• Stefano_Draems

    Fondatore Amministratore Ministro Ad Honorem Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 16
    Galeoni: 584673
       
       



    Role Aperta da Vera_Grace


  • Vera_Grace

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 4
    Galeoni: 580
        Vera_Grace
    Corvonero
       
       

    [DORMITORIO DI CORVONERO - STANZA R.L. MONTALCINI]

    *Vera si mise la sciarpa al collo e prese il piccolo portafoglietto dal baule.*

    Non si sa mai!

    *Pensò infilandoselo in tasca. Quel pomeriggio si era messa d'accordo per accompagnare Alex a comprare una bacchetta. Alex_Regers era un Corvonero del primo anno a cui la ragazza stava dando una mano, come Sarah aveva fatto con lei. Ripensò a quante volte si erano date una mano, tra loro si era formata una forte amicizia che le legava ancora ora. Aveva appena pranzato e mancava ancora poco all'appuntamento che si erano dati. Uscì dalla stanza e si diresse verso Hogsmeade. Il sole scaldava la giornata ma le temperaure non erano più quelle di un mese prima. Camminò svelta dirigendosi al meraviglioso negozio di bacchette gestito dalla preside stessa.*

    [HOGSMEADE - SALILLS NEGOZIO DI BACCHETTE]

    *Arrivò in Magic's Square quasi correndo. Aveva paura di essere in ritardo, non sapeva l'ora e non voleva tardare. Quando fu davanti al conosciuto negozio trasse un sospiro di solievo. Non c'era ancora nessuno, poteva stare tranquilla. Non c'era tanto vento così si tolse la sciarpa, accaldata. Si avvicinò al negozio e si sedette lì vicino. Doveva solo aspettare.
    Guardò dentro e ripensò alla sua bacchetta. Sarebbe andata a prenderla con Sarahh da lì a poco. Quella che aveva lei, infatti, l'aveva ereditata e non era davvero sua. I suoi genitori le avevano dato il via libera per l'acquisto ma non aveva ancora avuto tempo. L'inizio dell'anno era sempre pieno di cose da fare e comprare una bacchetta non era certo tra le più urgenti.*

    Chissà quale bacchetta avrà...



    *Si domandò pensierosa. Poco tempo prima aveva fatto una lezione di Incantesimi proprio su quell'argomento e ne era rimasta affascinata. Si risedette e aspettò. Era arrivata in anticipo nonostante credesse in un ritardo.*

    @Alex_Regers




    Ultima modifica di Vera_Grace mese scorso, modificato 1 volta in totale


  • Alex_Regers

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 1
    Galeoni: 189
        Alex_Regers
    Corvonero
       
       

    [GUFERIA]

    *Alex quel giorno, come tutti gli altri, aveva scritto una lettera alla madre. Ormai era un abitudine per lui e non era per niente un penso, gli piaceva raccontare la sua vita in quelle lettere e sapere che qualcuno lo ascoltava. Quel giorno sarebbe rimasto lì a pensare e sognare tutto il giorno se non fosse che aveva appuntamento con Vera, una ragazza corvonero, che aveva anche visto a Ghirigoro qualche giorno prima, cui l’avrebbe aiutato e in questo caso l’avrebbe portato a comprare una bacchetta. Come sempre era molto nervoso ma anche molto eccitato nello stesso tempo. Così smise di accarezzare la testa di un gufo e si incamminò verso Hogsmeade. Quel giorno aveva un leggero maglioncino blu e dei semplici jeans. Quel giorno batteva il sole e lo scaldava anche se aveva ogni tanto qualche brivido.*

    [HOGSMEADE]

    *Subito dopo essere arrivato guardò l’orologio e si accorse che era abbastanza presto così girò un po’ per il villaggio. Dopo un po’ si accorse che era un po’ in ritardo così si affrettò a correre più che poteva verso il negozio dove avrebbe trovato Vera e avrebbe preso la sua bacchetta.*

    Oh, ciao... sei Vera giusto?

    *disse il ragazzo con un sorriso stampato in faccia e un po’ di imbarazzo*

    @Vera_Grace,



    Ultima modifica di Alex_Regers mese scorso, modificato 2 volte in totale


  • Vera_Grace

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 4
    Galeoni: 580
        Vera_Grace
    Corvonero
       
       

    Oh, ciao... sei Vera giusto?

    *Disse un ragazzo arrivando di corsa. Era Alex, Vera lo riconobbe. Sorrise e rispose allegramente.*

    Sì certo! Allora, che dici, entriamo?

    *Chiese la corva. Era molto emozionata anche se cercava di non darlo a vedere. Era la prima volta che accompagnava e aiutava qualcuno di più piccolo, aveva sempre voluto farlo ma non ne aveva mai avuto l'occasione che adesso c'era. Così spinse la porta del negozio per entrare da "Salills Negozio di bacchette". Non c'era mai entrata dato che non aveva mai comprato una bacchetta. Quando vide i numerosi scaffali ricolmi di scatole rimase estasiata guardandosi intorno. Era un'immagine strabiliante, quei ripiani pieni di roba avevano un che di misterioso che l'attirava.



    Cercò con lo sguardo qualcuno che li potesse aiutare e, non vedendo nessuno disse un po' titubante: *

    Buon pomeriggio! Professoressa?

    *Chiese nella speranza che la Charlotte_Mills, preside di Hogwarts, rispondesse.*

    @Alex_Regers, @Charlotte_Mills


  • Alex_Regers

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 1
    Galeoni: 189
        Alex_Regers
    Corvonero
       
       

    Sì certo! Allora, che dici, entriamo?

    *Disse la ragazza emozionata, appena entrò gli sembrò di vedere un mondo tutto nuovo, era strabiliante e Alex non era molto bravo per nascondere le emozioni quindi era molto evidente la sua emozione ed euforia. Era stupefatto da tutti quegli scaffali ripieni di bacchette, e presto una di quelle sarebbe stata sua. La ragazza cercò la professoressa che avrebbe dovuto vendermi la bacchetta così Alex cercò l’insegnate con gli occhi, certo di vederla sbucare da qualche scaffale improvvisamente, in quel momento gli vennero tante domande da fare a Vera però iniziò semplicemente con una domanda abbastanza banale*

    Tu..ehm a che anno sei?

    *presto avrebbe conosciuto meglio Vera ma per il momento era ancora imbarazzato come sempre quando conosceva qualcuno, si era sempre chiesto come le persone, sia nei libri sia nella realtà, facevano subito conoscenza senza avere un minimo di vergogna, timidezza o nervosismo... lui aveva sempre questi sintomi in situazioni come queste.*

    @Vera_Grace, @Charlotte_Mills,

  • Vera_Grace

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 4
    Galeoni: 580
        Vera_Grace
    Corvonero
       
       

    Tu..ehm a che anno sei?

    *Le aveva chiesto ad un certo punto Alex. Vera notò che era un po' imbarazzato, così sorrise per togliere un po' di timidezza. *

    Sono al quarto anno... mi sembra ieri che ero al primo!

    *Disse Vera sorridendo. Era vero, pareva che fosse passato poco tempo dal giorno in cui il Vecchio Cappello aveva urlato "CORVONERO!" e lei era entrata a far parte della meravigliosa casato blu-bronzata. Curiosa, chiese ad Alex:*

    Una curiosità... Prima dello smistamento, sapevi già in che casa andare?

    *Terminò la corva. Si guardò di nuovo intorno per cercare un'altra persona ma non c'era nessuno, avrebbero dovuto aspettare ancora un po'. I suoi occhi tornarono su Alex e spiegò il motivo della sua domanda.*

    Beh, sai, io volevo già andare a Corvonero, sentivo che sarebbe stata la casa giusta per me e c'è stata pure mia madre. Altri invece erano indecisi e sono stati aiutati dal Cappello.

    *Disse sorridendo e aspettò che il ragazzo rispondesse.*

    @Alex_Regers, @Charlotte_Mills


  • Alex_Regers

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 1
    Galeoni: 189
        Alex_Regers
    Corvonero
       
       

    Sono al quarto anno... mi sembra ieri che ero al primo!

    *Aveva risposto la ragazza con un sorriso, poi gli fece una domanda*

    Una curiosità... Prima dello smistamento, sapevi già in che casa andare?

    *Alex non sapeva che rispondere, lui un mese fa non sapeva neanche della magia, cioè la vera magia, poteva dirle una bugia ma optò per la verità anche perché iniziava a sentirsi a suo agio.*

    [color=blue]in realtà prima che mi arrivasse la lettera di Hogwarts non sapevo neanche della magia, anche se quando ero piccolo verso i cinque/sei anni mentre mio ehm... “padre” stava lanciando piatti a terra per la rabbia questi si riabilitarono e tutti i pezzi dei piatti finirono sul soffitto, non avevamo mai capito come fosse successo ma credo proprio perché c’era magia in me. Quando sono andato ad acquistare le divise di Hogwarts ho fatto un salto al Ghirigoro e ho letto dei libri su Hogwarts e sulle casate, amavo leggere ed ero molto creativo quindi una parte di me era certa di finire in corvonero.[spoil]

    *disse il ragazzo arrossando un po’ sulle guance quando parlò di suo padre, provava sempre vergogna a parlare di lui, fin da piccolo non era stato mai un buon padre, restava a casa senza far nulla e così mia madre era quella che doveva fare tutto. Inoltre mio padre era sempre molto nervoso e quello dei piatti era solo un evento che manifestò con la sua ira, la madre di Alex infatti aveva segni sul corpo per colpa sua e Alex aveva una cicatrice sul braccio sinistro fatta da una scheggia di vetro di un vaso che il padre spaccò perché il postino aveva sbagliato posta. Però qualche mese prima se ne era andato lasciando la madre del ragazzo da sola e incinta, e da lì non avevano più sue notizie, o meglio Alex non aveva sue notizie.*



    [spoil]@Vera_Grace,[spoil/]



    Ultima modifica di Alex_Regers mese scorso, modificato 1 volta in totale


  • Vera_Grace

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 4
    Galeoni: 580
        Vera_Grace
    Corvonero
       
       

    in realtà prima che mi arrivasse la lettera di Hogwarts non sapevo neanche della magia, anche se quando ero piccolo verso i cinque/sei anni mentre mio ehm... “padre” stava lanciando piatti a terra per la rabbia questi si riabilitarono e tutti i pezzi dei piatti finirono sul soffitto, non avevamo mai capito come fosse successo ma credo proprio perché c’era magia in me. Quando sono andato ad acquistare le divise di Hogwarts ho fatto un salto al Ghirigoro e ho letto dei libri su Hogwarts e sulle casate, amavo leggere ed ero molto creativo quindi una parte di me era certa di finire in corvonero

    *Rispose Alex. Vera ascoltò attentamente e aspettò un po' prima di rispondere. Capiva che era un argomento delicato e non voleva che il ragazzo si imbarazzasse ora che si sentiva di più a suo agio. Quando rispose scelse con cura le parole.*

    Beh, mi dispiace. Comunque direi che hai scelto bene!

    *Disse ridendo. Amava Corvonero, casa delle persone creative e intelligenti. Erano ormai lì da più o meno cinque minuti e di Charlotte nemmeno l'ombra. La ragazza continuò a chiacchierare lo stesso per passare il tempo.*

    Mia madre era Corvonero mentre mio padre era un Serpeverde. Non mi sono mai sentita di appartenere a Serpeverde ma in realtsà ero indecisa se diventare una Corvonero o una Grifondoro. Alla fine ho deciso per la prima, sono molto curiosa e creativa, ecco il vero motivo.

    *Spiegò sinceramente la ragazza. Inevitabilmente però, parlando delle case dei suoi familiari il suo pensiero ricadde su Nicholas e Emily. *

    Non pensarci, non ora!

    *Pensò la corva cercando di scacciare il pensiero dei nonni. Nonostante fosse passato molto tempo dalla loro morte, il dolore era sempre pronto a farsi sentire nella ragazza. Così portò la conversazione su un altro argomento.*

    Allora, è passato solo un mese ma hai già fatto compiti e/o lezioni?

    *Chiese la ragazza con ritrovata curiosità. Si ricordava il suo primo mese di scuola e, a dire la verità, non aveva fatto quasi nulla. Era stato dopo qualche mese che aveva davvero iniziato a far parte nella vita al Castello di Hogwarts.*

    La mia materia preferita è Incantesimi ma mi piacciono anche Difesa contro le Arti Oscure e Cura delle Creature Magiche!

    *Disse entusiasta, sperando di non aver esagerato con le chiacchiere.*

    @Alex_Regers, @Charlotte_Mills


  • Alex_Regers

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 1
    Galeoni: 189
        Alex_Regers
    Corvonero
       
       

    Mia madre era Corvonero mentre mio padre era un Serpeverde. Non mi sono mai sentita di appartenere a Serpeverde ma in realtsà ero indecisa se diventare una Corvonero o una Grifondoro. Alla fine ho deciso per la prima, sono molto curiosa e creativa, ecco il vero motivo.

    *disse la ragazza, Alex era affascinato dalle storie su genitori magici. Avrebbe voluto avere una madre strega e un padre mago... a dirla tutta avrebbe voluto avere un padre.*

    [color=blue] Wow...mia madre lavora come cassiera in un supermercato... voi maghi sapete cos’è vero? Vabbè comunque, non sapevamo della magia. Mio padre invece è sempre stato molto assente, non mi parlava mai ed era molto violento... non l’ho mai detto a nessuno ma di te mi fido e sei anche molto simpatica.


    *disse Alex, quando parlò del padre gli scese una lacrima ma dicendo a Vera che era molto simpatica gli scappò un sorriso. Poi finirono a parlare di compiti e materie anche se Alex confessò che fin ora non aveva fatto nulla. Era contento di parlare con Vera, almeno una persona lo ascoltava di solito i ragazzi babbani non lo calcolavano molto così aveva preso l’abitudine di starsene a leggere è ascoltare musica, anche perché amava cantare.*

    [spoil]@Vera_Grace,


  • Charlotte_Mills

    Serpeverde Amministratore Preside Insegnante Moderatore Web Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 11
    Galeoni: 300147
       
       


    *Charlotte quel giorno avrebbe preferito passare il pomeriggio assieme a suo figlio, ma purtroppo le era toccato recarsi al negozio di bacchette di Hogsmeade. Da qualche giorno aveva deciso, assieme alla sua amica Sylvia che era socia di quel negozio, di rimanere la sola e unica proprietaria del locale. Ciò accadeva per colpa del trasferimento della Tassorosso lontano da quel magico villaggio. Non aveva approfondito molto la scelta dell'amica ma ovviamente se lei si sentiva bene nel mondo dei Babbani lei non era nessuno per impedirglielo.
    Ovviamente le sarebbe mancata vederla tra le vie di Hogsmeade e come socia del negozio di Bacchette. Erano anni che le due donne gestivano assieme quel negozio e trovare una nuova collega sarebbe stato sicuramente difficile per molti versi. Proprio per quello la ex Serpeverde quel pomeriggio si trovava nel retro bottega circondata da scartoffie.
    Non sembrava ma la burocrazia poteva essere estremamente fastidiosa.
    Osservandosi attorno sbuffò nel vedere le carte che doveva ancora riempire. Non era neanche a metà dell'opera.
    L'ora di pranzo era passata da pochissimo ma la donna dai capelli corvini non se n'era accorta. Era solita, per via della moltitudine di lavoro, saltare i pasti principali della giornata ma se voleva svolgere il proprio lavoro nel miglior modo possibile cercava di distrarsi il meno possibile.
    L'unica cosa che quel pomeriggio la distrasse dalle sue scartoffie fu una voce proveniente dalla parte principale del negozio.*

    Buon pomeriggio! Professoressa?

    *Disse una voce femminile.
    La donna fu costretta ad appoggiare la piuma d'oca che teneva in mano ed alzarsi dalla comoda seduta.
    Era curiosa di scoprire chi fosse la misteriosa figura che aveva deciso, in quel giorno di metà Ottobre, di entrare nell'unico negozio di catalizzatori magici di Hogsmeade.
    Quando Charlotte varcò la porta che divideva il retro bottega dal negozio vero e proprio rimase ancor più sopresa. Davanti a lei infatti si trovava Vera Grace, una Corvonero a Hogwarts da anni, in compagnia di un ragazzo evidentemente più giovane di lei.*

    Buon pomeriggio a voi.

    *Affermò cordialmente la ultra trentenne.*

    A cosa devo questa visita inaspettata?


    *Domandò curiosa la ex Serpeverde, professoressa e Preside di Hogwarts.
    Molti, molti anni prima aveva deciso di aprire un negozio di bacchette a Hogsmeade proprio perché in quel villaggio mancava un negozio del genere. Aveva seguito numerosi corsi, svolto numerosi viaggi e stage per apprendere al meglio la magnifica arte delle bacchette. Insomma era una strega ben formata nella magica arte delle bacchette.*


    @Vera_Grace, @Alex_Regers,


  • Vera_Grace

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 4
    Galeoni: 580
        Vera_Grace
    Corvonero
       
       

    Wow...mia madre lavora come cassiera in un supermercato... voi maghi sapete cos’è vero? Vabbè comunque, non sapevamo della magia. Mio padre invece è sempre stato molto assente, non mi parlava mai ed era molto violento... non l’ho mai detto a nessuno ma di te mi fido e sei anche molto simpatica.

    *Vera sorrise di cuore a quelle parole che la resero molto felice ma anche triste. Ciò che il ragazo le aveva detto era una cosa molto brutta così non fece altre domande e non cambiò nemmeno argomento. Si sentì molto fortunata e cercò di ricordarsi cosa fosse un "supermercato". Lo sapeva eccome, c'era stata numerose volte.*

    Buon pomeriggio a voi.

    *Disse finalmente una voce a Vera familiare.*

    A cosa devo questa visita inaspettata?

    *Aveva domandato Charlotte Mills, preside di Hogwarts e proprietaria di quel magnifico negozio. Vera aspettò un po' prima di rispondere, magari preferiva farlo Alex ma alla fine sorridendo spiegò il motivo della visita.*

    Oh, io e Alex siamo venuti per comprare una bacchetta. Sa, lui è primo anno e ancora non ce l'ha così abbiamo pensato di venire qui insieme!

    *Terminò la corva. La donna era una preside davvero fantastica e Vera la ammirava molto. Era una strega determinata e intelligente, proprio come la ragazza sarebbe voluto diventare. Non era mai stata in un negozio di bacchette ed era molto emozionata. e sopratutto curiosa! Così chiese alla professoressa che immaginava essere molto esperta.*

    Mi scusi, lei da quanto tempo lavora qui? L'arte delle bacchette dev'essere molto complicata...

    *Disse pensando a come poteva essere conoscere tutti quei "segreti" che per lei erano misteri.*

    @Alex_Regers, @Charlotte_Mills


  • Charlotte_Mills

    Serpeverde Amministratore Preside Insegnante Moderatore Web Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 11
    Galeoni: 300147
       
       

    *Charlotte era rimasta sorpresa nel vedere due studenti, quel giorno nel suo negozio. Da quello che spiegò la ragazza più grande si trovavano li per comprare la bacchetta magica per il giovane Alex che, ancora, non aveva provveduto all'acquisto della propria bacchetta.
    La donna osservò il ragazzino dai capelli biondi e grande occhi verdi. Era curiosa nel capire come mai quel ragazzino non possedesse già un catalizzatore magico.
    Mentre si avvicinava ai grandi scaffali si rivolse al ragazzo.*

    Sa, signor Regers, che la bacchetta andrebbe comprata prima di trovarsi a Hogwarts, vero?

    *Disse mentre cercava un catalizzatore magico da poter far provare all'undicenne. Stava trafficando con le varie custodie quando Vera Grace si rivolse nuovamente a lei.*

    Mi scusi, lei da quanto tempo lavora qui? L'arte delle bacchette dev'essere molto complicata...

    *Domandò la ragazzina del quarto anno appartenente alla casa di Corvonero.*

    Lavoro qua da quasi dieci anni oramai.

    *Affermò la ex Serpeverde ricordando il giorno che aveva deciso, assieme al primo proprietario, di aprire un negozio di bacchette. Non era stata un esperienza semplice, neppure con il passare del tempo. All'inizio passare anche solo minuti in quelle stanze le ricordava il suo ex socio, persona che ben presto venne dimenticata con l'amica Daphne e poi con la Tassorosso Sylvia.
    Sylvia era stata la persona che aveva trovato l'energia e l'amore da incanalare in quella attività.
    Dopo aver frugato qua e la trovò una bacchetta magica da poter far provare all'undicenne presente quel giorno tra di loro.*

    Signor Regers provi questa: Palissandro, 9' pollici e 1/3, Capelli di Veela.



    *Disse la donna porgendo quel particolare catalizzatore magico al ragazzino che, stranamente, fino a quel momento non ne aveva ancora comprato uno. Fu in quel momento che le ritornò in mente il momento in cui lei stessa aveva acquistato la propria bacchette a Diagon Alley.. Era passato davvero troppo tempo se ci pensava.*

    [INIZIO FLASHBACK]

    *Una giovane Charlotte camminava velocemente dietro a un uomo sulla quarantina. L'undicenne aveva rifiutato di andare a Diagon Alley con sua madre, dato che la sera prima aveva litigato con lei sulla questione bacchetta. Charlotte non ne voleva una sua, voleva usare quella di suo fratello Luke morto durante la battaglia ad Hogwarts. I suoi genitori avevano ripudiato suo fratello dato che aveva scelto il lato oscuro della magia, ma Charlotte continuava a volergli bene, anche in quel momento, anche se sapeva che non sarebbe più tornato da loro.
    Quel giorno si trovava a Diagon Alley per fare tutte le compere necessarie per uno studente del primo anno. Suo padre voleva farle comprarle un gufo, ma suo fratello gli aveva regalato per un suo compleanno un piccolo gufetto tanto carino che sembrava capirla quando lei si sentiva sola e triste, e di conseguenza lei era decisa ad utilizzare il piccolo Magus anche a Hogwarts.
    Dopo qualche discussione Charlotte riuscì a convincere l'uomo che l'accompagnava. Il padre di Charlotte era un uomo dii di 43 anni leggermente in carne.
    Il signor Mills faceva di nome Richard e lavorava al Ministero della Magia all'ufficio Applicazione della legge sulla magia e andava fiero del suo lavoro.
    In poco tempo arrivarono davanti alla bottega di Olivander. Quel negozio era pieno zeppo di bacchette, la ragazzina non aveva mai immaginato che ce ne fossero così tante! Un anziano signore con i capelli bianchi e molte rughe sul viso comparve dal retrobottega.*

    Buongiorno signore.

    *Affermò l'undicenne ancora ignara del futuro che poteva aspettarla.
    Provò numerose bacchette fino a trovare quella che la scelse come sua proprietaria: era fatto in Ebano, lunga 11 pollici con una caratteristica davvero strana, una squama di Basilisco al suo interno. Il commerciante e suo padre erano rimasti davvero sorpresi nel sapere cosa poteva fare quella bacchetta, ma nelle mani di Charlotte, una ragazzina dai sentimenti feriti non poteva di certo generare fatti piacevoli.*

    [FINE FLASHBACK]



    @Vera_Grace, @Alex_Regers,


  • Alex_Regers

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 1
    Galeoni: 189
        Alex_Regers
    Corvonero
       
       

    *Alex si era perso nei suoi pensieri guardando tutte quelle bacchette. quasi quasi non si accorse neanche di una nuova figura comparsa. la preside Mills, era stupefatto, per la prima volta vedeva la prestigiosa preside di Hogwarts. rimanè per un'attimo senza fiato prima di poter rispondere alla domanda della preside*

    Sa, signor Regers, che la bacchetta andrebbe comprata prima di trovarsi a Hogwarts, vero?

    *Alex era molto imbarazzato, non sapeva cosa rispondere quindi cercò delle parole nella sua mente e le assemblò cercando di formare una frase.*

    oh... ehm si, mi scusi..

    *in quelle situazioni era sempre molto nervoso, come sempre d'altronde, non era mai sicuro di se. così il giovane ragazzo corvonero divenne rosso come un pomodoro ma cercando comunque di non darlo a vedere. Gli erano successi molti avvenimenti simili in passato ma in quel momento non voleva pensarci, così cerco di fare quello che più sembrava a un sorriso.*



    *dopo di che provò la bacchetta data dalla preside in persona, provando una strana sensazione mai provata ma facendo volare via delle scatoline riponendo così la bacchetta al suo posto.*

    ops.. mi scusi non era mia intenzione..

    *disse imbarazzato*

    @Vera_Grace, @Charlotte_Mills,




    Ultima modifica di Alex_Regers 4 settimane fa, modificato 2 volte in totale


  • Vera_Grace

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 4
    Galeoni: 580
        Vera_Grace
    Corvonero
       
       

    Sa, signor Regers, che la bacchetta andrebbe comprata prima di trovarsi a Hogwarts, vero?

    *Disse severamente la preside. Il ragazzo rispose imbarazzato così Vera aggiunse un'informazione:*

    Non è colpa sua, si è accidentalmente rotta… e poi in realà non era nemmeno proprio sua!

    *Concluse come per scusare Alex. Si era affezionata al primo anno e senza accorgersene aveva appena assunto un fare protettivo nei sui confronti. Anche ciò che la aveva raccontato influiva ma anche il fatto che lei era stata molto aiutata al suo ingresso ad Hogwarts, anche dalla donna di fronte a lei che le aveva dato preziosi consigli.*

    Lavoro qua da quasi dieci anni oramai.

    *Aveva poi risposto l'insegnante. Vera rimase molto colpita ma la sua attenzione venne rivolta ad Alex che provava la prima bacchetta che Charlotte aveva scelto per lui. Quando la prese in mano alcune scatole di catalizzatori magici volarono via e il ragazzo ripose la bacchetta al suo posto.*

    ops.. mi scusi non era mia intenzione..

    *Si scusò imbarazzato. Vera non riuscì a trattenere un sorriso divertito, sapeva che quella era una cosa che succedeva sempre alla prima prova.*

    Direi che non è quella giusta!

    *Disse allegramente pronta alla prossima bacchetta. Fece l'occhiolino ad Alex e guardò la preside.*

    @Alex_Regers, @Charlotte_Mills