Hogwarts - Dintorni
Hogwarts - Dintorni



Vai a pagina 1, 2, 3, 4  Successivo
Topic Precedente :: Topic Successivo

  • Stefano_Draems

    Fondatore Amministratore Ministro Ad Honorem Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 16
    Galeoni: 584328
       
       



    Role Aperta da Daphne_Harris




    Ultima modifica di Marcus_Largh oltre 1 anno fa, modificato 2 volte in totale


  • Daphne_Harris

    Tassorosso

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 7
    Galeoni: 2095
        Daphne_Harris
    Tassorosso
       
       



    [Ufficio di Daphne Harris]

    *Daphne Dianne Harris, insegnate di Cura delle Creature Magiche, era parecchio euforica, perché avrebbe tenuto l'Esercitazione pratica. Aveva in mente una cosa davvero speciale, oltre ad un piccolo e breve ripasso iniziale. Aveva ricevuto diversi compiti, per cui era l'occasione per valutare anche nell'orale come andavano, oltre che nello scritto, cosa di cui non aveva dubbi alcuni studenti, mentre con altri, non lo era troppo. Con un sorriso sul volto, era pronta per dirigersi verso l'esterno, dove un sole caldo faceva capolino da dietro qualche piccola nuvola. Il poter stare con i suoi studenti, scoprire le loro capacità, farli immergere nel suo mondo, era davvero la cosa che le piaceva, perché avrebbero scoperto davvero molto, dettagli che durante la lezione non avevano avuto modo di apprendere. *

    Il tempo a volte non è a mio favore.

    *Pensò la docente, sollevando un po' il sopracciglio destro, turbata da questa mancanza di tempo e dalle molteplici nozioni da rivelare, da far appuntare, da ricordare... Tante, troppe cose. Lei amava tantissimo le Creature e sperava di emanare la sua passione come il profumo dei fiori si diffonde nell'aria. *

    Un'odore che si inizia a sentire.

    *Ammise la giovane, respirando a fondo, facendosi inebriare dalla moltitudine di fragranze che si innalzavano da piante, fiori, alberi che si insinuavano dalla finestre aperta. Un'altro motivo per cui amava il suo lavoro da insegnante, era proprio il godersi il parco e i dintorni del Castello, stare a contatto con la natura e perdersi tra cielo e prato.
    Nel suo ufficio non aveva molto da prendere, giusto le solite pozioni, qualche pergamena per gli appunti, uno schemino e altro materiale formativo e didattico. Non mancava mai niente nella sua super borsetta ed era felice di essere sempre pronta ad ogni evenienza. Con un gesto della bacchetta, sistemò le ultime scartoffie e libri da mettere in ordine, spostare la sedia al suo posto e appellare un paio di occhiali da sole.*

    Una splendida giornata per stare all'esterno.

    *Rifletté ancora la Harris, dirigendosi verso il Limitare della Foresta, nel luogo dove era situata la sua "aula": vicino la vecchia capanna del Guardiacaccia. Da lì, avrebbero scoperto il tema dell'Esercitazione. *

    Piacerà a tutti!

    *Si disse decise la docente, percorrendo i corridoi, salutando cordialmente alunni e colleghi, prendendo una grossa boccata d'aria una volta varcato il grande portone di legno. Alcuni studenti correvano, affrettandosi a tornare dentro il Castello dopo le lezioni di Erbologia e altri del primo anno, che venivano dalla lezione di Volo, entusiasti e allegri per essersi alzati in aria per la prima volta.*

    [Vicino la Capanna del Guardiacaccia]

    *L'aria all'esterno era perfetta per ciò che avrebbero dovuto fare e Daphne era certa che tutti avrebbero apprezzato. Era vicino la Capanna del vecchio Guardiacaccia e presto sarebbero giunti i ragazzi. Ovviamente, non sarebbero rimasti molto in quel luogo, perché l'attività della giornata era ben diversa dal solito e molto diversa. Si sarebbero diverti di certo.*



    Ecco che arrivano.

    *Rifletté la docente, osservando gli studenti che si dirigevano verso di lei. A breve, avrebbe spiegato i loro "passi" successivi e di certo, sarebbero rimasti colpiti da quello che poteva sembrare solo un semplice ripasso.*

    Buon giorno e benvenuti all'Esercitazione di Cura. Attendiamo l'arrivo dei ritardatari e poi ci apprestiamo ad iniziare.

    *Daphne accolse con un sorriso e dolci parole i presenti, sperando di far passare una bella giornata a tutti quanti.*




    OT:
    Potete iniziare a postare alle 12.00 del giorno 7 Aprile, fino alle 23.00 del giorno 9 Aprile.
    Ricordo a tutti i partecipanti, che oltre i galeoni di partecipazione (3 a testa), più i 3 galeoni extra al miglior Roler (divisibili fino a 3 persone), si possono ottenere da 1 a 10 galeoni/punti, che valgono sia per il profilo personale, che per la Coppa delle Case, che noi docenti abbiamo il dovere di accreditare entro il 25 di Giugno.
    Per far sì che la role sia di alto livello e che ognuno possa guadagnare dei bei punti per la sé e la propria Casa, auspico che i vostri post non contengano meno di 300 parole.
    Qualora i vostri post non rispettino i miei stardard, non considererò i testi per concorrere al premio del Miglior Roler!

    Buon divertimento,
    Daphne D. Harris.


  • Shaula_Starlight

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 1
    Galeoni: 211
       
       

    *Shaula_Starlight, quella mattina si era svegliata di buon umore e piuttosto euforica. Aveva indossato la sua divisa, si era legata i capelli in una treccia bassa fermandola con un nastro blu. Riempi la borsa con tutto quello che poteva servirle. Era la stessa borsa appartenuta a sua madre, per questo in alcuni punti era un po logora e sfilacciata, ma ci era troppo affezionata e poi le bastava che riuscisse a contenere il materiale senza rompersi. Uscì dal dormitorio con un sorriso che andava da guancia a guancia. Il motivo principale era che non vedeva l'ora di partecipare alla lezione di Cura delle creature. Era una delle sue preferite poiché le permetteva di stare all'aria aperta.Trascinandosi dietro la borsa, saldamente ancorata alla sua spalla, Shaula si avviò nel luogo della lezione. Nel suo percorso incontrò alcuni alunni, più grandi di lei, notò che avevano le mani sporche di terrà, ne dedusse quindi che avevano appena terminato una lezione di Erbologia. Non poté fare a meno di chiedersi quale pianta avessero studiato, e che tipo fosse l'insegnante di Erbologia. Una volta superati il suo pensiero ritornò alla lezione che stava per frequentare*

    Forse l'ho caricata un po troppo *mormorò riferendosi alla borsa che era piuttosto pesante*

    *Non appena uscì in cortile una leggera brezza le sferzò il viso scompigliandole i capelli. Il vento porto con se tutti gli odori e i profumi della natura.
    Si fermò per un attimo allargando le braccia e inspirando a pieni polmoni. Poi calò nuovamente le braccia lungo i fianchi, nel farlo, la borsa le scivolò cadendo a terra con un lieve tonfo. Si affrettò ad afferrarla poi accelerò il passo per raggiungere la Capanna del Guardiacaccia, visto che era li che si sarebbe tenuta la lezione. Non appena vide la sagoma della Capanna farsi sempre più nitida accelerò il passo fino quasi a correre. Gli ultimi metri li coprì con uno sprint finale.
    Si fermò difronte all'insegnante. Scansandosi dal volto i ciuffi che erano sfuggiti dal nastro, poi eseguì un piccolo inchino in segno di saluto.*

    Buongiorno!

  • Dragonis_Witch

    Tassorosso Membro del Consiglio di Hogsmeade Certificato

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 7
    Galeoni: 5084
       
       

    *Dragonis era davvero molto felice quel giorno, aveva pubblicato nella sala comune dei Tassorosso l'esercitazione della sua amica Daphne e non vedeva l'ora di prenderne parte *

    Chissà di quale argomento parlerà e speriamo che ci siano diversi studenti perché tratta sempre qualcosa di interessante, meglio che mi sbrighi però perché altrimenti arriverò tardi e non vorrei fare una pessima figura

    *Pensò la donna che si curò nei minimi dettagli, fortunatamente la notte precedente era riuscita a dormire con molta tranquillità, si vestì con un paio di pantaloni e una semplice maglia a mezze maniche anche se dentro la sua borsa aveva con se un giubbottino non molto pesante in caso la sera avesse rinfrescato un po', controllò l'orologio che portava al polso e notò che mancava ancora circa un'ora perciò faceva in tempo a fare una sana e corretta colazione dopo la corsa e la doccia che le aveva schiarito la mente l'aveva davvero rinvigorita, scese in Sala Grande dove vi erano diversi studenti mattutini e qualche suo collega, bevve il suo tè ai frutti di bosco e mangiò una fetta di pane con un leggero strato di marmellata poi senza alcuna fretta si alzò e uscì all'aperto camminando con tutta tranquillità con alcuni pensieri che aveva in testa*

    Devo iniziare anche io a pensare alla mia esercitazione che ci sarà durante il prossimo mese e spero che ci saranno molte persone sia adulti che studenti perché sarà una giornata all'insegna del divertimento

    *Da lontano vide diverse persone che si affrettavano ad andare verso la Capanna del Guardiacaccia, luogo dove si sarebbero dovuti vedere con la sua collega Harris, e notando l'ora allungò leggermente il passo perché non voleva perdersi il posto in prima fila e voleva far capire all'amica, anche se ultimamente non avevano parlato molto, che lei ci sarebbe stata in qualsiasi occasione e così arrivò giusto in tempo per sentire il benvenuto da parte della docente *

    @Daphne_Harris,


  • Laura_Alderbow

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 7
    Galeoni: 1439
       
       

    [Sala Comune Grifondoro - Dormitorio Femminile]







    *Aprì la borsa per quella che era, come minimo, la centesima volta quel giorno.
    La giovane strega della Casa di Grifondoro, l'erede della nobile stirpe degli Alderbow, la pasticciona più goffa, smemorata e disastrosa del Castello, che di nome era solita fare: Laura. Da piccola la chiamavano "Lalla", "Lallina", "Lallula". Oppure "Lauretta", "Laury", "La".
    Ma alla ragazza piaceva così tanto il suo nome, che ogni volta che lo sentiva pronunciare nel modo corretto: "L A U R A", sorrideva emozionata, felice come una Pasqua.
    E direi che con il periodo siamo anche in tema.
    Era difficile da spiegare, ma quando sentiva qualcuno che la chiamava per nome, si sentiva smuovere tutta, come quando volava. Lo stomaco saltava di gioia, e... non sapeva come altro spiegarlo, era una sensazione e spesso le sensazione e le emozioni, non si accompagnano alle parole. Sono gesti, sono privati, sono interni e non li puoi descrivere perché li avresti resi più infimi di quello che in realtà erano.

    La borsa era posata sul suo letto, aperta e devastata dal caos più totale.
    Caos che aveva provocato lei, nelle mille ispezioni che da quella mattina aveva protratto.
    Quando l'aveva riempita era insolitamente ordinata, cosa che non era proprio da lei.
    Tutto era riposto con estrema cura, ma ormai quello non era che un mero ricordo sbiadito.*

    Allora... ehm, dovrebbe esserci tutto, no? Non dovrei aver dimenticato nulla, dovrebbe esserci tutto. In fondo non mi serve poi molto, giusto?
    Bacchetta, piuma ed inchiostro, pergamena per appunti, elastico, fazzoletti, specchio, crema, cerotti, bende e garze, acqua e merendine, spazzola... si dovrebbe esserci tutto, dai Laura calmati...


    *Procedeva in quel modo da quella mattina.
    Si era alzata come sempre, sorridente e felice. Aveva fatto una doccia, si era vestita e aveva fatto colazione. Aveva seguito la Lezione di Pozioni e quella di Incantesimi, poi era andata a pranzo. E ora, nel suo Dormitorio al settimo piano della torre di Grifondoro, continuava a fare e rifare una borsa che era già completa dalla sera prima.
    C'era anche il Libro di Cura delle Creature Magiche, c'era tutto, ma la solita ansia di dimenticare qualcosa ogni volta che doveva fare qualcosa, in lei aumentava. Si diceva: "E se lo dimentico, non lo porto, e viene a crearsi l'occasione in cui serve? Come faccio?" e ricontrollava, ricontrollava, fino allo sfinimento.
    Tirò un respiro profondo, alzando e abbassando le spalle con enfasi e si impose di calmarsi.
    Agitò piano una mano sopra la borsa, sussurrando mentalmente:*

    "Bagaglius"

    *e tutto ritrovò il suo posto nella borsa. Espirò lentamente e a lungo, dalle labbra leggermente dischiuse che formavano una piccolissima "o" e poi si mise la borsa in spalla.*



    "Bene, è ora di andare, Laura. Esercitazione di Cura!"

    *Aveva gli occhi lucidi e vispi di eccitazione mentre lo pensava.
    Si fermò di fronte allo specchio, soppesandosi con lo sguardo, decidendo che poteva andare. Si diresse così verso la Capanna del Guardiacaccia, dove avrebbe avuto luogo l'esercitazione di quel pomeriggio.*







    [Vicino alla Capanna del Guardiacaccia]



    *Cosa quanto mai insolita, era tra le prime, ad essere arrivata.
    Percorse il breve sentiero che dal passaggio in pietra, attraverso l'erba portava alla capanna con un radioso sorriso ed un passo cadenzato e felice, salutando tutti con una luce allegra nello sguardo ed un gesto entusiasta della mano.
    Non vedeva l'ora di cominciare l'Esercitazione sugli Asticelli, che quel pomeriggio la bravissima Insegnante, Daphne Harris, avrebbe proposto agli studenti. Ogni cosa che riguardava la Natura la rendeva felice, stare li con gli altri, immersi nella Primavera, tra i fiori, i colori ed i profumi era senza dubbio una delle parti migliori delle Esercitazioni e di quella meravigliosa Materia. Sua nonna gliel'aveva fatta amare prima ancora che cominciasse a parlare, insegnandole le cose più emozionanti e diverse, dando ad ogni cosa quella nota che te la faceva amare anche se era un po noiosa.
    Lei ed il nonno erano stati Magizoologi ed Erbologisti e amavano il loro lavoro alla follia, anche adesso. Laura ebbe però la fortuna di sentirne parlare solo dalla nonna, dato che il nonno era morto prima della sua nascita. In ogni caso, anche lei aveva la stessa passione che aveva visto per anni brillare nei chiari occhi azzurri della nonna, contornati di rughe e sorrisi.

    Si fermò in mezzo agli altri, aspettando l'inizio di quella giornata.*

    Buongiorno a tutti. Buongiorno Professoressa Harris.




    @Daphne_Harris, @Martina_Waldorf, @Quenya_Faraway, @Millennium_Falcon, @Dragonis_Witch, @Sage_Lovengood, @Fiddle_Enigmaticus, @Greta_Bloodwhite, @Elizabeta_Kirkland, @Cassandra_Evens, @Sylvia_Turner, @Alexander_Morgenstern, @Maya_Mondlicht, @Gandalf_Derweiss, @Shana_Sakai, @Dubhe_Dolohov, @Alice_White, @Jane_Casterwill, @Claire_Biovero


  • Charlotte_Mills

    Serpeverde Amministratore Preside Insegnante Moderatore Web Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 11
    Galeoni: 254436
       
       

    [UFFICIO PROFESSORESSA MILLS]


    *Charlotte stava leggendo, come al suo solito, un ricco volume sulla materia che insegnava: Arti oscure.
    Amava il rumore delle pagine che si sfogliavano, amava il profumo della carta stampata, amava passare del tempo a leggere oppure passare il tempo con suo figlio Kyle.
    Erada quella mattina che non vedeva quel musino tanto carino, non tutti i giorni la donna portava con se il figlio al lavoro.
    Mentre l' ex serepverde leggeva quel volume sulle arti oscure in Africa un apiccola lampadina si illuminò nella sua mente.
    Quella mattina si sarebbe tenuta l’ esercitazione di Cura delle Creature Magiche, una bella occasione per uscire da quel polveroso ufficio pieno di libri e di storia oscura.*

    Ma si dai, e poi chi me lo fa fare a rimanere qui…

    *Pensava la donna che, senza nessuna esitazione si avviò verso la capanna del guardiacaccia, era li infatti che la professoressa Harris teneva le sue esercitazioni.*

    [CAPANNA DEL GUARDIACACCIA]


    *Charlotte, impeccabile come sempre si presentò all’ esercitazione proprio nel momento giusto.
    La docente di CDCM non aveva ancora iniziato a spiegare, dato che le persone presenti non erano ancora molte.
    Sicuramente stava aspettando che l’ esercitazione si affollasse, la sua materia era molto popolare tra gli studenti e di sicuro molti alunni avrebbero preso parte a tale attività.*



    Buon giorno Daphne

    *Disse Charlotte salutando la sua collega.
    L’ ex serpeverde non aveva grande simpatica per i componenti della casa di tassorosso, qualsiasi fosse la loro età ma Daphne era l’ eccezione a quella regola.
    Charlotte si osservò intorno e notò alcune facce familiari, una di quelle era Dragonis, altra tassorosso insegnante ad Hogwarts.*

    Drag, che piacere incontrarti!
    Sembra quasi che noi siamo destinate ad incontrarci alle esercitazioni dei nostri colleghi…


    *Commentò Charlotte ricordando l’ ultima volta che aveva incontrato la docente di Babbanologia.
    Si erano incontrate all’ esercitazione di Volo, davvero una strana esercitazione quella.
    Oltre alle due adulte anche studenti erano presenti, li salutò uno ad uno, anche quelli che conosceva solo di vista.
    Salutò anche chi non conosceva, come Shaula, una studentessa di Corvonero del primo anno.
    Char tornò ad osserva le docente di CDCM, era sempre bellissima con quei boccoli dorati che le incorniciavano il viso, e chissà cosa passava in quella mente!
    Era davvero curiosa di sapere cosa aveva pensato per quella sua esercitazione.*


    @Laura_Alderbow, @Dragonis_Witch, @Shaula_Starlight,


  • Elizabeta_Kirkland

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 2
    Galeoni: 221
       
       

    *Elizabeta si era svegliata di buon umore e in orario, quella mattina. La sera prima aveva impostato la sveglia alle 7 in punto e, quando il giorno dopo squillò, la ragazzina si era svegliata immediatamente, non dando all'oggetto il tempo di squillare una seconda volta.
    Si era lavata, pettinata e vestita con cura, indossando la divisa di Corvonero pulita e profumata. Aveva lasciato i capelli sciolti, lunghi e sbarazzini sulle spalle, che svolazzavano di qua e di là ad ogni singolo movimento.
    Prima di uscire dal Dormitorio, aveva ripescato la tracolla verde da sotto il letto a baldacchino. Ci infilò il libro di Cura delle Creature Magiche, per poi mettersi su una spalla la borsa e scendere dalle scale a chiocciola.
    Mentre percorreva la strada verso l'uscita della scuola, vide la zazzera castana di suo fratello Nathan venirle incontro, seguito costantemente dalla sua banda. Avevano fatto la strada insieme, poichè Nathan doveva andare ad Erbologia, e parlarono allegramente per un po', fino ad arrivare davanti alla serra numero 2, destinazione del fratello. Lo salutò con la mano per poi avviarsi verso la capanna del Guardiacaccia, non molto lontana dalla serra.*

    Buongiorno a tutti!

    *Salutò con un largo sorriso la ragazzina, dopo aver raggiunto il gruppetto. Davanti alla capanna si trovava la professoressa Harris, una ragazzina di Corvonero come lei, una Grifondoro e la professoressa di Difesa contro le Arti Oscure. Alzando impercettibilmente un sopracciglio, Elizabeta si chiese il perché della sua presenza.
    La ragazza iniziò a guardarsi intorno, osservando le foglie verdi che venivano mosse pigramente dal vento. Sentiva chiaramente gli uccellini cinguettare, le voci degli studenti nelle serre e quel rumore fastidioso che sentiva interiormente.
    Era il suo cuore che batteva all'impazzata.*

  • Claire_Biovero

    Tassorosso

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 5
    Galeoni: 395
       
       

    *Claire aveva visto parecchio movimento. Erano molti, infatti, gli studenti che si affrettavano a uscire dal castello, come aveva già notato mentre, ancora un po' addormentata, si era guardata attorno dopo la colazione. In quel momento, però, non riusciva a ricordarsi se, lì dove stavano andando tutti, dovesse andare anche lei. Poi sentì un mormorio generale provenire uniformemente dalle bocche di chi si apprestava a uscire in direzione della Foresta Proibita.*

    Esercitazione... Cura... Prof. Harris...



    *La Tassorosso si era bloccata realizzando di aver guardato il foglio nella bacheca della Sala Comune molte volte, me che in quel momento le pareva di averlo completamente dimenticato. Scosse la testa sconsolata*

    Forse neanche una Ricordella mi basterebbe!

    *Pensò, infatti, mentre si dirigeva di corsa verso i sotterranei di Tassorosso, fino in camera sua, per recuperare la sua tracolla, qualche foglio di pergamena, piuma e inchiostro. Non sapeva di cosa avrebbe avuto bisogno, ma non voleva di certo trovarsi impreparata.
    Una volta recuperati i suoi effetti personali corse di nuovo su e poi filò fuori dal castello, puntando dritta alla Capanna del Guardiacaccia, dove di solito ci si ritrovava per le Esercitazioni di Cura delle Creature Magiche.*

    Spero di non farmi riconoscere per il mio solito ritardo!

    *Sperò tra sé e sé la ragazzina mentre raggiungeva gli studenti già arrivati e pronti a seguire la lezione. Forse non aveva fatto troppo tardi, ma era certa di non essere neanche in anticipo, un po' come sapeva di aver corso così veloce da avere ancora il fiato corto per lo scatto.*

    Buongiorno a tutti!

    *Salutò, sorridendo allegramente, chi era già lì. Il suo sorriso si allargò quando riconobbe Laura, in mezzo ad alcune faccine viste molto poco di studenti che presumeva essere del primo anno. Claire salutò l'amica con un cenno della mano e un gran sorriso, poi notò anche che a quell'esercitazione erano presenti altre due sue insegnanti, oltre alla Professoressa Harris, insegnante della materia oggetto di quell'esercitazione. Così, ricomponendo un po' la sua divisa e anche la sua voce, per non farla apparire troppo stanca, le salutò tutte e tre in modo più composto*

    Buongiorno, Professoresse!

    *Poi si mise in attesa che la Professoressa Harris parlasse e introducesse l'argomento della sua lezione e la modalità con cui sarebbe avvenuta. Era arrivata a quel solito punto in cui non riusciva a tenere a bada la sua immensa curiosità.*

    @Laura_Alderbow, @Daphne_Harris, @Charlotte_Mills, @Dragonis_Witch, @Elizabeta_Kirkland, @Shaula_Starlight


  • Alexander_Morgenstern

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 9
    Galeoni: 116
       
       

    [Sala Comune Corvonero]


    *Il bello di quel giorno era l'esercitazione di Cura. Alexander Aiden Morgenstern, studente del settimo anno dai colori blu-bronzo, avanzava tutto pimpante verso i divani blu.*

    Buongiorno Hogwarts!

    *Eh si, quando non c'era Volo era il ragazzo più felice del castello. Odiava Volo dal... secondo anno, più o meno. Certo, al primo era utile, ma in secondo oltre ad essere una totale perdita di tempo cominciava a raggiungere limiti che la sopportazione no, proprio non avrebbe retto.*

    Se il buongiorno si vede dal mattino, santa Rowena, oggi sarà il giorno del mio destino!

    *Ok, non era prudente urlare quelle parole in Sala Comune: Helena avrebbe potuto udirle con fin troppa facilità, accorrendo ad urlare in faccia al mal capitato che aveva nominato il nome di sua madre ciò che aveva fatto Tom Riddle, tanti anni fa.*

    Lo ha profanato con la Magia Oscura!

    E chissene frega????

    *Eh si, quella conversazione... frizzante, era avvenuta quando il Corvetto frequentava il suo terzo anno di istruzione magica. Era scemo? No, dai, era solo un mezzo pazzoide, uno che non riusciva a non cacciarsi nei guai o, per lo meno, uno che non riusciva proprio a trattenere il sarcasmo. Per fortuna, nessun fantasma arrivò urlando, con gli occhi da fuori e, se fosse stato possibile, paonazzo in viso.*

    Sisi, tu perdi tempo: l'esercitazione cominciaaa!

    *Detto ciò il Corvetto si alzò, appellando con un'alzata di mano la sua borsa a tracolla, nella quale aveva tutto ciò che gli serviva, prima di uscire fuori dal ritratto, diretto all'esterno del castello.*

    [Aula di Cura delle Creature Magiche]


    *Ed eccolo lì, in ritardo come al solito. No dai... forse non l'avrebbero messo in castigo, all'angolino poco più in la, accanto ai Dissennatori.*

    Forse oggi mi mettono dietro la lavagna, con i Lupi Mannari.

    *Soffocò una risatina, mentre diceva rivolto a tutta la classe:*

    Gioooooorno....

    *Si, era decisamente di buon umore. Mentre avanzava verso i banchi, dedicò un'occhiata alla docente di Cura.*

    Che bel pezzo di donna...

    *Ok, la bava alla bocca no, proprio non ci stava. Il Corvonero le fece un sorrisino e alzò la mano in cenno di saluto, sedendosi poi al proprio banco e guardandosi attorno: c'era un bel po' di gente! Persino alcune facce nuove.*



    Oh beh, sai che novità: siamo ad Hogwarts.

    *Insomma, la specialità di quel castello era che si riempiva alla velocità di un formicaio.*

    @Claire_Biovero, @Elizabeta_Kirkland, @Charlotte_Mills, @Laura_Alderbow, @Dragonis_Witch, @Shaula_Starlight, @Daphne_Harris,


  • Dragonis_Witch

    Tassorosso Membro del Consiglio di Hogsmeade Certificato

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 7
    Galeoni: 5084
       
       

    *Dragonis si girò intorno e vide che nel suo stesso istante erano arrivate anche diverse persone che conosceva, alcuni erano anche suoi studenti, come @Shaula_Starlight, una ragazza del primo anno della casata di Corvonero e @Laura_Alderbow, una ragazza di Grifondoro che quell'anno avrebbe dovuto affrontare i MAGO, la quale la salutò con un cenno di mano poi mentre era voltata di spalle sentì anche la voce della sua collega di Arti Oscure, @Charlotte_Mills,*

    Oh il piacere è tutto mio Char e comunque si ormai è proprio destino incontrarsi alle esercitazioni dei nostri colleghi, ma sono sicura che questa sarà molto più interessante e anche gli studenti, ad essere sincera, mi sembrano molto più coinvolti

    *Nel frattempo vicino a loro erano arrivati anche altri studenti come @Elizabeta_Kirkland, una ragazza del primo anno, @Claire_Biovero, una sua concasata che salutò con il sorriso sulle labbra e un cenno di mano ed infine @Alexander_Morgenstern un ragazzo del settimo anno che sembrò provare un certo interesse più verso l'insegnante stessa che alla materia.
    La giovane donna decise di conversare con la sua collega prima che la Harris iniziasse a parlare *

    Spero che allora sarai presente alla prossima esercitazione dato che sarà la mia, sai sono veramente curiosa di vedere cosa ne pensi, magari ne potremmo anche discutere un giorno di questi quando entrambe non avremmo impegni, a proposito il piccolo Kyle come sta? Immagino che è una grande responsabilità e, anche se non ti conosco abbastanza, so che tu te la caverai senza problemi

    *Disse la giovane con sincerità*

    Chissà se ci saranno anche altri ragazzi di Tassorosso, di solito sono molto partecipi quindi mi sembra strano che non siano ancora qui, ma ovviamente molti di loro sono conosciuti per il loro infallibile ritardo, ma ricordiamoci bene che la speranza è l'ultima a morire perciò speriamo e aspettiamo

    *Pensò la donna con il sorriso sulle labbra *

  • Daphne_Harris

    Tassorosso

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 7
    Galeoni: 2095
        Daphne_Harris
    Tassorosso
       
       

    *I ragazzi erano presenti, alcune docenti erano accorse anche loro ad assistere e finalmente potevano iniziare.*

    Buon giorno colleghe, benvenute anche a voi.

    *Salutò la Harris alle due insegnanti presenti al momento, tra l'altro, due sue care amiche. Strano a dirsi che era amica della Mills, tra l'altro un'ex Serpeverde, ma tra loro era diverso.*

    Di nuovo buon giorno anche a voi ragazzi.

    *Continuò Daphne osservando il giovane Morgenster che sembrava parecchio euforico ed entusiasta. Sperava dal Corvonero degli ottimi interventi, perché sembrava amare quella materia e sapeva che avrebbe voluto intraprendere una carriera in cui le Creature erano importanti da studiare. Si voltò verso gli altri ragazzi con un sorriso, forse alcuni forse si sarebbero un po' dispiaciuti per il ripasso che avrebbero fatto inizialmente, ma era necessario. Non molti allievi avevano fatto compiti buoni, quindi fare delle domande e ascoltare le loro risposte era davvero gradito, così da poterli correggere, se necessario o far in modo che si correggessero tra loro. Amava sentir parlare anche loro, anziché essere sempre lei a spiegare. Le piaceva interagire e ascoltare opinioni differenti, magari anche dei dibattiti, sempre molto istruttivi e che facevano crescere tutti, i più piccoli soprattutto. *

    Speriamo di non annoiarli, dato che inizieremo a parlare di cose che dovrebbero sapere.

    *Pensò speranzosa Daphne, osservando i ragazzi e preparandosi a parlare. Come sempre, era emozionata e non vedeva l'ora di scoprire cosa, le loro giovani menti, avevano appreso durante le sue spiegazioni.*

    Dunque, so che è un'argomento di cui abbiamo già parlato, ma nella lezione non abbiamo avuto modo di finire per bene i nostri amati Bowtruckle.

    *Annunciò la docente, dando a tutti modo di recepire il messaggio e capire in quale argomento si stavano immergendo. Sperava anche che pensassero che non sarebbe stato noioso, anzi. Le lezioni erano teoriche, ma questo genere di Esercitazioni, erano anche pratica. Ma li avrebbe sorpresi dopo con questa notizia, prima toccava fare un breve ripasso e fare qualche domanda. *

    Allora ragazzi, i Bowtruckle o Asticelli, sappiamo che sono Creature che popolano gli alberi da bacchetta, per cui legni parecchio pregiati e ricercati. Essi hanno una dieta molto vasta e che riescono a reperire nel loro habitat.

    *Non era un grande annuncio, non erano cose che non conoscevano, e proprio per questo motivo non voleva essere lei a parlare, poiché erano cose già dette a lezione. Adesso, era il momento di scoprire cosa ricordavano e sapevano, visto e considerato che era un'argomento parecchio recente. Daphne quindi, scostandosi un ricciolo dal viso, si rivolse ancora agli studenti, ponendo la domanda che i ragazzi si aspettavano già.*

    Iniziamo con una domanda molto facile. Parlatemi dell'alimentazione dell'Asticello.

    *I ragazzi iniziarono a pensare, altri a parlare tra loro, pronti o no, per prendere la parola. Non vedeva l'ora di scoprire chi avesse dato la risposta più completa e dettagliata, perché erano lì anche per quel motivo. *

    Se qualcuno sa la risposta, può prendere la parola e altri possono sempre aggiungere se sanno altro o vogliono dire ciò che pensano. Sono qui per ascoltare tutti, per cui, nessun timore!

    *Esclamò entusiasta la Harris, cercando di provocare buon umore nei ragazzi e incitare anche i più piccoli a rispondere.*

    @Charlotte_Mills, @Dragonis_Witch, @Laura_Alderbow, @Alexander_Morgenstern, @Claire_Biovero, @Shaula_Starlight, @Elizabeta_Kirkland,


  • Laura_Alderbow

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 7
    Galeoni: 1439
       
       

    *Nel frattempo lo spiazzo si era popolato di Insegnanti e studenti, che fortunatamente avevano approfittato della bella giornata per partecipare all'attività.
    Sono più belle le attività quando ci sono più persone a partecipare.

    Laura sentiva l'emozione accrescere nell'attesa, la curiosità serpeggiare tra le risate e le chiacchiere, i sussurri e i bisbigli appena accennati.
    Sorrise a Claire, una sua cara amica, salutandola con la mano e poi si voltò, per vedere chi altro arrivava. In quel momento giunse dal Castello Alexander, un Corvonero che aveva appena conosciuto ma che era già diventato il suo più caro amico.

    Corse verso di lui con gioia, quasi saltellando e ridacchiando e quando gli fu accanto saltò verso di lui colpendolo con il fianco, spingendolo appena.*

    Ehi, Corvetto! Qui anche tu? Qual buon vento?! Come mai all'aria aperta?

    *Scherzò ironicamente la strega.
    Dopo un attimo ancora di pausa, nella quale molti altri giunsero finalmente sul luogo, la docente finalmente parlò.
    Avrebbero parlato dei Bowtrukle, oggetto dell'ultima Lezione, ma più nello specifico e nel pratico. Bene, Laura ne fu felice. Sorrise e alzò la mano appena la donna finì la domanda.*

    Come ha appena detto e ricordato, i Bowtrukle sono noti ai più come Asticelli, nome usato maggiormente con i bambini perché più facile da ricordare. Questi sono anche noti come Guardiani o Custodi degli Alberi poiché è proprio questo quello che maggiormente fanno.
    Vivono sugli alberi, per lo più su quelli adibiti alla fabbricazione di Bacchette, e si nutrono di piccoli insetti o Onischi. Sono abbastanza docili e facili da gestire, per un mago esperto ma anche per quelli alle prime armi. Ovviamente se si sa come calmarli, si può avvicinare un albero al quale fanno da custodi. Infatti i fabbricanti di Bacchette portano sempre con se un vasetto di Onischi se vogliono prelevare dei campioni e dei rami, poiché altrimenti queste Creature li attaccherebbero.


    *Aveva voluto rispondere alla domanda, aggiungendo qualche piccola nozione generale in più, proprio per fornire una soluzione più completa. Sorrise arrossendo leggermente, il caldo che le avvampava sulla candida pelle delle guance. Strizzò l'occhio ad Alex e voltò di nuovo il viso sull'Insegnante.*



    @Daphne_Harris, @Alexander_Morgenstern, @Claire_Biovero, @Charlotte_Mills, @Dragonis_Witch


  • Elizabeta_Kirkland

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 2
    Galeoni: 221
       
       

    *Elizabeta aveva osservato con curiosità tutti i suoi compagni di lezione, guardandoli attentamente uno ad uno. Avevano tutti delle facce simpatiche, cosa che la fece sospirare di sollievo, sicura che poteva fare facilmente amicizia con tutti loro.
    L'unico che la fece storcere in naso fu un ragazzo della sua stessa Casata, che osservava con troppa insistenza la professoressa. Sorrise divertita, trovando in lui delle somiglianza con Nathan.
    Rivolse la sua attenzione sulla professoressa, che aveva iniziato a parlare.
    Asticelli.
    Quello era l'argomento della lezione e lei doveva dare il massimo! Fortunatamente, Elizabeta era abbastanza preparata in quell'argomento, così come lo era per tutti gli altri argomenti di tutte le lezioni.
    Non si vantava, ma avere quattro fratelli più grandi di lei, che ogni estate le raccontavano tutto quello che avevano imparato, aveva aiutato abbastanza la sua mente.
    Era pronta per rispondere alla domanda della donna, quando la ragazza di Grifondoro rispose velocemente, stroncando le sue parole sul nascere. Aveva sospirato sconfitta, ma poi si accorse che la ragazza non aveva detto tutto.
    Sorridendo come non mai, la ragazzina aveva alzato agilmente la mano in aria.*

    Vorrei aggiungere che gli Asticelli possiedono due lunghe dita uncinate per mano, perfette per estrarre i piccoli insetti che si trovano nella corteccia degli alberi, come giustamente ha detto...Laura

    *Aveva allungato il collo verso la divisa della ragazza, per poter vedere il suo nome sulla targhetta. Aveva pensato che non era educato rivolgersi ad una persona come "lei", quindi aveva optato per sbirciare il nome.
    Abbassò la mano, portandola lungo il fianco, sorridendo fiduciosa alla professoressa, sperando che il suo intervento poteva essere servito a qualcosa.
    Era una precisazione molto scontata ma era sempre meglio aggiungere più cose possibili.*

    @Alexander_Morgenstern, @Laura_Alderbow, @Daphne_Harris,




    Ultima modifica di Elizabeta_Kirkland oltre 1 anno fa, modificato 5 volte in totale


  • Claire_Biovero

    Tassorosso

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 5
    Galeoni: 395
       
       

    *All'esercitazione di quel giorno era poi arrivato anche Alexander, un Corvonero con cui Claire aveva chiacchierato a diverse gite al villaggio e ad altre esercitazioni, anche il suo saluto fu molto allegro, cosa che fece pensare alla brunetta che quella, forse, poteva essere una bella giornata per tutti, nonostante la sua fosse iniziata con una gran corsa e la paura di saltare la lezione, cosa che le metteva l'ansia già al solo pensarci.*

    Ciao Alex!

    *Aveva salutato Claire, facendosi influenzare dal brio che in quel momento pareva aleggiare nell'aria. Quella mattina si era svegliata stanca ma, la possibilità di prendere parte a un'esercitazione di una bella materia come quella di Cura delle Creature Magiche l'aveva aiutata, si era convinta che quella giornata avrebbe cambiato direzione, passando dallo stancante all'interessante in pochissimo tempo.*



    *La Professoressa Harris aveva ribadito il benvenuto agli studenti giunti all'esercitazione e Claire fu felice di notare come, a tutte le sue lezioni, l'insegnante di Cura non perdesse mai il suo sorriso pieno di vita, uno dei tanti motivi per cui quella donna le infondeva fiducia e sicurezza.
    In quel momento era stato introdotto anche l'argomento del giorno: avrebbero approfondito la loro conoscenza del Bowtrukle, l'Asticello, e Claire, come al solito, non voleva perdere l'occasione ghiotta di poter arricchire le sue conoscenze.*

    Molte cose, però, sono state già dette durante la lezione... Su cosa ci concentreremo oggi, invece?!

    *Si chiese avida di dettagli e anticipazioni sui prossimi argomenti. La pazienza era una sua grande dote, ma la curiosità che la attanagliava, spesso, aveva la meglio e le impediva di ragionare lucidamente. Proprio come in quel momento, in cui era stata fatta una domanda e a rispondere in maniera decisamente approfondita era stata la sua amica Grifondoro Laura, seguita a ruota da alcune aggiunte di dettagli particolari da una ragazzina del primo anno.
    La Tassorosso non ebbe modo di aprire bocca e aggiungere qualche altra informazione, perché non riusciva a farsi venire in mente qualcosa che non fosse già stato detto.*

    Ma che mi prende oggi?

    *Si rimproverò risentita constatando che non riusciva a rendersi utile più di tanto a quella lezione. Si diede un tono, si calmò un attimo, e poi guardò le due compagne, che avevano parlato, sorridendo: sapeva che avevano detto cose giustissime, per cui si aspettava, di lì a poco, un complimento incoraggiante anche da parte dell'insegnante, che in quel momento si limitava ad ascoltare le voci dei suoi studenti.*

    @Laura_Alderbow, @Daphne_Harris, @Charlotte_Mills, @Dragonis_Witch, @Elizabeta_Kirkland, @Shaula_Starlight, @Alexander_Morgenstern


  • Dragonis_Witch

    Tassorosso Membro del Consiglio di Hogsmeade Certificato

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 7
    Galeoni: 5084
       
       

    *Dragonis salutò con molta gioia e allegria la sua cara collega Harris che aveva iniziato a fare un piccolo ripasso su una delle lezioni che la scorsa volta non aveva finito di spiegare per bene, si trattava degli Bowtrucke, meglio conosciuti come Asticelli, ma la giovane docente decise di non dire nulla perché quella era un'occasione per gli studenti di fare un piccolo ripasso e infatti dopo pochi istanti vide che @Laura_Alderbow, prese la parola e iniziò a dare delle piccole nozioni che furono arricchite da @Elizabeta_Kirkland, notò che diversi ragazzi avevano quasi il timore di parlare, forse si aspettavano qualcosa di più eclatante ma la docente sospettava che la sua cara amica aveva qualcosa di molto più divertente perché altrimenti non avrebbe organizzato quell'esercitazione *

    Se il mio intuito non sbaglia probabilmente Daphne vuol far vedere ai ragazzi e a tutte le persone che sono alla sua esercitazione degli esemplari di Asticelli anche perché altrimenti questo ripasso generale su questo argomento non avrebbe avuto senso

    *La donna si era sentita sfiorare una spalla, così si voltò all'istante, ma probabilmente era stato solo un leggero venticello perché vicino a lei non c'era nessuno, ma notò che poco più in là che @Claire_Biovero, non era allegra e solare come il suo solito, come se si sentisse risentita dal non aver risposto per prima alla domanda posta dall'insegnante, ma dopo poco vide che aveva assunto di nuovo il sorriso che la contraddistingueva perciò sapeva che non doveva preoccuparsi perché sapeva benissimo che i tassi erano ragazzi molto intelligenti e che, anche se non rispondevano per via della loro timidezza, la risposta l'avevano quasi sempre chiara in testa perciò non dovevano demordere, dovevano solo andare avanti perché prima o poi la loro occasione sarebbe arrivata, d'altronde li bastava vedere il primo posto in classifica per la Coppa delle Case o anche al fatto che l'attuale preside era stata una Tassorosso quando era una studentessa quindi non dovevano perdersi d'animo *


Vai a pagina 1, 2, 3, 4  Successivo