Hogsmeade
Hogsmeade


  • Stefano_Draems

    Fondatore Amministratore Ministro Ad Honorem Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 16
    Galeoni: 584328
       
       



    Role Aperta da Charlotte_Mills




    Ultima modifica di Charlotte_Mills oltre 1 anno fa, modificato 1 volta in totale


  • Charlotte_Mills

    Serpeverde Amministratore Preside Insegnante Moderatore Web Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 11
    Galeoni: 254437
       
       

    [LONDRA- UFFICIO SPORT MAGICI - ORE 15.00]


    *Charlotte quella mattina si trovava a londra come ogni domenica, oltre ai vari lavori che aveva ad Hogsmeade e ad Hogwarts, aveva anche un lavoretto all' ufficio sport magici.
    Era incaricata di svolgere piccoli lavoretti nei pressi del villaggio di Hogsmeade e nella scuola di magia più famosa della Gran Bretagna.
    Quella mattina il suo superiore le aveva assegnato un compito nuovo: recarsi ad Hogsmeade.
    Niente di più semplice, se non si trattasse di controllare che gli scacchi dei maghi non siano affatturati.
    Char non aveva ancora avuto a che fare con gli scacchi in quel suo lavoro.
    Aveva indagato su bolidi truccati, su scope manomesse ma quella era la prima volta con gli scacchi magici.*

    Non sarà poi così difficile no?! E poi si trovano ai Tre manici di Scopa, posso fare anche una piccola pausa pranzo prima di incominciare.

    *pensava la donna mentre si vestiva e attraverso la smaterializzazione, si avviava verso il villaggio a cui teneva tanto.*

    [TRE MANICI DI SCOPA - ORE 15.40]


    *Di solito di domenica quel pub era sempre pieno di gente, ma quel giorno non c' era molta gente.
    Ovviamente i clienti abituali erano sempre li, a mangiare e giocare a carte ma pochi erano gli studenti e i forestieri in visita.*

    Buongiorno Laura

    *Disse Charlotte salutando la barista del pub, che da poco aveva incominciato a lavorare li.
    Ogni due mesi i baristi cambiavano, era un modo per mostrare ai giovane studenti di Hogwarts (che ricoprivano la carica per i due mesi) di come fosse il lavoro nel mondo al di fuori della scuola.
    la donna si tolse il mantello, rimando con una giacca color blu elettrico che aveva comprato tempo addietro.



    prima di incominciare il lavoro per il quale era li, lavoro che avrebbe preferito svolgere in compagnia di Laura, aveva deciso di sfruttare l' occasione per mangiare e bere qualcosa.*

    Laura sono qui per motivi di lavoro, però prima vorrei mangiare e bere qualcosina. Sai non ho pranzato quest' oggi.

    @Laura_Alderbow,


  • Laura_Alderbow

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 7
    Galeoni: 1439
       
       

    Tre Manici di Scopa









    *Ok. Erano solo poche settimane. A dire il vero quasi un mese.
    Ma, wow. Erano state delle settimane fantastiche.
    Era vero, il lavoro non era leggero, per niente, ma era soddisfacente e pieno, gioioso e rilassante, in un certo qual modo.
    La giovane Grifondoro, Laura Alderbow, era entusiasta, a dir poco, del ruolo che ricopriva.
    Era la Barista del famoso locale 'Tre Manici di Scopa', quel fantastico luogo che l'aveva accolta al suo arrivo a Hogwarts, quel meraviglioso luogo di incontro e ritrovo per tutti, di qualsiasi età, provenienza o di qualsiasi cosa si occupassero. C'erano alcuni clienti abituali, abitanti del villaggio e non, e poi c'erano gli studenti della Scuola e gli avventori di passaggio.
    Insomma, quale migliore luogo, ricco di persone ed esperienze in siffatta maniera, per imparare a vivere nel mondo esterno, fare amicizia e apprendere cose sconosciute?
    Era un'avventura, ogni giorno ricca e speciale.
    Ogni giorno accadeva qualcosa, conosceva gente, imparava storie del mondo reale.

    Qualche giorno prima, ad esempio, era giunto un mago dal Tibet, che doveva recarsi a Londra per conferire con il Ministro. Le aveva raccontato molto di quella terra meravigliosa ed esotica, che prima aveva visto solo nei Documentari Babbani, mentre mangiava e beveva un buon te caldo.
    Erano giunti anche maghi e streghe di ogni parte del mondo.
    Era incredibile quanti viaggi aveva compiuto in quei pochi giorni, rimanendo con i piedi piantati sul pavimento del locale.*

    "Che peccato quando tutto questo finirà... quando finirà il mio incarico e dovrò lasciare il posto a qualcun'altro.

    *Pensava riordinando il bancone in un attimo di pausa.
    Quella era stata una normale e tranquilla domenica. Il sole splendeva caldo nel cielo azzurro, ma una lieve brezza primaverile soffiava frizzante, come a voler dire di sbrigarsi, perché l'inverno stava finendo e presto i colori sarebbero tornati a splendere.
    Laura, che amava l'inverno, provava una passione segreta per la primavera, pur continuando ad adorare l'autunno.
    I colori, la vita ed i fiori che ritornavano a splendere e brillare durante la primavera erano favolosi ed era impossibile non essere felici.
    Proprio per seguire quello spirito allegro, che le giornate sempre più luminose e calde portavano con se, aveva scelto un vestito fresco e luminoso, come il suo stato d'animo di quel giorno.

    Il suo unico scopo era far stare tutti a loro agio.
    Per il tempo che avrebbero passato al locale sarebbero stati felici e sereni.
    Laura vestiva sempre un bel sorriso cordiale, trattava sempre tutti con rispetto e gioia, in modo da farli stare bene fin da subito.



    Come dicevamo, quel giorno non erano molti gli avventori del famoso locale, specie rispetto ad altri giorni precedenti.
    C'era qualcuno che giovava a carte, qualcun'altro che leggeva, qualcuno che mangiava o beveva chiacchierando con gli amici.
    L'atmosfera era comunque allegra e festosa, nonostante la relativa calma che si avvertiva.

    Si diresse ad un tavolo per raccogliere un'ordinazione, fermandosi nel tragitto di ritorno per recuperare il conto ed il bicchiere vuoto di un altro tavolo, sempre sorridente. Posò il vassoio sul bancone e si chinò per buttare la bottiglia vuota nel secchio apposito, quando una voce la chiamò.
    Si rialzò, aprendosi in un bel sorriso ampio e i suoi occhi incontrarono quelli del Sindaco Mills.*

    Signora Sindaco. Che piacere averla qui. E' un onore, un vero onore, vederla. Prego si accomodi, le posso servire qualcosa?
    Per lavoro? Wow, che cosa affascinante. Me ne parlerà, spero.
    Mi interessano i lavori del Ministero, li ho sempre trovati... magici


    *Disse con vivo e vero entusiasmo ed interesse, mentre ripuliva il bancone giù lindo di fronte alla donna. Le porse gentilmente i listini e aspettò una sua risposta, con cordialità ed educazione.*

    LISTINO PREZZI DEI TRE MANICI DI SCOPA E MENU DEL PUB










    @Charlotte_Mills


  • Charlotte_Mills

    Serpeverde Amministratore Preside Insegnante Moderatore Web Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 11
    Galeoni: 254437
       
       

    *Laura, nel vederla li sembrava davvero felice. Appena l' aveva vista aveva sorriso alla sua vista e non c' era cosa migliore di un' accoglienza del genere.
    La Grifondoro del settimo anno l' accolse e dopo qualche parola sul lavoro al ministero le porse le due liste.*

    Se per te va bene più tardi mi puoi aiutare, sai devo controllare se gli scacchi magici che ci sono qui sono affatturati.
    Questo è il genere di cose che si fanno all' ufficio Sport Magici ma veniamo al dunque: prendo un the freddo e qualche Onion Rings.


    *Disse la donna.
    Aveva mangiato quasi tutte le pietanze che venivano cucinate in quel pub e gli onion rings era proprio l' unica cosa che non aveva ancora assaggiato.
    nonostante il suo stomaco brontolasse l' ex Serpeverde non era in vena di un vero e proprio pranzo data l' ora un po' tarda, aveva quindi optato di qualcosa di piccolo ma allo stesso tempo buono e appetitoso.
    Era sicura della scelta che aveva fatto.
    Riconsegnò a Laura le due liste, tirando poi fuori i galeoni che servivano per pagare, oltre ad alcune carte che gli aveva consegnato il suo superiore al Ministero.
    Su quei fogli di pergamena c' era scritto il perchè della sua presenza li e di cosa doveva fare. Pareva tutto quanto semplice.
    Chissà se però Laura sarebbe stata d'accordo nell' aiutarla, non poteva certo controllare tutti gli scacchi magici, presenti li, da sola!*

    @Laura_Alderbow,


  • Laura_Alderbow

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 7
    Galeoni: 1439
       
       

    *Riprese le liste con un sorriso se possibile ancora più ampio del precedente, mentre un pensiero felice le si faceva strada nella mente. In realtà non era un vero e proprio pensiero fatto di parole o immagini. Era una sensazione. Felicità e gioia allo stato puro, semplicemente quello, che le si irradiava dentro scaldandola.
    L'Ufficio Sport Magici.
    Sport. Magici.

    Quelle tre parole le stavano galleggiando nella mente, avvolte nella melassa.
    Uno dei suoi molteplici sogni, tra le tante scelte che alla fine di quell'anno avrebbe dovuto vagliare, era proprio lavorare in quella sezione del Ministero.
    Chi non amava i giochi e gli sport magici?
    I suoi capelli, partecipi a quella emozione di felicità e gioia pura, divennero blu elettrico.*

    Ma certo, cara Sindaco. Per me sarebbe un vero onore aiutarla. Mi piacerebbe moltissimo, rendermi utile. Ora le porto tutto, solo un momento.

    *Disse voltandosi verso la cucina del pub, sinceramente onorata e desiderosa di aiutarla.
    Non poteva credere possibile che una donna come la Signora Mills chiedesse il suo aiuto.
    Proprio il suo. Quello di Laura Alderbow. Lei.
    Incredibile. Pensò mentre lavorava ai fornelli.
    Le tremavano le ginocchia e le mani, nonostante continuasse a cucinare con passione e cura. Le era sempre piaciuto cucinare e aiutare sua mamma e sua nonna in cucina. Le volte che non cucinava la cuoca, ci pensava lei a preparare dei deliziosi pranzetti.
    Era bello poterlo fare anche li.
    Aveva sempre associato al buon cibo e alla cucina, la felicità delle persone.
    In fondo anche la cucina è passione e amore.

    Quando ebbe finito, tornò al bancone e servì l'ordinazione al Sindaco.*

    Ecco a lei, Signora Mills. Spero sia di suo gradimento.





    @Charlotte_Mills


  • Charlotte_Mills

    Serpeverde Amministratore Preside Insegnante Moderatore Web Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 11
    Galeoni: 254437
       
       

    *Charotte aveva appena ordinato dei gustosi Onion Rings e del the freddo che, quando riconsegnò le liste con indicato ciò che desiderava mangiare, Laura, la barista di quel Pub scomparve subito nel retro a prepararglielo.
    Era bello vedere giovani ragazzi adempiere a tale ruolo. lo considerava un tocca sana per la salute e per la vita futura.
    Lavorare in un pub, dove si faceva tutto quanto senza magia era una lezione per tutti gli studenti, per mostrare a loro quanto fosse difficile la vita al di fuori della scuola, e quanto fosse ancora più complicata la vita di un babbano.
    Erano maghi, erano in grado di utilizzare la magia e dovevano considerarlo un dono e non un privilegio*

    Ecco a lei, Signora Mills. Spero sia di suo gradimento.

    *Disse laura consegnandole, qualche minuto poco, quello che aveva ordinato.
    Gli anelli di cipolla avevano un aspetto magnifico, e proprio come piaceva a lei erano accompagnati da qualche gustosa salsina.
    Il the freddo invece era all' interno di una piccola caraffa insieme a qualche fetta di limone. lei adorava il limone.*

    Grazie mille laura, ma ricorda: è signorina, non signora.
    Non sono ancora sposata nonostante le rughe che iniziano a comparire...


    *Affermò Charlotte correggendo la Grifondoro.
    Detestava essere chiamata signora Mills. La signora Mills era sua madre.
    Signora erano chiamate le donne sposate e lei purtroppo o per fortuna non lo era.
    Charlotte mangiò in tranquillità, mentre leggeva le varie pergamene che il suo superiore gli aveva dato circa un' ora prima.
    Il compito che doveva svolgere non era difficile, inoltre l' incantesimo per scoprire se gli scacchi erano affatturati era un incanto molto semplice, come quelli che venivano insegnati ad Hogwarts.
    Laura non avrebbe avuto nessun problema dell' aiutarla in quella pratica che, la signorina Mills, doveva svolgere.*

    Laura ecco qua intanto i galeoni e le falci che ti devo.
    termino di bere questo buonissimo the freddo al limone e poi incominciamo. Ti va?


    *Chiese Charlotte, bevendo poi il the rimanente in pochi sorsi.
    Era finalmente giunto il momento di mettersi al lavoro per lei.*

    @Laura_Alderbow,


  • Laura_Alderbow

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 7
    Galeoni: 1439
       
       

    *La giovane pasticciona goffa che quella Grifondoro era, si portò entrambe le mani alla bocca, serrandola in imbarazzo, sbarrando gli occhi carichi di sgomento. Si morse l'interno della guancia, mentre si insultava mentalmente e poi abbassò il viso in segno di scuse, inchinandolo appena.*

    Ossignore... mi scusi! Non era proprio quella la mia intenzione! Non volevo certo assumere che lei sia vecchia, anzi... sembra ancora una ragazzina pronta ad intraprendere l'ultimo anno a Hogwarts... è l'abitudine con gli adulti... mannaggia a me!

    *Si morse la lingua, mentre per l'imbarazzo improvviso, i suoi poteri cominciavano a fluire da soli, come spesso capitava. Totalmente distaccati dalla sua volontà, cominciarono a turbinare in un vortice di colore dentro di lei, come sempre Laura li visualizzava se doveva immaginarseli, fino a scorrerle frizzanti sotto la pelle, che si increspò di meraviglia.
    Subito, a risposta a quel pizzicore, i capelli lunghi e ramati, scolorirono rapidamente, passando dalle radici alle punte ad un rosa confetto.
    Era sincera, la Sindaco le sembrava davvero una ragazzina e non voleva suonare maleducata. Specie non voleva certo far pensare alla donna che la ritenesse anziana.
    Aveva sempre avuto quell'abitudine di rispetto che le faceva chiamare Signora e Signore chiunque meritasse rispetto e fosse più grande di lei.

    Ma pensandoci, era vero. La Signorina Mills non era sposata, quindi era ancora Signorina e non Signora. La strega da poco maggiorenne, sentì la pelle del viso ardere come fuoco, mentre ne assumeva letteralmente la stessa sfumatura rossiccia.
    Strizzò gli occhi, cercando di calmarsi e riprendersi, scosse il viso mentre riassumeva la solita pallida colorazione e i capelli, scossi leggermente riacquistavano il loro colore naturale.*

    Ma certo Sindaco Mills. Quando vuole sono più che pronta per aiutarla.
    Sarà un piacere!


    *Cercò di assumere un tono naturale, per cancellare l'imbarazzo di poco prima.*


    @Charlotte_Mills


  • Greta_Bloodwhite

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 1
    Galeoni: 55
       
       

    *Addy entrò ne "I tre manici di scopa" molto contenta, aveva proprio voglia di una burrobirra, vide al bancone @Laura_Aldrebow e si avvicino per salutarla*

    Ciao Laura, come stai? Io sono molto felice di essere finita fra i Grifondoro!

    *Mentre parlava si sedette su uno sgabello proprio dinanzi a Laura per poter parlare meglio*

  • Charlotte_Mills

    Serpeverde Amministratore Preside Insegnante Moderatore Web Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 11
    Galeoni: 254437
       
       

    *Charlotte era davvero felice.
    Avrebbe ricevuto l' aiuto di @Laura_Alderbow, per quel piccolo lavoretto di cui doveva occuparsi.*

    Ma certo Sindaco Mills. Quando vuole sono più che pronta per aiutarla.
    Sarà un piacere!


    *Le aveva detto la giovane grifondoro e barista di quel pub in quei mesi.
    Charlotte allora le mostrò un semplice incanto per scoprire se gli scacchi presenti in quelle stanze erano stati affatturati.
    L’ incanto che Charlotte mostrò a Laura sprigionava una debole luce candida, quasi come se un entità non corporea uscisse dalla punta del suo catalizzatore.
    A Hogwarts insegnavano molti incantesimi ma quelli non erano tutti quelli che l’ uomo conosceva, molti incanti infatti non venivano insegnati ad scuola.*

    Spero di essere stata chiara, se no dimmelo così te lo rispiego

    *Affermò la donna che quel giorno, era stranamente calma e gentile.
    Da qualche periodo però quello stato umorale era come se si fosse impadronito di lei, esattamente da quando aveva adottato Kyle, suo figlio, un piccolo pargoletto di ormai 3 mesi.
    Amava alla follia quel bambino, lo amava come se fosse davvero suo.
    In quel momento entrò nel locale una ragazzina che l’ ex serpeverde non conosceva.
    Sembrava essere una studentessa del primo anno che di sicuro non aveva mai preso parte alle sue lezioni ad Hogwarts.*

    Ciao, tu sei @Addy_Bronazando, giusto?
    Piacere Charlotte Mills Sindaco di questo villaggio e docente di Arti oscure ad Hogwarts


    *Disse Charlotte presentandosi.
    Amava conoscere persone nuove anche se a volte poteva sembrare il contrario.*

  • Greta_Bloodwhite

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 1
    Galeoni: 55
       
       

    *Addy fu presa alla sprovvista da quella presentazione inaspettata del sindaco ma riuscì riprendere autocontrollo e rispose educatamente*

    Buongiorno, si sono io, piacere di conoscerla signora Mills

    *Purtroppo però l'autocontrollo non fu abbastanza infatti parlò un po' impacciata e tutta rossa, che figuraccia!*

  • Laura_Alderbow

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 7
    Galeoni: 1439
       
       

    *Prestò attenzione al piccolo Incantesimo che avrebbero dovuto usare quel pomeriggio, mentre la Sindaco glielo spiegava. Era semplice, ma Laura era abituata a prestare sempre tutta l'attenzione che aveva per qualsiasi cosa, per ogni parola che gli altri pronunciavano.
    Non voleva che si sentissero ignorati o trascurati.
    Replicò il movimento con la sua Bacchetta, senza pronunciare ancora l'Incantesimo.
    Poi annuì e alzò nuovamente lo sguardo sulla donna, che aveva tenuto fisso sulla sua Bacchetta per quei minuti.*

    Oh, no. E' stata chiarissima, davvero. Ho afferrato il concetto, grazie.
    A proposito. Se non sono indiscreta. Come stà, il piccolo Kyle?


    *Come sempre la sua voce era dolce, pacata e gentile.
    Ad un tratto la sua attenzione venne richiamata da una bambina che aveva appena fatto il suo ingresso nel locale. Le sorrise guardandola sedersi di fronte a lei, poi si appoggiò appena al bancone.*

    Ciao carissima. Benvenuta, sia ai Tre Manici che nei Grifondoro.
    Cosa posso portarti? Hai già un'idea o preferisci guardare il menù?


    *La guardò dolcemente. Si sentiva sempre così con i nuovi Grifondoro. Un istinto quasi materno e protettivo verso tutti.*


    @Addy_Bronazando, @Charlotte_Mills


  • Greta_Bloodwhite

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 1
    Galeoni: 55
       
       

    *Per fortuna Laura la salvò porhendole una domanda, che vergognia*

    Em...potrei vedere il menù?

    *doveva riprendersi assolutamente, era una Grifondoreo insomma!*

  • Greta_Bloodwhite

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 1
    Galeoni: 55
       
       

    *Greta entrò nel pub e constatò che @Jane_Casterwill non era ancora arrivata, così si sedette ad un tavolo per aspettare piu comodamente*

  • Jane_Casterwill

    Grifondoro Insegnante Responsabile di Casa Certificato

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 8
    Galeoni: 3110
       
       

    *Jane durante il tragitto verso i Tre Manici di Scopa per incontrare @Greta_Bloodwhite, si perse nei ricordi che le vie di Hogsmeade le facevano tornare alla mente. Con qualche minuto di ritardo alla fine arrivò anche lei. Entrata vide che la sua nuova amica si era già accomodata a un tavolo così la raggiunse*

    Eccomi, scusa per il ritardo!


    Inviato da HW Mobile



  • Charlotte_Mills

    Serpeverde Amministratore Preside Insegnante Moderatore Web Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 11
    Galeoni: 254437
       
       

    *Charlotte era stata interrotta da una giovane grifondoro che, dopo aver scritto la mano alla docente, chiese a @Laura_Alderbow, se poteva mostrarle il menù.*

    Questo forse non è un buon momento....

    *Sussurrò la donna alla giovane barista, avrebbe svolto quel piccolo lavoro da sola, oppure sarebbe ripassata più tardi.
    Proprio in quel momento però anche un' altra giovane grifondoro entrò nel locale.
    Si era meglio svolgere quel piccolo lavoretto in un altro momento.*

    Si è il momento sbagliato.
    Laura ti lascio al tuo lavoro, tornerò più tardi verso l' orario di chiusura.

    E' stato un piacere conoscerti greta, e buonasera anche a te Jane.


    *Affermò Charlotte che, dopo aver raccolto le sue cose, dopo aver salutato quelle tre grifondoro si avviò verso casa sua a Londra.
    la smaterializzazione era una cosa molto utile per un mago che andava di fretta...*


    LEGGERE ---->
    @Greta_Bloodwhite, fai attenzione a non scrivere post consecutivi.
    Esiste il tasto edit (a destra del tuo scritto) dove cliccando sopra puoi editare quante volte vuoi il tuo post.
    Le prossime volte fai attenzione.

    Se non capisci qualcosa puoi sempre contattare me o Laura, che ti possiamo spiegare bene e con calma ciò che puoi non capire. ;) Very Happy



Vai a pagina 1, 2  Successivo