Hogwarts - Piano Terra
Hogwarts - Piano Terra


  • Stefano_Draems

    Fondatore Amministratore Ministro Ad Honorem Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 16
    Galeoni: 584673
       
       



    Role Aperta da Kristal_Thratchet


  • Kristal_Thratchet

    Grifondoro Membro del Consiglio di Hogsmeade

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 7
    Galeoni: 938
       
       

    [DORMITORI GRIFONDORO]


    *Per Kristal Thratchet era impossibile prendere sonno. Continuava a rigirarsi nel letto a baldacchino con tendaggi rossi scarlatti, ma nulla. Qualche giorno prima si era tenuta l'ultima prova del Torneo TreMaghi – della quale lei era stata una delle tre campionesse.
    L'adrenalina, nonostante fossero passati giorni, era ancora tanta e forse per quello la bionda islandese non riusciva a prendere sonno. Guardò l'orologio posto sul comodino alla sua destra.. non erano neanche le undici di sera, ma lei era li da quasi un ora ormai.
    Dalla sala comune non provenivano rumori, forse i suoi compagni come lei si erano recati a letto verso le dieci e, di conseguenza, la grande sala dominata dal camino - scoppiettante durante i mesi invernali ma ormai spento – risultava vuota.
    Kristal aveva lo sguardo fisso sul soffitto. Aveva un braccio fasciato per via dei pericoli che aveva affrontato il venerdì precedente e, forse, era per quello che si trovava in quella situazione.
    Alla fine la bionda Grifondoro sbuffò e si alzò.
    Osservò le sue compagne di stanza, loro a sua differenza dormivano beatamente.
    Indossò una felpa non tanto pesante, un paio di scarpe da ginnastica e uscì da li.*


    Ho bisogno d'aria.

    *Pensò lasciando il dormitorio e la sala comune. Il castello a quell'ora era buia e doveva ammetterlo: anche se rischiava una punizione per trovarsi fuori dal proprio letto a quell'ora non le interessava gran che. Da li a un mese circa avrebbe lasciato Hogwarts per sempre, avrebbe lasciato lo studio per il lavoro. Sapeva che quello non le dava nessun permesso ma poco le interessava.
    Quello che aveva vissuto e quello che aveva visto la settimana precedente le aveva lasciato un segno, non sulla pelle ma più in fondo.*

    [RIMESSA DELLE BARCHE]


    *Sapeva bene dove stava andando: la rimessa delle barche era l'ultimo luogo dove i Prefetti o i Professori controllavano. Sette anni passati a Hogwarts avevano i suoi vantaggi.
    Si sentiva malinconica, ma per svariati motivi. Si sentiva malinconica perché avrebbe lasciato i suoi amici, si sentiva malinconica per la prova del Torneo, si sentiva malinconica per molto altro anche e neanche lo sapeva.
    Il vento notturno ancora leggermente freddo le scompigliava i biondi capelli. Le barche ormeggiate dondolavano come se fossero cullate dalle onde, le fronde degli alberi si muovevano sinuosamente e le radi luci del castello sembravano piccole lucciole.
    Kristal era nel totale buio, sia per non farsi scoprire da chi svolgeva le ronde notturne, sia per godersi al massimo la situazione in cui si trovava. Respirò profondamente. L'odore dell'acqua del lago aveva un odore particolare portato dal vento. Chiuse gli occhi.
    Il braccio fasciato le doleva, ma in tutta quella pace era l'ultima cosa alla quale le veniva da pensare.
    In quel momento si sentiva in pace con se stessa.*


    @Mihos_Renny,


  • Mihos_Renny

    Tassorosso Insegnante Responsabile di Casa

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 7
    Galeoni: 1512
        Mihos_Renny
    Tassorosso Insegnante Responsabile di Casa
       
       

    [CASTELLO DI HOGWARTS]



    *Il suo giro di ronda stava finendo, mancava poco e sarebbe tornato nella propria Sala Comune. Stava scendendo le ultime rampe di scale che lo avrebbero portato nell'enorme sala d'ingresso. Diede un'occhiata veloce alla Sala Grande un'ultima volta, con quello avrebbe dovuto terminare il controllo, ma quandi guardò il portone d'ingresso si bloccò, non era molto stanco, anzi probabilmente se fosse andato a letto si sarebbe rigirato in questo fino al mattino, così guardandosi attorno e non vedendo nessuno decise di uscire.
    Nei giardini di Hogwarts non c'era anima viva quindi sarebbe dovuto tornare, ma la tranquillitá e il vento, anche se primaverile, freddo lo rilassava, si strinse appena nel mantello giusto per evitare che gli spifferi più freddi gli entrassero magari nel colletto o nelle maniche. Si impose di allungare ulteriormente la sua ronda dirigendosi alla rimessa per le barche, vuoi perché nessuno andava mai a controllare o perché così magari si sarebbe stancato di più, fatto sta che cambiò direzione.*

    [RIMESSA PER LE BARCHE]



    *La Luna alta nel cielo illuminava le distese verdi. La luce si rifletteva sul lago creando un effetto spettacolare, se avesse avuto una macchina fotografica non si sarebbe fatto sfuggire una tale meraviglia. Arrivato all'ingresso vide una figura di spalle, non si immaginava che avrebbe potuto trovare qualcuno, così si avvicinò per riprendere quella persona, insomma si trovava fuori dal Castello e per di più oltre l'orario del coprifuoco. Mihos non era un Prefetto troppo severo, se capitava di cogliere sul fatto studenti che violavano il coprifuoco non gli toglieva dei punti, soprattutto a quelli del primo o del secondo anno, ma li richiamava, dopotutto anche lui prima di diventare Prefetto si faceva le sue scampagnate di notte fuori dal dormitorio, chissà chi si sarebbe trovato davanti. Fece qualche passo in più finché la luce lunare non lo aiutò a riconoscere chi stava davanti a lui.*

    Bene, bene, bene, guardo un po' chi sta violando il coprifuoco

    *La sua campionessa, la sua bellissima campionessa, nonché la sua ragazza Kristal. Qualche giorno prima si era tenuta la terza prova del Torneo TreMaghi e Kristial riuscì a superarla portandolo in salvo, ma non mancarono le ferite e quella mano fasciata ne era la prova.*

    Stai bene? Che ci fai qui?

    *Le domandò accorciando la distanza che li separava. Non era inusuale che la grifa si trovasse fuori dal suo dormitorio, spesso si trovavano insieme quando violava il coprifuoco, per avere un po' di tranquillità senza i caotici spostamenti nei cambi delle lezioni e non avere nessuno attorno in biblioteca.*

    @Kristal_Thratchet,


  • Kristal_Thratchet

    Grifondoro Membro del Consiglio di Hogsmeade

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 7
    Galeoni: 938
       
       

    *Kristal rimase ad osservare l'increspatura delle onde sulle barche armeggiate nella rimessa e, allo stesso tempo, l'acqua che terminava sulla sabbia semi ghiaia della riva del Lago Nero. Adorava quel luogo, era sinonimo di tranquillità per la giovane ma oramai maggiorenne Grifondoro. Era talmente assorta nei suoi oensieri che non si accorse subito di una figura alle sue spalle.
    Quella voce la fece sobbalzare per la sopresa.*

    Bene, bene, bene, guardo un po' chi sta violando il coprifuoco.

    *Non le serviva voltarsi per scoprire di chi si trattasse, avrebbe riconosciuto quella la voce maschile tra migliaia. Abbozzò un sorriso tra sé e sé senza voltarsi verso l'amato Tassorosso.
    Mihos Renny, era di lui che si trattava.
    A ripensare tutte le vicende che i due avevano passato, fin dal loro primo incontro alla Torre dell'orologio quasi un anno e mezzo prima, il sorriso sul volto della ragazza sembrava ingigantirsi. Lo aveva conosciuto e fin da subito ne era rimasta affascinata e, con il passare del tempo assieme si era scoperta innamorata di lui. Non sapeva bene cosa fosse l'amore.
    Per Kristal era difficile comprendere davvero quel sentimento, ma lo era per tutti.. Mihos era stato il suo primo e vero amore, certo prima del Prefetto qualche infatuazione e qualche bacio con qualche altro ragazzo di Hogwarts c'era stato ma Mihos l'aveva incantata con i suoi grandi occhi pieni di storia e di molto altro.
    Qualche giorno prima si era tenuta l'ultima prova del Torneo TreMaghi e, durante quella pericolosa prova, Kristal aveva dovuto portare in alvo qualcosa/qualcuno a lei caro: si era trattato proprio di Mihos. Aveva dato tutta se stessa per portare in salvo quello che era il suo ragazzo e, alla fine, nonostante qualche frattura e slogatura ce l'aveva fatta.*

    Stai bene? Che ci fai qui?

    *Domandò il Tassorosso, Prefetto della propria casata.
    Suo compito era quello di far rispettare il coprifuoco agli studenti ma, in molti casi, ciò non accadeva. Era un uomo, un giovane uomo, assai gentile con chiunque si trovasse difronte a lui. Mihos si sedette vicino a lei accorciando dunque la distanza che li separava. Da quella distanza riusciva a sentire ancora l'odore del profumo che il ragazzo si era messo quella mattina, era un misto di pino e altre fragranze che con il passare della giornata erano sbiadite.
    Quella volta l'osservò bene. La cicatrice vistosa sul volto oramai era diventato il suo tratto distintivo e, tutti gli altri studenti, anche se si domandavano come se l'avesse fatta, si erano abituati a quella stranezza così come si era abituata lei nei primi mesi. Mihos aveva un passato difficile, totalmente l'opposto di Kristal, forse era per quello che tanto l'attraeva: era il suo opposto, e si diceva che gli opposti si attraevano.
    Gli sorrise apertamente.*

    Non riuscivo a dormire.. Tutto qua.

    *Affermò spostando lo sguardo dai suoi occhi scuri all'acqua del lago che, a quell'ora, era anch'essa scura.*

    ..Troppi pensieri.

    *Ed era vero aveva tante cose in mente: la prova appena svolta del Torneo, la possibile carriera dopo lo studio a Hogwarts e molto altro.
    Chi sarebbe diventata Kristal Thratchet? Aveva tantissimi dubbi e quesiti sul suo futuro. Nonostante avesse ben chiaro cosa voleva diventare nell'ambito lavorativo non aveva la minima idea di chi sarebbe stata personalmente e nel privato.
    Sarebbe rimasta sempre la solita e vispa Kristal? Avrebbe passato ancora il tuo tempo assieme a Mihos? Doveva ammetterlo che proprio non ne aveva idea. Su quel fronte aveva sempre invidiato il professor Largh che, da quanto le aveva raccontato la sua amica Angelina, sorella minore del professore, aveva passato praticamente tutto il suo tempo con la stessa ragazza, con la quale aveva creato una vita al di fuori di Hogwarts. Aveva trovato la loro fedeltà e forza d'amore davvero meravigliosa e, ogni volta, si chiedeva se anche lei avrebbe passato il suo futuro con lo stesso ragazzo della quale si era innamorata da studentessa o se la sua vita sarebbe cambiata.*

    @Mihos_Renny,


  • Mihos_Renny

    Tassorosso Insegnante Responsabile di Casa

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 7
    Galeoni: 1512
        Mihos_Renny
    Tassorosso Insegnante Responsabile di Casa
       
       

    *L'aria della sera era davvero rinfrescante, aveva fatto bene ad allungare il suo giro all'esterno del Castello prima di rientrare in Sala Comune e fare una bella dormita, anche se il motivo del suo allungo era perché non era stanco, ma perché era andato alla rimessa per le barche? Nessun motivo particolare. Arrivando in quel luogo trovò una figura che, inizialmente, non riuscì a distinguere, ma a mano a mano che si avvicinava poté riconoscerla. L'entrata a sorpresa di Mihos fece sobbalzare la Grifondoro, in un primo momento il ragazzo sorrise divertito, non gli riusciva difficile apparire alle spalle delle persone senza che loro se ne accorgessero ed era sempre uno spasso vederli mentre si spaventavano. Ascoltò quanto la ragazza avesse da dire riguardo la sua presenza lì e la cosa lo fece un po' sorridere.*

    Non riuscivo a dormire.. Tutto qua.
    ..Troppi pensieri.


    *Il ragazzo si avvicinò a lei e si sedette. Era una forza della natura quella bionda, qualche giorno prima aveva sostenuto l'ultima prova del Torneo TreMaghi ed era riuscita a portarlo in salvo e per questo non l'avrebbe mai ringraziata abbastanza, certo ovvio che se non ci fosse riuscita la scuola non avrebbe potuto lasciarlo lì. Se i troppi pensieri la tenevano sveglia allora era qualcosa di veramente importante e il tassetto avrebbe fatto di tutto pur di rendersi d'aiuto. La luce lunare si rifletteva sulla acque calme, ma leggermente frastagliate, del Lago illuminando i loro visi, la cicatrice di Mihos era ben visibile, ormai tutti lo conoscevano come "quello della cicatrice sull'occhio" e per quanto all'inizio gli desse fastidio un simile nomignolo non poté far altro che abituarsi e limitarsi a guardare male chi sentiva chiamarlo così.*

    Vuoi parlarne?

    *Le domandò con voce calma e mostrandole un lieve sorriso. Con Kristal aveva passato un sacco di bei momenti, ma soprattutto l'aveva aiutato in molte occasioni, soprattutto quando il diciassettenne si era messo a cercare informazioni sul passato del padre lei era lì, a confortarlo quando era abbattuto o a dargli coraggio e non si può certo dire che il ragazzo fosse uno a cui non serviva aiuto. Dopo tutto quello che lei aveva fatto per lui era il minimo che la ricambiasse. Avvicinandosi al suo volto usò la mano destra per spostare un ciuffo dei suoi capelli dietro all'orecchio per guardarla meglio in viso e con l'indice della stessa mano che ha usato le accarezzò il viso con fare dolce.*

    Lo sai che mi puoi parlare di tutto... vero?

    *Mihos avrebbe fatto di tutto per poter aiutare la sua ragazza, la sua anima. Non poteva sapere cosa ronzava nella testa della bionda, ma conoscendola e potendo tirare a indovinare era preoccupata per quello che sarebbe successo dopo la scuola, ma le sue ovviamente erano solo congetture, si basava sull'esperienza e su quanto conoscesse Kristal.
    Mihos dal canto suo non era mai riuscito a decidere cosa avrebbe potuto fare una volta finiti i suoi studi, molti mestieri lo intrigavano e attiravano la sua attenzione, come il Magizoologo e l'allevatore di draghi, ha sempre avuto la passione per gli animali Babbani e quando scoprì il mondo magico questa passione si ampliò anche agli animali magici, ma sarebbe stato quello il lavoro che avrebbe fatto per tutta la sua vita? Non lo sapeva ma di una cosa era sicuro, qualsiasi cosa avrebbe fatto sarebbe stato qualcosa a cui si sarebbe dedicato anima e corpo, dopotutto era un Tassorosso, il duro lavoro era il suo pane quotidiano.*

    @Kristal_Thratchet,


  • Kristal_Thratchet

    Grifondoro Membro del Consiglio di Hogsmeade

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 7
    Galeoni: 938
       
       

    *Un leggero venticello scompigliò i biondi capelli di Kristal, Grifondoro del settimo anno ormai al capolinea del suo percorso scolastico, proprio come il Tassorosso che si era avvicinato a lei e seduto vicino.
    Qualche giorno prima era riuscita a salvare il Prefetto Renny da una Sfinge e da un esemplare di Tranello del Diavolo e, giunti alla riva del Lago da dove tutto era iniziato aveva scopertto di aver vinto. Lei, Kristal Thratchet, ragazza che aveva inserito il proprio nome nel Calice di Fuoco solo per divertimento con gli amici aveva alzato la Coppa TreMaghi nella sua più totale sorpresa e avvolta dai cori dei vari studenti.
    La luna si rifletteva nelle acque calme del lago, proprio quelle acque nella quale era quasi annegata per andare a salvare Mihos. Un sorriso comparve sul volto di Kristal, mentre lo sguardo passava dalle acque cristalline al volto dell'amato.*

    Vuoi parlarne?

    *Le domandò calmo, lei a suo risposta scosse la testa.
    Non c'era nulla di cui parlare.. Si trovava li perchè non riusciva a dormire, anche se la causa della sua insonnia erano i pensieri che le vagavano per la mente. Sapeva però di poter parlare di tutto con lui, e fu il contatto con la sua mano a convincerla.
    Con la mano destra le aveva spostato una ciocca dei lunghi capelli biondi per poi accarezzarle il viso dolcemente.

    Pensavo a dopo.

    *Affermò Krstal godendosi quella carezza al meglio. Da li a un mese o poco più la scuola sarebbe finita, la Grifondoro e il Tassorosso avrebbero lasciato definitivamente Hogwarts.. e poi?

    A quello che ci accadrà dopo.


    *Disse la bionda. Sapeva di poter contare su Mihos in qualunque cosa, ma avrebbe potuto contare su di lui anche dopo? Quelli erano i quesiti che riempivano la sua mente e non la facevano dormire.
    A detta di molti potevano essere pensieri stupidi, per lei invece erano importanti.
    Aveva conosciuto solo Mihos ed era stata innamorata solo di lui e non vederlo al suo fianco anche dopo il periodo come studenti per lei era strano.
    Per quanto riguardava al suo futuro come lavoratrice quello ce l'aveva ben deciso da tempo, era solo la sua vita privata e sul chi fosse stata lei ad interrogarla e non farla dormire. Tutto quello poteva risultare sciocco ad altrui, ma per lei era importante. Avrebbe potuto contare sul Tassorosso anche dopo? Che persona sarebbe stata Kristal al di fuori da Hogwarts?*

    @Mihos_Renny,