Hogwarts - Dintorni
Hogwarts - Dintorni


  • Stefano_Draems

    Fondatore Amministratore Ministro Ad Honorem Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 16
    Galeoni: 584673
       
       



    Role Aperta da Charlotte_Mills




    Ultima modifica di Charlotte_Mills 3 settimane fa, modificato 1 volta in totale


  • Jane_Casterwill

    Grifondoro Insegnante Responsabile di Casa Moderatore Web Certificato

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 7
    Galeoni: 1563
       
       

    [TORRE DI GRIFONDORO - DORMITORIO FEMMINILE, STANZA STUPEFICIUM]


    *Il weekend era arrivato, in seguito a una lunga e faticosa settimana di studio, specialmente per chi, come Jane, si trovava all’ultimo anno. Per quanto la ragazza cercasse di ignorarlo, i mesi stavano scorrendo molto velocemente e i MAGO erano sempre più vicini, così come la fine della sua avventura tra quelle mura. Aveva trascorso la settimana tra lezioni e compiti da Prefetto, compresi i preparativi per l’evento di quel giorno. Tuttavia doveva essere sincera, si era divertita molto. Il medioevo, con annesse leggende, che per i maghi erano storia, aveva sempre avuto un forte fascino per la ragazza. Quando era stata proposta quella festa la giovane era stata entusiasta di offrire il proprio aiuto per l’organizzazione e la realizzazione. Alla fine la parte più difficile era stata sempre la solita che la metteva in crisi a ogni festa: ‘abito.
    Le lancette dell'inseparabile orologio da taschino segnavano che non le restava ancora molto tempo. La festa sarebbe iniziata alle 15:00 di quel sabato e Jane avrebbe dovuto dare inizio all’evento. Velocemente la ragazza si alzò dalla sedia, sulla quale si era seduta per finire di leggere gli appunti presi all’ultima lezione di Incantesimi, dirigendosi verso il baule ai piedi del proprio letto. Appena aperto il contenitore ne estrasse una custodia copriabito, al cui interno aveva custodito il costume che aveva scelto per quel giorno. Lo posò con delicatezza sul materasso, aprendo la cerniera, per poi dirigersi verso lo specchio a figura intera sulla parte.*

    ”Bene, prima vediamo se sono veramente diventata brava!”

    *Pensò osservandosi allo specchio per un po’, poi chiuse gli occhi facendo dei respiri profondi. Aveva trascorso molto tempo, senza dirlo a nessuno, cercando di capire come fare per controllare quella dote che aveva scoperto di possedere per caso. Alcune volte i tentativi erano andati a buon fine, altri invece l’avevano portata a indossare un cappello per nascondere il disastro che aveva combinato. Fortunatamente per lei quel giorno fu il primo caso a verificarsi. Come aveva sperato la sua corta chioma castana si trasformò in una lunga cascata di capelli neri, mossi. Per paura di ritrovarli verdi aprì gli occhi con molta calma, ma un sorriso soddisfatto si dipinse sul suo volto quando vide il risultato*

    Fantastico, brava Jane!

    *Esclamò ridendo, per poi voltarsi e tornare verso il letto. Gli occhi chiari della giovane percorsero l’abito, analizzandolo per un attimo, prima di afferrarlo e chiudersi in bagno per cambiarsi.*

    [GIARDINO DI HOGWARTS]


    *Mettendo piede nel grande giardino del casello sembrava di fare un viaggio nel tempo. I Prefetti delle quattro Case erano riusciti a riportare Hogwarts ai vecchi tempi, con stendardi, vecchie bancarelle, tendaggi e molto altro. Jane, essendo la prima arrivata, controllò che fosse tutto al proprio posto, come era stato organizzato nelle settimane precedenti, cercando di non inciampare nella lunga gonna dell’abito che indossava. Con il lungo strascico del vestito e del mantello che lo ricopriva, percorse il giardino, per poi fermarsi davanti all’ingresso da cui sarebbero arrivati gli studenti. Da quel punto si poteva vedere l’intero spazio verde, decorato a regola d’arte.*



    ”Sono curiosa di vedere i costumi che indosseranno oggi!”

    *Dalla tasca del mantello rosso estrasse l’orologio per controllare l’ora, mancavano ormai pochi minuti allo scoccare delle 15. Fece scivolare nuovamente il prezioso oggetto nel suo nascondiglio, per poi portare le mani sul cappuccio e coprirsi il capo con esso, lasciando sbucare solo qualche ciocca corvina. Per finire il proprio travestimento, ispirato a Morgana, Jane aveva portato con sé un pugnale non affilato, che teneva stretto tra le mani. Nonostante quel personaggio non fosse famoso per la sua bontà, la giovane ne era sempre stata affascinata fin da piccola, per questo motivo non le era stato difficile scegliere a chi ispirarsi per il tema della giornata.*



    *Rimase ferma in quel punto, con gli occhi chiari puntati sull’entrata, in attesa di vedere qualche volto conosciuto. Era certa che la giornata sarebbe stata piacevole, specialmente grazie a tutte le attività che erano state organizzate.*



    OFF GDR:
    BENVENUTI A QUESTO NUOVO EVENTO!

    Potete postare fin da subito, ricordate che il tema della festa è il medioevo.
    Buon divertimento!


    @Eirwen_Quinn, @Mihos_Renny, @Serenity_Hunter, @Gianna_Fields, @Keith_Connington, @Marina_Lightwood, @Katrin_Hopkirk, @Percy_Smith, @Marcus_Largh, @Elena_Apefrizzola, @Lavinia_Grent, @Chloe_Hills, @Sarah_Jonson, @Opal_Saphirblue, @Shana_Sakai, @Sinfo_Arfen, @Arianne_Godson, @Talia_Rosewige, @Livia_Kira, @Dorcas_Moore, @Robert_Dippett, @Charlotte_Mills, @Helen_Benlor, @Raffaella_Saxon, @Madeline_Williams, @Emma_Williams, @Gianluca_Sarli, @Sprotte_Smerald, @Elena_Apefrizzola, @Stellagiulia_Clarke, @Viola_Colombo, @Sylvia_Turner, @Cosetto_Silverwing, @Percy_Smith, @Mihos_Renny, @Marissa_White, @Eirwen_Quinn, @Opal_Saphirblue, @Sarah_Jonson, @Lavinia_Grent, @Sarah_Darcy, @Chloe_Hills, @Amber_Cypher, @Francis_White, @Sinfo_Arfen, @Megan_Torres, @Enomis_Dabolius, @Devereux_Harvey, @Rosaline_Barnes, @Marissa_White, @Sprotte_Smerald, @Gaia_Lazzari, @Lucrezia_Always, @Giacomo_Lois, @Chiara_Queen, @Mercy_Nevaeh, @Madeline_Williams, @Gulliver_Kwikspell, @Kahina_Iaquinto, @Alyson_Chalamet, @Jeanjery_Vergne, @Colin_Densaugeo, @Jade_Hailen, @Margot_Donuter, @Dorcas_Moore, @Haytham_Price, @Serendipity_Pollux, @Oscar_Thrill, @Kristel_Hardit, @Elena_Anderson, @Lissa_Hayward, @Alberico_Percoco, @Isotta_Ferrari, @Margareth_Davies, @Fely_Crisalli, @Eirwen_Quinn, @Natuk_Denatura, @Jennyfer_Hastings, @Arianne_Godson, @Raffaella_Saxon, @Viola_Colombo, @Breydan_Mccurtis, @Roxanne_Plagesombre, @Miles_Halter, @Terry_Mangala, @Luke_Farach, @Alyce_Gray,


  • Katrin_Hopkirk

    Corvonero Responsabile di Casa

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 7
    Galeoni: 763
       
       

    [Dormitorio Corvonero]


    *Katrin camminava per la stanza combattuta, lo studio l'aveva completamente assorbita tanto che si era dimenticata che esisteva una vita al di fuori della biblioteca di Hogwarts. Ormai vagava con il naso, costantemente, schiacciato sui libri, camminava per il castello con la testa china e lo sguardo vitreo, assorta in nozioni appena apprese. Non ricordava quando fosse stata l'ultima volta che aveva interagito con qualcuno di un argomento esterno alle materie scolastiche e agli argomenti di lezione. Il peso dell'avvicinarsi degli esami finali la stavano facendo impazzire al punto che quel giorno, dopo settimane, si era guardata alla specchio sobbalzando dinnanzi alla sua immagine riflessa. Quasi non si riconosceva, non si era mai trascurata tanto, le borse accentuate da occhiaie scure le incavano gli occhi rendendoli più scuri e dandole uno sguardo truce, i capelli smunti le ricadevano in ciocche disordinate e arruffate intorno al viso dalla carnagione smunta. La divisa sgualcita le ricadeva addosso sbilenca dando l'impressione che avesse un qualche difetto fisico che la facesse pendere da un lato. Si fissò negli occhi per qualche istante alla ricerca di sé stessa senza trovarsi.*

    Così non va...

    *Mormorò all'estranea che stava dinnanzi a lei e che di rimando mosse le labbra senza pronunciar verbo. Corrucciò le fini sopracciglia e la ragazza malaticcia fece lo stesso, sospirò profondamente scuotendo la testa. Non voleva allontanarsi troppo dai libri, ma era evidente che aveva bisogno di un po' di tempo per se stessa. Necessitava di rientrare nelle grazie umane, di vedersi in forma e combattiva e non come l'ombra di ciò che era. La sua anima guerriera rifiutava di accettare lo stato di degrado in cui era. Rimase immobile con la mente azzerata per qualche istante, continuando a fissarsi inebetita. Poi il suo cervello si snebbiò e si mise in moto.*

    Prima di tutto ci serve un bagno!

    *Disse con voce roca a nessuno in particolare, parlare da soli non era mai un buon segno.*

    [Giardino di Hogwarts]


    *Gli ci era voluto molto tempo. Mentre era a mollo nelle bollicine del bagno dei prefetti, con la sirena che guizzava allegra, si domandava cosa avrebbe potuto fare. Aveva ipotizzato un giro a Hogsmeade, ma continuare a stare in solitudine per una persona come lei avrebbe solo aggravato i suoi problemi relazionali. Si era concentrata pensando e pensando fino a farsi venire l'emicrania e poi con un sospiro era scivolata sotto il pelo dell'acqua e aveva aspettato che i polmoni iniziassero a bruciare, che la sua mente frenetica si calmasse al ritmo sempre più regolare del suo arto cardiaco che le rintronava come un tamburo nelle orecchie. Quando era riaffiorata era calma e un lento e placido sorriso le aleggiava sul viso. I muscoli facciali dolevano un po', probabilmente non più abituati a quell'azione così naturale eppure sconosciuta da un tempo immemore.*

    La festa medievale in giardino....

    *Esclamò, aveva trovato cosa fare, doveva solo prepararsi. Sapeva che bisognava ispirarsi a una strega del passato. Fissando l'acqua le venne in mente una sola strega a cui voler assomigliare, qualcuno che non si era mai esposto realmente, ma che aveva dimostrato la sua bontà e che era stata fondamentale per la storia: Nimue*



    * Anche conosciuta come la dama del lago, aveva consegnato Excalibur ad Artù, aveva cresciuto Lancillotto ed era rimasta al fianco di Merlino. Trovare l'abito adatto fu un po' problematico, ma con un po' di fantasia riuscì ad avere un buon risultato.*



    *Per i capelli, che avevano ripreso il loro aspetto curato e lucido, decise di acconciarli in modo semplice, lasciandoli sciolti per metà, spostandoli dal viso. Si truccò al minimo, concentrandosi sul far sparire le occhiaie violacee, ma rinunciando abbastanza in fretta.
    Il giardino era stato trasformato a dovere, riproponendo l'aurea medievale e trasportando gli ospiti indietro nel tempo, ogni cosa era un riferimento all'epoca prescelta. La giornata era splendida, abbastanza calda per i primi giorni di primavera,. L'aria ancora parzialmente pungente non era fastidiosa, anzi la accarezzava come un dolce amante facendola sentire finalmente viva. Una figura incappucciata si muoveva tra gli addobbi. Si avvicinò incuriosita, l'abito della ragazza era veramente bello, il suo sguardo percorreva i dettagli fino ad arrivare ai delicati ricami alla base del fermaglio che chiudeva il mantello, quando questa volse il capo abbastanza da essere riconosciuta.*

    Ciao Jane, o dovrei dire: i miei ossequi lady Morgana

    *Esclamò facendole un mezzo inchino e un sorriso, la ragazza vagava con un pugnale stretto tra le mani ed essendo una delle streghe più celebri della storia la corva non fece molta fatica a riconoscerla.*

    @Eirwen_Quinn, @Mihos_Renny, @Serenity_Hunter, @Gianna_Fields, @Keith_Connington, @Marina_Lightwood, @Jane_Casterwill, @Percy_Smith, @Marcus_Largh, @Elena_Apefrizzola, @Lavinia_Grent, @Chloe_Hills, @Sarah_Jonson, @Opal_Saphirblue, @Shana_Sakai, @Sinfo_Arfen, @Arianne_Godson, @Talia_Rosewige, @Livia_Kira, @Dorcas_Moore, @Robert_Dippett, @Charlotte_Mills, @Helen_Benlor, @Raffaella_Saxon, @Madeline_Williams, @Emma_Williams, @Gianluca_Sarli, @Sprotte_Smerald, @Elena_Apefrizzola, @Stellagiulia_Clarke, @Viola_Colombo, @Sylvia_Turner, @Cosetto_Silverwing, @Percy_Smith, @Mihos_Renny, @Marissa_White, @Eirwen_Quinn, @Opal_Saphirblue, @Sarah_Jonson, @Lavinia_Grent, @Sarah_Darcy, @Chloe_Hills, @Amber_Cypher, @Francis_White, @Sinfo_Arfen, @Megan_Torres, @Enomis_Dabolius, @Devereux_Harvey, @Rosaline_Barnes, @Marissa_White, @Sprotte_Smerald, @Gaia_Lazzari, @Lucrezia_Always, @Giacomo_Lois, @Chiara_Queen, @Mercy_Nevaeh, @Madeline_Williams, @Gulliver_Kwikspell, @Kahina_Iaquinto, @Alyson_Chalamet, @Jeanjery_Vergne, @Colin_Densaugeo, @Jade_Hailen, @Margot_Donuter, @Dorcas_Moore, @Haytham_Price, @Serendipity_Pollux, @Oscar_Thrill, @Kristel_Hardit, @Elena_Anderson, @Lissa_Hayward, @Alberico_Percoco, @Isotta_Ferrari, @Margareth_Davies, @Fely_Crisalli, @Eirwen_Quinn, @Natuk_Denatura, @Jennyfer_Hastings, @Arianne_Godson, @Raffaella_Saxon, @Viola_Colombo, @Breydan_Mccurtis, @Roxanne_Plagesombre, @Miles_Halter, @Terry_Mangala, @Luke_Farach, @Alyce_Gray,





  • Mihos_Renny

    Tassorosso Responsabile di Casa

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 7
    Galeoni: 1209
        Mihos_Renny
    Tassorosso Responsabile di Casa
       
       

    [SALA COMUNE DI TASSOROSSO]


    *Mancava poco e si sarebbe diretto nei giardini dove gran parte degli studenti si stavano radunando per iniziare l'evento. Stava finendo di vestirsi per l'occasione, fino a qualche giorno prima non sapeva chi impersonare e questo gli fece fare le cose all'ultimo momento, come suo solito, ma per fortuna era riuscito a trovare l'occorrente per fare il suo vestito.*

    [GIARDINI DI HOGWARTS]


    *Non era solito indossare un vestito come quello ma un occasione del genere capitava poche volte nella vita no?
    Una volta uscito dal castello incrociò la prefetta di Grifondoro Jane che salutò con un largo sorriso e u inchino quasi teatrale.*

    Buon pomeriggio madamigella, quale gioia nel veder la vostra persona presente in codesta giornata soleggiata et priva di grigiori

    *Cosa aveva detto non lo sapeva nemmeno, aveva improvvisato una frase cercando di calarsi nella parte di un mago d'altri tempi. La testa si alzò e andò a guardare il viso della grifa sperando di averla fatta sorridere, dopotutto era una bella giornata e bisognava godersela all'insegna della rievocazione.
    Gli occhi andarono a posarsi sul giardino addobbato e poté vedere con i suoi occhi un lavoro di settimane fatto e finito.*

    Che meraviglia!!!

    *Un sorriso gli si dipinse sul volto, continuava a spostare lo sguardo a destra e a manca. Lui e gli altri prefetti avevano fatto un bel lavoro, certo aveva dato una mano ma nel vedere quell'allestimento finito non poteva non provare un forte senso di soddisfazione. Nel giardino della scuola erano state allestite tende, bancarelle e stendardi riportando Hogwarts nel periodo più bello e pieno di magia: il Medioevo. Per quella rievocazione si era deciso che tutti i presenti avrebbero dovuto vestirsi come un mago o una strega esistiti in passato e Mihos decise di vestire i panni del fondatore del villaggio di Hogsmeade nonché proprietario della casa che, attualmente, ospitava la locanda più famosa dei dintorni "i Tre manici di Scopa: Hengist di Woodcroft. Indossava una lunga tonaca verde scuro con sopra una giacca blu, il tutto era sostenuto da una cintura, una calzamaglia color sabbia e delle scarpe di un colore marrone scuro tendente al nero. Nel caso in cui nessuno avesse riconosciuto il personaggio, cosa molto probabile, aveva deciso di appuntarsi la sua figurina sulla casacca. Ovviamente il Tassorosso non somigliava al vecchio Hengist, ma almeno una poteva considerarsi una sua versione più giovane, con meno barba e più capelli e soprattutto meno pancia.



    Aveva pensato a lui in quanto, lavorare alla locanda, lo aveva segnato e gli era piaciuto molto, così aveva deciso di omaggiarlo.
    Passaggiando per il giardino notava comfossero riusciti a posizionare molte bancarelle di diverso tipo e offrivano dalle più svariate attività per riprodurre in tutto e per tutto i mestieri che si facevano a quei tempi: alchimista, pozionista, erborista e perfino duelli di magia, ognuno dei presenti poteva scegliere una di queste esperienze e praticarla proprio come un abitante dell'epoca medioevale, in quelle circostanze Mihos si ricordò di come molto spesso anche i Babbani, una o due volte l'anno, rievocavano questi stessi eventi, ovviamente senza la vera magia, ma anche in quel caso fingevano di lanciare incantesimi emulando un vero e proprio duello magico.*

    C'é l'imbarazzo della scelta



    *Il suo occhio indagatore cadde su altre tende dedicate ai cibi e alle bevande, alcune di queste prelibatezze erano state riprodotte dagli elfi del castello, erano delle creature veramente instancabili e molto produttive.



    Poco distante, invece c'erano degli strumenti musicali erano stati incantati in modo che suonassero da soli delle canzoni o delle melodia di accompagnamento. Tra gli strumenti si potevano riconoscere un liuto, una viella (una specie di antenato del violino), un'apra e un cornetto.



    Ormai l'ora era scattata, doveva solo aspettare che arrivassero gli altri studenti.*

    @Eirwen_Quinn, @Serenity_Hunter, @Gianna_Fields, @Keith_Connington, @Marina_Lightwood, @Katrin_Hopkirk, @Percy_Smith, @Marcus_Largh, @Elena_Apefrizzola, @Lavinia_Grent, @Chloe_Hills, @Sarah_Jonson, @Opal_Saphirblue, @Shana_Sakai, @Sinfo_Arfen, @Arianne_Godson, @Talia_Rosewige, @Livia_Kira, @Dorcas_Moore, @Robert_Dippett, @Charlotte_Mills, @Helen_Benlor, @Raffaella_Saxon, @Madeline_Williams, @Emma_Williams, @Gianluca_Sarli, @Sprotte_Smerald, @Elena_Apefrizzola, @Stellagiulia_Clarke, @Viola_Colombo, @Sylvia_Turner, @Cosetto_Silverwing, @Percy_Smith, @Marissa_White, @Opal_Saphirblue, @Sarah_Jonson, @Lavinia_Grent, @Sarah_Darcy, @Chloe_Hills, @Amber_Cypher, @Francis_White, @Sinfo_Arfen, @Megan_Torres, @Enomis_Dabolius, @Devereux_Harvey, @Rosaline_Barnes, @Marissa_White, @Sprotte_Smerald, @Gaia_Lazzari, @Lucrezia_Always, @Giacomo_Lois, @Chiara_Queen, @Mercy_Nevaeh, @Madeline_Williams, @Gulliver_Kwikspell, @Kahina_Iaquinto, @Alyson_Chalamet, @Jeanjery_Vergne, @Colin_Densaugeo, @Jade_Hailen, @Margot_Donuter, @Dorcas_Moore, @Haytham_Price, @Serendipity_Pollux, @Oscar_Thrill, @Kristel_Hardit, @Elena_Anderson, @Lissa_Hayward, @Alberico_Percoco, @Isotta_Ferrari, @Margareth_Davies, @Fely_Crisalli, @Natuk_Denatura, @Jennyfer_Hastings, @Arianne_Godson, @Raffaella_Saxon, @Viola_Colombo, @Breydan_Mccurtis, @Roxanne_Plagesombre, @Miles_Halter, @Terry_Mangala, @Luke_Farach, @Alyce_Gray, @Jane_Casterwill,


  • Dorcas_Moore

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 5
    Galeoni: 110
        Dorcas_Moore
    Corvonero
       
       

    [SALA COMUNE CORVONERO 12:00]


    *Una tiepida luce aranciata, filtrava attraverso le pesanti tende blu notte, che coprivano la finestra che dava sul giardino. Colpite dai raggi solari, le stelle argentate che costellavano il soffitto, sembravano risplendere di luce propria, regalando all’ambiente un’atmosfera eterea, assecondata dal silenzio, pressoché assoluto, che regnava nella torre.
    La sala comune corvonero era, infatti, deserta, fatta eccezione per una ragazzina, comodamente rannicchiata in una piccola nicchia infondo alla stanza, adagiata su di un enorme cuscino viola e placidamente addormentata. I riccioli biondi le ricadevano sul viso e stringeva al petto, con forza, un libricino sgualcito, che stava probabilmente leggendo prima di appisolarsi.
    Era ormai ora di pranzo e, quasi sicuramente, gran parte degli studenti brulicavano nella Sala Grande con l’intento di sfamarsi. Questo era il motivo per cui la piccola Dorcas era lì, quello era il momento della giornata che in assoluto preferiva, in cui poter godere del silenzio e della solitudine. Secondo lei neanche la notte vantava una simile quiete perché, se per molti era facile fare a meno del sonno, nessuno sarebbe mai riuscito a sottostare ai tormenti della fame.
    Come se si fosse improvvisamente resa conto del prezioso tempo che stava sprecando, la ragazza prese a risvegliarsi, allungando le braccia e stiracchiandosi come un gatto. Il libro le cadde rumorosamente dalle mani, costringendola ad aprire gli occhi di scatto e a ritrovare una posizione eretta. Con piccoli movimenti assonnati, raccolse il manoscritto dal pavimento e tentò di riprendere coscienza del mondo circostante. Come un automa distratto, attraversò la sala e, con lo sguardo ancora vacuo, prese a salire le scale che l’avrebbero portata al dormitorio femminile, elaborando mentalmente gli eventi precedenti a quel colpo di sonno imprevisto. Neanche aveva raggiunto la porta della sua stanza che un flash improvviso le balenò in mente, un volantino, che aveva visto affisso in bacheca il giorno precedente.
    Senza neanche darsi il tempo di riflettere, spalancò la porta della stanza e corse verso il calendario appeso accanto al suo letto. Un cerchio rosso risaltava al centro della pagina bianca: 6 aprile, Middle Ages.*


    [GIARDINO DI HOGWARTS]


    *Dorcas si destreggiava a passo felpato lungo i mille sentieri del giardino, il vestito le sfiorava le gambe e avvertiva, con fastidio, gli stivali sprofondare nei punti in cui il terreno era più umido. Nonostante ciò non poteva fare a meno di essere fiera del suo travestimento. Indossava un magnifico abito nobiliare rosso con inserti dorati, aveva le maniche a campana e uno scollo piuttosto prorompente. Se lo era fatto spedire da sua madre la sera precedente e le era parso perfetto. Il taglio aristocratico non era affatto sfarzoso e coglieva in pieno l’essenza della strega che aveva scelto di impersonare: Viviana.*





    *Fin da bambina ne era rimasta affascinata e, per quanto venisse spesso oscurata dalle figure di Morgana e Ginevra, era a suo parere la strega di gran lunga più arguta delle sue contemporanee. Aveva sempre ammirato il suo essere una donna a tutto tondo, padrona del proprio destino e piena di forza e vitalità. Giovane e bella, aveva costruito da sola la propria grandezza, riuscendo a farsi beffe di Merlino stesso e non soggiogandosi ad alcun tipo di amore. Non visse nel rancore di Morgana, né nella frivolezza di Ginevra; ma si fece artefice di un futuro che, per quanto imperfetto, non era alle dipendenze di nessuno. E non poteva sperare di aspirare ad altro che a quello.*


    Uff… non arriverò mai


    *Dopo qualche minuto di cammino Dorcas giunse al cospetto di uno spettacolo meraviglioso; un inusuale spaccato temporale magnificamente incastrato nell’orizzonte frastagliato degl’immensi giardini del castello. Con il fiato corto, spezzato dalla camminata, la ragazza si guardò intorno stupefatta, godendo della naturalezza con il quale la piccola fiera si mostrava ai suoi occhi. Era come se fosse sempre stata lì, lasciandole addosso quella sensazione di appartenenza che le fece dimenticare per un secondo di essere Dorcas Moore, fiondandola il quel personaggio che le calzava a pennello*


    È magnifico


    *Lo disse in un sussurro, quasi temendo di essere udita, stringendosi in quel freddo, austero contegno di cui mai si sarebbe liberata. I suoi occhi tradivano uno stupore di cui mai si sarebbe fatta portavoce, ma questo le bastava, o almeno se ne convinse mentre, con il solito tetro candore, si avviava alla scoperta.*

  • Marcus_Largh

    Tassorosso Insegnante Responsabile di Casa
    AUROR

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 9
    Galeoni: 80
        Marcus_Largh
    Tassorosso Insegnante Responsabile di Casa
       
       


    Marcus era un uomo semplice, che detestava le cose troppo complesse e articolate.. E allora cosa ci faceva quel giorno al “festival Medioevale”?
    Era stata la possibile atmosfera ad attirarlo e quindi, quel giorno aveva lasciato la sua casa a Hogsmeade e assieme a sua figlia, la piccola Emma di un anno compiuto a Febbraio, aveva deciso di recarsi a Hogwarts. Era li che una meravigliosa atmosfera antica riempiva quel castello che era stato fondato e costruito proprio in quel periodo. Osservando attorno a sé sembrava proprio di trovarsi all'epoca dei quattro fondatori.
    Tutto quello era una gioia per gli occhi.. sopratutto per la piccola streghetta che teneva in braccio. Sylvia aveva lasciato l'Inghilterra per un paio di settimane ed era andata a trovare la sua famiglia che, da tempo, viveva all'estero.

    Ossequi mie signorine.

    *Salutò Marcus, docente di Cura delle Creature, assai calato nel personaggio che interpretava. Aveva optato per un possibile mago medievale di ceto medio-basso. Se gli avessero dato in mano un martello sarebbe potuto passare per un fabbro o altro.


    Salutò i vari studenti presenti, tra la quale riconobbe alcuni dei Prefetti delle varie casate. Chiacchierò un po' con loro, soprattutto lasciando libera la piccola Emma di sgambettare qua e la, ma ovunque andasse la strega dai capelli dello stesso colore del padre andava a finire verso Jane Casterwill, quella che per lei era come una zia.

    Mi permettete di accompagnarvi al buffet di quest'oggi? Ho notato delle deliziose leccornie.






    Era un tripudio di carne! Al solo sguardo il suo stomaco iniziò a brontolare, ricordandogli del pranzo saltato e della misera colazione che aveva fatto per colpa della fretta. Cosciotti di agnello, purè, verdure, e altre carni aspettavano di essere addentare.
    Ovviamente tutto senza posate, si sarebbero sporcarti le mani proprio come si doveva fare.*

    Spero che nessuno di voi sia vegetariano!

    *Affermò ridacchiando.*

    @Eirwen_Quinn, @Mihos_Renny, @Serenity_Hunter, @Gianna_Fields, @Keith_Connington, @Marina_Lightwood, @Katrin_Hopkirk, @Percy_Smith, @Marcus_Largh, @Elena_Apefrizzola, @Lavinia_Grent, @Chloe_Hills, @Sarah_Jonson, @Opal_Saphirblue, @Shana_Sakai, @Sinfo_Arfen, @Arianne_Godson, @Talia_Rosewige, @Livia_Kira, @Dorcas_Moore, @Robert_Dippett, @Charlotte_Mills, @Helen_Benlor, @Raffaella_Saxon, @Madeline_Williams, @Emma_Williams, @Gianluca_Sarli, @Sprotte_Smerald, @Elena_Apefrizzola, @Stellagiulia_Clarke, @Viola_Colombo, @Sylvia_Turner, @Cosetto_Silverwing, @Percy_Smith, @Mihos_Renny, @Marissa_White, @Eirwen_Quinn, @Opal_Saphirblue, @Sarah_Jonson, @Lavinia_Grent, @Sarah_Darcy, @Chloe_Hills, @Amber_Cypher, @Francis_White, @Sinfo_Arfen, @Megan_Torres, @Enomis_Dabolius, @Devereux_Harvey, @Rosaline_Barnes, @Marissa_White, @Sprotte_Smerald, @Gaia_Lazzari, @Lucrezia_Always, @Giacomo_Lois, @Chiara_Queen, @Mercy_Nevaeh, @Madeline_Williams, @Gulliver_Kwikspell, @Kahina_Iaquinto, @Alyson_Chalamet, @Jeanjery_Vergne, @Colin_Densaugeo, @Jade_Hailen, @Margot_Donuter, @Dorcas_Moore, @Haytham_Price, @Serendipity_Pollux, @Oscar_Thrill, @Kristel_Hardit, @Elena_Anderson, @Lissa_Hayward, @Alberico_Percoco, @Isotta_Ferrari, @Margareth_Davies, @Fely_Crisalli, @Eirwen_Quinn, @Natuk_Denatura, @Jennyfer_Hastings, @Arianne_Godson, @Raffaella_Saxon, @Viola_Colombo, @Breydan_Mccurtis, @Roxanne_Plagesombre, @Miles_Halter, @Terry_Mangala, @Luke_Farach, @Alyce_Gray,


  • Rosaline_Barnes

    Tassorosso

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 5
    Galeoni: 288
       
       

    Non è facile trovare vestiti medioevali oggi giorno...

    *Pensava Rosaline Barnes, Tassorosso del quinto anno mentre scartava il grande pacco che le era arrivato quella mattina. Non aspettava nessun pacco da nessuno, fatta eccezione per il vestito a tema medioevale per il festival che si sarebbe tenuto quel pomeriggio nel giardino di Hogwarts. L'unica cosa che sapeva di quella occasione così diversa dalle altre e stramba era che sarebbero stati catapultati in tutto e per tutto in quel periodo storico che, sinceramente, l'affascinava molto.


    Il vestito che aveva trovato era color panna con alcuni merletti bianchi e neri. Era molto basico come eleganza: ne troppo vistoso ne troppo sciatto. Lo trovava perfetto, se solo non fosse stato a tema medioevale l'avrebbe potuto utilizzare quotidianamente da quanto le piaceva. Le piaceva sopratutto perchè il color panna del vestito metteva in risalto la sua carnagione scura, color dell'ebano che aveva ereditato da sua madre di origini afro-americane. Infatti Rosaline, proprio per le origini del genitore che l'aveva messa al mondo, aveva vissuto gran parte della sua esistenza in America, nella soleggiata Los Angeles. Fu solo verso gli otto/nove anni che assieme all'intera famiglia fu costretta a trasferirsi in Inghilterra, luogo natio di suo padre e dei suoi genitori. Cera così differenza tra la California e il Regno Unito!
    Indossato il vestito, assieme ad un semplice paio di scarpe basse, si avviò verso il giardino della scuola che frequentava da ben cinque anni.
    L'atmosfera era meravigliosa.
    Musica, cibo, e tante bancarelle che mostravano oggetti medioevale. C'era anche alcuni maghi che mostravano i lavori come venivano svolti durante quel periodo. Rosaline rimase a bocca aperta.
    Camminava qua e la senza una vera meta, solo ad osservare la meraviglia attorno a sé. Senza accorgersene raggiunse un campanello di persone che chiacchieravano tra di loro e si guardavano attorno. Tra loro spiccava Marcus Largh, docente di Hogwarts. Era l'unico professore presente e la sua presenza dominava gli studenti nettamente più bassi di lui.*

    Spero che nessuno di voi sia vegetariano!


    Assolutamente no professor Largh.. anzi ser Marcus.. ser Largh... Le chiedo scusa.

    *Disse Rosaline non sapendo con che appellativo poteva rivolgersi a quello che era il suo professore di Cura delle Creature Magiche. Era un grande impiccio: come si doveva rivolgere ad un adulto in perfetto stile medioevale. Era una cosa alla quale non aveva pensato.
    Fu solo dopo che si avvicinò al grande banchetto organizzato per l'occasione. L'ora del pranzo era già passata, quella era troppo abbondante per essere una “merenda pomeridiana”, si: per Rosaline quella sarebbe stata la sua cena.
    Per prima si avvicinò a quello che sembrava un grande cosciotto di pollo. Osservò attorno a sé: dov'erano le posate!?*


    @Jane_Casterwill, @Katrin_Hopkirk, @Mihos_Renny, @Dorcas_Moore, @Marcus_Largh, @Viola_Colombo, @Sarah_Jonson, @Elena_Apefrizzola, @Serenity_Hunter, @Livia_Kira, @Robert_Dippett, @Helen_Benlor, @Gianna_Fields,




    Ultima modifica di Rosaline_Barnes Domenica, modificato 1 volta in totale