Hogsmeade
Hogsmeade


  • Stefano_Draems

    Fondatore Amministratore Ministro Ad Honorem Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 16
    Galeoni: 584673
       
       



    Role Aperta da Sansa_Stark


  • Sansa_Stark

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 5
    Galeoni: 339
        Sansa_Stark
    Corvonero
       
       

    *Quel pomeriggio Sansa Stark aveva deciso di andare a fare un giro ad Hogsmeade. Dopo circa un'ora che camminava per le vie della cittadina aveva deciso di recarsi ai Tre Manici di scopa era da un po' che non metteva piede in quel locale. se sembrava che l'ultima volta era stata una settimana prima. Si diresse verso la porta dell'edificio e l'aprì. La sala era piena di persone sedute ai tavoli o al bancone. C'erano anche studenti di Hogwarts più o meno grandi di lei.*

    Mi chiedo se Raver ed Eirwen oggi ci siano

    *Si chiese mentre si sedeva su uno degli sgabelli liberi vicino al bancone con ancora il mantello adosso. Slegò il nodò della sciarpa tenendola tuttavia adosso e si sistemò una ciocca di capelli dietro l'orecchio. Gli aveva tagliati di recente. Pochi centimetri quasi non si vedeva la differenza. Alle orecchie portava dei piccoli orecchini composti da un cerchio rosso che la madre gli aveva regalato per Natale.*

    Il mal di gola non è passato del tutto

    *Quella mattina quando si era svegliata aveva avvertito un leggero dolore alla gola. Non le sembrava di aver preso freddo. Si era sempre coperta la gola quando era fuori dal castello. A quanto pare però il mal di gola lera venuto lo stesso. Notò uno dei menù dei Tre Manici di Scopa sul bancone e lo prese. Lesse i cibi e le bevante che venivano serviti e che avrebbe potuto prendere. Sentiva un certo langurino. Sollevò gli occhi e si guardò attornò alla ricerca di una delle tre ragazze che lavoravano lì. Raven la conosceva abbastanza siccome apparteneva alla sua casa, invece Eirwen solo di vista e la terza persona che sapeva lavorare lì non l'aveva mai incrociata non aveva neanche idea a quale casa appartenesse.*

    @Raven_Lovely, @Eirwen_Queen




    Ultima modifica di Sansa_Stark 2 settimane fa, modificato 1 volta in totale


  • Raven_Lovely

    Corvonero Barista 3MDS

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 4
    Galeoni: 343
        Raven_Lovely
    Corvonero Barista 3MDS
       
       

    *Era da poco passata l’ora di pranzo a Hogwarts, e molti studenti sarebbero tornati nei loro dormitori. Alcuni si dirigevano verso Hogsmeade, probabilmente per fare delle compere o prendere qualcosa ai Tre Manici di Scopa. Raven Lovely, studentessa Corvonero al terzo anno, si trovava esattamente in quella famosa locanda, anche se non per gustare qualcosa dal menu. Infatti era stata assunta come barista dal sindaco Fields in persona giusto una settimana prima. Il locale era abbastanza pieno come al solito, gremito di studenti e adulti in cerca di qualcosa da mangiare o da bere. La maggior parte dei tavoli di legno chiaro erano occupati, e qualche cliente si aggirava davanti al bancone in attesa del proprio ordine.*



    *Pur essendo il locale colmo, l’ambiente era molto tranquillo e sereno. Si riusciva a lavorare senza fretta e questa era una cosa che quel giorno piacque particolarmente alla tredicenne. Stava mettendo al loro posto i boccali puliti, quando un volto conosciuto attirò la sua attenzione. Una sua concasata e amica e amica si era appena seduta su uno degli sgabelli davanti al bancone di legno, in particolare si trattava di Sansa Stark, una ragazza del quinto anno che Raven aveva avuto il piacere di conoscere qualche tempo prima. Si voltò e sfoggiò un sorriso alquanto amichevole, per poi rivolgerle la parola.*

    Sansa! Che piacere rivederti, cosa ti porto?

    *Disse pensando all’ultima volta che si erano viste. Quell’anno per Raven lo Yule Ball non era stato chissà cosa, ma aveva comunque passato una bella serata in compagnia dei suoi amici. Hogwarts era diventata una famiglia allargata per lei, e le andava bene. In particolare a Settembre era arrivata al castello anche sua sorella, alla quale era particolarmente affezionata, quindi si trovava ancora più a suo agio. Prese l’ordine dell’amica e iniziò subito a preparare. Una volta finito glielo porse, rivolgendole un sorriso e sperando che avesse voglia di chiacchierare.*

    Allora, come sta andando in questo periodo? È da un po’ che non ci vediamo.

    *Affermò la studentessa con un pizzico di curiosità.*


    @Sansa_Stark


  • Sansa_Stark

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 5
    Galeoni: 339
        Sansa_Stark
    Corvonero
       
       

    *Dopo pochi minuti che era seduta lì e il mal di gola era tornato peggio di prima Raven comparve davantia lei era contenta di rivederla erano passate due settimane circa dal Yule Ball si erano divertite quella sera e lei aveva ballato insieme al suo cavaliere.*

    Sansa! Che piacere rivederti, cosa ti porto?

    *Chiese Raven distogliendola dai suoi dolci ricordi. le labbra della quindicenne si curvarono in un sorriso e si mosse sullo sgabello. I capelli sciolti erano sciolti e lì tirò fuori da sotto il mantello. Le arrivavano poco sotto le spalle ora che gli aveva tagliati. Pensava che si sarebbe pentita di averli tagliati, dato come le piaceva averli lunghi, ma gli aveva tagliati di pochi centimetri e si vedeva di poco la differenza.*

    Una Burrobirra, grazie.

    *Disse dopo aver riflettuto un attimo su cosa prendere. L'era venuta sete. Intrecciò le dita delle mani sul bancone e attese che la compagna di scuola le portasse il suo ordine. Si chiedeva se anche Eirwen quel giorno lavorava ai Tre Manici di Scopa.*

    Eirwen c'è? Se non sbaglio anche lei lavora qui

    *Commentò. La guardò mentre preparava il suo ordine e ripesò di nuovo al Ballo del Ceppo a quando erano sedute allo stesso tavolo intente a chiacchierare. Dopo il ballo si erano incrociate qualche volta nei corridoi del castello, ma non avevano avuto davvero occasione di parlare. Al termine del ballo Jon aveva litigato di brutto con la sua fidanzata. Non spaeva perché, ma secondo suo fratello Robb si erano lasciati con grande gioia della rossa e di Arya ai quali Daenerys non era mai piaciuta.*

    @Raven_Lovely, @Eirwen_Quinn




    Ultima modifica di Sansa_Stark 2 settimane fa, modificato 1 volta in totale


  • Eirwen_Quinn

    Grifondoro Giornalista Barista 3MDS Moderatore Web Certificato

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 4
    Galeoni: 344
        Eirwen_Quinn
    Grifondoro Giornalista Barista 3MDS Moderatore Web Certificato
       
       

    *Gennaio era iniziato ormai da una settimana e anche per quell'anno le vacanze natalizie stavano per diventare un ricordo. Le lezioni sarebbero ricominciate e la solita routine avrebbe reso le vite degli studenti piene.
    Quel giorno il sole splendeva, rendendo più sopportabili le temperature rigide dell'inverno scozzese e permettendo ai giovani abitanti del castello di avventurarsi fino al vicino villaggio. Oltre le finestre del pub un via vai di persone, tutte ben coperte dai propri mantelli, colorava e rendeva vive le vie del paese. All'interno del locale un brusio di voci faceva da sottofondo, rendendo chiaro anche ad Eirwen il numero di persone, che riempivano i tavoli di legno scuro.
    La giovane si trovava infatti sul retro del locale, quel giorno ad aiutarla nel lavoro c'era Raven, un'amica Corvonero, che aveva la situazione sotto controllo. Così la tredicenne aveva preferito dedicare il proprio tempo a sistemare le scorte e a controllare cosa fosse necessario ordinare.
    Non pensava di avere la possibilità di continuare con quel lavoro, ma quando pochi giorni prima il Sindaco Fields le aveva chiesto se aveva voglia di continuare a lavorare per altri due mesi, era stata ben felice di accettare. Le piaceva trascorrere gran parte del tempo libero in quel pub, quel lavoro le aveva permesso di conoscere molte persone e l'aveva resa più sicura di sé. Quest'ultimo era il motivo principale per cui aveva accettato di continuare, in quel momento della sua vita, quando la vita privata era così difficile, aveva bisogno di tutta la sicurezza che sarebbe riuscita ad acquisire.
    Il giorno prima si era finalmente decisa ad iniziare la lettura dei diari della madre, erano numerosi e se voleva sperare di trovare qualcosa doveva iniziare a darsi da fare. I primi diari che era riuscita a recuperare risalivano agli ultimi anni di università e i suoi genitori si erano da poco incontrati. Sapeva che in quelle righe non avrebbe trovato nulla, la sua scomparsa era avvenuta molti anni dopo, ma aveva l'occasione per conoscerla meglio e non se la sarebbe lasciata scappare. Di tempo a disposizione ne aveva e leggendo alcune pagine alla volta sarebbe arrivata a trovare ciò che le serviva, se qualcosa da scoprire c'era.
    La voce di Raven dietro il bancone interruppe il flusso di pensieri, sembrava che nel locale fosse arrivato un altro studente, qualcuno che la Corvonero conosceva bene. Eirwen aveva riconosciuto il tono amichevole che l'altra riservava alle persone con cui aveva confidenza. Restó in ascolto qualche istante per capire se avesse bisogno di un aiuto, ma a giudicare dai rumori l'amica stava già preparando l'ordinazione, ovviamente si trattava di una burrobirra.
    La giovane figlia di Godric non fece in tempo a rimettersi al lavoro, che il suo nome attirò la sua attenzione. Sembrava che l'ultima arrivata conoscesse anche lei, ma dalla stanza sul retro non riusciva a riconoscere la voce. Il lavoro che stava svolgendo era quasi terminato, quindi poteva concedersi qualche chiacchiera nella stanza principale.
    Mentre cercava la porta che collegava i due ambienti, gettò un'occhiata agli avventori, sapeva che Raven era brava nel suo lavoro, ma era difficile togliersi quell'abitudine. Quando il suo sguardo si posò sul bancone, le bastò un istante per capire chi aveva pronunciato il suo nome. Si trattava di un'altra figlia di Rowena, Sansa, una rossa quindicenne, che aveva conosciuto al Ballo un paio di settimane prima.
    Si avvicinò con un sorriso in volto, era sempre felice di poter scambiare qualche parola con dei compagni.*

    Sansa, è un piacere rivederti.

    *Non si era sbagliata, l'ordinazione era proprio una burrobirra, Raven la stava servendo in quel momento. Si appoggiò al bancone con una mano, era stanca, quasi dieci giorni di insonnia iniziavano a ripercuotersi sul suo fisico. Forse avrebbe dovuto chiedere in infermeria una pozione per dormire meglio.*

    Ero sul retro a riordinare, quando ho sentito il mio nome. Come stai?

    *Chiese alla ragazza seduta al bancone, aveva bisogno di distrarsi un po' e scambiare qualche parola con una conoscenza era il modo giusto per farlo.*

    @Sansa_Stark, @Raven_Lovely,


  • Sansa_Stark

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 5
    Galeoni: 339
        Sansa_Stark
    Corvonero
       
       

    *Sansa era arrivata da pochi minuti. Aspettava che Raven le desse quello che le aveva chiesto. Si era resa conto di avere sente. Le venne da tossire e si coprì la bocca con la mano e diede un colpo di tosse. Si sistemò la sciarpa con i colori di Corvonero che portava al collo erano al coperto e al caldo, però voleva lo stesso protteggere la gola dolorante.*

    Sansa, è un piacere rivederti

    *Eirven era spuntata all improvviso dietro al bancone non l'aveva vista arrivare concentrata com'era su Raven che aveva finito di preparare la sua Burrobirra e gli è la stava porgendo proprio in quell'istante. Sansa la prese ed estrasse delle monete dalla tasca. Contò i soldi e poi li porse alla compagna di Corvonero. Avrebbe dovuto darle cinque falci di resto, ma stava pensando di lasciargliele le come mancia.*

    Eirwn, sono felice di rivederti. Sono venuta ai Tre Manici di Scopa sperando di trovarvi entrambe

    *Affermò la rossa che era molto contenta che c'erano entrambe. Gli occhi azzurri della quindicenne caderò di nuovo sul menù le stava venendo un certo languorino. Avrebbe potuto chiederle di portarle qualcosa di mangiare, ma era indecisa su cosa chiederle.*

    Ero sul retro a riordinare, quando ho sentito il mio nome. Come stai?

    *Disse l'altra facendo distogliere lo sguardo della studentessa dal menù. Aveva deciso cosa chiederle. Prese la Burobirra ene bevette un sorso. FInito di bere poggiò il boccale ancora pieno sul bancone e si pulì il viso dalla schiuma che la bevanda le aveva lasciato in faccia.*



    Mi porti un pezzo di torta al ciccolatto Eirwen, grazie

    *Disse gentilmente. Non vedeva l'ora di potersi gustare una bella fetta di torta al ciccolato aveva proprio voglia di mangiarne un po'.*

    @Raven_Lovely, @Eirwen_Quinn




    Ultima modifica di Sansa_Stark 6 giorni fa, modificato 4 volte in totale


  • Eirwen_Quinn

    Grifondoro Giornalista Barista 3MDS Moderatore Web Certificato

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 4
    Galeoni: 344
        Eirwen_Quinn
    Grifondoro Giornalista Barista 3MDS Moderatore Web Certificato
       
       

    *Il locale era gremito di persone, i tavoli del pub più famoso di Hogsmeade erano occupati e anche al bancone erano seduti alcuni clienti. Tra questi, una chioma rossa si faceva notare, apparteneva ad una studentessa di Hogwarts, la cui sciarpa bronzo e blu la identificava come appartenente alla casa di Corvonero.
    In quel momento a parlare con lei c’era un’altra studentessa, una delle due che svolgeva il lavoro di barista al pub. I lunghi capelli castani scivolavano intrecciati sulla spalla destra, le braccia incrociate davanti al busto, mentre ascoltava la ragazza parlare e con gli occhi controllava la stanza gremita.*

    Sissignora, arriva subito la sua ordinazione.

    *Rispose con tono ironico, mentre un sorrisino le piegava le labbra. Era divertente come pochi istanti prima Sansa le avesse detto che sperava di trovarle entrambe e poi non rispondesse nemmeno a un’educata domanda. Trovava affascinante i comportamenti delle persone, aveva imparato a osservare gli altri dopo la scomparsa della madre, quando molte delle persone che conosceva avevano iniziato a guardarla in modo diverso. L’unica differenza era che ora non sempre se ne stava in silenzio, a volte, come in quel caso, non riusciva a trattenere le risposte e l’ironia.
    Le voltò le spalle e si avvicinò al vassoio su cui veniva conservata la torta al cioccolato, ne tagliò una fetta e la depose su un piattino. Qualcuno vedendola avrebbe potuto chiedersi perché una strega facesse quelle cose a mano, anziché usare la magia, effettivamente qualche volta i clienti con cui aveva più confidenza glielo facevano notare. Essendo una nata babbana, era abituata al lavoro manuale e certe volte preferiva non usare il suo catalizzatore.
    Conclusa la preparazione porse il dolce richiesto alla quindicenne.*

    Ecco a te il dolce.

    *Le sorrise, prima di rivolgere la propria attenzione ad alcuni clienti giunti in quel momento al bancone.*

    @Sansa_Stark, @Raven_Lovely,