• Stefano_Draems

    Fondatore Amministratore Ministro Ad Honorem Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 16
    Galeoni: 584328
       
       



    Role Aperta da Jane_Casterwill


  • Jane_Casterwill

    Grifondoro Insegnante Responsabile di Casa Certificato

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 8
    Galeoni: 2368
       
       

    [INIZIO FLASHBACK]


    *Le vacanze estive erano ormai cominciate da parecchie settimane, ma quel giorno il cielo era coperto da nuvole grigie e la pioggia scendeva abbondantemente sui tetti di Hogsmeade. Non sembrava nemmeno estate! Le persone si affrettavano a rintanarsi nella proprie case, tranne Jane.
    La ragazza, infatti, si aggirava nei pressi di Magic's Square avvolta nella sua giacca cercando di proteggere i documenti che aveva con sé. Nel giro di poco arrivò davanti all'ingresso del municipio, ma non entrò perchè doveva aspettare una persona che era leggermente in ritardo: sua sorella gemella. Per sua fortuna l’attesa non durò molto, infatti anche l’altra giovane Casterwill arrivò con la sua ben nota grazia.
    Dopo essersi salutate le due ragazzine varcarono la soglia del possente palazzo, finalmente pronte dopo lunghe giornate di preparazione e fantasie tramutate in progetti. Salutarono il portiere e gli chiesero dove fosse l'ufficio del commercio, quella era la loro destinazione finale. Gentilmente l’uomo diede loro l’informazione richiesta e le gemelle, dopo aver ringraziato, salirono le scale emozionate perché finalmente erano vicine al frutto del loro duro lavoro, solo pochi scalini le dividevano da esso. Passo dopo passo l'ansia cresceva e Jane stringeva sempre di più quel blocco di fogli al proprio petto.
    Dopo poco le due si trovarono di fronte alla porta e bussarono, in seguito a un veloce scambio di sguardi. Una voce dolce e gentile disse loro di entrare e così fecero. Appena dentro sorrisero e salutarono la donna con gli occhiali che si trovava lì, per poi avvicinarsi alla scrivania e finalmente fare quello per cui erano venute fin lì.*

    Buongiorno! Siamo qui per consegnare la domanda per una nuova licenza commerciale.

    [FINE FLASHBACK]


    *Erano passati cinque anni da quel giorno, da un sì che aveva dato vita a un locale nato per scherzo. Tutto era iniziato da una battuta di Effie, la quale sicuramente non si immaginava di essere presa seriamente dalla gemella.
    Jane si era sempre sentita lontana dalla sorella, nonostante provasse in qualsiasi modo a cambiare le cose, le sembrava che niente bastasse. Ma in alcuni momenti anche loro due riuscivano a sembrare veramente sorelle. Stranamente molti di quegli attimi avevano in comune una cosa: la cucina. Nel tempo aveva perso il conto di quante volte erano riuscite a mettere a soqquadro quella stanza della casa dei loro genitori, la dimora in cui lei era riuscita a resistere solo qualche mese, ma in un modo o nell’altro tornava sempre per combinare qualche disastro con Effie. All’inizio i loro piccoli esperimenti fallivano o per lo meno non potevano essere definiti commestibili, tuttavia a loro piaceva. Un po’ di musica, due vecchi grembiuli, poi utensili e ingredienti vari sparsi per la cucina, era nato così quel ristorante. La ormai diciottenne ricordava che anche accordarsi per lo stile e per le cose da cucinare non era stato semplice, erano così simili per certi aspetti ma totalmente diverse per altri. Effie voleva optare per cose semplici e veloci, Jane invece desiderava dare un po’ di stile a quel locale perché potesse distinguersi dai due famosi pub del villaggio. Avevano impiegato settimane per riuscire a mettere le loro idee sulla carta, anche a causa dei nomi stravaganti che avevano deciso di affibbiare ai piatti del menù. Però, alla fine con pazienza e qualche sforzo, quelle idee erano diventate reali e dopo cinque anni Jane era ancora lì che si rifugiava in cucina.*

    [CASTERWILL’S KITCHEN]


    *Quel venerdì per la quasi diciannovenne era iniziato alle prime luci dell’alba, quando molti ancora dormivano. Per la ex Grifondoro era strano avere qualcuno per casa, da quando abitava nella Casa della Gioventù in pochi avevano trascorso le proprie vacanze lì, quindi lei solitamente era l’unica abitante di quel posto. Quell’anno però più di uno studente l’aveva contattata per poter avere una stanza in cui soggiornare e lei si era ritrovata circondata dai suoi allievi anche fuori da Hogwarts. Inutile dire che le sue abitudini erano un pochino cambiate, specialmente quando doveva svegliarsi così presto. Anche Anyrah non correva per casa a tutte le ore o si metteva a dormire occupando tutta una poltrona come faceva prima, ma non rifiutava mai qualche carezza da qualche ospite di passaggio.
    Vestita comodamente, con jeans e una maglietta extra large, Jane era uscita di casa con una fetta di pane tostato tra le labbra e una pila di libri e quaderni pieni di ricette sotto braccio. Come sempre aveva un’idea ben precisa per quello che voleva fare e per giorni si era immersa in tomi di cucina alla ricerca dei piatti giusti da servire per le persone che quella sera avrebbero varcato la soglia del Casterwill’s Kitchen. Per festeggiare i cinque anni del ristorante aveva scelto una data a metà via tra quel giorno di pioggia in cui lei e Effie erano andate al municipio e quello della inaugurazione. Subito aveva pensato di scegliere proprio quest'ultima data, quella del suo compleanno, ma per una volta aveva deciso di cambiare giorno, anche perché l’8 agosto era sempre un mistero per lei. Un anno si rivelava una giornata positiva e quello dopo una da dimenticare e lei non voleva rischiare di rovinarsi la festa. Possiamo dire però che quel venerdì non era iniziato molto meglio, visto che durante il tragitto aveva rischiato un paio di volte di finire contro qualcosa perché troppo distratta dallo studio di una ricetta forse un po’ troppo complicata. Fortunatamente riuscì comunque a arrivare sana e salva al mercato. Il giorno precedente si era recata lì per comprare alcune cose di cui necessitava, altre invece aveva dovuto cercarle altrove a causa della loro particolarità, ma le mancavano ancora gli ingredienti più freschi che si era appuntata di comprare quella stessa mattina. Il tema che aveva scelto per quella particolare occasione era singolare e anche di più lo era il menù che si era inventata, con non poca fatica. Ci aveva impiegato parecchio, tant'è che si era quasi scordata di dover scegliere anche l’abito adatto, anche perché nonostante avesse una tirocinante nel suo locale aveva deciso di fare da sola. Sperava che ne sarebbe valsa la pena.
    Dopo aver saccheggiato per bene il mercato Jane si era diretta al ristorante carica di buste, per sua fortuna i due erano distanti pochi metri l’uno dall’altro. Da lì ebbe inizio veramente la sua giornata, fatta di profumi e sapori che non aveva mai portato tra quelle mura prima di quel giorno. Come sempre per prima cosa si premurò di aprire le finestra del locale, facendo arieggiare la sala principale e anche quella al secondo piano. Il giardino sul retro era stato sistemato il giorno prima, aveva infatti deciso di tenere chiuso il locale per un paio di giorni per poter organizzare tutto al meglio, tagliare l’erba, sistemare le piante e il piccolo laghetto, pulire a fondo gli interni in ogni parte. Sicuramente dopo aver passato l’intera giornata a cucinare avrebbe dovuto pulire nuovamente, ma per lo meno aveva già fatto gran parte del lavoro.
    Chi conosceva il ristorante e Jane specialmente sapeva che tra quelle mura c’erano due importanti regole: solo lei o chi veniva autorizzato da lei poteva entrare in cucina e se la magia non era necessaria non doveva essere usata in quella parte del locale. Questo probabilmente era dovuto a come la ex Grifondoro era stata cresciuta ma secondo lei i piatti dovevano essere preparati senza un aiuto magico. Per questo motivo quando sapeva di avere degli eventi importanti arrivava ore prima al locale, iniziando subito a cucinare e testare quello che aveva in mente.
    Le ore trascorsero fin troppo velocemente per i suoi gusti, con la compagnia di un po’ di musica che usciva dal vecchio grammofono e qualche urlo disperato della cuoca quando non riusciva a creare quello che aveva in testa. In quei cinque anni Jane aveva sperimentato molte cose, cercando sempre di migliorarsi in quello che faceva, ma un viaggio del mondo attraverso la cucina era un’impresa anche per lei. Anche perché la giovane era famosa per il suo perfezionismo in cucina e un minimo dettaglio fuori posto poteva farle ricominciare da capo. Tuttavia, nonostante un po’ di distrazione dovuta ai ricordi che ogni tanto tornavano a galla, quando ormai mancava circa un’ora all’inizio della festa la diciottenne si ritrovò in cucina con un sorriso sul volto. Era riuscita in quelle ore a preparare tutto quello che poteva essere cucinato prima, lasciando ovviamente da parte quelle pietanze che dovevano essere servite appena fatte.
    Anche la sala era in perfetto ordine. Per l’occasione erano stati allestiti dei tavoli rotondi, ognuno dei quali apparecchiati accuratamente, con una palette di colori composta da bianco e color sabbia, ripresi anche dal menù. Di quest'ultimo solo una parte si trovava sugli stessi, quella con elencate alcune delle bevande ideate per la serata, il resto sarebbe arrivato più tardi.*



    *Al centro dei tavoli, circondati solo da quattro sedie, si trovavano delle candele per decorare e che, calata la sera, sarebbero state accese. Il resto della sala non era stato decorato eccessivamente, la padrona di casa, come si poteva notare dal tipo di abbigliamento richiesto, aveva optato per un'atmosfera un po’ più elegante rispetto al solito. Anche il suo abito, che l’attendeva nel suo ufficio al piano superiore, era decisamente più raffinato rispetto a ciò che indossava tutti i giorni.
    Consapevole di non poter gestire tutto da sola Jane si era organizzata per avere qualcuno che la aiutasse in cucina e nel servizio ai tavoli, quindi per un’ora riuscì a lasciare la sua postazione ai fornelli per andare a prepararsi.*

    [CASTERWILL’S KITCHEN - ore 18:50]


    *Mancavano una decina di minuti all’orario segnato sui volantini quando Jane scese nuovamente le scale. Un lungo vestito nero in pizzo, con una parte lievemente trasparente sulla gonna, le fasciava il corpo, per poi allargarsi lievemente verso la fine della lunga gonna. Un paio di tacchi del medesimo colore erano appena visibili al di sotto, al contrario degli anelli che le decoravano le mani ben più evidenti. Infine un po’ di trucco era stato applicato sul suo viso, facendo risaltare per bene i suoi profondi occhi verdi e soprattutto le labbra, risaltate da un rossetto rosso. I capelli, che per quel giorno erano stati clementi con lei, ricadevano sciolti e mossi sulle spalle nude.*



    *Nonostante non fosse molto abbituata a camminare con i tacchi la diciottenne si muoveva senza problemi e dopo aver controllato le ultime cose e dato gli ultimi accorgimenti a camerieri e cuochi, si diresse verso l'entrata del locale. Come la prima volta in cui aveva aperto il locale si mise in attesa degli ospiti lì vicino al nuovo bancone del bar, poco lontano dalla porta d’ingresso per due motivi: dare il benvenuto a chi sarebbe entrato e consegnare loro una bandierina. Oltre alle candele e il menù con le bevande sui tavoli si trovavano delle bandiere colorate, ognuna delle quali corrispondeva a un luogo preciso. Dentro a un contenitore che si trovava vicino a Jane si trovavano delle copie delle stesse bandiere, quattro per tavolo, e ogni ospite ne avrebbe pescata una lasciando che fosse il caso a scegliere dove si sarebbero seduti e con chi.*

    Buonasera e grazie per essere venuti a questa festa! Questa sera i posti dove vi siederete saranno lasciati al caso, quindi vi prego di pescare da questo sacchetto una bandierina per trovare il vostro tavolo



    OFF GDR

    La festa ha inizio! Potete iniziare a postare fin da subito, chiunque può partecipare.
    Come avrete letto i posti non sarete voi a sceglierli. Quindi potete scrivere il vostro arrivo e che vi avvicinate a Jane per pescare una bandierina, ma non di quale colore sarà, quello sarò io a dirvelo. Vi informo che la scelta verrà fatta con un programma per estrarre casualmente, quindi non prendetevela con me Very Happy


    @Eirwen_Quinn, @Robin_Peach, @Raven_Lovely, @William_Rogers, @Varyare_King, @Ronald_Canard, @Emily_Banks, @Stefano_Draems, @Vera_Grace, @Helen_Benlor, @Clarissa_Greythorne, @Samantha_Finnigan, @Damian_Saps, @Alice_Mcdougal, @Amelia_Smith, @Sansa_Stark, @Sarah_Jonson, @Esperanza_Fuentes, @Luke_Deaggle, @Charlotte_Mills, @Dorcas_Moore, @Andrew_Longbood, @Mihos_Renny, @Berenice_Fawley, @Nathan_Aubrey, @Gaia_Lover, @Sprotte_Smerald, @Freya_Hansen, @Megan_Torres, @Marcus_Largh, @Kristal_Thratchet, @Kevin_Mitchell, @Zack_Plans, @Petra_Zubi, @Sarah_Darcy, @Cassandra_Gibbs, @Percy_Smith, @Julia_Lombardy, @Anna_Miller, @Martin_Lorenzons, @Gellert_Mcking, @Robert_Dips, @Stella_Flores, @Susan_Sweetegg, @Dragonis_Witch, @Johnson_Culligan, @Alex_Duchamps, @Georgina_Vivister, @Beatrice_Smith, @Elisa_Renierv, @Eleah_Holmes, @Elizabeth_Durrell, @Dama_Grigia, @Aurora_Donfort, @Alison_Watson, @David_McPole, @Oznerol_Onis, @Aini_Feanor, @Grace_Padfoot, @Engel_Rojas, @Pix_Poltergeist, @Katherine_Smithers, @Mary_Lauren, @Matthias_Buxass, @Harley_Sundwall, @Laia_Brusaferri, @Livia_Kira, @Sylvia_Turner, @Katherine_Kennedy, @Luca_Dami, @Lorence_Cocuncles, @Jake_Englishes, @Allison_Mayn, @Nancy_Brown, @Elena_Salvatore, @Megan_Cooper, @Diane_Raven, @Giulia_Malavasi, @Catherine_Balm, @Elynora_Hosterman, @Barone_Sanguinario, @Macthany_Atkinson, @Frate_Grasso, @Anthony_Smith, @Anna_Williams, @Camilla_Clamby, @Beatrice_Smith, @Samantha_Finnigan, @Ifigenia_Quiteheart, @Varyare_King, @Engel_Rojas, @Harleen_Quinzel, @Jessamine_Carstairs, @Sybilla_Planaflorita, @Megan_Cooper, @Berenice_Fawley, @Aiden_Hill, @Alice_Without, @Lara_Grey, @Lilith_Montgomery, @Aurora_Dilaurentis, @Elizabeth_Evelyn, @Aelin_Fairblood, @Astrid_Daeneris, @Harley_Sundwall, @Clarissa_Greythorne, @Lucifer_Morningstar, @Nuria_Mordhane, @Kate_Robinson, @Jack_Parker, @Miriam_Campbell, @Emily_Walker, @Arianne_Godson, @Raffaella_Saxon, @Violet_Columbus, @Breydan_Mccurtis, @Roxanne_Plagesombre, @Miles_Halter, @Terry_Mangala, @Luke_Farach, @Alyce_Gray, @Alexis_Arden, @Emma_Herondale, @Seldszar_Duskryn, @Noemi_Lack, @Andres_Munoz, @Rhys_Silverkin, @Marshall_Gallagher, @Alice_Latorre, @Leila_Clarke, @Anna_Miller, @Arianna_Quirrel, @Miriam_Jones, @Aurora_Jeanwoolf, @Charlotte_Bortolin, @Ginevra_Sunflower, @Damian_Saps, @Sophie_Angel, @William_Rogers, @Alex_Strifer, @Jessica_Gray, @Marysol_Rainbow, @Fancy_Stevens, @Georgia_Thorn, @Luke_Deaggle, @Kelly_Luxur, @Alyssa_Jackson, @Robin_Peach, @Amelia_Smith, @Morgana_Morales, @Klara_Shorty, @Lucretia_Holland, @Rachel_Watson, @Aliark_Paddlemere, @Penny_Hotter, @Richard_Therone, @Meri_Dipi, @Licia_Jackson, @Jade_Mcmeids, @Sacha_Mullett, @Josephine_Elves, @Sara_Taverna, @Iain_Pische, @Kristel_Hardit, @Lucy_Luvilus, @Elena_Anderson, @Lissa_Hayward, @Alberico_Percoco, @Isotta_Ferrari, @Margareth_Davies, @Fely_Crisalli, @Eirwen_Quinn, @Natuk_Denatura, @Jennyfer_Hastings, @Alessandra_Puntel, @Oznerol_Onis, @Georgina_Vivister, @Alice_Mcdougal, @Aini_Feanor, @Nancy_Brown, @Aurora_Donfort, @Tris_Hambton, @Vincent_Pilots, @Alice_Sweetman, @Astrid_Bennet, @Lyra_Thorne, @Donna_Specter, @Laurence_Fournier, @Leah_Smith, @Kate_Wood, @Jade_Urquhart, @Allison_Yale, @Heidi_Lovely, @Raven_Lovely, @Tsukiko_Hayashi, @Alex_Regers, @Victoria_Anderson, @Dragonya_Goldwand, @Emeliya_Jenkins, @Vera_Grace, @Sansa_Stark, @Phoebe_Wolfshard, @Kahina_Iaquinto, @Alyson_Chalamet, @Jeanjery_Vergne, @Colin_Densaugeo, @Jade_Hailen, @Margot_Donuter, @Dorcas_Moore, @Haytham_Price, @Serendipity_Pollux, @Oscar_Thrill, @Kara_Wolf, @Manuel_Maiuolo, @Simax_Albi, @Andrea_Lewis, @Sarah_Jonson, @Aurora_Quinzel, @Salvo_Rusmor, @Emma_Williams, @Futura_Heron, @Elynora_Hosterman, @Megan_Powell, @Sophie_Turner, @Melanie_Konstancijs, @Eleah_Holmes, @Elizabeth_Cooper, @John_Stark, @Elisa_Renierv, @Alec_White, @Ailea_Fuentes, @Antonio_Goldstain, @Down_Foster, @Alessia_Negriolli, @Marissa_White, @Sprotte_Smerald, @Gaia_Lazzari, @Lucrezia_Always, @Jack_Lane, @Chiara_Queen, @Mercy_Nevaeh, @Madeline_Williams, @Gulliver_Kwikspell, @Stellagiulia_Clarke, @Sara_Freak, @Kathrine_Winchester, @Samantha_Mitchell, @Opal_Saphirblue, @Fire_Demon, @Damian_Hammers, @Margherita_Uchiha, @Luisa_Welch, @Andrea_Braga, @Hope_White, @Esperanza_Fuentes, @Annalisa_Ziliani, @Debby_Seghezzi, @Valentina_Zanelli, @Amanda_Gomes, @Hattori_Uchiha, @Emily_Parks, @Emanuele_Santella, @Stefania_Newt, @Anais_Williams, @Giin_Meow,


  • Clarissa_Greythorne

    Serpeverde

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 4
    Galeoni: 525
       
       

    *In quanto facente parte di una famiglia nobile e antica come quella dei Greythorne ed anzi, essendone l'erede, Clarissa era abituata a partecipare ad eventi mondani, solitamente frequentati dall'alta società del mondo magico. Non era infatti passato molto tempo da quando la giovane aveva presenziato all'annuale Asta organizzata nella Bottega dei Rettilofoni e nel periodo immediatamente successivo non era di certo rimasta in disparte, volente o nolente.
    Lady Greythorne, sua madre, era infatti solita organizzare ricevimenti su ricevimenti durante il periodo estivo, sfruttando la bellezza austera del Manor in cui dimorava la famiglia di cui faceva parte e soprattutto, nelle tiepide giornate estive inglesi, organizzare eleganti quanto esclusivi tea party nel Parco della tenuta. Gli abiti sempre eleganti e raffinati, il tono e le espressioni affettate ma altezzose, che mai avevano fallito nel ricordare agli interlocutori la reale distanza che divideva la maggior parte di loro da un appartenete alla Famiglia Greythorne...tutto era una giostra, un gioco che procedeva liscio e senza intoppi: Clarissa era nata per tutto ciò, ma non necessariamente ne era amante, per lo meno non quanto sua madre. La giovane era sì un perfetto esempio di innata eleganza, ma le sue espressioni o qualche intonazione della voce celavano sempre un po' più freddezza o distacco del dovuto, a dimostrazione della sua perpetua condizione di Tedio.
    Tutto questo però non la esonerava certo dal presenziare agli eventi e in quella sera di luglio la bella erede della Casata dei Greythorne si stava dirigendo proprio ad uno di essi, facendosi smaterializzare da un elfo domestico della sua famiglia, in quanto non ancora maggiorenne, nei pressi della Location per la serata.
    La scelta per l'abito era ricaduta su uno splendido capo che, da come la fasciava perfettamente, era stato palesemente realizzato per il corpo della ragazza che in quel momento si stava dirigendo con passo elegante verso l'ingresso.
    L'apparente semplicità dell'abito era contrastata dalla preziosità del tessuto leggero che ondeggiava ad ogni passo della giovane, che come spesso era solita fare, aveva optato per una tonalità di verde, anche se quella volta era più smorzato del classico verde smeraldo che ormai era simbolo non solo della Casata di appartenenza della giovane, ma anche di ella stessa. I capelli le ricadevano vaporosi sulla schiena, acconciati in degli splendidi boccoli che risaltavano le onde naturali della ragazza, mentre il viso, dotato di un incarnato alquanto pallido, era stato abilmente truccato in modo da risaltarne i tratti delicati e gli splendidi occhi verdi.*



    *Il rumore dei tacchi, obbligatori secondo il dress code della serata, sul pavimento, fu l'unica cosa a preannunciare l'arrivo di Clarissa al ristorante; una volta arrivata la giovane si diresse verso la giovane ragazza che altri non era che la Professoressa Casterwill, una ex Grifondoro con molti interessi a quanto pareva, oltre che all'insegnamento, nonostante la giovane età. La professoressa stava vicino al bancone del bar, avvolta in uno splendido abito lungo di pizzo, in attesa che entrasse qualcuno in quello splendido ristorante.*

    Buonasera Professoressa Casterwill, le porgo il mio saluto e quello di Lord e Lady Greythorne, i miei genitori, che purtroppo non hanno potuto presenziare. Temo di dover lasciare al Caso la scelta del posto in cui potrò accomodarmi, ho forse ragione?

    *Tono affettato ma con inflessione leggermente più fredda del dovuto, per lo meno per una ragazza così giovane; espressione calcolata in ogni singolo arricciamento di labbra o battito di ciglia, a mostrare interesse ma al tempo stesso distacco: così era Clarissa nel rapportarsi con la maggior parte delle persone. Mentre pronuncia quelle parole, la giovane Greythorne andò ad indicare con un gesto fluido e innatamente elegante il recipiente in cui erano contenute le bandierine che avrebbero decretato i posti a sedere per la serata, creando, sperava Clarissa, degli interessanti accostamenti di persone. La giovane si apprestò a pescarne una, senza alcuna espressione particolare sul volto, se non la perenne aria vagamente tediata che la caratterizzava per la maggior parte del tempo, pur senza oscurare la giovane bellezza che già si palesava sui giovani lineamenti.*

    @Eirwen_Quinn, @Robin_Peach, @Raven_Lovely, @William_Rogers, @Varyare_King, @Ronald_Canard, @Emily_Banks, @Stefano_Draems, @Vera_Grace, @Helen_Benlor, @Jane_Casterwill , @Samantha_Finnigan, @Damian_Saps, @Alice_Mcdougal, @Amelia_Smith, @Sansa_Stark, @Sarah_Jonson, @Esperanza_Fuentes, @Luke_Deaggle, @Charlotte_Mills, @Dorcas_Moore, @Andrew_Longbood, @Mihos_Renny, @Berenice_Fawley, @Nathan_Aubrey, @Gaia_Lover, @Sprotte_Smerald, @Freya_Hansen, @Megan_Torres, @Marcus_Largh, @Kristal_Thratchet, @Kevin_Mitchell, @Zack_Plans, @Petra_Zubi, @Sarah_Darcy, @Cassandra_Gibbs, @Percy_Smith, @Julia_Lombardy, @Anna_Miller, @Martin_Lorenzons, @Gellert_Mcking, @Robert_Dips, @Stella_Flores, @Susan_Sweetegg, @Dragonis_Witch, @Johnson_Culligan, @Alex_Duchamps, @Georgina_Vivister, @Beatrice_Smith, @Elisa_Renierv, @Eleah_Holmes, @Elizabeth_Durrell, @Dama_Grigia, @Aurora_Donfort, @Alison_Watson, @David_McPole, @Oznerol_Onis, @Aini_Feanor, @Grace_Padfoot, @Engel_Rojas, @Pix_Poltergeist, @Katherine_Smithers, @Mary_Lauren, @Matthias_Buxass, @Harley_Sundwall, @Laia_Brusaferri, @Livia_Kira, @Sylvia_Turner, @Katherine_Kennedy, @Luca_Dami, @Lorence_Cocuncles, @Jake_Englishes, @Allison_Mayn, @Nancy_Brown, @Elena_Salvatore, @Megan_Cooper, @Diane_Raven, @Giulia_Malavasi, @Catherine_Balm, @Elynora_Hosterman, @Barone_Sanguinario, @Macthany_Atkinson, @Frate_Grasso, @Anthony_Smith, @Anna_Williams, @Camilla_Clamby, @Beatrice_Smith, @Samantha_Finnigan, @Ifigenia_Quiteheart, @Varyare_King, @Engel_Rojas, @Harleen_Quinzel, @Jessamine_Carstairs, @Sybilla_Planaflorita, @Megan_Cooper, @Berenice_Fawley, @Aiden_Hill, @Alice_Without, @Lara_Grey, @Lilith_Montgomery, @Aurora_Dilaurentis, @Elizabeth_Evelyn, @Aelin_Fairblood, @Astrid_Daeneris, @Harley_Sundwall, @Clarissa_Greythorne, @Lucifer_Morningstar, @Nuria_Mordhane, @Kate_Robinson, @Jack_Parker, @Miriam_Campbell, @Emily_Walker, @Arianne_Godson, @Raffaella_Saxon, @Violet_Columbus, @Breydan_Mccurtis, @Roxanne_Plagesombre, @Miles_Halter, @Terry_Mangala, @Luke_Farach, @Alyce_Gray, @Alexis_Arden, @Emma_Herondale, @Seldszar_Duskryn, @Noemi_Lack, @Andres_Munoz, @Rhys_Silverkin, @Marshall_Gallagher, @Alice_Latorre, @Leila_Clarke, @Anna_Miller, @Arianna_Quirrel, @Miriam_Jones, @Aurora_Jeanwoolf, @Charlotte_Bortolin, @Ginevra_Sunflower, @Damian_Saps, @Sophie_Angel, @William_Rogers, @Alex_Strifer, @Jessica_Gray, @Marysol_Rainbow, @Fancy_Stevens, @Georgia_Thorn, @Luke_Deaggle, @Kelly_Luxur, @Alyssa_Jackson, @Robin_Peach, @Amelia_Smith, @Morgana_Morales, @Klara_Shorty, @Lucretia_Holland, @Rachel_Watson, @Aliark_Paddlemere, @Penny_Hotter, @Richard_Therone, @Meri_Dipi, @Licia_Jackson, @Jade_Mcmeids, @Sacha_Mullett, @Josephine_Elves, @Sara_Taverna, @Iain_Pische, @Kristel_Hardit, @Lucy_Luvilus, @Elena_Anderson, @Lissa_Hayward, @Alberico_Percoco, @Isotta_Ferrari, @Margareth_Davies, @Fely_Crisalli, @Eirwen_Quinn, @Natuk_Denatura, @Jennyfer_Hastings, @Alessandra_Puntel, @Oznerol_Onis, @Georgina_Vivister, @Alice_Mcdougal, @Aini_Feanor, @Nancy_Brown, @Aurora_Donfort, @Tris_Hambton, @Vincent_Pilots, @Alice_Sweetman, @Astrid_Bennet, @Lyra_Thorne, @Donna_Specter, @Laurence_Fournier, @Leah_Smith, @Kate_Wood, @Jade_Urquhart, @Allison_Yale, @Heidi_Lovely, @Raven_Lovely, @Tsukiko_Hayashi, @Alex_Regers, @Victoria_Anderson, @Dragonya_Goldwand, @Emeliya_Jenkins, @Vera_Grace, @Sansa_Stark, @Phoebe_Wolfshard, @Kahina_Iaquinto, @Alyson_Chalamet, @Jeanjery_Vergne, @Colin_Densaugeo, @Jade_Hailen, @Margot_Donuter, @Dorcas_Moore, @Haytham_Price, @Serendipity_Pollux, @Oscar_Thrill, @Kara_Wolf, @Manuel_Maiuolo, @Simax_Albi, @Andrea_Lewis, @Sarah_Jonson, @Aurora_Quinzel, @Salvo_Rusmor, @Emma_Williams, @Futura_Heron, @Elynora_Hosterman, @Megan_Powell, @Sophie_Turner, @Melanie_Konstancijs, @Eleah_Holmes, @Elizabeth_Cooper, @John_Stark, @Elisa_Renierv, @Alec_White, @Ailea_Fuentes, @Antonio_Goldstain, @Down_Foster, @Alessia_Negriolli, @Marissa_White, @Sprotte_Smerald, @Gaia_Lazzari, @Lucrezia_Always, @Jack_Lane, @Chiara_Queen, @Mercy_Nevaeh, @Madeline_Williams, @Gulliver_Kwikspell, @Stellagiulia_Clarke, @Sara_Freak, @Kathrine_Winchester, @Samantha_Mitchell, @Opal_Saphirblue, @Fire_Demon, @Damian_Hammers, @Margherita_Uchiha, @Luisa_Welch, @Andrea_Braga, @Hope_White, @Esperanza_Fuentes, @Annalisa_Ziliani, @Debby_Seghezzi, @Valentina_Zanelli, @Amanda_Gomes, @Hattori_Uchiha, @Emily_Parks, @Emanuele_Santella, @Stefania_Newt, @Anais_Williams, @Giin_Meow,




    Ultima modifica di Clarissa_Greythorne Sabato, modificato 3 volte in totale


  • Luke_Deaggle

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 1
    Galeoni: 185
        Luke_Deaggle
    Grifondoro
       
       

    *Era una caldissima giornata di luglio, con un sole chiaro brillante che per tutta la giornata aveva scaldato all'inverosimile la terra Britannica.*




    *Per Luke Deaggle si trattava tuttavia anche di una data molto speciale, un giorno che a ogni mago rimane impresso nella mente e nella memoria per sempre: il giorno del suo 11° compleanno, il giorno in cui ogni bambino ha la conferma di essere davvero un mago; atteso con ansia da più di due settimane, finalmente era arrivato il giorno in cui ogni mago riceve la "sua lettera". Essendo Luke figlio di genitori maghi membri di due storiche famiglie magiche della Scozia, i genitori non avevano mai avuto seri dubbi sul fatto che il bambino avesse capacità magiche tuttavia per Luke un conto era la parola dei genitori, un'altro conto avere la conferma definitiva via gufo della sua ammissione alla Scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts e poter dimostrarlo senza affidarsi esclusivamente alle parole dei genitori.
    Nonostante fosse per lui un giorno così importante e Luke fosse un ragazzo non eccessivamente solitario ma che gradiva la compagnia degli amici, aveva però una caratteristica un po' particolare: odiava le feste di compleanno. Non sopportava di sentirsi al centro dell'attenzione per un'intera serata e detestava la processione di parenti a casa propria per i consueti auguri, ripetere per ore le stesse cose a tutti e rispondere alle medesime domande; da quando era cresciuto aveva imparato così a trovare dei "diversivi", delle occasioni per sfuggire a quel particolare rito e non dover organizzare la consueta festa di compleanno.

    Ecco quindi che appena aveva letto sulla Gazzetta di un evento a Hogsmeade la sera dello stesso giorno, si era subito precipitato dai genitori per chiedere il permesso a parteciparvi; all'inizio avevano mostrato qualche riserva per via che era piccolo, che aveva appena 11 anni da qualche ora, che Hogsmeade pullulava di gente poco raccomandabile... Ma le insistenze di Luke, in particolare la sua testardaggine, insieme al fatto che Luke ipotizzò ci fossero dei suoi amici più grandi, figli di amici di famiglia, fece sì che Luke riuscì a strappare ai genitori l'agognato sì. Era deciso: quella sera sarebbe stato a "Il giro del mondo in cucina" evento organizzato per festeggiare i 5 anni di apertura della "Casterwill's Kitchen."


    Luke verso le 18.00 cominciò quindi a prepararsi, a vestirsi secondo il dress code della serata cercando di essere elegantissimo in quel giorno che per lui era davvero speciale, e non solo per la cena! Si provò un paio di scarpe laccate che aveva messo per la sera di Gala organizzata per i 15 anni di matrimonio dei genitori, non ci era abituato ma un incantesimo gliele fece sentire leggermente più comode e quindi optò per quelle.*




    [CASTERWILL'S KITCHEN - 18.53]


    *Erano le 18.53 quando Luke era pronto, vestito di tutto punto davanti all'ingresso del locale. Poche volte era stato vestito così elegantemente, indossava un elegante abito nero, di un tessuto morbido che tuttavia emanava un riflesso lucido luminoso, su una camicia bianchissima, protetta da un incantesimo autopulente se si fosse sporcato. Il papillon e la pochette della giacca erano di colore rosso scuro, uno dei colori della casa cui Luke avrebbe fortemente desiderato di far porte di lì a poche settimane. Un cappello infine completava l'abito, Luke sperò così di sembrare un po' più grande e già avvezzo alle consuetudini del mondo magico.*




    *Entrò quindi varcando la soglia del locale, e si guardò attorno stupito. Tutto lì intorno era perfetto e curassimo, non c'era niente che non fosse esattamente al proprio posto, Luke osservò i dettagli, la disposizione dei menù sui tavolini rotondi, le tovaglie tutte perfettamente centrate, la pulizia del locale che era al più alto livello.. L'organizzazione di quell'evento faceva trapelare una cura davvero notevole, e tutto ciò risaltò ancor di più lo stile elegante e raffinato del ristorante. Luke entrò guardandosi attorno, immaginava ci fossero già persone già ai tavoli, mentre in piedi stavano solo due ragazze, una di qualche anno più grande di lui con un abito molto sofisticato verde chiaro e un portamento rigido e altero, doveva essere una studentessa e dall'aria decisa doveva appartenere a qualche nobile famiglia magica, sembrava infatti completamente abituata a quel genere di ricevimenti, un'altra ragazza invece di sicuro già maggiorenne stava poco oltre l'ingresso vicino al bancone del bar, era colei che era destinata all'accoglienza dei clienti e che forse per la stanchezza dell'organizzazione dell'evento poco prima gli sembrò stesse parlando da sola, Luke la osservò attentamente, un abito elegantissimo nero risaltava una figura longilinea molto bella, e dei morbidissimi capelli le ricadevano dolcemente sulle spalle.*


    "Immagino sia la proprietaria, è vestita troppo bene per essere una semplice dipendente..."


    *pensò Luke mentre avanzava timoroso nel locale. Quando fu vicino alle ragazze le salutò con un cenno del capo e mentre salutava ciascuna delle due si tolse il cappello e chinò il capo in segno di saluto. Si rivolse prima a quella che aveva immaginato essere la proprietaria del locale*

    Buonasera, mi chiamo Luke Deaggle, congratulazione per i 5 anni del locale e complimenti davvero per l'allestimento impeccabile del locale, e piacere anche di fare la vostra conoscenza! Sono contento di essere qui!


    *disse alla ragazza in abito nero e poi rivolse un sorriso alla ragazza più giovane.*

    Buonasera anche a te, mi chiamo Luke Deaggle, ti ho intravista all'asta di beneficenza alla Bottega dei Rettilofoni ma purtroppo non sono riuscito a presentarmi.


    *disse infine all'altra ragazza mentre osservava le due nuove conoscenze.*




    @Jane_Casterwill, @Eirwen_Quinn, @Robin_Peach, @Raven_Lovely, @William_Rogers, @Varyare_King, @Ronald_Canard, @Emily_Banks, @Stefano_Draems, @Vera_Grace, @Helen_Benlor, @Clarissa_Greythorne, @Samantha_Finnigan, @Damian_Saps, @Alice_Mcdougal, @Amelia_Smith, @Sansa_Stark, @Sarah_Jonson, @Esperanza_Fuentes, @Luke_Deaggle, @Charlotte_Mills, @Dorcas_Moore, @Andrew_Longbood, @Mihos_Renny, @Berenice_Fawley, @Nathan_Aubrey, @Gaia_Lover, @Sprotte_Smerald, @Freya_Hansen, @Megan_Torres, @Marcus_Largh, @Kristal_Thratchet, @Kevin_Mitchell, @Zack_Plans, @Petra_Zubi, @Sarah_Darcy, @Cassandra_Gibbs, @Percy_Smith, @Julia_Lombardy, @Anna_Miller, @Martin_Lorenzons, @Gellert_Mcking, @Robert_Dips, @Stella_Flores, @Susan_Sweetegg, @Dragonis_Witch, @Johnson_Culligan, @Alex_Duchamps, @Georgina_Vivister, @Beatrice_Smith, @Elisa_Renierv, @Eleah_Holmes, @Elizabeth_Durrell, @Dama_Grigia, @Aurora_Donfort, @Alison_Watson, @David_McPole, @Oznerol_Onis, @Aini_Feanor, @Grace_Padfoot, @Engel_Rojas, @Pix_Poltergeist, @Katherine_Smithers, @Mary_Lauren, @Matthias_Buxass, @Harley_Sundwall, @Laia_Brusaferri, @Livia_Kira, @Sylvia_Turner, @Katherine_Kennedy, @Luca_Dami, @Lorence_Cocuncles, @Jake_Englishes, @Allison_Mayn, @Nancy_Brown, @Elena_Salvatore, @Megan_Cooper, @Diane_Raven, @Giulia_Malavasi, @Catherine_Balm, @Elynora_Hosterman, @Barone_Sanguinario, @Macthany_Atkinson, @Frate_Grasso, @Anthony_Smith, @Anna_Williams, @Camilla_Clamby, @Beatrice_Smith, @Samantha_Finnigan, @Ifigenia_Quiteheart, @Varyare_King, @Engel_Rojas, @Harleen_Quinzel, @Jessamine_Carstairs, @Sybilla_Planaflorita, @Megan_Cooper, @Berenice_Fawley, @Aiden_Hill, @Alice_Without, @Lara_Grey, @Lilith_Montgomery, @Aurora_Dilaurentis, @Elizabeth_Evelyn, @Aelin_Fairblood, @Astrid_Daeneris, @Harley_Sundwall, @Clarissa_Greythorne, @Lucifer_Morningstar, @Nuria_Mordhane, @Kate_Robinson, @Jack_Parker, @Miriam_Campbell, @Emily_Walker, @Arianne_Godson, @Raffaella_Saxon, @Violet_Columbus, @Breydan_Mccurtis, @Roxanne_Plagesombre, @Miles_Halter, @Terry_Mangala, @Luke_Farach, @Alyce_Gray, @Alexis_Arden, @Emma_Herondale, @Seldszar_Duskryn, @Noemi_Lack, @Andres_Munoz, @Rhys_Silverkin, @Marshall_Gallagher, @Alice_Latorre, @Leila_Clarke, @Anna_Miller, @Arianna_Quirrel, @Miriam_Jones, @Aurora_Jeanwoolf, @Charlotte_Bortolin, @Ginevra_Sunflower, @Damian_Saps, @Sophie_Angel, @William_Rogers, @Alex_Strifer, @Jessica_Gray, @Marysol_Rainbow, @Fancy_Stevens, @Georgia_Thorn, @Luke_Deaggle, @Kelly_Luxur, @Alyssa_Jackson, @Robin_Peach, @Amelia_Smith, @Morgana_Morales, @Klara_Shorty, @Lucretia_Holland, @Rachel_Watson, @Aliark_Paddlemere, @Penny_Hotter, @Richard_Therone, @Meri_Dipi, @Licia_Jackson, @Jade_Mcmeids, @Sacha_Mullett, @Josephine_Elves, @Sara_Taverna, @Iain_Pische, @Kristel_Hardit, @Lucy_Luvilus, @Elena_Anderson, @Lissa_Hayward, @Alberico_Percoco, @Isotta_Ferrari, @Margareth_Davies, @Fely_Crisalli, @Eirwen_Quinn, @Natuk_Denatura, @Jennyfer_Hastings, @Alessandra_Puntel, @Oznerol_Onis, @Georgina_Vivister, @Alice_Mcdougal, @Aini_Feanor, @Nancy_Brown, @Aurora_Donfort, @Tris_Hambton, @Vincent_Pilots, @Alice_Sweetman, @Astrid_Bennet, @Lyra_Thorne, @Donna_Specter, @Laurence_Fournier, @Leah_Smith, @Kate_Wood, @Jade_Urquhart, @Allison_Yale, @Heidi_Lovely, @Raven_Lovely, @Tsukiko_Hayashi, @Alex_Regers, @Victoria_Anderson, @Dragonya_Goldwand, @Emeliya_Jenkins, @Vera_Grace, @Sansa_Stark, @Phoebe_Wolfshard, @Kahina_Iaquinto, @Alyson_Chalamet, @Jeanjery_Vergne, @Colin_Densaugeo, @Jade_Hailen, @Margot_Donuter, @Dorcas_Moore, @Haytham_Price, @Serendipity_Pollux, @Oscar_Thrill, @Kara_Wolf, @Manuel_Maiuolo, @Simax_Albi, @Andrea_Lewis, @Sarah_Jonson, @Aurora_Quinzel, @Salvo_Rusmor, @Emma_Williams, @Futura_Heron, @Elynora_Hosterman, @Megan_Powell, @Sophie_Turner, @Melanie_Konstancijs, @Eleah_Holmes, @Elizabeth_Cooper, @John_Stark, @Elisa_Renierv, @Alec_White, @Ailea_Fuentes, @Antonio_Goldstain, @Down_Foster, @Alessia_Negriolli, @Marissa_White, @Sprotte_Smerald, @Gaia_Lazzari, @Lucrezia_Always, @Jack_Lane, @Chiara_Queen, @Mercy_Nevaeh, @Madeline_Williams, @Gulliver_Kwikspell, @Stellagiulia_Clarke, @Sara_Freak, @Kathrine_Winchester, @Samantha_Mitchell, @Opal_Saphirblue, @Fire_Demon, @Damian_Hammers, @Margherita_Uchiha, @Luisa_Welch, @Andrea_Braga, @Hope_White, @Esperanza_Fuentes, @Annalisa_Ziliani, @Debby_Seghezzi, @Valentina_Zanelli, @Amanda_Gomes, @Hattori_Uchiha, @Emily_Parks, @Emanuele_Santella, @Stefania_Newt, @Anais_Williams, @Giin_Meow,




    Ultima modifica di Luke_Deaggle Ieri, modificato 6 volte in totale


  • Vera_Grace

    Corvonero Responsabile di Casa

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 5
    Galeoni: 1076
        Vera_Grace
    Corvonero Responsabile di Casa
       
       

    [VIE DI HOGSMEADE]


    *Il pomeriggio di un venerdì quasi come gli altri giungeva al termine, senza però decretare, almeno per Vera, la fine della giornata nonostante fosse già stata piena di emozioni. Quella sera infatti ci sarebbe stato un evento a Casterwill's Kitchen, ristorante di proprietà della professoressa di difesa contro le oscure. La sua attività festeggiava i cinque anni di apertura e la donna aveva deciso di organizzare una cena speciale a tema Giro del Mondo. La corva aveva subito deciso di partecipare, sapendo della buonissima cucina ma soprattutto essendo curiosa di scoprire come fosse strutturato l'evento, di trovare quali cibi assaporare e probabilmente scoprirne di nuovi che non aveva mai mangiato nonostante con i suoi viaggiasse abbastanza. Quello che però aveva capito solo quella mattina, maledicendosi ampiamente per non esserselo ricordato prima, era che alla festa c'era un dress code, un codice di abbigliamento. Vera e sua madre Rose, un ex Corvonero, avevano buttato all'aria tutti i guardaroba di casa, ormai avevano quasi la stessa taglia, per rendersi conto che c'era bisogno di comprare qualcosa. Così, dopo una mattinata di avanti e indietro tra i negozi e le vetrine, attività magiche e babbane all'evenienza, erano riuscite a trovare un vestito davvero bello, che alla perfetta stava d'incanto.
    Siccome al pomeriggio aveva impegni decisamente importanti aveva dovuto ricorrere a sua madre per vestirsi, in quanto lei non poteva usare la magia come era abituata. L'abito che aveva scelto era blu scuro, di fattura molto semplice ma al contempo elegante, stretto in vita a risaltare la vita sottile e i fianchi senza essere scomodo o esageratamente chic. A quello però Rose, abituata ai ricevimenti e alle feste, aveva aggiunto il bracciale che adesso portava al polso, dorato con piccoli diamanti incastonati. Per l'acconciatura, apparentemente semplice ma in realtà complicata, aveva optato per raccoglierli dietro la nuca, lasciando alcune ciocche a ricadere davanti agli occhi, inpreziosendo poi il tutto con un fermaglio anch'esso di preziosa fattura. Le scarpe, sotto la gonna lunga, erano con i tacchi, erano non troppo alte vista l'altezza media della ragazza e rigorosamente blu, colore della casata con cui spesso Vera si vestiva. Si era truccata, nonostante non lo facesse spesso con un rossetto leggero che mettesse in risalto le labbra e soprattutto per mettere in risalto il tratto migliore, i suoi splendidi occhi verde mare che ogni volta che sorrideva luccicavano come se ci fossero le stelle. Era molto bella e quando si era guardata allo specchio era rimasta senza parole. Non si truccava quasi mai e forse avrebbe potuto farci un pensiero in futuro.
    Velocizzó il passo, per quanto l'abito e i tacchi lo permettessero, fino ad arrivare vicino all'entrata del ristorante illuminato nonostante il sole stesse per tramontare.*



    *Non sapeva davvero cosa aspettarsi, era curiosa, chi ci sarebbe stato oltre a lei? I suoi genitori non erano potuti venite, cosa che in realtà non le dispiaceva troppo, e lei si era ritrovata però da sola, sarebbe dovuta stare da sola ad un tavolo? Giunse davanti al luogo dell'evento, i passi ritmati che riecheggiavano ancora nella via semi-deserta, gli sguardi dei passanti su di lei, probabilmente si chiedevano cosa ci facesse a quell'ora una quindicenne da sola vestita così elegante e vicino ad un ristorante. Senza degnarli di uno sguardo, entrò nel locale dentro il quale era stata pochissime volte e sul quale in realtà aveva avuto più propositi di tornarci. Finalmente la sua occasione sarebbe arrivata.*

    [CASTERWILL'S KITCHEN]


    *Una volta entrata, perlustró con lo sguardo il vano, l'espressione attenta. C'erano numerosi tavoli disposti a poca distanza, apparecchiati elegantemente con tanto di candele e menù, la professoressa Casterwill aveva fatto davvero un ottimo lavoro, come al solito. Ma la cosa che più colpì Vera erano le bandierine. Su ogni tavolo, tutti da quattro posti notò con sorpresa la corva, si trovava una bandierina diversa, non c'erano ripetizioni all'interno della sala. Alzò un sopracciglio, pensando velocemente. Forse erano lì per rappresentare il giro del mondo, ma perché allora i tavoli erano tutti diversi? Sembrava che gli invitati dovessero essere divisi ma come? Forse potevi scegliere il posto e quindi il luogo che preferivi... la risposta alla sua domanda arrivò presto, quando una donna dai capelli lunghi e mossi, gli occhi verdi e un rossetto rosso, la sua insegnante e proprietaria del ristorante, prese la parola, spiegando anche le modalità. Vera fece un sorrisino, ci aveva quasi azzeccato, ma soprattutto era colpita da come si sarebbe tenuta la serata. Era stata una bellissima idea quella di dividere gli invitati, avrebbe conosciuto qualcuno di nuovo o magari avrebbe incontrato qualche amico e soprattutto non sarebbe dovuta restare da sola al tavolo o in piedi accanto ad un buffet. Si diresse verso il bancone, i tacchi che tintinnavano sul pavimento producendo un suono che per la ragazza era associato all'arrivo di sua madre che di solito portava scarpe del genere. *

    Buonasera professoressa, complimenti per l'organizzazione e l'idea, è tutto fantastico! E auguri per i cinque anni di apertura per questo locale meraviglioso!
    Buonasera Clarissa! Ciao Luke, anche tu qua?


    *Disse complimentandosi con la donna, sincera, per poi salutare una sua amica di serpeverde che non vedeva da un bel po' e Luke, un altro amico davvero simpatico che quel giorno aveva compiuto gli anni Dopodiché guardò il sacchetto dell'insegnante, contenente probabilmente le bandierine e chiese:*

    Suppongo di dover pescare una bandierina adesso...

    *constatò, aspettando che la professoressa le porgesse la sacca per decidere il suo posto durante quella serata, sistemandosi il vestito con un gesto dovuto più al nervosismo che al bisogno visto che era ancora perfetta e in ordine.*

    @Jane_Casterwill, @Eirwen_Quinn, @Robin_Peach, @Raven_Lovely, @William_Rogers, @Varyare_King, @Ronald_Canard, @Emily_Banks, @Stefano_Draems, @Vera_Grace, @Helen_Benlor, @Clarissa_Greythorne, @Samantha_Finnigan, @Damian_Saps, @Alice_Mcdougal, @Amelia_Smith, @Sansa_Stark, @Sarah_Jonson, @Esperanza_Fuentes, @Luke_Deaggle, @Charlotte_Mills, @Dorcas_Moore, @Andrew_Longbood, @Mihos_Renny, @Berenice_Fawley, @Nathan_Aubrey, @Gaia_Lover, @Sprotte_Smerald, @Freya_Hansen, @Megan_Torres, @Marcus_Largh, @Kristal_Thratchet, @Kevin_Mitchell, @Zack_Plans, @Petra_Zubi, @Sarah_Darcy, @Cassandra_Gibbs, @Percy_Smith, @Julia_Lombardy, @Anna_Miller, @Martin_Lorenzons, @Gellert_Mcking, @Robert_Dips, @Stella_Flores, @Susan_Sweetegg, @Dragonis_Witch, @Johnson_Culligan, @Alex_Duchamps, @Georgina_Vivister, @Beatrice_Smith, @Elisa_Renierv, @Eleah_Holmes, @Elizabeth_Durrell, @Dama_Grigia, @Aurora_Donfort, @Alison_Watson, @David_McPole, @Oznerol_Onis, @Aini_Feanor, @Grace_Padfoot, @Engel_Rojas, @Pix_Poltergeist, @Katherine_Smithers, @Mary_Lauren, @Matthias_Buxass, @Harley_Sundwall, @Laia_Brusaferri, @Livia_Kira, @Sylvia_Turner, @Katherine_Kennedy, @Luca_Dami, @Lorence_Cocuncles, @Jake_Englishes, @Allison_Mayn, @Nancy_Brown, @Elena_Salvatore, @Megan_Cooper, @Diane_Raven, @Giulia_Malavasi, @Catherine_Balm, @Elynora_Hosterman, @Barone_Sanguinario, @Macthany_Atkinson, @Frate_Grasso, @Anthony_Smith, @Anna_Williams, @Camilla_Clamby, @Beatrice_Smith, @Samantha_Finnigan, @Ifigenia_Quiteheart, @Varyare_King, @Engel_Rojas, @Harleen_Quinzel, @Jessamine_Carstairs, @Sybilla_Planaflorita, @Megan_Cooper, @Berenice_Fawley, @Aiden_Hill, @Alice_Without, @Lara_Grey, @Lilith_Montgomery, @Aurora_Dilaurentis, @Elizabeth_Evelyn, @Aelin_Fairblood, @Astrid_Daeneris, @Harley_Sundwall, @Clarissa_Greythorne, @Lucifer_Morningstar, @Nuria_Mordhane, @Kate_Robinson, @Jack_Parker, @Miriam_Campbell, @Emily_Walker, @Arianne_Godson, @Raffaella_Saxon, @Violet_Columbus, @Breydan_Mccurtis, @Roxanne_Plagesombre, @Miles_Halter, @Terry_Mangala, @Luke_Farach, @Alyce_Gray, @Alexis_Arden, @Emma_Herondale, @Seldszar_Duskryn, @Noemi_Lack, @Andres_Munoz, @Rhys_Silverkin, @Marshall_Gallagher, @Alice_Latorre, @Leila_Clarke, @Anna_Miller, @Arianna_Quirrel, @Miriam_Jones, @Aurora_Jeanwoolf, @Charlotte_Bortolin, @Ginevra_Sunflower, @Damian_Saps, @Sophie_Angel, @William_Rogers, @Alex_Strifer, @Jessica_Gray, @Marysol_Rainbow, @Fancy_Stevens, @Georgia_Thorn, @Luke_Deaggle, @Kelly_Luxur, @Alyssa_Jackson, @Robin_Peach, @Amelia_Smith, @Morgana_Morales, @Klara_Shorty, @Lucretia_Holland, @Rachel_Watson, @Aliark_Paddlemere, @Penny_Hotter, @Richard_Therone, @Meri_Dipi, @Licia_Jackson, @Jade_Mcmeids, @Sacha_Mullett, @Josephine_Elves, @Sara_Taverna, @Iain_Pische, @Kristel_Hardit, @Lucy_Luvilus, @Elena_Anderson, @Lissa_Hayward, @Alberico_Percoco, @Isotta_Ferrari, @Margareth_Davies, @Fely_Crisalli, @Eirwen_Quinn, @Natuk_Denatura, @Jennyfer_Hastings, @Alessandra_Puntel, @Oznerol_Onis, @Georgina_Vivister, @Alice_Mcdougal, @Aini_Feanor, @Nancy_Brown, @Aurora_Donfort, @Tris_Hambton, @Vincent_Pilots, @Alice_Sweetman, @Astrid_Bennet, @Lyra_Thorne, @Donna_Specter, @Laurence_Fournier, @Leah_Smith, @Kate_Wood, @Jade_Urquhart, @Allison_Yale, @Heidi_Lovely, @Raven_Lovely, @Tsukiko_Hayashi, @Alex_Regers, @Victoria_Anderson, @Dragonya_Goldwand, @Emeliya_Jenkins, @Vera_Grace, @Sansa_Stark, @Phoebe_Wolfshard, @Kahina_Iaquinto, @Alyson_Chalamet, @Jeanjery_Vergne, @Colin_Densaugeo, @Jade_Hailen, @Margot_Donuter, @Dorcas_Moore, @Haytham_Price, @Serendipity_Pollux, @Oscar_Thrill, @Kara_Wolf, @Manuel_Maiuolo, @Simax_Albi, @Andrea_Lewis, @Sarah_Jonson, @Aurora_Quinzel, @Salvo_Rusmor, @Emma_Williams, @Futura_Heron, @Elynora_Hosterman, @Megan_Powell, @Sophie_Turner, @Melanie_Konstancijs, @Eleah_Holmes, @Elizabeth_Cooper, @John_Stark, @Elisa_Renierv, @Alec_White, @Ailea_Fuentes, @Antonio_Goldstain, @Down_Foster, @Alessia_Negriolli, @Marissa_White, @Sprotte_Smerald, @Gaia_Lazzari, @Lucrezia_Always, @Jack_Lane, @Chiara_Queen, @Mercy_Nevaeh, @Madeline_Williams, @Gulliver_Kwikspell, @Stellagiulia_Clarke, @Sara_Freak, @Kathrine_Winchester, @Samantha_Mitchell, @Opal_Saphirblue, @Fire_Demon, @Damian_Hammers, @Margherita_Uchiha, @Luisa_Welch, @Andrea_Braga, @Hope_White, @Esperanza_Fuentes, @Annalisa_Ziliani, @Debby_Seghezzi, @Valentina_Zanelli, @Amanda_Gomes, @Hattori_Uchiha, @Emily_Parks, @Emanuele_Santella, @Stefania_Newt, @Anais_Williams, @Giin_Meow,


  • Freya_Hansen

    Grifondoro Sindaco di Hogsmeade Membro del Consiglio di Hogsmeade
    AUROR

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 9
    Galeoni: 2378
        Freya_Hansen
    Grifondoro Sindaco di Hogsmeade Membro del Consiglio di Hogsmeade
       
       

    *Il sole stava quasi per tramontare sulla cittandina di Hogsmeade e Freya, chiusa nel suo ufficio al Town Hall ormai diventata la sua casa, si stava preparando per recarsi al locale di Jane. Proprio lì si sarebbe tenuta una festa alla quale non poteva assolutamente mancare. Ricorreva infatti anche l'anniversario dei cinque anni dell'apertura del locale e sapeva che la Casterwill ci teneva molto alla sua presenza li. Aveva acquistato due vestiti durante un fine settimana a Londra ma non sapeva quale scegliere. Entrambi rispettavano il dress code richiesto dalla proprietaria ma proprio non riusciva a decidersi. Più che altro il suo obbiettivo e la sua domanda era uno: con quale dei due avrebbe fatto colpo su Jane? Nonostante tutti i suoi buoni propositi di fare la brava ragazza e di starsene al suo posto, la sua mente tornava sempre a lei e cercava sempre mille modi per far cedere la ragazza e far si che si lasciasse andare. Ormai aveva capito bene dai suoi atteggiamenti, dalle reazioni del suo corpo quando il sindaco la toccava che non le era indifferente. Ma comunque non riusciva a trovare il coraggio di far parlare il suo cuore e non solo la sua mente, la sua maledetta parte razionale che le impediva, per paura di farsi e fare del male, di intraprendere una nuova esperienza con Freya. Ma avevano tempo o almeno era questo il mantra che si ripeteva continuamente. Se non fosse stato per il fatto che di li a breve la Hansen avrebbe fatto ciò che aspettava di fare da tempo: intercettare il nonno e tentare di ucciderlo oppure sarebbe morta lei stessa nel tentativo. Ma non le importava, non aveva molto da perdere ormai e la vendetta era ciò che le interessava di più. Avrebbe lasciato a Jane e EMily, le persone che più amava, una lettera di "addio" spiegando cosa stava andando a fare. Forse sarebbe risultata una codarda ma sapeva di non riuscire a parlare alle due faccia a faccia e soprattutto era sicura che l'avrebbero incatenata piuttosto che vederla andare incontro a una sua probabile fine. Ed era per questo che la lettera era l'opzione più sicura. Abbandonò quei pensieri, non era il momento giusto per pensarci. Prese uno dei due vestiti e lo indossò. Era bellissimo e da ciò che vedeva, le calzava perfettamente. Era un abito lungo di colore nero, con una scollatura sul petto e uno spacco al lato sinistro che arrivava più o meno all'altezza del ginocchio. Indosso delle scarpe nere con il tacco, truccandosi poi in modo leggero. Lasciò i suoi capelli mossi sciolti, non aveva voglia di trovare qualche acconciatura particolare e poi le piacevano così. Osservò la sua immagine riflessa, pronta per avviarsi con un sorriso un po' teso sulle labbra:*



    [CASTERWILL'S KITCHEN - ore 19:00]


    *La strada da percorrere per raggiungere il ristorante non era molta e Freya, in pochi minuti, raggiunse il posto. Dalla finestra poteva intravedere l'interno, sistemato e curato nei minimi dettagli come sempre. Prese un bel respiro ed entrò nel locale. I suoi occhi saettavano in tutta la stanza alla ricerca della persona che le interessava. Passarono pochi secondi prima che i suoi occhi intercettarono quelli color smeraldo di Jane. Freya rimase senza fiato, deglutiva a vuoto ed era sicura che le sue palpebre non avevano il coraggio di chiudersi in quel movimento naturale nemmeno per pochi millesimi di secondo. Era li, vicino al bancone del bar in un vestito mozzafiato. Un vestito di pizzo nero che le lasciava le spalle scoperte. La parte centrale era piuttosto trasparente e si potevano benissimo intravedere le sue gambe...Freya percorreva quel corpo così perfetto da capo a piede ma alla fine il suo sguardo che, ne era sicura, avrebbe incendiato chiunque avesse osato frapporsi tra lei e la Casterwill, si posò sulle sue labbra. Erano già bellissime ed invitanti normalmente ma quella sera, con quel rossetto rosso, erano ancora più irresistibili agli occhi della Hansen che strinse i pugni per scacciare alcuni dei suoi pensieri più proibiti. Sembravano passate ore, il tempo non aveva più importanza per lei e, per quel che ne sapeva, in quella stanza potevano esserci anche cento persone ma lei ne vedeva e aveva occhi solo per una. Scosse la testa e si avvicinò come una predatrice a Jane. SI schiarì la voce prima di parlare:*

    Buonasera professoressa Casterwill. COmplimenti per l'allestimento della sala, impeccabile come al solito anche se, devo essere sincera, la mia totale attenzione è stata catturata da qualcos'altro.

    *Vide il sacchetto dal quale avrebbe dovuto pescare la bandierina posato vicino a lei e, avvicinandosi sempre di più, infilò la mano li dentro estraendo una bandierina e, contemporaneamente, sussurrava all'orecchio di Jane:*

    Mi hai tolto il respiro con questo vestito Jane, sei incredibilmente bella.

    *Le lasciò un bacio poco più sotto del collo e si allontanò dall'amica. Solo in quel momento si rese conto della presenza di altre tre persone. Una la conosceva, era stata consigliera un po' di tempo prima, l'altro ragazzino non sapeva chi fosse e l'altra ragazza l'aveva sicuramente conosciuta ma non ricordava in quale occasione. Sfoggiò un sorriso e salutò:*

    Buonasera Clarissa come stai? E' un piacere vederti. Ciao anche a te ragazzino, sono Freya Hansen, sindaco di Hogsmeade. Io e te ci siamo già conosciute vero? Mi sembra di si...Deve essere un vero piacere per voi essere alla festa della vostra insegnante di Difesa contro le Arti Oscure vero? Per me lo è anche se non sono una sua studentessa.

    *Sorrise ai due osservando l'ambiente circostante e chiedendosi come si sarebbe svolta la serata.*

    @Jane_Casterwill, @Eirwen_Quinn, @Robin_Peach, @Raven_Lovely, @William_Rogers, @Varyare_King, @Ronald_Canard, @Emily_Banks, @Stefano_Draems, @Vera_Grace, @Helen_Benlor, @Clarissa_Greythorne, @Samantha_Finnigan, @Damian_Saps, @Alice_Mcdougal, @Amelia_Smith, @Sansa_Stark, @Sarah_Jonson, @Esperanza_Fuentes, @Luke_Deaggle, @Charlotte_Mills, @Dorcas_Moore, @Andrew_Longbood, @Mihos_Renny, @Berenice_Fawley, @Nathan_Aubrey, @Gaia_Lover, @Sprotte_Smerald, @Freya_Hansen, @Megan_Torres, @Marcus_Largh, @Kristal_Thratchet, @Kevin_Mitchell, @Zack_Plans, @Petra_Zubi, @Sarah_Darcy, @Cassandra_Gibbs, @Percy_Smith, @Julia_Lombardy, @Anna_Miller, @Martin_Lorenzons, @Gellert_Mcking, @Robert_Dips, @Stella_Flores, @Susan_Sweetegg, @Dragonis_Witch, @Johnson_Culligan, @Alex_Duchamps, @Georgina_Vivister, @Beatrice_Smith, @Elisa_Renierv, @Eleah_Holmes, @Elizabeth_Durrell, @Dama_Grigia, @Aurora_Donfort, @Alison_Watson, @David_McPole, @Oznerol_Onis, @Aini_Feanor, @Grace_Padfoot, @Engel_Rojas, @Pix_Poltergeist, @Katherine_Smithers, @Mary_Lauren, @Matthias_Buxass, @Harley_Sundwall, @Laia_Brusaferri, @Livia_Kira, @Sylvia_Turner, @Katherine_Kennedy, @Luca_Dami, @Lorence_Cocuncles, @Jake_Englishes, @Allison_Mayn, @Nancy_Brown, @Elena_Salvatore, @Megan_Cooper, @Diane_Raven, @Giulia_Malavasi, @Catherine_Balm, @Elynora_Hosterman, @Barone_Sanguinario, @Macthany_Atkinson, @Frate_Grasso, @Anthony_Smith, @Anna_Williams, @Camilla_Clamby, @Beatrice_Smith, @Samantha_Finnigan, @Ifigenia_Quiteheart, @Varyare_King, @Engel_Rojas, @Harleen_Quinzel, @Jessamine_Carstairs, @Sybilla_Planaflorita, @Megan_Cooper, @Berenice_Fawley, @Aiden_Hill, @Alice_Without, @Lara_Grey, @Lilith_Montgomery, @Aurora_Dilaurentis, @Elizabeth_Evelyn, @Aelin_Fairblood, @Astrid_Daeneris, @Harley_Sundwall, @Clarissa_Greythorne, @Lucifer_Morningstar, @Nuria_Mordhane, @Kate_Robinson, @Jack_Parker, @Miriam_Campbell, @Emily_Walker, @Arianne_Godson, @Raffaella_Saxon, @Violet_Columbus, @Breydan_Mccurtis, @Roxanne_Plagesombre, @Miles_Halter, @Terry_Mangala, @Luke_Farach, @Alyce_Gray, @Alexis_Arden, @Emma_Herondale, @Seldszar_Duskryn, @Noemi_Lack, @Andres_Munoz, @Rhys_Silverkin, @Marshall_Gallagher, @Alice_Latorre, @Leila_Clarke, @Anna_Miller, @Arianna_Quirrel, @Miriam_Jones, @Aurora_Jeanwoolf, @Charlotte_Bortolin, @Ginevra_Sunflower, @Damian_Saps, @Sophie_Angel, @William_Rogers, @Alex_Strifer, @Jessica_Gray, @Marysol_Rainbow, @Fancy_Stevens, @Georgia_Thorn, @Luke_Deaggle, @Kelly_Luxur, @Alyssa_Jackson, @Robin_Peach, @Amelia_Smith, @Morgana_Morales, @Klara_Shorty, @Lucretia_Holland, @Rachel_Watson, @Aliark_Paddlemere, @Penny_Hotter, @Richard_Therone, @Meri_Dipi, @Licia_Jackson, @Jade_Mcmeids, @Sacha_Mullett, @Josephine_Elves, @Sara_Taverna, @Iain_Pische, @Kristel_Hardit, @Lucy_Luvilus, @Elena_Anderson, @Lissa_Hayward, @Alberico_Percoco, @Isotta_Ferrari, @Margareth_Davies, @Fely_Crisalli, @Eirwen_Quinn, @Natuk_Denatura, @Jennyfer_Hastings, @Alessandra_Puntel, @Oznerol_Onis, @Georgina_Vivister, @Alice_Mcdougal, @Aini_Feanor, @Nancy_Brown, @Aurora_Donfort, @Tris_Hambton, @Vincent_Pilots, @Alice_Sweetman, @Astrid_Bennet, @Lyra_Thorne, @Donna_Specter, @Laurence_Fournier, @Leah_Smith, @Kate_Wood, @Jade_Urquhart, @Allison_Yale, @Heidi_Lovely, @Raven_Lovely, @Tsukiko_Hayashi, @Alex_Regers, @Victoria_Anderson, @Dragonya_Goldwand, @Emeliya_Jenkins, @Vera_Grace, @Sansa_Stark, @Phoebe_Wolfshard, @Kahina_Iaquinto, @Alyson_Chalamet, @Jeanjery_Vergne, @Colin_Densaugeo, @Jade_Hailen, @Margot_Donuter, @Dorcas_Moore, @Haytham_Price, @Serendipity_Pollux, @Oscar_Thrill, @Kara_Wolf, @Manuel_Maiuolo, @Simax_Albi, @Andrea_Lewis, @Sarah_Jonson, @Aurora_Quinzel, @Salvo_Rusmor, @Emma_Williams, @Futura_Heron, @Elynora_Hosterman, @Megan_Powell, @Sophie_Turner, @Melanie_Konstancijs, @Eleah_Holmes, @Elizabeth_Cooper, @John_Stark, @Elisa_Renierv, @Alec_White, @Ailea_Fuentes, @Antonio_Goldstain, @Down_Foster, @Alessia_Negriolli, @Marissa_White, @Sprotte_Smerald, @Gaia_Lazzari, @Lucrezia_Always, @Jack_Lane, @Chiara_Queen, @Mercy_Nevaeh, @Madeline_Williams, @Gulliver_Kwikspell, @Stellagiulia_Clarke, @Sara_Freak, @Kathrine_Winchester, @Samantha_Mitchell, @Opal_Saphirblue, @Fire_Demon, @Damian_Hammers, @Margherita_Uchiha, @Luisa_Welch, @Andrea_Braga, @Hope_White, @Esperanza_Fuentes, @Annalisa_Ziliani, @Debby_Seghezzi, @Valentina_Zanelli, @Amanda_Gomes, @Hattori_Uchiha, @Emily_Parks, @Emanuele_Santella, @Stefania_Newt, @Anais_Williams, @Giin_Meow,


  • Kevin_Mitchell

    Tassorosso

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 4
    Galeoni: 108
       
       

    [CASTLEFORD – casa di kevin]

    *Qualche giorno prima Kevin si era recato a Hogsmeade e, aveva sentito da alcuni maghi seduti ai Tre Manici di Scopa, di un evento al ristorante di Jane Casterwill.
    Kevin rimase ad ascoltarli senza farsi notare: non sapeva che òla professoressa di Difesa contro le Arti Oscure possedesse anche lei un locale al villaggio poco distante dalla scuola dove insegnava. Quando andò a pagare alla barista la sua burrobirra e la cheesecake che aveva comprato vide, proprio sul balcone, alcuni volantini.
    Ne prese uno per curiosità: era proprio quello della quale i due maghi attempati stavano parlando fino a poco prima. Così una volta tornato a casa chiese a sua madre se possedeva un abito elegante, non il solito che indossava allo Yule Ball, dato che per presentarsi all'evento al ristorante della professoressa era richiesto un determinato abbigliamento. Per sua fortuna possedeva qualcosa di adatto che mai aveva indossato, perchè appunto troppo elegante. Il ragazzo la ringraziò dandole un leggero bacio sulla guancia sinistra.
    Il Venerdì era giunto e Kevin era pronto con il suo abito elegante.
    Le scarpe lucide, il farfallino creato alla perfezione.. era pronto per dirigersi a Hogsmeade.


    Per quella volta optò per la Smaterializzazione congiunta, infatti suo padre che era l'unico in famiglia dotato di magia oltre a lui aveva accettato, gentilmente, di condurlo verso quel villaggio.*


    [HOGSMEADE – Casterwill's Kitchen]

    *Non era molto che frequentava quel negozio abitato solo da maghi e streghe che gli studenti di Hogsmeade potevano vistare dal loro terzo anno scolastico, di conseguenza non fu facile per il Tassorosso trovare Gremlin Walk. Capì di essere giunto a destinazione quando davanti a lui si mostrò un edificio più elegante rispetto a quelli che lo circondavano. L'edera riempiva la maggior parte delle pareti ma il logo era ben visibile.


    Era giunto alla sua destinazione.
    Diede un occhiata al farfallino, che ancora reggeva la sua forma, ed entrò. Una piacevole musica usciva da un grammofono posizionato in qualche angolo per allietare la serata. Sembrava che per festeggiare i cinque anni di apertura la professoressa di era impegnata davvero tanto. C'erano tavoli tondi che dominavano le stanze, i quali colori riprendevano quello di quelli che sembravano essere menù, posizionati al centro dei tavoli assieme a delle decorazioni davvero graziose.*

    Buonasera e grazie per essere venuti a questa festa! Questa sera i posti dove vi siederete saranno lasciati al caso, quindi vi prego di pescare da questo sacchetto una bandierina per trovare il vostro tavolo

    *Disse la donna vestita davvero elegantemente, dopo che la sala aveva iniziato piano piano a riempirsi di commensali.
    Kevin si avvicinò alla donna e, mentre pescava una bandierina da quel sacchetto che la Grifondoro teneva in mano, la salutò facendole i complimenti per l'organizzazione e per come era elegante quella sera.
    Quando Kevin pescò la sua bandierina la osservò curioso.*

    Chissà a cosa ci servono.


    @Jane_Casterwill, @Clarissa_Greythorne, @Luke_Deaggle, @Vera_Grace, @Freya_Hansen, @Marcus_Largh, @Mihos_Renny, @Esperanza_Fuentes,


  • Charlotte_Mills

    Serpeverde Amministratore Preside Insegnante Moderatore Web Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 11
    Galeoni: 260498
       
       

    [LONDRA – CASA MILLS]

    *Come ogni volta che doveva uscire, Charlotte Mills era seduta sul bordo del letto ad osservare il proprio armadio aperto.
    Era una donna, gli piaceva fare shopping, ma comprava vestiti che mai avrebbe avuto l'occasione di indossare di conseguenza metà armadio era pieno di abiti di varie lunghezze ancora con il cartellino attaccato.
    Sbuffò.
    Si alzò per vedere meglio cosa poteva scegliere tra due vestiti, uno rosso scuro e uno nero fatto a pantalone. Optò per il secondo; era elegante ma allo stesso tempo comodo. In abbinato un paio di orecchini di diamanti, un vecchio regalo di compleanno. Si guardò allo specchio.


    Forse era troppo vistosa vestita in quel modo, ma allo stesso tempo non si trovava a Hogwarts quindi non doveva rendere conto a nessuno del suo abbigliamento. Ovviamente, almeno così sperava, non ci sarebbero stati studenti all'evento di Jane quindi avrebbe potuto sentirsi a suo agio anche mostrando un po' di scollatura.
    La strega ex Mangiamorte ed ex Serpeverde, che da li ad esattamente tre giorni avrebbe compiuto trentadue anni, salutò il figlioletto che quella sera si sarebbe divertito in compagnia della giovane Evelin, figlia dei vicini che per raccimolare qualche galeone faceva da babysitter ai figli degli amici dei genitori.
    Salutò l'amato maghetto di oramai sei anni e mezzo e si smaterializzò con Hogsmeade come destinazione.*


    [HOGSMEADE ore 18.55/19]

    *Aveva ben in mente la destinazione dove potersi materializzare, di conseguenza quando riaprì gli occhi vide l'edera che ricopriva uno delle quattro facciate del locale gestito da Jane. Entrando per quella volta notò di non essere una dei primi a giungere all'evento.
    Charlotte era una donna che detestava arrivare in ritardo, ma quel giorno da quanto sembrava non sembrava aver sforato di troppi minuti.
    Quando entrò rimase sorpresa nel vedere che la professoressa Casterwill, non che sua amica, aveva leggermente stravolto la disposizione dei tavoli che, tondi, dominavano la scena. La mise en place perfetta era degli stessi colori dei menù presenti sul tavolo. Charlotte si avvicinò, ma quello che lesse non era il menù di quella serata ma solamente i drink tra la quale scegliere.
    Riposizionò il foglietto dove lo aveva trovato e si guardo attorno: si rese conto era circa un anno che non metteva piede li dentro, da quella serata tra adulti e professori che la ex Grifondoro aveva organizzato per festeggiare.
    La presenza degli studenti la metteva leggermente a disagio.. forse avrebbe fatto meglio a scegliere l'abito rosso scuro a collo alto e fatto di pizzo. Cercando di non badare agli alunni si avvicinò a Jane che quella sera era davvero elegante e attirava tutti gli sguardi su di sé con quell'abito.*

    Casterwill *Disse la donna mentre pescava una bandierina dal misterioso sacchetto.* Spero che tu abbia tenuto la scorta di alcolici da qualche parte al sicuro.

    *Afffermò la ex Serpeverde, nel vedere che alcuni studenti di Hogwarts erano presenti ma, allo stesso tempo, facendo riferimento all'ultima volta che avevano bevuto assieme qualcosa in quel locale. Anche Freya era stata presente a quella serata tra adulti e, proprio il Sindaco, era presente anche quella sera elegante nel suo abito scuro.

    @Jane_Casterwill, @Freya_Hansen,


  • Eirwen_Quinn

    Grifondoro Insegnante Giornalista Moderatore Web Certificato

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 4
    Galeoni: 343
        Eirwen_Quinn
    Grifondoro Insegnante Giornalista Moderatore Web Certificato
       
       

    [CASA DELLA GIOVENTÙ - ORE 18.00]

    *Il sole splendeva ancora alto nel cielo, di lì a poche settimane le giornate avrebbero iniziato ad accorciarsi, ma per il momento poteva ancora godersi le lunghe giornate soleggiate. Inserì la propria chiave nella bianca porta di legno e, portando con sé i voluminosi sacchetti, si fece largo nella stanza. Era lì solo da un giorno e ancora non si era abituata all’ambiente poco famigliare, abituata a stanze decorate da legno di ciliegio, scuro e caldo, entrare in una stanza interamente bianca la lasciava spaesata per qualche istante.
    Con un sospiro stanco abbandonò i sacchetti accanto alla toilette, dopo poco avrebbe dovuto sedersi a quel tavolo per prepararsi, ma prima poteva concedersi qualche minuto di riposo. Aprì gli scuri della porta finestra, per permettere alla luce del sole di entrare e si stese sul soffice letto.*

    ”Chi avrebbe mai pensato che un pomeriggio di shopping sarebbe stato così faticoso.”

    *Era una ragazza adolescente di quattordici anni, ma, a differenza di molte sue compagne, non amava fare shopping nè mettersi in ghingheri. Probabilmente la sua poca familiarità con quel passatempo, generalmente amato dalle donne di tutte le età, dipendeva anche dall’essere stata cresciuta da un uomo solo. Non aveva mai provato, se non da molto piccola, l’esperienza di farsi accompagnare dalla madre a fare acquisti; il padre non le faceva mai mancare niente, ma non amava trascorrere parte del suo tempo in negozi. Così quando si ritrovava a dover affrontare occasioni sociali, come quella che l’aspettava quella sera, era sempre in difficoltà.
    Nonostante la spossatezza per le lunghe ore trascorse in giro alla ricerca di un abito adatto, era soddisfatta dell’acquisto fatto. Il suo corpo era ancora quello di un’adolescente, le forme poco pronunciate e i movimenti ancora goffi e impacciati non la aiutavano a sentirsi a proprio agio con se stessa; trovare un abito adatto si rivelava sempre più difficile del previsto.
    La sua giornata era iniziata molto presto, poco dopo l’alba si era svegliata e si era concessa una lunga passeggiata nel cuore verde del villaggio. Amava camminare, ma durante i dieci mesi che trascorreva al castello purtroppo si concedeva raramente quel passatempo, così durante l’estate cercava di recuperare. Dopo una piacevole colazione al Tre Manici di Scopa, in compagnia di qualche abitante del villaggio, per la seconda volta in due giorni, aveva chiesto l’aiuto del Nottetempo.
    Viaggiare con il bizzarro autobus a tre piani viola non era particolarmente piacevole, ma lei non avrebbe potuto fare altrimenti, essendo una strega ancora minorenne e per lo più sola non aveva molti modi per viaggiare. Certo, avrebbe potuto chiedere informazioni alla Professoressa Casterwill in merito alla possibilità di viaggiare con la Polvere Volante, ma non amava troppo quel mezzo di trasporto. Così aveva scelto di dirigersi verso la stazione di Hogsmeade e, poco distante da essa, ferma sul ciglio di un marciapiede aveva estratto la bacchetta.
    Le sarebbe piaciuto restare al villaggio, ma sapeva bene che Diagon Alley le avrebbe offerto più scelta e non si era sbagliata. Dopo un primo giro di perlustrazione deludente aveva deciso di buttarsi e provare ad entrare in un negozio che le ispirasse fiducia. Era stata fortunata, in quello che aveva scelto la commessa l’aveva presa in simpatia ed essendo una vera esperta di abiti le aveva dato dei consigli interessanti. Un’ora e mezza dopo aveva lasciato la bottega reggendo tra le mani il sacchetto in cui la donna aveva riposto due scatole, in una l’abito che aveva scelto era stato piegato con cura, nell’altra un paio di scarpe con il tacco aspettavano di essere indossate.
    Le occasioni per trascorrere un pomeriggio a Diagon Alley non erano molte, così prima di tornare al villaggio aveva deciso di concedersi prima un giro anche in altri negozi e infine l’immancabile sosta alla gelateria Fortebraccio.
    Mentre stesa nel letto fissava l’intreccio di travi a vista bianche che decorava il soffitto della stanza che le era stata assegnata, un sorriso soddisfatto si aprì sul suo volto. Quel pomeriggio non era stato spiacevole come aveva temuto e aveva portato a casa più degli acquisti materiali fatti: i consigli della commessa erano più preziosi di quanto potesse immaginare. Era arrivato il momento di smettere di indugiare in pensieri e ricordi, doveva prepararsi o sarebbe arrivata in ritardo.



    Lo specchio della toilette non era molto grande, ma sufficiente per permetterle di vedersi a figura intera. L’abito era davvero fatto per lei, il taglio dritto dello scollo e il corpino aderente tagliato in vita mettevano in risalto la sua figura minuta e snella; la gonna scampanata lunga fino al polpaccio creava del volume intorno alle gambe e adorava il dettaglio del tulle più lungo. Per la prima volta in vita sua si sentiva a proprio agio in un abito che non fosse la divisa scolastica, forse la commessa aveva ragione: il segreto era imparare a conoscere i propri punti di forza e risaltarli con il giusto abbigliamento.
    Dopo aver indossato la collana, un semplice cerchio di oro rosa, e aver sistemato i lunghi capelli castani, intrecciati, sulla spalla sinistra indossò l’ultimo accessorio. Chiunque avesse incrociato il suo cammino anche per poco aveva capito che c’era un oggetto da cui non si separava mai: l’orologio da polso. In un contenitore di legno teneva la sua collezione di orologi, la considerava il suo bene più prezioso, in essa erano contenuti dei pezzi davvero unici. Per l’occasione aveva scelta un modello semplice ma elegante in oro rosa, mentre lo allacciava al polso sinistro non potè far altro che augurarsi che la Professoressa Casterwill non fosse una delle persone che ritenevano quell’oggetto poco adatto a occasioni formali.*

    [CASTERWILL’S KITCHEN - ORE 19.00]

    *Quando quel pomeriggio aveva acquistato le scarpe con il tocco non era sicura della spesa fatta, non era abituata ad indossare tacchi, anche se non molto alti e aveva paura di stare scomoda. La commessa però aveva insistito molto, assicurandole che non si sarebbe nemmeno accorta di indossarle. Mentre osservava la facciata ricoperta in gran parte di edera del ristorante, si ritrovò sorprendentemente a pensare che anche in quel caso la donna aveva avuto ragione. La strada che separava la Casa della Gioventù dal ristorante non era molta, ma non aveva avuto difficoltà a percorrerla con i sandali, il cinturino stretto attorna alla caviglia aveva permesso al piede di non scivolare e la pelle si era rivelata stranamente confortevole.
    Prese un profondo respiro e si sforzò di allontanare la mano destra dalla tasca nascosta nell’ambito in cui aveva riposto la sua inseparabile bacchetta di cedro. Sapeva che una strega minorenne non poteva fare magie fuori dal castello, ma portarla con sé le dava sicurezza e lei ne aveva davvero bisogno.
    Pochi passi e stava già varcando la soglia del locale. Da cinque anni quello era l’unico ristorante di Hogsmeade e quella sera, per festeggiarne l’apertura, la proprietaria aveva organizzato un viaggio del mondo in cucina, o almeno era questa che promettevano i volantini.
    Era la prima volta che entrava nel ristorante, ma prima di addentrarsi ulteriormente si fermò ad ammirare affascinanta l’ambiente. L’unione di mattoni a vista e pavimento in legno di ciliegio conferivano all’ambiente un’atmosfera calorosa e accogliente, la scala a chiocciola a sinistra dell’ingresso, proprio accanto al bancone del bar, calamitava lo sguardo.
    Era arrivata puntuale, ma molte erano le persone che già affollavano l’ingresso, tra esse riconobbe fortunatamente qualche volto.*

    Buonasera Professoressa Casterwill, complimenti per locale, è la prima volta che vengo qui ed è stupendo.

    *Disse con un sorriso caloroso alla donna che, prima di diventare la sua insegnante, era stata la sua guida all’interno del castello. Con educazione rivolse un saluto anche alle altre due donne adulte presenti quella sera. Il Sindaco Hansen, la Preside Mills e la Professoressa Casterwill quella sera avrebbero senza dubbio calamitato tutti gli sguardi maschili e non solo. Sapeva bene che erano tre donne stupende, ma tutte insieme attiravano inesorabilmente l’attenzione. Non riuscì ad evitare di guardarle con ammirazione, non solo erano bellissime, ma erano anche tre donne con una carriera importante e si augurava, crescendo, di diventare come loro.
    Prima di avvicinarsi ai suoi coetanei, estrasse una bandierina da un contenitore, la scelta dei posti quella sera sarebbe stata affidata alla sorte. Non sapeva se essere felice o triste della cosa, senza dubbio era una trovata originale, ma non sapere con chi avrebbe cenato le provocava una certa agitazione.*

    Buonasera a tutti. È un piacere rivedervi.

    *Disse con un sorriso. Le gote erano colorate per l’imbarazzo e il leggero trucco che aveva indossato non poteva nasconderlo. Forse prima o poi avrebbe smesso di arrossire per niente, ma per il momento doveva solo impararire a convivere con quella caratteristica.*

    Clarissa, tutto bene? È da molto che non ti vedo.

    *Si era rivolta per prima alla coetanea Serpeverde, della quale non aveva molte notizie da ben prima che la scuola finisse. Le due non erano molto vicine e la quattordicenne sospettava dipendesse dal proprio stato di sangue, dopotutto a differenza dell’altra lei non proveniva da una famiglia Purosangue. Rispettava le idee di tutti, ma avrebbe continuato a comportarsi amichevolmente con l’altra.*

    @Beatrice_Smith, @Samantha_Finnigan, @Ifigenia_Quiteheart, @Varyare_King, @Engel_Rojas, @Harleen_Quinzel, @Jessamine_Carstairs, @Sybilla_Planaflorita, @Megan_Cooper, @Berenice_Fawley, @Aiden_Hill, @Alice_Without, @Lara_Grey, @Lilith_Montgomery, @Aurora_Dilaurentis, @Elizabeth_Evelyn, @Aelin_Fairblood, @Astrid_Daeneris, @Harley_Sundwall, @Clarissa_Greythorne, @Lucifer_Morningstar, @Nuria_Mordhane, @Kate_Robinson, @Jack_Parker, @Miriam_Campbell, @Emily_Walker, @Arianne_Godson, @Raffaella_Saxon, @Violet_Columbus, @Breydan_Mccurtis, @Roxanne_Plagesombre, @Miles_Halter, @Anna_Miller, @Arianna_Quirrel, @Miriam_Jones, @Aurora_Jeanwoolf, @Charlotte_Bortolin, @Ginevra_Sunflower, @Damian_Saps, @Sophie_Angel, @William_Rogers, @Alex_Strifer, @Jessica_Gray, @Marysol_Rainbow, @Fancy_Stevens, @Georgia_Thorn, @Luke_Deaggle, @Kelly_Luxur, @Alyssa_Jackson, @Robin_Peach, @Amelia_Smith, @Morgana_Morales, @Klara_Shorty, @Lucretia_Holland, @Rachel_Watson, @Aliark_Paddlemere, @Penny_Hotter, @Richard_Therone, @Meri_Dipi, @Licia_Jackson, @Jade_Mcmeids, @Sacha_Mullett, @Josephine_Elves, @Sara_Taverna, @Iain_Pische, @Kristel_Hardit, @Oznerol_Onis, @Georgina_Vivister, @Alice_Mcdougal, @Aini_Feanor, @Nancy_Brown, @Aurora_Donfort, @Tris_Hambton, @Vincent_Pilots, @Alice_Sweetman, @Astrid_Bennet, @Lyra_Thorne, @Donna_Specter, @Laurence_Fournier, @Leah_Smith, @Kate_Wood, @Jade_Urquhart, @Allison_Yale, @Heidi_Lovely, @Raven_Lovely, @Tsukiko_Hayashi, @Alex_Regers, @Victoria_Anderson, @Dragonya_Goldwand, @Emeliya_Jenkins, @Vera_Grace, @Sansa_Stark, @Phoebe_Wolfshard, @Kahina_Iaquinto, @Alyson_Chalamet, @Jeanjery_Vergne, @Colin_Densaugeo, @Jade_Hailen, @Margot_Donuter, @Dorcas_Moore, @Elynora_Hosterman, @Megan_Powell, @Sophie_Turner, @Melanie_Konstancijs, @Eleah_Holmes, @Elizabeth_Cooper, @John_Stark, @Elisa_Renierv, @Alec_White, @Ailea_Fuentes, @Antonio_Goldstain, @Down_Foster, @Alessia_Negriolli, @Marissa_White, @Sprotte_Smerald, @Gaia_Lazzari, @Lucrezia_Always, @Jack_Lane, @Chiara_Queen, @Mercy_Nevaeh, @Madeline_Williams, @Gulliver_Kwikspell, @Stellagiulia_Clarke, @Sara_Freak, @Kathrine_Winchester, @Samantha_Mitchell, @Opal_Saphirblue, @Fire_Demon, @Damian_Hammers, @Margherita_Uchiha, @Luisa_Welch, @Andrea_Braga, @Hope_White, @Eirwen_Quinn, @Raven_Lovely, @Freya_Hansen, @Emily_Banks, @Oznerol_Onis, @William_Rogers, @Sarah_Jonson, @Varyare_King, @Luke_Deaggle, @Jane_Casterwill, @Livia_Kira, @Scorpius_Malfoy, @Helen_Benlor, @Amelie_Turner, @Charlotte_Mills, @Clarissa_Greythorne, @Vera_Grace, @Robin_Peach, @Damian_Saps, @Kevin_Mitchell, @Ronald_Canard, @Dorcas_Moore, @Emily_Parks, @Esperanza_Fuentes, @Aurora_Donfort, @Robert_Dips, @Alice_Mcdougal, @Stefano_Draems, @Samantha_Finnigan, @Amelia_Smith, @Sansa_Stark, @Andrew_Longbood, @Mihos_Renny, @Berenice_Fawley, @Nathan_Aubrey, @Gaia_Lover, @Sprotte_Smerald, @Megan_Torres, @Marcus_Largh, @Kristal_Thratchet, @Zack_Plans, @Petra_Zubi, @Sarah_Darcy, @Cassandra_Gibbs, @Percy_Smith, @Julia_Lombardy, @Anna_Miller, @Martin_Lorenzons, @Gellert_Mcking, @Stella_Flores, @Susan_Sweetegg, @Dragonis_Witch, @Johnson_Culligan, @Alex_Duchamps, @Georgina_Vivister, @Beatrice_Smith, @Elisa_Renierv, @Eleah_Holmes, @Elizabeth_Durrell, @Dama_Grigia, @Alison_Watson, @David_McPole, @Aini_Feanor, @Grace_Padfoot, @Engel_Rojas, @Pix_Poltergeist, @Katherine_Smithers, @Mary_Lauren, @Matthias_Buxass, @Harley_Sundwall, @Laia_Brusaferri, @Sylvia_Turner, @Katherine_Kennedy, @Luca_Dami, @Lorence_Cocuncles, @Jake_Englishes, @Allison_Mayn, @Nancy_Brown, @Elena_Salvatore, @Megan_Cooper, @Diane_Raven, @Giulia_Malavasi, @Catherine_Balm, @Elynora_Hosterman, @Barone_Sanguinario, @Macthany_Atkinson, @Frate_Grasso, @Anthony_Smith, @Anna_Williams, @Camilla_Clamby,


  • Emily_Banks

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 5
    Galeoni: 72
        Emily_Banks
    Grifondoro
       
       

    [VILLA BANKS]


    *Le giornate presso quelle mura prestigiose trascorrevano monotone, e una bionda sedicenne, abitante della villa, motivo di invidia degli altri abitanti del piccolo paese londinese, sentiva talvolta l’esigenza di evadere. Per quanto avesse desiderato tornare nel silenzio delle mura domestiche, sapeva anche che non era il miglior luogo in cui trascorrere le vacanze estive. Le sue forme di evasione erano la musica, il Quidditch e le uscite occasionali con i ragazzi che vivevano in quel paese di periferia. Erano semplici babbani con cui era cresciuta, e l’unico collante della loro relazione, oltre ad alcuni interessi, era l’età: Emily celava loro le sue doti magiche, il motivo per cui il primo settembre faceva le valigie per Hogwarts, e tornava l’anno successivo. Le sole streghe di cui avevano sentito parlare, erano quelle delle favole babbane, disposte a tutto pur di impedire il tradizionale “vissero felici e contente” alle principesse. L’amicizia di Emily con questi ragazzi, non era infatti autentica, come quella che la legava a Freya, ma costruita su tante menzogne per nascondere loro, la sua natura. Per quanto effimere queste conoscenze potessero essere, le davano la consapevolezza di appartenere anche a quel mondo, in quanto sua madre, strega Nata-Babbana, non aveva dimenticato quelle origini nel crescere la figlia. Prima di essere una studentessa di Hogwarts, aveva ricevuto una formazione come tutti i bambini della sua età, fino al compimento dei 11 anni, dedicandosi poi a quella magica. Conosceva ogni particolare del mondo babbano, ed era fiera di questa sua doppia appartenenza, nonostante numerose famiglie Purosangue, disprezzassero gli uomini comuni, e le famiglie con una mentalità aperta e tollerante, come quella Banks. La bionda sedicenne, era fiera di essere una Mezzosangue, e non voleva sforzarsi di comprendere quali fossero le motivazioni per cui le famiglie di maghi e streghe si innalzavano come superiori, esclusivamente per la purezza del loro sangue. Ostentavano questo titolo pubblicamente, con immense ricchezze, feste, e banchetti, dove lo sfarzo e l’eccesso, erano i veri protagonisti, crescendo figli viziati e presuntuosi. La famiglia Banks, data la sua notorietà, più volte era stata invita a presenziare ad alcuni di questi lussuosi avvenimenti, ma aveva sempre declinato cordialmente l’invito, proprio per la differenza di pensiero, che separavano quei due mondi, così simili ma anche così diversi. Il rispetto, i Banks, l’avevano guadagnato per la loro integrità, e per i numerosi servizi che il padre di Emily, Paul Smith, e i suoi predecessori, avevano reso alla comunità magica, senza disprezzare nessuno, tantomeno le famiglie Purosangue, perchè per farlo, era necessario avere una certa considerazione nei loro confronti, lacuna presente nei Banks. Proprio perchè nella sua famiglia, mancava l’abitudine e il desiderio, di sfoggiare la loro ricchezza e notorietà, sporadicamente aveva partecipato ad eventi in cui era richiesta una certa eleganza, ad eccezione di qualche cena di lavoro in cui era stata trascinata per volere dei suoi genitori, e necessittava di un abito per un'occasione particolare. Quella sera, si sarebbe tenuta una festa presso il Casterwill’s Kitchen per celebrare il quinto anniversario della sua apertura, e non poteva di certo mancare, sapendo l’importanza dell’evento che aveva per la proprietaria, sua professoressa, ma anche grande amica. Accompagnata dalla madre, aveva quindi trascorso il pomeriggio in negozi per cercare il vestito giusto che rispettasse il dress code richiesto dall’organizzatrice: lungo, elegante, ma non meno importanti erano i tacchi e i gioielli da abbinare all’outfit. L’abito scelto, sembrava cucito appositamente per lei, valorizzando il suo corpo longilineo, e l’immagine che lo specchio le restituiva, le piaceva.



    *Era sempre stata ignara della sua bellezza, a differenza degli individui di sesso maschile, che più volte erano stati le vittime dello sguardo magnetico dei suoi occhi azzurri come il ghiaccio, del sorriso che le labbra carnose regalavano, e di quel viso da perfetta bambolina. Non si era mai definita attraente, o meglio era un particolare a cui dava poca importanza. Voleva essere apprezzata dagli altri, non per i suoi tratti fisici, ma per la sua personalità, difetti inclusi. Aveva letto, tra i libri di letteratura della nonna, di un gruppo di artisti, gli esteti, che lodavano il bello come l’ideale e l'unico valore da perseguire. Nella loro definizione di arte, essa doveva essere esclusivamente bella, senza alcun fine: il contenuto non aveva alcuna importanza. Emily, a differenza di costoro, guardava il contenuto, senza fermarsi alla copertina, e probabilmente la sua ingenuità riguardo al fascino che esercitava sugli altri, era dovuto proprio al tentativo di cercare la bellezza dentro gli altri. Il rischio di fermarsi in superficie, era di non trovare niente da leggere all’interno del libro, o come diceva un famoso detto babbano “tutto fumo e niente arrosto”. Perseguendo con questa linea di pensiero, oltre all’attenzione nel scegliere il vestito, aveva deciso di indossare dei semplici gioielli di famiglia e dei tacchi alti, come richiesto dal dress code, e un leggero trucco, per vivacizzare il suo incarnato, ancora chiaro. *

    [CASTERWILL’S KITCHEN]

    *Si era recata al luogo della festa, grazie alla materializzazione congiunta, poichè era ancora minorenne, per poterlo fare autonomamente. Sua madre, nonostante il desiderio di partecipare all’evento, ma per la gioia della figlia, avendo un turno all’Ospedale, non sarebbe riuscita a prendere parte della festa. Tuttavia, per congratularsi con la proprietaria, sapendo anche che era una grande amica della figlia, aveva deciso di comprarle un mazzo di fiori. *



    *Nonostante il tacco alto, camminava con una grazia ed eleganza che non sapeva di avere, arrivando fino al luogo della festa: alla sola vista del giardino del locale, vide la prova dell’impegno e della cura che Jane aveva impiegato per rendere quell’evento perfetto. Anche l’interno del ristorante era perfetto, inoltre non ci si poteva aspettare il contrario dalla sua cara amica, niente era lasciato al caso, ad eccezione del posto in cui si sarebbe seduta a tavola, ma una bandierina, l’avrebbe fatto per lei. *

    Ciao Jane, sono così felice di vederti, e complimenti per l'allestimento della sala, è meravigliosa, e tu sei uno schianto. Mia madre non è riuscita a venire per fortuna, ma ti ha preso questi fiori per celebrare i 5 anni del tuo ristorante.

    *Consegnò il bouquet colorato alla ragazza, e prendendo la bandierina che le offriva, continuando a sorridere, senza riuscire a nascondere la felicità nel riuscire finalmente a parlare con lei in veste di amica, e non come alunna. Guardandosi intorno, notò tra gli arrivati, alcuni visi conosciuti, uno in particolare, quello della sua migliore amica, Freya, semplicemente bellissima nel suo vestito. *

    Sindaco Hansen, è davvero un piacere vederla qui. Le faccio i miei complimenti è davvero incantevole, sono sicura che non è passata inosservata.

    *L’amica sapeva a chi si riferisse la bionda con l’ultima frase, ma per evitarle ulteriore imbarazzo, si prestò a salutare gli altri ospiti. Riconobbe la preside della scuola, Luke, un ragazzo che aveva conosciuto durante il suo tirocinio ai Tre Manici di Scopa, ma probabilmente con i suoi modi schivi e diffidenti, non doveva avergli dato una buona impressione. Sorrise nel vedere che c’era anche Eirwen, che era stata sua compagna di stanza, e nonostante avessero avuto poche occasioni per parlare, si era rivelata una ragazza davvero piacevole.*

    Buonasera professoressa, sta passando delle buone vacanze?
    Ciao Luke, come stai? Eirwen, sono felice di vederti!


    *Il resto dei presenti, non li conosceva, ma probabilmente ci sarebbe stata l’occasione durante la serata. *

    Buonasera a tutti, io sono Emily.

    *Sorrise agli altri invitati, indugiando con lo sguardo sull’ambiente circostante, curiosa di sapere come si sarebbe svolta dalla serata. *

    @Beatrice_Smith, @Samantha_Finnigan, @Ifigenia_Quiteheart, @Varyare_King, @Engel_Rojas, @Harleen_Quinzel, @Jessamine_Carstairs, @Sybilla_Planaflorita, @Megan_Cooper, @Berenice_Fawley, @Aiden_Hill, @Alice_Without, @Lara_Grey, @Lilith_Montgomery, @Aurora_Dilaurentis, @Elizabeth_Evelyn, @Aelin_Fairblood, @Astrid_Daeneris, @Harley_Sundwall, @Clarissa_Greythorne, @Lucifer_Morningstar, @Nuria_Mordhane, @Kate_Robinson, @Jack_Parker, @Miriam_Campbell, @Emily_Walker, @Arianne_Godson, @Raffaella_Saxon, @Violet_Columbus, @Breydan_Mccurtis, @Roxanne_Plagesombre, @Miles_Halter, @Anna_Miller, @Arianna_Quirrel, @Miriam_Jones, @Aurora_Jeanwoolf, @Charlotte_Bortolin, @Ginevra_Sunflower, @Damian_Saps, @Sophie_Angel, @William_Rogers, @Alex_Strifer, @Jessica_Gray, @Marysol_Rainbow, @Fancy_Stevens, @Georgia_Thorn, @Luke_Deaggle, @Kelly_Luxur, @Alyssa_Jackson, @Robin_Peach, @Amelia_Smith, @Morgana_Morales, @Klara_Shorty, @Lucretia_Holland, @Rachel_Watson, @Aliark_Paddlemere, @Penny_Hotter, @Richard_Therone, @Meri_Dipi, @Licia_Jackson, @Jade_Mcmeids, @Sacha_Mullett, @Josephine_Elves, @Sara_Taverna, @Iain_Pische, @Kristel_Hardit, @Oznerol_Onis, @Georgina_Vivister, @Alice_Mcdougal, @Aini_Feanor, @Nancy_Brown, @Aurora_Donfort, @Tris_Hambton, @Vincent_Pilots, @Alice_Sweetman, @Astrid_Bennet, @Lyra_Thorne, @Donna_Specter, @Laurence_Fournier, @Leah_Smith, @Kate_Wood, @Jade_Urquhart, @Allison_Yale, @Heidi_Lovely, @Raven_Lovely, @Tsukiko_Hayashi, @Alex_Regers, @Victoria_Anderson, @Dragonya_Goldwand, @Emeliya_Jenkins, @Vera_Grace, @Sansa_Stark, @Phoebe_Wolfshard, @Kahina_Iaquinto, @Alyson_Chalamet, @Jeanjery_Vergne, @Colin_Densaugeo, @Jade_Hailen, @Margot_Donuter, @Dorcas_Moore, @Elynora_Hosterman, @Megan_Powell, @Sophie_Turner, @Melanie_Konstancijs, @Eleah_Holmes, @Elizabeth_Cooper, @John_Stark, @Elisa_Renierv, @Alec_White, @Ailea_Fuentes, @Antonio_Goldstain, @Down_Foster, @Alessia_Negriolli, @Marissa_White, @Sprotte_Smerald, @Gaia_Lazzari, @Lucrezia_Always, @Jack_Lane, @Chiara_Queen, @Mercy_Nevaeh, @Madeline_Williams, @Gulliver_Kwikspell, @Stellagiulia_Clarke, @Sara_Freak, @Kathrine_Winchester, @Samantha_Mitchell, @Opal_Saphirblue, @Fire_Demon, @Damian_Hammers, @Margherita_Uchiha, @Luisa_Welch, @Andrea_Braga, @Hope_White, @Eirwen_Quinn, @Raven_Lovely, @Freya_Hansen, @Emily_Banks, @Oznerol_Onis, @William_Rogers, @Sarah_Jonson, @Varyare_King, @Luke_Deaggle, @Jane_Casterwill, @Livia_Kira, @Scorpius_Malfoy, @Helen_Benlor, @Amelie_Turner, @Charlotte_Mills, @Clarissa_Greythorne, @Vera_Grace, @Robin_Peach, @Damian_Saps, @Kevin_Mitchell, @Ronald_Canard, @Dorcas_Moore, @Emily_Parks, @Esperanza_Fuentes, @Aurora_Donfort, @Robert_Dips, @Alice_Mcdougal, @Stefano_Draems, @Samantha_Finnigan, @Amelia_Smith, @Sansa_Stark, @Andrew_Longbood, @Mihos_Renny, @Berenice_Fawley, @Nathan_Aubrey, @Gaia_Lover, @Sprotte_Smerald, @Megan_Torres, @Marcus_Largh, @Kristal_Thratchet, @Zack_Plans, @Petra_Zubi, @Sarah_Darcy, @Cassandra_Gibbs, @Percy_Smith, @Julia_Lombardy, @Anna_Miller, @Martin_Lorenzons, @Gellert_Mcking, @Stella_Flores, @Susan_Sweetegg, @Dragonis_Witch, @Johnson_Culligan, @Alex_Duchamps, @Georgina_Vivister, @Beatrice_Smith, @Elisa_Renierv, @Eleah_Holmes, @Elizabeth_Durrell, @Dama_Grigia, @Alison_Watson, @David_McPole, @Aini_Feanor, @Grace_Padfoot, @Engel_Rojas, @Pix_Poltergeist, @Katherine_Smithers, @Mary_Lauren, @Matthias_Buxass, @Harley_Sundwall, @Laia_Brusaferri, @Sylvia_Turner, @Katherine_Kennedy, @Luca_Dami, @Lorence_Cocuncles, @Jake_Englishes, @Allison_Mayn, @Nancy_Brown, @Elena_Salvatore, @Megan_Cooper, @Diane_Raven, @Giulia_Malavasi, @Catherine_Balm, @Elynora_Hosterman, @Barone_Sanguinario, @Macthany_Atkinson, @Frate_Grasso, @Anthony_Smith, @Anna_Williams, @Camilla_Clamby,


  • Varyare_King

    Serpeverde Membro del Consiglio di Hogsmeade Barista 3MDS

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 4
    Galeoni: 80
        Varyare_King
    Serpeverde Membro del Consiglio di Hogsmeade Barista 3MDS
       
       

    *Quella era una serata speciale per Varyare, e anche per altri maghi sia studenti che adulti. Infatti si sarebbe tenuta una festa alla Casterwill's Kitchen in onore dei cinque anni di apertura del locale. All'inizio non sapeva se sarebbe andata in quanto ci sarebbe stato un dress code e se voleva essere presente avrebbe dovuto indossare un abito elegante e lungo. Quello non era proprio il suo stile! Di solito non prestava molta attenzione al suo aspetto, controllava solo di essere presentabile e il resto era di secondo piano, però in una sera come quella non avrebbe potuto indossare jeans e maglietta e una volta deciso che sarebbe andata andò insieme a sua madre in alcuni negozi, magici e non, alla ricerca di un vestito adatto ma che rispecchiasse.il suo modo semplice di fare.
    Non poteva dire di aver trovato quello "giusto" per lei, ma era il migliore che aveva trovato e aveva dedicato un'intera giornata a questa (impossibile) ricerca. Mancava una mezz'ora all'inizio della festa e Varyare si stava preparando; aveva optato per un vestito non troppo "complicato" ma comunque abbastanza fresco visto che era estate e nonostante fosse sera il caldo si faceva sentire. *



    *La Serpina si guardò allo specchio e vide il suo stesso riflesso guardarla, ill vestito in tessuto leggero le arrivava fino alle caviglie come esplicitato dal volantino della festa, e ai piedi aveva un paio di scarpe dello stesso colore del vestito che tenevano un tacco basso. Una pecca si quelle scarpe era appunto l'eleganza, Varyare non aveva mai indossato scarpe con tacco e non ci sapeva camminare, o almeno non pensava visto che mai aveva provato. Le indossò e provò a camminare, non era facile doveva ammetterlo e fu grata di averle prese non troppo alte.
    Era curiosa di scoprire come la Professoressa Casterwill avesse organizzato il locale, l'ultima volta che c'era stata aveva mangiato veramente bene e anche l'arredamento era perfetto. Ciò che l'aveva stupita di più era stato il menù, non tanto per i piatti ma i nomi che la.peoprietaria gli aveva attribuito, che erano molto originali, e a lei questo piacque molto.
    La Serpina quella sera sarebbe stata accompagnata ad Hogsmeade da sua madre, era ancora troppo piccola per smateriallizzarsi e la Metropolvere non era la miglior soluzione in quel momento.
    La Corvonero, nonchè la madre della giovane Serpe, le fece i complimenti per come era vestita, ma sapeva che quelli erano finti.
    Con la madre si smaterializzò e si ritrovò nella Piazza di Gremlin Walk.*

    [HOGSMADE - CASTERWILL'S KITCHEN]
    *Sua mamma non sarebbe stata lì con lei ma l'aveebbe solamente accompagnata, e infatti una volta accertatasi che la figlia si fosse diretta in direzione del locale si smateriallizzò di nuovo a casa.
    Camminò fino al ristorante e nuovamente si trovò ad ammirare la facciata in parte coperta di edera che lasciava però trasparire il nome del locale.
    Faceva fatica a camminare velocemente con quelle scarpe ma dopo un po' se n'era abituata, e cercando di non dare a vedere la sua inesperienza in quel campo entrò all'interno del ristorante.
    All'ingresso la professoressa Casterwill accoglieva i clienti e non si stupì nel notare che già era arrivato qualcuno. Tra loro riconobbe immediatamente il suo amico Luke e Vera, rispettivamente della casata Grifondoro e Corvonero, e poco più in là anche Emily Banks Che aveva conosciuto mentre la Grifa era in carica come barista dei pub del Villaggio. Poi vi erano anche la preside Mills e la sindaca Hansen, e altri tre ragazzi che però non aveva ancora avuto modo di conoscere anche se li aveva visti diverse volte nei corridoi.
    Con un sorriso che non si poteva definire "vero" ma più che altro solo educato nei confronti degli altri salutò prima la proprietaria del locale per poi rivolgersi anche agli altri presenti.*

    Buonasera professoressa Casterwill, l'arredamento del locale è veramente impeccabile, e anche il suo abito e incantevole.

    *Pescò una delle bandierine che c'erano sul bancone, a quanto pare non sarebbero stati loro a decidere i posti. Era una bella idea ma con il carattere che aveva la Serpina non era proprio il massimo, faceva infatti un po' fatica a relazionarsi con gli altri e non sapeva come di sarebbe sentita se fosse capitata con qualcuno che non conosceva al tavolo.*


    @Beatrice_Smith, @Samantha_Finnigan, @Ifigenia_Quiteheart, @Varyare_King, @Engel_Rojas, @Harleen_Quinzel, @Jessamine_Carstairs, @Sybilla_Planaflorita, @Megan_Cooper, @Berenice_Fawley, @Aiden_Hill, @Alice_Without, @Lara_Grey, @Lilith_Montgomery, @Aurora_Dilaurentis, @Elizabeth_Evelyn, @Aelin_Fairblood, @Astrid_Daeneris, @Harley_Sundwall, @Clarissa_Greythorne, @Lucifer_Morningstar, @Nuria_Mordhane, @Kate_Robinson, @Jack_Parker, @Miriam_Campbell, @Emily_Walker, @Arianne_Godson, @Raffaella_Saxon, @Violet_Columbus, @Breydan_Mccurtis, @Roxanne_Plagesombre, @Miles_Halter, @Anna_Miller, @Arianna_Quirrel, @Miriam_Jones, @Aurora_Jeanwoolf, @Charlotte_Bortolin, @Ginevra_Sunflower, @Damian_Saps, @Sophie_Angel, @William_Rogers, @Alex_Strifer, @Jessica_Gray, @Marysol_Rainbow, @Fancy_Stevens, @Georgia_Thorn, @Luke_Deaggle, @Kelly_Luxur, @Alyssa_Jackson, @Robin_Peach, @Amelia_Smith, @Morgana_Morales, @Klara_Shorty, @Lucretia_Holland, @Rachel_Watson, @Aliark_Paddlemere, @Penny_Hotter, @Richard_Therone, @Meri_Dipi, @Licia_Jackson, @Jade_Mcmeids, @Sacha_Mullett, @Josephine_Elves, @Sara_Taverna, @Iain_Pische, @Kristel_Hardit, @Oznerol_Onis, @Georgina_Vivister, @Alice_Mcdougal, @Aini_Feanor, @Nancy_Brown, @Aurora_Donfort, @Tris_Hambton, @Vincent_Pilots, @Alice_Sweetman, @Astrid_Bennet, @Lyra_Thorne, @Donna_Specter, @Laurence_Fournier, @Leah_Smith, @Kate_Wood, @Jade_Urquhart, @Allison_Yale, @Heidi_Lovely, @Raven_Lovely, @Tsukiko_Hayashi, @Alex_Regers, @Victoria_Anderson, @Dragonya_Goldwand, @Emeliya_Jenkins, @Vera_Grace, @Sansa_Stark, @Phoebe_Wolfshard, @Kahina_Iaquinto, @Alyson_Chalamet, @Jeanjery_Vergne, @Colin_Densaugeo, @Jade_Hailen, @Margot_Donuter, @Dorcas_Moore, @Elynora_Hosterman, @Megan_Powell, @Sophie_Turner, @Melanie_Konstancijs, @Eleah_Holmes, @Elizabeth_Cooper, @John_Stark, @Elisa_Renierv, @Alec_White, @Ailea_Fuentes, @Antonio_Goldstain, @Down_Foster, @Alessia_Negriolli, @Marissa_White, @Sprotte_Smerald, @Gaia_Lazzari, @Lucrezia_Always, @Jack_Lane, @Chiara_Queen, @Mercy_Nevaeh, @Madeline_Williams, @Gulliver_Kwikspell, @Stellagiulia_Clarke, @Sara_Freak, @Kathrine_Winchester, @Samantha_Mitchell, @Opal_Saphirblue, @Fire_Demon, @Damian_Hammers, @Margherita_Uchiha, @Luisa_Welch, @Andrea_Braga, @Hope_White, @Eirwen_Quinn, @Raven_Lovely, @Freya_Hansen, @Emily_Banks, @Oznerol_Onis, @William_Rogers, @Sarah_Jonson, @Varyare_King, @Luke_Deaggle, @Jane_Casterwill, @Livia_Kira, @Scorpius_Malfoy, @Helen_Benlor, @Amelie_Turner, @Charlotte_Mills, @Clarissa_Greythorne, @Vera_Grace, @Robin_Peach, @Damian_Saps, @Kevin_Mitchell, @Ronald_Canard, @Dorcas_Moore, @Emily_Parks, @Esperanza_Fuentes, @Aurora_Donfort, @Robert_Dips, @Alice_Mcdougal, @Stefano_Draems, @Samantha_Finnigan, @Amelia_Smith, @Sansa_Stark, @Andrew_Longbood, @Mihos_Renny, @Berenice_Fawley, @Nathan_Aubrey, @Gaia_Lover, @Sprotte_Smerald, @Megan_Torres, @Marcus_Largh, @Kristal_Thratchet, @Zack_Plans, @Petra_Zubi, @Sarah_Darcy, @Cassandra_Gibbs, @Percy_Smith, @Julia_Lombardy, @Anna_Miller, @Martin_Lorenzons, @Gellert_Mcking, @Stella_Flores, @Susan_Sweetegg, @Dragonis_Witch, @Johnson_Culligan, @Alex_Duchamps, @Georgina_Vivister, @Beatrice_Smith, @Elisa_Renierv, @Eleah_Holmes, @Elizabeth_Durrell, @Dama_Grigia, @Alison_Watson, @David_McPole, @Aini_Feanor, @Grace_Padfoot, @Engel_Rojas, @Pix_Poltergeist, @Katherine_Smithers, @Mary_Lauren, @Matthias_Buxass, @Harley_Sundwall, @Laia_Brusaferri, @Sylvia_Turner, @Katherine_Kennedy, @Luca_Dami, @Lorence_Cocuncles, @Jake_Englishes, @Allison_Mayn, @Nancy_Brown, @Elena_Salvatore, @Megan_Cooper, @Diane_Raven, @Giulia_Malavasi, @Catherine_Balm, @Elynora_Hosterman, @Barone_Sanguinario, @Macthany_Atkinson, @Frate_Grasso, @Anthony_Smith, @Anna_Williams, @Camilla_Clamby,




    Ultima modifica di Varyare_King Domenica, modificato 1 volta in totale


  • Varyare_King

    Serpeverde Membro del Consiglio di Hogsmeade Barista 3MDS

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 4
    Galeoni: 80
        Varyare_King
    Serpeverde Membro del Consiglio di Hogsmeade Barista 3MDS
       
       

    *Quella era una serata speciale per Varyare, e anche per altri maghi sia studenti che adulti. Infatti si sarebbe tenuta una festa alla Casterwill's Kitchen in onore dei cinque anni di apertura del locale. All'inizio non sapeva se sarebbe andata in quanto ci sarebbe stato un dress code e se voleva essere presente avrebbe dovuto indossare un abito elegante e lungo. Quello non era proprio il suo stile! Di solito non prestava molta attenzione al suo aspetto, controllava solo di essere presentabile e il resto era di secondo piano, però in una sera come quella non avrebbe potuto indossare jeans e maglietta e una volta deciso che sarebbe andata andò insieme a sua madre in alcuni negozi, magici e non, alla ricerca di un vestito adatto ma che rispecchiasse.il suo modo semplice di fare.
    Non poteva dire di aver trovato quello "giusto" per lei, ma era il migliore che aveva trovato e aveva dedicato un'intera giornata a questa (impossibile) ricerca. Mancava una mezz'ora all'inizio della festa e Varyare si stava preparando; aveva optato per un vestito non troppo "complicato" ma comunque abbastanza fresco visto che era estate e nonostante fosse sera il caldo si faceva sentire. *



    *La Serpina si guardò allo specchio e vide il suo stesso riflesso guardarla, ill vestito in tessuto leggero le arrivava un po' sotto le ginocchia come esplicitato dal volantino della festa, e ai piedi aveva un paio di scarpe dello stesso colore del vestito che tenevano un tacco basso. Una pecca si quelle scarpe era appunto l'eleganza, Varyare non aveva mai indossato scarpe con tacco e non ci sapeva camminare, o almeno non pensava visto che mai aveva provato. Le indossò e provò a camminare, non era facile doveva ammetterlo e fu grata di averle prese non troppo alte.
    Era curiosa di scoprire come la Professoressa Casterwill avesse organizzato il locale, l'ultima volta che c'era stata aveva mangiato veramente bene e anche l'arredamento era perfetto. Ciò che l'aveva stupita di più era stato il menù, non tanto per i piatti ma i nomi che la.peoprietaria gli aveva attribuito, che erano molto originali, e a lei questo piacque molto.
    La Serpina quella sera sarebbe stata accompagnata ad Hogsmeade da sua madre, era ancora troppo piccola per smateriallizzarsi e la Metropolvere non era la miglior soluzione in quel momento.
    La Corvonero, nonchè la madre della giovane Serpe, le fece i complimenti per come era vestita, ma sapeva che quelli erano finti.
    Con la madre si smaterializzò e si ritrovò nella Piazza di Gremlin Walk.*

    [HOGSMADE - CASTERWILL'S KITCHEN]
    *Sua mamma non sarebbe stata lì con lei ma l'aveebbe solamente accompagnata, e infatti una volta accertatasi che la figlia si fosse diretta in direzione del locale si smateriallizzò di nuovo a casa.
    Camminò fino al ristorante e nuovamente si trovò ad ammirare la facciata in parte coperta di edera che lasciava però trasparire il nome del locale.
    Faceva fatica a camminare velocemente con quelle scarpe ma dopo un po' se n'era abituata, e cercando di non dare a vedere la sua inesperienza in quel campo entrò all'interno del ristorante.
    All'ingresso la professoressa Casterwill accoglieva i clienti e non si stupì nel notare che già era arrivato qualcuno. Tra loro riconobbe immediatamente il suo amico Luke e Vera, rispettivamente della casata Grifondoro e Corvonero, e poco più in là anche Emily Banks Che aveva conosciuto mentre la Grifa era in carica come barista dei pub del Villaggio. Poi vi erano anche la preside Mills e la sindaca Hansen, e altri tre ragazzi che però non aveva ancora avuto modo di conoscere anche se li aveva visti diverse volte nei corridoi.
    Con un sorriso che non si poteva definire "vero" ma più che altro solo educato nei confronti degli altri salutò prima la proprietaria del locale per poi rivolgersi anche agli altri presenti.*

    Buonasera professoressa Casterwill, l'arredamento del locale è veramente impeccabile, e anche il suo abito e incantevole.

    *Pescò una delle bandierine che c'erano sul bancone, a quanto pare non sarebbero stati loro a decidere i posti. Era una bella idea ma con il carattere che aveva la Serpina non era proprio il massimo, faceva infatti un po' fatica a relazionarsi con gli altri e non sapeva come di sarebbe sentita se fosse capitata con qualcuno che non conosceva al tavolo.*



    Ultima modifica di Varyare_King Sabato, modificato 1 volta in totale


  • Luke_Deaggle

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 1
    Galeoni: 185
        Luke_Deaggle
    Grifondoro
       
       

    *Luke si mise di lato e attese in piedi l'arrivo di qualcuno che conoscesse per scambiare due chiacchiere, si sentiva enormemente a disagio in quel posto con tutte persone grandi e senza conoscere nessuno anche se avrebbe desiderato fare nuove conoscenze, in ogni caso la sua amica Varyare gli aveva promesso che sarebbe venuta quindi almeno una persona con cui parlare ci sarebbe stata, per cui continuò a guardarsi intorno un po' spaesato; fortunatamente non ci volle molto che comparve sulla porta del ristorante un viso amico, quello di Vera Grace, studentessa corvonero conosciuta giusto qualche giorno prima in un viale di Hogsmeade non molto lontano da dove si trovavano ora; quello che più lo colpì della ragazza, oltre ovviamente al vestito incredibilmente elegante era l'acconciatura davvero bella e raffinata, che facevano risaltare ancor più i bei occhi della corvonero che avevano colpito Luke dalla prima volta che l'aveva vista. La ragazza salutò quindi i presenti dicendo qualcosa che lasciò Luke completamente di stucco.*

    Buonasera professoressa, complimenti per l'organizzazione e l'idea, è tutto fantastico! E auguri per i cinque anni di apertura per questo locale meraviglioso!
    Buonasera Clarissa! Ciao Luke, anche tu qua?


    *Luke sorrise alla ragazza appena arrivato e togliendosi il cappello ricambiò il saluto*

    Ciao Vera, ben arrivata, certo ci sono anch'io! Ci incontriamo spesso a quanto pare!

    *disse alla ragazza, poi facendole un cenno di avvicinarsi perché sentisse quello che le diceva parlando anche più sottovoce le disse*

    ma ascolta, hai detto professoressa? Quella che ha il sacchetto con le bandiere è una professoressa? Intendi proprio una professoressa di Hogwarts?

    *chiese curioso, Luke infatti non aveva ancora conosciuto i professori della scuola, conosceva solo la preside Mills, la cui fama era molto nota nel mondo magico e che aveva incontrato all'asta di beneficenza alla bottega dei rettilofoni, ma proprio non si immaginava che quella ragazza abbastanza giovane potesse essere una professoressa. Nemmeno il tempo di sentire la risposta della ragazza che un'altra elegantissima signorina fece ingresso nel locale.

    Si trattava ora di una ragazza che a spanne aveva circa l'età di quella che dalle parole di Vera era una professoressa, era l'unica ragazza che non portava un abito lungo ma un raffinato pantalone; di sicuro si trattava di una ragazza molto decisa e sicura di sé immaginò Luke osservando il portamento della ragazza, elegante ma con una punta di fierezza; Luke non seppe dire come mai ma il suo comportamento sembrava tradire anche una particolare emozione molto forte, quell'emozione che si ha quando si teme di deludere le aspettative di qualcuno e si cerca di fare bella figura, e si è di conseguenza talmente presi da non accorgersi di nient'altro. Fu dalle parole di quella signorina che Luke imparò il nome della professoressa*

    Buonasera professoressa Casterwill. Complimenti per l'allestimento della sala, impeccabile come al solito anche se, devo essere sincera, la mia totale attenzione è stata catturata da qualcos'altro.

    *disse infatti la signora appena arrivata che passò poco dopo a salutare anche i ragazzi.*

    Buonasera Clarissa come stai? E' un piacere vederti. Ciao anche a te ragazzino, sono Freya Hansen, sindaco di Hogsmeade. Io e te ci siamo già conosciute vero? Mi sembra di si...Deve essere un vero piacere per voi essere alla festa della vostra insegnante di Difesa contro le Arti Oscure vero? Per me lo è anche se non sono una sua studentessa.

    *Luke le sorrise un po' imbarazzato, si trovava a parlare direttamente con una delle persone più importanti del paese, con il sindaco di Hogsmeade in persona*

    Sono onorato di fare la vostra conoscenza, signor sindaco, molto piacere mi chiamo Luke Deaggle, dei Deaggle di Edinburgo signora! Molto piacere davvero!

    *disse Luke porgendo la mano al sindaco Hansen e sorridendole dolcemente*

    Certo che è un piacere essere qui, spero trascorra un ottima serata!

    *Sarebbe stato maleducato aggiungere qualunque altro commento ma Luke ebbe come l'impressione di aver colto vagamente il riferimento del sindaco, dopo le sue ultime parole, quindi si limitò a sorridere con complicità al sindaco.

    Dopo un ragazzo, anche quello di qualche anno più grande di Luke fu la preside stessa ad entrare, quella sera aveva un vestito con pantalone con un'ampia scollatura, squadrò i ragazzi presenti come se non si aspettasse di vederne così tanti in quell'occasione visto che fece una battuta alla professoressa Carterwill.*

    Spero che tu abbia tenuto la scorta di alcolici da qualche parte al sicuro.

    * Luke si limitò solo a sorriderle e a farle un cenno del capo non si sarebbe mai azzardato a parlare per primo alla preside. Altre due ragazze comparvero poi, una bruna e una bionda, la bruna non la conosceva mentre la bionda l'aveva conosciuta ai 3 manici di scopa*

    Buonasera ragazze, ciao mi chiamo Luke, Luke Deaggle!

    *disse Luke sorridente presentandosi alla prima, subito dopo anche l'altra passò a salutare*

    Ciao Emily, io sto bene grazie, spero stia bene anche tu!

    *poi la osservò, era strano vederla così elegante dopo averla vista in condizioni pessime ai 3 manici, già all'epoca nonostante i segni della stanchezza per il duro lavoro si vedeva che si trattava comunque di una bellissima ragazza ma l'abito di quella sera la faceva risaltare ancora di più*

    volevo dirti che stai molto bene così sai, molto meglio che con la divisa dei Tre Manici!

    *disse infine scherzando, era una ragazza molto introversa con cui l'ultima volta non si erano lasciati benissimo, ma chissà magari ci sarebbe stata occasione di iniziare a conoscersi un po' in futuro.



    Il successivo ingresso fu quello della sua amica Varyare, che come promessogli era arrivata, come gli altri pescò anche lei la sua bandierina, Luke le corse incontro sorridendogli*

    Ehi ciao finalmente, credevo non arrivassi più! Complimenti comunque, stai davvero molto bene così sai! Questo vestito ti dona davvero

    *Luke però che conosceva Varyare da un po' di tempo non mancò di notare qualcosa che la turbava*

    Che c'è? Qualcosa non va? Sembra ci sia qualcosa che non ti convince...

    *disse infine attendendo di vedere cosa sarebbe successo di lì a poco.*







    @Eirwen_Quinn, @Robin_Peach, @Raven_Lovely, @William_Rogers, @Varyare_King, @Ronald_Canard, @Emily_Banks, @Stefano_Draems, @Vera_Grace, @Helen_Benlor, @Clarissa_Greythorne, @Samantha_Finnigan, @Damian_Saps, @Alice_Mcdougal, @Amelia_Smith, @Sansa_Stark, @Sarah_Jonson, @Esperanza_Fuentes, @Luke_Deaggle, @Charlotte_Mills, @Dorcas_Moore, @Andrew_Longbood, @Mihos_Renny, @Berenice_Fawley, @Nathan_Aubrey, @Gaia_Lover, @Sprotte_Smerald, @Freya_Hansen, @Megan_Torres, @Marcus_Largh, @Kristal_Thratchet, @Kevin_Mitchell, @Zack_Plans, @Petra_Zubi, @Sarah_Darcy, @Cassandra_Gibbs, @Percy_Smith, @Julia_Lombardy, @Anna_Miller, @Martin_Lorenzons, @Gellert_Mcking, @Robert_Dips, @Stella_Flores, @Susan_Sweetegg, @Dragonis_Witch, @Johnson_Culligan, @Alex_Duchamps, @Georgina_Vivister, @Beatrice_Smith, @Elisa_Renierv, @Eleah_Holmes, @Elizabeth_Durrell, @Dama_Grigia, @Aurora_Donfort, @Alison_Watson, @David_McPole, @Oznerol_Onis, @Aini_Feanor, @Grace_Padfoot, @Engel_Rojas, @Pix_Poltergeist, @Katherine_Smithers, @Mary_Lauren, @Matthias_Buxass, @Harley_Sundwall, @Laia_Brusaferri, @Livia_Kira, @Sylvia_Turner, @Katherine_Kennedy, @Luca_Dami, @Lorence_Cocuncles, @Jake_Englishes, @Allison_Mayn, @Nancy_Brown, @Elena_Salvatore, @Megan_Cooper, @Diane_Raven, @Giulia_Malavasi, @Catherine_Balm, @Elynora_Hosterman, @Barone_Sanguinario, @Macthany_Atkinson, @Frate_Grasso, @Anthony_Smith, @Anna_Williams, @Camilla_Clamby, @Beatrice_Smith, @Samantha_Finnigan, @Ifigenia_Quiteheart, @Varyare_King, @Engel_Rojas, @Harleen_Quinzel, @Jessamine_Carstairs, @Sybilla_Planaflorita, @Megan_Cooper, @Berenice_Fawley, @Aiden_Hill, @Alice_Without, @Lara_Grey, @Lilith_Montgomery, @Aurora_Dilaurentis, @Elizabeth_Evelyn, @Aelin_Fairblood, @Astrid_Daeneris, @Harley_Sundwall, @Clarissa_Greythorne, @Lucifer_Morningstar, @Nuria_Mordhane, @Kate_Robinson, @Jack_Parker, @Miriam_Campbell, @Emily_Walker, @Arianne_Godson, @Raffaella_Saxon, @Violet_Columbus, @Breydan_Mccurtis, @Roxanne_Plagesombre, @Miles_Halter, @Terry_Mangala, @Luke_Farach, @Alyce_Gray, @Alexis_Arden, @Emma_Herondale, @Seldszar_Duskryn, @Noemi_Lack, @Andres_Munoz, @Rhys_Silverkin, @Marshall_Gallagher, @Alice_Latorre, @Leila_Clarke, @Anna_Miller, @Arianna_Quirrel, @Miriam_Jones, @Aurora_Jeanwoolf, @Charlotte_Bortolin, @Ginevra_Sunflower, @Damian_Saps, @Sophie_Angel, @William_Rogers, @Alex_Strifer, @Jessica_Gray, @Marysol_Rainbow, @Fancy_Stevens, @Georgia_Thorn, @Luke_Deaggle, @Kelly_Luxur, @Alyssa_Jackson, @Robin_Peach, @Amelia_Smith, @Morgana_Morales, @Klara_Shorty, @Lucretia_Holland, @Rachel_Watson, @Aliark_Paddlemere, @Penny_Hotter, @Richard_Therone, @Meri_Dipi, @Licia_Jackson, @Jade_Mcmeids, @Sacha_Mullett, @Josephine_Elves, @Sara_Taverna, @Iain_Pische, @Kristel_Hardit, @Lucy_Luvilus, @Elena_Anderson, @Lissa_Hayward, @Alberico_Percoco, @Isotta_Ferrari, @Margareth_Davies, @Fely_Crisalli, @Eirwen_Quinn, @Natuk_Denatura, @Jennyfer_Hastings, @Alessandra_Puntel, @Oznerol_Onis, @Georgina_Vivister, @Alice_Mcdougal, @Aini_Feanor, @Nancy_Brown, @Aurora_Donfort, @Tris_Hambton, @Vincent_Pilots, @Alice_Sweetman, @Astrid_Bennet, @Lyra_Thorne, @Donna_Specter, @Laurence_Fournier, @Leah_Smith, @Kate_Wood, @Jade_Urquhart, @Allison_Yale, @Heidi_Lovely, @Raven_Lovely, @Tsukiko_Hayashi, @Alex_Regers, @Victoria_Anderson, @Dragonya_Goldwand, @Emeliya_Jenkins, @Vera_Grace, @Sansa_Stark, @Phoebe_Wolfshard, @Kahina_Iaquinto, @Alyson_Chalamet, @Jeanjery_Vergne, @Colin_Densaugeo, @Jade_Hailen, @Margot_Donuter, @Dorcas_Moore, @Haytham_Price, @Serendipity_Pollux, @Oscar_Thrill, @Kara_Wolf, @Manuel_Maiuolo, @Simax_Albi, @Andrea_Lewis, @Sarah_Jonson, @Aurora_Quinzel, @Salvo_Rusmor, @Emma_Williams, @Futura_Heron, @Elynora_Hosterman, @Megan_Powell, @Sophie_Turner, @Melanie_Konstancijs, @Eleah_Holmes, @Elizabeth_Cooper, @John_Stark, @Elisa_Renierv, @Alec_White, @Ailea_Fuentes, @Antonio_Goldstain, @Down_Foster, @Alessia_Negriolli, @Marissa_White, @Sprotte_Smerald, @Gaia_Lazzari, @Lucrezia_Always, @Jack_Lane, @Chiara_Queen, @Mercy_Nevaeh, @Madeline_Williams, @Gulliver_Kwikspell, @Stellagiulia_Clarke, @Sara_Freak, @Kathrine_Winchester, @Samantha_Mitchell, @Opal_Saphirblue, @Fire_Demon, @Damian_Hammers, @Margherita_Uchiha, @Luisa_Welch, @Andrea_Braga, @Hope_White, @Esperanza_Fuentes, @Annalisa_Ziliani, @Debby_Seghezzi, @Valentina_Zanelli, @Amanda_Gomes, @Hattori_Uchiha, @Emily_Parks, @Emanuele_Santella, @Stefania_Newt, @Anais_Williams, @Giin_Meow,


  • Damian_Saps

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 4
    Galeoni: 254
        Damian_Saps
    Grifondoro
       
       

    [HOGSMEADE - CASA DELLA GIOVENTÙ]

    *Era un venerdì molto importante quello, colmo di cose da fare e sicuramente non noioso. Infatti quel giorno oltre al compleanno dell'amico Luke ci sarebbe stata il quinto anniversario del Casterwill's Kitchen; il ristorante in cui aveva invitato a cena Varyare. Per l'occasione la proprietaria, nonché professoressa, aveva imposto un dress code. Damian all'inizio era molto insicuro se andare o no, ma dopo un veloce scambio di lettere con i genitori si convinse che non sarebbe stato male farci in salto. Adesso il vero problema era il vestito. Di vestiti eleganti ne aveva, ma non sapeva quale scegliere. Così decise di andare in giro per qualche negozio per prendere qualche spunto, portandosi dietro i suoi due animali, Pina e Zefiro.
    Mancava ormai solo meno di un'oretta all'inizio dell'evento e Damian si trovava nella stanza concessagli della Casa della Gioventù, mentre stava guardando i due copleti su cui era ancora indeciso.
    Gli piacevano entrambi, ma doveva sceglierne uno che non attirava troppo l'attenzione.



    Anche se, a detta dei suoi genitori, il blu gli donava come colore, optò per il vestito nero con il corpetto e cravatta del colore principale della sua casata, di cui ne andava fiero.
    Quando infine mancarono un paio minuti, uscì e si diresse al locale, poco lontano da dove si trovava.

    [HOGSMEADE - CASTERWILL'S KITCHEN]

    *Si stava dirigendo verso il locale quando Damian vide delle persone vestite eleganti al di fuori di esso intente a parlare. Probabilmente erano venuti anche loro all'anniversario del ristorante, e il fatto che erano fuori a parlare tra di loro gli fece intuire che per fortuna non era ancora iniziato l'evento.
    Si fece strada tra i maghi e le maghe che perlopiù erano adulti ed entrò nel locale. Come l'ultima volta che era venuto, si fermò ad ammirare la nuova disposizione dei tavoli, al cui centro era posta una bandiera di uno stato. Era molto strano, ma non avendo letto attentamente il volantino non ci fece caso. Dietro il bancone era presente la professoressa, con un abito che sicuramente non l'avrebbe lasciata passare inosservata.*

    Buonasera professoressa Casterwill, le faccio i miei sinceri complimenti per il locale, che come ho potuto notare è sempre perfetto.

    *Disse sorridendo e pescando una bandierina colorata dal sacchetto che era presente sul bancone.
    Dopo aver salutato la professoressa, notò che all'interno del ristorante era già entranta molta gente, tra cui riconobbe la preside Mills, il suo amico Luke, la sua ragazza Varyare, e le sue concasata che aveva conosciuto molto tempo prima Emily Banks ed Eirwen Quinn, che fu la prima person a che conobbe Damian la prima volta che salì sul Hogwarts Express.*

    Buonasera signora Preside, è un piacere rivederla.

    *Disse salutando la preside della più famosa scuola di magia al mondo con modi formali, per poi raggiungere i suoi amici.*

    Buonasera a tutti!

    *Disse rivolto ai presenti.*

    Buonasera Varyare, tutto bene?

    *Gli chiese. Era sempre bello incontrarla, e lei era sempre bella qualunque cosa indossasse.*


    @Eirwen_Quinn, @Robin_Peach, @Raven_Lovely, @William_Rogers, @Varyare_King, @Ronald_Canard, @Emily_Banks, @Stefano_Draems, @Vera_Grace, @Helen_Benlor, @Clarissa_Greythorne, @Samantha_Finnigan, @Jane_Casterwill, @Alice_Mcdougal, @Amelia_Smith, @Sansa_Stark, @Sarah_Jonson, @Esperanza_Fuentes, @Luke_Deaggle, @Charlotte_Mills, @Dorcas_Moore, @Andrew_Longbood, @Mihos_Renny, @Berenice_Fawley, @Nathan_Aubrey, @Gaia_Lover, @Sprotte_Smerald, @Freya_Hansen, @Megan_Torres, @Marcus_Largh, @Kristal_Thratchet, @Kevin_Mitchell, @Zack_Plans, @Petra_Zubi, @Sarah_Darcy, @Cassandra_Gibbs, @Percy_Smith, @Julia_Lombardy, @Anna_Miller, @Martin_Lorenzons, @Gellert_Mcking, @Robert_Dips, @Stella_Flores, @Susan_Sweetegg, @Dragonis_Witch, @Johnson_Culligan, @Alex_Duchamps, @Georgina_Vivister, @Beatrice_Smith, @Elisa_Renierv, @Eleah_Holmes, @Elizabeth_Durrell, @Dama_Grigia, @Aurora_Donfort, @Alison_Watson, @David_McPole, @Oznerol_Onis, @Aini_Feanor, @Grace_Padfoot, @Engel_Rojas, @Pix_Poltergeist, @Katherine_Smithers, @Mary_Lauren, @Matthias_Buxass, @Harley_Sundwall, @Laia_Brusaferri, @Livia_Kira, @Sylvia_Turner, @Katherine_Kennedy, @Luca_Dami, @Lorence_Cocuncles, @Jake_Englishes, @Allison_Mayn, @Nancy_Brown, @Elena_Salvatore, @Megan_Cooper, @Diane_Raven, @Giulia_Malavasi, @Catherine_Balm, @Elynora_Hosterman, @Barone_Sanguinario, @Macthany_Atkinson, @Frate_Grasso, @Anthony_Smith, @Anna_Williams, @Camilla_Clamby, @Beatrice_Smith, @Samantha_Finnigan, @Ifigenia_Quiteheart, @Varyare_King, @Engel_Rojas, @Harleen_Quinzel, @Jessamine_Carstairs, @Sybilla_Planaflorita, @Megan_Cooper, @Berenice_Fawley, @Aiden_Hill, @Alice_Without, @Lara_Grey, @Lilith_Montgomery, @Aurora_Dilaurentis, @Elizabeth_Evelyn, @Aelin_Fairblood, @Astrid_Daeneris, @Harley_Sundwall, @Clarissa_Greythorne, @Lucifer_Morningstar, @Nuria_Mordhane, @Kate_Robinson, @Jack_Parker, @Miriam_Campbell, @Emily_Walker, @Arianne_Godson, @Raffaella_Saxon, @Violet_Columbus, @Breydan_Mccurtis, @Roxanne_Plagesombre, @Miles_Halter, @Terry_Mangala, @Luke_Farach, @Alyce_Gray, @Alexis_Arden, @Emma_Herondale, @Seldszar_Duskryn, @Noemi_Lack, @Andres_Munoz, @Rhys_Silverkin, @Marshall_Gallagher, @Alice_Latorre, @Leila_Clarke, @Anna_Miller, @Arianna_Quirrel, @Miriam_Jones, @Aurora_Jeanwoolf, @Charlotte_Bortolin, @Ginevra_Sunflower, @Damian_Saps, @Sophie_Angel, @William_Rogers, @Alex_Strifer, @Jessica_Gray, @Marysol_Rainbow, @Fancy_Stevens, @Georgia_Thorn, @Luke_Deaggle, @Kelly_Luxur, @Alyssa_Jackson, @Robin_Peach, @Amelia_Smith, @Morgana_Morales, @Klara_Shorty, @Lucretia_Holland, @Rachel_Watson, @Aliark_Paddlemere, @Penny_Hotter, @Richard_Therone, @Meri_Dipi, @Licia_Jackson, @Jade_Mcmeids, @Sacha_Mullett, @Josephine_Elves, @Sara_Taverna, @Iain_Pische, @Kristel_Hardit, @Lucy_Luvilus, @Elena_Anderson, @Lissa_Hayward, @Alberico_Percoco, @Isotta_Ferrari, @Margareth_Davies, @Fely_Crisalli, @Eirwen_Quinn, @Natuk_Denatura, @Jennyfer_Hastings, @Alessandra_Puntel, @Oznerol_Onis, @Georgina_Vivister, @Alice_Mcdougal, @Aini_Feanor, @Nancy_Brown, @Aurora_Donfort, @Tris_Hambton, @Vincent_Pilots, @Alice_Sweetman, @Astrid_Bennet, @Lyra_Thorne, @Donna_Specter, @Laurence_Fournier, @Leah_Smith, @Kate_Wood, @Jade_Urquhart, @Allison_Yale, @Heidi_Lovely, @Raven_Lovely, @Tsukiko_Hayashi, @Alex_Regers, @Victoria_Anderson, @Dragonya_Goldwand, @Emeliya_Jenkins, @Vera_Grace, @Sansa_Stark, @Phoebe_Wolfshard, @Kahina_Iaquinto, @Alyson_Chalamet, @Jeanjery_Vergne, @Colin_Densaugeo, @Jade_Hailen, @Margot_Donuter, @Dorcas_Moore, @Haytham_Price, @Serendipity_Pollux, @Oscar_Thrill, @Kara_Wolf, @Manuel_Maiuolo, @Simax_Albi, @Andrea_Lewis, @Sarah_Jonson, @Aurora_Quinzel, @Salvo_Rusmor, @Emma_Williams, @Futura_Heron, @Elynora_Hosterman, @Megan_Powell, @Sophie_Turner, @Melanie_Konstancijs, @Eleah_Holmes, @Elizabeth_Cooper, @John_Stark, @Elisa_Renierv, @Alec_White, @Ailea_Fuentes, @Antonio_Goldstain, @Down_Foster, @Alessia_Negriolli, @Marissa_White, @Sprotte_Smerald, @Gaia_Lazzari, @Lucrezia_Always, @Jack_Lane, @Chiara_Queen, @Mercy_Nevaeh, @Madeline_Williams, @Gulliver_Kwikspell, @Stellagiulia_Clarke, @Sara_Freak, @Kathrine_Winchester, @Samantha_Mitchell, @Opal_Saphirblue, @Fire_Demon, @Damian_Hammers, @Margherita_Uchiha, @Luisa_Welch, @Andrea_Braga, @Hope_White, @Esperanza_Fuentes, @Annalisa_Ziliani, @Debby_Seghezzi, @Valentina_Zanelli, @Amanda_Gomes, @Hattori_Uchiha, @Emily_Parks, @Emanuele_Santella, @Stefania_Newt, @Anais_Williams, @Giin_Meow,




    Ultima modifica di Damian_Saps 21 ore fa, modificato 2 volte in totale


  • Ronald_Canard

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 4
    Galeoni: 256
        Ronald_Canard
    Corvonero
       
       

    [Casa Canard]


    *Ronald dopo esser tornato dalla festa di compleanno di Luke ad Hogwarts vide che sua madre e lui avevano ricevuto un’altra lettera. E questa era la lettera del quinquennio di Casterwill's Kitchen. Sua madre era impegnata oe meglio che doveva evitare che Norman si ferisse in qualche modo con delle pozioni magiche, quindi rinunciò a quell'evento ma come abitudine gli aveva preparato l'abito che Ronald aveva usato una volta alla festa di Natale ed oltre averlo adattato alle sue misure. Cioè questo:*





    *E poi da abbinare con dei fantasmini o pedalini, cioè quei mini calzini che se indossati non si notano neppure e poi aveva messo dei mocassini neri: scarpe di cuoio senza lacci.


    *Quando fu pronto questa volta la madre gli fece usare una pozione anti-nausea e anti-sbornia prima di prendere la passaporta, perché non voleva che si sporcasse l’abito che si era messo. Quindi Ronald toccò l’oggetto.*



    [Casterwill's Kitchen]


    Quasi immediatamente, si ritrovò nei pressi della Casterwill's Kitchen. Quando Ronald entrò vide che c’era un po’ di gente che conosceva tra cui anche Luke con il quale aveva festeggiato il suo compleanno qualche ora prima. Poi notò che c’era la professoressa Casterwill, se non era un caso di omonimia, ne dedusse che era la proprietaria, e che aveva un sacchetto in mano dal quale molti pescavano qualcosa, per poi andare verso un tavolo, Ronald capì che era un metodo alternativo e casuale di assegnazione dei posti. Quindi si avvicinò a lei, prima la salutò:*

    Buonasera professoressa Casterwill. Complimenti per l’ambiente

    *Poi pensando:*

    “speriamo che il tavolo sia giusto e trovare qualcuno che conosca”

    *Mise la mano nel sacchettino che sembrava molto profondo, perché ci volle un po’ prima di trovare qualcosa nonostante le piccole dimensioni. Probabilmente era stato incantato con l’estensione irriconoscibile, dopo avere preso una bandierina gliela diede alla professoressa. Aspettò l’assegnazione del tavolo, sperando che la sua speranza fosse esaudita, cioè di essere assegnato in una tavola dove c’erano dei suoi amici.*


Vai a pagina 1, 2  Successivo