Hogwarts - Piano Terra
Hogwarts - Piano Terra



Vai a pagina 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9  Successivo
Topic Precedente :: Topic Successivo

  • Stefano_Draems

    Fondatore Amministratore Ministro Ad Honorem Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 16
    Galeoni: 584328
       
       



    Role Aperta da Sibilla_Strangedreams per il Banchetto di Inizio Anno 2014/2015




    Ultima modifica di Stefano_Draems oltre 1 anno fa, modificato 2 volte in totale


  • Sibilla_Strangedreams

    Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 13
    Galeoni: 536261
       
       

    [Sala Grande ore 19.00]

    *Sibilla alzò gli occhi al soffitto della Sala Grande che, essendo stregato riproduceva esattamente le condizioni esterne. Era una notte limpida e senza nubi; la luna illuminava con i suoi raggi argentei la porzione di cielo circostante oscurando le stelle.*

    E' ora…. la cerimonia di smistamento è finita, ora tocca a me.



    *Pensò dirigendosi verso il leggio a forma di gufo da cui avevano salmodiato i suoi predecessori prima di lei e, dopo essersi portata la bacchetta alla gola e aver amplificato magicamente la propria voce, parlò.*

    Benvenuti, mie cari, oggi inizia un nuovo anno a Hogwarts… la maggior parte di voi conosce il Castello, gli insegnanti e tutto il resto ma, per coloro che iniziano oggi il loro percorso didattico è tutto nuovo.

    *Esordì Sibilla con voce ferma, che non tradiva l'emozione, ma i suoi occhi scuri brillano come non mai e un groppo le serrava la gola.*

    Domani, come ogni anno, inizieranno le lezioni, quindi, prima che siate satolli e assonnati, vi presento i vostri insegnanti, iniziando dall'ultimo arriva, il professor Gandalf Derweiss che sostituirà Cosetto Silverwing e sarà il docente di Astronomia… com'è tradizione, sarà un altro Corvonero, l'insegnante di Incantesimi, Alexander Morgenstern, a prender il suo posto nella Commissione degli esami G.U.F.O. e M.A.G.O.

    *Così dicendo additò i due giovani professori che le sorrisero, il primo sembrava un po' a disagio mentre il secondo appariva molto più sicuro di sé; entrambi annuirono sorridendo, come a rassicurarla che avrebbero fatto del proprio meglio per non deluderla e ricambiare la fiducia che era stata loro accordata.*

    Per coloro che non lo sapessero, la professoressa di Crittologia Shana Sakai, quella di Erbologia Sinfo Arfen e la Docente di Difesa Contro le Arti Oscure, Gabriel Master, la quale ormai ha sconfitto la maledizione che gravava su quella cattedra, continueranno il loro instancabile lavoro sia nelle rispettive aule sia durante gli esami…

    *Sorrise alle tre amiche, che stimava moltissimo come persone e come professoresse e cui era profondamente affezionata.*

    Per il resto il copro docenti è quello dello scorso anno: inaula di Antiche Rune troverete Laura Alderbow, in quella di Aritmanzia, Maya Mondlicht, nel sotterraneo di Arti Oscure, Charlotte Mills, a Babbanologia, Dragonis Witch, a Cura delle Creature Magiche, Daphne HAris a Pozioni, Quenya Faraway, a Storia della Magia, Mirco Mcqueen, nell'aula di Trasfigurazione, Cassandra Gibbs… infine, continuerò a insegnare Animagia e a presiedere la Commissione d'Esame.

    *Sibilla indicò ognuna degli insegnanti che risposero con cenni di assenso.*


    [Un ringraziamento speciale a charlotte_Mills per l'immagine del Collegio Docenti]

    Ora che ho terminato i convenevoli, ecco alcuni annunci.
    Vi ricordo che agli studenti del primo anno l'accesso alla Foresta è interdetto qui intorno è proibito a tutti gli alunni, eccetto che durante le gite organizzate… e alcuni degli studenti più anziani farebbero bene a rammentarlo anche loro.
    Gli alunni possono liberamente visitare Diagon Alley solo nei weekend e durante le vacanze di Natale e di Pasqua e, ovviamente, durante il periodo estivo.
    Per partecipare alle gite a Hogsmeade, invece, gli studenti non maggiorenni devono presentare l'autorizzazione scritta di un genitore i tutore legale, chi non ne fosse in posse e venisse pescato al villaggio ne subirà le conseguenze .


    *La Preside tacque un attimo per vedere le reazioni che le sue parole avevano causato, ma nessuno osò né protestare né dire nulla, in Sala Grande regnava il silenzio più assoluto. La gioviale e pacata Tassorosso, seppur con il fair play che tanto apprezzava e ricercava nei suoi figli Tosca, era riuscita a incutere rispetto in tutti.*

    E' tradizione che ogni nuovo anno inizi con un sontuoso banchetto, ma stasera vorrei proporre a tutti un brindisi prima di cominciare…

    *Così dicendo fece un gesto della mano e su ciascuno dei tavoli apparvero tanti boccali di Burrobirra quanti erano gli studenti seduti.*



    All'inizio di questo nuovo anno scolastico e a tutti voi, miei cari!

    *Concluse Sibilla, alzando il bicchiere che le si era materializzato in mano e sorridendo radiosa ai presenti. Quindi, andò a sedersi al centro del tavolo degli insegnanti, nel posto che era stato di Abraxas Yaxley, di Hoilbus Silente e di tutti i Presidi che l'avevano preceduta.*

    @Gandalf_Derweiss, @Quenya_Faraway, @Alexander_Morgenstern, @Maya_Mondlicht, @Shana_Sakai, @Phoebe_Hamilton, @Gabriel_Master, @Dragonis_Witch, @Charlotte_Mills, @Daphne_Harris, @Mirco_Mcqueen, @Cassandra_Gibbs, @Laura_Alderbow, @Sinfo_Arfen,






    OT.

    Allo scoccare della mezzanotte del 1° settembre potrete iniziare a postare.

    Colgo l'occasione per ricordare a tutti alcune cose:
    1) questo è il banchetto di Inizio Anno, non lo Yule Ball o una festa di gala, quindi, è presumibile che gli studenti indossino le proprie divise e i professori abiti sobri adatti all'occasione;
    2) solo in quest role, come in quell che si svolgono nelle aule, i professori-studenti, ruoteranno come se fossero adulti… altrimenti, la coerenza delle mie presentazione andrebbe a Nargillo;
    3) occhio ai fantasmi che possono apparire da un momento all'altro.

    Buon Inizio d'anno a tutti!


  • Charlotte_Mills

    Serpeverde Amministratore Preside Insegnante Moderatore Web Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 11
    Galeoni: 254436
       
       

    Charlotte si trovava a Londra, nella sua residenza di tutti i giorni.
    Non abitava ad Hogwarts, casa sua era nella capitale, quella casa dove abitava con Milo, il suo elfo domestico e suo figlio Kyle che sembrava crescere ad ogni singolo battito di ciglia.
    La donna, insegnante di Arti Oscure al castello di Hogwarts frugava nei propri armadi alla ricerca di qualcosa da indossare.
    Sibilla era stata molto precisa con gli insegnanti “abiti sobri adatti all'occasione”, ma trovare un abito sobrio nel guardaroba di Charlotte era un’ impressa assai complessa.*

    Sobrio, sobrio…
    Questo può andare. E’ di certo il più sobrio che possiedo.




    *Pensò la donna scegliendo quell’ abito e, qualche minuto dopo, smaterializzandosi nelle vicinanze del castello.
    La serata procedette nel migliore dei modi, e come da tradizione, dopo lo smistamento che aveva visto numerosi nuovi studenti sedersi al tavolo di Serpeverde, quel tavolo che l’ aveva ospitata anni prima, Sibilla prese la parola.
    Era Preside da qualche anno e svolgeva il suo lavoro nei migliore dei modi.
    Le due donne erano amiche, passavano alcune serate a passeggiare proprio nella foresta interdetta agli studenti.*

    Benvenuti, mie cari, oggi inizia un nuovo anno a Hogwarts… la maggior parte di voi conosce il Castello, gli insegnanti e tutto il resto ma, per coloro che iniziano oggi il loro percorso didattico è tutto nuovo.

    *Iniziò il discorso l’ amica Animagus.
    L’ ex Tassorosso aveva il dono della parola e, qualsiasi cosa potesse dire, era ascoltata in modo esaustivo da ogni singolo abitante di quel castello.
    Era davvero una donna da ammirare.*

    […] Per il resto il copro docenti è quello dello scorso anno: […] nel sotterraneo di Arti Oscure, Charlotte Mills,

    *Disse la preside presentando l’ intero Corpo Docente ai nuovi arrivati.
    Quando arrivò il suo turno Charlotte sorrise agli studenti facendo un piccolo cenno con la mano.
    Anche se era la docente di Arti oscure non era così malvagia e cattiva come dicevano le voci che giravano per il castello, in fondo all’ animo Charlotte era una brava persona dall’ animo gentile.
    L’ ex Serpeverde, insieme a tutti gli altri presenti prese parte al brindisi proposto da Sibilla, quel brindisi che sanciva la fine del discorso ella Preside.*

    All'inizio di questo nuovo anno scolastico e a tutti voi, miei cari!

    All’ inizio dell’ anno scolastico

    *Sussurrò Charlotte, o come la chiamavano gli amici Char, alzando il calice verso l’ alto insieme a tutti gli altri.
    Un nuovo anno scolastico stava per cominciare e con lui, tutti gli oneri e gli onori di far parte di quella grande famiglia che era Hogwarts.*


    @Sibilla_Strangedreams,


  • Alexander_Morgenstern

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 9
    Galeoni: 116
       
       

    *Come sempre, l'inizio di un nuovo anno ad Hogwarts era una vera e propria festa. Forse la magia di quel luogo, forse l'aria che si respirava fra quelle mura, ma la scuola di magia e stregoneria più famosa al mondo dava, oltre alla sua aria di pura solidità, sicurezza ed alto livello d'istruzione, la sensazione di essere a casa. Si, Hogwarts era stata per Alexander Aiden Morgenstern una vera e propria casa, qualcosa che, sperava, sarebbe stata anche per i nuovi arrivati, specialmente per questi. Ricordava la sera in cui doveva essere smistato, oh, eccome se la ricordava! Quello, forse, era un ricordo che non abbandonava nessuno, mai: un misto d'ansia, paura e desiderio che tutto finisse presto. Il vecchio e saggio Cappello Parlante avrebbe, in qualche minuto, determinato il destino di un giovane mago o di una giovane strega, avviandoli in quello che sarebbe stato il loro percorso individuale: un qualcosa di davvero importante, certo, se non si considerava che il Cappello stesso, in tutta la sua saggezza ed unicità, considerava il desiderio di chi lo indossava.*

    ... com'è tradizione, sarà un altro Corvonero, l'insegnante di Incantesimi, Alexander Morgenstern, a prender il suo posto nella Commissione degli esami G.U.F.O. e M.A.G.O.

    *Fu in quel punto che gli occhi del giovane insegnante di Incantesimi guizzarono sugli studenti d'ogni Casata disposti nei loro banchi, con un sorriso carico di gioia, di felicità, di entusiasmo per essere lì quella sera, ancora una volta, nel posto più magico al mondo. Il ragazzo era cresciuto, divenendo un uomo, un docente, qualcuno che, con la passione per la sua materia a bruciargli l'animo, desiderava trasmettere alla nuova generazione di maghi e streghe tutto il sapere di cui disponeva.*

    All'inizio di questo nuovo anno scolastico e a tutti voi, miei cari!

    *Fu in quel momento che il docente, con un gran sorriso, agguantò a sua volta un calice di Burrobirra che la preside Sibilla aveva provveduto a materializzare, alzandolo in alto, con un augurio di un buon anno scolastico ai suoi colleghi docenti e a quelli che erano e sarebbero stati i suoi alunni.*



    All'inizio di questo nuovo anno!

    @Gandalf_Derweiss, @Quenya_Faraway, @Sibilla_Strangedreams, @Maya_Mondlicht, @Shana_Sakai, @Phoebe_Hamilton, @Gabriel_Master, @Dragonis_Witch, @Charlotte_Mills, @Daphne_Harris, @Mirco_Mcqueen, @Cassandra_Gibbs, @Laura_Alderbow, @Sinfo_Arfen,


  • Gandalf_Derweiss

    Tassorosso

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 5
    Galeoni: 4059
       
       

    [Godric's Hollow - Casa Derweiss]


    Quante cose sono cambiate in così poco tempo.

    *Pensò Gandalf sorridendo con un'espressione vagamente ebete, poi si alzò, con calma, ed assaporando ogni momento, consapevole che quella sarebbe stata un'occasione indimenticabile, non solo per lui. Quella sarebbe stato l'inizio di qualcosa di nuovo, sia in ambito professionale sia nella sfera personale. In un modo o nell'altro il giovane mago avrebbe trovato il coraggio, che fino a quel momento gli era mancato, di chiedere alla sua bellissima Corvonero di andare a vivere con lui. più volte, durante quella lunga estate era stato sul punto di farlo ma poi, per un motivo o per un altro, non ne aveva mai avuto l'occasione.*

    Mi dispiace un sacco che non potrò mai presentarvi Maya, vi avrebbe conquistati… come ha fatto con me!



    *Disse alla foto che ritraeva due anziani sorridenti che di abbracciavano con visibile affetto e che, di tanto in tanto, si voltavano e lo salutavano con la mano: i suoi amati nonnini, Grace e Jonathan Holmes. Erano stati loro che avevano lasciato in eredità a lui quella casa che tanto aveva amato, perché vi aveva trascorso i giorni più felici e spensierati della sua infanzia.*

    Ora devo andare ma, se tutto andrà come spero, non tornerò da solo...

    *Si giustificò con la magi-foto, come se realmente in essa fosse racchiusa una parte dell'essenza dei suo amati nonni, da quando li aveva persi, per un tragico quando assurdo incidente magico, aveva preso l'abitudine di rivolgersi a loro anche se sapeva benissimo che, ormai non lo avrebbero più potuto né ascoltare né consigliare. Tuttavia, quella pratica, per certi versi patetica, gli permetteva di sentirli ancora vicini, due presenze constanti che guidavano, anche se da lontano, le sue azioni… in fondo, finché fossero stati presenti nei suoi ricordi e nel suo cuore, sarebbe stato come se vivessero ancora.
    Si diresse verso il bagno, quando un rumore lo colse lo fece voltare, era il suo ermellino bianco, Ziegler che si era svegliato e cercava di arrampicarsi sul letto, tirando le coperte e non riuscendo ad avanzare di un centimetro.*

    Malandrino, lo so che cosa vuoi…

    *Disse on dolcezza sollevando il mustelide e posandolo sul cuscino. Poi, da un cassetto estrasse un biscottino gufico e glielo diede. Anche se poco aveva in comune con i rapaci, Ziegler adorava quegli snack esattamente come un allocco od un barbagianni.
    Poi Gandalf fece un'ultima carezza sulla testolina del suo fedele animale, compagno di mille avventure, e ritornò sui propri passi. Giunto in bagno aprì subito l’interruttore dell’acqua ed entrò entrò nella doccia, mentre il vapore sprigionato dal getto caldo appannava tutti i vetri. Restò lì alcuni minuti a riflettere, pensando ai tanti avvenimenti degli ultimi mesi. Dopo un tempo interminabile, quando tutto il bagno era avvolto da una densa nube di vapore acqueo, uscì, si asciugò velocemente, e ritornò a passo spedito verso la camera. dopo aver dato un'occhiata a Ziegler che, satollo, si era addormenta sul cuscino, quindi, si mise a rovistare nell'armadio.*

    La Preside ha detto abiti sobri e decorosi, adatti all'occasione…

    *Commentò estraendo un completo grigio scuro, una camicia bianca e una cravatta, con i colori di quella che, fino a poche settimane prima era la sua Casa. Si vestì in un battibaleno e, senza nemmeno guardarsi allo specchio, perse il pacchetto che conteneva e se lo ficcò in tasca.*

    Aveva appena sistemato la cravatta che suonarono alla porta. In quell'attimo pensò di essere veramente in ritardo.*

    La carrozza è pronta, professor Derweiss, come avete chiesto.

    *Gandalf diede uno sguardo fuori: era perfetta.*

    Eccellente, davvero eccellente!



    *Commentò Gandalf soddisfatto, poi, si guardò distrattamente allo specchio ed uscì.*

    Hogwarts, Scozia.

    *Scandì la destinazione mentre si accomodava dietro. In realtà, avrebbe voluto guidare lui, sicuramente avrebbe aumentato la velocità. Benché fosse un pacato erede di Helga, Gandalf amava il brivido. La carrozza arrivò al castello, aveva avuto il permesso dalla Preside in persona.*

    Be', a mali estremi, estremi rimedi!

    *Decise fra se, rendendosi conto che non avrebbe potuto bussare alla finestra dell'ufficio della professoressa di Aritmanzia senza rovinare l'effetto sorpresa. Estrasse la bacchetta ed enunciò mentalmente una formula.*

    EXPECTO PATRONUM

    *Un fottile e luminoso fumo d'argento fuoriuscì dalla punta del catalizzatore di energia e, tremolando, assunse la forma di un piccolo animale, apparentemente innocuo ma potenzialmente letale: una mangusta. La sola creatura che potesse far tremare di paura uno dei serpenti più pericolosi e letali, il cobra reale che, nello scontro diretto, usciva quasi sempre sconfitto.*

    [Hogwarts - Ufficio della professoressa Mondlicht ]




    Meine Liebe? Non spaventarti, sono io...

    *Il Patronus, che era intrufolandosi attraverso il vetro aperto parlò con la voce di Gandalf.*

    Ho un contrattempo… e non posso accompagnarti all'ingresso a piedi… dovresti affacciarti alla finestra, vorrei che guardassi un attimo le stelle per sentirmi più vicino a te...

    *Concluse l'argentea creatura dirigendosi verso il vetro da cui era entrata, ed invitando la giovane strega a seguirla. La carrozza planò accanto alla finestra dell'ufficio di Maya.*

    Più vicino, per favore. No, un po' più a destra, un po' più... metta lo sportello vicino, no, non così, più parallelo... ok, ecco, ora più vicino... ancora un po'...

    *Il giovane mago dava istruzioni sussurrando e cercando di far capire al cocchiere, che cosa volesse che facesse ma, evidentemente, stava chiedendo troppo.*

    Professor Derweiss, questi sono cavalli alati, non foche da circo…

    *Ribatté strizzito, ma Gandalf non lo sentì nemmeno. Si alzò in piedi e si sbilanciò leggermente, mentre attendeva che Maya si affacciasse. L'avrebbe presa in braccio, le avrebbe mostrato le stelle da vicino e le avrebbe dato la chiave della casa che, se tutto fosse filato liscio, sarebbe stata la "loro"... il suo cuore, no, perché la bella Corvonero lo aveva già rapito anni prima.*

    Chissà, che faccia farà?

    *Si chiese Gandalf, sorridendo e trattenendo il fiato.*

    @Maya_Mondlicht,




    Ultima modifica di Gandalf_Derweiss oltre 1 anno fa, modificato 1 volta in totale


  • Maya_Mondlicht

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 5
    Galeoni: 7073
       
       

    [Hogwarts - Ufficio della professoressa Mondlicht]


    Link


    *Mentre l’aria della Suite 3 per orchestra di Johann Sebastian Bach pervadeva la stanza, Maya si sedette nella comoda ma spartana sedia in radica dietro la scrivania. Era arrivata al Castello un po' prima dell'inizio del Banchetto era una delle professoresse più giovani e, dettaglio assai più rilevante, era metodica e perfezionista. Non voleva lasciare nulla al caso, un nuovo anno stava per iniziare e lei voleva che tutto fosse in perfetto ordine…*

    Questo sarà il mio primo Banchetto di Inizio anno, come per Gandalf, del resto…

    *Pensò sorridendo trasognata e guardandosi intorno. L'arredamento era molto sobrio, ma allo stesso tempo raffinato ed eccentrico, un po’ come lei. Una piccola biblioteca personale, situata nella parete di fronte dell'antica scrivania in radica, conteneva tutti i libri che più amava, non solo quelli inerenti l’Aritmanzia che, comunque, facevano la parte del leone. Fu proprio uno di quei libri ad attirare la sua attenzione, perciò si diresse verso la parte posta della stanza, percorrendo il freddo pavimento ligneo che scricchiolò sommessamente al suo passaggio. Con un colpo di bacchetta, appellò a sé era un interessantissimo saggio sulle relazioni profonde esistenti fra numeri, segni zodiacali, tarocchi, colori e chakra. Quindi, un po' per curiosità un po' per ingannare il tempo, iniziò a sfogliare le pagine, infine, si soffermò a rileggere la Prefazione.*

    Davvero magico… non saprei come altro definirlo… spero tanto di riuscire a trasmettere ai miei allievi la mia passione per l’Aritmanzia e, soprattutto, auspico di far comprendere loro che essa non è una sterile sequenza di numeri e, tantomeno, una serie di noiosi calcoli matematici… ma chissà quanto tempo è passato?

    *Si chiese guardandosi attorno e notando che il sole iniziava a tramontare,*

    Sicuramente, troppo…

    *Sospirò voltandosi istintivamente verso la porta. Era emozionata. Ripensava ancora a quanto Gandalf era stato romantico a chiederle di partecipare con lui al Banchetto. Erano una coppia ed era scontato che la invitasse… ma lui, il suo bel cavaliere teutonico, non faceva mai nulla di scontato.*

    Sarò abbastanza carina per lui e...

    *Si chiese mentre fissava per l'ultima volta la propria immagine riflessa nello specchio, mordicchiandosi un labbro. Era un po' nervosa. Si era preparata con cura, anche se non amava particolarmente gli eventi mondani. In famiglia li rifuggiva ed i suoi genitori ben presto, avevano acconsentito ad assecondare la riluttanza della figlia, esonerandola dagli eventi mondani, a meno che non fosse strettamente necessario.*

    Allo stesso tempo decorosa come vuole la Preside e come esige il mio ruolo di insegnante?



    *Ci teneva davvero molto ad essere perfetta, aveva cercato di trovare un buon compromesso fra sensualità e sobrietà, ma non era certa di esservi riuscita.*

    Spero di essere riuscita nella quadratura del cerchio...

    *Tutto doveva essere impeccabile, lei voleva esserlo perché quella sarebbe stata la prima volta che si presentavano in pubblico come un vera coppia; non erano più studenti che potevano passare inosservati, confondendosi nella folla, sarebbero stati al centro dell'attenzione seduti al tavolo degli insegnanti e tutti gli occhi, volenti o nolenti, sarebbero stati puntati su di loro. Voleva essere bella per Gandalf, e voleva anche esserlo per far fare bella figura a lui.
    L'abito, carta da zucchero era serio e sufficientemente castigato ma non abbastanza per nascondere le sue forme asciutte ma sensuali, ed esaltava il colore cangiate dei suoi occhi.*



    Meine Liebe, non spaventarti, sono io...

    *Il Patronus, che era intrufolandosi attraverso il vetro aperto parlò con la voce di Gandalf.*

    Ho un contrattempo… e non posso accompagnarti all'ingresso a piedi… dovresti affacciarti alla finestra, vorrei che guardassi un attimo le stelle per sentirmi più vicino a te...

    *Concluse l'argentea creatura dirigendosi verso il vetro da cui era entrata, ed invitando la giovane strega a seguirla.*

    Sono pronta, mein Schatz, ma tu dove sei?

    *Rispose con una domanda, mentre, perplessa ma emozionata, si avvicinava incuriosita alla finestra e la spalancò. Una brezza piacevole la investì, ma ciò che vide la colpì ancora di più.*

    WOW!

    *Una carrozza volante… Gandalf era lì fuori su una carrozza volante! Maya avanzò sul piccolo balcone quasi inebetita, mentre i suoi occhi cercavano lui. Era più bello che mai con il completo scuro e, inaspettatamente, anche più sexy. Ma forse era a lei che faceva quell'impressione… sì, le faceva sempre quell'effetto, indipendentemente da ciò che indossava.
    Tuttavia, quella sera sembrava che Gandalf avesse una luce differente negli occhi e, quando i loro sguardi di incontrarono, furono brividi. Ormai, avrebbe dovuto farci l'abitudine ormai, eppure non era così, e non lo sarebbe mai stato, non con lui.*

    Mein Schatz...



    *La voce di Maya era dolce e leggermente arrochita mentre le guance diafane le si imporporavano e le iridi indaco sfavillavano più che mai.*

    @Gandalf_Derweiss,




    Ultima modifica di Maya_Mondlicht oltre 1 anno fa, modificato 1 volta in totale


  • Shireen_Firewet

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 7
    Galeoni: 907
       
       

    *Quella sera la Firewet, come tutti gli studenti della Scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts, si trovava nella Sala Grande in attesa dell'inizio del banchetto di apertura del nuovo anno scolastico. La ragazza, diligentemente seduta al tavolo della Casa di Priscilla Corvonero, assistette allo smistamento dei nuovi studenti e le ritornarono alla mente tutte le emozioni che aveva provato mentre si dirigeva verso quello sgabello malfermo che recava su di sè il logoro Capello Parlante. Le sembrava che fosse passato pochissimo tempo da quel momento e si ricordava ancora il mix di paura, ansia, imbarazzo ma anche curiosità che vorticava in lei in quel particolare attimo. Al quinto primino la sua mente iniziò a vaneggiare: voleva ritornare a casa, dai suoi familiari, lontano da tutte quelle voci e quei bisbigli che la circondavano.*

    Firewet la finiamo di pensare a loro continuamente? Cerca di goderti la serata!

    *La voce della sua coscienza, anche in quel frangente, non tardò a farsi sentire. Per una volta decise di accontentarla ed accantonò i pensieri sulla sua famiglia. Mentre cercava di occupare la mente con qualcos'altro volse il suo sguardo all'insù e dovette ammettere che il soffitto magico della Sala Grande non deludeva mai. Su tutti i presenti, infatti, dominava una limpida luna piena che sembrava cullare tutti gli astri del firmamento. La giovane riuscì ad individuare diverse costellazioni:*

    Scorpione, Sagittario, Ofiuco, Erc..

    *I nomi delle costellazioni che brillavano chiaramente nella testa della Firewet vennero bruscamente interrotti da una voce femminile: la Preside, dopo la fine dello Smistamento, infatti, aveva iniziato il discorso per il nuovo anno scolastico. Come prima battuta, dal momento che l'indomani sarebbero iniziate le lezioni, presentò i Professori che rivestivano quell'incarico per la prima volta e quelli che riconfermavano la loro presenza nella Scuola. Shireen, con il suo sguardo indagatore, li passò in rassegna uno ad uno. Intanto la Preside continuò placida il suo discorso enumerando le solite raccomandazioni che doveva ricordare tutti gli anni: l'accesso alla Foresta Proibita era proibito a tutti gli alunni, eccetto durante le gite organizzate; gli studenti potevano visitare Diagon Alley solo nei weekend e durante le vacanze di Natale e di Pasqua e durante il periodo estivo; per partecipare alle gite a Hogsmeade, invece, gli studenti non maggiorenni dovevano presentare l'autorizzazione scritta di un genitore o di un tutore legale. La streghetta, sentendo quelle parole, controllò se nella tasca della bronzo-blu divisa vi fosse ancora il permesso firmato dal padre la sera prima: con la mano destra cercò quel pezzo di pergamena che sembrò darle un minimo di sollievo. Intanto la Preside Strangedreams finì di elencare alcune della principali regole della Scuola. La ragazzina notò che nella Sala non volava una mosca crisopa. Come poteva una persona attirare tutte le attenzioni su di sé e mantenere un controllo mentre tutti la fissavano? La Firewet ammirava quella strega: se lei si fosse trovata davanti a quel leggio a forma di gufo sarebbe diventata rossa come un peperone e se avesse dovuto parlare avrebbe sicuramente balbettato qualche monosillabo. Meglio non pensarci nemmeno. La Preside, dopo aver scrutato attentamente tutti i tavoli delle Case, espresse il desiderio di brindare all’inizio del nuovo anno scolastico. Magicamente davanti a tutti gli studenti sugli enormi ripiani in legno apparirono numerosi scintillanti boccali pieni della bevanda maggiormente apprezzata tra i maghi, la burrobirra. Shireen non disdegnava quell’ambrata bevanda, soprattutto se servita fredda (in inverno, ad una burrobirra calda, preferiva riscaldarsi con una tazza di tea fumante). Mentre la Preside brindava all’inizio del nuovo anno scolastico, nella mente della giovane Corvonero si susseguiva una sorta di mantra propiziatorio:*

    Speriamo che quest’anno vada tutto bene. Speriamo che quest'anno vada tutto bene. Speriamo..

    *La ragazzina, accorgendosi di non essersi ancora unita al brindisi, afferrò velocemente con la mancina il manico del bicchiere e lo levò verso il magico cielo.*

  • Dragonis_Witch

    Tassorosso Membro del Consiglio di Hogsmeade Certificato

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 7
    Galeoni: 5084
       
       

    *Dragonis era in fermento per quella sera, ogni anno era sempre una grande festa e da quando era diventata insegnante la sua felicità era alle stelle, non voleva sembrare troppo appariscente e indossò qualcosa di sobrio e femminile *



    *Si stupì vedendo alcuni abiti indossati dai suoi colleghi ma sorrise perché in quell'occasione si poteva vedere lo stile che ognuno di loro adottava, con gioia si unì al brindisi che la preside @Sibilla_Strangedreams aveva proposto*

    All'inizio di un nuovo anno

    *Si ricordò molto bene cosa provava ad essere dalla parte opposta del tavolo e sorrise in direzione del tavolo di Tassorosso che l'aveva accompagnata per 7 bellissimi anni dove aveva conosciuto molte persone che sedevano nello stesso tavolo con lei in quell'istante*

    @Pierre_Locomotor




    Ultima modifica di Dragonis_Witch oltre 1 anno fa, modificato 1 volta in totale


  • Pierre_Locomotor

    Tassorosso Certificato

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 5
    Galeoni: 1017
       
       

    *Pierre era appena rientrato dalle vacanze. Aveva appena fatto in tempo a posare la valigia che dovette subito correre in Sala Grande per il banchetto di inizio anno.Mentre correva verso la Sala finì di sistemarsi la cravatta della divisia e si stava chiedendo se ci sarebbero state novità tipo cambio docenti o zone alle quali non si poteva accedere. Una volta entrato notò che erano già tutti seduti e mentre si sedeva al proprio tavolo,vide in lontananza al tavolo dei professori la professoressa @Dragonis_Witch*



    Ultima modifica di Pierre_Locomotor oltre 1 anno fa, modificato 1 volta in totale


  • Marcus_Largh

    Tassorosso Insegnante
    AUROR

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 9
    Galeoni: 1380
        Marcus_Largh
    Tassorosso Insegnante
       
       

    *Un nuovo anno scolastico era finalmente arrivato.
    Marcus aveva viaggiato per tutto il giorno sull' Hogwarts Express, aveva chiacchierato, si era divertito e aveva anche dormicchiato un po', arrivando pimpante ma affamato al banchetto di inizio.
    Come ogni anno da quando era li assistette allo smistamento dei nuovi arrivati. Marcus li osservava curioso riconoscendo in loro lui alla loro età.
    Anche lui al suo smistamento si sentiva come quei ragazzini, le cui emozioni erano chiare in volto. Con addosso la sua divisa gialla e nero da tassorosso oservò gli smistamenti fino alla fine.
    Finiti decise di chiacchierare con i suoi compagni di casata, seduti allo stesso suo lungo tavolo quando una voce famigliare, per chiunque fosse ad Hogwarts ormai da tempo, prese la parola.
    la Preside ricordò alcune delle regole più importanti che puntualmente nessuno si ricordava.
    La donna presentò a tutti gli studenti iil tavolo dei docenti che aveva visto nuovi arrivati, tra di loro c'era anche Gandalf un tassorosso che Marcus, anni prima aveva avuto l'occasione di conoscere.
    Alla fine di quel brillante discorso la preside propose un brindisi a quel nuovo anno scolastico che, dal giorno successivo sarebbe iniziato.
    Il giovane tassorosso non vedeva l'ora. Per lui Hogwarts era casa sua, dove poteva scappare dal mondo babbano da dove era nato e cresciuto, era qualcosa che lo differenziava dalle altre persone.*

    @Sylvia_Turner,


  • Sylvia_Turner

    Tassorosso Certificato

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 8
    Galeoni: 1791
        Sylvia_Turner
    Tassorosso Certificato
       
       

    *Settembre era arrivato in un battito di ciglia, le vacanze erano volate e un nuovo anno scolastico stava per iniziare alla scuola di Magia e stregoneria di Hogwarts.
    Sylvia quel mattino si era recata alla stazione di Kig's Cross alle 11 in punto, come faceva ormai da 6 anni a quella parte. Aveva passato un bel pomeriggio in treno, mangiucchiando gelatine, leggendo qualche libro e chiaccherando con i compagni di casata e prima di scendere dal treno aveva indossato la divisa scolastica, legandosi i capelli in una treccia, cosa che non faceva mai.*



    *Era calata da poco la sera e in quel momento si trovava nella sala Grande, pronta a partecipare al banchetto di inzio anno.
    Chissà cosa avrebbe imparato nel suo penutilmo anno a Hogwarts.
    Una cosa era sicura, doveva impegnarsi parecchio, piu' di quanto non avesse fatto fino a quel momento.
    Era sicura anche di un'altra cosa, era felice di essere lì, come quando una persona torna nella sua vera casa.
    Seduta alla tavolata dei tassorosso, Sylvia aveva assistito alla cerimonia dello smistamento.
    Successivamente si era messa ad ascoltare attentamente la preside @Sibilla_Strangedreams, la quale stava presentando delle new entry nel corpo docente e spiegando regole per i nuovi studenti e ricordandole agli allievi piu " anziani".
    Quandi la preside prensento' gli insegnanti, Sylvia vide che molti professori li conosoceva già, come la professoressa @Charlotte_Mills, @Shana_Skai, e @Dragonis_Witch, ma altre erano delle vere novità per Sylvia.
    La ragazza sperava soltanto di essere all'altezza delle loro lezioni.
    Una volta che la preside termino' di presentare i nuovi professori, propose un brindisi prima dell'inzio del banchetto.
    Tutti presero un bicchiere, alzandolo in aria, nel gesto del brindisi.
    Sylvia aveva imitato allegramente il gesto dei compagni, e aveva rivolto un grande sorriso e un cenno di saluto alla prof @Charlotte_Mills, professoressa di Arti Oscure oltre che a @Dragonis_Witch , professoressa di Babbanologia, entrambe molto amiche delle tassorosso.*

    A un nuovo magico anno

    * Penso' Sylvia guardando il succo di zucca che galleggiava all'interno del bicchiere. Bevve un lungo sorso, mentre il suo stomaco brontolava, in cerca di cibo. Chissà quante avvenure la attendevano con gli amici, il suo ragazzo e con i prof. Non vedeva l'ora di iniziare. *

    @Marcus_Largh, @Jane_Casterwill, @Claire_Biovero, @Laura_Alderbow, @Lorence_Eminwey, @Cinthia_Manavella, , @Quenya_Faraway, @Gandalf_Derweiss, @Maya_Mondlicht, @Daphne_Harris e tutti gli altri ( scusate se non metto tutti)




    Ultima modifica di Sylvia_Turner oltre 1 anno fa, modificato 6 volte in totale


  • Jane_Casterwill

    Grifondoro Insegnante Responsabile di Casa Certificato

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 8
    Galeoni: 3110
       
       

    [Londra- Casa di Jane, ore prima]


    *Quella era sembrata una lunga notte per Jane, non aveva chiuso occhio per ore che aveva passato a controllare il suo baule. La paura di dimenticare qualcosa la tormentava sempre. Controllò e ricontrollò ancora la lista delle cose che doveva portare con se al castello. Era anche l'emozione che le dava il pensiero di un nuovo anno che stava per cominiare a farle quell'effetto. Fortunatamente però con lei ci sarebbe stata sua sorella per quell'anno. Jane e @Effy_Casterwill, erano gemelle, ma per un periodo che alla rossa era sembrato infiito le due erano imaste separate. Così anche se Effy aveva ovviamente la stessa età della sorella doveva ancora passare il primo anno alla scuola di magia mentre Jane ormai era arrivata al suo terzo anno li.
    Tante cose erano sucesse in quel arco di tempo, nuovi incontri e nuove amicizie, emozioni e avventure, molte l'attendevano ancora in quella che perlei era diventata una seconda casa. Piano piano alla fine la ragazza riuscì ad addormentarsi, in attesa della giornata lunga e piena che stava per arrivare.


    La mattina riuscì a svegliarsi di buon ora e fu subito pronta per cominciare un nuovo anno con i suoi amici a Hogwarts.*


    [Hogwarts]


    *La serata era appena cominciata e la sala era piena di volti conosciuti e non. Gli smistamenti dei nuovi errivati erano conclusi e tutto rivolsero la èroprio attenzione alla preside, @Sibilla_Strangedreams. La donna dopo aver dato qualche avviso e aver presentato gli insegnanti, invitò tutti ad unirsi per un brindisi a cui tutti parteciparono. Anche Jane, seduta insieme ai suoi compagni di casa, alzò il suo bicchiere pieno di burrobirra con la speranza che quel nuovo anno le portasse più fortuna e gioia dei precedenti.
    Si guardò attorno e vide che come nei suoi in quelli di molti ragazzi c'era l'emozione per quel momento. Una cosa normalissima, sopratutto per quelli che erano appena arrivati. Anche la giovane Grifondoro si ricordava bene quello che provò la prima volta ce si unì ai suoi compagni attorno a quella tavolata. Era fiera e onorata di essersi unita a quella Casa che da sempre ammirava e che non l'aveva mai delusa in tutto quel tempo.
    Proprio mentre gurdava i volti felici delle persone il suo sguardo si incrociò con quello di Effy che la fece sorridere.*

    "Vedrai che andrà tutto bene questa volta sorellina!"

    *Pensò fissandola per dopo bere un sorso del contenuto del suo bicchiere.
    Distolse lo sguardo da lei e riprese a guardare le altre persone. Subito vide la sua "zietta" @Sylvia_Turner, dopo di lei @Marcus_Largh, poi rivolse lo sguardo un attimo ai professori e alla preside. Non riusciva a smettere di sorridere. Negli anni precendeti spesso si era ritrovata triste e pensierosa, anche nei giorni di festa come quello, ma prima di partire si era promessa di non lasciare spazio ai pensieri tristi, così avrebbe cercato in tutti i modi di essere felice.
    Posò il bicchiere davanti a se guardandolo per un attimo, poi si ricordò di una cosa che era sucessa in quelle vaanze estive e alzò subito lo sguardo per cercare una persona. La sala erapiena di gente ma lui non riusciva a vederlo*

    "Chissà dov'è..."

    *Pensò per un attimo la ragazza che continuò a cercare con lo sguardo quella persona*

    @Daniel_Collins, @Laura_Alderbow, @Clary_Morgenstern, @Charlotte_Mills, @Shana_Skai,


  • Marcus_Largh

    Tassorosso Insegnante
    AUROR

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 9
    Galeoni: 1380
        Marcus_Largh
    Tassorosso Insegnante
       
       

    *Marcus stava alzando il calice per brindare insieme a tutti gli altri a quel nuovo anno scolastico quando vide qualcuno di famigliare.
    Era girata di spalle ma lui l'aveva riconosciuta lo stesso, anche se erano giorni che non si vedevano.
    Il ragazzo l'aveva anche cercata sul treno ma stranamente non l' aveva trovata.
    Felice di vederla dopo tanto tempo sorrise e decise dia vvicinarsi a lei di soppiatto.
    Scalò di qualche posto per arrivare vicino a lei.*

    Salve, posso sedermi qua?

    *Chiese il ragazzo che era già seduto.
    teneva in mano un bicchiere con del succo di zucca, proprio come Sylvia in quel momento.
    Il suo sguardo poi però si posò su uno degli altri lunghi tavoli. Li c'era Jane una delle migliori amiche di Sylvia e anche amica sua.
    Salutò la giovane grifondoro con un semplice cenno della mano.
    Chissà se in quel nuovo anno scolastico Marcus avrebbe fatto conoscenza con altri studenti degni di essere chiamati amici.*

    @Jane_Casterwill, @Sylvia_Turner,


  • Alannah_Johnson

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 3
    Galeoni: 63
       
       

    * Il primo giorno del suo secondo anno scolastico ad Hogwarts era arrivato in un battito di ciglia: Alannah ricordava ancora perfettamente il suo primo giorno di scuola, la grande ansia per lo smistamento e il dispiacere nel dividersi dal fratello Norman. Quell'estate il fratello aveva letto quasi tutti i suoi libri di scuola: non voleva ammetterlo ma in parte era geloso delle capacità della sorella. Lei se ne era accorta ma aveva fatto finta di niente per non metterlo in imbarazzo. Le sarebbe piaciuto essere con lui, anche la casa del fratello sarebbe stata Grifondoro e non Corvonero. La voce della preside Strangedreams interruppe il filo dei suoi pensieri.*

    Benvenuti, miei cari, oggi inizia un nuovo anno a Hogwarts… la maggior parte di voi conosce il Castello, gli insegnanti e tutto il resto ma, per coloro che iniziano oggi il loro percorso didattico è tutto nuovo.

    *Era quasi strano essere di nuovo lì. Il primo anno era stato un sogno e poter riviverlo era la cosa migliore che potesse succederle. Alannah vide @Katniss_Everdeen che si avvicinava al tavolo e le fece un segno di saluto. Non si era fatta molti amici l'anno prima, a causa de l suo carattere un po' schivo, quindi ancora ricordava con calore la sua sorellona dell'anno prima.*

    E' tradizione che ogni nuovo anno inizi con un sontuoso banchetto, ma stasera vorrei proporre a tutti un brindisi prima di cominciare…

    *La preside fece apparire un boccale di burrobirra per ogni persona presente e chiese di fare un brindisi al nuovo anno.*

    Al nuovo anno! "E speriamo che sia ancora più bello del primo!"

  • Sylvia_Turner

    Tassorosso Certificato

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 8
    Galeoni: 1791
        Sylvia_Turner
    Tassorosso Certificato
       
       

    *Sylvia aveva appena fatto un brindisi insieme a i suoi compagni, stava bevendo, comodamente seduta sulla panca, un po' sordita dall'aria di festa che già si respirava. Mentre dava un sorso al succo si zucca, sentì una voce familiare, molto familiare, accanto a lei, ma ogni volta che la sentiva, era come la prima.*

    Salve, posso sedermi qua?

    *Sylvia si staccò dal bicchiere, cercando di non strozzarsi con la bevanda, e si giro' verso di lui, mentre cercava di inghiottire. Accanto a lei si era seduto @Marcus_Largh, il suo tassorosso. Non si vedevano da un po' e Sylvia osservandolo si chiese come facesse a essere diventato ancora piu' bello, piu' meraviglioso, di giorno in giorno. Sorrise timida, e disse con un filo di voce, mentre la treccia si posava su una spalla.*

    Buonasera Marc, certo che puoi. Mi hai sorpreso! Come va?

    * Avrebbe voluto dire altro, ma non poteva erano davanti a tutti i loro compagni*



    Ultima modifica di Sylvia_Turner oltre 1 anno fa, modificato 2 volte in totale



Vai a pagina 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9  Successivo