Hogwarts - 4° Piano
Hogwarts - 4° Piano


  • Stefano_Draems

    Fondatore Amministratore Ministro Ad Honorem Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 16
    Galeoni: 584673
       
       



    Role Aperta da Emma_Williams


  • Emma_Williams

    Corvonero Giornalista Membro del Consiglio di Hogsmeade

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 5
    Galeoni: 105
        Emma_Williams
    Corvonero Giornalista Membro del Consiglio di Hogsmeade
       
       

    [SALA GRANDE]

    *Emma stava finendo di fare cena. Quella sera aveva mangiato abbondantemente con: pollo arrosto, un panino ed ora stava mangiando una macedonia di frutta. Era una delizia, non ne aveva mai assaggiata una durante le cene o o pranzi ad Hogwarts. Di solito come dolce preferiva una fetta di torta oppure una ciambella. Mentre mangiava la macedonia si ricordò di una cosa:*

    Oh caspita, domani sarà il compleanno di mia madre ed io non so cosa regalarle...

    *Se ne era proprio dimenticata. Con tutte le lezioni è i compiti non le era venuto in mente.*



    Magari se le regalerò il mio quaderno con i disegni di Hogwarts, la renderò felice.

    *Si era portata la borsa, allora prese un foglio di pergamena e scrisse con una penna d'oca:*

    Julie Blue Williams, Italia, Via Dei Gufi, numero 14.
    Buon compleanno mamma!!! Nel pacchetto c'è un regalo per te... Spero che ti piaccia.
    Con affetto, la tua Emma.

    *Prese il quaderno e lo incartò con un foglio di pergamena. Dopodiché andò nella guferia per dare il biglietto ed il pacchetto alla sua candida civetta Giulia.*

    [GUFERIA]

    *Dentro la guferia tanti gufi e civette andavano quà e là.*

    Lumos!

    *Emma prese la bacchetta per vedere dove fosse la sua piccola Giulia. La trovò in mezzo a due gufi color marrone. Giulia stava dormendo, ed Emma non la voleva disturbare, ma voleva spedire in tempo il suo regalo alla madre. Quindi si avvicinò a Giulia, le fece una carezza sulla piccola testa e la civetta si svegliò. Emma le disse:*

    Giulia, porta questo a mia madre... Fai in fretta, mi raccomando!



    *Ed Emma guardò la piccola civetta che si allontanava. Spedito il pacco, pensò di andare in uno di quei posti che più la affascinavano: la Biblioteca.*

    [BIBLIOTECA]

    *Dentro la biblioteca c'erano tantissime persone, ed i posti ai tavoli non ne erano rimasti molti. Allora Emma prese un libro che aveva da sempre voluto leggere: Le Fiabe di Beda il Bardo. Un libro che narrava cinque storie belle di maghi, tutte con una morale. Emma aveva sempre sentito parlare molto di quel libro, e quella sera aveva deciso di leggerlo.*



    *Preso il libro da uno scaffale, si girò e vide Serenity seduta, allora Emma le disse:*

    Buonasera Serenity, potrei sedermi qui vicino a te?

    @Serenity_Hunter

  • Serenity_Hunter

    Corvonero Insegnante Responsabile di Casa

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 7
    Galeoni: 1066
       
       

    *Da più di un'ora Serenity non faceva altro che leggere assorta nei suoi pensieri un libro di Astronomia che la bibliotecaria le aveva prestato cordialmente. Seduta in solitaria su di un bancone fiocamente illuminato ogni tanto interrompeva la lettura per scribacchiare qualcosa nel suo taccuino in tutta fretta. Erano appunti sulle lezioni di Astronomia che aveva seguito a Hogwarts e molti di essi riguardavano i pianeti, il Sole e la Luna.*

    Questo libro è magnifico.

    *Accarezzò distrattamente il dorso consunto del tomo: i libri le raccontavano sempre una storia al solo sguardo, amava sfogliarli e annusarne il profumo tipico di pergamena vergata d'inchiostro. Dalle condizioni abbastanza precarie di quel prezioso libro - le pagine ingiallite dal tempo rischiavano di lacerarsi da un momento all'altro - si poteva dedurre che non era certo rimasto su di uno scaffale a prendere polvere. Gli eloquenti segni di ditate erano ovunque, per cui qualcuno nelle generazioni passate, probabilmente un docente della materia o studente come lei, si era rintanato in biblioteca a carpirne i segreti. Dal vociare che poteva udire intorno a sè la castana sapeva di non essere sola in un certo senso: alzando appena lo sguardo dalle pagine poteva benissimo scrutare i due Serpeverde a due banchi da lei intenti a svolgere un tema di chissà quale materia e un Corvonero occhialuto immerso nella lettura di Pozioni Avanzate. Probabilmente vi erano altri studenti nei dintorni oltre a quelli che riusciva a distinguere ma Serenity non se ne curò, in quel momento non era in cerca di compagnia. A suo giudizio la biblioteca era un luogo sacro e le piaceva anche quando era deserta, ricca di scaffali e scaffali carichi di altrettanti libri.
    Dopo cena non aveva ancora voglia di dormire, perciò si era rintanata lì almeno finché l'orario di chiusura non lo consentiva. *



    Molto più grande di quella a casa mia.

    *Si ritrovò a pensare suo malgrado la giovane, mentre riandava indietro nel tempo al ricordo del suo nono compleanno quando le fu regalato il suo primo libro. Ricordava ancora la felicità nello scartare il sottile pacchetto azzurro e l'esclamazione di gioia alla vista dell'edizione tascabile de "La Bella e la Bestia", una favola babbana che nel mondo magico poteva addirittura essere scambiata per una malattia dato l'inconsueto nome. Suo padre aveva sorriso e lo aveva riposto in uno degli scaffali più alti della piccola libreria a muro che adornava il soggiorno, con la promessa che quel posto sarebbe stato suo e di nessun altro. Dopo pochi mesi altri cinque libri si erano aggiunti alla collezione e aumentavano sempre più finché lo spazio a lei dedicato non si limitò più a un singolo scaffale.in alto. Un piccolo sorriso illuminò il viso della Corvonero a tale pensiero mentre riprese il suo lavoro certosino.
    Stava per ultimare il tutto quando si senti chiamare da una voce gentile. Anche senza alzare di poco il capo Serenity avrebbe compreso a chi appartenesse. Rimase comunque stupita nel vedere Emma, una sua compagna di Casa, essere in biblioteca a quell'ora.*

    Buonasera a te Emma. Anche tu hai avuto l'ispirazione per una lettura dopo cena?

    @Emma_Williams,


  • Emma_Williams

    Corvonero Giornalista Membro del Consiglio di Hogsmeade

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 5
    Galeoni: 105
        Emma_Williams
    Corvonero Giornalista Membro del Consiglio di Hogsmeade
       
       

    [BIBLIOTECA]

    *Emma si accorse che Serenity aveva alzato poco la testa dal libro. Forse il libro la interessava molto, o forse aveva riconosciuto l'inconfondibile voce di Emma Williams. Una voce calma e piuttosto veloce nel parlare. Il libro che stava leggendo la Corvonero vicino a Emma era sicuramente un libro di astronomia, lo si poteva vedere dalla copertina. Serenity stava prendendo appunti di quello che leggeva. Emma si accorse che forse aveva interrotto Serenity. Comunque si mise seduta ed appoggiò il libro sul tavolo. La osservò bene: una Corvonero bruna con splendidi occhi azzurri le disse se Emma era venuta in biblioteca per una lettura dopo cena. Emma fu felice di rispondere alla ragazza del settimo anno.*

    Si. Non ho mai letto questo libro e questa sera ho pensato di leggerlo... Ehm, scusa, non ti volevo interrompere!

    *Emma si guardò attorno e vide molti volti conosciuti. Scaffali e scaffali di libri si trovavano in quella stanza, pieni di polvere, probabilmente in attesa di essere spolverati. Emma aprì il libro alla prima pagina ed intanto pensò al prossimo libro che avrebbe preso in prestito dalla biblioteca, sarebbe stato di sicuro gli Animali Fantastici: dove trovarli. Un libro che lei voleva leggere da quando aveva ricevuto la sua lettera da Hogwarts. Non vedeva l'ora di essere al terzo anno per fare Cura delle Creature Magiche, assieme a Divinazione ed altre materie. Un ricordo le saltò in mente:*

    [INIZIO FLASHBACK]

    *Emma era seduta su una sedia in casa e teneva tra le mani una lettera arrivata da qualche minuto.*
    Mamma, mamma hai visto che anche io ho ricevuto la mia lettera da Hogwarts?
    *Era arrivata quel giorno, il 31 luglio. Era un compleanno bellissimo per Emma, stava spegnendo le candeline sulla torta che aveva preparato la mamma. Aspettava con impazienza quella lettera. Questo spiegava tutto: perché quando andava con la sua amica Alice alla gelateria succedevano cose inspiegabili che solo lei, Matilde, Chiara e Viola potevamo fare. In uno di quei giorni stava mangiando un gelato con Alice dentro la gelateria, ma ad un certo punto le lampadine del lampadario esplosero perché Emma era furiosa... Alice dopo un po' che succedevano quelle cose cominciò ad allontanarsi da Emma e la prendeva in giro come altri ragazzi... Ma finalmente quel giorno era arrivata.*
    Voglio fare la magizoologa da grande mamma! Sai chi è un magizoologo? Matilde mi ha raccontato che si occupa delle creature magiche.
    *La madre di Emma passeggiava qua e la nel salotto, preoccupata... *
    Anzi, no... Voglio essere ministro della Magia da grande, cos'hai mamma?
    *Non sapeva perché sua madre fosse preoccupata, forse era lei? No, anche le sue due sorelle erano maghe...

    [FINE DEL FLASHBACK]

    *Emma si ricordò di quel giorno, il 31 luglio. Il compleanno più bello di tutta la sua vita... Abbassò lo sguardo per vedere cosa stava facendo intanto Serenity.*

    @Serenity_Hunter



    Ultima modifica di Emma_Williams oltre 6 mesi fa, modificato 3 volte in totale


  • Emma_Williams

    Corvonero Giornalista Membro del Consiglio di Hogsmeade

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 5
    Galeoni: 105
        Emma_Williams
    Corvonero Giornalista Membro del Consiglio di Hogsmeade
       
       

    [BIBLIOTECA]

    *Emma vide che Serenity alzò poco la testa dal libro per vedere chi l'aveva chiamata. A quanto pare aveva riconosciuto l'inconfondibile voce di Emma Williams. Il libro che stava leggendo la Corvonero seduta al tavolo era sicuramente un libro di astronomia. Emma prese posto al tavolo vicino a Serenity in attesa della risposta della Corvonero del settimo anno. Intanto Emma posò il libro "Le Fiabe di Beda il Bardo" sul tavolo e inquadrò meglio Serenity. Una ragazza bruna con occhi di colore celeste. Emma è Serenity si erano incontrate diverse volte, ma avevano parlato poco e quindi Emma era curiosa, voleva sapere molte più cose su quella ragazza Corvonero come Emma.*

    Buonasera a te Emma. Anche tu hai avuto l'ispirazione per una lettura dopo cena?

    *Quelle furono le parole che uscirono dalla bocca di Serenity. Emma, raggiante come sempre, sorrise alla Corvonero accanto a lei e fu felice di risponderle. Ma non voleva farle tante domande come aveva fatto con Elena. Voleva prendere un po' più di confidenza con altri studenti di Hogwarts. Quell'anno non aveva fatto molte amicizie con studenti del suo stesso anno, ma più che altro con ragazze Corvonero più grandi di lei.*

    Si. Non ho mai letto questo libro ma ne ho sentito parlare molto. Così questa sera ho deciso di leggerlo. Il tuo è un libro di astronomia, se non mi sbaglio. Sai, astronomia è una delle mie materie preferite.

    *Emma su era presentata a Serenity un po'. Quell'anno voleva essere più aperta alle nuove amicizie. Non voleva dimostrarsi più timida di quanto fosse, anche se era una gran chiacchierona! Più in lontananza c'erano volti che Emma riconobbe subito; ma non volle andare da loro, quella sera voleva parlare con Serenity. Emma non si era mai accorta di quanti scaffali ci fossero nella biblioteca, anche se ci era andata tantissime volte. La prossima volta che sarebbe andata in biblioteca avrebbe preso in prestito, sicuramente, un libro che la affascinava: Animali Fantastici: dove trovarli. Certe volte pensava che voleva essere al terzo anno, così avrebbe potuto frequentare le lezioni di cura della creature magiche, perché a lei piaceva o molto gli animali magici. Una volta Emma aveva pensato che forse, un giorno, avrebbe potuto diventare magizoologa; ma dopo cinque minuti aveva cambiato idea. Eh si, Emma era una ragazza un po' strana.*

    @Serenity_Hunter

  • Emma_Williams

    Corvonero Giornalista Membro del Consiglio di Hogsmeade

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 5
    Galeoni: 105
        Emma_Williams
    Corvonero Giornalista Membro del Consiglio di Hogsmeade
       
       

    [BIBLIOTECA]

    *Emma vide che Serenity alzò poco la testa dal libro per vedere chi l'aveva chiamata. A quanto pare aveva riconosciuto l'inconfondibile voce di Emma Williams. Il libro che stava leggendo la Corvonero seduta al tavolo era sicuramente un libro di astronomia. Emma prese posto al tavolo vicino a Serenity in attesa della risposta della Corvonero del settimo anno. Intanto Emma posò il libro "Le Fiabe di Beda il Bardo" sul tavolo e inquadrò meglio Serenity. Una ragazza bruna con occhi di colore celeste. Emma è Serenity si erano incontrate diverse volte, ma avevano parlato poco e quindi Emma era curiosa, voleva sapere molte più cose su quella ragazza Corvonero come Emma.*

    Buonasera a te Emma. Anche tu hai avuto l'ispirazione per una lettura dopo cena?

    *Quelle furono le parole che uscirono dalla bocca di Serenity. Emma, raggiante come sempre, sorrise alla Corvonero accanto a lei e fu felice di risponderle. Ma non voleva farle tante domande come aveva fatto con Elena. Voleva prendere un po' più di confidenza con altri studenti di Hogwarts. Quell'anno non aveva fatto molte amicizie con studenti del suo stesso anno, ma più che altro con ragazze Corvonero più grandi di lei.*

    Si. Non ho mai letto questo libro ma ne ho sentito parlare molto. Così questa sera ho deciso di leggerlo. Il tuo è un libro di astronomia, se non mi sbaglio. Sai, astronomia è una delle mie materie preferite.

    *Emma su era presentata a Serenity un po'. Quell'anno voleva essere più aperta alle nuove amicizie. Non voleva dimostrarsi più timida di quanto fosse, anche se era una gran chiacchierona! Più in lontananza c'erano volti che Emma riconobbe subito; ma non volle andare da loro, quella sera voleva parlare con Serenity. Emma non si era mai accorta di quanti scaffali ci fossero nella biblioteca, anche se ci era andata tantissime volte. La prossima volta che sarebbe andata in biblioteca avrebbe preso in prestito, sicuramente, un libro che la affascinava: Animali Fantastici: dove trovarli. Certe volte pensava che voleva essere al terzo anno, così avrebbe potuto frequentare le lezioni di cura della creature magiche, perché a lei piaceva o molto gli animali magici. Una volta Emma aveva pensato che forse, un giorno, avrebbe potuto diventare magizoologa; ma dopo cinque minuti aveva cambiato idea. Eh si, Emma era una ragazza un po' strana.*

    @Serenity_Hunter