Hogwarts - 4° Piano
Hogwarts - 4° Piano


  • Stefano_Draems

    Fondatore Amministratore Ministro Ad Honorem Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 16
    Galeoni: 584328
       
       



    Role Aperta da Mihos_Renny


  • Mihos_Renny

    Tassorosso Insegnante Responsabile di Casa

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 9
    Galeoni: 7184
        Mihos_Renny
    Tassorosso Insegnante Responsabile di Casa
       
       

    [TERZO PIANO - UFFICIO MIHOS RENNY]




    *La giornata era splendida, non una nuvola oscurava il cielo sopra Hogwarts e anche se il sole splendeva alto non si poteva di certo dire che facesse caldo all'esterno. L'autunno era arrivato da quasi un mese e le temperature, rispetto alla stagione precedente, si erano abbassate quasi di colpo e il freddo era ormai diventato parte della routine quotidiana. Un uomo nel suo ufficio, con le maniche della camicia tirate su, era seduto alla sua scrivania con lo sguardo concentrato su dei fogli di pergamena. Mihos Renny, professore di incantesimi di Hogwarts si trovava nel suo ufficio per finire di correggere i compiti assegnati all'ultima lezione.

    E anche questo è andato, passiamo al prossimo.

    *Prima di passare alla pergamena successiva si stropicciò gli occhi con la mano destra e fece un lungo sospiro, fortunatamente quel giorno non sarebbe dovuto andare al Ministero a svolgere il lavoro di Auror, perché come d'accordo con il suo amico ed ex compagno Tassorosso, Marcus Largh, si sarebbe dovuto recare in biblioteca per la giornata del "Book Club", una sorta di club del libro che aveva organizzato la prima volta anni prima e che da allora, ogni tot organizzava degli incontri nella biblioteca della scuola. Un'idea molto carina, ma a causa di impegni lavorativi questa volta non si sarebbe potuto presentare, così, qualche giorno prima della sua partenza, chiese a Mihos il favore di presenziare al suo posto, dato che gli dispiaceva dover annullare quell'evento. Come poteva lui rifiutare tale richiesta da un collega e amico, decise allora di scegliere uno dei libri dalla sua libreria e portarlo al Book Club, che si sarebbe tenuto quello stesso giorno.
    Un paio di compiti corretti dopo, il professore guardò l'orologio notando che l'ora di uscire da quell'ufficio era ormai giunta e che se non si fosse sbrigato a prepararsi avrebbe fatto tardi all'incontro, preso dalla foga del momento il professore si alzò di scatto, si sistemò le maniche e prese la borsa con tutte le sue cose e si diresse in biblioteca, fortunatamente ad un piano di differenza dal suo.*

    [QUARTO PIANO - BIBLIOTECA]




    *Arrivato alla biblioteca Mihos si diresse verso l'ala dedicata al club del libro, ancora non era arrivato nessuno, ma fortunatamente la bibliotecaria aveva già disposto le sedie, cosicché l'unica cosa che sarebbe mancata a quell'incontro sarebbero stati i partecipanti.*

    Bene, ora aspettiamo che arrivino gli altri

    *Disse l'ex-Tassorosso togliendosi la borsa e la giacca posizionandole sullo schienale di una delle sedie, non gli bastava altro che attendere che arrivassero tutti gli altri e iniziare questa nuova esperienza, almeno per lui.*

    @Luke_Deaggle, @Ronald_Canard, @Lucretia_Holland, @Varyare_King, @Helen_White, @Sarah_Jonson, @Amelia_Smith, @Clarissa_Greythorne, @Blair_Volkov, @Samantha_Finnigan, @Esperanza_Fuentes, @William_Rogers, @Raven_Lovely, @Vera_Grace, @Robert_Dips, @Robin_Peach, @Niki_Wight, @Eirwen_Quinn, @Helen_Benlor, @Dorcas_Moore, @Charlotte_Mills, @John_Stark, @Freya_Hansen, @Helena_Strange, @Jane_Casterwill, @Lucy_Graison, @Emily_Banks, @Juliet_Love, @Engel_Hilt, @Damian_Saps, @Arthis_Stain, @Zack_Plans, @Robert_Sword, @Sylvia_Turner, @Blarck_Fleurt, @Miax_Concas, @Alex_Cliff, @Cassandra_Gibbs, @Raffaella_Saxon, @Charlotte_Sibley, @Anna_Miller, @Harley_Sundwall, @Achilles_Davids, @Alexander_Grintas, @Ginevra_Brittney, @Mathias_Riser, @Kevin_Mitchell, @Roonil_Wazlib, @Alexia_Cotza, @Abraxas_Yaxley, @Marcus_Largh, @Victoria_Turn, @Aurora_Dilaurentis, @Alice_Mcdougal, @Gellert_Mcking, @Megan_Torres, @Irene_Crowne, @Sophia_Grind, @Angelina_Jackson, @Sarah_Darcy, @Valentine_Stark, @Berenice_Fawley, @Artemis_Pengwing, @Chloe_Danish, @Keith_Connington, @Julie_Flaff, @Millennium_Falcon, @Alexia_Honored, @Helena_Blaack, @Anne_Denses, @Katrin_Hopkir, @Adeline_Hughes, @Ness_Parker, @Beatrix_Wood,



    OFF GDR
    Benvenuti a questa nuova role, potete postare fin da subito.
    Avete portato con voi il vostro libro? Il professor Largh e i vostri compagni vi aspettano!




  • William_Rogers

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 5
    Galeoni: 78
       
       

    [TORRE GRIFONDORO - SALA COMUNE]


    *William era tornato da poco dalla Sala Grande, dopo aver pranzato leggermente, e si era seduto sulla poltrona più comoda, quella davanti al camino. Nella Sala Comune si vociferava di un "Book Club", ossia di un club del libro che si svolgeva nella Biblioteca. In tutti i cinque anni in cui frequentava Hogwarts, non aveva mai sentito di una cosa del genere, ma aveva deciso di partecipare. Per partecipare, bisognava portare un proprio libro, e fortuna volle che WIlliam se ne fosse portati alcuni da casa. Doveva scegliere tra i diversi generi, e decise di prendere un romanzo Fantasy:L'apprendista assassino.*



    *Indossò la divisa scolastica, e si incamminò verso il quarto piano.*

    [QUARTO PIANO - BIBLIOTECA]


    *WIlliam era arrivato in Biblioteca, che era abbastanza vuota. Cominciò a cercare dove fosse il club del libro, ma l'unica cosa che notò era il Professor Mihos_Renny.*

    Buon pomeriggio professor Renny, saprebbe indicarmi dov'è riunito il club del libro?

    *Chiese WIlliam al professore.*

    @Luke_Deaggle, @Ronald_Canard, @Lucretia_Holland, @Varyare_King, @Helen_White, @Sarah_Jonson, @Amelia_Smith, @Clarissa_Greythorne, @Blair_Volkov, @Samantha_Finnigan, @Esperanza_Fuentes, @Raven_Lovely, @Vera_Grace, @Robert_Dips, @Robin_Peach, @Niki_Wight, @Eirwen_Quinn, @Helen_Benlor, @Dorcas_Moore, @Charlotte_Mills, @John_Stark, @Freya_Hansen, @Helena_Strange, @Jane_Casterwill, @Lucy_Graison, @Emily_Banks, @Juliet_Love, @Engel_Hilt, @Damian_Saps, @Arthis_Stain, @Zack_Plans, @Robert_Sword, @Sylvia_Turner, @Blarck_Fleurt, @Miax_Concas, @Alex_Cliff, @Cassandra_Gibbs, @Raffaella_Saxon, @Charlotte_Sibley, @Anna_Miller, @Harley_Sundwall, @Achilles_Davids, @Alexander_Grintas, @Ginevra_Brittney, @Mathias_Riser, @Kevin_Mitchell, @Roonil_Wazlib, @Alexia_Cotza, @Abraxas_Yaxley, @Marcus_Largh, @Victoria_Turn, @Aurora_Dilaurentis, @Alice_Mcdougal, @Gellert_Mcking, @Megan_Torres, @Irene_Crowne, @Sophia_Grind, @Angelina_Jackson, @Sarah_Darcy, @Valentine_Stark, @Berenice_Fawley, @Artemis_Pengwing, @Chloe_Danish, @Keith_Connington, @Julie_Flaff, @Millennium_Falcon, @Alexia_Honored, @Helena_Blaack, @Anne_Denses, @Katrin_Hopkir, @Adeline_Hughes, @Ness_Parker, @Beatrix_Wood, @Mihos_Renny


  • Amelia_Smith

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 4
    Galeoni: 516
        Amelia_Smith
    Grifondoro
       
       

    DORMITORIO FEMMINILE DI GRIFONDORO


    *Amelia Smith si stava preparando per partecipare al club del libro: adorava la lettura, la amava e la considerava fonte di ispirazione. Leggere, secondo lei, apriva le porte a mondi infiniti... il vedere i libri un po' come delle chiavi la faceva stare bene, anche se quella metafora era stata ripetuta anche troppe volte. La ragazza sapeva che la biblioteca del castello era fornitissima, piena zeppa di libri e romanzi di tutte le dimensioni e di tutti i generi, ma c'erano alcuni volumi, alcune storie da cui non poteva separarsi, percui ne aveva portate alcune da casa. E per fortuna! Altrimenti addio club del libro.
    La Grifona doveva solo scegliere che portarsi dietro...*

    Mannaggia a me! Rischio di fare tardi...

    *Pensò, battendosi una mano sulla fronte.*

    Oh, basta così! Farò la conta.

    *Decise, risoluta: non c'era altro modo se non affidarsi al caso, visto che da sola sicuramente ci avrebbe messo ore a farsi venire in testa anche solo una minime idea di cosa portare. Perciò fece quella benedetta conta, e uscì un libro che la faceva impazzire: Wonder. Era una storia vera, successa nel mondo Babbano, molto commovente.*



    *Lo prese delicatamente e si alzò dal letto su cui era inginocchiata; in realtà gli altri libri erano tutti sparsi là sopra, ma ci avrebbe pensato dopo: aveva già procrastinato abbastanza in quella stanza. Uscì, con i capelli rossi che svolazzavano dietro di lei.*

    BIBLIOTECA DI HOGWARTS


    *Finalmente arrivò in Biblioteca. Vide solo William e il professor Renny.*



    Buongiorno, professor Renny!

    *Salutò allegramente.*

    Ciao, Will

    *Disse, sempre con lo sesso sorriso, rivolta al concasato. Non vedeva l'ora di cominciare! Sarebbe stato interessante, bello e costruttivo, se lo sentiva.*
    @Mihos_Renny,@William_Rogers,@Robin_Peach,@Ronald_Canard,@Vera_Grace,@Varyare_King,@Esperanza_Fuentes,@Eirwen_Quinn,@Damian_Saps,@Helen_White,@Blair_Volkov,@Luke_Deaggle




    Ultima modifica di Amelia_Smith 2 settimane fa, modificato 1 volta in totale


  • Ronald_Canard

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 5
    Galeoni: 335
        Ronald_Canard
    Corvonero
       
       

    [Torre Corvonero – Dormitorio Maschile]


    *Ronald visto che al febbraio aveva partecipato all’incontro ed essendo un Corvonero e quindi amante dei libri ci volle riandare. Quindi tra una marea di libri da prendere l’altra volta aveva preso un libro di novelle "il Decameron", stava per scegliere un giallo ma poi ne vide un altro che l'attirò perchè sembrava una formula magica e prese proprio quello che era intitolato: “Uno, Nessuno e Centomila” di Luigi Pirandello:*



    *Se lo mise nello suo zaino. Prendendo la sua bacchetta. Si avviò verso la biblioteca. *

    [Biblioteca]


    * Quando arrivò pensando che ci fosse il professor Largh come nel mese di Febbraio rimase un po’ sorpreso a vedere che ci fosse il docente Mihos Renny. Lo salutò domandando:*

    buon pomeriggio professore Renny. Era qua il club del libro, giusto ? Non c’era il professor Largh?

    *Poi guardò se ci fossero state le persone che c’erano al 18 febbraio, cioè la prima e unica volta in cui lui aveva partecipato ma non le vide. Quindi guardò meglio chi ci'era in quel momento e notò che oltre al professore Renny, c’era William il suo ex rivale in amore, ma anche la sua fidanzata Amelia. Quindi salutò William con un cenno della mano, senza badarci troppo cioè quasi freddamente, mentre con Amelia si avvicinò e disse:*

    Ciao Amelia, anche tu nel club del libro ? Per me questa è la seconda volta e per te ?

    *Poi Ronald la baciò sulla guancia e si sedette li a fianco ad Amelia. In attesa che arrivassero degli altri studenti o che qualcuno dicesse qualcosa, tirò fuori il suo libro di Pirandello intitolato “UNO, NESSUNO E CENTOMILA”.*


    @Raven_Lovely, @Sprotte_Smerald, @Sarah_Jonson, @Jade_Urquhart, @Amelia_Smith, @William_Rogers, @Mihos_Renny,




    Ultima modifica di Ronald_Canard 2 settimane fa, modificato 1 volta in totale


  • Mihos_Renny

    Tassorosso Insegnante Responsabile di Casa

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 9
    Galeoni: 7184
        Mihos_Renny
    Tassorosso Insegnante Responsabile di Casa
       
       

    *Non appena sistemò le sue cose sulla sedia Mihos fece un giro veloce della sezione della biblioteca che gli era stata adibita per quell'occasione, non era grande, ma quanto bastava per un club del libro. Non gli piaceva dover fare qualcosa senza potersi organizzare per tempo, la camminata la usò per far sciogliere la tensione, non era mai stato ad un club del libro, ma non poteva essere più difficile di una lezione di incantesimi. Nel girare sentì una voce arrivare alle sue spalle e nel voltarsi riconobbe uno dei suoi studenti.*

    Buongiorno signor Rogers, il Book Club è proprio qui. Prego, prenda pure posto.

    *Gli disse sorridendogli indicando una delle sedie a loro disposizione. Frugò nella sua borsa e tirò fuori il libro che aveva scelto di portare quel giorno, un libro che da piccolo considerava molto bello e lo faceva sognare, il primo in assoluto ad averlo proiettato nel mondo della magia con creature, streghe e draghi, certo ora poteva constatare che il mondo fantasy che si era immaginato fin da piccolo non aveva nulla a che vedere con il mondo reale, il suo mondo magico. Si sedette ed iniziò a sfogliarlo.



    La copertina del libro era un po' rovinata e ripiegata verso l'esterno, le pagine erano ingiallite, come si poteva vedere dall'esterno, si vedeva che era vecchio. Sfogliò delle pagine a caso e ne lesse qualche riga per ricordare in quale parte del racconto si trovava, a rilegger quelle parole provò un forte senso di nostalgia e si mise a sorridere ripensando a quando, ignaro di Hogwarts e di tutto il mondo magico che lo circondava, sognava di poter far parte anche lui di quei libri che tanto adorava. Dopo qualche minuto, all'appello fecero il loro ingresso un'altra della casa di Godric Griondoro, Amelia Smith e un Corvonero, Ronald Canard.*

    Buongiorno, professor Renny!

    buon pomeriggio professore Renny. Era qua il club del libro, giusto ? Non c’era il professor Largh?

    Buongiorno ad entrambi, prendete pure posto. Il professor Largh si è dovuto assentare per cause di forza maggiore e ha chiesto a me di presenziare al posto suo.

    *Disse al Corvonero, certo non erano tenuti a sapere nel dettaglio quale fosse l'impegno di Marcus così si limitò ad usare quelle parole. Diede una botta, non troppo forte, sulla copertina del suo libro e si alzò in piedi.*

    Bene allora direi che possiamo cominciare, se poi qualcuno vorrà unirsi sarà ugualmente il benvenuto. Farò io il primo passo. Questo è un libro a cui tengo molto e che mi ha fatto conoscere il genere fantasy quando ero piccolo, certo per un bambino che non conosce il mondo magico in cui viviamo è stato amore a prima vista, il primo di tanti libri che mi facevano sognare di poter vivere in un mondo come questo. "Le Cronache del Mondo Emerso", dell'autrice Licia Troisi, racconta le vicende di Nihal, una mezz'elfa dai capelli blu e gli occhi viola, come potete vedere dalla copertina, che sogna di poter diventare una formidabile guerriera, di mezzo c'è una guerra con l'antagonista principale che chiamano il Tiranno e spetterà a Nihal e ai suoi compagni fermarlo. Questa è la trilogia completa e per l'esattezza, la prima di tre trilogie, perché dopo questo la Troisi ha scritto altri sei libri, con protagonisti diversi, ma tutti facenti parte dello stesso mondo; i titoli sono "Le Guerre del Mondo Emerso" e "Le Leggende del Mondo Emerso".

    *Si mise di nuovo a sedere mettendosi il librone sulle gambe e guardò gli altri con aria incuriosita.*

    Ovviamente non vi racconterò altro se siete curiosi leggetelo per conto vostro, sono certo che non vi deluderà, anche se forse potreste prendere per scemenze quanto letto se paragonato al mondo reale. Tocca a voi, cosa avete portato di bello.

    *Domandò passando con lo sguardo in rassegna tutti i presenti.*

    @Ronald_Canard, @Amelia_Smith, @William_Rogers,


  • Ronald_Canard

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 5
    Galeoni: 335
        Ronald_Canard
    Corvonero
       
       

    *Ronald forse perché gli di parve di vedere che tutti sorridevano ad Amelia. Dopo che il professor gli aveva risposto che il professore Largh era occupato in altre cose. Ronald nonostante avesse avuto delle domande tipiche della sua casa non le fece. Quindi disse alzandosi in piedi: *

    Inizio io. Piacere a tutti Sono Ronald Canard.

    *Gli sembrò giusto presentarsi perché non tutti lo conoscevano. Quindi s'era presentato proprio per quello*.

    Ho portato questo libro che s’intitola “Uno, Nessuno e Centomila” che è l’ultimo scritto da Luigi Pirandello. Questo libro anche se sembra una formula magica dei prestidigitatori non ha a che vedere con niente di magico ma solamente narra una storia di un certo Vitangelo Moscarda che un giorno, accorgendosi casualmente che ha il suo naso storto verso destra, che sua moglie Dida gli fa notare, incomincia a percorrere un viaggio scoprendo ogni giorno che passa di non essere, per gli altri, quello che crede di essere. Cercherà per tutto il libro di distruggere le molte immagini che gli altri vedono di lui, fino a diventare completamente pazzo.
    In poche parole questo libro ci ricorda che ognuno di noi porta delle maschere, senza assumere la pozione Polisucco, a seconda di chi ci ascolta o vede. Uno per noi stessi perché pensiamo di esserci unici, nessuno per degli sconosciuti, e centomila


    *Ronald disse tutto quello cercando di non perdere di vista le altre persone che erano li sedute, perché ogni volta che guardava gli altri ragazzi, gli sembrava che tutti loro volessero averla per se stessi. Insomma temeva che loro la volessero portarla via da lui. Quindi andò da Amelia e le domandò:*

    Cosa ne pensi del mio libro che ho portato ?

    *A dire vero non è che gli importasse molto era solamente un metodo per avere tutta l’attenzione di Amelia su di lui, almeno era così che la pensava Ronald.*


    @Raven_Lovely, @Sprotte_Smerald, @Sarah_Jonson, @Jade_Urquhart, @Amelia_Smith, @William_Rogers, @Mihos_Renny,


  • Amelia_Smith

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 4
    Galeoni: 516
        Amelia_Smith
    Grifondoro
       
       

    *Amelia ascoltò attentamente il professore, e pure il suo fidanzato; i loro libri erano fantastici! Le venne subito voglia di leggerli. Poi la ragazza notò che Ron sembrava preoccupato: guardava le persone come se la volessero portare via, e questo già da un po' di tempo. Ma non era nulla di esagerato, anzi. Poi lui le si avvicinò.*

    Cosa ne pensi del mio libro che ho portato ?

    Era fantastico... hai dei gusti a dir poco favolosi.

    *Rispose la strega, sincera. Poi decise che voleva presentare il suo libro, quindi si alzò in piedi.*

    Buongiorno a tutti. Ho deciso di portare questo libro: si intitola "Wonder", di R.J.Palacio; è una storia che mi sta a cuore, soprattutto perché è tratta da una storia vera, accaduta nel mondo Babbano. Parla di questo bambino, di nome Auggie, che non si è mai separato dal suo casco da astronauta: lo teneva sempre in testa, per nascondere il suo viso, perché se ne vergognava. Infatti Auggie era nato con una grave deformazione facciale... nonostante gli siano stati fatti moltissimi interventi, la situazione era migliorata solo minimamente. Si vergognava a tal punto del suo aspetto fisico che aveva sempre tenuto delle lezioni private, con un maestro che veniva a casa sua e che lo istruiva; però, quando dovette andare in prima media, i suoi genitori decisero che era il momento di madarlo a scuola insieme agli altri, e senza il suo casco da astronauta. Riuscirono, con moltissima fatica, a convincerlo, e lui andò alle Beecher Prep, una scuola secondaria di primo grado nella sua città; lì riuscì a farsi un solo amico, Jack, ma c'è anche un bullo che lo esclude e lo prende in giro a causa del suo aspetto fisico... Auggie dovrà riuscire a trovare un modo per farsi rispettare, e far capire ai più stupidi e cattivi che essere diversi vuol dire anche essere belli nella propria unicità personale. Non vi dico altro: spero di avervi invogliato a leggere questo fantastico libro.

    *Spiegò. Poi tornò ad accomodarsi accanto a Ron.*

    Che ne pensi?

    *Chiese, a sua volta: magari avrebbe potuto capire quali fossero i suoi gusti, per conoscerlo ancora meglio.*

    @Ronald_Canard,@William_Rogers,@Mihos_Renny