Altri Luoghi del Mondo Magico
Altri Luoghi del Mondo Magico


  • Luke_Deaggle

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 1
    Galeoni: 17
        Luke_Deaggle
    Grifondoro
       
       

    *La situazione era ora molto strana, Ronald aveva appena proposto di uscire con Varyare a vedere cosa stesse succedendo e chi fosse la persona che come loro frequentava il cimitero in notturna, quando a Robin sembrò di vedere i loro genitori. Quella era una cosa davvero assurda, cosa ci facevano i loro genitori lì, a quanto pare i loro sospetti che dovesse tenersi lì una riunione segreta erano fondati.

    Non ci fu nemmeno il tempo di dirlo e di realizzare cosa stesse succedendo che Varyare si fiondò fuori per vedere meglio se fossero proprio loro e cosa ci facessero lì. Luke ora era sollevato, la presenza di uno dei suoi genitori lì e dei genitori degli altri ragazzi era rassicurante, potevano portarli a casa e proteggerli da chiunque altro ci fosse stato in quel cimitero. Ma c'era anche qualcosa di strano nella loro presenza lì...*

    "Siamo sicuri che siano qui solo per salvarci? Non è che sono qui per qualche incontro tra di loro o con qualcuno e non sanno nemmeno che noi siamo qui...?"


    *stava pensando Luke alle parole di Robin. Quando però vide Varyare fiondarsi fuori la prese per un braccio per fermarla e farle capire di aspettarlo.*

    Ehi aspettami, vengo anch'io!


    *disse Luke sottovoce*

    però dobbiamo stare attenti a non farci sentire, se l'incontro non è solo tra di loro ma con qualcun altro potremmo rischiare grosso!

    *disse Luke sempre sussurrando a Varyare. Luke pensava infatti che se li avessero sentito non solo avrebbero interrotto l'incontro dei genitori ma se l'incontro era con qualche mago oscuro, questi poteva prendere i minorenni in ostaggio.



    I due stavano avanzando piano piano dietro e si stavano nascondendo dietro una lapide quando qualche decina di metri da loro si udì un fortissimo*

    CRAC!!


    *seguito da un forte rumore di esplosione, un BOOM fortissimo il cui eco rimbombava tra le lapidi del cimitero.*

    @Ronald_Canard, @Robin_Peach, @Varyare_King, @Luke_Deaggle,




    Ultima modifica di Luke_Deaggle circa 3 mesi fa, modificato 1 volta in totale


  • Varyare_King

    Serpeverde Membro del Consiglio di Hogsmeade

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 4
    Galeoni: 95
        Varyare_King
    Serpeverde Membro del Consiglio di Hogsmeade
       
       

    *Aveva appena messo piede fuori dalla cappella, quando sentì una mano prenderla per il braccio e lei istintivamente si voltò. Era stato Luke e si chiese come mai la stesse fermando, ma la risposta arrivò poco dopo in un sussurro da parte dell'amico che le diceva di aspettarlo perché voleva andare pure lui. La Serpe acconsentì facendoglielo intuire con un cenno della testa, e prima che potesse dire o fare qualsiasi cosa il Grifo aggiunse che avrebbero però dovuto fare molto piano perché se l'incontro che si stava tenendo al cimitero non era solo tra i loro genitori potevano rischiare di grosso. Era a conoscenza dei pericoli che stavano correndo spiando i loro genitori, e non intendeva solamente una semplice punizione, erano ancora minorenni dopotutto e non avrebbero avuto possibilità se un mago oscuro li avrebbe attaccati.
    Ma in quel momento le importava solo sapere il motivo per cui sua madre non le aveva detto nulla a proposito di quello, ora aveva capito perché era stata un po' riluttante sull'acconsentire di portarla con sé; temeva che Varyare venisse a sapere di quello che realmente stava facendo, proprio come era successo, anche se la Serpe ancora non era sicura sulle sue idee, e proprio per quello ora lei e Luke stavano camminando tra le lapidi molto silenziosamente in direzione di quelli che parevano i loro genitori.*

    Hai la bacchetta?

    *Domandò sussurrando all'amico Grifondoro. Se l'aveva con sè quello era proprio il momento perfetto per sfoderarla. Varyare già la teneva stretta nella mano destra nella speranza che non le sarebbe servita quella sera.
    La Serpe e il Grifo stavano andando verso una lapide con l'intenzione di nascondersi dietro, ma non fecero nemmeno in tempo ad arrivare che un forte 'CRAC' li fece sobbalzare entrambi. Non sapeva da cosa fosse stato provocato ma era intenzionata a scoprirlo se avesse potuto. Non riuscì a finire il pensiero che un nuovo rumore seguì il precedente, stavolta di esplosione. Poteva essere stato qualunque cosa, ma secondo lei era stato qualcuno che con un "Bombarda" aveva magari spezzato qualche ramo. Sperava di avere ragione altrimenti chissà cosa poteva essere successo!
    Cercando di fare il meno rumore possibile s'accucciò dietro la lapide più vicina guardando in direzione dei suoi genitori. Sfortunatamente da lì non riusciva a vederli bene e non era in grado di dedurre se si fossero spaventati come loro con quel rumore oppure già sapeva no cos'era.*

    Hai idea di cosa potrebbe essere stato?

    *Chiese preoccupata a Luke. Temeva di scoprire la risposta ma era meglio sapere cosa si aveva davanti e soprattutto se era pericoloso, quindi sperava che lui sapesse qualcosa in più della serpe.*

    @Ronald_Canard, @Robin_Peach, @Luke_Deaggle,


  • Ronald_Canard

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 4
    Galeoni: 256
        Ronald_Canard
    Corvonero
       
       

    *Dopo che Robin fu uscito e immediatamente rientrato disse che erano i loro genitori; Ronald vide Varyare per i parenti andavano bene ma fidanzatino no. Prima che Ronald riuscisse a dire qualcosa e aver sentito da Robin che erano i loro genitori Varyare uscì silenziosamente che subito venne presa da Luke, o almeno cosi notò Ronald dalla finestra della chiesetta in cui erano. Nello stesso momento in cui stavano tornando silenziosamente nel loro posto si sentì un fragoroso CRACK e successivamente un boom e vide, sempre dalla finestra che Varyare e Luke si erano nascosti dietro a una lapide e avevano alzato la bacchetta. Come se fossero pronti ad uno scontro.
    Poi disse all’unico che era restato dentro con lui, non era uscito cioè a Robin:*


    Noi che facciamo ? Proviamo a fare finta di niente e usciamo ? Oppure restiamo nascosti ?

    *Ronald fece quell’ultima domanda perché stava pensando:*

    “Meglio un codardo vivo che un coraggioso morto, no ? “

    *Poi gli venne in mente, la pozione polisucco. Anche se sapeva che era illegale averla ma non il materiale per prepararla e quindi domandò a Robin:*

    Siamo sicuri che siano i nostri genitori ? Potrebbero essere anche qualcuno con le loro fattezze dopo aver bevuto la pozione polisucco che dici ?

    *Ricordandosi che Robin era di un anno più grande di lui e quindi potrebbe aver avuto maggior esperienza chiese:*

    sai se ci sono metodi per capire se gli adulti che vediamo siano proprio loro senza incantesimi magari una pozione ?

    *Sperando che ci fosse e magari con degli ingredienti che si potevano trovare anche li, dove si trovavano. Ronald avrebbe potuto crearla se avessero avuto gli ingredienti giusti se fosse esistita veramente. Anche se ci avrebbero dovuto impiegare più tempo del normale.*

    So che è breve ma è sempre meglio di niente, no ? @Esperanza_Fuentes, @Freya_Hansen, @Robin_Peach, @William_Rogers, @Varyare_King, @Damian_Saps, @Luke_Deaggle, @Jane_Casterwill, @Charlotte_Mills, @Robin_Peach, @Amelia_Smith, @Damian_Saps, @Sansa_Stark, @Aini_Feanor, @Vera_Grace, @Elisa_Renierv, @Clarissa_Greythorne, @Claire_Biovero, @Zack_Plans,




    Ultima modifica di Ronald_Canard mese scorso, modificato 1 volta in totale


  • Robin_Peach

    Grifondoro Membro del Consiglio di Hogsmeade

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 5
    Galeoni: 400
        Robin_Peach
    Grifondoro Membro del Consiglio di Hogsmeade
       
       

    *Mentre Luke e Varyare erano fuori, si sentì un forte 'CRAC!'
    Robin pensò allo stato d'animo di Varyare e Luke: non erano grandi, non conoscevano incantesimi, potevano essere braccati in un baleno!
    Ronald, poi, gli chiese se stavano dentro o no, perché potevano essere altri che avevano bevuto la pozione polisucco; poi, il Corvonero gli chiese se conosceva modi per vedere se qualcuno aveva bevuto quella pozione illegale*

    Che ne so io dovresti fare domande, ma non mi sembra il caso! Secondo me dovremmo far finta di chiamarci diversamente, per vedere se si accorgono o no! Sapremmo facilmente se sono i nostri genitori o no, sei d'accordo?

    *Chiese all'amico*

    Io esco!

    *Aggiunse poi: era per l'incolumità di tutti, se fosse successo qualcosa a Varyare e Luke si sarebbe sentito il maggior responsabile!
    Con passo normale si diresse verso le misteriose figure, e disse*

    Mamma! Papà! Sono Paul, mi riconoscete?

    *Chiese, con voce calma e tranquilla; poi salutò anche i genitori degli altri*

    Buongiorno signora King! E signora Canard! E sugnor Deaggle!

    *Disse, facendo un breve inchino*

    *Attese una reazione dagli amici, e dagli adulti presenti lì; sperò con tutto il cuore sperando che funzionasse, mentre i suoi battiti aumentavano...*

    @Ronald_Canard, @Varyare_King, @Luke_Deaggle,


  • Luke_Deaggle

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 1
    Galeoni: 17
        Luke_Deaggle
    Grifondoro
       
       

    *La situazione stava evolvendo rapidissimamente, Luke e Varyare si erano appena rifugiati dietro una lapide quando il classico rumore, ben noto anche a dei maghi giovani come loro, tipico della materializzazione richiamò la loro attenzione non molto distante da dove si trovavano in quel momento, quel CRAC fu poi seguito da un'esplosione molto rumorosa che rimbombò nel silenziosissimo cimitero di pochi attimi prima*

    Hai la bacchetta?

    *chiese Varyare a Luke mentre stava con la sua puntata davanti a sé, pur essendo giovanissimi stavano forse rischiando la pelle e valeva la penna di rischiare il tutto per tutto. Luke annuì col capo ed estrasse la sua imitando Varyare e tenendola puntata dritto davanti a sé. Non c'era tempo per aver paura, pur essendo tutti piuttosto spaventati dalla situazione, una carica adrenalina dava loro l'energia per restare vigili e cercare di capire come uscire da quella brutta vicenda. Varyare chiese poi*


    Hai idea di cosa potrebbe essere stato?

    *A cui Luke rispose a bassissima voce dopo aver scosso leggermente il capo in segno negativo*



    No, non ne ho idea a parte il fatto che uno si è appena materializzato qui vicino a noi...
    Robin e Ronald che fine hanno fatto, credi siano ancora là dentro?


    *chiese mentre si sforzava di vedere nell'oscurità le sagome dei compagni. Ma Varyare non ebbe nemmeno il tempo di rispondere che successe qualcosa di davvero inatteso e imprevisto, la cosa più lontana che si potessero immaginare probabilmente... Qualcosa che rischiava di mettere seriamente in pericolo uno di loro*

    Mamma! Papà! Sono Paul, mi riconoscete?

    Buongiorno signora King! E signora Canard! E signor Deaggle!

    *Robin non solo era uscito dalla chiesetta ma stava pure cercando di dialogare con le figure che stavano all'orizzonte, o almeno di capire se erano davvero i loro genitori visto che si era presentato come Paul inducendoli in quello che era una specie di trabocchetto.
    Luke disse a Varyare*


    Ma quello che sta facendo è impazzito? Non sa che potrebbero essere chiunque quelli lì


    *disse Luke mentre subito dopo si udiva un'altra esplosione. In lontananza si sentirono delle voci, Luke ne udì una in particolare che doveva essere quella di suo padre che stava urlando al ragazzo.*

    FERMO TU! NON TI MUOVERE STAI FERMO! SEI IN PERICOLO!

    *Luke non si azzardava a muovere un passo, probabilmente quello che si era appena materializzato non era uno dei genitori presente ma a quanto pare un malintenzionato e i genitori si erano appunto creati una barriera che li separasse da esso ignari che i loro figli stavano esattamente al di qua. La mossa di Robin però attirò l'attenzione del misterioso sconosciuto su di sé e dopo un leggerissimo fruscio si videro delle funi legarsi attorno a Robin. Luke guardò preoccupato Varyare e disse*

    E ora sono guai, che facciamo?





    @Robin_Peach, @Varyare_King, @Ronald_Canard, @Luke_Deaggle,


  • Varyare_King

    Serpeverde Membro del Consiglio di Hogsmeade

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 4
    Galeoni: 95
        Varyare_King
    Serpeverde Membro del Consiglio di Hogsmeade
       
       

    *La serata stava diventando sempre più strana man mano che i minuti passavano.
    Lei e Luke si erano nascosti dietro una lapide quando un CRAC spinse Varyare a guardare oltre la pietra; il Grifo rispose con un semplice cenno del capo che fortunatamente aveva con sé la bacchetta, se non l'avesse avuta in quel momento sarebbe stato un vero problema poichè anche se non potevano usarla in casi di emergenza era inevitabile.
    Quando lei gli chiese se lui avesse idea di che cosa aveva provocato quel rumore lui disse che molto probabilmente era qualcuno che si era snateriallizzarsi lì, per pii cambiare discorso e domandare se lei sapesse cosa stavano facendo Robin e Ronald. Stava per rispondere che sperava fossero ancora dentro la cappella, quando sentì una voce familiare che si presentava a quelli che sembravano i loro genitori. Solo che non aveva detto il suo vero nome, ma bensì uno falso "Paul". Poteva essere una buona idea come poteva non esserlo, era meglio non mostrarsi subito perchè prima era meglio scoprire chi si fosse appena smaterializzato di altro in quel cimitero; pensò quindi che forse Robin non l'aveva sentito oppure l'aveva sentito ma aveva deciso di precipitarsi fuori lo stesso.
    Varyare ormai non era più nascosta bene, infatti chiunque avesse guardato in quella direzione l'avrebbe potuta vedere.*

    Ma quello che sta facendo è impazzito? Non sa che potrebbero essere chiunque quelli lì.

    *Disse Luke riferendosi a Robin. Si fidava di lui ma in quel momento aveva fatto qualcosa di veramente insensato. Sperava che quello che si era smaterializzato fosse qualcuno dei loro genitori o il fratello o la sorella di qualcuno, anche se molto probabilmente non era così visto che dopo che Robin uscì allo scoperto il padre, che secondo lei doveva essere quello di Luke, gli urlò di stare fermo perchè era in pericolo. I loro genitori infatti si erano creati tutt'attorno una barriera protettiva sapendo che quella persona avrebbe potuto attaccarli da un momento all'altro, eppure sapeva che avrebbero fatto diversamente se avrebbero saputo che i loro figli erano proprio poco oltre la barriera.
    Nel frattempo la misteriosa figura si era accorta della presenza di Robin, e anche al buio riuscì ad identificarne la posizione esatta. Poco dopo un fruscio delle funi avvolsero l'amico che era uscito allo scoperto, l'incantesimo era sicuramente opera della persona che si era smaterializzato perchè poteva vedere bene i genitori da lì e nessuno aveva evocato un incantesimo. Luke chiese a lei che cosa dovessero fare in quel momento, ma non lo sapeva. Di una cosa però era certa: non poteva stare lì a guardare.*

    Non lo so, ma io vado da lui. So di non avere speranza però è l'unica cosa che posso fare.

    *Disse velocemente mentre si alzava da dietro la lapide. Poteva sembrare un'idea folle, e lo era, ma era anche l'unica che aveva.
    Senza più badare a non fare rumore andò con la bacchetta in mano verso Robin. Portava sempre dietro un coltellino in caso di verificassero piccoli incidenti come quello ma non era sicura che la lama fosse abbastanza affilata da poter tagliare la corda. Mentre correva cercava con la mano libera l'oggetto desiderato, e rimpianse di non poter utilizzare un "accio" per trovare quello che cercava.
    Mentre correva sentì le urla di sua madre che dicevano qualcosa del tipo "non andare! Torna indietro..", ma Varyare non l'ascoltava. Aveva raggiunto Robin nell'intento di slegare quelle funi ma come pensava la lama non portava a grandi risultati.
    Nel frattempo riusciva a sentire che i loro genitori lanciavano incontriamo alla misteriosa figura proprio oltre di loro, erano per lo più incantesimi di disarmo però temeva comunque che per sbaglio li colpissero.*

    Tutto ok?

    *Chiese a Robin mentre provava a tagliare la corda senza portare comunque a grandi risultati. Se solo avesse potuto usare la bacchetta a quest'ora non sarebbero stati lì, poichè con un diffindo sarebbe riuscita a slegare in fretta le funi.
    Non sapeva nel frattempo cosa stessero facendo Ronald e Luke, ma sperava che ancora nessuno si fosse accorto di loro. Aveva lasciato il Grifo dietro la lapide però se c'era rimasto era ancora da vedere.*


    @Ronald_Canard, @Robin_Peach, @Luke_Deaggle,




    Ultima modifica di Varyare_King mese scorso, modificato 2 volte in totale


  • Ronald_Canard

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 4
    Galeoni: 256
        Ronald_Canard
    Corvonero
       
       

    *Ronald uscendo senti un CRACK, e proprio quando Robin stava salutando quelle persone con un nome falso vide delle funi legare Robin e anche sua madre che gli faceva un cenno di quelli che usavano solo nella loro famiglia visto che nelle esercitazioni d'illusionismo babbano per segnalare di stare nascosto, per dare il tempo a suo padre, il grande Canardini, per creare quella suspense di spettacolarità babbana. Quindi dopo aver visto il cenno di sua madre Ronald tornò dentro sperando di essere al sicuro. Si mise a controllare quello che succedeva dalla piccola finestra della chiesetta. Vide che il signor che presumete fosse il padre di Robin, e notò intervenire successivamente anche Varyare e, si disse:*

    che fa quella stolta è pericoloso ? Se almeno avessi avuto il permesso di usare la magia io sarei intervenuto

    *Anche se era del quarto anno di Hogwarts, non era ancora pronto per affrontare un mago adulto. Quindi per questa volta avrebbe dovuto fare qualcosa di silenzioso. Quindi si domandò:*

    “Adesso che faccio?"
    *Poi gli venne un'idea poteva essere assurda visto che non avevano nessun strumento babbano e quindi pensò intensamente:*

    "SPERIAMO CHE UNO DEGLI ADULTI SIA UN LEGGILIMENS,
    FORSE POTREI CONSIGLIARE. QUALCHE MOSSA. POTREBBE ESSERCI UN MODO, SE UNO DI LORO FOSSE CAPACE DI USARE GLI INCANTESIMI NON VERBALI POTREBBERO CASTARE UN DIFFINDO. POI QUALCUN ALTRO DOVREBBE USARE UN DISILLUDO SUI TRE RAGAZZI LI FUORI.”


    *Sperando, escludendo Selene perché Ronald sapeva che lei era solamente una brava pozionista, o almeno era quello gli avevo fatto credere sua madre, che uno di loro fosse qualche Legglimens esperto e che non lo fosse quella persona che aveva preso in ostaggio Paul ehm Robin. Ronald si mise a controllare dalla finestra se uno degli adulti, per un caso fortuito, gli avesse letto nella sua mente.*

    So che è breve ma è sempre meglio di niente, no ? @Esperanza_Fuentes, @Freya_Hansen, @Robin_Peach, @William_Rogers, @Varyare_King, @Damian_Saps, @Luke_Deaggle, @Jane_Casterwill, @Charlotte_Mills, @Robin_Peach, @Amelia_Smith, @Damian_Saps, @Sansa_Stark, @Aini_Feanor, @Vera_Grace, @Elisa_Renierv, @Clarissa_Greythorne, @Claire_Biovero, @Zack_Plans,




    Ultima modifica di Ronald_Canard mese scorso, modificato 1 volta in totale


  • Robin_Peach

    Grifondoro Membro del Consiglio di Hogsmeade

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 5
    Galeoni: 400
        Robin_Peach
    Grifondoro Membro del Consiglio di Hogsmeade
       
       

    *Robin vide uno sconosciuto che si materializzava, ma non ebbe neanche il tempo di capire che si ritrovò legato.
    In un momento scolastico avrebbe potuto slegarsi facilmente con un Finite Incantatem, ma in quel frangente non poteva usare la magia; era disperato, ma cercò di non farsi prendere dal panico.
    Poi vide arrivare Varyare, che con un coltellino cominciò a slegare le funi*

    Varyare... Nella mia tasca... C'è un coltellino ricurvo... Farai prima!

    *Disse; poi l'amica riuscì a liberargli il braccio, così Robin poté prendere lui stesso il coltellino e slegarsi*

    Svelta! Dietro quella lapide!

    *Disse a Varyare; poi si mise carponi per cercare gli amici, e li trovò poco lontani, dietro una lapide anche loro*

    Ragazzi... Avete qualche idea? Io no... Ma possiamo chiedere aiuto ai nostri genitori...

    *Disse agli amici; sperava che gli amici ne avessero qualcuna, perché nella sua testa c'era il buio più completo.
    Poi gli venne un lampo*

    Mio padre è legilimens, potrebbe leggere i pensieri del malintenzionato!

    *Disse con una voce interrogativa; sperava che sarebbe piaciuta l'idea, ma se qualcuno ne avesse una migliore l'avrebbe sicuramente messa in atto senza offendersi, l'importante era uscire sani e salvi da lì.*



    @Ronald_Canard, @Varyare_King, @Luke_Deaggle,


  • Luke_Deaggle

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 1
    Galeoni: 17
        Luke_Deaggle
    Grifondoro
       
       

    *La situazione si stava facendo sempre più concitata, per fortuna Robin riuscì a liberarsi e a raggiungere gli altri senza che il mago se ne fosse accorto; raggiunse i compagni dietro una lapide e ora bisognava decidere cosa fare, concordare una strategia comune per riuscire almeno a mettersi in salvo, Luke cercò di guardare i compagni negli occhi per capire se se la sentissero di provare a fare qualcosa o se avessero preferito rimanere lì in attesa; tuttavia la fioca luce della luna non permetteva di vedere distintamente i volti dei compagni.
    Mentre i secondi scorrevano veloci qualche botto si udiva da lontano, nessuno di loro sapeva cosa stessero facendo i genitori o il mago, si udivano solo dei rumori non troppo lontani da loro per la verità.
    Bisognava inoltre che stessero attenti, non ci sarebbe voluto molto prima che il mago sconosciuto si accorgesse che il suo ostaggio era fuggito, e allora sarebbero probabilmente stati tutti in pericolo.

    Luke pensò a fondo cosa avrebbero potuto fare per riuscire a trovare una via d'uscita.*

    Ragazzi, l'uscita è sbarrata secondo me qui rischiamo solo di peggiorare le cose, o proviamo a trovare una via di fuga, o troviamo qualcosa che lo possa distrarre dando il tempo ai nostri genitori di intervenire. Se solo avessimo qualcosa con noi... Dovremmo però trovare una posizione lontana da qui e sicura... Un attimo...


    *improvvisamente a Luke venne un'illuminazione, nella sacca che aveva al collo teneva sempre una manciata di polvere volante perché era una di quelle cose che di solito si dimenticava di portare con sé...*

    Ehi ma un attimo, io ho della metropolvere e nella chiesetta di prima mi era sembrato di vedere un camino! Robin se tuo papà è un legilimens dovresti dirgli di far collegare questo camino con una delle nostre case in modo che noi possiamo fuggire in tranquillità!

    *si rese conto che non era il massimo e forse era addirittura un'idea sciocca ma ormai bisognava probabilmente tentare il tutto per tutto.*

    @Robin_Peach, @William_Rogers, @Ronald_Canard, @Varyare_King, @Luke_Deaggle,


  • Varyare_King

    Serpeverde Membro del Consiglio di Hogsmeade

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 4
    Galeoni: 95
        Varyare_King
    Serpeverde Membro del Consiglio di Hogsmeade
       
       

    *Mentre Varyare cercava di slegare Robin dalle funi, quasi invano visto che il coltellino che aveva non era abbastanza affilato per poter tagliare la corda, non poté fare a meno di pensare a quanto fosse stata strana quella serata. Se lei all'inizio aveva pensato che si sarebbe potuta rivelare monotona perchè non avrebbe fatto altro che girare per il paese, si sbagliava. Nessuno di loro pensava che fosse stato un caso a portarli lì, e avevano scoperto che forse erano imparentati tra di loro, anche se alla lontana.
    Mentre ripensava a ciò Robin le disse di prendere un coltellino ricurvo che aveva in tasca perché con quello avrebbe fatto peima, anche se alla fine lo poté prendere lui stesso con il braccio che era riuscita a slegare.
    Una volta che Robin si fu liberato corsero dietro la lapide dove c'erano anche Luke e Robin, dove erano "meno esposti" al pericolo; anche se quella figura misteriosa avesse voluto, avrebbe potuto benissimo fargli del male anche lì dietro.
    Poi Robin chiese se avessero qualche idea per poi aggiungere che siccome suo padre era un legiliments avrebbe potuto leggere i pensieri di quella persona per capire cosa voleva fare. Luke invece disse che in tasca aveva della Metropolvere e visto che nella chiesetta c'era un camino potevano andare lontano da quel posto.*

    Va benissimo, ma come facciamo? Per quel che so per leggere la mente a qualcuno bisogna essere un po' vicino.

    *Disse. Non ne era sicura perché non aveva mai conosciuto legiliments, però se suo padre fosse stato un professionista in quel campo magari non ci sarebbe avuto il bisogno di andare da loro, ma il problema era attirare l'attenzione dei genitori senza farsi vedere dal malintenzionato.
    Guardò dove prima c'era la persona sconosciuto, ma non riusciva a vedere nulla di più dell'oscurità, magari si era smaterializzato oppure soltanto spostata di qualche metro. La sua paura era che ora si stava dirigendo verso i loro genitori o peggio, verso di loro che erano disarmati. Potevano usare la bacchetta solo in caso di estrema necessità e lei pensava che forse quello sarebbe stato il caso, nell'occorrenza sarebbe stata disposta a lanciare un incantesimo consapevole delle conseguenze.*

    @Robin_Peach, @Luke_Deaggle, @Ronald_Canard


  • Ronald_Canard

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 4
    Galeoni: 256
        Ronald_Canard
    Corvonero
       
       

    *Non sapendo se qualcuno gli avesse letto nella mente precedentemente, poiché lui era ancora dentro alla chiesetta, su consiglio di sua madre. Voleva essere d’aiuto anche per i suoi compagni d'avventura ch’erano lì fuori. Prima controllò se c’era una finestra che si poteva aprire abbastanza per farsi vedere e fortunatamente ne trovò una; quindi si frugò nelle tasche per controllare se avesse qualcosa di utile, in una aveva una scatolina di petardi di quelli che non avevano bisogno di fuoco per essere usati e cioè quelli scoppiettanti babbani. Probabilmente li aveva messi in tasca prima di tutto quella strana avventura, poiché li avrebbe voluti usare per qualche spettacolo di suo padre.*



    *E cercò di farsi vedere solamente da sua madre che aveva qualcosa in mano. Selena si accorse e si ricordò che il padre di Robin era un leggilimens. Quindi gli consigliò leggere nella mente ragazzo ch'era ancora dentro alla chiesetta, cioè su Ronald. Il quale stava pensando:*

    “POTREI LANCIARE QUESTI PETARDI E UNO DI LORO POTREBBE AUMENTARE IL RUMORE, COSI MAGARI POTREBBERO SEMBRARE DEGLI SPARI DI UNA PISTOLA.”

    *E attese qualche reazione o da sua madre o da uno degli adulti o persino da uno dei suoi compagni d’avventura. Uno dei quali gli avrebbero dato il segnale di lanciarli.*

    So che è breve ma è sempre meglio di niente, no ? @Robin_Peach, @Varyare_King, @Luke_Deaggle,


  • Luke_Deaggle

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 1
    Galeoni: 17
        Luke_Deaggle
    Grifondoro
       
       

    *Le esplosioni continuavano a susseguirsi in lontananza insieme con i rumori più strani, della polvere inoltre cominciò ad alzarsi nella zona dove prima si trovava Robin legato impedendo così ai ragazzi di vedere più chiaramente cosa stesse per succedere. Probabilmente lo scontro tra la figura misteriosa e i genitori dei ragazzi stava avendo luogo come si suol dire "senza esclusione di colpi", Luke cominciò a pensare che qualunque tentativo di farsi leggere nel pensiero da uno degli adulti sarebbe stato vano dal momento che già era di per sé difficile che gli passasse per la testa di mettersi a leggere nella mente, in secondo luogo mancava il contatto visivo che per quello era fondamentale e in terzo luogo erano talmente impegnati che dubitava riuscissero anche a dedicarsi alla legilimanzia. Riuscire a comunicare era però davvero essenziale in quella fase, poteva dar loro la possibilità di mettersi in salvo e poteva permettere ai genitori di dire loro cosa fare e, soprattutto, cosa non fare. Luke cercò di riordinare le idee per capire cosa potevano fare, vide Ronald mostrare di avere qualcosa in mano, era rimasto da solo dentro la chiesetta, bisognava cercare di capire cosa avesse in mente, forse aveva anche lui della polvere volante, o forse qualcos'altro in mano... Guardò gli sguardi perplessi come il suo di Robin e Varyare che erano vicini a lui*

    Ragazzi, avete ragione la storia della legiliminazia non funziona, io qui sono il più piccolo e il più magro, posso provare a raggiungere i genitori per dirgli che siamo qui e chiedergli di aprirci il camino verso Londra in modo da poter fuggire con la polvere volante, e capire cos'altro possiamo fare per aiutarli! Voi però dovreste provare a distrarre il tipo in modo che non si accorga troppo di me, potrei fare rumori muovendomi o potrebbe vedermi mentre vado da un rifugio all'altro, provate a fare qualcosa per distrarlo senza però attirarlo verso di voi! Prima passo per la chiesetta per capire cos'ha in mente Ronald, l'ho visto agitare qualcosa...

    *disse Luke tutto d'un fiato per fare più in fretta possibile; guardò per un attimo i visi degli amici augurandosi di averli potuti ancora rivedere anche dopo la sua avventura, dopo aver salutato con un cenno del capo i compagni si avviò a gattoni tra le lapidi per raggiungere la chiesetta dove si erano nascosti i ragazzi all'inizio; vide non distante l'ammasso di pietre che li separava dai genitori, forse poteva farcela a raggiungerli; sparendo alla vista degli amici tra la polvere della pietra e del marmo andato in frantumi raggiunse presto una lapide abbastanza grande che lo copriva alla vista del mago e sempre gattonando arrivò a una tomba vicinissima all'ingresso della chiesetta dove poteva farsi sentire da Ronald.*


    Psss, ehi sono io!

    *disse Luke indicando sé e l'ammasso di pietre che faceva da barriera*

    vado ad avvisare i genitori di collegare il camino alla metropolvere, ne hai anche tu?

    *gli disse infine indicando la scatoletta che aveva in mano l'amico*

    @Ronald_Canard, @William_Rogers, @Robin_Peach, @Varyare_King, @Luke_Deaggle,




    Ultima modifica di Luke_Deaggle mese scorso, modificato 1 volta in totale


  • Ronald_Canard

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 4
    Galeoni: 256
        Ronald_Canard
    Corvonero
       
       

    *Ronald visto che nessuno faceva cenni, intuì che forse non c’era nessun leggilimens li nei paraggi. Quando senti come uno sibilo che sembrava un serpente, e per un momento sperò che non fosse proprio uno di quelli che lo sconosciuto aveva evocato. Fortunatamente vide con la coda dell’occhio era Luke dietro ad un ammasso di pietre. Luke gli disse che lui andava dai genitori per chiedere della metropolvere per poi usarla sul caminetto che era in quella chiesetta, e gli domandò anche se in quella scatolina ce ne fosse.
    Ronald rispose: *

    No questi sono dei semplici petardi babbani che se gettati a terra e scoppiettano. Pensavo, se gli adulti potessero aumentare il rumore, potrebbe essere scambiato per degli spari, e da usare come distrazione. Inoltre uno dei nostri genitori ci o vi incanti con l’incanto di mimetizzazione. Che dici? Potrebbe funzionare ?

    *Poi rivide sua madre e aggiunse:*

    Potresti chiedere a mia madre di farmi un segno quando siete tutti pronti a raggiungermi. Chiamala pure Sely, lei capirà.

    *Quel nome era un modo di chiamarla era solita usarlo durante gli spettacoli di magia che facevano insieme, per azionare i trucchi per suo padre al momento giusto. Sperando che sua madre afferrasse il suo suggerimento.*


    Scusatemi se è corta ma è sempre mglio di niente no ? @Robin_Peach, @Varyare_King, @Luke_Deaggle,



Vai a pagina Precedente  1, 2, 3