Hogwarts - 1° Piano
Hogwarts - 1° Piano


  • Stefano_Draems

    Fondatore Amministratore Ministro Ad Honorem Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 16
    Galeoni: 584328
       
       



    Role Aperta da Dragonis_Witch




    Ultima modifica di Charlotte_Mills oltre 1 anno fa, modificato 1 volta in totale


  • Dragonis_Witch

    Tassorosso Membro del Consiglio di Hogsmeade Certificato

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 7
    Galeoni: 5084
       
       

    Citazione:
    I Esercitazione di Babbanologia - Lun 5 maggio ore 09.00


    Ufficio di Dragonis Witch


    *Dragonis era leggermente agitata quel giorno, ci sarebbe stata la prima Esercitazione della sua materia e per la prima volta potevano partecipare anche gli adulti, gettò un'occhiata veloce all'orologio e notò che era in perfetto orario così con la borsa ricca di oggetti che avrebbero utilizzato e che avrebbero fatto divertire i partecipanti o almeno così credeva e sperava la giovane donna che con passo molto lento e deciso salì con eleganza le scale fino ad arrivare al primo piano e a trovarsi davanti alla sua aula dove ad attenderla c'erano già diversi ragazzi che frequentavano abitualmente le sue lezioni*

    Buongiorno ragazzi, prego entrate pure e le borse lasciate da una parte perché oggi non dovete prendere appunti ma il sinonimo di questa Esercitazione è Divertimento perciò spero che lo farete e svuoterete la mente da tutti i vostri problemi e mi raccomando anche se non si tratta di una lezione voglio rispetto per me oltre che per i vostri compagni perciò prendete posto con calma.

    *Concluse la donna orgogliosa e fiera di vedere quei ragazzi così invogliati a prendere parte alla sua Esercitazione e si andò a sistemare alla cattedra posando con delicatezza la borsa che portava in saplla che conteneva gli oggetti che i ragazzi avevano già visionato*

    Prima di iniziare volevo aspettare i soliti ritardatari ma non vi preoccupate inizieremo tra pochi minuti.

    *E la donna si sedette ansiosamente non sapendo cosa sarebbe accaduto*




    OT

    L'esercitazione inizierà da 00.00 del 5 maggio e terminerà alle 23 e 59 del 7 maggio, questi tre giorni "reali" saranno un unico giorno nel GDR che corrisponde al giorno di Lunedì
    Mi raccomando scrivete post lunghi
    Vi aspettto numerosi

    Ma vi ricordo anche, come detto più volte durante le esercitazione-gite-lezioni ect, che ebbene non sia espressamente vietato dal Regolamento del Sito, è fortemente sconsigliato ricorrere troppo spesso e con eccessiva disinvoltura alla citazione testuale di quanto scritto da altri nei propri post.
    Per rendere i testi più avvincenti, gradevoli e, scusate la franchezza, stilisticamente migliori, eccetto che nei rari casi in cui ciò sia realmente essenziale all'incipit della narrazione, è sempre preferibile parafrasare ciò che altri hanno detto usando parole proprie.


    @Shana_Sakai, @Quenya_Faraway, @Gabriel_Master, @Phoebe_Hamilton, @Alexander_Morgenstern, @Maya_Mondlicht, @Sibilla, @Gandalf_Derweiss




    Ultima modifica di Dragonis_Witch oltre 1 anno fa, modificato 1 volta in totale


  • Gandalf_Derweiss

    Tassorosso

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 5
    Galeoni: 4059
       
       

    [Scalinata e corridoio del Primo Piano]



    *Quella mattina Gandalf era euforico: infatti, per la prima volta avrebbe assistito ad un'Esercitazione di Babbanologia. Quella era una materia un po' strana ed esotica per lui erede di un'atica famiglia di Purosague del mondo dei non maghi sapeva poco o nulla... ma, in due anni, da quando aveva vuto accesso agli insegnamenti facoltativi, non aveva mai trovato il tempo o l'incetivo per seguirla. Un po' perché preferiva concetrarsi su altri argomenti che gli sarebbero stati più utili per la carriera che avrebbe voluto intraprendre un po' perché, fino non molto tempo prima non aveva avuto l'incetivo ad approfondire maggiornemte le abitudini ed i costumi dei non maghi. Negli ultimi mesi, però, tutto nella sua vita era cambiato in modo radicale ed inaspettato: infatti, da quando si era innamora (ed era stato incredibilmente ocrrisposto) dalla bellissima Corvonero @Maya _Mondlicht, tutti i suoi punti di riferimento erano cambiati... non ultimo il suo attegiamento verso i Babbani. La sua amata, non solo era una Mezzzosangue, quindi aveva fra i propri antenati dei non maghi ma, per ragioni che non aveva mai voluti indagare, era nata e cresciuta nell'altro mondo, da allora la generica e superficiale curiosità di Gandalf si era trascformato in vivo interesse per un modo che non era il suo ma che era in parte quello di lei.*

    E quale modo migliore per imparare qualcosa della sua infanzia se non proprio seguendo un'Esercitazione sui giochi babbani confrontati con quelli dei maghi?

    *Si chiese sorridendo il Tassorosso mentre saliva gli ultimi gradini della scala che lo avrebbe condotto al primo piano, dove si trovava l'aula di Babbanologia. Stramanente, quella mattina le sclinate sembravano meno irrequiete del solito e non cambiarono se non una volta ma in modo fin tropo lento e prevdibile, permenttendo al giovane mago di raggiungere più rapidamente del solito la propria meta.*

    Saranno assonnate... in fondo, anche per loro è lunedì mattina!

    *Pensò sorridendo e sollevando leggermente le spalle, quindi, raggiunse il corridoio. Lo atraversò a passo spedito e si fermò daventi alla porta lucida dell'aula. Per un attimo tese l'orecchio per sentire se dall'interno giungesse qualche suono, ma tutto pareva tacere.*

    Non vorrei essere il primo... sarebbe, quantomeno imbarazzante trovarmi da solo di fronte alla mia Direttrice, che non mi hani visto ad una lezione e che, senza dubbio sarà incuriosita dalla mia presenza.

    *Commento Gandalf, ritraendo la mano che aveva già appogito sulla maniglia, poi tornl sui propri passi e, poco lontano dalla scalinata, si mise a rovistare nella propria borsa, come se stesse cercando qualcosa, ma in realtà aspettando che qualche altro studente arrivasse, per non entrare in un'aula deserta. Quando l'Orologio della Torre inizio a rintoccare, udì un vocoi concitato proveniente dal piano inferiore.*

    Ecco che arriva qualcuno!

    *Esclamò fra sé, non alzando il naso dall'interno della propria borsa, ma guardando con la coda dell'occhio per vedere se riconosceva qualcuno dei ragazzi che stavano imboccando il corridoio. Straanmente vi erano diversi giovani studenti che non erano della sua Casa e che aveva visto distrattamente solo alla Cerimonia dell Smistamento ma di cui non risocordava nemmeno i nomi. comunque li salutò con un sorriso e un gesto della mano, nascondendo la propria delusione. Quindi, si unì a loro ed entrò in aula.*

    [Aula di Babbanologia]



    Buongiorno professoressa Witch, è sempre un piacere vederla!

    *Salutò educatamente l'insegnante, facendo ben attenzione ad evitarne lo sguardo, e si diresse verso uno dei banchi che erano vicino alla finestra, posò la propia borsa e si guardò intorno un po' nervoso.*

    E se non venisse?

    *Si chiese tornando a fissare la porta nella speranza di vedere entrare la bellissima Corvonero. In quel momento, @Dragonis_Witch, rivolgendosi ai pochi presenti, spiegò che , per quel giorno nessuno avrebbe avuto bisogno di prendere appunti.*

    Potrà essere vero per i figlio di Babbani o per i Mezzosangue ma per me che non so niente di niente dei non maghi e dei loro costumi e giochi, temo che non valga...

    *Commentò fra sé, tirando fuori un foglio di pergamena, l'inchiostro e la penna, mentre rivolgeva alla docente uno sguardo imbarazzato.*

  • Maya_Mondlicht

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 5
    Galeoni: 7073
       
       

    [Torre di Corvenero]



    *Maya era sotto il suo caldo e soffice piumone colo carta da zucchero che coccolava Mizar, la sua affettuosa ma pestifera gattina. Dubhe e Ludimilla erano già scese a colazione, ma lei quella mattina non aveva proprio voglia di alzarsi .*

    Sai, oggi c'è l'Esercitazione di Babbanologia… ma io sono talmente raffreddata che, oltre al naso, ho le orecchie completamente tappate, credo che sentirei ovattato anche il grido di una Banshee, quindi, dubito che potrò sentire che dirà la professoressa Witch…

    *Spiegò alla gatta nera che la fissò perplessa con i suoi occhi vispi, socchiudendo le palpebre e muovendo le orecchie.*

    Sì, lo so anche io che ho bisogno di ottenere buoni voti sia nel G.U.F.O. sia nel M.A.G.O. di quella materia se voglio sperare di ottenere un posto al Ministero della Magia, che non sia quello di raccogliere il guano dei gufi-postini…

    *Spiegò Maya tirando su con il naso, dopo aver starnutito fragorosamente e Mizar, spaventata si alzò di scatto e saltò giù dal letto a baldacchino, atterrando sul baule.*

    Mizar, sei un genio!

    *Esclamò la giovane strega alzandosi a sua volta e dirigendosi verso il baule, poi, accarezzò la gattina e la mise sul letto per poter aprire il coperchio, quindi, si mise a rovistare all'interno, farfugliando parole incomprensibili, fra un accesso di tosse ed uno starnuto.*

    Eccola,mi ero completamente dimenticata di avere ancora un po' di Pepperup Potion!

    *Esclamò vittoriosa estraendo dal baule un flacone pieno per poco meno della metà.*



    Vale la pena provare, tanto peggio di così non posso certo stare...

    *Mormorò Maya tossendo rumorosamente, tornando sul letto e riprendendo ad accarezzare Mizar che, ne frattempo si era di nuovo acciambellata sul letto.
    Poi Maya, seguendo scrupolosamente le indicazioni che erano scritte sul retro della bottiglia, assunse la pozione che aveva un colore davvero orribile e, se possibile, un sapore anche peggiore.*

    Bleah, che schifo… altro che Pepperup Potion, sembra di bere del liquame…

    *Commentò facendo una smorfia disgustata. Poi, il tepore della camera e il ritmico suono prodotto dalle fusa della gattina cullarono Maya che, complice anche l'intruglio che aveva appena preso, si assopì.*

    Don Don Don

    *Il suono dell'Orologio della Torre che scandiva le ore la svegliò di soprassalto la ragazza che aprì gli occhi e, per un attimo, fissò disorientata il soffitto.*

    Ma quanto ho dormito? Che ore sono?

    *Si chiese preoccupata guardando l'orologio che teneva nel cassetto del comodino e, vedendo che erano le otto e mezza, si preoccupò.*

    Mizar, non ci crederai ma mi sento molto meglio… magari, se corro, faccio in tempo per l’esercitazione!

    *Disse alal gattina che stava ancora ronfando delle quarta, poi, facendo un grande sforzo per alzarsi dal letto, si vestì in fretta e furia e e si diresse verso la porta.*

    Un po' ti invidio.... tu puoi continuare a dormire!

    *Disse rivolgendosi a Mizar che aveva a malapena aperto un occhio e subito tornò a richiuderlo. Quindi, Maya uscì dalla porta e la richiuse alle sue spalle. Scese le scale che dal Dormitorio femminile portavano alla Sala Comune di Corvonero e, da lì, raggiunse il corridoio del Quinto Piano. Con la solita cautela, scese diverse rampe di scale, fino a raggiungere il primo piano, dove si trovava l’aula di Babbanologia.
    La Corvonero, si fermò un attimo a riprendere fiato e, solo dopo essersi soffiata il naso, bussò educatamente ed entrò.*

    [Aula di Babbanologia]



    Buongiorno professoressa @Dragonis_Witch, spero di non essere in ritardo… non mi sento molto bene, ma tenevo molto ad assistere alla sua Esercitazione.

    *Si scusò con voce flebile, anche se stava meglio la terribile raucedine non le era passata del tutto, come pure il raffreddore. Dopo che l’insegnante le ebbe fatto un cenno di assenso, la studentessa si guardò intorno certa di trovare Dubhe e Ludmilla, ma nessuna delle due era ancora arrivata.*

    Strano che non sia qui… sono uscite molto prima di me… spero non si siano attardate troppo in Sala Grande

    *Fu allora che lo sguardo le cadde sull'ultima persona che avrebbe immaginato di vedere in quell'aula: @Gandalf_Derweiss.*

    Ma che ci fa qui? E' un Purosangue, non ambisce ad un lavoro ministeriale, quindi, non dovrebbe importargli un Nargillo della Babbanologia!

    *Rifletté sgranando gli occhi e fissando il giovane mago quasi terrorizzata.*

    Ho il naso rosso e screpolato, gli occhi gonfi e pesti… insomma, faccio schifo o pietà (secondo i punti di vista) e NON voglio che lui mi veda in questo stato...

    *Si disse scuotendo leggermente il capo e cercando un banco che fosse non troppo vicino a quello del Tassorosso, ma non ebbe scampo, il ragazzo le fece cenno di avvicinarsi, mostrandole che aveva tenuto un posto per lei.*

    Che bello avere un fidanzato tanto premuroso da non poterlo eitare...

    *Si disse sforzandosi di sorridere ed avvicinandosi a Gandalf che sembrava entusiasta di vederla, come se non notasse che quanto era orribile.*

    Giorno, mein Schatz, non mi aspettavo di vederti qui... non immaginavo che ti interessasse la Babbanologia...

    *Mormorò abbassando gli occhi indaco e cercando di non incrociarli con quelli verdi di lui, quindi si sedette, e prese dalla sua borsa penna, calamaio, pergamene e tutto l'occorrente, non avendo sentito che, poco prima che lei entrasse, la docente aveva specificato che quel giorno non sarebbe stato necessario prendere appunti.*

  • Cinthia_Manavella

    Tassorosso

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 5
    Galeoni: 92
       
       

    [SALA GRANDE]

    *Cinthia stava facendo colazione e come al solito le sue amiche @Claire_Boivero e @Sylvia_Turner la stavano guardando con tanto d'occhi, infatti la piccola tassorosso aveva giá presi tre piatti di salsiccia e uova strapazzate e tre fette di torta al cioccolato. Alle persone sembrava sempre impossibile che una ragazza magra e piccola come lei potesse mangiare cosí tanto, ma Cinthia era sempre riuscita a stupire tutti. Dopo essersi saziata gettó uno sguardo all'orologio e immediatamente sbarró gli occhi: erano le 8.55 e alle 9.00 sarebbe iniziata l'esercitazione di babbanologia!
    Prese velocemente la borsa dicendo alle amiche*

    Ragazze dobbiamo correre se vogliamo arrivare in tempo all'esercitazione di babbanologia

    *corse velocemente fuori dalla sala grande dirigendosi a tutta velocità verso l'aula della professoressa @Dragonis_Witch. Arrivata davanti alla porta cercó di calmare il respiro, poi dopo aver visto che era in perfetto orario aprí la porta*

    [AULA DI BABBANOLOGIA]

    *l'aula era semivuota eccezion fatta per il suo compagno di casa @Gandalf_Derweiss e una corvonero di nome @Maya_Mondlicht. Cinthia salutó la professoressa, che era anche la responsabile della sua casata, dicendo*

    Buongiorno professoressa Witch


    Inviato da HW Mobile



  • Cameron_Ross

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 1
    Galeoni: 218
        Cameron_Ross
    Corvonero
       
       

    [SALA GRANDE - TAVOLO DEI CORVONERO]


    *Cameron stava mangiando con gusto la propria colazione, che consisteva in uova strapazzate, bacon e un bel bicchiere di succo di zucca.
    Il ragazzino non era mai stato un gran mangione, e la sua corporatura gracile poteva confermarlo, ma quella mattina aveva bisogno di forze.
    Alle 9.00 ci sarebbe stata la lezione di Babbanologia e il Corvonero aveva bisogno di energie per affrontarla, nonostante si parlava solamente di Babbanologia.
    Finita l'abbondante colazione, il ragazzino si alzò dal suo posto e, dopo aver salutato i suoi amici, si incamminò verso il primo piano, sede dell'aula di Babbanologia.
    Percorse i corridoi con calma, visto che erano solo le 8.40, con un pensiero fisso:*

    Ma l'avrò portato il libro di Babbanologia?

    *Il ragazzino era un vero disastro se si parlava di ricordare le cose e quindi dovette fermarsi per due volte in mezzo al corridoi, per controllare se il libro era nello zaino.
    Quando si convinse di averlo appresso, percorse il corridoi e spalancò le porte dell'aula, entrando timoroso.*

    [AULA DI BABBANOLOGIA]


    *In classe si trovavano già qualche persona, tra cui @Maya_Mondlicht, una sua compagna di Casa, e @Cinthia_Manavella, una Tassorosso che aveva incontrato in biblioteca.
    Salutò le ragazze con un cenno della mano e si accomodò in un banco vuoto.*

    Salve professoressa Witch!

    *Salutò cordialmente, rivolto alla donna.*

    @Dragonis_Witch, @Gandalf_Derweiss,




    Ultima modifica di Cameron_Ross oltre 1 anno fa, modificato 1 volta in totale


  • Cinthia_Manavella

    Tassorosso

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 5
    Galeoni: 92
       
       

    *Nell'aula entró @Cameron_Ross, un corvonero che Cinthia aveva conosciuto la sera prima in biblioteca, che la salutó con la mano. Cinthia lo salutó a sua volta, poi la sua mente inizió a divagare come accadeva spesso nei momenti di noia.
    In quel preciso istante stava pensando alla sua famiglia che dopo poco piú di qualche mese avrebbe rivisto; certo la mancanza del fratellino si faceva sentire, ma ormai Cinthia aveva imparato a convivere con quella ferita anche se il suo desiderio di vendetta non si era affatto sopito, ma piuttosto aspettava il momento giusto*


    Inviato da HW Mobile



  • Claire_Biovero

    Tassorosso

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 5
    Galeoni: 395
       
       

    DORMITORIO FEMMINILE TASSOROSSO.


    *Era la mattina del 5 Maggio, un lunedì, e Claire si era svegliata di buonumore. Il weekend che era appena trascorso aveva lasciato una traccia di allegria e buoni sentimenti nel cuore della ragazza del quinto anno. Gli esami si avvicinavano, ma in quel periodo riusciva a studiare solo alcune materie, un vero peccato dal momento che avrebbe dovuto sostenere delle prove per ciascuna delle materie di studio, e non sarebbe stato facile superare tutti i G.U.F.O.
    Il gattino nero, Bizet, le passeggiò un po' sulla schiena svegliandola, reclamava coccole e magari un biscottino per il buongiorno. La ragazza sorrise e accarezzò dolcemente sul dorso l'animale dal pelo nero come la notte più buia, era un cucciolo davvero affettuoso e Claire non sapeva come avrebbe fatto senza di lui ad affrontare tutto quel mondo ignoto in cui era stata catapultata quattro anni prima.*

    Sì, Bizet... Buongiorno anche a te!

    *Sussurrò piano la ragazzina coccolando ancora il suo tenero amichetto. Prese dal cassetto del comodino un biscotto e lo mise davanti al gattino. Era uno di quei riti che facevano cominciare con il piede giusto tutte le giornate*

    Ma devi fare il bravo, intesi?

    *Era quello il loro tacito accordo: il biscotto del mattino era la promessa del ritorno di Claire, gli elfi si occupavano di nutrire il gattino quando lei non era in dormitorio, ma a lei toccava viziarlo un po', nei limiti della decenza, ovviamente.
    Proprio mentre la brunetta si crogiolava nel letto, qualcosa prese forma nella sua mente ricordandole che non aveva tutto il tempo del mondo quel giorno*

    Babbanologia!
    Bizet, perdonami, devo scappare... Ci vediamo più tardi!


    *Esclamò tirandosi su di colpo la Tassorosso. Quel pensiero così chiaro e nitido le aveva dato la forza di tirarsi su dal letto così bruscamente, non le restava molto tempo, doveva saltare colazione quella mattina.
    Corse in bagno a darsi una lavata veloce, giusto per svegliarsi un po', poi tornò in camera e si infilò la divisa scolastica. Le finestre incantate mostravano un tempo per niente primaverile, così optò per la scelta della divisa invernale. Uscì di corsa dai sotterranei ricordandosi all'ultimo di prendere la sua inseparabile tracolla e i testi di babbanologia, qualche pergamena e una piuma che magari le sarebbero tornati utili una volta in aula.*



    PIANO PRIMO - AULA DI BABBANOLOGIA.


    *Claire salì velocemente le scale, terrorizzata all'idea di farsi riconoscere come sempre per il suo ritardo abituale. Guardando fuori dalle finestre, che si affacciavano effettivamente sul paesaggio fuori dal castello, l'umore della ragazzina cambiò drasticamente: si definiva, infatti, meteoropatica.*



    *Il sorriso con cui si era svegliata venne per un attimo sostituito da una smorfia di fastidio, che quel cielo scuro e quella pioggia scrosciante facevano emergere sul suo volto.
    Tentò di fare il più velocemente possibile per non incrementare troppo il suo già notevole ritardo e quando arrivò all'aula di Babbanologia, dove si sarebbe tenuta l'esercitazione di quel giorno, Claire prese fiato, per non entrare troppo scomposta, e notò che alcuni suoi compagni erano già arrivati.*

    Buongiorno, Professoressa Witch!

    *Salutò calorosamente Claire l'insegnante, nonché Responsabile di Casata. Poi voltandosi per raggiungere un posto dove sedersi, la ragazza vide che tutti avevano lasciato le borse da un lato della classe, e li imitò. Prima di sedersi, poi, salutò i suoi cari amici Gandalf, Maya e Cinthia che erano già arrivati*

    Ciao ragazzi! Come state?
    Mi sono persa qualcosa per caso?


    *Li salutò a bassa voce la Tassorosso per non fare troppi schiamazzi nell'aria, voltandosi vide un ragazzino molto giovane, probabilmente uno del primo anno e lo salutò sorridente. Non stava bene piombare in un'aula e ignorare di proposito chi già doveva sentirsi magari non troppo a proprio agio.*

    Ciao... Io sono Claire, quinto anno, di Tassorosso!
    E tu? E' la tua prima esercitazione?


    *Gli chiese dolcemente ricordandosi come si sentiva anche lei le prime volte che aveva messo piede in aula insieme a tutti quegli studenti più grandi e più preparati di lei. Non voleva che quel ragazzino si sentisse fuori luogo, ma che, anzi, si sentisse sin da subito parte della grande famiglia di Hogwarts.
    Di lì a poco sarebbe iniziata l'esercitazione e Claire non vedeva l'ora di sapere cosa avesse riservato loro la professoressa, e anche il motivo per cui le loro borse erano accatastate in un angolo e non di fianco a loro, pronte per essere a portata di mano con tutto il loro utile contenuto.*

    @Gandalf_Derweiss, @Maya_Mondlicht, @Cinthia_Manavella, @Dragonis_Witch, @Cameron_Ross


  • Quenya_Faraway

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 5
    Galeoni: 1260
       
       

    [Corridoio del Primo Piano]


    *Sabato, Domenica, Lunedì. E così la settimana era ricominciata per l'ennesima volta. Non che Quenya rifiutasse la scuola, anzi, il primo pensiero che ogni mattina le scaldava il cuore era: "Sono una strega, accidenti, sono una strega! Chissà cosa imparerò oggi". Erano passati cinque anni ed ancora non si era abituata all'idea di essere speciale, di essere magica. Era tutto così... strano. A volte si ritrovava ad imprecare per delle sciocchezze, come l'incapacità di raggiungere un oggetto posizionato troppo in alto, quando pochi istanti dopo, battendosi una pacca sulla fronte, realizzava di poterlo facilmente attrarre con un Incantesimo di Appello. Che strana, la vita.*

    Quel giorno mi sentivo una completa nullità e, nel giro di poche ore, sono esplosi i confini del mio piccolo mondo ed ho realizzato di possedere capacità magiche.

    *La Faraway superò l'Aula di Storia della Magia a passo tranquillo, poiché quando era sovrapponessero evitava di correre per non ritrovarsi abbracciata ad una statua o ad una colonna. Quel genere di decorazioni popolava ampiamente i corridoi del Castello di Hogwarts e non era raro vedere qualche studente sbadato stamparci la fronte. La divisa nera dalle bordature rosse di Grifondoro svolazzò lievemente nel corridoio del primo piano, mostrando due esili e rosee gambe. Era passato così tanto tempo dall'ultima volta in cui si era sdraiata sulla sabbia a prendere il sole...*

    Tutto questo è incredibile. Chissà dove sarei potuta essere in questo momento, da piccola babbana quindicenne.

    *La mente di Quenya sfogliò dolcemente i frammenti di memoria che le erano rimasti della sua terra natia, il Québec, e vi ritrovò parchi, ruscelli e boschi di abeti, il tutto ricoperto da una gelida coltre di neve. La Faraway strinse a sé la tracolla in pelle bruna e sospirò. Un po' le mancava, il Canada. I pensieri della ragazzina sfumarono non appena i suoi timpani furono riempiti da un chiacchiericcio scomposto proveniente dall'Aula di Babbanologia. Quenya era diretta proprio lì, dove si sarebbe svolta la prima esercitazione dell'anno tenuta dalla professoressa Witch. Passo dopo passo, il brusio aumentò di tono fino a diventare quasi assordante.*

    Beh, sicuramente non sono in ritardo.

    *Quenya sussurrò, riuscendo a malapena a recepire la propria voce. Appoggiò una mano sullo stipite del grande portone di legno dell'Aula, rimanendo qualche secondo ad osservare i movimenti dei suoi compagni, poi entrò.*


    [Aula di Babbanologia]


    *Il delicato ticchettio delle scarpette di Quenya passò totalmente inosservato nel baccano prodotto dagli studenti. Molti di loro non si erano incontrati nel weekend e si stavano raccontando qualche gossip dell'ultimo minuto o qualche buffo episodio a cui avevano assistito di persona. I loro occhi erano sgranati, le loro bocche stirati in larghi sorrisi. Tutta la tristezza e le preoccupazioni di Quenya furono soffocate da quelle risate spensierate e si sentì leggera. Con un timido sorriso andò a sedersi in un banco della fila centrale, appoggiò la borsa sul ripiano di legno e salutò educatamente l'insegnante.*

    Buongiorno, professoressa Witch.

    *Poi, la ragazzina accoccolò il mento sul polso sinistro ed iniziò a fantasticare sul possibile oggetto dell'esercitazione del giorno, poiché non ne aveva la più pallida idea.*

    @Dragonis_Witch,



    Inviato da HW Mobile



  • Daniel_Collins

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 5
    Galeoni: 479
       
       

    [Dormitorio Maschile Corvonero - Ore 6.45]




    Driiiiin!

    *Ebbene sì, anche quella mattina Daniel fu svegliato da quel bizzarro oggetto babbano che aveva comprato quando era andato in vacanza. Tuttavia, sebbene possa apparire affascinante durante la maggior parte dei momenti della giornata, al mattino risultava particolarmente odioso e molte volte al ragazzo veniva voglia di distruggerlo pur di farlo smettere di suonare.*

    "Uffa... è Lunedì, inizia un'altra settimana di scuola, un'altra giornata piena di lezioni stancanti e noiose... che pluffole!"

    *Daniel si alzò di malavoglia e si vestì. Come al solito, non fece colazione, altrimenti avrebbe dovuto svegliarsi almeno mezz'ora prima, e al ragazzo la cosa non piaceva per niente: infatti preferiva digiunare piuttosto che perdere dei minuti preziosi di sonno.*

    "Dunque, vediamo un po' le materie di oggi..."


    Citazione:
    Lunedì 5 Maggio ore 9.00 - Esercitazione di Babbanologia


    "Oh che bello, non sarà troppo pesante... ma... un'attimo! C'è scritto che l'esercitazione inizia alle 9 e non sono neanche le 7! Forse potrei dormire ancora un pochino..."

    *Il ragazzo infatti, la sera prima si era dimenticato che non aveva lezioni prima delle 9, e aveva impostato la sveglia alla stessa ora degli altri giorni.
    Quindi, anche se era un po' arrabbiato con sè stesso, decise ormai di restare sveglio, perchè aveva paura che non si sarebbe risvegliato in tempo. Non aveva fame, perciò decise che non avrebbe fatto colazione neanche quel giorno. Preferì anzi dedicarsi alla lettura del libro di Babbanologia per non arrivare impreparato all'esercitazione.
    Egli infatti, essendo un Purosangue, si trovava svantaggiato rispetto ad altri suoi compagni Nati-Babbani o Mezzosangue in quella materia dove non era mai riuscito ad eccellere."

    "Oggetti di uso comune babbani, legislazione babbana, abiti babbani, giochi e passatempi babbani..."

    *Dopo aver sfogliato a vuoto per alcuni minuti il suo libro, Daniel decise di leggere il capitolo dedicato ai giochi babbani, dedicandosi soprattutto agli scacchi e ad alcuni sport.
    Quando fu quasi l'ora dell'esercitazione, si infilò la cartella e partì per il primo piano.*

    [Aula di Babbanologia - ore 9.00]


    *Quando arrivò in aula, Daniel era più sveglio e arzillo del solito, poichè era in piedi ormai da 2 ore abbondanti. In classe vi era già l'insegnante ed alcuni suoi compagni. Dopo averli salutati si andò a sedere accanto alla sua amica Maya, in attesa dei soliti ritardatari.
    Nel frattempo la professoressa anticipò una cosa riguardo all'esercitazione: non sarebbe servito prendere appunti e tutti si sarebbero divertiti.*

    "Wow! Quindi vuol dire che impareremo qualche gioco babbano: menomale che stamattina ho dato una letta al capitolo al riguardo."

    *Suppose il ragazzo soddisfatto e sicuro di sè. Non vedeva l'ora di incominciare non vedeva l'ora di dimostrare all'insegnate che sebbene fosse un Purosangue, Daniel era portato per Babbanologia.*

  • Dragonis_Witch

    Tassorosso Membro del Consiglio di Hogsmeade Certificato

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 7
    Galeoni: 5084
       
       

    *Dragonis vide che alcuni ragazzi avevano preso posto e ne fu davvero molto felice perciò vedendo che alcuni avevano iniziato ad annoiarsi e prese la parola*

    Benvenuti Benvenuti a voi cari ragazzi a questa prima esercitazione di Babbanologia e si tratta di una lezione pratica di ciò che abbiamo analizzato durante la scorsa lezione, ma prima di iniziare ad utilizzarli vorrei fare un piccolo ripasso e sarete voi ragazzi che risponderete alle mie domande quindi vorrei sapere tutto ciò che conoscete in breve sugli scacchi magici e babbani

    *Sapeva molto bene che alcuni ragazzi avevano già la risposta pronta grazie agli elaborati che aveva ricevuto pochi giorni prima quindi sperava vivamente che non si sarebbero fatti prendere dalla timidezza e avrebbero risposto in modo esaustivo alla domanda*

    @Daniel_Collins, @Quenya_Faraway, @Claire_Biovero, @Cinthia_Manavella, @Cameron_Ross, @Gandalf_Derweiss, @Maya_Mondlicht,


  • Daniel_Collins

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 5
    Galeoni: 479
       
       

    *Finalmente, quando anche gli ultimi studenti entrarono in aula, la professoressa Witch prese la parola e iniziò l'esercitazione.
    Aveva chiesto ai ragazzi di ripetere tutto ciò che conoscevano riguardo agli scacchi magici e babbani. Daniel, che proprio quel mattino aveva letto un capitolo di libro riguardo ad essi, alzò per primo la mano e rispose*

    Gli Scacchi magici e babbani hanno delle regole molto simili; tuttavia nel primo caso può capitare che alcuni pezzi si ribellino a ciò che aveva deciso il giocatore. La differenza sostanziale è però un'altra: infatti i pezzi degli Scacchi dei Maghi si muovono da soli, dopo che il giocatore ha detto in quale casella devono andare, mentre negli Scacchi babbani è la persona stessa che "afferra" letteralmente i pezzi e li muove nella casella desiderata...

    *Daniel, dopo aver parlato tutto di un fiato, si fermò e osservò l'insegnante in attesa di una sua risposta.*

    @Dragonis_Witch, @Quenya_Faraway, @Claire_Biovero, @Cinthia_Manavella, @Cameron_Ross, @Gandalf_Derweiss, @Maya_Mondlicht


  • Claire_Biovero

    Tassorosso

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 5
    Galeoni: 395
       
       

    *Dopo che alcuni altri studenti erano arrivati in aula e avevano preso posto, la Professoressa Witch parve scorgere qualche faccia annoiata e decise, quindi, di dare il via ufficiale a quell'esercitazione. Claire apprezzava molto quella capacità dell'insegnante di Babbanologia, sapeva sempre quali erano le frasi giuste da dire e quando era il momento giusto per farlo.*

    E adesso ci svelerà di cosa ci occuperemo oggi...

    *Rifletté mentalmente la ragazza mentre guardava la professoressa alzarsi dalla cattedra e prendere la parola, interrompendo anche gli ultimi sussurri che animavano gli studenti seduti ai posti.
    L'insegnante spiegò che durante quell'esercitazione si sarebbero occupati dei giochi babbani, lo stesso argomento di cui avevano parlato all'ultima lezione, per cui Claire non era riuscita a terminare in tempo il suo elaborato, pur avendo aiutato diversi suoi compagni di casata a impostare il lavoro.*

    Quindi giocheremo!?

    *Pensò la Tassorosso mentre ascoltava la domanda posta dall'insegnante. La Witch, infatti, aveva chiesto a tutti di esporre brevemente ciò che sapevano sia sugli scacchi magici che su quelli babbani. Un ragazzo Corvonero aveva preso la parola e aveva detto cose molto giuste, ma, sulle regole del gioco non aveva accennato a nulla. La brunetta alzò educatamente la mano e chiese la parola, poi, con calma, aggiunse quanto le era venuto in mente, circa quelle lezioni di scacchi babbani che suo padre le aveva dato quando era ancora molto piccola.*

    Quanto detto dal mio compagno è giusto, ma non è stato fatto alcun cenno sulle regole del gioco. Infatti, scacchi magici e scacchi babbani hanno le stesse regole di base. Ogni pedina si muove con una sua propria specificità: i pedoni solo avanti e di una casella per volta (tranne alla loro prima mossa che può essere doppia), gli alfieri in diagonale avanti e indietro sulla diagonale o bianca (viene detto campochiaro) o nera (viene detto camposcuro), le torri si muovono in orizzontale o in verticale, le regine si muovono o come gli alfieri o come le torri e sono i pezzi più potenti di tutta la scacchiera, i cavalli si muovono ogni volta come a formare una L (due caselle avanti o indietro e una di lato), il re si muove di una posizione in orizzontale, in verticale o in diagonale e ha la possibilità della mossa speciale chiamata arrocco, studiata per difenderlo dallo schieramento nemico.
    Sempre comune ai due tipi di scacchi è anche il fatto che sono i bianchi a cominciare la partita, avendo l'onore di muovere per primi uno dei pezzi del loro schieramento.


    *Spiegò Claire con voce calma. Non voleva sembrare saccente agli occhi di nessuno, ma quelle lezioni di scacchi con suo papà erano bene impresse nella sua mente, un ricordo indelebile dei freddi pomeriggi invernali in cui, per tenerla occupata, quel gioco abitato da tanti diversi personaggi imprigionati in una scacchiera era la maniera più affascinante per non farle fare i capricci. La Tassorosso a quel ricordo sorrise, come se di fronte avesse avuto se stessa una decina di anni prima, quando di tecnica negli scacchi non ne aveva per niente, anche se poi, col passare degli anni, non è che fosse poi migliorata molto.*

    Chissà magari oggi mi allenerò un poco...

    *Pensò divertita la ragazza mentre aspettava che l'insegnante commentasse le risposte appena ricevute alla sua semplice domanda. Chissà se avrebbe apprezzato la sua specifica o l'avrebbe trovata solo pedante.*

    @Dragonis_Witch, @Daniel_Collins


  • Alexandrea_Parker

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 5
    Galeoni: 337
       
       

    [Ore 8.45]

    *Ness era solita svegliarsi molto presto, sopratutto nei giorni di lezione. Alcune volte passava dalla biblioteca prima di andare a lezione, ma stamattina non aveva molto voglia. Alle 10 le aspettava la sua prima esercitazione di Babbanologia e voleva essere sveglia e pronta per potervi partecipare.*

    Buongiorno Ness!

    *Era appena arrivata in sala grande, quando un ragazzo di Corvonero uscendo la salutò, Ness ricambiò con un sorriso ed attraversò il portone che conduceva alla sala grande. I tavoli erano stracolmi di cibo come ogni mattina, perciò si sedette con calma in attesa che anche le sue compagne di stanza la raggiungessero.*

    Speriamo che non facciano ritardo.

    *Pensò, ma guardandosi intorno, si rese conto che qualcosa non andava. La maggior parte dei grifondoro non erano in sala grande e sopratutto non c'era nessuno dei compagni che con lei seguiva Babbanologia.*

    Cavolo!!

    *Il panico l'assalì, tirò su la tracolla cercando freneticamente il suo diario.*

    I Esercitazione di Babbanologia - Lun 5 maggio ore 09.00

    *Era in ritardo! Rimise subito tutto nella borsa, e scappò via verso il primo piano; nella corsa non riuscì ad evitare i ragazzi nel corridoio e ne travolse qualcuno che le imprecò alle spalle.*

    Scusami!

    *Urlò in risposta, anche se il tipo, che si massaggiava la spalla, non sembrò accettare del tutto le sue scuse. Ma a Ness poco importava, doveva riuscire ad arrivare in tempo.*

    Posso farcela!

    *Mentre cercava di autoconvincersi, arrivò davanti alla porta dell'aula di Babbanologia e con sua sorpresa scoprì che la porta era ancora aperta. Con il fiatone e il viso paonazzo si affacciò oltre l'uscio.*

    Sscu..sa..te il ritardo

    *Aggiunse, la professoressa Witch era alla cattedra e stava parlando alla classe. Ness sperò che la lezione non fosse iniziata da molto e lentamente e in silenzio attraversò l'aula cercando un posto vuoto.*

    @Dragonis_Witch,


  • Cameron_Ross

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 1
    Galeoni: 218
        Cameron_Ross
    Corvonero
       
       

    *Cameron si sorprese quando una ragazza di Tassorosso gli rivolse la parola. Di solito era lui che si avvicinava ai ragazzi più grandi per iniziare a conversare, ma quel giorno, a quanto pare, l'avevano preceduto.
    Sorrise alla ragazza più grande, felice di poter fare conoscenza.*

    Io sono Cameron Ross, primo anno, Corvonero. Piacere di conoscerti!
    Si, è la mia esercitazione e sono un po' teso


    *Confessò lievemente imbarazzato. Era teso e un po' si vergognava a confessarlo, visto che quelli della sua Casa dovevano sempre sapere tutto ed essere felici ogni volta che si presentava una lezione.
    La lezione iniziò e i ragazzi furono costretti a sedersi ed a stare attenti.
    La professoressa chiese alla classe se sapevano qualcosa su il gioco degli scacchi, sia Babbano che Magico.*

    Questa è la tua occasione vecchio mio! Fai sapere al mondo di essere capace a fare qualcosa

    *Si disse mentalmente Cameron, con il cuore che batteva a mille nella cassa toracica.
    Alzò la mano leggermente tremante e, dopo qualche secondo di esitazione, parlò:*

    Vorrei aggiungere che negli scacchi, sia Babbano che Magico, si vince quando si fa "scacco matto" al re avversario. Si ha scacco matto quando il re si trova sotto la minaccia diretta dei pezzi avversari e non ha possibilità di sottrarsi ad essa, quindi sarebbe sicuramente catturato alla mossa successiva.
    E si è in parità quando, ad esempio, restano solamente i due re sulla scacchiera


    *Abbassò la mano esitante, sperando di aver detto un qualcosa di utile e non banale, scontato o inutile.*

    @Ness_Parker, @Daniel_Collins, @Dragonis_Witch, @Claire_Biovero, e altri



Vai a pagina 1, 2, 3  Successivo