essere fatte ricrescere in nessun modo
    Livello Minimo Consigliato: 6


    *Affermò il docente dimostrando, agli studenti dal sesto anno in su, come fare a recidere la coda del Crup. Ci sarebbero riusciti gli studenti? Lui ne era sicuro, conosceva gli alunni difronte a sè e conosceva le loro abilità.*


    @Jeiden_Hatwood, @Livia_Kira, @Opal_Saphirblue, @Marina_Lightwood,


  • Livia_Kira

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 5
    Galeoni: 701
        Livia_Kira
    Grifondoro
       
       

    *Livia osservava gli studenti più'anziani nell' attesa di vedere se riuscissero ad eseguire l'incantesimo Recido. Un po' le dispiaceva per quei piccoli cuccioli ma sapeva che per loro sarebbe stato indolore e tuttavia era una cosa necessaria. Osservò Marina che era accanto a lei e a bassa voce le chiese*

    Sei pronta? Ti invidio molto... Purtroppo per me è un incantesimo troppo difficile ma tifo per te!

    *Livia intanto tirò fuori il suo taccuino e cominciò ad appuntarsi tutte le indicazioni dell'incantesimo Recido che il professore aveva fornito. Il suo libretto conteneva solo incantesimi, molti dei quali mai sperimentati ma era per Livia un libro preziosissimo che custodiva gelosamente. Era un regalo della mamma. Glielo aveva dato prima di partire per Hogwards. Diciamo che era una tradizione di famiglia. Sua nonna aveva fatto lo stesso con lei e così via. Ognuno poteva scrivervi quello che riteneva più importante e Livia non se lo era fatto ripetere due volte.*

  • Marina_Lightwood

    Grifondoro Insegnante Responsabile di Casa

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 7
    Galeoni: 1923
       
       

    *Le veniva naturale occuparsi degli animali, come con le persone; quasi si annullava se vedeva qualcuno bisognoso di aiuto. Non era il caso di quel cucciolo che teneva tra le braccia che era in perfetta salute e desideroso di coccole. Il professor Largh confermò quanto lei aveva detto, ossia la somiglianza dei Crupi con i Jack Russell Terrier e la loro particolare coda biforcuta. Proprio quella coda poteva arrecare seri danni ai babbani, odiati da quegli animali di creazione magica che riuscivano a percepirne la presenza solo col fiuto. Per questo era stato imposto a chiunque ne volesse possedere un esemplare di amputare una coda in modo da rendere innocuo il cucciolo. Era proprio quello che avrebbero dovuto fare quel giorno, amputare una delle due code ai cucciolo che avevano tra le braccia. Marina impallidì; sapeva che, essendo questa pratica diffusa anche tra i babbani, i cuccioli provavano dolore e, il solo fatto di infliggerglielo a quei piccoli animali, la fece sentire male. Si sarebbe tirata indietro, a costo di prendere un brutto voto, ma non avrebbe mai provocato dolore a quelle creature.*

    Tranquilli i Crup non sentiranno nulla.

    *L'insegnante sembrò rispondere al suo pensiero inespresso e, quelle parole, calmarono la ragazza che, visibilmente sollevata, ritornò a concentrarsi sul compito che le era stato assegnato. Ripetè mentalmente le istruzione che il professore le aveva impartito.*

    Tenere la bacchetta fissa e immobile vicino alla coda dell'animale

    *Accarezzò delicatamente le orecchie di quel cucciolo in modo da farlo stare buono e calmo tra le sue gambe. Puntò la bacchetta alla coda che, fortunatamente, in quel momento non scodinzolava. Le parole della sua compagna di casata, Livia, la tranquillizzarono; lei credeva in Marina e tifava per lei. Sorrise alla quindicenne e tornò a concentrarsi sull'animale. Pensò che quello che stava per fare era per il bene di essere umani, babbani proprio come i suoi genitori adottivi. Quello la rinforzò, aveva uno scopo, evitare che i crup facessero del male a delle persone indifese. Tenne ferma la bacchetta sulla coda da amputare e, in modo chiaro, pronunciò la formula dell'incantesimo.*

    RECIDO

    *La coda cadde e il piccolo Crup, fermo, sembrava non aver risentito di nulla. La cosa che più le importava erano le condizioni della creatura e, non contenta della sua valutazione riguardo la saluta dell'animale, chiese al suo insegnante.*



    Professore può controllare se il cucciolo sta bene?



    @Jeiden_Hatwood, @Livia_Kira, @Opal_Saphirblue,@Marcus_Largh,


  • Opal_Saphirblue

    Tassorosso Membro del Consiglio di Hogsmeade Barista 3MDS

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 4
    Galeoni: 25
       
       

    *Dopo aver spiegato la teoria riguardo l'incantesimo di recisione indolore per le code di Crup, l'insegnante sollecitò gli studenti più esperti a provare a pronunciare "Recido" per aiutarlo a sistemare quei piccoli strani cagnolini. Opal sapeva infatti che queste creature dovevano per legge possedere una sola coda, poiché la loro aggressività nei confronti dei babbani era tanto accentuata da essere pericolosa. Meglio farli somigliare a dei semplici e innocui Jack Russell. La ragazzina sbuffò tra sé e sé: ma perché solo i maghi dal sesto anno in su potevano tentare l'incantesimo? Non che morisse dalla voglia di amputare una parte del corpo a quei batuffolini, ma l'aveva visto fare molte volte dal padre nel suo laboratorio ed era curiosa di scoprire se il mago le avesse trasmesso il gene della magizoologa. Si sedette con il mento appoggiato alle ginocchia e le labbra leggermente imbronciate, voltandosi verso una Marina intenta a concentrarsi.*

    RECIDO

    *La punta della bacchetta era immobile e il suo sguardo fisso sull'obiettivo: la coda infatti si staccò senza problemi e il piccolo Crup si girò a guardare la strega dai capelli corvini, scodinzolando ora come tutti i comuni canidi della Terra. Opal diede inizio ad un lieve applauso per la ragazza, del resto era riuscita in una magia definita dal docente difficile al primo colpo! Si complimentò sottovoce con la ragazza.*

    Ottimo lavoro!

    *Quindi aprì il blocco per appunti e segnò rapidamente le procedure dell'incantesimo amputante con la sua penna giallo canarino. Quando ebbe terminato di fare la brava studentessa, accarezzò la codina in più dell'animale magico assegnatole, aspettando che qualche altro compagno si cimentasse nell'esercizio o che il professor Largh proseguisse con la lezione.*

    @Marina_Lightwood @Livia_Kira @Jeiden_Hatwood @Marcus_Largh


Vai a pagina 1, 2  Successivo