• Stefano_Draems

    Fondatore Amministratore Ministro Ad Honorem Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 16
    Galeoni: 584328
       
       



    Role Aperta da Luke_Deaggle


  • Luke_Deaggle

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 1
    Galeoni: 17
        Luke_Deaggle
    Grifondoro
       
       

    *Nonostante quel lunedì di luglio facesse terribilmente caldo e quasi nessuno fosse in giro alle 4 dl pomeriggio con quel sole battente, per Luke era un giorno molto importante, e nonostante non sopportasse essere in giro con quel caldo, stava camminando per Hogsmeade, più precisamente a Magic's Square.

    Luke in generale quando faceva così caldo non si muoveva di casa, ma rimaneva in camera dove un tecnico babbano aveva installato uno stupendo attrezzo bianco che sparava aria fredda e così poteva starsene al fresco a leggere ma quel lunedì faceva eccezione, era infatti un giorno speciale, uno di quei giorni che potevano cambiare la vita di un giovane mago.
    Iinfatti sarebbe andato a vedere per l'acquisto finora più importante della sua vita: la bacchetta.


    E così, nonostante il caldo, aveva cercato di vestirsi abbastanza elegante e, anche se con le maniche arrotolate per non sentire troppo il caldo, aveva deciso di metter una camicia che lo faceva sembrare più elegante e più "grande". Un po' per l'emozione del momento e un po' perché era impegnato a concentrarsi in quello che doveva dire al negoziante e quello che doveva fare, il problema del caldo era passato in secondo piano e ora Luke stava davanti a una delle vetrine di Magic's Square aspettando qualcuno.*




    *Luke non era molto esperto di negozi, soprattutto di negozi di bacchette, non era mai entrato nemmeno in uno e non sapeva bene come comportarsi senza i suoi genitori; fortunatamente però una sua amica di due anni in più si era offerta di accompagnarlo per aiutarlo con l'acquisto: ecco quindi che Luke stava davanti al negozio di bacchette "Salills" guardandosi intorno se arrivasse la sua amica Varyare. Era davvero sollevato di non essere da solo, era qualcosa di troppo importante e non voleva prendere decisioni avventate.*


    "Speriamo sia qui presto, non vedo l'ora di entrare e di provare qualche bacchetta, non vedo l'ora! Finalmente ne avrò una anch'io come tutti..."


    *pensò Luke emozionato mentre continuava a guardarsi attorno per vedere se arrivasse qualcuno...
    Luke era cresciuto in una famiglia di maghi e fin da piccolo aveva desiderato una bacchetta per sé; per un piccolo bambino che vede i genitori usare la bacchetta per ogni cosa, il fatto di avere una bacchetta corrispondeva a possedere il potere degli adulti, ad essere adulto, e così man mano che si avvicinavano gli 11 anni, se da un lato Luke sapeva che si avvicinava il momento in cui ne avrebbe posseduta una, dall'altro sempre più aumentava il desiderio di possederla.
    Qualche volta aveva provato a prendere in mano quelle dei suoi genitori o per passargliele o anche solo per provare l'emozione di tenerla in mano ma gli avevano categoricamente proibito di agitarla o di provare a fare alcunché, era ancora troppo piccolo, il controllo della magia con la bacchetta gliel'avrebbero insegnato a Hogwarts e fino a quel momento doveva aspettare. E così quegli attimi erano momenti strani, provava un'emozione fortissima anche se temeva potesse succedere qualcosa di imprevisto con la bacchetta di un'altra persona.
    Ora era molto vicino a quel momento in cui ne avrebbe posseduta una per sé, tra pochi attimi avrebbe avuto quella compagna che lo avrebbe accompagnato nei suoi futuri anni a Hogwarts e quasi certamente per tutta la vita.*


    @Charlotte_Mills, @Jane_Casterwill, @Luke_Deaggle, @Varyare_King,


  • Varyare_King

    Serpeverde Membro del Consiglio di Hogsmeade

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 4
    Galeoni: 95
        Varyare_King
    Serpeverde Membro del Consiglio di Hogsmeade
       
       

    *Quello poteva sembrare un normalissimo lunedì, soffocante come tutti i giorni precedenti ma nulla di particolare sembrava accadere nel villaggio di Hogsmade, dove Varyare stava camminando diretta ad un luogo preciso situato nella via di Magic's Square: stava andando da Salills, il negozio di bacchette del villaggio. Cosa ci potesse fare una Serpina come lei in quelle ore così calde della giornata in un posto come quello quasi nessuno lo sapeva, infatti aveva già varcato le soglie di Hogwarts e una bacchetta personale la possedeva da un paio d'anni; no, quel pomeriggio Varyare non ci sarebbe andata per lei, ma per accompagnare il suo amico Luke che doveva comprarne una.
    Si trovava proprio in Magic's Square, e poteva vedere in lontananza la vetrina del negozio.
    Era sempre bello entrare nei negozi di Hogsmade, in uno qualsiasi dai dolciumi di Mielandia agli scherzi di Zonko, qualsiasi posto che aveva a che fare con la magia era di suo gusto soprattutto nelle vacanze estive dove non poteva usare la sua bacchetta in legno di salice. Ricordava ancora quando l'aveva comprata, era stata accompagnata da suo padre e inizialmente sembrava che nessuna di quelle in negozio fosse quella giusta per lei; ne aveva provate e sventolate almeno una ventina quando quella giusta la scelse. E ancora, dopo due anni, era la sua compagna d'avventure e mai l'aveva abbandonata.
    Mentre faceva riaffiorare quei vecchi ricordi, che non erano più tanto lontani, si ritrovò davanti al negozio di bacchette.



    Era proprio come se lo ricordava, ma non rimase a guardarlo a lungo poichè vide che il suo amico Luke, che era lì per comprare la sua prima bacchetta, era già arrivato. Gli si avvicinò con un sorriso stampato sul volto, non succedeva tutti i giorni di andare a comprare la propria bacchetta.*

    Ehy ciao Luke! Come va?

    *Lo salutò amichevolmente. Nonostante da diversa età andavano molto d'accordo ed era contenta di accompagnarlo per andare a prendere la sua prima bacchetta. Era proprio curiosa di vedere se lui avrebbe trovato subito la sua, o come era successo a lei ci avrebbe impiegato molto e nel frattempo aveva distrutto mezzo negozio provando le bacchette che non si addicevano a lei.
    Lasciò perdere i pensieri e aspettò che Luke le rispondesse per sapere se era pronto ad avere finalmente una bacchetta tutta sua.*


    @Luke_Deaggle, @Charlotte_Mills, @Jane_Casterwill


  • Luke_Deaggle

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 1
    Galeoni: 17
        Luke_Deaggle
    Grifondoro
       
       

    *Non passò molto tempo che Luke vide la figura di una ragazza mora che ben conosceva avvicinarsi: era Varyare con cui si era accordato per andare insieme al negozio di Salills, il negozio di bacchette di Hogsmeade. Luke aveva accettato di buon grado l'offerta della sua amica più grande, studentessa serpeverde, di accompagnarlo, infatti Luke pensava che lei forse meglio dei suoi genitori poteva capire la sua emozione di quel momento.
    Succede spesso nella vita di ognuno che, nonostante i genitori siano le persone che più ci vogliono bene al mondo e che farebbero l'impossibile per i figli, ci si senta a volte capiti più dagli amici che dai genitori stessi, e quella circostanza era una di quelle.
    Erano passati molti anni da quando i genitori si erano presi la loro bacchetta e anche se di sicuro ricordavano nella mente quell'occasione indimenticabile, il tempo probabilmente aveva sfocato le emozioni contrastanti che si vivono in quegli attimi e per loro si trattava di un acquisto estremamente importante, per Luke invece era una vera e propria prova, la bacchetta che lo avrebbe scelto avrebbe determinato in parte le sue attitudini e i suoi successi, la sua forza e la fedeltà al suo padrone, era molto di più di un acquisto importante. Di sicuro Varyare ricordava più nitidamente quel momento particolare e poteva in parte capire come si dovesse sentire Luke, combattuto tra il desiderio sfrenato di possedere la sua bacchetta e un recondito desiderio di allontanare quel momento difficile.

    La ragazza si avvicinò e gli chiese come andava, Luke la guardò sorridendo emozionato.*

    Sono troppo emozionato per la mia prima bacchetta anche se un po' ho paura

    *disse alla ragazza sicuro che lo avrebbe capito e non si sarebbe messa a ridere, Luke attese la risposta dell'amica mentre ogni tanto dava qualche occhiata ansiosa all'interno del locale illuminato dalla forte luce del sole pomeridiano. Quando i due ebbero finito di parlare, Luke si decise ad entrare, aprì quindi la porta per lasciare entrare prima di lui la ragazza nel negozio*

    Vabbè ormai ci siamo, augurami solo buona fortuna e che Merlino mi aiuti! Da quanto ho desiderato questo momento!

    *sospirò molto emozionato entrando anche lui nel locale. Non sapeva bene cosa fare per fare capire che era arrivato, non vedeva infatti nessuno nel locale vuoto quindi diede due colpi di tosse per far capire che era arrivato, semmai qualcuno si fosse trovato nel retrobottega.

    Appena Luke entrò nel locale però successe qualcosa di molto strano, un'incredibile sensazione si impadronì di lui, ogni preoccupazione svanì e la sua mente fu pervasa solo dal fascino e dalla magia di quel locale. Si sentiva l'aria densa e vibrante, le numerose scatolette accatastate alle pareti sembravano avessero un'aura di magia, non aveva mai respirato un clima simile come in quel negozio, tutto sembrava magico e potente. Si mise a leggere le etichette sulle scatolette, c'erano bacchette di ogni tipo e di ogni lunghezza, chissà quale avrebbe scelto di avere Luke come suo mago, chissà quale tipo di legno gli sarebbe stato più adatto...
    Mentre era lì Luke invidiò chi poteva lavorare in quel negozio, a stretto contatto con "l'arte delle bacchette", un pensiero improvviso avvolse completamente Luke in quel momento.*

    "L'arte delle bacchette, devo assolutamente saperne di più!"



    @Charlotte_Mills, @Jane_Casterwill, @Varyare_King, @Luke_Deaggle, @Nancy_Brown




    Ultima modifica di Luke_Deaggle mese scorso, modificato 1 volta in totale


  • Varyare_King

    Serpeverde Membro del Consiglio di Hogsmeade

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 4
    Galeoni: 95
        Varyare_King
    Serpeverde Membro del Consiglio di Hogsmeade
       
       

    *Varyare si era appena avvicinata a Luke che quel pomeriggio avrebbe comprato la sua prima bacchetta e sarebbe entrato a far parte ufficialmente del mondo magico. Quello era un momento davvero importante per un mago, esser scelti da una bacchetta era un evento straordinario che nessuno può dimenticare ed essere emozionati e magari anche un po' spaventati è nella norma. La prima bacchetta è forse uno dei più emozionanti eventi della vita di un mago, forse dopo aver ricevuto la lettera d'ammissione per Hogwarts, e ricordava perfettamente quando lei era stata al posto dell'amico.
    Luke ricambiò il saluto e con un sorriso le disse che in effetti era molto emozionato e anche un po' impaurito per la sua prima bacchetta, non poteva dargli torto e gli rispose con un sorriso rassicurante:*

    Non ti preoccupare, è normale essere un po' agitati la prima volta.

    *Parlarono per un pio di minuti del più e del meno e quando giunse il momento Luke le disse solo di augurargli buona fortuna. Lui lasciò che fosse la Serpeverde ad entrare per prima per poi seguirla e guardarsi attorno nella stanza quadrata. Le pareti erano ricoperte di scaffali alti quanto il soffitto lo permetteva, dove erano riposte con ordine tutte le bacchette possibili dalle diverse caratteristiche. In fondo alla stanza era posto un bancone dove probabilmente Luke avrebbe provato le bacchette fino a trovare quella giusta per lui.
    Varyare, che doveva solamente accompagnarlo, si mise in un angolo del negozio guardando con fascino le infinite scatole di ogni colore che si alzavano lungo i muri per chissà quanto ancora. Nella stanza c'erano solamente loro due, probabilmente chi lavorava in quel negozio si trovava ora nel retro a svolgere altri incarichi. Era veramente curiosa di scoprire chi fosse il fortunato a lavorare lì, così a stretto contatto con la magia che sembrava espandersi nell'aria, mescolando bacchette diverse fino a creare una strana potenza che era possibile avvertire vibrante tutt'attorno.
    Aspettò paziente che qualcuno si fosse fatto vivo mentre ammirava ancora una volta il fascino delle bacchette riposte accuratamente sugli scaffali, dove, da qualche parte, si sarebbe trovata quella perfetta per Luke.*

    @Charlotte_Mills, @Jane_Casterwill, @Varyare_King, @Luke_Deaggle, @Nancy_Brown


  • Charlotte_Mills

    Serpeverde Amministratore Preside Insegnante Moderatore Web Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 11
    Galeoni: 257298
       
       

    *Charlotte, commerciante di Hogsmeade, si trovava nel suo negozio di bacchette a completare quello che era l'inventario di alcune delle bacchette mancanti.
    Non tutti sapevano ma la Preside di Hogwarts si occupava, anche se non principalmente, di vendere catalizzatori magici ai giovani maghi che si accingevano ad andare a studiare a Hogwarts.
    La donna nel retrobottega aveva a che fare con numerose pergamene ingiallite, e ci sarebbe rimasta per molto se non fosse stato per una voce proveniente dal negozio. Per fortuna con lei quel giorno c'era Nancy, la sua tirocinante in quel negozio.*

    Mi passi quelle pergamene per favore?

    *Disse l'ex Serpeverde che però venne distratta da alcuni rumori provenienti dal corpo principale del negozio
    Era arrivato un cliente. Fu proprio la professoressa di Arti Oscure a dirigersi nella parte principale di quel negozio.Il Salills, unico negozio di bacchette di Hogsmeade, era di modeste dimensioni con svariate scatole di bacchette impilate in ordine fino al soffitto.


    giunta nel reparto di vendita di quel negozio rimase sorpresa nel vedere una ragazza che aveva già visto al castello di Hogwarts in compagnia di un giovane rragazzo che cono conosceva.. forse era uno di quelli che quel primo settembre sarebbero stati smistati dal Cappello Parlante.*

    Buongiorno signorina King, e buongiorno anche al tuo piccolo amico.
    Presumo che tu sia qua per acquistare la tua prima bacchetta.


    *Disse la donna felice di Poter servire un nuovo cliente.
    La professoressa estrasse la propria bacchetta e appellò un magico metro che iniziò a prendere le misure della ragazza: dal gomito alla punta delle gita, dalle dita alla spalla, dal mignolo al pollice e così via.*

    Nel frattempo che mi racconti qualcosa di te, perché anche il carattere è importante per la scelta, prova con questa bacchetta: Mandorlo, 12 pollici, Piuma di Ippogrifo.


    *Affermò la donna porgendo quel catalizzatore magico all'undicenne che si era recato li poco dopo l'orario d pranzo assieme alla giovane adolescente Serpeverde.
    Charlotte aveva sempre avuto l'abitudine di lasciare il negozio aperto dalla mattina alla sera tarda, avrebbe accolto chiunque fosse bisognoso di una bacchetta o di manutenzione per il proprio catalizzatore.*

    @Jane_Casterwill, @Luke_Deaggle, @Varyare_King,


  • Luke_Deaggle

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 1
    Galeoni: 17
        Luke_Deaggle
    Grifondoro
       
       

    *Dopo alcuni minuti, ma che per l'agitazione, a Luke sembrarono ore, qualcuno uscì dal retrobottega e si affacciò al bancone e quel qualcuno era la preside stessa di Hogwarts, la professoressa Charlotte Mills. Benché Luke sapesse che era titolare di quel negozio non si aspettava fosse lei stessa a servire il ragazzo, si era immaginato mandasse qualche dipendente o qualche giovane tirocinante, invece fu lei stessa a ricevere i ragazzi proprio come un comune negoziante. Essendo la preside della scuola, sapeva bene che Luke non era mai stato ad Hogwarts (perlomeno da studente) e quindi si immaginò immediatamente fosse lì per comprare la sua bacchetta. Alle parole di saluto della preside Luke rispose confermando la sua ipotesi:*

    Buongiorno signora preside, sì mi chiamo Luke Deaggle e sono qui per comprare la mia prima bacchetta.

    *Disse Luke tutto d'un fiato galvanizzato dall'emozione. Subito dopo la preside si mise all'opera per trovargli la bacchetta che avrebbe fatto per lui, un metro magico cominciò a girargli tutt'attorno prendendo tutte le sue misure, sembrava voler studiare tutti i rapporti immaginabili tra le varie parti del corpo del ragazzo. Nel frattempo la preside, che probabilmente dopo tutti quegli anni aveva sviluppato un certo occhio nel capire i clienti gli porse una prima bacchetta da provare.*

    Nel frattempo che mi racconti qualcosa di te, perché anche il carattere è importante per la scelta, prova con questa bacchetta: Mandorlo, 12 pollici, Piuma di Ippogrifo.

    *Luke allungò la mano per prendere quella bacchetta; le poche volte che ne aveva presa in mano una era per passarla ai genitori ma mai ne aveva presa in mano una per usarla, ora che era arrivato il suo momento fu una sensazione abbastanza strana, si sentiva in un certo senso impacciato e insicuro. Prese quindi la bacchetta e la osservò, percependone l'odore del legno, e osservandone le particolari finiture. Dopo un attimo che l'ebbe in mano provò ad impugnarla per capire se succedesse qualcosa; in un primo momento non successe nulla, tuttavia quando Luke provò ad agitarla la bacchetta sembrò resistergli e non assecondare il movimento del polso. In lontananza puntandola inavvertitamente verso una scatola vide quella cadere, ma dovette tristemente ammettere che quella bacchetta non sembrava volerlo come proprietario*

    Ehm no no, mi sa che non va bene, mi sembra come dire, che mi opponga resistenza.. non saprei come descrivere questa sensazione...

    *disse Luke alla commerciante per spiegare la sensazione che aveva avuto con quella bacchetta. La signora Mills aveva poi invitato il ragazzo a dare una descrizione di sé, Luke infatti sapeva che il legno delle bacchette si adatta in modo diverso al mago in relazione al suo carattere. Luke ci pensò un attimo perché sapeva che se riusciva a descriversi con parole chiare, in quel modo poteva facilitare il lavoro della commerciante.*

    Beh credo che descriversi sia una delle cose più complicate al mondo, almeno per me... Comunque mi definirei come un ragazzo abbastanza riflessivo e introverso, in generale sono un osservatore attento e scrupoloso e ascolto molto prima di parlare. Amo la lettura e la musica, e soprattutto riflettere e detesto le ingiustizie.. Poi sono molto determinato e fermo nelle mie intenzioni, inizialmente valuto con calma e poi quando mi prefiggo un obiettivo, ce la metto sempre tutta per raggiungerlo, cercando di superare ogni ostacolo. Non saprei cos'altro dire...





    @Charlotte_Mills, @Jane_Casterwill, @Varyare_King, @Luke_Deaggle,




    Ultima modifica di Luke_Deaggle mese scorso, modificato 1 volta in totale


  • Varyare_King

    Serpeverde Membro del Consiglio di Hogsmeade

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 4
    Galeoni: 95
        Varyare_King
    Serpeverde Membro del Consiglio di Hogsmeade
       
       

    *Non dovettero aspettare tanto che dal retrobottega giunsero delle voci, e quasi contemporaneamente una donna dai capelli corvini che riconobbe come la Preside Mills e Proprietaria del locale, sbucò da un'altra stanza collegata al negozio. Salutò prima lei e poi Luke esprimendo ad alta voce il pensiero che il ragazzo fosse lì per la sua prima bacchetta. Luke rispose annuendo e si presentò a quella che a settembre sarebbe diventata la preside della scuola che avrebbe frequentato.*

    Buon pometiggio, Preside Mills.

    *La salutò educatamente la giovane Serpeverde. Era proprio curiosa di scoprire quale sarebbe stata la bacchetta perfetta per l'amico, c'erano migliaia se non più combinazioni tra nucleo, legno e lunghezza.
    Era sempre un'emozione unica comprare una bacchetta sia che fosse la prima o la sostituta di quest'ultima, e trovarsi così immersi nella magia era veramente strano, ma bellissimo.
    La ex-Serpeverde prese la propria bacchetta e richiamò a sé il metro magico che usava per misurare certe lunghezze dei clienti, e una volta che questo ebbe finito porse a Luke una bacchetta invitandolo a raccontare qualcosa su di sè.
    Luke iniziò a parlare e una volta descritto come meglio poteva il suo carattere agitò un poco la bacchetta. La puntò, forse involontariamente, contro una scatola posta sul bancone e questa si rovesciò a terra.*



    * Non era un'esperta in fatto di bacchette ma pensava che probabilmente non era quella che faceva al caso suo. C'erano comunque tantissime altre bacchette e sicuramente era presente pure quella adatta a lui.*

    @Charlotte_Mills, @Luke_Deaggle,




    Ultima modifica di Varyare_King 4 settimane fa, modificato 1 volta in totale


  • Charlotte_Mills

    Serpeverde Amministratore Preside Insegnante Moderatore Web Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 11
    Galeoni: 257298
       
       

    Buongiorno signora preside, sì mi chiamo Luke Deaggle e sono qui per comprare la mia prima bacchetta.

    *Disse quel ragazzino presentando, mentre un metro magico iniziò a girargli tutt'attorno prendendo qualsiasi misura possibile immaginabile e mentre la donna gli porse una bacchetta per iniziare a comprendere altro del giovane cliente difronte a lei.
    Quando il ragazzino prese in mano del quel catalizzatore si vide che si sentiva leggermente impacciato, lo si capiva dall'impugnatura bizzarra con la quale aveva afferrato il pezzo di legno magico. Quando il giovane undicenne decise di agitarla accadde qualcosa che spesso succedeva all'interno di quel negozio: una scatola decise di cadere pesantemente a terra nonostante il suo contenuto fosse leggero per provocare un tonfo del genere.*

    Ehm no no, mi sa che non va bene, mi sembra come dire, che mi opponga resistenza.. non saprei come descrivere questa sensazione...

    Nessun problema, ne proveremo altre.


    *La ex Serpeverde si allontanò, ma non tanto da poter continuare a sentire ciò che Luke, così si era presentato, aveva da dire su di sé.
    Si descrisse come un ragazzo riflessivo ed introverso, ma allo stesso tempo scrupoloso, attento e soprattutto determinato. La donna rimase in ascolto attentamente decidendo alla fine quale poteva essere il seocndo catalizzatore magico che il giovane poteva provare quel giorno.*

    Proviamo questa, dovrebbe avvicinarsi maggiormente a quello che mi hai raccontato di te.
    Salice, dodici pollici e tre quarti, piuma di Fenice.



    *Affermò la donna progendo quella bacchetta magica così elegante nella sua forma ma allo stesso tempo precisa.
    Consegnò il catalizzatore magico al ragazzino, attendendo poi un responso da parte sua. *

    @Varyare_King, @Luke_Deaggle,


  • Luke_Deaggle

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 1
    Galeoni: 17
        Luke_Deaggle
    Grifondoro
       
       

    *La costruttrice di bacchette capì al volo il problema di Luke con la bacchetta che aveva provato e dopo aver ascoltato le sue parole gliene porse un'altra.*

    Proviamo questa, dovrebbe avvicinarsi maggiormente a quello che mi hai raccontato di te.
    Salice, dodici pollici e tre quarti, piuma di Fenice.


    *Luke la prese con due dita, ora era un po' più preparato a quello che doveva fare per testare se quella bacchetta gli andasse bene, tuttavia, prima ancora che il ragazzo la impugnasse fu la bacchetta stessa a saldarsi nella mano del ragazzo. Luke la osservò allibito, non era forse possibile, forse non era stata la bacchetta ed era stato lui ma tutto era avvenuto così velocemente che non ebbe il tempo di capire. Seppe solo che stavolta era sicuramente quella giusta.
    Un brivido lo percorse lungo la schiena, fu travolto da un'ondata di magia che per pochi istanti lo isolò dall'ambiente circostante e sentì dentro di sé una forza incredibile, come non aveva mai avuto provato prima; con quel pezzo di legno in mano si sentiva completa, si accorgeva ora di avere una forza interiore che non avrebbe mai pensato di avere.
    Dopo pochi istanti in cui gli sembrò di essere da tutt'altra parte, di volare quasi, quando ritornò coi piedi per terra vide che aveva di fronte a sé la sua amica Varyare che aspettava che l'amico si decidesse e la professoressa Mills che lo fissava come temendo potesse danneggiarle ulteriormente il negozio. Ma le loro immagini erano sfocate, Luke le vedeva in secondo piano, in primo piano osservava la linea elegante di quella bacchetta, essenziale eppure così bella; era lucida e senza alcuna decorazione, ma a Luke piaceva così raffinata nella sua essenzialità. In modo un po' infantile le sorrise, quasi fosse un essere umano e potesse capirlo e la bacchetta in tutta risposta emise dalla punta alcune scintille rosse.*





    *Luke era ancora più ammirato e rimase completamente privo di ogni parola, incapace di dire alcunché, guardò la preside Mills e le uniche parole che riuscì a dire furono*

    Wow, come ha fatto!

    *Difficile dire se il ragazzo si riferisse alla bacchetta o all'intuito formidabile della venditrice di bacchette, ma quelle furono le uniche parole che riuscì' a dire prima di tornare ad ammirare la sua nuova bacchetta.*




    @Charlotte_Mills, @Jane_Casterwill, @Varyare_King, @Luke_Deaggle,




    Ultima modifica di Luke_Deaggle 3 settimane fa, modificato 1 volta in totale


  • Charlotte_Mills

    Serpeverde Amministratore Preside Insegnante Moderatore Web Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 11
    Galeoni: 257298
       
       

    *Quando il piccolo undicenne afferrò quel secondo catalizzatore magico, per quella volta, non accadde nulla di disastroso.. anzi sul volto della ex Serpeverde comparve un piccolo sorriso.
    Era riuscita a trovare la bacchetta giusta per il neo studente come, per lei, tanti anni prima era stato fatto a Diagon Alley.*

    [INIZIO FLASHBACK]

    *Una giovane Charlotte camminava velocemente dietro a un uomo sulla quarantina. L'undicenne aveva rifiutato di andare a Diagon Alley con sua madre, dato che la sera prima aveva litigato con lei sulla questione bacchetta. Charlotte non ne voleva una sua, voleva usare quella di suo fratello Luke morto durante la battaglia ad Hogwarts. I suoi genitori avevano ripudiato suo fratello dato che aveva scelto il lato oscuro della magia, ma Charlotte continuava a volergli bene anche in quel momento, anche se sapeva che non sarebbe più tornato da loro. Quel giorno si trovava a Diagon Alley per fare tutte le compere necessarie per uno studente del primo anno e suo padre voleva farle comprarle un gufo, ma suo fratello gli aveva regalato per un suo compleanno un piccolo gufetto tanto carino che sembrava capirla quando lei si sentiva sola e triste.
    Dopo qualche discussione Charlotte riuscì a convincere l'uomo. Il padre di Charlotte era un uomo di bell'aspetto di 43 anni leggermente in carne.
    Era un mago molto conosciuto nel mondo magico e lui sembrava esserne fiero, ma da quando era iniziata a girare la voce che il suo figlio maggiore Luke fosse un Mangiamorte, aveva iniziato a farsi vedere di meno in giro per quelle viuzze affollate di gente.
    Il signor Mills faceva di nome Richard e lavorava al Ministero della Magia all'ufficio Applicazione della legge sulla magia e andava fiero del suo lavoro.
    In poco tempo arrivarono davanti alla bottega di Olivander. Quel negozio era pieno zeppo di bacchette, la ragazzina non aveva mai immaginato che ce ne fossero così tante! Un anziano signore con i capelli bianchi e molte rughe sul viso comparve dal retrobottega.*

    Buongiorno signore.

    *Affermò l'undicenne ancora ignara del futuro che poteva aspettarla.
    Provò numerose bacchette fino a trovare quella che la scelse come sua proprietaria: era fatto in Ebano, lunga 11 pollici con una caratteristica davvero strana, una squama di Basilisco al suo interno. Il commerciante e suo padre erano rimasti davvero sorpresi nel sapere cosa poteva fare quella bacchetta, ma nelle mani di Charlotte, una ragazzina dai sentimenti feriti non poteva di certo generare fatti piacevoli.*

    [FINE FLASHBACK]


    Wow, come ha fatto!

    *La voce del ragazzino difronte a lei la fece tornare con i piedi per terra e con l'attenzione rivolta verso di lui.
    Prese la bacchetta e la ripose nella sua scatola, la impacchettò e la consegnò al suo nuovo proprietario.*

    Una strega non rivela mai i suoi segreti.


    *Affermò Charlotte.
    L'arte delle bacchette era qualcosa di davvero antico e complesso da imparare in poche e semplici parole.
    Mentre porgeva la bacchetta all'undicenne si avvicinò al registratore di cassa per il pagamento. Incassò i galeoni dovuti e lasciò liberi i due studenti di terminare i loro acquisti a Hogsmeade. Nonostante si trattasse di un piccolo villaggio abitato solo da maghi e streghe c'erano tanti negozi interessanti da visitare: Mielandia, I Tre Manici di Scopa, una delle succursali di Madama McClan e molto altro.*

    @Varyare_King, @Luke_Deaggle,