Hogwarts - Dintorni
Hogwarts - Dintorni


  • Stefano_Draems

    Fondatore Amministratore Ministro Ad Honorem Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 16
    Galeoni: 584328
       
       



    Role Aperta da Autumn_Wright


  • Autumn_Wright

    Tassorosso

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 2
    Galeoni: 9
        Autumn_Wright
    Tassorosso
       
       

    *Erano passati pochi giorni dallo smistamento di Autumn, pochi giorni dal suo arrivo ad Hogwarts.
    Ormai la maghetta si era ambientata e si era fatta anche dei nuovi amici.
    Quella mattina aveva un'ora libera e aveva deciso di passarla nel giardino di Hogwarts, anche se il tempo non era dei migliori.
    Il cielo era ricoperto da piccole nuvolette grigie e spirava un vento freddo di tramontana.
    Autumn indossava dei jeans attillati, una maglietta nera a maniche lunghe e la sciarpa della sua casata.
    I suoi lunghi capelli rossi e ondulati danzavano al ritmo del vento.
    Mentre camminava osservando il cielo grigio, Autumn pensò a quando era salita sull'Hogwarts Express.
    Era successo qualche giorno fa, ma sembrava che fosse passato un millennio.
    Ricordò i sorrisi e i saluti della sua famiglia non appena era salita a bordo, la voce che annunciava a tutti di salire, e poi... poi c'era stata quella ragazza, quella con la gattina... la prima ragazza maga che aveva conosciuto.*

    Daphne...

    *Autumn sussurrò il suo nome. Le era stata simpatica sin dal primo incontro, quella ragazza.
    Sin da quando la sua gattina, Luna, era saltata sul sedile difronte al suo, mettendosi a dormire pacificamente.
    Però dopo che erano scese dal treno, Autumn non aveva più rivisto ne Daphne ne Luna.
    Sperava di incontrarle, però. Magari quel giorno stesso.
    Sarebbe stato bello.*

    @Daphne_Harris


  • Daphne_Harris

    Tassorosso

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 7
    Galeoni: 2095
        Daphne_Harris
    Tassorosso
       
       

    *Il nuovo anno era ormai iniziato da qualche giorno e già il cielo della Scozia si distingueva: cielo cupo, pioggia, un po' di quel tipico venticello fresco che si levava dalla Foresta e dal Lago Nero. Daphne Dianne Harris, Tassorosso del settimo anno aveva finito la sua ultima lezione della giornata alle cinque e, nemmeno il tempo di iniziare l'anno, ovviamente, si iniziava a discutere dei M.A.G.O. Era così già stanca e a soli 5 giorni dall'inizio della scuola! Il problema era lo stress che si era accumulato, i problemi che condivideva con Alex e un ovviamente gli esami di fine anno che le iniziavano a dare l'ansia. Era tutto così soffocante dentro al castello, che non appena si tolse la divisa scolastica, decise di affacciarsi all'esterno, prendere un po' d'aria e passeggiare un po' prima della cena. Il gionro dopo non aveva compiti, aveva Cura delle Creature Magiche, Incantesimi e Storia della Magia, per non parlare del primo incontro che avrebbe avuto dopo l'estate con la squadra del Quidditch. Avrebbe giocato in campo da Cacciatrice per l'ultimo anno e poi... tutto sarebbe cambiato.*

    Luna, vuoi fare un giro?

    *Senza farselo chiedere due volte, la micia saltò giù dal letto a baldacchino, saltellando allegramente verso la porta, facendo strada alla padroncina.*

    Piccola birboncella!

    *Esclamò la brunetta sorridendo, dirigendosi a passo spedito fuori dalla Sala Comune, percorrendo tutto il corridoio e, dopo aver superato il Salone di Ingresso, all'aria aperta, nel giardino. Una volta fuori, Daphne allargò le braccia e prese un profondo respiro, socchiudendo gli occhi e facendosi cullare dalla leggera brezza scozzese, segno che l'estate, in quel luogo, era del tutto terminata.*

    Io non l'ho nemmeno vista!

    *Rifletté su quanto velocemente sia passato quel periodo di "riposo", dove vi fu così tanto movimento da lasciarla ancora stordita e insoddisfatta. Avrebbe preferito passare vacanze migliori, ma lei e Alex avevano deciso che, finché Viktor cercasse di farli fuori, era importante non allontanarsi molto dal mondo magico e dal piccolo Villaggio di Hogsmeade dove avevano casa. Iniziò a percorrere lentamente qualche passo nell'erba morbida, scricchiolando sotto il suo peso, piegandosi da tutti i lati; Luna, invece, era intenta a "cacciare" qualche insetto che volava di fiore in fiore, o semplicemente inseguendo con lo sguardo qualche Gufo in attesa che qualcuno giocasse con lei. Gli unici che avevano passato di certo una buona estate erano Luna e Gmork, il Boa Constrinctor Imperator del suo fidanzato, uno strano amico e compagno di giochi per un gatto, eppure era entrati in perfetta sintonia e riuscivano a scatenarsi nel piccolo giardino della loro villetta in Merlin Street. Se non fossero stati dei maghi, i due ragazzi avrebbero dovuto affrontare enormi spese per riparare tutti i danni delle due piccole pesti, ma grazie a dei semplici Reparo era tutto in perfetto stato ed entrambi i ragazzi ci ridevano su. Dopotutto, erano i loro più fedeli amici.
    I suoi pensieri stavano ritornando un po' troppo indietro e non voleva di certo incupirsi, eppure il suo sorriso si allargò quando riconobbe la piccola compagna di viaggio di qualche giorno primo: Autumn. Durante lo Smistamento in Sala Grande era stata mandata in Tassorosso come voleva lei e di certo era al settimo cielo. In quei giorni non erano nemmeno riuscite a vedersi, probabilmente a causa del sovraffollamento della Sala Comune, con tutti che cercavano di scambiarsi notizie sulle loro estati, aneddoti di meravigliose vacanze, o semplicemente schemi di gioco per la nuova stagione del Quidditch. L'anno scorso si erano fatti soffiare la Coppa per un pelo e quell'anno non avrebbero potuto permettersi lo stesso trattamento. Cancellando i nuovi pensieri che si accumulavano nella testa, si avvicinò verso la nuova compagna di casata, con un dolce sorriso stampato in volto e salutandola nel modo migliore che poteva.*



    Ciao Autumn! Spero tu sia felice di essere stata Smistata tra i Tassorosso. Hai visto? Il Cappello non sbaglia mai!

    *Disse la diciassettenne alla nuova amica, quando la piccola peste iniziò a scattare correndo verso di loro, felice. Rallentò solo per presentarsi al meglio, vantandosi del suo pelo morbido e luminoso: la solita vanitosa. Si avvicinò alla gamba di Autumn e si strofinò un po' facendo le fusa, segno che le piaceva la sua compagnia.*

    Guarda, le piaci!

    *Esclamò Daphne con un sorriso estasiato e restando a fissare prima la bimba, dopo la micia, segno che la sua gioia era inaspettata, eppure parecchio gradita: le serviva un momento come quello.*




    OT: il mio colore, se ti dovesse servire è: hotpink ^.^

    @Autumn_Wright,




    Ultima modifica di Daphne_Harris oltre 1 anno fa, modificato 1 volta in totale


  • Autumn_Wright

    Tassorosso

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 2
    Galeoni: 9
        Autumn_Wright
    Tassorosso
       
       

    *Mentre pensava a Daphne, Autumn sentì qualcosa strofinarsi contro le sue gambe. Si girò di scatto e vide una piccola gattina dal pelo morbido e luminoso che faceva le fusa.

    Luna!

    *Disse Autumn riconoscendo la gattina di Daphne. Poi girò la testa per vedere se anche la padroncina fosse nei paraggi. Ed eccola lì; correva verso di loro il più veloce possibile, agitando le braccia in segno di saluto.*

    Ciao Autumn! Spero tu sia felice di essere stata Smistata tra i Tassorosso. Hai visto? Il Cappello non sbaglia mai!

    *La salutò Daphne, quando ebbe raggiunto la meta. Autumn si limitò a sorridere: altroché se era felice di essere una Tassorosso! Anche perché adesso lei e Daphne sarebbero state compagne di casa.*

    Si sono felicissima! Ma dimmi di te. Dove sei stata tutto questo tempo? A inseguire Luna?

    *Scherzò Autumn indicando la gattina che continuava a strofinarsi tra le sue gambe facendo le fusa. Daphne guardò la piccola luna e sorrise.*

    Guarda, le piaci!

    *Autumn si chinò verso la micia e cominciò ad accarezzarla sulla testa, mentre lei aumentava il volume delle fusa.
    Aveva sempre desiderato avere un gatto... ma i suoi genitori non volevano animali in casa. E quando le era arrivata la lettera di Hogwarts con scritto che poteva portare un animale avevano fatto una lunga conversazione prima di acconsentire, ma le avevano detto che se voleva portare un animale doveva portare un gufo o una civetta.
    Così si era rassegnata, comprando la piccola Lee.*

    Ti piace, eh?

    *Chiese alla gattina che non la smetteva di fare le fusa.*

  • Daphne_Harris

    Tassorosso

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 7
    Galeoni: 2095
        Daphne_Harris
    Tassorosso
       
       

    *@Autumn_Wright, la piccola Tassorosso, era davvero felice di vederla e di vedere anche la piccola Luna, che continuava a strofinarsi su di lei fare le fusa: aveva trovato una nuova amica. Non era sempre così aperta a nuove amicizie, anzi, a volte sembrava voler passare più tempo con lei che con altri, ovviamente anche con Gmork, ma per il resto, non sembrava propensa a restare con tutti. Forse era per come vedeva gli altri, o se li facevano stare bene, o magari le emozioni che le facevano provare. Gli animali, sopratutto i gatti, cercano sempre di essere diffidenti all'inizio, ma se avvertono qualcuno che gli piace, di certo non si tirano indietro da una bella dose di coccole.*

    No, più che altro io avevo bisogno di prendere aria.

    *Spiegò in risposta Daphne alla piccola amica, sedendosi vicina a lei e respirando la fresca aria del Lago che giungeva fino a lì.*

    Sai, già il pensiero dei M.A.G.O. inizia ad essere stressante e questo anno è iniziato solo da 4 giorni!

    *Esclamò in un misto di emozione che variavano dall'arrabbiato al triste in pochi secondi. Cercò di non pensarci e tirarsi su, non poteva farsi vedere così dalla giovane Autumn, così sorrise e pensò ad altro.*

    Tu con i corsi come procede? Ti sei già innamorata di qualche materia in particolare?

    *Chiese curiosa all'undicenne, stiracchiandosi leggermente e osservando un po' il cielo terso, un po' la micia ancora in vena di coccole e un po' la sua nuova amica.*

  • Autumn_Wright

    Tassorosso

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 2
    Galeoni: 9
        Autumn_Wright
    Tassorosso
       
       

    *Mentre Autumn coccolava la sua gattina, @Daphne_Harris spiegava alla giovane Tassorosso che era andata in giardino per prendere un po' d'aria fresca. I cosiddetti M.A.G.O. si stavano avvicinando e Daphne si sentiva stressata al solo pensiero.*

    Ti capisco. Anche io sarei stressata se già ad inizio anno tutti cominciassero a parlare degli esami.

    *Commentò Autumn mentre continuava ad accarezzare la piccola Luna.*

    Ma avendo fatto i G.U.F.O. l'anno scorso... forse mi sentirei più sicura.

    *Autumn immaginò come sarebbero andati i suoi M.A.G.O. , ma poi guardando la faccia stressata di Daphne decise che forse non era ancora il momento di pensarci. A quanto pare anche la tassorosso del settimo anno pensò la stessa cosa, perchè cambiò subito l'argomento di discussione.*

    Tu con i corsi come procede? Ti sei già innamorata di qualche materia in particolare?

    *Chiese Daphne. Autumn ci pensò su. Effettivamente, tutte le materie di Hogwarts erano magnifiche per lei che era nata in una famiglia di babbani. Ma se avesse dovuto sceglierne una...*

    Mi piace molto Incantesimi. E... anche volo. E trasfigurazione.

    *Autumn sorrise. Ecco dimostrato che non sapeva scegliere. In ogni caso, era curiosa di sapere quale fosse la materia prefetita di Daphne.*

    E la tua?

  • Daphne_Harris

    Tassorosso

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 7
    Galeoni: 2095
        Daphne_Harris
    Tassorosso
       
       

    *@Autumn_Wright, era una bambina così vivace e allegra, che guadarla metteva il buon umore. Era felice Daphne di essere uscita all'aria aperta e si sentiva fortunata nell'aver incontrato la giovane amica. Il suo sorriso era contagioso e la diciassettenne si ricordò di come era lei quando aveva la sua età. Era proprio come lei, curiosa, allegra, sveglia e attiva. Non stava un secondo ferma e non vedeva l'ora di scoprire e conoscere ogni cosa. Con il tempo i problemi erano cresciuti, cambiati, erano più grandi di quanto una studentessa potesse sopportare. Condivideva con Alexander tutto quel duro percorso, eppure per entrambi che era in balia degli esami del settimo anno, dover pensare a tenersi saldi la loro vita... era più difficile del previsto e lo stress era più di quanto aveva previsto. Almeno, lei parlava al singolare, perché il Corvonero non era solito a dirle come si sentiva al riguardo, sicuramente per il timore di scoraggiarla. Apprezzava quello che faceva per loro, ma come tutti, anche lui doveva sfogarsi, avere il suo appoggio, conforto e sostegno, solo che crollava più spesso. Molto più spesso.
    Sorrise all'indecisione della piccola amica, iniziando a citare una materia dopo l'altra, ma il volto di Autumn era così allegro che era riuscita persino a dimenticare tutti i problemi che si ritrovava ad affrontare.*

    Dai, è normale essere confusi, ma vedrai, prima o poi ne troverai una in particolare cui ti senti più legata.

    *Spiegò dolcemente Daphne, osservando poi Luna correre nel prato alla ricerca di piccole prede: l'ora della caccia. La monella cercava sempre di afferrare insetti, farfalle, lucertole... qualunque cosa si muovesse e potesse portarlo in giro tra i suoi denti.*

    La mia materia dici? Direi che domanda più facile non c'è! Amo Cura delle Creature Magiche. Tu inizierai i corsi al terzo anno, se la sceglierai, ma ogni Tassorosso va forte in Cura ed Erbologia.

    *Continuò la ragazza sognante, felice di poter pensare ad altro e dedicarsi ad una nuova amica.*

    L'abbiamo nel sangue.

    *Sussurrò poi con un sorriso, facendole l'occhiolino prima di alzarsi per controllare Luna e, una volta accertata della sua presenza poco distante tra loro, vicino a degli alberi ancora pieni di foglie, si rimise comoda nella panchina.*

  • Autumn_Wright

    Tassorosso

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 2
    Galeoni: 9
        Autumn_Wright
    Tassorosso
       
       

    *@Daphne_Harris, la giovane Tassorosso, spiegò ad Autumn che era normale non sapere ancora quale fosse la sua materia preferita. Poi quando Autumn le chiese quale fosse la sua, rispose come se fosse la cosa più ovvia al mondo: Cura delle Creature Magiche.*

    Cura delle Creature Magiche? Non vedo l'ora che arrivi il terzo anno, dev'essere la materia più bella di tutte!

    *Esclamò Autumn alzandosi in piedi, quando la piccola Luna smise di strisciarsi sulle sue gambe per andare a caccia di prede. Era sicura che sarebbe stata quella la sua materia preferita, visto il suo sconfinato amore per gli animali. E quando Daphne le disse che ogni Tassorosso andava forte in Cura delle Creature Magiche, sul suo volto si illuminò un sorriso.*

    Beh, ancora meglio! Forse sarò la prima della classe

    *Scherzò Autumn. Sarebbe stato davvero bello essere la prima della classe, ma non credeva che lo sarebbe mai diventata. Daphne invece lo sembrava. Non la ragazza perfetta e snob che sa sempre tutto e si vanta, ma una brava che se ne intende. La sua compagna di stanza, @Nyaa_Amortia, sarebbe stata davvero felice di conoscerla.*

  • Daphne_Harris

    Tassorosso

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 7
    Galeoni: 2095
        Daphne_Harris
    Tassorosso
       
       

    *Daphne Harris si rendeva conto che, più tempo trascorreva con @Autumn_Wright, più adorava la sua compagnia. Era una bambina sveglia, vivace ed energica, tipico per una bambina della sua età. Solo che la differenza era nel suo modo di esporsi. Era così gentile e graziosa che le veniva una gran voglia di stringerla a sé e trattarla come se fosse la sua sorellina più piccola. Le era piaciuta dal primo istante cui aveva preso posto nel treno insieme a lei qualche giorno prima, ma adesso iniziava a capire il perché: era speciale.
    Qualcosa le diceva che il loro incontro era stato un segnale, forse per dare alla diciassettenne qualcosa cui appoggiarsi, una speranza, una nuova forza che le si diradava in tutto il corpo, partendo dal cuore. Quelle emozioni erano venute fuori guardando il sorriso della bambina, proprio com'era anni prima Daphne. Sì, si assomigliavano un po'. Le parole spontanee e quei dolci sorrisi... era davvero felice di stare al castello ed era felice di aver instaurato subito conoscenze.*

    Tesoro, tutto è possibile. Se sarai la prima della classe, mandami un gufo con la splendida notizia!

    *Esclamò sorridente la Harris, facendosi coinvolgere da quell'allegria e quella spensieratezza che era svanite in lei da qualche anno, da quando Viktor aveva altri programmi per lei e di certo, non una vita serena, anzi...*

    Se ti va, qualche giorno ti mostro qualche piccola Creatura che si trova in giro. L'importante, è sapere dove andare.

    *Le confessò Daphne facendole l'occhiolino, il volto illuminato dal desiderio di prendersi cura della giovane amica e farla crescere nel modo migliore possibile. Premurosa: ecco com'era la diciassettenne. Ne conseguiva che già si prodigava a progettare giornate speciale con la sua compagna di casata.*

  • Autumn_Wright

    Tassorosso

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 2
    Galeoni: 9
        Autumn_Wright
    Tassorosso
       
       

    *Ormai tra Autumn Wright e @Daphne_Harris, si era creato un bellissimo legame, quasi come fossero sorelle. Autumn adorava come Daphne le parlava di Cura delle Creature Magiche, adorava come le parlava di tutto. Era strano da dire, ma per Autumn Daphne era un po'... magica. Detto così non ha tanto senso, perchè tutti ad Hogwarts sono magici. Ma Daphne non era magica in quel senso... era un'altro tipo di magia.
    Quando Daphne le disse che se diventava prima della classe doveva mandarle un gufo, Autumn ne ebbe la conferma. A lei non sarebbe mai venuto in mente di dire una cosa del genere a qualcuno. Non per cattiveria... semplicemente non ci pensava. E poi... Daphne l'aveva chiamata "tesoro". Nemmeno questo le sarebbe mai venuto in mente. Se c'era una persona che la chiamava tesoro era sua madre, ma molto raramente. Lei preferiva chiamarla con il suo nome, del quale era completamente innamorata.*

    Lo farò

    *Sorrise Autumn guardando Daphne fare la stessa cosa. Era davvero carina quando sorrideva. Poi le disse qualcosa, un'altra cosa che Autumn non avrebbe detto a nessuno. Le propose di andare a vedere qualche piccola creatura magica in giro, un giorno di quelli. La bocca e gli occhi di Autumn si spalancarono in un'espressione di totale gioia e sorpresa.*

    Davvero lo faresti? Non vedo l'ora! Possiamo andarci adesso? Ti preeeeego!

  • Daphne_Harris

    Tassorosso

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 7
    Galeoni: 2095
        Daphne_Harris
    Tassorosso
       
       

    *Le parole di Daphne fecero illuminare il volto di @Autumn_Wright, che presa da una gioia immensa e un'euforia che la diciassettenne non aveva mai visto, si mise quasi a saltare per la proposta che le era stata fatta. Andare a vedere qualche Creatura era per la piccola forse una delle prime volte e avere lei l'onore di farlo la rendeva felice, ma preoccupata al tempo stesso. Sì, perché ciò comportava il doversi avvicinare a due posti pericolosi quali la Foresta e le sponde del Lago Nero. Di una cosa era certa, non poteva deluderla e dirle di no, per cui la testa della ragazza si mise all'opera per pensare al modo migliore per accontentarla. Una soluzione forse c'era e non era poi male...*

    Elle...

    *Rifletté la Tassorosso più grande, portando alla mente l'Unicorno che le era diventata amica, quasi come fossero unite da uno strano legame. Viveva nella Foresta, ma un modo per richiamare la sua attenzione c'era e in quel modo, farla avvicinare al limitare degli alberi, vicino la capanna del Guardiacaccia, dove nessuno poteva disturbarle. Queste particolari Creature non si fanno avvicinare da nessuno, ma forse le due si erano incontrate grazie e soprattutto al Patronus di Daphne, anch'esso un esemplare di Unicorno. Da quel giorno si incontrarono spesso, ma non aveva mai mostrato Elle a nessuno, forse per paura di perderla.*

    Possiamo fare un tentativo che non sia molto pericoloso, però devi promettermi di starmi vicina e di prestare attenzione.

    *Rispose la Harris in tono gentile e un po' preoccupato alla piccola amica, proprio come farebbe una sorella maggiore.*

    Non andremo molto lontano e non ci andremo a cacciare nei guai, però se dovesse accadere qualcosa, qualunque cosa io ti dirò di fare, promettimi che la farai.

    *Deglutì a fatica, temendo che le sue preoccupazioni trasparissero, però sorrise alla bambina, cercando di confortarla e porgendole poi la mano, segno che dava alla brunetta la certezza di non penderla di vista.*

    Luna, andiamo...

    *Chiamò una sola volta la micia, sua alleata magica grazie alle lezioni di Animagia che frequentavano insieme e che amavano studiare. Insieme a Luna, andare al limitare della Foresta Proibita, era di certo la soluzione migliore, perché metteva alla prova anche ciò che avevano appreso nella materia insegnata dalla Preside Sibilla Strangerdreams.*