Hogsmeade
Hogsmeade


  • Stefano_Draems

    Fondatore Amministratore Ministro Ad Honorem Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 16
    Galeoni: 584673
       
       



    Role Aperta da Sarah_Jonson


  • Sarah_Jonson

    Corvonero Membro del Consiglio di Hogsmeade

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 4
    Galeoni: 483
        Sarah_Jonson
    Corvonero Membro del Consiglio di Hogsmeade
       
       

    [Dormitorio Corvonero "Rita Levi Montalcini" - 18.10]


    *Purtroppo non era una serata soleggiata quando, la Corvonero Sarah Jonson si trovava come di consueto nel suo dormitorio. Quest'ultimo lo condivideva con due studentesse della sua stessa casata che in quel momento non erano presenti: Vera Grace, la sua migliore amica, e Tsukiko Hayashi, una ragazzina che frequentava il primo anno. La ragazza dai lunghi capelli rossi stava finendo di fare i suoi compiti, per una volta aveva deciso di non recarsi in biblioteca, anche nella Torre Ovest si trovava la tranquillità! Il nuovo anno 2020 era ormai iniziato e tutti gli studenti ed insegnanti sembravano avere dei nuovi propositi. C'era chi, durante le vacanze, aveva deciso di ritornare a casa dai propri genitori e chi, come Sarah, era rimasto ad Hogwarts per motivi piuttosto personali. La giovane quattordicenne aveva iniziato il primo settembre dell'anno precedente il quarto anno, come sempre si era impegnata per riuscire a superare al meglio l'anno scolastico. Era una studentessa molto intelligente, se la cavava benissimo con le materie di Hogwarts, nonostante le sue origini babbane. Queste ultime avevano permesso ad alcuni giovani maghi della sua età di prenderla in giro, ma lei con il tempo era riuscita a capire che il giudizio degli altri non le doveva importare. Uno dei suoi piccoli difetti era la timidezza, ma finalmente con l'inizio della nuova scuola era riuscita a farsi molti amici e fare tesoro delle amicizie vere. Improvvisamente finì i suoi compiti, mettendo via tutto ed in ordine, in modo che, quando sarebbe andata a lezione non avrebbe avuto molta difficoltà nel ricordare dove aveva messo i compiti assegnati. Non mancava molto all'ora di cena in Sala Grande, ma quella sera avrebbe voluto andare da qualche altra parte....*

    I Tre Manici di Scopa!

    *Pensò immediatamente la giovane dagli occhi verdi. Era stata barista durante il terzo anno e nell'estate precedente. Adorava il locale, era una ragazza che si affezionava anche ai luoghi. Aveva conosciuto il pub quando aveva finito il suo primo anno, ma con il tempo aveva imparato a conoscerlo meglio, nei suoi anni ad Hogwarts e durante le vacanze si era recata lì numerose volte. Quando al terzo anno la sindaca del villaggio di Hogsmeade, Gianna Fields, le aveva chiesto di essere una delle due bariste dei Tre Manici di Scopa e della Testa di Porco aveva imnediatamente accettato, era grata alla donna di averle dato quella grande ed importante possibilità. Era da qualche mese che non si recava lì come cliente, aveva voglia di mangiare lì e magari chiacchierare qualcuno, nonostante conoscesse perfettamente a memoria il menù. Cercò di coprirsi nel migliore dei modi per non ammalarsi, prese l'ombrello e lo zainetto azzurro con all'interno i soldi per pagare la cena, dirigendosi tranquillamente verso Hogsmeade*

    [Tre Manici di Scopa - ore 18.27]


    *Entrò dalla porta principale, quanti ricordi aveva lì, quasi si commuoveva, era molto strano non potersi mettere al bancone e servire i clienti. Appena entrò notò qualche suo ex cliente, a cui fece un cenno con la mano destra e un sorriso. Si diresse velocemente verso il bancone, se non si sbagliava gli attuali baristi erano Eirwen Quinn e Raven Lovely, rispettivamente Grifondoro e Corvonero. Delle due bariste non c'era traccia, così la rossa ipotizzò che una delle due di turno lì si trovassero dietro al bancone per preparare qualcosa ai clienti presenti. Appoggiò un braccio al bancone chiamando.*

    Eirwen! Raven! C'è qualcuno?



    *Chiese, in attesa di una risposta, sicuramente una delle due si trovava lì e l'altra alla Testa di Porco, si alternavano, come lei aveva fatto prima con Marissa White e poi con Rosaline Barnes, entrambe Tassorosso che aveva avuto l'occasione di conoscere meglio durante il suo lavoro. Le sarebbe piaciuto chiacchierare con qualche studente o con una barista, mentre mangiava qualcosa di squisito.*

    @Raven_Lovely, @Eirwen_Quinn, @Lucretia_Holland, @Cassandra_Gibbs




    Ultima modifica di Sarah_Jonson mese scorso, modificato 1 volta in totale


  • Raven_Lovely

    Corvonero Barista 3MDS

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 4
    Galeoni: 358
        Raven_Lovely
    Corvonero Barista 3MDS
       
       

    *Quel Giovedì il meteo non si poteva di certo definire sereno, una quantità non definibile di nuvole grigiastre e a tratti deprimenti erano sparse nel cielo e sembravano decisamente minacciare di piovere. L’inverno era alla massima potenza e si vedeva chiaramente, il freddo era indescrivibile, il sole raramente si vedeva in cielo e la gente usciva di casa solo se era strettamente necessario. Raven adorava l’inverno, era indiscutibilmente la sua stagione preferita, ma non era poi così tanto bello se poi ci si ritrovava senza nulla da fare. La tredicenne si trovava ai Tre Manici di Scopa, il famosissimo pub di Hogsmeade, ma non per prendere una burrobirra o qualcosa da mangiare come al solito. La studentessa aveva da poco ricevuto una proposta da parte del sindaco Gianna Fields che non potè proprio fare a meno di accettare: diventare barista nei due pub della città, i Tre Manici di Scopa e la Testa di Porco. Quell’inverno aveva deciso di rimanere al castello per le vacanze, cosa che le permise di iniziare a lavorare sin da subito. Purtroppo, essendo il tempo non proprio gradevole, i clienti non erano molti e il lavoro da fare era quasi inesistente. Lavorava lì da pochissimi giorni, ma si era già abituata a servire ai tavoli di legno chiaro o a fare una burrobirra degna del suo nome. La si poteva decisamente definire una di quelle persone che imparano in fretta, in tutti i campi. Un’ora dopo sarebbe dovuta tornare al castello dato il coprifuoco di Hogwarts, chiudendo il locale che aveva apprezzato sin da subito sia come studentessa che come barista.*



    *Mentre serviva degli shottini di whisky incendiario ad un gruppo di uomini di mezza età che spesso venivano nel locale la sera a festeggiare, iniziava ad essere in pensiero per la sorellina. Heidi era arrivata da qualche mese ad Hogwarts e, nonostante fosse il suo primo anno, decise di rimanere lì durante le vacanze per stare più tempo accanto alla sorella che non aveva quasi mai visto nei due anni precedenti. La Corvonero ancora non le aveva dato la bella notizia del suo nuovo lavoro, quindi probabilmente l’altra si stava chiedendo perché non fosse ancora tornata dalla “biblioteca”. D’un tratto una voce familiare proveniente dal bancone la distolse dai suoi pensieri.*

    Eirwen! Raven! C'è qualcuno?

    *Raven si voltò di scatto per poco non facendo rovesciare un bicchierino, per poi notare la figura della concasata, nonché amica, Sarah Jonson al bancone. Sarah era di un anno più grande rispetto a lei, ma questo non ostacolava minimamente il loro rapporto d’amicizia,*

    Sarah! Arrivo subito.

    *Disse ad alta voce in modo da farsi sentire, Raven si inoltrò nel retro del bancone, rivolgendo un alla cliente uno sguardo amichevole e sistemando il vassoio vuoto usato poco prima. Era stanca, aveva lavorato già qualche ora, ma ciò non le toglieva l’entusiasmo. Poggiò le mani sul bancone e sospirò sorridente, per poi accogliere l’amica. Quella visita inaspettata le aveva decisamente migliorato il turno e l’umore, che era buono, ma non ottimo.*

    Sarah! Benvenuta, cosa posso fare per te?



    *Chiese evidentemente contenta della visita.*


    @Sarah_Jonson


  • Sarah_Jonson

    Corvonero Membro del Consiglio di Hogsmeade

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 4
    Galeoni: 483
        Sarah_Jonson
    Corvonero Membro del Consiglio di Hogsmeade
       
       

    *L'anno 2020 non era certo iniziato benissimo, poichè ultimamente pioveva spesso. Anche quel giorno il tempo non era uno dei migliori, ma questo non impediva di fare cambiare idea a Sarah. Quest'ultima era nel suo dormitorio e mentre rifletteva e pensava si ricordò che non si recava da molto tempo in un locale a lei molto caro, nonchè un luogo in cui aveva lavorato nell'anno precedente come barista. Lei era rimasta ad Hogwarts per le vacanze di Natale, dato che i suoi genitori per la seconda volta consecutiva non sarebbero ritornati a Londra per festeggiare tutti insieme. Dopo aver valutato la situazione si era così diretta ad Hogsmeade verso High Street, ovvero il luogo in cui si trovavano i Tre Manici di Scopa, magari per cenare e fare due chiacchiere con gli studenti oppure una delle due bariste. Se non ricordava male le due bariste, in quel momento, erano Eirwen Quinn, una Grifondoro, e Raven Lovely, una sua concasata, entrambe al terzo anno di scuola. Appena entrò dalla porta si guardò intorno, come per controllare che nulla fosse cambiato dall'ultima volta che si era recata lì, tirò così un sospiro piuttosto sollevato dsto che non notava molte differenze e si diresse velocemente verso il bancone per ordinare qualcosa da mangiare, ricordava benissimo quando, con l'aiuto o meno della bacchetta, lo puliva. Non vide traccia delle due tredicenni così decise di chiamarle, una di loro era probabilmente dietro al bancone che preparava qualcosa per i clienti, che non sempre era facile accontentare, come ricordava bene. Dopo poco udì una voce a lei familiare.*

    Sarah! Arrivo subito.

    *Rispose la tredicenne, che dopo poco si mise al bancone, accogliendo Sarah con un dolce sorriso, che lei ricambiò.*

    Sarah! Benvenuta, cosa posso fare per te?

    *Le venne detto da Raven, che sembrava felice di vederla, cosa che alla quattordicenne faceva molto piacere. Raven Lovely era una Corvonero del terzo anno, con dei lunghi capelli biondi e degli adorabili occhi azzurri. La quattordicenne la guardò sorridendo per poi dire.*

    Ciao Raven! Grazie, come stai?

    *Rispose, per iniziare. A lei piaceva essere educata e chiedere ad una persona come stava. Sperava che la Lovely avesse del tempo per chiacchierare, ma se avesse avuto altre cose da fare non l'avrebbe troppo trattenuta, sapeva quanto era importante non far aspettare troppo i clienti e le cose di cui i baristi si occupavano. Attese così una possibile risposta dall'amica corvetta.*

    @Raven_Lovely, @Lucretia_Holland




    Ultima modifica di Sarah_Jonson mese scorso, modificato 2 volte in totale


  • Raven_Lovely

    Corvonero Barista 3MDS

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 4
    Galeoni: 358
        Raven_Lovely
    Corvonero Barista 3MDS
       
       

    *Raven ricambiò con affetto il sorriso che la concasata, nonché coetanea, le aveva rivolto. Quest’ultima le pose una semplice domanda che però mise la Corvonero a dura prova facendole rivenire in mente alcune cose non esattamente belle.*

    Ciao Raven! Grazie, come stai?

    *Pensò alla domanda che le aveva posto: come stava? Era un periodo difficile, nonostante sapesse di avere degli amici sui quali contare era preoccupata. Sua sorella, lo studio, Eirwen, che poteva definire la sua migliore amica, e tante altre cose la disturbavano. Nell’ultimo periodo stava persino dubitando della sua eterosessualità, ma si era convinta che fosse lo stress a giocarle brutti scherzi. Forse erano solo paranoie, per giunta infondate, ma aveva la testa troppo incasinata per capirlo e per una volta volle scegliere di prendersi una pausa dai suoi dilemmi. Durante i pochi secondi nei quali stava pensando, perse il sorriso e, appena se ne rese conto, ne finse uno di scatto come appena svegliata da uno stato di trance. Sperava che l’altra non se ne fosse resa conto. Mentì, pur sapendo che non era la scelta migliore.*

    Direi alla grande, tu invece? Nel frattempo ti porto qualcosa?

    *Chiese all’amica. Sperava che passare del tempo, anche se breve, con una persona cara avrebbe lenito il dolore che provava dentro, pur non essendone certa. Quel pomeriggio avrebbe lavorato da sola, ma non sarebbe stato un grave problema dato che il locale era quasi vuoto. Aveva decisamente il tempo per chiacchierare, nessuna ordinazione in sospeso e nessun tavolo da sistemare per il momento, nonché la voglia di parlare con l’amica. Poggiò il gomito sul bancone, reggendo la testa con la mano. Pensò un po’ ad un possibile argomento di conversazione, per poi prendere parola qualche secondo dopo.*

    Allora che mi dici? Novità?

    *Chiese e, senza accorgersene, il sorriso e la serenità che prima stava fingendo divennero veri.*


    @Sarah_Jonson


  • Lucretia_Holland

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 2
    Galeoni: 309
       
       

    *La piccola Lucretia si trovava sul tavolino davanti al camino, il suo posto preferito per studiare. A volte quando alcuni studenti occupavano la sua poltrona preferita, si metteva a gironzolare lì intorno a ripetere ad alta voce nella speranza che infastiditi, quelli se ne andassero. Ormai alcuni, quando la vedevano armata di libri le lasciavano subito il posto, in cambio Lucretia aiutava dei suoi compagni con i compiti. Insomma si era conquistata il suo piccolo posto di potere.*

    Expelliarmus

    *disse agitando la bacchetta. La Grifondoro stava ripassando alcuni incantesimi già studiati durante i primi mesi del secondo anno; il professore aveva detto che avrebbe fatto un bel compito la prossima volta, su incantesimi vecchi e nuovi. Non aveva paura per la parte pratica, tutti gli incantesimi che avevano fatto le venivano, nel bene o nel male. Questo però non era un bel motivo per non ripassare il giusto metodo e pronuncia, adorava incantesimi e voleva andare bene, lo stesso non si poteva dire di Storia della Magia, le risultava molto noiosa e spesso rischiava di addormentarsi durante le lezioni. Il volume di storia, infatti, stava sul tavolino, avrebbe dovuto ripassare per il test di quella materia, ma la divertiva più lanciare incantesimi.
    Sentì dietro di lei alcuni suoi compagni che le dicevano che ormai era quasi ora di cena, in effetti Lucretia si accorse di avere una certa fame. Sperava che per cena ci fosse una bella torta di mele, gli elfi erano davvero bravi a cucinarla. Dopo essersi riempita la pancia di torta, la ragazza decise di andare verso Hogsmeade, in fondo era venerdì sera, si meritava un pò di chiacchere, sapeva inoltre che Eirwen, la sua compagna di stanza, stava lavorando lì, quindi decise di cogliere l'occasione per farle un saluto, inoltre questo poteva aiutarla a stringere nuove amicizie.*

    [HOGSMEADE]



    *Lucretia stava gelando, faceva davvero freddo, nemmeno la sua sciarpa calda la riusciva a riparare da quel vento gelido, le mani, nonostante fossero coperte dai guanti, che per una volta si era ricordata, erano congelate. Di gran carriera la ragazza si avviò verso i Tre manici di scopa, ormai il suo unico obiettivo per non rischiare di morire congelata. Appena entrata fu colpita da un bel tepore, che cominciò a scongelargli la faccia, si tolse la sciarpa e il cappotto e andò verso il bancone. Notò una ragazza dai capelli rossi, non ricordò il nome all'istante, ma l'aveva vista parecchie volte in alcune occasioni. Si mise vicino a lei e la salutò.*

    Ciao, io sono Lucretia!

    *disse porgendole la mano sorridendole*












    @Sarah_Jonson




    Ultima modifica di Lucretia_Holland 4 settimane fa, modificato 1 volta in totale


  • Sarah_Jonson

    Corvonero Membro del Consiglio di Hogsmeade

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 4
    Galeoni: 483
        Sarah_Jonson
    Corvonero Membro del Consiglio di Hogsmeade
       
       

    *Perchè non recarsi, dopo tanto tempo, ai Tre Manici di Scopa, un luogo a cui si è affezionati? Era così che la studentessa Corvonero aveva deciso di recarsi ad Hogsmeade durante le vacanze natalizie. Aveva così iniziato a chiacchierare con Raven, una concasata e coetanea, nonchè amica. Le aveva chiesto come stava, notò un po' di incertezza in ciò che le rispose, ma forse erano solo delle strane convinzioni....*

    Direi alla grande, tu invece? Nel frattempo ti porto qualcosa?

    *Prima di rispondere riflettè per qualche secondo. Era indecisa su cosa prendere, conosceva a memoria il menù, dato che aveva lavorato nel locale l'anno prima, così decise di farsi consigliare dalla ragazza bionda.*

    Io benissimo, grazie. Conosco il menù a memoria dato che ho già lavorato qui come barista, ma.... Dato che io spesso sono indecisa preferisco che sia tu a consigliarmi cosa prendere! Ovviamente se non è un problema...

    *Disse sorridendo, volendo anche mettere alla prova la giovane. Notò che quest'ultima appoggiò il gomito sul bancone, reggendo la testa con la mano. Fu così che Sarah stava per chiederle se andava tutto bene, ma venne interrotta dalla biondina.*

    Allora che mi dici? Novità?

    *Riflettè per l'ennesima volta, mentre guardava pensierosa l'amica Corvonero, per poi rispondere*

    Uhm... No, nessuna novità! Tu invece?

    *Chiese osservandola con la sua solità curiosità. Dopo pochi secondi fece il suo ingresso un'altra ragazzina, l'aveva vista in giro, se non si sbagliava era una Grifondoro, non ne era sicura dato che non ricordava nemmeno il suo nome..*

    Ciao! Io sono Lucretia!

    *Le venne detto dalla Grifa, che le fece un sorriso tendendole la mano, così Sarah la strinse per poi dire.*

    È un piacere conoscerti Lucretia! Io sono Sarah Jonson, frequento il quarto anno ad Hogwarts e sono una Corvonero! Tu che anno frequenti e in che casata sei?



    *Chiese, con il suo sguardo curioso, mentre attendeva risposta da Lucretia e Raven.*

    @Lucretia_Holland, @Raven_Lovely




    Ultima modifica di Sarah_Jonson 4 settimane fa, modificato 1 volta in totale