Hogsmeade
Hogsmeade


  • Stefano_Draems

    Fondatore Amministratore Ministro Ad Honorem Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 16
    Galeoni: 584673
       
       



    Role Aperta da Marissa_White


  • Marissa_White

    Tassorosso

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 2
    Galeoni: 275
        Marissa_White
    Tassorosso
       
       

    *Marissa aveva deciso di uscire per prendere un Po di aria, le giornate ofnibtanto sembravano non passare mai, si sentiva sola la mancanza dei suoi genitori la rendevano uno zombie, decise così di uscire per fare due passi, le avevano detto che un bel locale dove poter andare a bere una buonissima burrobirra era ai Tre Manici di Scopa.
    Superato i vari negozietti del villaggio, entrò nel locale e si avvicinò al bancone per ordinare qualcosa*

    Salve buongiorno vorrei ordinare una burrobirra per favore me l hanno consigliata sono appena arrivata, e il mio primo anno.

    *disse sorridendo aspettando una risposta, mentre aspettava si guardòin torno cercando si intravedere qualcuno che potesse esserle familiare, c'erano tanti ragazzi e ragazze che erano li seduti a ridere e scherzare con altri compagni, si sentiva un Po a disagio ma stava bene, le sarebbe passata lei lo sapeva, amava stare in compagnia ridere con le persone far star bene le persone intorno a lei Era stata sempre così fin da piccola.
    Li ora era una situazione differente, come ripartire da 0, non conosceva nessuno a parte qualche ragazza salutata di sprovvista o conosciuta per caso nel suo viaggio, non aveva ancora un amica sicura e stretta con cui condividere i suoi pensieri e i suoi sorrisi ed anche le sue lacrime, si era però ripromessa di essere una ragazzina forte e coraggiosa proprio come voleva la sua mamma, anche perché la sua vita non le aveva regalato sempre sorrisi, ma da quelle disavventure era riuscita a strappare sempre rose rosse piene di amore e speranze, in quel locale c era un ottimo profumo, ed il calore si avvertiva, avrebbe passato tutto il suo tempo seduta li a fissare fuori dalla finestra del locale, a fantasticare sulle sue nuove avventure ed incontri nuovi*.



    Ultima modifica di Marissa_White oltre 6 mesi fa, modificato 2 volte in totale


  • Eirwen_Quinn

    Grifondoro Giornalista Moderatore Web Certificato

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 5
    Galeoni: 692
        Eirwen_Quinn
    Grifondoro Giornalista Moderatore Web Certificato
       
       

    *Era stato un mercoledì freddo ma soleggiato, dopo lunghe giornate di neve incessante finalmente gli abitanti di quell’angolo di Scozia avevano tregua. Gli studenti di Hogwarts, che per giorni avevano affollato biblioteca e sale comuni, quel pomeriggio, dopo aver partecipato alle lezioni, si precipitarono all’aria aperta.
    Gruppi di amici giocavano a lanciarsi palle di neve nel giardino imbiancato, file di adolescenti scendevano lungo il viale verso il villaggio, studenti infreddoliti si radunavano al caldo nei locali.
    Anche Eirwen, avvolta nel suo caldo mantello invernale, aveva deciso di concedersi una pausa dai libri. Era ormai al secondo anno e gran parte del suo tempo lo aveva trascorso ad imparare, trascurando gli altri aspetti della sua vita: divertimento e amicizie.
    Le era capitato di parlare con altri studenti, alcuni incontrati a lezione o nei corridoi, oppure in occasione del Ballo del Ceppo, ma con nessuno era riuscita a stringere amicizia. Nel tempo trascorso ad Hogwarts aveva fatto progressi, aveva imparato ad essere più espansiva e le riusciva meno difficile approcciarsi alle persone, ma non era riuscita ad approfondire il rapporto.
    Mentre percorreva la strada che l’avrebbe portata in uno dei suoi luoghi preferiti, il pittoresco villaggio di Hogsmeade, sperava che recandosi in uno dei locali avrebbe trovato qualcuno con cui conversare.*



    *Intorno a lei i raggi del sole, che iniziava a tramontare, creavano spettacolari giochi di luce e ombra con gli alberi. Amava ammirare la natura, con i suoi spettacoli, così prima di arrivare nel villaggio decise di affondare i piedi nella neve e perdersi in quella visione.
    La neve esercitava da sempre un certo fascino su di lei, forse grazie alla capacità di rendere tutto bello e silenzioso, adorava quella sensazione di pace che la pervadeva trovandosi in un paesaggio innevato.
    Eirwen si riscosse, percependo i piedi trasformarsi in due cubetti di ghiaccio, tornò sulla strada e accelerando il passo raggiunse High Street. Non vedeva l'ora di raggiungere il Tre Manici di Scopa e scaldarsi davanti ad una tazza di qualcosa di caldo e ad un pezzo di torta.
    Arrivò al locale talmente infreddolita, che spalancó la porta forse un po’ troppo forte, infatti molte teste si voltarono a guardarla. Le sue guance, già tinte dal freddo, si arrossarono ulteriormente ed Eirwen rivolse un sorriso timido a chi ancora la fissava.
    Guardandosi Intorno si rese conto che i tavoli erano tutti pieni, a quanto pareva tutti gli studenti di Hogwarts avevano abbandonato i libri ed si erano concessi del meritato riposo. Solo al bancone del locale erano rimasti alcuni posti, guardando meglio la ragazza si rese conto che proprio accanto ad una Tassorosso del primo anno, che aveva già visto nei corridoi, c’era un posto libero.*

    Buon pomeriggio!

    *Esclamò a voce alta, mentre con passo sicuro si avvicinava. Le mani, intanto, correvano veloci a liberarla della pesante sciarpa oro e scarlatta, che l’aveva tenuta al caldo.*

    Ti dispiace se mi accomodo qui accanto a te? Il locale è pieno!

    *Chiese poi alla giovane Tassorosso e dopo aver ricevuto un cenno positivo si accomodó sullo sgabello. Osservando meglio la ragazzina accanto si rese conto che sembrava un po’ spaesata, forse come lei non aveva molti amici lì. Decise di aiutarla a rompere il ghiaccio e fare il primo passo; rivolgendole un sorriso si presentò.*

    Piacere di conoscerti, io sono Eirwen Quinn. Secondo anno, Grifondoro. Tu sei?



    @Marissa_White, @Dorcas_Moore, @Miles_Halter,




    Ultima modifica di Eirwen_Quinn oltre 6 mesi fa, modificato 1 volta in totale


  • Dorcas_Moore

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 5
    Galeoni: 110
        Dorcas_Moore
    Corvonero
       
       

    *Era silenziosa, la vita di Dorcas Moore, se ne rendeva sempre più conto ogni giorno che passava.
    Gennaio volgeva al termine e le stradine ammantate di bianco del pittoresco villaggio di Hogsmade attiravano turisti come se fosse ancora natale. I negozi erano affollati di spiriti festanti e il bar, in cui si apprestava silenziosamente a servire, era crocevia di gente da ogni dove. Bambini e genitori, studenti ed insegnanti; tutti avvolti nei loro mantelli scuri e pronti a gustarsi una bevanda calda nel calore ovattato di quel locale che faceva sentire tutti a casa.
    Eppure lei si sentiva un’estranea, a quel furore, a quella gioia ingiustificata, era fatta così, amava crogiolarsi nel silenzio.
    Una soffusa luce aranciata penetrava da una finestra che si affacciava sul bancone che stava lucidando, infondendo un piacevole tepore alla sua mano che, avvolta attorno alla bacchetta, agitava uno straccio con fluidi movimenti ondulatori.
    Un sorriso gioviale le colorava il volto di sfumature che non era in grado di percepire, mentre i clienti scorrevano davanti a lei come vecchie diapositive ingiallite.*


    Buongiorno
    Cosa desidera?
    Arrivederci.



    *Erano ore che non diceva altro, come un disco rotto proprio sul più bello.
    Si allontanò dal bancone per controllare che tutto fosse al suo posto, che nessuno avesse bisogno di lei e poi tornò ad accomodarsi all’ingresso, in attesa del prossimo cliente.
    Non ci fu molto da aspettare perché improvvisamente una ragazzina dallo sguardo spaesato varcò la soglia del locale per poi accomodarsi. Non si soffermò molto ad osservarla, ma mise su uno dei suoi migliori sorrisi e si avviò con passo cadenzato ed elegante nella sua direzione. Era estremamente compita ed agghindata per fare la cameriera, ma se si era abbassata a quell’incarico di certo non era disposta a sembrare una degenerata.*


    Ciao cara, io sono Dorcas, posso portarti qualcosa?


    *Stava per porgerle il menù ma non ne ebbe il tempo perché la ragazza si affrettò a comunicarle la sua ordinazione.*


    Molto bene, vedo che hai le idee chiare


    *Senza attendere oltre si avviò verso il bancone e con una serie movimenti meccanici si affretto a preparare la burrobirra per poi tornare dalla ragazzina facendola lievitare a pochi passi da se e depositandola con delicatezza al suo cospetto. Sorrise in direzione della studentessa e cercò di essere il più gentile possibile, per quanto fosse ostico per lei, non aveva intenzione di fallire in quell’incarico, doveva dimostrare di poter essere la migliore anche in quel ridicolo passatempo da Babbani.
    Dopotutto era per quello che suo padre l’aveva messa lì, bando ai convenevoli delle tradizioni purosangue, voleva metterla alla prova. E lei stava vincendo.
    Stava per chiedere alla ragazza se desiderasse qualcos’altro ma una seconda studentessa, dal volto familiare, si avvicinò al tavolo e si accomodò al suo fianco.*


    Benvenuta, posso portarti qualcosa?

    @Melissa_Colombo, @Eirwen_Quinn,


  • Marissa_White

    Tassorosso

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 2
    Galeoni: 275
        Marissa_White
    Tassorosso
       
       

    *Le si avvicinò una ragazza, mentre Marissa era presa dai suoi pensieri, si accorse che qualcuno si era avvicinata a lei, chiedendo sw si potesse accomodare, visto il locale tanto pieno, per poi presentarsi, il suo nome era Eirwen, frequentava il secondo anno di Grifondoro*

    Ciao molto piacere io sono Marissa White e sono una new entry, frequento il mio primo anno e sono Tassorosso, molto piacere davvero, almwnonziamo in compagnia e davvwro tanto pieno qui, hai ragione.

    *rispose Marissa sorridendo alla ragazza, era molto gentile, e garbata con Marissa, poi il fatto che fosse Grifondoro, la casata della sua mamma, le creava ancora di più piacere, di stare in compagnia della giovane.
    Si avvicinò a loro una ragazza, che lavorare al locale chiedendo sw poteva portarci qualcosa*

    Ciao ti ringrazio si gradirei se è possibile una cioccolata calda, Eirwen tu cosa prendi mi fai compagnia?.

    *aggiunse Marissa, porgendo la domanda alla sua nuova amica*

  • Viola_Colombo

    Serpeverde

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 2
    Galeoni: 278
        Viola_Colombo
    Serpeverde
       
       

    *Viola aveva bisogno di distrarsi un po' dallo studio e decise di dirigersi ai Tre Manici di Scopa.
    Era un piccolo locale che si trovava ad Hogsmeade ma era molto conosciuto perché li la Burrobirra era davvero deliziosa.
    Viola conosceva bene quel posto perché da piccola i suoi genitori la portavano il quel paradiso per il giorno del suo compleanno: le prendevano una fetta di torta ai lamponi e un'aranciata, mentre loro bevevano della Burrobirra calda.
    A lei non era stato permesso dai genitori di bere Burrobirra prima dell'inizio della scuola.
    Viola entrò nel locale e disse*
    @Dorcas_Moore, come stai?
    Potrei avere della Burrobirra calda per favore?
    *Dopo il consenso, si sedette ad un tavolo vuoto e aspettò.
    Poco dopo arrivò al tavolo la Burrobirra e Viola l'assaggiò subito: era molto buona, dal sapore di burro intenso al punto giusto e con un retrogusto amaro tipico della birra.
    Capiva ora perché era amata molto dalla gente, ma capiva anche perché si fermavano tutti ai Tre Manici di Scopa: la schiuma leggera e l'avvolgente calore della bevanda la rendevano unica.
    Ma anche il locale era molto carino, con tavolini disposti qua e la e una magica atmosfera rilassante.
    Mentre ancora pensava si avvicinò qualcuno*

  • Sarah_Jonson

    Corvonero Membro del Consiglio di Hogsmeade Barista 3MDS

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 4
    Galeoni: 453
        Sarah_Jonson
    Corvonero Membro del Consiglio di Hogsmeade Barista 3MDS
       
       

    [SALA GRANDE TAVOLO DI CORVONERO - 17.15]

    *Era una bellissima giornata soleggiata invernale Sarah era al caldo nella sala grande, mentre studiava per una delle verifiche che ci sarebbero state nei giorni successivi. Togliendo gli occhi dal libro da cui stava studiando guardò fuori da una delle finestre e, vedendo che un bellissimo sole le faceva venire tanta gioia e serenità si alzò, prese le sue cose e si alzò dal tavolo della sua adorata casata. Non sapeva dove la sua gioia l'avrebbe condotta, quindi lasciandosi trasportare dalla serenità si diresse per fare un allegra passeggiata a Hogsmeade*

    [TRE MANICI DI SCOPA -ORE 7.30]

    *Davanti ai Tre Manici si fermò e decise di entrare, le piaceva un sacco essere li, ormai con il sole era riuscita a dimenticare ciò che le era successo molti giorni prima, quando ormai era abituata alla tristezza in cui si era abbandonata. Una volta entrata trovò i soliti maghi e streghe che lo popolavano, si diresse senza ordinare niente verso un tavolo quasi vuoto, poichè sembrava che una ragazzzina del primo anno, con la divisa da Serpeverde si fosse seduta.*

    Ciao, io sono sarah..Sarah Jonson, terzo anno Corvonero...tu sei?

    *Dice sorridendo alla ragazzina, spera di essere accettata, quindi chiede*

    Posso sedermi con te?

    *Chiede, sperando di essere accettata*

    OFF: se mi sono intromessa ditemi che cancello il post...

    @Viola_Colombo, @Marissa_White, @Eirwen_Quinn, @Dorcas_Moore,




    Ultima modifica di Sarah_Jonson oltre 6 mesi fa, modificato 4 volte in totale


  • Marissa_White

    Tassorosso

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 2
    Galeoni: 275
        Marissa_White
    Tassorosso
       
       

    *Marissa, mentre era in compagnia della sua nuova conoscente, vide in lontananza una sua mica, e subito con gran felicità e un grande sorriso, si alzò di scatto gridando senza rendersene conto*

    Sarah!! Ciao, perché non venite qui sia tu che la tua amica, se vi va?

    * concluse, riaccomodandosi al suo posto, sotto lo sguardo di molti, divertiti da quella scena, Marissa era così, spontanea, molte volte timida, ma quando conosceva nuove amiche p persone in generale, non riusciva poi a contenere la sua felicità.
    Arrossi, rendendosi conto solo dopo di ciò che aveva fatto,qualche istante prima, durò poco, perché poi ognuno dei presenti, ritornò alle loro chiacchiere, e alle loro cose, tra cui cibi deliziosi e burrobirre da acquolina in bocca.
    Rivolse nuovamente la sua attenzione alla giovane ragazzina seduta difronte a lei*

    Eirwen, allora hai deciso cosa ordinare?

    *aggiunse chiedendo ad Eirwen, Marissa mentre attendeva la risposta della ragazza, rifletteva sulle lezioni del giorno seguente, e sui vari compiti svolti.
    I professori erano tutti davvero fantastici, e riuscivano a trasmettere, per lo meno a lei, la passione e il senso di ogni materia, pensando appunto alle materie, era davvero entusiasta di ciò che stava imparando, le piacevano quasi tutte, e cercava davvero di impegnarsi e dare il cento per cento di se stessa.
    Puntando sempre alle stelle, a costo di farsi scoppiare l emicrania tutti i giorni, ma era ciò che desiderava, impegnarsi, poi nelle pause distrarsi con le amiche*

  • Viola_Colombo

    Serpeverde

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 2
    Galeoni: 278
        Viola_Colombo
    Serpeverde
       
       

    *Viola sorrise vedendo una ragazza di Corvonero avvicinarsi: infatti non parlava quasi mai con nessuno*
    Sono Viola e sono del primo anno di Serpeverde.
    Sono felice di conoscerti.
    Non parlo molto solitamente ma mi piace conoscere gente nuova.
    *Mentre @Sarah_Jonson, si sedeva assieme a lei il locale iniziava a riempirsi, ma a Viola non importava molto: aveva una nuova amica ed era molto simpatica.
    Mentre stavano parlando una ragazza le chiamò: una giovane di Tassorosso le invitò a sedersi con loro.
    Viola non la conosceva ma sembrava fosse del terzo anno perché conosceva bene Sarah*
    Andiamo a sederci con lei?
    Sembra simpatica.
    *Lei aspettò la risposta della ragazza che le sedeva accanto sapendo di essere imbarazzate allo stesso modo; in un certo senso anche Sarah era una ragazza un po' timida, come del resto ogni ragazza. Qualcuno come lei riusciva molto bene a nascondere questo difetto, ma Viola non voleva che le persone la conoscessero per quello che non é e perciò non le importava di nascondere ogni tipo di sentimento*

  • Eirwen_Quinn

    Grifondoro Giornalista Moderatore Web Certificato

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 5
    Galeoni: 692
        Eirwen_Quinn
    Grifondoro Giornalista Moderatore Web Certificato
       
       

    Ciao molto piacere io sono Marissa White e sono una new entry, frequento il mio primo anno e sono Tassorosso, molto piacere davvero, almwnonziamo in compagnia e davvwro tanto pieno qui, hai ragione.

    *Eirwen stava ancora cercando di sistemarsi comoda sullo sgabello quando Marissa, quello era il nome della giovane Tassorosso, si presentò. Aveva sempre avuto difficoltà a sentirsi a proprio agio seduta su alti sgabelli, intanto doveva arrampicarsi per riuscire a sedersi e poi non era confortevole come starsene seduta al tavolino accanto alle finestre, ben adagiata sulla sedia, lo sguardo puntato sull’esterno intento ad osservare quello che accadeva. Per quel giorno però avrebbe dovuto accontentarsi di quella sistemazione, il locale era pieno e il suo tavolo preferito era già occupato da alcuni anziani maghi.
    Aveva appena finito di trovare una posizione comoda, quando vide avvicinarsi un volto conosciuto.*

    Benvenuta, posso portarti qualcosa?

    *La ragazza che lavorava dietro al bancone era una Corvonero più grande di lei, che aveva già incontrato altre volte. Era stupita di trovarla lì, non si aspettava che potesse interessarsi al lavoro di barista, ma non la conosceva bene e il suo giudizio era supportato da semplici supposizioni.*

    Ciao, Dorcas giusto? Non sapevo lavorassi qui! Comunque gradirei una cioccolata calda e una fetta della vostra squisita torta di mele, grazie.

    *Sapeva che non avrebbe dovuto esagerare, ma quando era entrata al suo naso erano giunti profumi speziati mescolati a quelli del cioccolato e alla fine non aveva saputo resistere; avrebbe rinunciato a qualche piatto preparato dagli Elfi Domestici per cena.
    A quel punto riportò la sua attenzione sulla giovane Tassorosso, cercando di intavolare una conversazione.*

    Allora Marissa, come stanno andando i tuoi primi mesi ad Hogwarts? Ti trovi bene?

    *Aveva appena concluso la frase quando la sua interlocutrice si alzò di scatto e a voce alta richiamò l’attenzione di altre due ragazze, sedute ad un tavolo poco lontano. Eirwen non riuscì a trattenere una risata, la giovane con la sua esuberanza aveva attirato l’attenzione di tutti gli astanti.*



    @Viola_Colombo, @Marissa_White, @Sarah_Jonson, @Dorcas_Moore,


  • Marissa_White

    Tassorosso

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 2
    Galeoni: 275
        Marissa_White
    Tassorosso
       
       

    *Marissa dopo l'elegante modo di chiamare @Sarah_Jonson, e la ragazza seduta li con lei, elegante si fa per dire, riposa la sua attenzione sulla sua compagna, nuova amica chissà, se non l aveva presa già per mezza matta.
    @Eirwen_Quinn, chiese poi a Marissa, quando tutto l'imbarazzo dell'ultima fu passato.*

    Allora Marissa, come stanno andando i tuoi primi mesi ad Hogwarts? Ti trovi bene? 

    *Erano già vari i mesi, che Marissa frequentava quella scuola, come molti, sperando di non essere l'unica, aveva momenti si è no, si sentiva accettata, non aveva ancora fatto cose imbarazzanti o da esaltata, no in realtà era appena successo il suo primo episodio di una lunga serie, non si poteva lamentare dei compiti e delle lezioni, le piaceva molto seguire tutto, con tranquillità e tanta euforia come era lei, con un dolce sorriso, il solito di Marissa, rispose*

    Sono molto contenta, non vanno affatto male, e solo l'inizio e pensandoci sembra che ieri sia entrata bella scuola, invece il tempo vola, e spero che possa sempre andare meglio, devi sapere che ho sempre avuto un carattere molto debole, da fifona, dovuto forse alle varie vicende poco piacevoli accadute nella mia giovane vita, però devo essere forte e sono sincera, sono fiera di me, ho superato tanto da sola senza nessuno ed ora sto facendo lo stesso con le mie sole forze, poi e tutto più facile quando si incontrano anche amiche nuove, come te.

    *Le rispose con spontaneità, non le era mai piaciuto fare la grande o la so tutto io, altrimenti le persone si facevano un idea non reale di lei, era vero quella scuola le aveva dato la possibilità di una rivincita in una vita che le aveva strappato troppo, senza pietà, e lei così piccola era riuscita già da prima a combattere sola le difficoltà, le mancanze, la solitudine, Hogwarts l aveva salvata ne era sicura*

    A te invece Eirwen? Come procede tutto bene?

    * rivolgendo poi la stessa domanda alla ragazzina, le piaceva ascoltare, era come se uscisse dal suo mondo per entrare nei sogni e vite degli altri *

  • Sarah_Jonson

    Corvonero Membro del Consiglio di Hogsmeade Barista 3MDS

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 4
    Galeoni: 453
        Sarah_Jonson
    Corvonero Membro del Consiglio di Hogsmeade Barista 3MDS
       
       

    *Sarah stava aspettando la risposta di una ragazzina che doveva essere del primo anno, dato che non l aveva vista gli anni precedenti che era vicino a lei, che arrivò dopo qualche minuto*

    Sono Viola e sono del primo anno di Serpeverde.
    Sono felice di conoscerti.
    Non parlo molto solitamente ma mi piace conoscere gente nuova.

    *La corva sorrise il nome Viola le piaceva, anche se stranamente non aveva ancora conosciuto nessuno con questo nome, fino a quel momento. Sedendosi di fronte alla ragazzina del primo anno di Serpeverde , temeva che Viola si arrabbiasse con lei dato che era una natababbana e, forse la Serpe era Purosangue o Mezzosangue a cui non piacevano i babbani e natibabbani, come lei.*

    Viola, tu sei natababbana, mezzosangue o purosangue? Poi che ne dici di raccontarmi come va il tuo primo anno a Hogwarts?

    *Chiese alla Serpeverde davanti a lei, poco dopo udì qualcuno che parlava abbastanza forte rivolta a lei*

    Post doppio



    Ultima modifica di Sarah_Jonson oltre 6 mesi fa, modificato 3 volte in totale


  • Sarah_Jonson

    Corvonero Membro del Consiglio di Hogsmeade Barista 3MDS

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 4
    Galeoni: 453
        Sarah_Jonson
    Corvonero Membro del Consiglio di Hogsmeade Barista 3MDS
       
       

    *Sarah stava aspettando la risposta di una ragazzina che doveva essere del primo anno, che era vicino a lei, che arrivò dopo qualche minuto*

    Sono Viola e sono del primo anno di Serpeverde.
    Sono felice di conoscerti.
    Non parlo molto solitamente ma mi piace conoscere gente nuova.

    *La corva sorrise, il nome Viola le piaceva, anche se stranamente non aveva ancora conosciuto nessuno con questo nome, fino a quel momento. Sedendosi di fronte alla ragazzina del primo anno di Serpeverde , temeva che Viola si arrabbiasse con lei dato che era una natababbana e, forse la Serpe era Purosangue o Mezzosangue a cui non piacevano i babbani e natibabbani, come lei.*

    Viola, tu sei natababbana, mezzosangue o purosangue? Poi che ne dici di raccontarmi come va il tuo primo anno a Hogwarts?

    *Chiese alla Serpeverde davanti a lei, sperando di non far sospettare la ragazzina, le era simpatica e prima o poi voleva esserle amica, poco dopo udì qualcuno che parlava rivolto a lei, abbastanza forte*

    Sarah!! Ciao, perché non venite qui sia tu che la tua amica, se vi va?

    *La corva si girò e vide Marissa, una ragazzina che le era fin da subito simpatica, l'aveva conosciuta sempre ai Tre Manici di Scopa*

    Andiamo a sederci con lei?
    Sembra simpatica.

    *Disse poi a Sarah Viola, la Serpe simpatica che aveva appena conosciuto*

    Certo, vieni...andiamo!

    *Disse rivolta a Viola facendole cenno di venire con lei nel tavolo di Marissa, dove assieme a lei c'era Eirwen una Grifondoro che la corva non conosceva molto, però decise di salutarla comunque*

    Ciao Marissa, come va? Ciao Eirwen...

    *Disse con un sorriso la giovane*

    @Viola_Colombo,
    @Dorcas_Moore, @Eirwen_Quinn, @Marissa_White




    Ultima modifica di Sarah_Jonson oltre 6 mesi fa, modificato 4 volte in totale


  • Dorcas_Moore

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 5
    Galeoni: 110
        Dorcas_Moore
    Corvonero
       
       

    *Dorcas rivolse uno sguardo impietoso alla sua immagine, riflessa nel retro di un cucchiaio da minestra.
    I capelli, increspati dal calore della cucina, le ricadevano in boccoli disordinati ai lati del volto, mentre un elastico, rimediato sul retro, ne limitava l’insorgenza.
    Una sottile, quanto fastidiosa, ruga di espressione si era formata tra le sopracciglia, aggrottate, che urtavano senza sosta le enormi lenti degli occhiali dorati a cui era stata costretta a cedere.
    Gli occhi, arrossati e resi lucidi dai primordi di un’influenza, suggerivano la stanchezza della ragazza che, ormai senza sosta, si destreggiava da ore tra i tavoli del locale affollato.
    Senza soffermarsi oltre su quello che, per i suoi standard, poteva essere considerato uno spettacolo pietoso, decise di alzarsi e tornare ad occuparsi dei suoi clienti che, complice lo scorrere del tempo, sembravano proliferare a vista d’occhio.
    Ruotò lo sgabello su cui si era appoggiata per riprendere fiato e si sollevò a fatica. Tirò il colletto dei lunghi stivali verso l’alto e lisciò le pieghe del vestito, facendo un piccolo giro su se stessa, per controllare di essere in ordine.
    Anche in quel momento, non potè fare a meno di domandarsi che cosa ci facesse lì. Di cosa la sua vita, da ragazzina ricca e viziata, potesse ricavare da quello squallido incarico. Se in futuro avrebbe deciso di lavorare, sarebbe stato semplicemente per evitare di passare la vita nell’ozio più assoluto circondandosi di vizi e di sfarzi e beneficando di un patrimonio accumulato nei secoli da generazioni di Moore. E, poteva dirlo con certezza, qualsiasi cosa il futuro avesse in serbo per lei, niente al monto sarebbe stato peggio che servire quella massa di bifolchi.
    Fu con quest’animo ostile che si diresse verso la sala sfoggiando un sorriso radioso e pronta a dimostrare a suo padre di che pasta era fatta.
    Si apprestò a servire una Cioccolata calda ad una giovane tassorosso e poi si rivolse alla serpeverde appena arrivata la quale richiamò la sua attenzione con dolcezza*

    Benvenuta, molto bene grazie. Tu? Te la porto subito.

    *Raccolse l’ordine e proseguì attraverso la sala alla ricerca di altri clienti. A richiamare il suo sguardo fu una grifondoro dal volto familiare. A confermare i suoi sospetti fu la ragazzina stessa, che si rivolse a lei amichevolmente.*


    Ciao, si sono Dorcas, con chi ho il piacere di parlare?


    *Alla successiva affermazione, la giovane corvonero non riuscì ad impedirsi di lasciar trapelare una vena di amarezza mentre si affrettava a ribattere con ironia.*


    Oh si, devo ammettere che anche per me è stata una sorpresa.


    *Senza indugiare oltre raccolse l’ordinazione della ragazza e si diresse al bancone, preparò le due cioccolate calde e tagliò una fetta di torta e tornò rapidamente in sala facendo lievitare le pietanze a pochi passi da lei.
    Si avvicinò tranquillamente ai tavoli e adagiò le cibarie al cospetto dei commensali per poi congedarsi con la classica affermazione*

    Per qualsiasi cosa, chiedete pure a me.


    @Marissa_White, @Sarah_Jonson, @Eirwen_Quinn,


  • Viola_Colombo

    Serpeverde

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 2
    Galeoni: 278
        Viola_Colombo
    Serpeverde
       
       

    Sono purosangue, ma ho tanti amici babbani e mi stanno molto simpatici e perciò sono felice che ci siano anche nati babbani a scuola: ti immagini tutti purosangue...
    Che noia che sarebbe!
    Il bello di essere diversi é poter conoscere nuove culture, altrimenti sarebbe tutto così monotono.
    *Viola era davvero sincera: lei non era molto vanitosa, aveva perso oramai questa abitudine da tempo.
    Da piccola era la più vanitosa di tutte le cugine ma ora era cambiata molto.
    Lo aveva imparato proprio grazie ai suoi amici babbani con i quali non poteva vantarsi di essere una strega.
    Lei aveva capito che Sarah non doveva essere purosangue: inizialmente però si era dimenticata dei purosangue, dei mezzosangue e dei nati babbani; fino a quel momento per lei erano stati tutti uguali.*
    E invece tu @Sarah_Jonson, sei purosangue, mezzosangue o nata babbana?
    *Viola non voleva davvero saperlo, ma era giusto chiederlo per poter conoscere la ragazza che le stava a fianco.
    Chiese alla ragazza di attendere un secondo e andò a posare il suo bicchiere vuoto sul bancone del locale e pagò; poi tornò a sedersi e attese la risposta della ragazza*



    Ultima modifica di Viola_Colombo oltre 6 mesi fa, modificato 1 volta in totale



Vai a pagina 1, 2  Successivo