Hogwarts - 3° Piano
Hogwarts - 3° Piano


  • Stefano_Draems

    Fondatore Amministratore Ministro Ad Honorem Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 16
    Galeoni: 584328
       
       



    Role Aperta da Helena_Papus


  • Helena_Papus

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 4
    Galeoni: 410
        Helena_Papus
    Corvonero
       
       

    *Helena_Papus salì sbuffando le scale che la portavano al secondo piano, direzione: Infermeria. Motivo della gita: un'ustione piuttosto estesa al braccio sinistro. Prima o poi doveva capitare: quella che avrebbe dovuto essere una innocua pozione si era rivelato un mostro liquido ed incandescente che, uscito dal calderone, si era impossessato del suo braccio rendendolo rosso e dolorante*

    Sono davvero imbranata: e almeno non ho causato ferite ad altri compagni! Che mi serva di lezione devo stare attenta agli ingredienti: pozioni non è la materia giusta per lanciarsi in sogni ad occhi aperti.

    *era giunta finalmente alla porta dell'Infermeria: si avvicinò, un po' timorosa ed imbarazzata alla porta, che dava su una stanza piuttosto grande. Prima di entrare (ed anche di palesarsi) si fermò ad osservare l'ambiente: c'erano alcuni letti - non riusciva a vedere se fossero occupati o meno - un tavolo ed un armadietto, dove faceva bella mostra di sé il materiale per prendersi cura dei malati. Non sembrava esserci nessun guaritore, o forse - più probabile - dalla sua postazione Helena non riusciva a vederlo. Quindi si fece coraggio e disse*

    Buongiorno, sono Helena Papus, una studentessa del secondo anno. Mi sono bruciata un braccio durante la lezione di pozioni. Potete prendervi cura di me?

    @Ronald_Canard,



    Ultima modifica di Helena_Papus mese scorso, modificato 1 volta in totale


  • Ronald_Canard

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 5
    Galeoni: 40
        Ronald_Canard
    Corvonero
       
       

    *Ronald era stato chiamato in infermeria perché l’infermiera che doveva assentarsi per un po’. Qualche minuto dopo sentì una voce familiare e quando si avvicinò vide che era la sua compagna di casa Helena_Papus*

    Ciao Helena, com…

    * Ronald non fece in tempo a farsi vedere e domandarle il motivo come mai fosse lì, poiché lei lo aveva già spiegato presentandosi e quindi gli rimase da dirgli:*

    Helena, entra pure e accomodati su questo letto.

    *indicando uno dei lettini liberi e poi continuò dicendo:*

    Per sapere di che grado è la scottatura.

    *Quindi Ronald rivolto a lei disse:*

    Beh sei stata fortunata è solamente una cosa lieve basta solo un po' di essenza di dittamo.

    * Lui sapeva come usarlo visto che l’aveva usato qualche quel giorno in cui c’erano Zack, Gabriel, Esperanza, lì in infermeria e quindi prima spostò tutte le cose che producevano fiamme e calore perché quell’essenza era infiammabili. Poi domandò, anche per distrarla dalla ferita:*

    Sei andata a informarti come mai non possiamo entrare nelle altre sale comuni ?

    *Vide che alcuni pazienti erano svegli e ascoltavano la loro discussione. Ronald cambiò in fretta la sua domanda, ricordandosi del pasticcio che aveva fatto con la sua fidanzata Amelia. Quando gli aveva cancellato erroneamente le lentiggini e allora domandò:*

    Per caso sei allergica a qualcosa ? C'è qualche caratteristica fisica che non ti piace ?

    *Fece queste domande da medico perché sapeva che molti pazienti non interessavano molto le allergie altrui. Aspettò le risposte della giovane corvonero.*


    @Helena_Papus,


  • Helena_Papus

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 4
    Galeoni: 410
        Helena_Papus
    Corvonero
       
       

    *Helena non capì il repentino cambio di argomento, quindi rispose spedita alla prima domanda*

    In realtà non ci ho più pensato, ho dato per buona la tua spiegazione. Comunque non capisco, che vuol dire qualche caratteristica fisica che non mi piace? Non sono allergica a nulla, tranne a pozioni... O forse è pozioni che è allergico a me... Per quanto riguarda cibi e medicinali, non sono allergica a nulla, vai tranquillo, non mi gonfierò come un palloncino, ci mancherebbe solo questo oggi!

    *rispose Helena sconsolata, tornando col pensiero alla ragione per la quale si trovava in infermeria: non che il braccio le facesse male, ma si sentiva stupida: come aveva fatto a non accorgersi che il liquido le stava colando addosso? Anzi, se n'era accorta la sua amica Moana: non fosse stato per il suo urlo chissà cosa poteva succedere*

    In effetti sapevo che sei un Guaritore: mi fa piacere trovarti qua, almeno una faccia un po' conosciuta. Te lo dico subito: sono fifona!

    *confessata quella imbarazzante realtà Helena chiuse gli occhi: qualsiasi cosa fosse necessario fare per curare il suo braccio lei non avrebbe guardato, tanto non era certo lei a dover auto-curarsi, da quel momento tutto era nelle mani di Ronald*

    @Ronald_Canard, @Moana_Kane, @Gabriel_Gray, @Esperanza_Fuentes, @Sarah_Jonson, @Beth_Fryva, @Evie_Gold, @Aurora_Wilkinson,



    Ultima modifica di Helena_Papus mese scorso, modificato 4 volte in totale


  • Ronald_Canard

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 5
    Galeoni: 40
        Ronald_Canard
    Corvonero
       
       

    *Ronald dopo aver sentito che la sua giovane paziente non aveva nessuna allergia continuò a spalmare la pomata e poi prese la bacchetta e disse:*

    Ferula

    Citazione:


    FERULA


    Descrizione: genera delle bende che si avvolgono intorno alle ferite


    Tipo: incantesimo curativo


    Durata: istantanea


    Consigliato: per fasciare fratture e lesioni di lieve e media gravità

    Avvertenze: inefficace contro incantesimo oscuri

    Livello Minimo Consigliato: 3


    *Ronald fasciò il braccio a Helena nonostante fosse una bruciatura lieve poiché lui, anche se del quinto anno, era solamente un aiuto guaritore e quindi non molto esperto.
    Quando si accorse che Helena, la piccola corvonero non stava guardando disse:*

    Finite ! Ecco fatto! Eh mi raccomando fai attenzione quando usi la Magia. Helena torna pure a lezione o a quello che stavi facendo prima.

    *Quando Ronald andò a mettere l’essenza di dittamo al suo posto si accorse che c’era qualcosa che mancava, ma non capiva che cosa. Quindi andò nell’aula dove sapeva che l’infermeria di turno teneva l’inventario. Lo prese e tornò dove aveva appoggiato l’essenza di dittamo. Tirò fuori una normale matita che teneva in tasca, e incominciò a spuntare tutti gli le pozioni e gli elisir che c'erano. Ci fu solo un piccolo intoppo solamente quando dovette mettere un segno di spunta all’Amortentia. Il motivo era che restò per un po’ ad annusarla perché gli ricordava il profumo di Amelia_Smith. Fortunatamente era chiusa e quindi il profumo non durò molto, Ronald tornò in sé e a controllare e quando arrivò alle cose estratte dai pazienti vide che mancavano dei sacchetti di sangue ce n’erano meno di quanti c’era scritto nell’inventario.*


    @Zack_Plans, @Gabriel_Gray, @Helena_Papus,@Luke_Deaggle,@Dorcas_Moore,


  • Helena_Papus

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 4
    Galeoni: 410
        Helena_Papus
    Corvonero
       
       

    *Helena tirò un sospiro di sollievo: temeva di essersi ferita in modo ben più serio. Rimase però delusa da quel congedo così sbrigativo che il Tassorosso le aveva rivolto. Non aveva alcuna voglia di tornare a lezione: era prevista Storia della Magia, e sicuramente entrando in classe in ritardo la spiegazione del professore le sarebbe parsa ancora più incomprensibile. Perciò decise di provare ad intavolare una conversazione con Ronald*

    Da quanto tempo lavori qua in Infermeria? Sono capitata qua altre volte in questi tre anni, ma non ti avevo mai visto. E comunque, ti piace questo lavoro? Personalmente non potrei mai farlo, come hai visto tutto quello che ruota intorno alle malattie mi spaventa a morte

    *Appena ebbe pronunciato quelle parole si mise a pensare che probabilmente il ragazzo era impegnato nei suoi compiti di Guaritore e quindi non aveva tempo da perdere con le chiacchiere di una studentella - cosa che in effetti era anche lui - imbranata. D'altro canto dava per scontato che se le sue parole fossero state fuori luogo, Ronald non si sarebbe fatto scrupoli dal dirglielo a chiare note*

    @Raven_Lovely, @Clarissa_Greythorne, @Selene_Smith, @Eirwen_Quinn, @Sylvia_Turner, @Ronald_Canard, @Evie_Gold, @Moana_Kane, @Sarah_Khan, @Aerith_Walsh, @Sarah_Jonson, @Kristal_Thratchet, @Handi_Mandi,

  • Ronald_Canard

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 5
    Galeoni: 40
        Ronald_Canard
    Corvonero
       
       

    *Ronald nonostante avesse notato l'ammanco ma non lo considerò molto importante perché in quel momento l’infermiera era assente e perciò stavo pensando:*

    “Beh avrebbe potuto prenderla l’infermiera, e non l’ha segnato nell’inventario per la fretta”

    *Ronald stava per segnare la mancanza, ma Helena lo interruppe e facendogli le seguenti domande: da quanto lavorava come infermiere inoltre e come mai non l’aveva visto in quei tre anni, e anche una fatidica domanda se gli piaceva questo lavoro, rispose:

    Beh, lavoro qua da circa due anni, per la precisione dall'anno scorso. Probabilmente che non ci siamo mai visti o eri svenuta...

    *Ronald lo disse perché aveva notato e avuto una conferma che lei era un po’ fifona e poi aggiunse:*

    ...o ero andato a recuperare degli ingredienti che mancavano.[Comunque si a me piace anche se all’inizio è stato un po’ difficile, ma grazie ai consigli del Great Canardini sono riuscito a sopportare perché bisogna come dire adattarsi, e poi è sempre utile conoscere tutti i rimedi medici Magici …Soprattutto se hai una madre pozionista e padre prestidigitatore.

    *L’ultima frase la disse con un tono tra l’ironico e il serio. Quindi aspettò la reazione della ragazza poiché era anche quello il compito di un aiuto infermiere cioè fare un po’ di compagnia ai ragazzi finché loro non si sentissero bene. Per controllare se Helena avesse avuto la febbre e siccome non si ricordava quale fosse l’incantesimo per misurare la temperatura, gli veniva in mente solamente il metodo babbano. Il metodo era quello di sentire con le labbra se la fronte era calda. Quindi stava per appoggiare le labbra alla fronte della piccola Corvonero...*

    @Zack_Plans, @Gabriel_Gray, @Helena_Papus,@Luke_Deaggle,@Dorcas_Moore,

    @Amelia_Smith, Anche se non so se quest'ultima ruolerà ma io la cito lo stesso, cosi nel caso tornasse a ruolare potrebbe vedere qualcosa.XD !


  • Helena_Papus

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 4
    Galeoni: 410
        Helena_Papus
    Corvonero
       
       

    *Helena non si offese affatto per la battuta del ragazzo: era vero, assolutamente tutto ciò che "puzzava" di malattia le dava ansia, quindi l'ipotesi che fosse svenuta era assolutissimamente plausibile. Ma, a parte questa nota ironica tipica del modo di porsi del ragazzo - ormai un po' aveva imparato a conoscerlo - fu un'altra questione che colpì la sua curiosità spingendola a fare un'ulteriore domanda al Tassorosso*

    Chi è il Great Canardini? Nonostante sia ad Hogwarts da più di tre anni mi rendo conto che ancora ci sono tantissime persone che non conosco. Cioè, in realtà non sono neanche sicura che Canardini sia un insegnante

    *concluse la sua domanda Helena, accorgendosi di essere saltata un po' troppo velocemente alle conclusioni. Si guardò intorno e si rese conto che l'Infermeria non era un luogo poi così spaventoso, una volta che il suo braccio era stato messo a posto e non le faceva quasi più male. Forse stava meglio lì a chiacchierare piuttosto che in classe a seguire una noiosa lezione.*

    Comunque non è male qua: magari potrei ferirmi più spesso e venire a farti compagnia

    *scherzò Helena: decise di provocare un po' il ragazzo, aveva ormai capito che adorava sentire che le persone stavano bene in sua compagnia. Decise di ignorare la maniera un po' "ardita" di Ronald per controllare se avesse la febbre: sua madre lo faceva spesso, ma appunto era sua madre...*

    @Ronald_Canard,

  • Ronald_Canard

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 5
    Galeoni: 40
        Ronald_Canard
    Corvonero
       
       

    *Ronald s’accorse di aver fatto una cosa stupida e imbarazzante, per fortuna che nessuno li aveva visti o gli parve ciò, visto che quelli che vedeva erano nascosti sotto le lenzuola.
    Quando lui sentì dire che le aveva presupposto che Canardini fosse uno degli insegnanti. Prima si scusò dicendo:*


    Scusa per prima, era l’unica cosa che m’è venuta in mente per misurare la febbre non trovando il termometro. Adesso che ci penso potevo appellarne uno.


    *Sorrise un po’ per la sua stupidità assieme a quel malinteso e quindi le spiegò:*


    Canardini è il nome d’arte del mio papà che è un babbano ed è anche un prestidigitatore. Delle volte quando è nervoso prima di uno spettacolo fa degli esercizi meditativi e me ne ha insegnato alcuni per calmarmi o rilassarsi. Io li ho un po’ riadattati al mio aiuto medico.


    *Poi la guardò che si guardava attorno e lui aggiunse:*

    Questa stanza non è più spaventosa dell’aula di pozioni o di difesa o di una delle serre di erbologia. Infatti le cose che trovi qua sono quelle che hai già visto in quelle lezioni.Quindi se ti fai male o vuoi qualcuno con cui chiacchierare e non trovi nessuno questa porta è sempre aperta, per chi sta male.

    *Ronald attese la risposta della ragazza. In sua compagnia stava bene non solo perché era della sua stessa Casa ma anche sentiva un affetto come se fosse una parente stretta.*

    @Helena_Papus,

  • Helena_Papus

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 4
    Galeoni: 410
        Helena_Papus
    Corvonero
       
       

    In effetti avrei dovuto notare il cognome, ma non mi sono ricordata che tu ti chiami Canard! Evidentemente la ferita al braccio ha avuto conseguenze anche sull'intelletto

    *scherzò Helena, decidendo di non fare nessun cenno al gesto quantomeno inadatto all'occasione del giovane guaritore. In effetti Ronald le risultava simpatico, anche se talvolta tendeva ad avere comportamenti un po' sopra le righe. Helena però era pronta a scommettere che non aveva nessuna intenzione di metterla in imbarazzo, ma casomai di sdrammatizzare una situazione che immaginava essere difficile per chi si trovava in infermeria*

    in effetti non c'è nulla di particolarmente spaventoso qua in Infermeria: ma forse sono i guaritori che mettono un po' di ansia, o magari la situazione stessa legata alla malattia



    *poi considerò l'offerta di venire in Infermeria solo per fare due chiacchiere e rispose in tono scherzoso*

    Beh, se vogliamo chiacchierare possiamo farlo in Sala Comune, siamo tutti e due Corvonero, non ho bisogno di farmi male per parlare con te. E comunque non dovresti cercare scuse per distrarti durante le ore di lavoro, caro il mio guaritore

    @Ronald_Canard




    Ultima modifica di Helena_Papus 3 settimane fa, modificato 1 volta in totale