• Charlotte_Mills

    Serpeverde Amministratore Preside Insegnante Moderatore Web Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 11
    Galeoni: 257298
       
       

    *Tutti riconobbero la piuma bacchetta.
    Era infatti appartenuta al famoso mago ex Serpeverde ed ex Preside di Hogwarts Severus Piton. Il primo ad ipotizzare a chi potesse appartenere, senza aver fatto alcuna domanda alla donna che aveva organizzato l'evento era stato un giovane ragazzino che, dall'aspetto non doveva avere più di undici o dodici anni.
    Charlotte sorrise verso i partecipanti di varie età, era felice di vedere tale partecipazione alla nuova edizione di quell'evento che, nel corso degli anni, aveva sempre riscosso successo.*

    Esattamente!
    Complimenti per aver indovinato senza indizi.


    *Affermò la donna, raggiungendo la seconda teca.





    Al suo interno c'era una bacchetta assai interessante.
    La prima volta che l'aveva vista era rimasta affascinata dall'impugnatura particolare e dal tipo di legno. Era una bacchetta assai potente, così come lo era stato il mago che l'aveva posseduta per tanti anni. Quando le era stata mostrata era rimasta basita da come era stata conservata bene dal suo proprietario, uomo o donna che "involontariamente" tutti quanti avevano incontrato almeno una volta.*



    Questa è la seconda misteriosa bacchetta del nostro “indovina chi”.

    *Indovinare il proprietario di quella bacchetta era ancora più difficile del primo catalizzatore che i presenti avevano associato, correttamente, a Severus Piton.
    Chi era il misterioso proprietario di quella bacchetta così particolare?*

    @Zack_Plans, @Varyare_King, @Alice_Mcdougal, @Amelia_Smith, @Ronald_Canard, @Luke_Deaggle, @Robin_Peach,


  • Robin_Peach

    Grifondoro Membro del Consiglio di Hogsmeade

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 5
    Galeoni: 400
        Robin_Peach
    Grifondoro Membro del Consiglio di Hogsmeade
       
       

    *La Professoressa Mills mostrò la seconda bacchetta della giornata, chiedendo a chi potesse appartenere.
    Robin aveva già visto anche quella, e penso a chi potesse appartenere... Con un'impugnatura così strana doveva appartenere a un grande mago... Ma era una bacchetta di fattura antica, non recente! Non era di Silente, non era lui, e neanche altri. Pochi maghi avevano bacchette con quell'impugnatura
    Ma sì, era un grande amico di Silente! Avevano condiviso insieme tante avventure, e avevano scoperto la Pietra Filosofale! L'elisir di lunga vita era attribuito anche a lui! Ed era menzionato anche sulle cioccorane!!!
    A Robin venne in mente di getto*

    Professoressa! Quella bacchetta appartiene al grandissimo Nicolas Flamel!

    *Disse; aspetto una reazione dalla donna per capire se avesse indovinato o meno.
    Ne era pressoché sicuro, ma la conerma era in mano alla donna ultratrentenne di fronte a lui.*



    Ultima modifica di Robin_Peach mese scorso, modificato 2 volte in totale


  • Alice_Mcdougal

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 1
    Galeoni: 169
       
       

    [SALILLS NEGOZIO DI BACCHETTE]


    *Alice fu triste di notare che la ragazza dai lunghi capelli rossi non aveva seguito il suo esempio nel bere. Pensò tristemente:*

    Almeno ci ho provato...

    *Poco dopo entrò un'altra ragazza che aveva visto a Casterwill's Kitchen. Salutò la Preside e i suoi amici.
    Così la professoressa Mills decise che era arrivato il momento di cominciare a giocare all' "Indovina Chi". Spiegò le regole: lei avrebbe mostrato ai presenti una bacchetta appartenuta ad un personaggio famoso, e gli altri avrebbero dovuto indovinare chi fosse il proprietario del catalizzatore. Potevano anche fare domande sul mago o strega in questione.
    Essendo attratta dall'arte delle bacchette, Alice una volta aveva letto un libro inerente ai catalizzatori di maghi e streghe famosi del passato, ma non ricordava molto.
    Poi l'ex Serpeverde mostrò la prima bacchetta. Ad Alice sembrava molto seria e sentiva di averla vista in quel libro, ma non ricordava chi fosse il proprietario. Stava per chiedere se si trattasse di un uomo o una donna quando il ragazzino che prima le si era presentato ipotizzò che fosse appartenuta a Severus Piton, un abile pozionista e insegnante di Hogwarts. Ad Alice sembrava molto plausibile, ed anche Robin espresse la sua approvazione. La professoressa Mills confermò la loro teoria e mostrò la seconda bacchetta. Alice non ricordava di averla mai vista. Robin invece sì, perché disse:*

    Professoressa! Quella bacchetta appartiene al grandissimo Nicolas Flamel!

    *Ad Alice sembrava plausibile, ma meno del precedente round, così, dato che nessuno diceva nien'altro, guardò la professoressa Mills e chiese:*

    È appartenuta ad un uomo?

    @Jane_Casterwill, @Ronald_Canard, @Eirwen_Quinn, @Varyare_King, @Luke_Deaggle, @Robin_Peach, @Amelia_Smith, @Berenice_Fawley, @Charlotte_Mills, @Sarah_Jonson, @Emily_Banks, @William_Rogers, @Damian_Saps, @Helen_White,

  • Ronald_Canard

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 4
    Galeoni: 256
        Ronald_Canard
    Corvonero
       
       

    *Ronald quando guardò il viso di Amelia e che le guance di Amelia che divennero rosse, anche le sue presero quella colorazione ma non si accorse di ciò e disse:*

    Amelia, forse a te non fa bene uscire durante la pioggia.

    * Ronald non capì che Amelia era imbarazzata visto che ogni volta che l’aveva incontrata era in una giornata di pioggia. Quindi associava il rosso della giovane grifondoro al brutto tempo.
    Qualche minuto dopo iniziò il gioco dell’indovina chi. Come aveva immaginato era molto simile a quello babbano, con la sola differenza che dovevano indovinare chi era il possessore della bacchetta.Cioè era più un
    Per la prima aspettò e poi sentì subito dire da molti che la bacchetta era dell’abile pozionista chiamato anche il principe mezzosangue nonché l’ex preside di Hogwarts Severus Piton.
    Charlotte disse che era giusto. Ne mostrò un’altra. Ronald pensò:*

    Questa mi sembra di averla già vista da qualche parte con quella forma cosi strana. Forse l'avrò vista nel libro di storia della magia e mi sembra anche nelle pozioni di mia madre. Come si chiama quel mago che era assieme a Cagliostro in alcuni libri di miti e leggende babbani ?”

    *Nello stesso momento in cui lo stava pensato Robin disse che apparteneva a Nicholas Flamel. E quindi ripensò:*

    ”mi sa che era proprio lui”

    Prima di sentire la risposta di Charlotte ci fu Alice che fece una domanda, la più frequente anche nel gioco babbano cioè s’era di un maschio. Quindi pensò:*

    “Se Charlotte dirà che è appartenuta a un maschio sarà proprio Nicholas Flamel”

    *Attese la risposta di Charlotte, anche se immaginava che fosse proprio quella esatta.*
    @Charlotte_Mills,@Zack_Plans,@Robin_Peach,@Luke_Deaggle,@Alice_Mcdouggal,@Vera_Grace,@Amelia_Smith, @Aini_Feanor,@Sarah_Jonson


  • Varyare_King

    Serpeverde Membro del Consiglio di Hogsmeade

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 4
    Galeoni: 95
        Varyare_King
    Serpeverde Membro del Consiglio di Hogsmeade
       
       

    *In quei pochi minuti che li dividevano dall'inizio dell'"Indovina Chi", i ragazzi di diverse età chiacchieravano tranquillamente tra loro, alcuni che già si conoscevano, altri che stavano facendo le prime presentazioni proprio in quel momento. Posto dove solitamente c'era il bancone, per quel pomeriggio speciale era stato messo invece un buffet che comprendeva una vasta scelta tra le cibarie, ma nonostante ciò Varyare decise di non prendere nulla per il momento, preferendo invece solo un bicchiere d'acqua.
    Giunse il momento dell'inizio dell'evento. La Preside Mills e organizzatrice prese la parola spiegando le varie regole e l'obbiettivo di quel "gioco", che come premio finale aveva un buono per uno dei pub del villaggio, e una percentuale di sconto per un negozio a scelta di Hogsmeade. Finito di parlare presentò la prima bacchetta, della quale loro dovevano indovinare il proprietario.
    La quattordicenne la osservò attentamente, non era un'esperta di bacchette e tanto meno dei maghi che in passato l'avevano utilizzata, ma se avesse potuto tenerla in mano per verificare sia la lunghezza che la rigidità pensava fosse stato più semplice. Tuttavia era permesso loro solamente porre domande riguardo al mago o alla strega correlati ad essa e non sulla bacchetta stessa.
    Il colore della bacchetta, scuro, le poteva dare la certezza che il legno di cui era fatta derivava dalla pianta di betulla, che poi era lo stesso utilizzato per fabbricare la coda di una delle più note scope: la Firebolt. Non poteva sapere il nucleo di cui era composta, anche se la storia delle bacchette le interessava molto non aveva mai fatto ricerche approfondite sulla loro origine o significato, e pertanto non era in grado di rilevarne il nucleo solamente vedendola. Sembrava lunga più o meno 12 pollici e conosceva solamente un mago famoso con quelle caratteristiche, anche se molto probabilmente anche altri possedevano una bacchetta simile.*

    "Severus Piton

    *Pensò subito la Serpeverde dopo pochi secondi di riflessione.A suo parere quella bacchetta era appartenuta proprio al Principe Mezzosangue, abilissimo pozionista e preside di Hogwarts, lo stesso mago che ha ucciso il grande Silente sotto suo ordine. Nutriva una grande ammirazione verso di lui, sia per le sue doti in fatto di incantesimi e pozioni, che per il suo coraggio e determinazione.
    Nel frattempo però, qualcun altro presente al negozio trovò la risposta prima di lei, e quel qualcuno era Luke, seguito da Robin che concordò con la sua risposta. La Preside Mills si complimentò con i due Grifondoro per aver trovato la risposta esatta senza il bisogno di chiedere indizi,e passò alla bacchetta successiva.
    Questa volta il legno che conformava la bacchetta prendeva un colore quasi sul rossiccio, ma ciò che la colpì di più fu l'impugnatura. La bacchetta in sé era abbastanza diritta, tranne appunto il lato da cui il mago o la strega l'avevano tenuta che prendeva una forma arrotondata sulla punta. Proprio appena dopo la particolare incurvatura, una specie di anello dal color dell'oro separava quella che era l'impugnatura dalla bacchetta stessa. Fu proprio questo piccolo ma significante dettaglio a farle venire in mente subito il noto alchimista francese Nicolas Flamel, inventore della Pietra Filosofale. Si trattava infatti di una bacchetta particolarmente antica e dubitava ci fossero parecchi maghi a possederne un modello simile del loro secolo.
    A garantirle un po' di più la sicurezza delle sue ipotesi fu Robin che a quanto pareva era molto informato sull'arte delle bacchette, ma non fece in tempo ad esprimere il suo pensiero che una ragazza poco più piccola di lei pose una domanda, ovvero se il proprietario era un uomo.
    Senza aspettare la risposta della professoressa, cogliendo un momento di silenzio che si era creato nella stanza, la quattordicenne chiese, più per conferma che come domanda:*

    Concordo con Robin. Anche per me il proprietario della bacchetta era Nicolas Flamel, il noto alchimista francese nonché l'unico ad esser riuscito a fabbricare la Pietra Filosofale.

    *Sperava la sua ipotesi fosse esatta, poiché era molto sicura che appartenesse proprio all'alchimista, per il quale nutriva grande ammirazione e rispetto.*

    @Charlotte_Mills,@Zack_Plans,@Robin_Peach,@Luke_Deaggle,@Alice_Mcdouggal,@Vera_Grace,@Amelia_Smith, @Aini_Feanor,@Sarah_Jonson @Ronald_Canard,


  • Amelia_Smith

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 4
    Galeoni: 482
        Amelia_Smith
    Grifondoro
       
       

    *La Grifa si sentì dire che non le faceva bene uscire con la pioggia, proprio da Ronald. La sorpresa di dipinse sul suo volto quando vide che anche le sue guance erano rosse, come le sue. *
    [color =red] Neanche a te, se per questo. [/color]
    *Gli disse di rimando. Provava a sembrare indifferente, ma in realtà una gioia incredibile prendeva forma dentro alla Grifondoro: in sua presenza non era mai diventato rosso...
    Ormai il gioco non le importava più. *
    Andiamo, Amelia! A lui piace Esperanza, lo sanno anche i sassi. Non illuderti e piantala di fare la stupida, che hai una reputazione da difendere.
    *Si disse, in modo molto autolesionista. Non poteva mentirsi: un raggio di speranza si era fatto strada nella tristezza che fino a quel momento l'aveva tormentata nei giorni passati. *
    [color =red] Sei... Leggermente... Ehm... Rosso, ecco. Forse hai il raffreddore. [/color]
    * Continuò, accorgendosi che aveva quasi preso fuoco: ormai era tutta rossa, non solo le gote. La gente attorno era amica, ma nonostante ciò si vergognava terribilmente anche se era felice anzi gioiosa, quindi continuava a pregate che fossero concentrati sul gioco per badare a lei. *
    @Ronald_Canard, @Charlotte_Mills,@Luke_Deaggle,@Alice_Mcdougle,@Robin_Peach,@Varyare_King,@Zack_Plans




    Ultima modifica di Amelia_Smith mese scorso, modificato 1 volta in totale


  • Ronald_Canard

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 4
    Galeoni: 256
        Ronald_Canard
    Corvonero
       
       

    *Ronald quando senti dire di rimando che anche lui non faceva bene uscire quando pioveva, visto che pure lui era rosso come lei. Amelia gli disse che probabilmente aveva preso il raffreddore. Lui pensò: *

    “ Perché arrossisco in presenza di Amelia? Cosa mi sta succedendo? A me piace Esperanza”
    *Dopo quello strano pensiero ma prima di tornare a sentire le varie risposte di Charlotte Mills e aspettando che mostrasse la prossima bacchetta. Sperando d'indovinarla. Almeno di trovare il coraggio di buttarsi anche sbagliando alla grande, altrimenti come avrebbe fatto ad avere il fegato per dichiararsi a Esperanza in Settembre ad Hogwarts? Tornando alla realtà e rivoltò verso Amelia disse:*

    Beh potrei averlo preso, per colpa di questo brutto tempo *

    *Quindi si mise la mascherina per due motivi, il primo era per nascondere quello strano imbarazzo e il secondo perché sapeva che il Covid non faceva distinzione di sangue, contagiava tutte quelle persone che erano imprudenti. Quelle persone babbane o no, che non prendevano precauzioni, e lui essendo un mezzosangue sarebbe stato sicuramente contagiato, visto che c’era il pericolo da entrambe le parti. Non avrebbe voluto stare a casa durante tutto Settembre per i seguenti motivi: il primo doveva ridare i punti che aveva perso; secondo doveva pure subire la punizione delle Preside per essere entrato nella stanza proibita e terzo, che per lui era quello più importante, di dichiarare il suo amore a Esperanza.*

    @Charlotte_Mills,@Zack_Plans,@Robin_Peach,@Luke_Deaggle,@Alice_Mcdouggal,@Vera_Grace,@Amelia_Smith, @Aini_Feanor,@Sarah_Jonson


  • Charlotte_Mills

    Serpeverde Amministratore Preside Insegnante Moderatore Web Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 11
    Galeoni: 257298
       
       

    *Anche se quel secondo catalizzatore magico era difficile da indovinare, la sua manifattura attirò i presenti che, ipotizzando, indovinarono il mago alla quale era appartenuta.
    Ovviamente quelle bacchette difronte a loro erano solo delle riproduzioni che si potevano osservare al Magic Museum di Hogsmeade durante tutto l'anno, ma osservarle da così vicino era un occasione più che rara.
    Charlotte, proprietaria di quel negozio di bacchette in quel piccolo villaggio era felice di vedere come i presenti si stessero divertendo nell'indovinare i maghi o le streghe alla quale potevano essere appartenute quelle bacchette così particolari allo sguardo.*

    Esattamente.
    Complimenti al signor Peach per aver indovinato questo secondo catalizzatore misterioso.



    *Affermò sorridendo.
    In tutto quello l'orologio a pendolo posto su una delle pareti, nel chiacchiericcio generale, rintoccò in sottofondo le diciotto della sera.
    La ex Serpeverde avrebbe voluto mostrare qualche altro catalizzatore magico ai presenti, ma era purtroppo giunta l'ora di terminare quell'evento giunto alla sua terza edizione.

    Purtroppo siamo giunti alla fine del nostro “indovina chi”.

    *Disse la Preside di Hogwarts.
    Charlotte Mills era una Preside diversa dai suoi predecessori. Non amava stare chiusa nel suo ufficio e non farsi vedere se non per le sue lezioni, ma anzi amava passeggiare per i corridoi di Hogwarts, vivere la quotidianità di Hogsmeade e molto altro.
    Forse alcuni potevano considerarla non adatta, ma l'opportunità le era stata data dal Ministro della Magia in persona su consiglio della ex preside Sibilla. Le capitava di scambiare qualche lettera via gufo con quella Tassorosso che, così di punto in bianco, aveva deciso di dare un cambiamento alla propria vita. Un po' la capiva: passare così tanti anni dietro ad una carica così importante era logorante e lei, che era preside da quasi tre anni iniziava piano piano a capirlo.*

    Complimenti al signor Peach e al signor Deaggle per indovinato per primi. Per voi c'è un piccolo premio che vi aspetta.

    *Il premio in questione non era altro che un buono per uno dei pub di Hogsmeade da spendere quando volevano.
    La donna consegnò quel piccolo premio, chiuso in una busta scarlatta, si due ragazzi che prontamente avevano indovinato i due maghi proprietari dei catalizzatori magici che Charlotte aveva mostrato ai presenti all'evento.
    Fece i complimenti ai due giovani e, subito dopo, ricordò la presenza di un buffet alla quale tutti i presenti potevano attingere. Anche la donna si avvicinò al tavolo e prese, oltre ad un bicchiere di acqua viola un piccolo quadratino di focaccia preparata dagli elfi delle cucine di Hogwarts che, volenterosi, erano sempre pronti ad aiutare.*


Vai a pagina Precedente  1, 2