Hogsmeade
Hogsmeade


  • Stefano_Draems

    Fondatore Amministratore Ministro Ad Honorem Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 16
    Galeoni: 584673
       
       



    Role Aperta da Margareth_Davies


  • Margareth_Davies

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 1
    Galeoni: 173
       
       

    *Margareth_Davies entrò nel bar Tre Manici di Scopa e vide @Opal_Saphirblue lavorare dietro il bancone. Si avvicinò per ordinare una Burrobirra e salutò.*

    Salve, son appena arrivata in questo bel villaggio, potrei avere una Burrobirra?

    *E attese la risposta della barista.

    Mentre aspettava la sua Burrobirra, essendosi seduta sullo sgabello, Margareth si iniziò a guardare intorno, osservando ogni oggetto e qualsiasi cosa stesse in quel bar. In effetti era un bellissimo locale e c'erano tanti alunni e alunne che aspettavano la loro ordinazione tra una chiacchierata e l'altra.

    Dopodiché si girò verso la barista e portò lo sguardo su di lei ed aspettai la mia Burrobirra. Si mise comoda sullo sgabello, accavallò una gamba sull'altra e iniziò a parlare alla barista.*

    Ehm... Ciao, sei nuova qui? Io sono una nuova alunna e spero con tutta stessa di trovarmi bene in questa bellissima scuola di magia... E soprattutto spero di fare nuove amicizie... E magari trovare anche l'amore, sarebbe stupendo!

    *Disse con occhi e sguardo sognante.*


    @Gianna_Fields



    Ultima modifica di Opal_Saphirblue 6 giorni fa, modificato 7 volte in totale


  • Opal_Saphirblue

    Tassorosso Membro del Consiglio di Hogsmeade Barista 3MDS

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 4
    Galeoni: 25
       
       

    Ed eccomi ancora qui...

    *Era un soleggiato pomeriggio d'ottobre e un certo fermento animava il pub più celebre di tutta la cittadina di Hogsmeade. Gli inizi della stagione fredda avevano spinto i maghi che gironzolavano per le viuzze del paese a fuggire i gelidi soffi di vento rifugiandosi all'interno di un locale dove gustare in compagnia una bevanda dolce e bollente, con cui riscaldare il corpo e la mente - e, perché no, anche la gola...-.
    E questo significava vedere schizzare da tutte le parti una giovane barista dalla chioma turchese, affannata nell'adempiere tutte le ordinazioni.*

    Veloce, veloce, veloce...


    *Corri al tavolo delle nuove matricole ed annota le Burrobirre e le fette di torta al cioccolato, ritorna in un lampo al bancone e sorbisciti i racconti d'infanzia della vecchietta che ogni giorno spende pacchi di falci per diversi bicchieri di Whisky Incendiario - se questo strazio implica generosi incassi...-. Versa l'alcolico nel boccale per la terza volta e vola al tavolo in fondo, dove di due Zuccotti di Zucca erano soltanto rimaste molte, troppe, briciole sparse. Plana nuovamente dietro il bancone e spilla la Burrobirra per le streghette di prima, che si stanno addirittura permettendo di guardare storto Opal, seppur aspettassero l'ordine da solo qualche minuto...
    Con un'espressione leggermente accigliata, la Tassorosso dai capelli turchini fece atterrare i boccali di schiumante Burrobirra sul loro tavolo con un semplice movimento della bacchetta, così da non dover accidentalmente rovesciate tutto sulla testina di una delle ragazzine.

    Quando era stressata, Opal perdeva un po' il controllo delle sue azioni, agendo d'impulso secondo le emozioni che provava sul momento: si sfogava con piccoli scherzetti viperini, quasi fosse un dispettoso folletto. O come appartenesse alla casa di Salazar... Da dove proveniva tutta questa indole da Serpeverde? Fortunatamente la Tassetta che era in lei riusciva a fatica a riprendere saldamente in mano le redini della situazione, evitando continui disastri ed innumerevoli figuracce alla giovane strega.

    La scuola era ormai iniziata da un mese e gli insegnanti non si risparmiavano di certo di assegnare pile di pergamene di compiti o fissare megagrammi di verifiche ed esercitazioni pratiche cosicché gli studenti tenessero sveglia e attiva la mente in ogni momento. Lo studio impegnativo e il lavoro frenetico occupavano gran parte dei pensieri di Opal, che oramai si era rassegnata a ritagliare solamente qualche momento per gli amici durante il weekend o nelle pause dalle lezioni.



    Stava giusto facendo rifornimento di cannucce rosa shocking dalla bottega sul retro, tranquilla di aver servito - almeno per il momento - ogni cliente nella stanza, quando una giovane studentessa di Hogwarts nell'inconfondibile divisa da strega fece capolino dalla grossa porta in legno di salice. Si avvicinò al bancone e, sicura di sé, ordinò a gran voce una Burrobirra, esclamando quindi parole su parole tipiche di una eccitata maghetta del primo anno. Trovare nuovi amici, ambientarsi in fretta, riuscire subito nelle pratiche magiche, addirittura incontrare l'amore... Una utopistica e decisamente troppo positiva visione della vita al Castello.
    Opal non era per nulla una persona negativa, ma nemmeno idealista ed autoillusiva: mantenere i piedi per terra era fondamentale in determinate situazioni.
    Con un bel sorriso radioso, spillò allegramente la bevanda spumeggiante ed appoggiò sul piano un boccale ricco di schiuma candida.*

    Ecco qui! Io sono Opal e sono anche io una studentessa di Hogwarts, una Tassorosso. È il tuo primo anno? Com'è stata la tua prima impressione di Hogwarts?


    @Margareth_Davies




    Ultima modifica di Opal_Saphirblue 2 settimane fa, modificato 1 volta in totale


  • Margareth_Davies

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 1
    Galeoni: 173
       
       

    *Non appena un grosso boccale di Burrobirra le atterrò davanti, Margareth non poté fare a meno di tuffare il viso in tutta quella schiuma zuccherina: era davvero particolare, cremosa come la panna montata e molto dolce, con una punta speziata. Era assai soddisfatta di aver assaggiato per la prima volta una bevanda di cui aveva così tanto sentito parlare!
    Si rivolse nuovamente alla barista dai capelli turchini, rispondendo entusiasta alle sue domande.*

    Molto lieta e felice di conoscerti, io sono una Grifondoro! Ehm si, esatto, è il mio primo anno qui ad Hogwarts. Devo essere sincera, mi è sembrato stupendo e bellissimo, all'inizio non credevo alla notizia di far parte nella grande e famosa scuola.La mia reazione è stata "Oddio no non ci posso credere io andrò in quella bellissima scuola di magia!". Era un sogno che si realizzava... Ora che sono qui non riesco ancora a crederci! Spero di fare nuove amicizie e spero con tutta me stessa di trovare l'amore... E che noi due diventeremo migliori amiche!

    *Disse, guardando la ragazza sorridendo, ancora con sguardo sognante.*

    Io vorrei innamorarmi e trovare la mia anima gemella...


    @Opal_Saphirblue



    Ultima modifica di Opal_Saphirblue 2 settimane fa, modificato 4 volte in totale


  • Gianna_Fields

    Grifondoro Insegnante Sindaco di Hogsmeade Membro del Consiglio di Hogsmeade

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 7
    Galeoni: 349
        Gianna_Fields
    Grifondoro Insegnante Sindaco di Hogsmeade Membro del Consiglio di Hogsmeade
       
       

    *Era un bel pomeriggio soleggiato e Gianna era distesa sotto il suo solito albero al Lago Nero. Le mani incrociate dietro la nuca e gli occhi chiusi per via del sole che l’accecava, ma dopotutto stava davvero bene. Era raro godere di giornate più o meno calde in quel periodo per questo motivo la Grifondoro approfittava di quei momenti per assorbire quanto più calore possibile e immagazzinarlo ne suo corpo. Dopo un tempo che non seppe definire, decise di alzarsi. Si stiracchiò per bene e rimase ancora un momento da osservare la bellezza del lago. Era incredibili quanti posti meravigliosi fossero presenti in quel luogo già di per sé meraviglioso e magico. Gianna era ogni giorno sempre più felice, se possibile, di essere nata con i poteri magici e di essere stata ammessa alla scuola di Hogwarts. Li aveva trovato molte amiche, una migliore amica e perfino l’amore! Non avrebbe potuto chiedere di più dalla vita. Nonostante i momenti bui che aveva attraversato, alla fine aveva trovato la luce e la serenità che aveva tanto cercato e pregato di ottenere. Ora era giunta all’ultimo anno e dire addio a tutto quello che aveva li era davvero difficile, ma era sicura che avrebbe mantenuto vivo ogni singolo rapporto per lei importante. Certo in quel momento uno di quei rapporti per lei importante stava vacillando, non sapeva come agire, non sapeva come trovare la forza e il modo di riappacificarsi. Ma era fiduciosa, in qualche modo avrebbe risolto nel modo migliore per lei. Era difficile dirlo ma….lei le mancava tanto. Scosse la testa, era ancora molto scossa dall’accaduto, era ancora troppo fresco quell’evento nella sua mente. Decise di andare verso i Tre Manici di Scopa per bere qualcosa prima di rientrare a scuola, infondo aveva ancora tutto il pomeriggio ibero.*

    [Tre manici di scopa]


    *Gianna entrò in quel pub ormai cosi familiare per lei, aveva passato li molte serate sia da cliente che da barista, si sentiva molto a suo agio in quel posto. Si avvicinò al bancone per ordinare una burrobirra. Notò una ragazzina che aveva visto di sfuggita per la sala comune, decise di fare conoscenza con lei e chiederle almeno come si stesse trovando in Grifondoro. Così si sedette vicino a lei e disse:*

    Ehi ciao, sono Gianna Fields, Grifondoro come te, piacere di conoscerti. Sto per ordinare una Burrobirra, posso offrirti qualcosa?

    *Chiese sorridendo alla piccola mentre con una mano salutava Opal, la barista in carica con la quale Gianna aveva parlato in qualche occasione.*

    Ciao Opal, posso chiederti una Burrobirra?

    *Disse rivolgendo anche a lei un sorriso.*

    @Margareth_Davies, @Opal_Saphirblue,


  • Margareth_Davies

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 1
    Galeoni: 173
       
       

    *dopodiché Margareth sposto' lo sguardo sulla ragazza che si sedette accanto a me e la guardai e la guardai con un sorriso sulle labbra*


    ehm ciao lieta di conoscerti sono Margareth Davies,oh che bello sono contenta che sei contenta che sei una Grifondoro come me si certo ovvio che puoi grazie mille molto volentieri.*dissi sorridendo ancora e guardai ancora la ragazza dolcemente e aspettai la sua risposta*





    Io spero che diventeremo migliori amiche mi piacerebbe tantissimo perché non ne ho una e mi piacerebbe tanto averne una.







    @Gianna_Fields @Ophal_



    Ultima modifica di Margareth_Davies 4 giorni fa, modificato 6 volte in totale
    È stata richiesta una modifica a questo post: Non affidarti al suo contenuto per il proseguo della tua role perchè il testo potrebbe cambiare in seguito alla modifica del giocatore. Ci scusiamo per il disagio.


  • Jade_Hailen

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 1
    Galeoni: 243
        Jade_Hailen
    Corvonero
       
       

    *Jade si trovava ad Hogwarts già da un mesetto, era stata smistata nella casa Corvonero, e tutto sommato le piaceva davvero tanto studiare le materie e gli argomenti del primo anno. Non poteva però ancora dire di aver realmente stretto amicizia con nessuno, non perché non volesse o fosse timida, ma semplicemente era stata impegnata a fare altro: per esempio imparare le strade per raggiungere determinate aule o persino il dormitorio. Non aveva un buon senso dell'orientamento e ad Hogwarts sembrava fosse importante quasi quanto ricordarsi di non fidarsi dei colori delle caramelle tutti i gusti +1.

    Quel pomeriggio, tanto per cambiare e non stare sempre con il naso fra i libri, la mora decise di uscire e raggiungere Hogsmeade per prendersi qualcosa da bere. Dopotutto era una bella giornata e magari, con un po' di fortuna, avrebbe potuto incontrare Gianna. Non ci contava troppo, ma chi poteva saperlo?
    Così, quando fu giunta al villaggio, entrò allegramente ai Tre Manici di Scopa e si osservò intorno: non riconoscendo nessuno, forse perché non c'era nessuno che conoscesse o forse perché era solo molto distratta, cosa che le succedeva spesso, si avvicinò al bancone ed attese che il barista la osservasse, senza voler superare nessuno eventualmente in attesa. Quando poté, salutò con un sorriso e parlò.*

    Buongiorno! Potrei avere una burrobirra, per favore?

    *Non appena fosse stata servita, avrebbe ovviamente ringraziato e si sarebbe messa a bere con calma, dopo essersi seduta sul primo sgabello disponibile.*

    @Chloe_Hills