• Stefano_Draems

    Fondatore Amministratore Ministro Ad Honorem Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 16
    Galeoni: 584328
       
       



    Role Aperta da Charlotte_Mills




    Ultima modifica di Charlotte_Mills oltre 1 anno fa, modificato 2 volte in totale


  • Charlotte_Mills

    Serpeverde Amministratore Preside Insegnante Moderatore Web Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 11
    Galeoni: 254436
       
       

    *In quel giorno, nel villaggio di Hogsmeade tirava una fredda brezza mattutina.
    Charlotte si trovava a camminare per le vie del villaggio,il particolare per Merlin Street, via in cui si trovava il Magic Museum l’unico museo di quel villaggio e dintorni.
    L’intero villaggio era addobbato a festa, infatti in proprio quel periodo molti anni prima era stato fondato il villaggio di Hogsmeade da un mago di cui si era persa la conoscenza.
    Chissà com'era quell’uomo, chissà come mai aveva deciso di fondare un villaggio di soli maghi, di quell’uomo misteriosi si conoscevano davvero pochissime cose: il suo nome e il fatto che era appartenuto alla casa di tassorosso, infatti molti erano i festoni giallo e neri disseminati per Hogsmeade.



    Mentre Charlotte cammina con destinazione il museo del villaggio, la sua mente si riempì di parole.
    Gli addetti al museo avevano organizzato, per quell’occasione, davvero molto bene alcune stanze in tema con la festività di Hogsmeade, talmente tanto bene da organizzare quel mese una gita per gli studenti di Hogwarts.
    La donna, sindaco di quel villaggio, si fermò davanti all’entrata del museo che era davvero molto grande.



    Chissà cosa avrebbero trovato in quelle sale di quel museo così noto tra gli abitanti di Hogsmeade e gli studenti di Hogwarts che recavano li su suggerimento dei professori del castello.
    Si sistemò la giacca che aveva preso qualche piega, aspettò gli studenti che, in poco tempo arriva-rono.*



    Buongiorno a tutti quanti.
    Come avrete capito la gita di quest’oggi si terrà al Magic Museum che vedete alle mie spalle. Ci troviamo qui perché, per il compleanno del villaggio, è stata allestita una mostra dedicata al fondatore di Hogsmeade.

    Come ovviamente però sapete dovete prima consegnare le vostre autorizzazioni firmate a me o ai consiglieri che si occupano della sorveglianza.


    *Affermò la donna sorridente alla folla.
    Era felice di trovarsi li, chissà cosa avrebbero ammirato in quella bellissima mostra in quel freddo sabato di Novembre.
    Il sole splendeva alto in quella mattina dove il venticello freddo continuava a soffiare da quando il sole si era svegliato per quella giornata.
    Ovviamente, data l’ora, in una parte del Magic Museum era stato allestito un piccolo SelfService dove i presenti avrebbero potuto attingere per mangiare qualcosa e Charlotte, conoscendo quegli studenti, non si sarebbe sorpresa nel vedere la maggior parte dirigersi verso quella zona, ma non poteva farci nulla, quando qualcuno aveva fame non si poteva non ascoltare lo stomaco che brontolava.
    Magari anche lei avrebbe attinto a quel buffet prima o poi. *





    (tale autorizzazione ha valenza annuale, quindi ad ogni gita deve essere mostrata sempre questa)


    Citazione:
    Dettaglio della gita

    L’attività è aperta a tutti! A studenti e anche ad adulti..

    la gita durerà 2 giorni reali che corrispondono a un giorno di GDR, alla fine di tale attività i sindaci analizzeranno i vari post degli utenti che hanno partecipato per poi proclamare i migliori ruolatori, se volete quindi vincere un premio davvero speciale scrivete post ben fatti e ricchi di dettagli.

    (*)Gli studenti del primo e secondo anno e quelli sprovvisti di regolare autoriz-zazione potranno comunque postare nell’attività, ma correranno il rischio di essere visti dai consiglieri e quindi puniti.
    L’unico modo per beccare uno studente ‘’fuori legge’’ è se uno dei consiglieri posta entro il terzo post da quello del trasgressore.
    Quindi se Reina è trasgressiva e scrive un post, e Charlotte scrive subito dopo di lei, Reina sarà sco-perta, se invece tra Reina e Charlotte postano anche Geordie, Drag e Shana, allora Reina è salva per il resto dell’attività.
    Chi viene beccato potrà comunque continuare l’attività, ma dovrà poi scontare una punizione.

    Si ricorda che la punizione sarà solo simbolica, quindi non comporta alcuna perdita di galeoni, né qualsiasi altra limitazione all’ interno del gioco, ma serve solo per avere più divertimento!

    I membri del Consiglio addetti alla sorveglianza sono: @Laura_Alderbow, @Daphne_Harris, @Claire_Biovero, @Daniel_Collins, @Charlotte_Mills, @Lythande_Lynch,


    QUALSIASI POST PUBBLICATO PRIMA DELLE 12.00 DI SABATO 15/11/2014 VERRA' RITENUTO NON VALIDO ED ELIMINATO.


    @Sibilla_Strangedreams,@Gandalf_Derweiss, @Quenya_Faraway, @Alexander_Morgenstern, @Maya_Mondlicht, @Shana_Sakai, @Phoebe_Hamilton, @Gabriel_Master, @Dragonis_Witch, @Charlotte_Mills, @Daphne_Harris, @Mirco_Mcqueen,
    @Shireen_Firewet, @Lucilla_Pupillo, @Rose_Hataway, @Pierre_Locomotor, @Kristi_Harridan, @Lorence_Eminwey, @Samus_Ferrerus, @Angie_Smith, @Sinfo_Arfen,


  • Sylvia_Turner

    Tassorosso Certificato

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 8
    Galeoni: 1791
        Sylvia_Turner
    Tassorosso Certificato
       
       

    *Era un week end di metà Novembre e la fredda aria autunnale entrava in piccoli spifferi nei sottrerai nel dormitorio dei tassorosso.
    Era tarda mattinata, l'orologio del castello aveva segnato da poco le undici e mezza, ma una ragazza di sedici anni era ancora a letto, avvolta nel tepore delle coperte.
    Si mise supina osservando per l'ennesima volta il soffitto con le travi in legno. Era probabilmente la duecentesima volta che si ritrovava a fissare il soffitto.
    Non aveva dormito quella notte. Aveva avuto un terribile incubo, incubo che aveva già avuto parecchie volte nella nottata e da quel momento non era piu' riuscita ad addormentarsi, rimanendo sveglia dalle 2.00 fino a quell'ora.
    Non aveva le forze per alzarsi. Mentre si girava su un fianco, provando a chiudere gli occhi per almeno 5 minuti, sentì qualcosa sfiorarle il naso.
    Aprì gli occhi e si ritrovò il musetto di Shadow, che faceva naso naso con lei.
    Sylvia non pote fare altro che sorridere, mentre Shadow inclinava leggermente il capo osservandola, come per chiederle se non aveva dormito. Con voce stanca, ma sorridente chiese, facendogli una carezza dietro le orecchie*

    Ehi eschimese, tu hai dormito un pò? Scusa , mi sono girata e rigirata tutta la notte

    * Il micio la osservò ancora per qualche secondo e poi le mise una zampetta sul naso, come per dirle di non preoccuparsi. Sylvia sorrise , la faccia esausta. Si sentivano dei rumori prevenire dalla sala comune.*

    Come mai tutto questo movimento?

    *Pensò la tassorosso. Girò lentamente il volto verso la sveglia sul comodino. Sgranò gli occhi. Le undici e trentacinque? Cosa? Lei era ancora a letto!
    Come un flash si rese conto che quel week end si sarebbe svolta una gita, ecco il perchè dello scalpiccio di piedi in sala comune. Sicuramente si stavano tutti preparando.
    Molto lentamente si alzò da letto, barcollando un pò e rabbrividendo quando i piedi si appoggiarono sul pavimento.
    Quando arrivò in bagno si spaventò. Aveva delle occhiaie che arrivavano a terra. Ci voleva una bella scossa di acqua fredda. Magari avrebbe aiutato. Si osservò.
    C'erano ancora un pò, ma leggermente meno evidenti rispetto a prima. Tornò in camera e indossò un paio di jeans, una maglietta grigia a maniche lunghe, con scarpe da ginnastica. Coprì il tutto poi con una giacchetta in pelle. Lasciò i capeli sciolti.*



    *Prima di uscire, prese il permesso per la gita, piegato con cura in un cassetto del comodino. Era pronta.
    La sua mente tornò per un attimo all'incubo. Scosse la testa, forse con la gita si sarebbe svagata. Decise di prendere la macchina fotografica magica. Era da qualche giorno che non aveva piu' scattato foto e ne sentiva la mancanza. Uscì dalla camera salutando Shadow e scese le scale dirigendosi in sala comune.
    Si fermò a leggere l'avviso in bacheca riguardante la gita. Si sarebbe svolta al Magic Museum.
    Sylvia sorrise, era uno dei suoi posti preferiti. Doveva sbrigarsi, aveva giusto mezz'ora per arrivare al villaggio. A passo svelto uscì dalla sala comune , percorse i corrodoi, stringendosi addosso la giacchetta, sali le scale e si ritrovò nel salone d'ingresso. Pochi minuti dopo, stava già spalancando il portone d'ingresso, uscendo nella frizzante aria autunnale, avviandosi verso la dicesa che portava ad Hogmseade.*


    [Magic Museum ]

    * Era arrivata al villaggio con il fiatone e visto che ormai consoceva quasi ogni angolo di quel bellissimo villaggio, ea arrivata davanti al museo. Adorava ogni cosa avesse a che fare con la storia, le antichità. Appena arrivata davanti all'edificio, prese bene l'inquadratura e scattò una foto.*



    *Dopo aver scattato la foto, si girò e vide il sindaco @Charlotte_Mills. Sylvia si avvcinò cercando di essere allegra come al solito, Sentì che la donna stava spiegando. che quel giorno era il compleanno del fondatore del villaggio e dera stata alestita una mostra in suo onore. Sylvia in effetti si era sempre chiesta chi l'avesse fondato.*


    Come ovviamente però sapete dovete prima consegnare le vostre autorizzazioni firmate a me o ai consiglieri che si occupano della sorveglianza.


    * Sylvia si avvcinò e cercamdo di sorridere come sempre, nonostante l'incubo continausse a tormentarla anche da sveglia, disse.*

    Buongiorno sindaco, come sta? La trovo davvero in ottima forma! Sono curiosissima di vedere questa mostra. Ecco questo è il mio permesso

    *Disse Sylvia mostrando l'autorizzazione.*





    Ultima modifica di Sylvia_Turner oltre 1 anno fa, modificato 2 volte in totale


  • Charlotte_Mills

    Serpeverde Amministratore Preside Insegnante Moderatore Web Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 11
    Galeoni: 254436
       
       

    *Charlotte, appena finito di parlare davanti a tutti quella folla, vide gli studenti diligentemente sistemarsi in varie file per mostrare, ai responsabili alla sorveglianza, le loro autorizzazioni firmate.
    Una delle prime persone a mostrare il proprio pezzo di carta ingiallito fu Sylvia Turner, una tassorosso del sesto anno molto in gamba.*

    Buongiorno sindaco, come sta? La trovo davvero in ottima forma! Sono curiosissima di vedere questa mostra. Ecco questo è il mio permesso

    *Disse la ragazza salutandola, teneva in mano una macchina fotografica magica, un oggetto che Charlotte conosceva bene e che possedeva anche lei.*

    Buongiorno Sylvia, molto bene grazie.
    Il tuo permesso va benissimo e sono sicura che ti divertirai un sacco all'interno. Molte sono le cose interessanti.


    *Affermò Charlotte che, sorridente, porse l'autorizzazione che aveva controllata alla sua legittima proprietaria.*

    @Sylvia_Turner,


  • Marcus_Largh

    Tassorosso Insegnante
    AUROR

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 9
    Galeoni: 1380
        Marcus_Largh
    Tassorosso Insegnante
       
       

    --- sala comune di trassorosso ---


    *Marcus Largh era un semplice ragazzino di quindici anni appartenente alla casa di tassorosso, ma non dimostrava quindici anni: glielo diceva anche suo padre che sembrava più grande della sua età.
    Il giiovane studente quel sabato aveva riposto la sua divisa nel grande baule ai piedi del suo letto a baldacchino e aveva indossato semplici abiti babbani, che, essendo lui nato babbano, sentiva più vicino a lui.



    Si trovava nella propria sala comune con un libro in mano da cui stava apprnedendo varie nozioni.
    Stava studiando Cura Delle Creature Magiche, una materia che trovava interessante, ma che probabilmente non gli sarebbe servita in futuro, in particolare una volta uscito da quel castello.
    Decise di smettere di studiare e di divertirsi un po' in quella giornata.
    Volava passare un po' di tempo con Sylvia ma non l'aveva vista fino a quel momento e, data l'ora tarda probabimente era già uscita o era ancora nella sua stanza a dormire.
    Marcus decise quindi di dirigersi insieme agli atri ragazzi cìverso il villaggio di Hogsmeade e prendere parte alla gita di quel mese.*

    --- Hogsmeade ---


    *La gita di quel mese si teneva al Magic Museum, un luogo che aveva vistitato pochissime volte.
    Arrivati a destinazione come quasi ogni volta il sindaco Mills era li ad aspettarli e, una volta che il gruppo si fu raggruppato paqrlò agli studenti presenti difronte a lei.
    Disse che proprio in quel periodo si festeggiava il compleanno di quel villaggio sdato che molto tempo prima proprio in quei giorni era stato fondato il villaggio in cui si trovavano.*

    Come ovviamente però sapete dovete prima consegnare le vostre autorizzazioni firmate a me o ai consiglieri che si occupano della sorveglianza.

    *Marcus tastò lòa tasca della giacca di pelle che indossava, la sua autorizzazione si trovava proprio li.*

    Buongiorno sindaco Mills, questa è la mia autlorizzazione



    *Affermò il giovane ragazzo che, dopo aver consegnato la sua autorizzazione alla donna a capo di quel villaggio si allontano, con il suo consenso, verso il museo.
    Vide a pochi passi davanti a lui qualcuno che conosceva bene, qualcuno che non aveva pensato di trovare li.
    Si avvicinò di soppiatto e formulò qualche parola.*

    Ehilà! Ti sei svegliata tardi oggi. Ti stavo aspettando in sala comune ma non sei uscita. Le tue amiche hanno detto che eri ancora nella tua stanza.

    *Disse marcus donando un leggero bacio suìlle morbide labbra a quella ragazza a cui teneva tanto.*

    @Charlotte_Mills, @Sylvia_Turner,


  • Charlotte_Mills

    Serpeverde Amministratore Preside Insegnante Moderatore Web Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 11
    Galeoni: 254436
       
       

    *Charlotte, sindaco "anziano" di quel villaggio, controllava le autorizzazioni degli studenti. Una dopo l'altra.
    Era felice di vedere i sorrisi su i loro volti, era felice di intravedere sui loro volti la curiosità per la mostra che il Magic Museum aveva organizzato in onore del fondatore di Hogsmeade.
    Una voce la riportó alla realtá e al suo compito di quel giorno.*

    Buongiorno sindaco Mills, questa è la mia autlorizzazione

    Buongiorno anche a te Marcus.
    la tua autorizzazione é perfetta, prego entra e mi raccomando divertiti


    *Disse la donna sorridente a quel ragazzino del quinto anno.
    In testa comparve l'immagine dello smistamento di quel giovane tassorosso. Non sembravano essere passati cinque anni.. Il tempo lassava molto velocemente.*

    @Marcus_Largh,



    Inviato da HW Mobile



  • Sylvia_Turner

    Tassorosso Certificato

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 8
    Galeoni: 1791
        Sylvia_Turner
    Tassorosso Certificato
       
       

    *La tassorosso aveva appena consegnato l'autorizzazione al sindaco @Charlotte_Mills. La donna prese il permesso, mentre Sylvia attendeva. *

    Buongiorno Sylvia, molto bene grazie.
    Il tuo permesso va benissimo e sono sicura che ti divertirai un sacco all'interno. Molte sono le cose interessanti.


    Ne sono davvero contenta, sindaco!
    * Era proprio quello che sperava di sentire! Cominciò a osservare e notò che in tutte le vie che riusciva a vedere da li, erano appesi dei festoni giallo e neri. Colori tassorosso al villaggio? Che strano!*

    Vuoi vedere che..noo, è possibile che il fondatore di Hogsmeade sia un tassorosso?

    * Prese la macchina fotografica e cominciò a scattare qualche foto in alcuni angolini del villaggio.cercando di prendere nell'inquadratura anche i festoni, utilizzando lo zoom. Dopo un attimo le controllò. Sì, erano venute abbastanza bene. Stava per farne un'altra, quando sentì una voce dietro di lei che la fece sobbalzare, anche se si rese conto che la conosceva bene, eccome! *

    Ehilà! Ti sei svegliata tardi oggi. Ti stavo aspettando in sala comune ma non sei uscita. Le tue amiche hanno detto che eri ancora nella tua stanza.

    * Si prese qualche secondo e poi si girò verso il proprietario di quella voce. Era lui, bello come il sole e indossava semplici abiti babbani ma che su di lui lo facevano sembrare un fotomodello.
    La ragazza era in modalità " batteria in riserva" , ma appena incrociò gli occhi del ragazzo, il cuore impazzì e anche se aveva passato una notte bruttissima, non pote' non sorridere. Lo osservò. Cavolo, ma diventava sempre piu' bello, come era possibile? . Si strofinò un occhio e poi rispose in tono timido. *

    Ehi Marc! Si, stamattina ho fatto la pigra piu' del solito. Perdonami, ma non avevo la forza di alzarmi stamattina e non sono nemmeno scesa a fare colazione. Non so nemmeno come ho fatto ad alzarmi

    *Il tassorosso poi si avvicinò e le donò un dolce bacio sulle labbra. Sylvia ricambiò e poi disse.*

    Ok...questo è stato un ottimo buongiorno.

    * Disse Sylvia riferendosi al bacio che aveva appena ricevuto.*

    @Marcus_Largh,




    Ultima modifica di Sylvia_Turner oltre 1 anno fa, modificato 2 volte in totale


  • Shireen_Firewet

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 7
    Galeoni: 907
       
       

    [Hogwarts – Quinto Piano – Torre dei Corvonero]

    *Quella notte la Firewet aveva dormito poco: fino a mezzanotte della sera prima era rimasta china sui libri per svolgere i numerosi compiti che i Professori avevano consegnato agli studenti di Hogwarts. Era rimasta nella Sala Comune dei bronzo blu insieme ad altri ligi Concasati che volevano portare a termine i loro elaborati. Quando i suoi occhi smeraldini si chiudevano dinanzi alla pagine ripiene d’inchiostro, Shireen aveva deciso di andare a letto. Appena aveva toccato l’ordinato letto a baldacchino si era addormentata pesantemente. Dormì per circa otto ore ristoratrici e venne risvegliata da una voce inquietante che le rimbombava nella mente:*

    Compiti…Compiti…Compiti..

    *Ancora con il pigiama indosso, che manteneva il calore delle coperte nelle quali si era avvolta durante la notte, si alzò velocemente dal letto (rischiando di schiacciare il suo furetto Oberyn). Con i piedi nudi sulla fredda pietra levigata si avvicinò alla finestra vicino al suo letto e ne scostò la tendina. Attraverso la vetrata della camera, condivisa con altre due studentesse di Corvonero, vide un cielo limpido dominato dalla grande sfera dorata trasportata da Apollo. Il suo sguardo fluttuò fino alla Torre dell’Orologio: mancavano pochi minuti alle otto e in breve tempo voleva scendere in Sala Grande per fare colazione e, magari, svolgere qualcuno dei suoi compiti in quel locale. La bronzo blu si tolse il pigiama, che ripiegò sul letto, ed indossò gli abiti che aveva diligentemente scelto e ripiegato la sera prima. Dal momento che era sabato gli studenti non erano obbligati ad indossare la divisa ed inoltre, prima di mezzogiorno, Shireen si voleva dirigere a Hogsmeade per la tradizionale gita offerta dalla Scuola. Per quel mese la gita era stata programmata presso il Magic Museum. Indossò dunque una sottile camicia in lino sulla quale adagiò un maglioncino in cotone con motivi colorati ed un paio di pantaloni, sempre in cotone, neri. Poi calzò le solite scarpe di cuoio nere. Quando ultimò di indossare gli abiti, di fronte ad uno specchietto sul suo comodino, raccolse i ricci capelli in una coda alta, lasciandone fuori un grande ciuffo dei suoi capelli ricci.*



    Oberyn, che ormai era sveglio e piuttosto attivo, osservò tutti i suoi movimenti con gli occhietti indagatori. Quando la Corva fu pronta preparò la sua borsa con gli oggetti utili per i compiti (non poteva non portare con sé pergamene, piume autoinchiostranti ed un libro di Cura delle Creature Magiche) e allacciò sul fianco destro la fondina nella quale inserì la sua bacchetta in palissandro. La quindicenne posò la tracolla in pelle di drago sulla spalla sinistra, nella mano destra prese la sua giacca sempre in pelle nera e fece un piccolo segno al furetto con la mano in direzione della porta per indicargli che dovevano uscire. L’intelligente animale si fiondò subito dalla porta (anche perché sapeva che molto probabilmente dopo ci sarebbe stata una lauta ricompensa). Aprendo l’uscio si allontanarono entrambi dal locale e, mentre Oberyn ruzzolava giù per le scale, lei chiuse la porta cercando di non farla sbattere per non svegliare le sue compagne di Casa. Quindi, compiuta con successo l’operazione, scese le scale in legno del dormitorio e si diresse nella Sala Comune. In quest’ultima non vi era nessuno a parte un saltellante furetto che aspettava il suo cibo. La giovane posò la sua borsa su un tavolo: da una tasca laterale ne estrasse una piccola ciotola, la posò per terra e la riempì con delle crocchette che le avevano consigliato al Serraglio Stregato utili per l’alimentazione della bestiola. Anche lo stomaco della Firewet iniziò a protestare: quella doveva essere l’ora della colazione anche per lei! Quando anche l’animale finì di ripulire con perizia la sua ciotola, la Corvonero ritirò l’oggetto utilizzato da Oberyn e gli si rivolse, impartendogli alcune raccomandazioni:*

    Oberyn non combinare pasticci. Gironzola pure per il Castello ma tieniti lontano dai guai.

    *Il furetto le rivolse un’occhiata altezzosa, volendo sottolineare che lui non causava mai danni. Sul viso della Firewet comparve un sottile sorriso: inchinandosi lievemente, posò una leggera carezza sulla testa dell’animale. Quindi, rialzandosi, afferrò la borsa appoggiata sul tavolo vicino. Mise la tracolla sulla sua spalla sinistra e salutò il piccolo furetto. Con uno scatto felino uscì dalla Sala Comune bronzo blu per dirigersi nella Sala Grande.*


    [Hogsmeade – Merlin Street – Magic Museum]

    *La Firewet, quattro ore prima, aveva svolto un’abbondante colazione (composta da cupcake e muffin di vari tipi, cereali immersi nel latte, uova strapazzate e pancetta grigliata) e poi si era immersa nello svolgimento dei suoi compiti. La sua mente era talmente concentrata sulle pergamene, ma dopo tre ore venne distratta da un gruppetto di Corvonero che si stava allontanando dalla Sala Grande. Quindi, rivolgendosi ad una ragazza che conosceva, le chiese che ora fosse: erano le undici e mezza, quindi se voleva partecipare alla gita doveva dirigersi a Hogsmeade. Raccolse velocemente i suoi effetti personali e si diresse velocemente verso il borgo magico, riscaldato dal vivace sole. Shireen giunse in Merlin Street a passo spedito: la via era addobbata a festa per la ricorrenza della nascita del villaggio. I festoni, che abbellivano la via, riprendevano i colori di Tassorosso in quanto il fondatore di Hogsmeade si diceva che fosse appartenuto alla Casa di Tosca. Shireen infilò la sua giacca di pelle in quanto un lieve vento si propagava sul borgo magico, causandole dei piccoli brividi di freddo. In Merlin Street vi era una folla di maghi e di studenti, forse attirati dal clima di festa e dalla possibilità di visitare il Magic Museum. La Corvetta era molto interessata ad entrare nel Museo: non conosceva la storia del villaggio e voleva quindi ampliare i suoi orizzonti. Dinanzi all’entrata del Magic Museum c’era un gruppetto di persone: si trattava del Sindaco di Hogsmeade, Charlotte Mills, e due ragazzi di Tassorosso che Shireen conosceva. La streghetta salutò Sylvia e Marcus con un cenno della mano ed un caloroso sorriso stampato sul viso; consegnato il suo permesso per partecipare alla gita li avrebbe salutati in un'adeguata maniera. La quindicenne si avvicinò a loro mentre armeggiava leggermente con la tasca della sua giacca dalla quale estrasse il permesso, che le aveva concesso il padre, piegato a metà (lo aveva inserito all’interno della giacca la sera prima). Tenendolo tra il pollice e l’indice della mancina, si avvicinò, con passi tenui, nei pressi del Sindaco. Quindi iniziò a rivolgersi a quest’ultima:*

    Buongiorno Sindaco! Ecco qui la mia autorizzazione.



    *Dicendo ciò, con un tono abbastanza deciso, mise la piccola pergamena sotto gli occhi della donna. Non vedeva l’ora di entrare all’interno del Museo. La bronzo blu era molto interessata alla storia, soprattutto quando questa riguardava luoghi che frequentava spesso, proprio come Hogsmeade. Non sapeva nulla sul fondatore del borgo magico: magari quel giorno avrebbe appreso qualcosa su di lui? Su un libro di Storia della Magia aveva letto una frase che l’aveva colpita molto:*

    Citazione:
    La storia è testimonianza del passato, luce di verità, vita della memoria, maestra di vita, annunciatrice dei tempi antichi.


    *Condivideva pienamente quell’aforisma e credeva che ogni occasione per accrescere un casello della sua cultura generale fosse da afferrare al volo. Proprio per quel motivo la giovane si trovava in quel luogo, ad aspettare che il Sindaco, o uno dei Consiglieri, controllassero il suo permesso per entrare nel Magic Museum.*

    @Charlotte_Mills, @Sylvia_Turner, @Marcus_Largh


  • Samus_Ferrerus

    Serpeverde

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 5
    Galeoni: 736
       
       

    --- dormitorio maschile serpeverde ---
    *quella mattina Samus si alzo e penso *
    "oggi e un grande giorno perché c'è la visita al Magic Museum sto tremando da l'emozione di vedere le meraviglie che ci sono dentro"
    *poi Samus si vesti pesante visto che fuori si c'era il sole ma faceva un po' freddo allora si mise una giacca pesante e la sciarpa che gli aveva regalato la sorella di suo padre zia Ambray e il suo album da disegno e una busta con dentro tutto il necessario per disegnare poì si avvio verso Merlin Street a Hogsmeade *
    https://encrypted-tbn2.gstatic.com/images?q=tbn:ANd9GcQyGyYohikTeaWqpM1wxkjcvmvgtE2QE7KSbgCXR4LQNEngSqVBbQ
    https://encrypted-tbn2.gstatic.com/images?q=tbn:ANd9GcRH_dogtMwhkfUZuz-CdI1yEHu_hArSWu8fMbP0DFt5XiONQ_IhEw
    https://encrypted-tbn2.gstatic.com/images?q=tbn:ANd9GcSOZchNPf2MuVIG003fJFpiFWqh9KwsvNDF3HDJkABAQDws0cCcZw
    --- Hogsmeade ---
    *arrivato davanti al Magic Museum saluto la professoressa Mills e gli consegno la sua autorizzazione*
    buongiorno professoressa ecco la mia autorizzazione
    mentre gli diceva queste parole cercando nel suo marsupio gli venne in mente che l'ha aveva appoggiata sul comodino in camera sua e quindi la aveva dimenticata lì e disse alla professoressa Mills*
    per la barba di Merlino lo dimenticata in stanza a Hogwarts
    * poi aspettò la risposta della professoressa mills*
    @Charlotte_Mills




    Ultima modifica di Samus_Ferrerus oltre 1 anno fa, modificato 3 volte in totale


  • Charlotte_Mills

    Serpeverde Amministratore Preside Insegnante Moderatore Web Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 11
    Galeoni: 254436
       
       

    *Charlotte controllava autorizzazioni una dopo l'altra.
    I suoi compagni consiglieri erano pochi, alcuni di loro dovevano ancora presentarsi e di consegnenza il grosso del lavoro lo stava facendo lei.
    Una giovane Corvonero che era in fila per mostrare il pezzo di pergamena ingiallito alla donna swi avvicinò a lei.*

    Buongiorno Sindaco! Ecco qui la mia autorizzazione.

    Buongiorno Shireen.
    Vediamo questa autorizzazione. Mh... Compilata nei suoi minimi dettagli in modo più che perfetto.


    *Affermò la donna sorridente mentre alle sue spalle, proprio sulla faciata del museo sventolavano alcuni stendardi dai colori giallo e nero, colori della casa di Tassorosso.*



    buongiorno professoressa ecco la mia autorizzazione

    Buongiorno Samus...

    *la donna non fece in tempo a temrinare di parlare che il giovane Serpeverde affermmò di aver dimenticato la sua autorizzazione al castello.
    Charlotte sosprirò... Anche per quel fine settinama qualcuno si era meritato una punizione per non aver portato con se il pezzo di pergamena.*

    Di conseguenza ti verrà data una punizione per non averla portata.
    A fine gita verrai informato di cosa dovrai fare.
    ora sparisci dalla mia vista


    *Affermò la donna che ovviament enon salata daalla gioia di dare punizioni a studenti imbranati e con la testa tra le nuvole.

    @Sylvia_Turner, @Shireen_Firewet, @Marcus_Largh, @Laura_Alderbow, @Daphne_Harris, @Claire_Biovero, @Daniel_Collins, @Charlotte_Mills, @Lythande_Lynch, @Samus_Ferrerus,




    Ultima modifica di Charlotte_Mills oltre 1 anno fa, modificato 1 volta in totale


  • Claire_Biovero

    Tassorosso

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 5
    Galeoni: 395
       
       

    *Claire era arrivata puntuale davanti al Magic Museum per la gita mensile degli alunni di Hogwarts, in occasione del compleanno del Villaggio. Aveva potuto finalmente dare la sua disponibilità in qualità di sorvegliante e sarebbe stata impegnata per la prima parte del pomeriggio nel controllo delle autorizzazioni. Era contenta che ad accompagnarli in quella bella occasione ci fossero un sole splendente e un grande entusiasmo da parte di tutti quelli che erano già arrivati al museo. La Consigliera Biovero salutò con garbo il Sindaco Mills.*



    Buongiorno, Sindaco Mills!

    *Subito dopo si apprestò a darle un aiuto concreto nel controllare le autorizzazioni. Si fece avanti una studentessa di Corvonero con un'autorizzazione impeccabile*

    Prego, Signorina Firewet, la sua autorizzazione è a posto!

    *Le disse in un sussurro con un sorriso cordiale, mentre la invitava a entrare nel museo per il percorso speciale previsto per quella giornata.
    Dopo di lei arrivò un giovane Serpeverde che, però, aveva dimenticato la sua autorizzazione in dormitorio.*

    Signor Ferrerus, mi dispiace, ma non credo che potrà evitare una piccola sanzione per questa sua dimenticanza. Sindaco Mills, Lei che ne pensa?

    *Rispose severa, ma cortese al giovanotto davanti a lei. A Claire non piaceva fare il pugno di ferro, non era nel suo stile e tantomeno nella sua indole, ma sapeva che sarebbe stato inevitabile, in quel caso. Si era accodata ai commenti del Sindaco che era stata più solerte di lei nel controllo e cui la brunetta non era stata granché d'aiuto.
    Voltandosi verso chi era già arrivato, poi, la Biovero salutò con un cenno della mano i suoi amici Sylvia e Marcus, ma ritornò quasi immediatamente con l'attenzione al giovane Serpeverde, avrebbe lasciato per dopo le chiacchiere amicali.*

    @Charlotte_Mills, @Shireen_Firewet, @Samus_Ferrerus, @Sylvia_Turner, @Marcus_Largh




    Ultima modifica di Claire_Biovero oltre 1 anno fa, modificato 1 volta in totale


  • Sylvia_Turner

    Tassorosso Certificato

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 8
    Galeoni: 1791
        Sylvia_Turner
    Tassorosso Certificato
       
       

    * Nel frattempo Sylvia il museo, impaziente di iniziare quella visita e di sapere tutto sul fondatore del villaggio. Il fatto di vedere appesi striscioni di tassotossso per utto il villaggio le riempiva il cuore d'orgoglio.
    Non erano molti i tassorosso famosi, se non si contava Tosca e il Frate Grasso. Piu' sapeva sulla sua casa di appartenenza e piu felice era.
    Sentì delle voci vicino al sindaco @Charlotte_Mills, e vide che era @Shireen_Firewet, corvonero molto dolce e simpatica con la quale Sylvia stava stringendo una buonissima amicizia. La saluto' con un ampio gesto della mano e un grande sorriso, sperando che non si notasse la stanchezza sul suo volto.
    Pochi secondi dopo arrivò @Samus_Ferrerus, il quale però sembrava essersi dimenticato del permesso.
    Poco lontano da lei, vide arrivare la sua grandissima amica e consigliere del villaggio @Claire_Biovero. Sylvia la salutò con un grandissimo sorriso, e un cenno della mano.
    Era davvero molto felice di rivederla, era parecchio tempo che non parlavano.
    Magari dopo ci sarebbe stato tutto il tempo per parlare con Claire e Shireen. Chissa se sarebbe arrivata anche @Jane_Casterwill. Le mancava passare un po' di tempo tra amiche. Lo studio, i compiti e tutto il resto avevano protato via molto tempo a Sylvia, ma non voleva che le ragazze pensassero che si era dimenticata di loro. Non avrebbe mai potuto farlo. Voleva solo essere una brava amica *



    Ultima modifica di Sylvia_Turner oltre 1 anno fa, modificato 1 volta in totale


  • Charlotte_Mills

    Serpeverde Amministratore Preside Insegnante Moderatore Web Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 11
    Galeoni: 254436
       
       

    *Char, così la chiamavano gli amici, controllava le autorizzazione, ormai la maggior parte della folla aveva già mostrato, ai responsabili della sorvegliava, le loro autorizzazioni, di conseguenza Charlotte aveva deciso di far iniziare quella visita al museo.*

    SONORUS.
    bene, ora possiamo recarci tutti quanti a visitare il museo e le sue stanze.
    Vi faccio presnete che, a sinistra dall' entrata troverete già alcyuni reperti storici in tema con questa mostra, mentre a destra troverete la zona dei souvenir e anche qualche tavolo dove prnedere damangiare se il vostro stomaco brontola.
    Oltre a questo non posso dirvi altro di divertirvi e mi raccomando: non toccate nulla.


    *Affermò la donna lasciando andare quelle perosne che avevano consegnato le autorizzazioni.
    lei però rimase indietro, ad aspettare i soliti ritardatari e a controllare le loro pergamene o nel caso opposto ad assegnare a loro una punizione come aveva già fatto con un giovane serpeverde.*

    Citazione:
    ALCUNI OGGETTI DELLA MOSTRA:

    FIGURINA DELLE CIOCCORANE


    Citazione:
    Hengist di Woodcroft (Medioevo):
    fuggito dalle persecuzioni dei babbani si rifugiò in Scozia, dove fondò il villaggio di Hogsmeade. Secondo la leggenda, la sua casa sorgeva un tempo dove ora si trova attualmente il locale “I tre manici di Scopa”


    PROGETTI DI COME DOVEVA ESSERE IL VILLAGGIO





    LIBRI E DIVISA DA QUIDDITCH DI H.WOODCROFT







    OFF GDR:
    Che altri oggetti in tema con questa speciale mostra in onore di Hengist di Woodcroft sono presenti alla mostra? Sei tu a deciderlo.
    Migliori saranno i reperti presenti che "inventerete" più possibilità avete di accaparrarvi la valutazione di migliore partecipante della gita. Ovviamente dovrete scrivere post in tema con la gita e ben descrittivi.
    Buon divertimento.



    @Sylvia_Turner, @Shireen_Firewet, @Marcus_Largh, @Laura_Alderbow, @Daphne_Harris, @Claire_Biovero, @Daniel_Collins, @Charlotte_Mills, @Lythande_Lynch, @Samus_Ferrerus,


  • Shireen_Firewet

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 7
    Galeoni: 907
       
       

    *Il Sindaco Mills controllò l’autorizzazione della Firewet. In un primo momento, la donna espresse un tono dubbioso ma poi sancì che l’autorizzazione era compilata nei minimi dettagli in modo perfetto. Non poteva che essere così: suo padre era un Serpeverde maniaco dell’ordine e ogni minima azione che svolgeva era sempre calcolata nei più piccoli particolari. Shireen rivolse un mesto sorriso nei confronti della Professoressa. L’autorizzazione passò, inoltre, sotto gli occhi di una dei Consiglieri di Hogsmeade. La giovane, che la Corvetta non conosceva, molto cordialmente, disse che anche per lei l’autorizzazione andava bene. Quindi la bronzo blu si rivolse ad entrambe:*

    Grazie mille!

    *Affermò la quindicenne con un tono di voce un po’ stridulo. Mise il permesso all’interno della tasca della sua giacca e si allontanò dalle donne per consentire alla fila, creatasi dietro di lei, di fluire. Dietro di lei vi era Samus Ferrurus, un ragazzo appartenente alla Casa di Salazar, che confessò, dinanzi al Sindaco e al Consigliere, di essersi dimenticato il suo permesso al Castello. La Professoressa Mills intervenne prontamente: Samus avrebbe dovuto ricevere una punizione per non aver portato con sé il permesso per poter partecipare alla gita. Alla Corvetta dispiaceva per il ragazzino, ma era giusto che gli organizzatori dell’evento facessero rispettare le regole sancite dalla Scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts. La quindicenne, dopo aver assistito a quello scambio di battute, decise di avvicinarsi a Sylvia e a Marcus. Calpestò decisa la fine pavimentazione in pietra che la separava dai due Tassorosso. Quando fu vicina a loro, salutò entrambi:*

    Ciao Sylvia! Ciao Marcus! Che piacere vedervi qui!

    *Disse Shireen con un tono estremamente affabile. Era contenta, ultimamente, di riuscirsi ad aprire con gli estranei. Durante i suoi primi anni nella Scuola, era stata una persona estremamente timida e schiva. Con il passare degli anni era riuscita finalmente a capire che il mondo esterno non era così male e che, grazie a Merlino, gli individui che lo popolavano erano interessanti. Si rivolse nuovamente nei confronti dei due giovani:*

    Volevo farvi i complimenti per la riapertura della radio! Mi sono divertita molto!

    *La Firewet era estremamente sincera: Sylvia e Marcus, durante la festa di inaugurazione della radio, avevano trasmesso numerose canzoni famose nel mondo Babbano. La quindicenne, dal momento che aveva sempre vissuto circondata dalla famiglia di maghi, conosceva pochissime nozioni sui non portatori della magia. Grazie all’occasione proposta dai due Tassorosso, aveva apprezzato numerose colonne sonore e si era divertita a guardare i numerosi partecipanti lanciarsi nelle danze. La giovane aveva passato con gaiezza quel pomeriggio e aveva voluto cogliere quell’occasione per fare i complimenti ai due giovani. Aspettando qualche loro parola, diresse i suoi occhi smeraldini al Magic Museum. La sua attenzione si focalizzò sul Museo, sul quale, imponenti stendardi raffiguranti il simbolo della Casa di Tosca, sventolavano allegri nelle correnti formate dal venticello autunnale. Il palazzo sembrava essere molto antico ma tenuto molto bene (grazie, forse, a qualche artificio magico). La Firewet non vedeva l’ora di scoprire tutti i segreti racchiusi al suo interno. Gli studenti sarebbero stati accompagnati all’interno o potevano liberamente girare per gli affari loro? Il Sindaco Charlotte Mills sembrò leggere i suoi pensieri: con un tono della voce alto (grazie all’incanto Sonorus) affermò che si poteva entrare nel Museo ed impartì alcune informazioni. A sinistra dell'entrata avrebbero trovato alcuni reperti storici in tema con l'evento, mentre a destra vi era la zona dei souvenir ed anche qualche tavolo dove avrebbero potuto prendere da mangiare se avessero avuto fame.
    La donna, inoltre, augurò loro di divertirsi e si raccomandò di non toccare i reperti storici.
    La Firewet mosse la testa in segno affermativo, per far vedere alla donna che aveva recepito ogni sua singola parola. Quindi si rivolse a Sylvia e Marcus:*

    Che dite, vogliamo entrare?

    *La giovane rivolse dunque un sincero sorriso in direzione dei figli di Tosca, mentre attendeva una loro risposta.*

    @Charlotte_Mills, @Sylvia_Turner, @Marcus_Largh, @Claire_Biovero, @Samus_Ferrerus




    Ultima modifica di Shireen_Firewet oltre 1 anno fa, modificato 1 volta in totale


  • Lythande_Lynch

    Serpeverde

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 5
    Galeoni: 695
       
       

    *Trascorsa l'ennesima notte insonne di una lunga serie, la Lynch si era ritrovata incredibilmente da sola in dormitorio di sabato mattina: non appena guardò, con gli occhi ancora gonfi di sonno, il quadrante del suo orologio ciondolo si accorse con orrore e sconforto di essere in tremendo ritardo per la gita al Magic Museum.
    Come morsa da una manticora, si alzò di scatto dal letto per sfrecciare in bagno e rendersi presentabile in pochi minuti.
    Alcuni studenti Serpeverde avrebbero potuto affermare di aver visto un Bolide Furfante sfrecciare nei sotterranei di Salazar: in realtà, era la Verde Argento che, vestitasi di corsa, sfrecciava alla massima velocità ancora intenta ad allacciarsi camicia e giubotto lungo i corridoi.
    La corsa proseguì senza sosta fino al villaggio di Hogsmeade, mentre una serie inenarrabili di imprecazioni si susseguivano ritmicamente nella sua mente.
    Con tutti i week end in cui si riduceva ad uscire non appena l'orario scolastico lo permetteva causa la mancanza di sonno, proprio in quello Morfeo doveva decidere di graziarla con il suo abbraccio?!
    Non appena fu nei pressi del Magic Museum, infilò la mano nella tasca del giubbotto di Nero delle Ebridi, ringraziando Merlino e Morgana per aver avuto l'accortezza, la sera prima, di premunirsi del proprio permesso per trascorrere i fine settimana fuori dai territori della scuola.
    Appena schiuse il portone del Museo, incrociò la figura del sindaco Mills, alla quale rivolse un compito quanto imbarazzato saluto.*



    Buongiorno Sindaco Mills, mi scuso per il ritardo

    *esordì pacatamente ma tutto d'un fiato all'indirizzo della Docente di Arti Oscure*

    Questo è il mio permesso firmato da mio padre e, se vuole proseguire con gli altri, resterò io sulla soglia per controllare i permessi degli studenti che devono ancora arrivare.



    *Mostrò la pergamena sottoscritta alla donna, rimanendo con le spalle perfettamente dritte, gli occhi d'argento specchiati in quelli di lei, pronta a prendersi una bella tirata d'orecchie.*

    Complimenti, Lythande, se come dicono chi ben comincia è a metà dell'opera... meglio che ti dia una bella svegliata

    *non riuscì ad evitare di pensare tra se e se, pur non dando alcuno spazio al rimprovero interiore sulla fine trama del volto che, ad occhio esterno, sarebbe comunque apparso imperturbabile.*

    @Charlotte_Mills; @Claire_Biovero




    Ultima modifica di Lythande_Lynch oltre 1 anno fa, modificato 1 volta in totale



Vai a pagina 1, 2, 3  Successivo