Hogwarts - Dintorni
Hogwarts - Dintorni


  • Stefano_Draems

    Fondatore Amministratore Ministro Ad Honorem Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 16
    Galeoni: 584673
       
       



    Role Aperta da Sansa_Stark


  • Sansa_Stark

    Corvonero Responsabile di Casa

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 6
    Galeoni: 293
        Sansa_Stark
    Corvonero Responsabile di Casa
       
       

    [Giardino]

    *Quel giorno Sansa Stark era nel giardino della scuola seduta su una delle panchine di pietra. Stava leggendo un libro sugli Auror. Stava valutando di intraprendere quella carriera una volta fuori da Hogwarts o comunque di lavorare per il Ministero della Magia. Non era ancora sicura di quale carriera voleva intraprendere una volta fuori dalla scuola era pure possibile che sarebbe tornata a scuola non come studentessa bensì come insegnante.*

    Sono al quinto anno. Ho i G.U.F.O. Sto facendo il possibile per ripassarli tutti, ma è importante che decida quale carriera voglio intraprendere dopo Hogwarts se voglio prepararmi al meglio

    *Pensò la studentessa. Portava i capelli raccolti in uno chignon nel quale aveva infilato una matita in modo che rimanessero raccolti. Un sospiro le sfuggì dalle labbra e sollevò la testa dal libro. Parlava di tutti i più importanti Auror della storia e speravba che quelle biografie le avrebbero dato una mano a prendere una delle decisioni più importanti della sua vita.*

    E se prendo la decisione sbagliata? Se inizio la carriera di Auror e poi mi rendo conto che quel lavoro non fa davvero per me?

    *Il nervosismo che provava aumentava al pensiero che avrebbe potuto commettere un errore del genere. Cosa avrebbe pensato sua madre se un giorno le avesse detto che aveva sbagliato lavoro e che voleva cambiare? Temeva la sua reazione, di deluderla e non solo lei. Chiuse il libro e un sospiro le sfuggì dalle labbra. Chiuse gli occhi per un istante e quando gli riaprì stava guardando una pianta di fiori colorati davanti a lei.*

    @Zack-Plans


  • Zack_Plans

    Serpeverde Responsabile di Casa

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 5
    Galeoni: 694
        Zack_Plans
    Serpeverde Responsabile di Casa
       
       

    *Zack Plans quella mattina aveva passato il suo tempo a studiare in Biblioteca ed era uscito da quel luogo pieno di libri e sapienza solo all'ora di pranzo. Non sembrava ma il Serpeverde adorava mangiare qualsiasi cosa nonostante il suo fisico non lo dimostrava. La sua amica Sarah lo prendeva sempre in giro per quella caratteristica che lei tanto detestava.
    Dopo un abbondante pranzo nella Sala Grande, seduto al tavolo di Serpeverde della quale era Prefetto, non aveva nessuna voglia di tornare in Biblioteca e di conseguenza optò per qualche altro luogo dove potersi godere la giornata.
    Il meteo lo permetteva di conseguenza il ragazzo dai capelli neri come la pece e gli occhi azzurri come il cielo optò per godersi l'aria aperta nel giardino del castello.
    Erano passati ben cinque anni da quando era stato smistato nella stessa casa di suo padre, padre che però era morto poco dopo il Natale di quell'anno. Zack non lo aveva raccontato a nessuno neppure ai suoi compagni di stanza, era una persona riservata e forse lo era anche troppo.
    Detestava esternare i propri sentimenti, anche se solo a parole, di conseguenza si era tenuto tutto dentro anche se poteva risultare nocivo per se stesso. Non aveva esternato il proprio lutto, si era tenuto dentro senza mostrare esteriormente nessun segno di cedimento. Zack, Serpeverde del quinto anno, era sempre stato molto legato al padre (ex Mangiamorte) e anche se aveva scoperto delle cose sul suo conto aveva continuato a volergli bene comunque.. e l'uomo lo sapeva, sapeva anche che prima o poi lui sarebbe diventato proprio come lui.. Erano identici in tutto e per tutto.
    Mentre pensava a quello che gli era successo e a cosa gli sarebbe successo da li a qualche mese grazie ai G.U.F.O., notò una ragazza dai capelli rossi fuoco seduta su una delle panchine del giardino.
    La conosceva, quella ragazza era Sansa Stark, corvonero del suo stesso anno. La conosceva perchè oltre a qualche breve chiacchierata aveva avuto l'onore di essere il suo cavaliere allo Yule Ball. Dopo quell'evento natalizio il ragazzo si era recato a casa per le vacanze e, una volta tornato, si era isolato ancora di più.
    Non le aveva più parlato.. Sicuramente la bella ragazza non l'avrebbe accolto con un sorriso, almeno quello era ciò che lui pensava.
    Si avvicinò a lei di spalle e, senza farsi sentire, le sfilò la matita che teneva raccolti i suoi capelli che, così' facendo, le caddero sulle spalle.*

    Ho appena scoperto una nuova funzione per una matita.

    *Affermò il prefetto di Serpeverde, abbozzando un sorriso quando i loro sguardi si incontrarono.*

  • Sansa_Stark

    Corvonero Responsabile di Casa

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 6
    Galeoni: 293
        Sansa_Stark
    Corvonero Responsabile di Casa
       
       

    *Sansa era ormai da qualche minuto seduta sulla panchina del giardino e stava pensando di riprendere la lettura. Aprì il libro e ricominciò a leggere era concentrata al massimo. Quando leggeva qualcosa che gli interessava tendeva ad isolarsi dal mondo. All'improvviso qualcuno le levò la matita dai capelli e i capelli le scivolarono lungo le spalle in morbide ciocche rosso ramato. SI portò una mano alla testa e si voltò perplessa. A levarle lamatita dai capelli era statoZack il suo cavaliere per il ballo. Dopo il ballo non si erano più praticamente parlati. Sapeva che negli ultimi tempi aveva incominciato ad isolarsi più del solito. Non aveva la più pallida idea di cosa gli stava succedendo e di cosa erano loro due: amici? Fidanzati? Forse era una buona occasione quella per chiarirsi.*

    Ho appena scoperto una nuova funzione per una matita.

    *Commentò il ragazzo sorridendo. Subito gli occhi azzurri della rossa caderò sulla spilla che portava al petto: un distintivo da Prefetto. Aveva sentito dire che era diventato il nuovo Prefetto di Serpeverde. Se doveva essere sincera quando aveva scoperto di non essere il nuovo Prefetto di Corvonero del suo anno inizialmente era rimasta male, però poi si era resa conto che era meglio così non era sicura di essere adatta per quel ruolo troppe responsabilità e la sua vita era decisamente più tranquilla senza quel distintivo.*

    Buongiorno, Zack. Sono felice di vedere che stai bene. Vuoi sederti vicino a me?

    *Disse sistemandosi una ciocca dietro all'orecchio. Il tono della sua voce era stato gentile, sebbene solo in quel momento aveva realizzato di essere arrabbiata o almeno credeva di esserlo. Non riusciva a capire come si sentiva nei confronti di Zack. Chiuse il libro. Aveva la senzazione che le biografie degli Auror avrebbero dovuto aspettare.*

    @Zack_Plans




    Ultima modifica di Sansa_Stark mese scorso, modificato 2 volte in totale


  • Zack_Plans

    Serpeverde Responsabile di Casa

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 5
    Galeoni: 694
        Zack_Plans
    Serpeverde Responsabile di Casa
       
       

    *Il sorriso e il volto di Sansa Stark erano in grado di calmare anche la persona più agitata e ansiosa di Hogwarts.Quando il suo sguardo si posò s di lui, dovette ammetterlo, si sentì leggermente a disagio.*

    Buongiorno, Zack. Sono felice di vedere che stai bene. Vuoi sederti vicino a me?

    *Domandò Sansa, chiudendo il libro che teneva in grembo. Riuscì a intravedere il titolo del volume che la Corvonero stava leggendo prima del suo arrivo, riguardava gli Auror e le loro biografie.
    Doveva ammetterlo: sembrava interessante come lettura ma non era fatta per Zack, lui prediligeva le Arti Oscure, le pozioni e tutto quello che sembrava all'apparenza misterioso.*

    Molto volentieri.


    *Disse il Serpeverde quindicenne accettando l'invito della rossa di sedersi li vicino a lei.
    Era da qualche settimana che Zack e Sansa non parlavano o che, addirittura, non stavano seduti in una solitudine a due.*

    Hai già svolto i compiti del professor Largh?

    *Domandò Zack non sapendo bene con che argomento iniziare quella chiacchierata. IL Serepverde, seppur si trovava a Hogwarts da anni oramai, non era un gran chiacchierone anzi, le sue giornate si svolgevano prevalentemente tutte quante all'interno della Sala comune oppure qua e la per il castello in completa solitudine. Aveva sempre detestato le compagnie poco gradite, ma con Sansa aveva notato che era leggermente diverso. Scambiare parole con lei non lo trovava noioso e fastidioso anzi era proprio il contrario.*


    @Sansa_Stark,


  • Sansa_Stark

    Corvonero Responsabile di Casa

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 6
    Galeoni: 293
        Sansa_Stark
    Corvonero Responsabile di Casa
       
       

    *Sansa Stark, intreccio le dita delle mani sul libro. Non c'era una pagina dedicata ha suo padre, probabilmente era un'edizione troppo vecchia e se fosse stata più recente avrebbe pure trovato una pagina dedicata a Ned Stark, forse. Bisognava ammettere che in realtà suo padre non aveva fatto grandi cose e può darsi che non avrebbero mai ritenuto necessario dedicare una pagina a lui in quel libro.*

    Molto volentieri.

    *Il suo ex-cavaliere del ballo si sedette vicino a lei era da tempo che non si parlavano e non sapeva bene cosa dire. Immaginava che avrebbe dovuto dire qualcosa, però non le veniva in mente niente da dire. La situazione era imbarazzante. Si morse il labbro inferiore.*

    Allorra come? Io stavo leggendo un libro sugli Auror. Sto pensando di diventare uno di loro come mio padre una volta finita la scuola. Non ho ancora le idee chiare e spero che leggere questo libro mi aiuti ha fare chiarezza.

    *Affermò chinando brevemente la testa per fissare il libro era una lettura interessante e fino adesso aveva letto una ventina di pagine era all'inizio e aveva ancora diverse pagine da leggere. c'è n'erano trecento. C'erano scritte molte informazioni sugli Auror del passato. Ad esempio c'era scritto se erano stati sposati e se avevano avuto dei figli.*

    Hai già svolto i compiti del professor Largh

    *Chiese il ragazzo. Aveva iniziato da poco il compito del professore e si poteva dire che era arrivata a svolgerne la metà. Le mancava poco per finirlo e contava di terminarlo presto.*

    Spero di finirlo stasera e tu a che punto sei?

    *Domandò curiosa. Mancava qualche giorno. Presto avrebbe dovuto consegnare il compito ed era sodisfatta di quello che aveva scritto fino a quel momento. Aveva tempo eppure voleva finirlo quella sera o al massimo il giorno dopo. Non voleva rischiare di non avere sufficente a tempo a disposizione epr rivedere quello che aeva scritto e rischiare di non consegnarlo in tempo finito.*

    @Zack_Plans




    Ultima modifica di Sansa_Stark 5 settimane fa, modificato 1 volta in totale


  • Zack_Plans

    Serpeverde Responsabile di Casa

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 5
    Galeoni: 694
        Zack_Plans
    Serpeverde Responsabile di Casa
       
       

    *Zack si sedette vicino alla ragazza di corvonero. A quanto pareva stava leggendo un libro sugli Auror e anche lei glielo confermò, raccontando di voler intraprendere quella carriera una volta finita la scuola, la stessa via che aveva intrapreso suo padre.
    Zack la guardò curioso, che volesse seguire le orme del padre era ammirevole (era lo stesso che avrebbe voluto fare lui), ma sapere che voleva diventare un Auror smorzò per un attimo il mezzo sorriso che era comparso sul suo volto pallido.
    Gli Auror erano proprio quei maghi e quelle streghe che avevano ucciso suo padre mesi prima, sapeva che l'uomo aveva intrapreso una via oscura e pericolosa e che lui stesso conosceva le conseguenze, ma solo l'idea che uno di quelli che avevano messo fine alla vita di suo padre potesse essere il padre di Sansa era una strana sensazione.
    Lui però non diede nulla a vedere, mascherando come era capace ogni sentimento ed emozione.*

    Sembra interessante.

    *Affermò riguardo il libro che la ragazza aveva terminato di leggere nel momento in cui lui era arrivato alle sue spalle.*

    Spero di finirlo stasera e tu a che punto sei?

    *Domandò Sansa in risposta alla domanda che il Serpeverde aveva posto, leggermente in imbarazzo e per rompere l'imbarazzo.

    io l'ho finito stamattina.

    *Disse spostando lo sguardo dal suo volto a ciò che li circondava. Il giardino del castello non era ancora in fiore ma, qualche pianta nonostante la primavera non era ancora arrivata aveva deciso di iniziare a riempire i propri rami di piccole foglioline verdi.*

    Che dici se *Disse fermandosi per tossire e prendere allo stesso tempo coraggio.*
    un giorno di questi ci prendessimo una Burrobirra assieme?

    *Zack Plans nonostante quello che cercasse di mostrare esternamente, era una persona molto insicura. Gli altri studenti lo etichettavano come “il Serpeverde doc” cioè quello a cui stavano antipatici tutti sopratutto i mezzosangue e i nati babbani – ed era così – una persona con la quale era impossibile scherzare o addirittura anche solo chiacchierare, ma tutto quel suo atteggiamento derivava dall'educazione che gli era stata impartita fin da piccolo.. un atteggiamento della quale piano piano, voleva liberarsi.*

    @Sansa_Stark,


  • Sansa_Stark

    Corvonero Responsabile di Casa

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 6
    Galeoni: 293
        Sansa_Stark
    Corvonero Responsabile di Casa
       
       

    *Da quanto tempo Sansa non vedeva Zack non lo sapeva per certo quello che era certo e che ora il ragazzo si era seduto vicino a lei e avrebbero potuto parlare dopo tante settimane di lontananza. Tuttora la giovane non sapeva cosa dire. Distolse lo sguardo da Zack e notò due ragazzi del sesto anno che camminavano verso di loro. Si tenevano per mano ed era possibile che fossero fidanzati o anche semplici amici.*

    Zack, c'è una cosa che devo chiederti. Potrà sembrarti una domanda stupida, ma noi cosa siamo? Insomma mi avevi invitato al ballo, abbiamo passato una bella serata poi sparato. Ho sentito dire che negli ultimi tempi sei stato al quanto taciturno quindi mi viene da pensare che non sia colpa mia

    *DIsse timidamente. Inizialmente aveva creduto di aver fatto qualocsa di male di averlo offeso in qualche modo poi aveva scoperto che Zack era diventato più solitario e taciturno del solito e questo le aveva fatto ben sperare forse non aveva fatto qualcosa di male, però qualcosa di male era successo a Zack.*

    Sembra interessante.

    *Disse il giovane in riferimento al libro che la rossa stava leggendo e solo in quel momento lei ricordò che le aveva accennato ai genitori che erano tutt'altro che maghi.. raccomandabili diciamo ed era improbabile che la prospettiva di leggere biografie di Auror potesse interessare al Serpeverde.*

    Che dici se
    un giorno di questi ci prendessimo una Burrobirra assieme?


    *Chiese ad un tratto Zack cambiand discorso. Sansa sollevò gli occhi guardandolo con i suoi di colore azzurro a quanto pare poteva stare tranquilla non aveva fatto niente che potesse offenderlo al ballo.*

    Va bene, quando non siamo impegnati con ii G.U.F.O., i compiti o a studiare possiamo andare

    *Disse sentendosi sollevata. Le sue labbra si erano pure curvate in un piccolo sorriso e sentì la tenzione che aveva accumulato chese ne andava.*

    @Zack_Plans




    Ultima modifica di Sansa_Stark 4 settimane fa, modificato 1 volta in totale


  • Zack_Plans

    Serpeverde Responsabile di Casa

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 5
    Galeoni: 694
        Zack_Plans
    Serpeverde Responsabile di Casa
       
       

    Va bene, quando non siamo impegnati con ii G.U.F.O., i compiti o a studiare possiamo andare

    *Affermò Sansa in risposta alla sua proposta di prendere una Burrobirra solo loro due un giorno.
    La proposta sembrava aver scaturito qualcosa nell'animo della ragazza che, dall'espressione in volto, sembrò leggermente diversa.
    Forse l'idea di uscire con lui, anche solo per una semplice bevanda calda e gustosa, aveva risolto alcuni dubbi nella sua mente.. magari gli stessi che gli aveva esplicato qualche secondo prima che il ragazzo le proponesse quell'uscita.
    Abbozzando un sorriso Zack, Serpeverde del quinto anno, le riconsegnò la sua matita, ironizzando su ciò che la ragazza aveva detto sullo studio.*

    Si vede che sei una Corvonero.


    *Disse il ragazzo dagli occhi azzurro cielo.
    Zack Plans iniziava ad essere un ragazzo strano, era stato cresciuto con una sorta di odio e disprezzo verso i Babbani, i Nati-Babbani e anche per i Mezzosangue che infangavano il loro albero genealogico.. eppure si trovava li con Sansa Stark una ragazza Mezzosangue con dei Babani come parenti, e non sembrava farci molto caso alle loro differenze.
    Da quando suo padre era deceduto, proprio poco dopo le vacanze di Natale il Serpeverde si era rintanato in se stesso, e molto probabile trovava in Sansa un appiglio per uscire dal suo silenzio e dalla sua solitudine.
    Inoltre doveva ammetterlo: lei era una delle poche persone con cui non si trovava male a chiacchierare.*

    Se dobbiamo andare ad un appuntamento direi che, un pochino, dovremmo conoscerci meglio. Che dici?

    *Affermò, riferendosi ad altro oltre a quello che già sapevano l'uno dell'altro.*


    @Sansa_Stark,