Hogwarts - Dintorni
Hogwarts - Dintorni


  • Stefano_Draems

    Fondatore Amministratore Ministro Ad Honorem Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 16
    Galeoni: 584328
       
       



    Role Aperta da Amelia_Smith


  • Amelia_Smith

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 4
    Galeoni: 482
        Amelia_Smith
    Grifondoro
       
       

    [SALA COMUNE DI GRIFONDORO]
    *Amelia era inquieta da un po', e non voleva più stare in Sala Comune a leggere. Posò con delicatezza il suo libro sul tavolo, senza sapere perché era così poco calma. Non aveva problemi, andava bene a scuola e stava bene. Aveva amici con cui parlare e passare il tempo, cosa c'era che non andava?*
    Sarà solo una sensazione passeggera, niente di che.
    *Ma non riusciva a star buona un attimo, quindi decise che se voleva sfogarsi le serviva un posto migliore di quello. Così si alzò dalla poltrona color scarlatto e si diresse verso il lago.*
    [IN RIVA AL LAGO]
    *Il Lago Nero. Così misterioso e profondo, impenetrabile. Chissà quanti segreti nascondeva... al momento, la giovane ne custodiva uno solo, ma non era nulla di strano. Si chiese per l'ennesima volta perché aveva il magone, una sensazione che non aveva mai apprezzato. Si sedette, poco lontano dalle acque profonde, il cielo era limpido e il sole le scaldava la pelle chiara. Poi, all'improvviso, inaspettatamente, una calda lacrima le scivolò lungo le gote lentigginose; da una divennero tante, finché non si trasformò in un vero e proprio pianto a dirotto. Piangeva in silenzio, con eleganza, ma il suo consueto entusiasmo non riusciva a raggiungerla. Aveva bisogno dei suoi amici veri, un po' di compagnia, tutto lì. Capitavano a tutti le giornate "no", o quelle in cui si vuole starsene da soli. La tredicenne non aveva voglia di stare sola, ma neanche con troppe persone: le servivano i suoi amici veri, in quell'istante.*
    @Robin_Peach,@Elisa_Renierv,@Eirwen_Quinn,


  • Elisa_Renierv

    Tassorosso

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 1
    Galeoni: 236
        Elisa_Renierv
    Tassorosso
       
       

    *Elisa si trovava in biblioteca quel pomeriggio. Finita la lezione di Storia della Magia si era diretta nella Sala comune di Tassorosso e poi su per le scale fino alla biblioteca. Quel giorno doveva assolutamente finire il suo elaborato di Pozioni per il giorno seguente. Iniziò a scrivere velocemente, le cose le scorrevano man mano nella mente. Poi però, non sapeva più cosa scrivere e allora alzò la testa dalla pergamena si alzò e si avvicinò alla finestra per guardare fuori, magari le sarebbe venuta l'ispirazione.... Fuori il sole stava ormai tramontando e rifletteva i suoi raggi sul lago Nero. Il cielo era limpido.
    Guardando verso il Lago, Elisa notò una ragazza seduta. Aguzzò gli occhi e notò dei lunghi capelli rossi.*

    Chissà, forse quella è Amelia..... Ma come mai è lì tutta sola? Fuori fa anche un po' freddo...

    *pensò. Voleva capire cosa succedeva e sperava che non fosse nulla di grave. Chiuse i libri e li mise dentro la borsa*

    Continuerò dopo....

    *sussurrò e si diresse fuori dal castello. Scese nel cortile e arrivò sulla riva del Lago. LÌ c'era proprio Amelia e Elisa rimase sorpresa: stava piangendo! Non era un pianto esagerato, ma piuttosto silenzioso e solenne.*

    Ciao Amelia. Qualcosa non va?

    *le disse dolcemente. Non sapeva se lasciarla sola, ma sapeva che nei momenti di tristezza la compagnia di un'amica era necessaria, così appoggiò la borsa sull'erba e si sedette affianco a lei e rivolse il suo sguardo verso il Lago.*

    @Amelia_Smith



    Ultima modifica di Elisa_Renierv circa 4 mesi fa, modificato 1 volta in totale


  • Amelia_Smith

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 4
    Galeoni: 482
        Amelia_Smith
    Grifondoro
       
       

    *Amelia non aveva sentito arrivare la sua amica Elisa, che si sedette di fianco a lei e le chiese se non andava qualcosa.*
    Oh... ciao, Elisa! Beh... non so bene come spiegarlo. Ero in Sala Comune, e all'improvviso ho sentito il bisogno dei miei veri amici, e mi è venuto da piangere... ma mi vergogno a piangere in pubblico, così mi sono seduta qui. Ti prego, rimani con me. Io ti considero una vera amica.
    *Le disse, asciugandosi le lacrime. Ma poi aggiunse un'altra cosa, giusto per non sembrare completamente andata fuori di testa.*
    Lo so che è assolutamente stupido, non ho un buon motivo per piangere, anche perché i miei amici sono qui. Non volevo farti preoccupare, magari avevi di meglio da fare. Scusami.
    *Poi guardò l'amica, limitandosi a sperare che non l'avrebbe lasciata lì.La grifa sapeva di essere un po'matta, e sapeva anche che avrebbe potuto essere seccante accorrere in aiuto ad una persona che non era in pericolo. Certo, la tredicenne aveva bisogno di solidarietà, ma non sapeva esattamente il motivo di questo strano desiderio. Non era poi tanto strano voler stare insieme agli amici, infatti avrebbe potuto mollare il suo libro e poi andarli a cercare, invece di sedersi a piangere, ma era stato un dolore molto forte, forse più di lei.*
    @Elisa_Renierv




    Ultima modifica di Amelia_Smith circa 4 mesi fa, modificato 1 volta in totale


  • Elisa_Renierv

    Tassorosso

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 1
    Galeoni: 236
        Elisa_Renierv
    Tassorosso
       
       

    *Elisa ascoltò attentamente le parole di Amelia e poi le disse:*

    Oh Beh capisco, può capitare qualche momento di tristezza. Certo che rimango! Finché non ti passerà!

    *poi aggiunse con un sorriso:*

    Non penso che sia poi così stupido, siamo giovani e soggetti a sbalzi di umore, anche a me succede spesso... Penso di essere io stessa abbastanza lunatica... Ah poi non ti preoccupare, stare qui con te supera di gran lunga essere chiusa in biblioteca a fare una stupida relazione di Pozioni!

    *Stare insieme agli amici era la miglior cosa. Elisa voleva fare di tutto per consolare la sconfortata Amelia. Le mise un braccio attorno alle spalle e le sorrise. Poi rivolse di nuovo lo sguardo verso il lago che era tranquillo e rifletteva raggi arancioni e rosa. Sperava di riuscire a far tornare ad Amelia il buon umore, non le piaceva vederla così triste.*

    @Amelia_Smith



    Ultima modifica di Elisa_Renierv circa 4 mesi fa, modificato 2 volte in totale


  • Amelia_Smith

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 4
    Galeoni: 482
        Amelia_Smith
    Grifondoro
       
       

    *La tredicenne era in un momento di tristezza, che di tanto in tanto le capitava, la assaliva, e a parole non avrebbe saputo esprimere quanto apprezzasse e trovasse indispensabile che la sua amica Elisa, Tassorosso del primo anno, le stesse accanto. La ragazza disse che non era stupido, e poi le mise un braccio intorno alle spalle. Così si comportavano le VERE amiche, e Amelia si promise che se per caso anche Elisa, un giorno, avesse avuto un attimo in cui era giù di morale, anche lei si sarebbe comportata come lei, in modo gentile ed emotivo.*
    Grazie, davvero. Non so come farei senza il tuo sostegno. Comunque, ora sta passando; se hai bisogno di una mano in Pozioni, posso aiutarti... non è vietato farsi dare una mano da un'amica più grande che ha già studiato l'argomento in questione, giusto?
    *Propose, facendo l'occhiolino alla Tassetta. Avrebbe voluto restare ancora un po'lì, in riva al Lago, ma se le avesse chiesto di restare ancora, sarebbe stata una gran seccatura, o almeno così pensava la Grifa.
    Poi guardò ancora la superficie scura dello specchio d'acqua, prese un sasso piatto lì vicino e lo lanciò; l'oggetto rimbalzò quattro volte, poi affondò. Ormai, le lacrime avevano smesso di sgorgarle dagli occhi, non era più triste. Qualcuno avrebbe potuto pensare che era impossibile avere meno di un'ora di malessere, invece lo era eccome; la figlia di Godric era tranquilla, come un bambino che dopo che ha pianto chiamando mamma si è calmato, sapendo che ella era lì. Era piuttosto strano come pensiero, dato che la sua amica era più piccola di due anni; forse non aveva importanza, forse era un bene che non si considerasse troppo grande per essere consolata.*
    @Elisa_Renierv




    Ultima modifica di Amelia_Smith circa 4 mesi fa, modificato 1 volta in totale


  • Elisa_Renierv

    Tassorosso

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 1
    Galeoni: 236
        Elisa_Renierv
    Tassorosso
       
       

    *Elisa osservò che le sue parole avevano rassicurato Amelia, come lei tanto sperava. Si sentiva piuttosto utile e le faceva piacere. Poi Amelia la ringraziò e lei le disse:*


    Ah è a questo che servono le amiche! Sono felice di averti consolato.

    *e fece un bel sorriso. Anche se lei era di un anno più piccola era riuscita a rasserenarla, ma anche perché Amelia non dava molta importanza alla differenza di età e questo era significativo per Elisa. Poi Amelia le offrì il suo aiuto con i compiti di Pozioni e lei le disse:*

    Beh direi di sì, non c'è scritto da nessuna parte che non si può fare e gradirei molto il tuo aiuto! Sempre se ne hai voglia. Comunque io vorrei rimanere un altro po' qui, prima di immergermi di nuovo nello studio.....

    *disse osservando il Lago. Quel posto era veramente tranquillo ed Elisa voleva quasi rimanere lì per tutto il pomeriggio ad ascoltare i canti degli uccellini e ad osservare quel meraviglioso tramonto. Poi Amelia lanciò uno dei sassi piatti che erano lì e quello fece quattro balzi. Elisa rimase sorpresa:*

    Wow che forte! Addirittura quattro balzi!

    *Notò che Amelia ormai era serena e questo le fece sentire il cuore ancora più leggero.


    @Amelia_Smith