• Stefano_Draems

    Fondatore Amministratore Ministro Ad Honorem Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 16
    Galeoni: 584328
       
       



    Role Aperta da Daphne_Harris


  • Daphne_Harris

    Tassorosso

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 7
    Galeoni: 2095
        Daphne_Harris
    Tassorosso
       
       

    *Solo pochi respiri, lenti e calmi. Daphne Harris si stava dirigendo proprio nel luogo dove di solito non vi si aggirava nessuno, la Torre dell'Orologio.*



    *Il cielo era plumbeo, il sole stentava a scorgersi dalle nubi grigie, ma quelli che riuscivano a farsi largo tra le nuvole, giungendo sul volto della ragazza, illuminando ancor di più i suoi riccioli dorati.
    Non era solito per lei, stare da sola, ma quel giorno era decisa ad andare per un attimo, anche uno soltanto, in luogo tranquillo, seguito solo dal rintocco dell'orologio, in orari prestabiliti. Tutto sembrava tacere, anche se tra un'ora, sarebbero riprese le lezioni e tutti si sarebbero messi a scorrazzare nel cortile, dirigendosi nelle loro aule, mentre lei... Lei sarebbe dovuta andare a lezione di Incantesimi, ma tutto era incerto, come il cielo. Camminava, si voltava, osservava intorno se vi era qualcuno.
    Nessuno.
    Sembravano andati tutti in letargo per un po', ma Daphne sapeva, che qualcuno prima o poi, sarebbe comparso. Salì lentamente le scale, giungendo in punto alto, sporgendosi alla finestra, sorridendo tra sé, di quello splendido panorama, mentre una leggera brezza le scompigliava i capelli.*



    *Era così, che adorava trascorrere del tempo, quando era nervosa o stressata, cosa che, negli ultimi giorni, era piuttosto frequente. I compiti, il Quidditch, la preparazione per i M.A.G.O., erano per lei, un carico sempre più grande, ma non si sarebbe di certo sconfortata.
    No, le bastava solo un po' di tempo a respirare l'aria fresca e pulita.
    Le acque del Lago Nero erano placide e tranquille, viste dalla Torre, sembrava quasi che niente e nessuno, dentro di esso, non vi abitasse alcuna creatura, come anche la Foresta Proibita, che regalava solo un dolce movimento delle fronde degli alberi e il sussurrare degli uccellini. Tutto sembrava in pausa. Tutto il castello, sembrava che stesse riposando, anche se la giovane Tassorosso, sapeva che non era così.*

    La mia Hogwarts.

    *Pensò sospirando la giovane del settimo anno, ripensando a tutto quello che era avvenuto durante i suoi anni a scuola, attimi che nessuno, avrebbe potuto toglierle, che sarebbero per sempre rimasti impressi nel suo cuore.*

  • Josephine_Moraine

    Serpeverde

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 3
    Galeoni: 114
       
       

    *Quel pomeriggio Josephine stava vagando per il castello di Hogwarts, c'erano tanti, troppi luoghi che non aveva visitato. Era così fortunata ad essere lì ad Hogwarts e non era mai andata a fare veramente una specie di escursione in quel posto. Decise di partire con le sue "scoperte" dalla Torre dell'Orologio. Non era mai affollata, anzi, non era mai visitata. Si sarebbe trovata quasi sicuramente da sola. E questo non faceva altro che mettere ancora più curiosità nella ragazza.*



    *Varcò l'arco che si trovava sopra l'entrata della stanza e ammirò tutte le cose antiche che vi ci erano dentro. Salì le scale quando notò una figura di una ragazza. I suoi riccioli spuntavano dalla sua ombra ribelli. Si avvicinò più a lei, era @Daphne_Harris, una Tassorosso dell'ultimo anno. Si avvicinò piano a lei.*

    Ciao, come mai qui?

    *Fece un piccolo sorriso, forse lei le avrebbe potuto fare la stessa identica domanda.*

  • Daphne_Harris

    Tassorosso

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 7
    Galeoni: 2095
        Daphne_Harris
    Tassorosso
       
       

    *Il venticello leggero presente quel pomeriggio scompigliava i capelli di Daphne Harris, che continuava ad osservare il panorama. Era tutto fin troppo tranquillo, ma un attimo al giorno, era quello che occorreva, soprattutto dopo lo stress degli ultimi giorni. Respirò a fondo l'aria, socchiudendo gli occhi, prima di riaprirli, posando lo sguardo al limitare della foresta. Erano un po' di giorni che era tornata a pensare al suo E.S. e a chiedere ad Alex di darle una mano, ma si doveva ritornare a vedere chi riporre la fiducia, ma lui, a quanto le era sembrato, aveva qualcuno di cui si fidava, ma gli avrebbe fatto la proposta dopo. Adorava quel posto, era spesso deserto, il luogo ideale per riflettere e trovare delle soluzioni, cosa che era riuscita a fare, finché una voce la prese alla sprovvista. Pian piano si era avvicinata a lei la piccola Serperverde, l'amica di Alex.*

    Ciao anche a te..

    *Disse con un sorriso, tornando ad osservare fuori dalla Torre. L'aria le serviva, come se non ne avesse mai abbastanza. Non si aspettava nessuno in quel luogo, ma capiva che la curiosità, non era solo la sua, ma anche Josie, presa dalla voglia irrefrenabile di ispezionare il castello, aveva appena conosciuto la famose Torre dell'Orologio.*

    Guarda, non è fantastico?

    *Disse prendendole la mano, avvicinandola alla finestra, di fianco a lei, facendole osservare il paesaggio all'esterno. Era meglio non spiegare il perché si trovasse li, ma darle direttamente la visione di quello che la faceva stare bene, quando non riusciva a darsi una calmata.*

    @Josephine_Moraine,


  • Josephine_Moraine

    Serpeverde

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 3
    Galeoni: 114
       
       

    *Daphne la salutò di rimando mentre lei buttava un'occhiata alla vista presente fuori. La diciassettenne, quasi come se l'avesse letta le afferrò la mano e lei si avvicinò a fianco a lei incantata da quella vista. Era bellissimo. Sublime, era qualcosa di unico, in quello non c'era alcuna forma di magia, anche i babbani potevano vederlo. Era tutto vero. Il lago in lontananza era cristallino e il leggero sole rischiarava timido le acque calme. Era tutto così maestoso, incantante. Qualcosa che nessun umano, secondo Josephine poteva vedere davanti ai loro occhi.*

    Oh.. è bellissimo!

    *Disse con un espressione ancora incantata e, accorgendosi che forse sarebbe potuta sembrare un po' strana voltò il capo in direzione della ragazza accanto a lei. Lei, in sette anni lì al castello di Hogwarts doveva aver scoperto molti passaggi segreti, scorciatoie e luoghi nascosti. Perché tutti sanno che Hogwarts è il posto più sicuro ma anche quello misterioso e maestoso.*

    Vieni spesso qui?

    *Chiese curvando le labbra in un sorriso sincero.*

    @Daphne_Harris,


  • Daphne_Harris

    Tassorosso

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 7
    Galeoni: 2095
        Daphne_Harris
    Tassorosso
       
       

    *Daphne fece notare a @Josephine_Moraine, la Serpeverde del secondo anno, il maestoso paesaggio che si stagliava dinanzi i loro occhi, ammaliando chiunque, come se fossero sotto un'incantesimo. Tutto sembrava tacere, anche se ovviamente Daphne sapeva, che in realtà dentro le acque del lago e all'interno della Foresta Proibita, un gran quantità di oscurità vi si celava. Respirò un'altro po' l'aria fresca, osservando di sottecchi il viso di Josie, affascinata da tanta bellezza, prima di sedersi sul bordo della finestra.*

    Sai, è il mio posto preferito.

    *Confessò alla piccola il suo piccolo segreto, certa che non lo avesse spifferato a destra a e manca, sorridendole cordiale.*

    Tu invece, è la prima volta che vieni qui. Ti si legge in faccia.

    *Scherzò la Tassorosso, sorridendo alla sua nuova amica.*

  • Josephine_Moraine

    Serpeverde

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 3
    Galeoni: 114
       
       

    *Daphne le spiegò che era il suo posto preferito. Beh, la comprendeva quel posto era davvero perfetto per rifugiarcisi. Invece, il suo, posto preferito era la foresta proibita, un albero presente, lì, nascosto da tutti gli altri, era il modo migliore per nascondersi dal mondo esterno. Sia mentalmente sia fisicamente. Andava lì ogni sera libera, si sentiva debitrice verso quell'albero che l'aveva salvata dai momenti difficili. Era il suo piccolo mondo.*

    Beh, a quanto ho capito sei brava in divinazione perché hai proprio indovinato.

    *Confessò con un ghigno la ragazzina che non sapeva se dire o no alla diciassettenne del suo rifugio preferito. Poi, dopo averci pensato un po' sopra si convinse a dirglielo, era proprio la persona giusta no? *

    Beh, invece il mio posto preferito è un albero, nella foresta proibita.

    *Spiegò mantenendo sempre il sorriso.*

    @Daphne_Harris,


  • Daphne_Harris

    Tassorosso

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 7
    Galeoni: 2095
        Daphne_Harris
    Tassorosso
       
       

    *Daphne Harris era ammaliata dal panorama, come incantata, o forse era solo rilassata, dopo nemmeno due mesi impiegati a studiare, quasi notte e giorno china sui libri. Era stanca, ma voleva dare il massimo agli esami, perché la sua carriera era importante, non voleva rinunciarvi per i suoi risultati, anche se per Alex avrebbe rinunciato a tutto. Di certo però, i due avevano risolto il problema del futuro del Corvonero, che non sarebbe più divenuto Mangiamorte e questo, anche se l'aveva fatta felice, era rimasta un attimo scioccata. Era davvero tanto importate a quel punto, per questo si amavano così tanto! Era sinceri e veri, l'uno nei confronti nell'altra, per questo entrambi avrebbero rinunciato a qualunque cosa, pur di farsi felici. L'amica di Serpeverde, Josie era anche lei incantata dal panorama, che le confermò con una battuta, che era la prima volta. Rise alle sue parole, perché lei e la divinazione non andavano affatto d'accordo, anzi, le era incomprensibile. Una cosa invece, la fece restare di stucco, perché la piccola si era aperta con lei, confessandole il posto segreto, che non si aspettava.*

    Perché mi dici questo?

    *Le chiese curiosa, distogliendo lo sguardo dalla finestra, osservando i lineamenti di Jos, immaginandosela da sola nella Foresta Proibita. Era piuttosto piccola, quindi era molto pericoloso per lei, insinuarsi dentro quel luogo oscuro.*

    Tesoro, è pericoloso entrare nella Foresta.

    *Disse un po' con tono preoccupato. Certo, si conoscevano da poco, ma ci teneva a quella piccola peste, che si intrufolava in posto pericoloso con i dintorni del Castello.*

    @Josephine_Moraine,


  • Josephine_Moraine

    Serpeverde

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 3
    Galeoni: 114
       
       

    *Daphne parve abbastanza preoccupata quando Josephine le confessò qual'era il suo rifugio. In fondo aveva ragione. Lì ad Hogwarts c'erano tanti bei luoghi che si potrebbero definire "segreti" e la dodicenne aveva scelto proprio quello più misterioso, il più oscuro, più pericoloso. Daphne invece, aveva scelto un panorama meraviglioso, l'altezza e il ticchettio lieve che si sentiva nella sala. Era come se ogni luogo corrispondesse al carattere delle ragazze presenti. Forse ogni studente di Hogwarts ha un posto in cui rifugiarsi e, probabilmente, ha anche una certa affinità con il suo carattere.*

    Beh, si, lo so.

    *Ammise abbassando gli occhi ma sempre mantenendo un sorriso sul volto, non sapeva decisamente cosa rispondere.*

    In realtà sono sempre stata abituata a queste cose, ho imparato ad arrampicarmi su un albero a 4 anni e qualche mese. Ma ho superato i 3 metri solo qualche anno dopo. E' stupendo stare su uno dei rami degli arbusti enormi della foresta.

    *Spiegò mentre gli occhi le si illuminavano.*

    @Daphne_Harris,


  • Daphne_Harris

    Tassorosso

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 7
    Galeoni: 2095
        Daphne_Harris
    Tassorosso
       
       

    *@Josephine_Moraine, la piccola Serpeverde, aveva appena confessato il suo luogo segreto a Daphne, la quale era un po' preoccupata, che una bambina si insinuasse nella Foresta, il luogo più pericoloso nei dintorni di Hogwarts, seguito dal Lago Nero. Di tutti i posti, doveva per forza andare nella Foresta? Certo, non le avrebbe negato di andarvi, ma aveva intenzione di chiederle se voleva unirsi all'ES, una volta però, parlato anche con Alex, così da dare lezioni anche a chi, come la piccola ribelle, si insinuava in luoghi pericolosi e lugubri. Ammirava la forza di Josie, ma era pur sempre una bambina di 12 anni e si stava affezionando a lei. Già, proprio così. Era la solita sentimentalista, che si lega alle persone, che trova sempre il meglio in tutti, che scambiava un sorriso anche a chi no n lo meritava. Però lei era diversa. La Serpeverde era un bimba dalle mille capacità e sentirle dire che si arrampicava sin da piccola, per lei era una cosa davvero scioccante. Daphne era abituata a leggere, scrivere, disegnare e giocare da piccola, non ad arrampicarsi come una scimmia su alberi o ad entrare in dei tronchi. Essendo un'appassionata di Creature Magiche, sapeva che ve ne erano un'infinità di specie nella Foresta: Asticelli, Centauri, Dissennatori, Acromantule. Alcune erano più pericolose, altre meno, ma una bambina di 12 anni, di certo non può andare contro dei Dissennatori. La cosa la preoccupava, ma non le disse nulla al riguardo, anzi, tornò a posare lo sguardo al panorama.*

    Immagino che la Foresta sia un po' il tuo "habitat naturale" allora.

    *Disse con un sorriso la Tassorosso, prima di spiegarsi meglio.*

    Nel senso che tu adori arrampicarti, stare in mezzo la natura, avere il tuo rifugio in quel posto dove non ti possono raggiungere in molti.

    *Ricordando la prima volta che si incontrarono, dove lei fece la scimmietta, arrampicandosi nel primo albero vicino. Si vedeva che era la sua passione.*

  • Josephine_Moraine

    Serpeverde

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 3
    Galeoni: 114
       
       

    *Daphne era una persona molto pacifica, si notava da tutto, a cominciare dal suo aspetto chiaro a finire alle sue passioni. La cura delle creature magiche si trattava pur sempre di accudire degli animali quindi, anch'essa era una bellissima passione che la diciassettenne sviluppava. Invece tutte le sue, di passioni, erano rozze o malvagie, era una persona davvero strana, lo sapeva sin da subito, appena nata sapeva di essere diversa, non perché aveva dei poteri magici, anche perché essendo nata in una famiglia di purosangue il suo destino era segnato, ma perché si sentiva strana, diversa dalle altre bambine della sua età. Lì a Nocturn Alley e Diagon Alley, incontrò una bambina, si chiamava Ashley.*

    [Flashback]

    *La piccola Josie, vagava insieme al fratello alla ricerca dei libri per la sua scuola, si chiamava Hogwarts, Morgan era già al quinto anno, quando le mollò la mano abbassandosi alla sua altezza.*

    Allora Jo, tu devi restare qui, io intanto vado a prendere qualche libro al ghirigoro va bene?

    *Le accarezzò la guancia mentre sul volto di Josephine si presentò un sorriso.*

    Va bene Mor.

    *Il quindicenne si allontanò quando una bambina dai lunghi capelli biondi , forse della sua stessa piccola età.*

    Ciao, tu sei la figlia di Drew Moraine?

    *Aveva una vocetta arzilla ma che a Josie dava sui nervi.*

    Si... sono io..


    *Rispose timidamente.*

    Beh, mi hanno detto che sei davvero una maschiaccia. Hai mai pensato di affinarti?

    *Ridusse i piccoli occhi blu a due fessure e la guardò torva. Poi la ragazza cadde svenuta. Come se qualcosa fosse cambiato. Era stata lei, con la sua magia.*

    [Fine Flashback]

    *Poi si rese conto di non aver ancora risposto a Daphne. Sorrise annuendo alla ragazza.*

    Beh, si, invece tu.... ti godi il panorama.


    @Daphne_Harris,


  • Daphne_Harris

    Tassorosso

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 7
    Galeoni: 2095
        Daphne_Harris
    Tassorosso
       
       

    *Il dolce suono degli uccellini, il vento fresco che frusciava tra le fronde, foglie che, fragili, cadevano nell'umida terra, causa delle piogge dei giorni precedenti, l'aria pulita della natura. Il cambiamento era nell'aria, la calma di quella pausa presto sarebbe cessata, portando il caos e il vociare degli studenti che scorrazzavano a destra e sinistra, spostandosi da un'aula all'altra, con libri e borse cariche di pergamene e boccette di inchiostro, ripassando mentalmente gli argomenti del giorno. Non era per tutti in quel modo, perché altri sarebbero stati in cortile per giocare a sparaschiocco, altri magari, in sala Comune per una qualche partita a Scacchi Magici, altri ancora con le gobbiglie, chi più tranquillo poteva parlare di Compiti, o di Quidditch. Ognuno con le sue passioni, tutti con un'unico elemento il comune: la Magia. Solo quello li univa, perché ognuno era lì con uno scopo, con un sogno, una carriera da realizzare.*

    Il mio futuro... Un futuro che voglio con te.

    *Tutto era limpido, chiaro. Il futuro che voleva, che desiderava, era solo vicino al suo Alex. Al ragazzo di Corvonero che le aveva rubato il cuore fin dalla prima loro volta che si erano incontrati. Non avrebbe mai e poi mai potuto vedere la sua vita al fianco di un'altra persona. Si voltò di nuovo verso la piccola Josie, con un sorriso sincero.*

    Si, il panorama che non mi stanca mai.

    *Rispose calma la Tassorosso, spostandosi un ricciolo dal viso.*

    E poi, non importa il dove si va, ma cosa ci fa provare.

    *Continuò con un sorriso, gli occhi carichi di gioia, il cuore che le scoppiava di amore. Doveva sempre essere così buona e carina? No, ma le veniva spontaneo, specie con chi lo meritava, perché tutti avevano bisogno di affetto. Perché nonostante le scorze dure, all'interno tutti avevano del contenuto da scaldare.*

    @Josephine_Moraine,