• Shana_Sakai

    Grifondoro Certificato

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 8
    Galeoni: 2450
        Shana_Sakai
    Grifondoro Certificato
       
       

    Era una giornata grigia e cupa, il cielo che sovrastava la piccola casetta a Covent Garden era coperto di nuvole nere e minacciose. Shana osservava dalla finestra della camera il vento gelido che sferzava le fronde degli alberi del suo giardino, eliminando prontamente col palmo della mano la condensa che si depositava continuamente sul vetro per via della differenza di temperatura.
    Il suo umore, in quel momento, pareva combaciare con il grigiore del cielo di fine Gennaio.

    Il silenzio che regnava all’interno del piccolo appartamento che aveva preso insieme al suo compagno era disarmante, pareva fosse tutto ovattato come da una coltre di neve, esattamente la stessa che ricopriva ogni centimetro del paesaggio fuori da quelle quattro mura. Era forse quella la cosa che la rattristava maggiormente: era sempre stata abituata alla solitudine, anzi l’aveva sempre trovata affascinante e utile per approfittarne e pensare solo a se stessa. Ma dopo che si provava la compagnia di qualcuno di speciale, rinunciarvi era più dura di quanto avesse pensato all’inizio.
    Ma il lavoro era il lavoro, e su questo non poteva, e non voleva, farci niente.

    *Certo la fortuna non è dalla sua parte; essendo uno degli ultimi arrivati i lavori più noiosi e più lontani toccano sempre a lui.*

    Per quanto ancora quella situazione sarebbe andata avanti Shana non lo sapeva, ma per fortuna, almeno in quella circostanza poteva considerarla tale, anche lei era una donna impegnata; proprio quel giorno aveva una lezione alla Scuola di Hogwarts dove insegnava Crittologia.
    Un’occhiata all’orologio appeso al muro le confermò che era arrivato il momento di raggiungere la sua aula; con le misure di difesa poste intorno all’edificio scolastico doveva affrettarsi se non voleva correre il rischio di fare tutto di corsa.
    Prese la bacchetta in legno di noce, infilandola nel taschino della giacca, e il materiale su cui aveva lavorato nei giorni precedenti, e si avviò verso la sua destinazione.



    Quando varcò la soglia della sua aula, al sesto piano, per fortuna ancora nessuno studente aveva fatto il suo ingresso. Ne approfittò per sistemare con maggiore calma i dati e le foto che aveva ordinatamente raccolto per esporre l’argomento del giorno.

    *Speriamo che questa mia idea possa servire ad attirare maggiormente l’attenzione degli studenti. Sarei felice di ricevere un numero maggiore di compiti questa volta, almeno per confermare che i miei sforzi nella ricerca di informazioni hanno dato i loro frutti.*

    Rimuginò tra sé e sé, mentre ripensava alla fortuita circostanza che le aveva fornito ottimi spunti per gestire delle lezioni un po’ diverse dal solito.

    Tutto era nato grazie a un articolo presente in un giornale Babbano che sua madre le aveva prestato da leggere quando era andata a trovarla durante le vacanze natalizie.
    Conteneva per lo più notizie frivole, che non riuscivano a stuzzicare il suo interesse adesso che erano anni che conosceva l’esistenza del mondo magico; una nuova crema per il viso, un team di esperti al lavoro per creare un robot il più simile all’essere umano, studi circa la possibilità di abitare su Marte… Annoiata, stava per accantonarlo in favore di letture più coinvolgenti sulla Crittologia, che aspettavano solo il suo tempo libero, sempre più scarseggiante, quando il suo occhio cadde su un titolo alquanto bizzarro: i dieci misteri irrisolti della storia.
    Cosa poteva esserci di più interessante per un’appassionata insegnante di Crittologia?
    Lo sguardo di Shana scorse avido le poche righe di cui si componeva la notizia e, mentre apprendeva le nozioni in esso contenute, la sua mente già era proiettata al futuro, alle possibili applicazioni che di quelle informazioni avrebbe potuto farne.
    L’articolo iniziava con una lista di quelli che, nonostante l’aiuto dei maggiori esperti in Crittografia e lo sforzo immane di molti storici, restavano ancora dei misteri senza risposta.
    E il primo dell’elenco era quello su cui aveva strenuamente lavorato nell’ultimo periodo alla ricerca di informazioni, notizie e ipotesi di ogni genere e sorta.

    I suoi pensieri vennero interrotti dall’ingresso dei primi studenti che, dopo un rapido ma educato saluto, presero posto nei banchi in fondo all’aula.

    *Ormai mi conoscono abbastanza bene, dovrebbero saperlo che non mordo nessuno!*

    Sospirò, mentre attendeva ancora qualche minuto prima di cominciare, giusto per avere la certezza che nessuno si fosse perso; la speranza di una maggiore partecipazione non l’abbandonava mai, anche se dopo tutto quel tempo avrebbe dovuto imparare a non lasciarsi trasportare da false aspettative.
    Si schiarì la gola, attirando su di sé l’attenzione dei presenti, prima di cominciare a parlare.

    ”Quella di oggi, insieme ad altre che verranno in un prossimo futuro, sarà una lezione un po’ particolare. Parleremo del Manoscritto di Voynich, uno dei più grandi e irrisolti misteri della storia Babbana.”

    La voce di Shana risultò troppo euforica per il contesto; si era sempre appassionata troppo ai misteri, non solo del mondo magico ma anche e soprattutto di quello babbano… trovava che le implicazioni e correlazioni che il più delle volte questi enigmi avevano con il suo mondo, col nuovo mondo che aveva scoperto non troppi anni prima, avessero un che di incredibile e seducente.
    Proprio come era in quel caso specifico.

    ”Qualcuno di voi ha mai letto qualcosa o sentito parlare di questo manoscritto?”

    Un silenzio quasi imbarazzante dilagò nell’aula; gli studenti si osservarono tra di loro speranzosi che qualcuno fosse in grado di spezzare quel momento. Ma nessuno parve in grado di farlo, così Shana riprese a parlare, scandagliando le reazioni dei ragazzi alle notizie che apprendevano; tutto quello le sarebbe stato utile per preparare al meglio le lezioni sui restanti nove misteri irrisolti riportati sulla rivista.

    ”Il Manoscritto di Voynich è un codice illustrato, risalente all’incirca al XV Secolo, scritto con un linguaggio che tutt’oggi risulta sconosciuto; nessuno dei Crittografi o degli storici che si è dedicato a questo testo è riuscito a decifrarlo.”

    Aveva scelto con cura le sue parole, e sembrava che il risultato ottenuto fosse adeguato alle aspettative della docente: aveva la totale attenzione sui presenti.
    Un colpo di bacchetta e comparve l’immagine che aveva scelto, perfetta per mostrare quello che il suo discorso aveva appena descritto. Uno dei 102 fogli, per un totale del doppio di pagine che misuravano complessivamente 16 x 22 x 4, veramente poco rispetto ai libri in commercio.



    ”Come potete vedere nell’immagine, quello è il linguaggio con cui è stato scritto l’intero documento. Un metodo di scrittura che, dopo numerosi tentativi falliti, non si è escluso fosse di origine magica.
    Teoria che è stata subito scartata ed etichettata come ironicamente impossibile, queste le esatte parole pronunciate dallo stesso soggetto che aveva azzardato l’ipotesi.
    Ma con calma arriverò a spiegarvi tutti i tasselli, compresa la soluzione, se così si può definire, che si cela dietro questo misterioso manoscritto.”


    Uno studente di Tassorosso, forse più sorpreso degli altri presenti, si lasciò andare a un’esclamazione che di lusinghiero, che lui se ne rendesse conto o meno, aveva davvero poco.

    ”Ma quindi lei è riuscita a venire a capo di questo mistero?”

    I compagni lo osservarono perplessi, preoccupati dalla possibile reazione della docente, ma Shana, augurandosi che le labbra del giovane allievo fossero state mosse da semplice ingenuità, forse anche per via della consueta bontà dei Tassorosso, archiviò il caso senza troppa crudeltà.

    ”Le chiederei gentilmente di alzare la mano prima di un intervento.
    Comunque la soluzione del mistero non si deve a me propriamente; io sono qui solo per illustrarvela.
    Come ho già detto, però, procederemo con ordine, senza tralasciare un po’ di sana storia su questo documento.”


    Ignorando le espressioni contrariate dei presenti, Shana riprese a parlare; la speranza era che l’idea di conoscere la verità dietro il mistero li tenesse attivi e partecipi durante tutta l’ora, permettendole di esplorare i vari aspetti del manoscritto che si era prefissata senza un calo dell’attenzione.

    ”Il documento in questione deve il suo nome a Wilfrid Voynich, un mercante di libri rari di origine polacche, che lo acquistò casualmente insieme ad altri volumi da un collegio gesuita.
    Egli stesso tentò ripetutamente di decifrare il testo contenuto nel libro, senza ovviamente ottenere risultati soddisfacenti, e concluse il suo lavoro azzardando origini magiche per il manoscritto. Sostenne che, a seguito di qualche strano sortilegio, le parole mutavano la loro forma per rendersi sempre indecifrabili.
    Come è chiaro immaginare non riuscì a provare la sua teoria e finì per impazzire.”


    Un leggero sorriso si dipinse sul volto della docente, pensando a come quella vicenda si fosse svolta all’epoca. Erano comunque innumerevoli i meriti che furono attribuiti a Voynich, anche riguardo alla datazione del manoscritto; proprio per quel motivo il suo nome venne scelto per indicarlo.

    ”Dopo di lui molti altri studiosi si avventurarono tra le pagine di quel volume; uno di loro si avvicinò a quella che oggi è comunemente accettato da tutti come il periodo in cui il manoscritto conobbe la luce. Egli, credendo di riconoscere tra le pagine del manoscritto l’immagine stilizzata del girasole, pianta babbana giunta in Europa solo a seguito della scoperta dell’America, dedusse quindi che la data non poteva che essere successiva. Venne, infatti, accettata l’evidenza: nessuno in Europa poteva conoscere quella determinata pianta prima che vi giungesse a seguito dell’importante evento pocanzi citato. Altri come William Friedman e John Tiltman proposero l’idea che il documento fosse scritto con una lingua artificiale ispirata alla filosofia aristotelica dell’essere diviso in categorie, ovvero le varie proprietà. ”

    Prese un istante fiato prima di proseguire, lasciando nel contempo agli studenti la possibilità di prendere i dovuti appunti.
    Agitò velocemente la bacchetta, facendo comparire per qualche istante l’immagine raffigurante la pagine del volume cui aveva accennato; non la spiegò neanche, certa che comunque fosse chiaro il motivo per cui l’aveva fatta apparire.
    Era altro quello che le premeva spiegare nell’ora a sua disposizione.



    ”Perché ho parlato di una pianta, vi starete chiedendo.
    Ebbene, una delle poche cose che risultarono chiare ai babbani studiando il volume fu proprio la sua suddivisione interna.
    Essi rinvennero alcune grandi sezioni, che riguardavano precisamente la botanica, essendovi riportate immagini di piante, l’astronomia, riconoscibile dalle chiare figure di stelle e costellazioni, una chiamata biologica, per via della presenza di numerose figure femminili, e in ultimo quella detta farmacologica, per via di immagini di ampolle e fiale dalle forme particolari.
    Ovviamente si tratta di supposizioni, visto e considerato che ancora oggi nessuna di queste immagini è stata ricondotta con successo a qualcosa conosciuto dai babbani.
    Questo non vi fa pensare a niente di strano?”


    Sorrise Shana, invogliando gli studenti a dire la loro senza paura.
    Dopo un silenzio che pareva non voler terminare, una studentessa alzò timidamente la mano; la sua voce flebile raggiunse a malapena le orecchie della docente.

    ”Forse le immagini non sono conosciute dai babbani perché si tratta di oggetti e piante appartenenti al nostro mondo.”

    Shana non era certa se si trattasse di una domanda o di un’affermazione, ma il fatto era che la studentessa aveva decisamente colpito nel segno; non poteva essere più soddisfatta.

    ”E’ proprio come ha detto lei: il manoscritto di Voynich ha origini davvero magiche. Esso riporta in maniera dettagliata aspetti, creature del nostro mondo… persino pozioni e altri segreti.
    Forse, se foste in grado di leggerlo, potreste carpire segreti che vanno oltre l’insegnamento tra i banchi di scuola.”


    Ipotizzò, non senza un pizzico di malizia nell’affermazione, prima di riprendere il discorso.

    ”Ritornando un poco indietro nella spiegazione, possiamo affermare che la soluzione cui era giunto Voynich prima di tutti non era per niente distante dalla realtà.
    E come lui molti altri studiosi azzardarono simili ipotesi, finendo tutti fuorviati quasi subito.
    In tutto questo, come potrete immaginare, vi è lo zampino del Ministero della Magia. Con il povero mercante polacco qualcosa andò storto con l’incanto Oblivion, ma il più delle volte, per fortuna, il solo antico incantesimo lanciato sul libro si è rivelato sufficiente ad allontanare i babbani dal scoprire la vera natura del manoscritto.
    Ora che vi ho detto ciò, immagino che questa immagine possa risultare a tutti voi più chiara. E mi auguro sia davvero così, altrimenti vi conviene correre a fare un ripasso con la docente di Erbologia!”


    Un rapido colpo del catalizzatore, e un’ultima immagine si mostrò in tutto il suo splendore alla classe.



    Shana evitò di dire qualcosa su quanto gli studenti stavano osservando; sarebbe stato parte del compito, quindi non poteva certo correre il rischio di facilitarli. Certo era che comunque un solo sguardo, ora che avevano tutte le informazioni necessarie, sarebbe dovuto bastare loro per comprendere cosa raffigurava il disegno stilizzato che fluttuava davanti alla lavagna.
    Una mano alzata la distrasse per qualche secondo.

    ”Mi scusi, ma se questo manoscritto rischia di far scoprire ai babbani aspetti del nostro mondo perché il Ministero semplicemente non lo recupera?”

    Un arguto Serpeverde pose la domande che, probabilmente, aveva attraversato le menti della maggior parte dei presenti.

    ”La sua è una domanda interessante. Purtroppo non ho una risposta certa da darle, solo mie supposizioni; credo che l’unico suo modo per arrivare alla ragione vera e propria sia di chiedere direttamente al Ministro, ma sono certa non lo scomoderà per un fatto di così scarsa rilevanza.”

    Sorrise, proprio nello stesso istante in cui il trillo della campanella si irradiò nella stanza.
    Aveva concluso giusto in tempo la lezione; il resto spettava agli studenti per compito.

    ”Mi raccomando, recuperate il foglio con i compiti prima di scappare via a tutta velocità!”

    Li richiamò, facendo scivolare su ogni banco quelle che sarebbero state le loro incombenze per la lezione.

    Citazione:


    COMPITI CRITTOLOGIA
    Il Manoscritto di Voynnich



    1) Svolgi il seguente quiz di domande a risposta multipla. Trovi il quiz QUI (link) (15 punti)

    CLICCA E LEGGI IL SUGGERIMENTO:


    - Trovi tutte le risposte alle domande nella lezione e con una breve ricerca anche nella potterpedia. Leggi bene per evitare errori!!!




    Citazione:
    INFORMAZIONI



    Data di Scadenza:
    • Nessuna (guarda Punteggio Massimo)

    Punteggio Massimo:
    • 15 punti [QUIZ]

    Modulo Invio Compiti:
    • l'accredito dei punti del quiz sarà automatico






    Ultima modifica di Mirco_Mcqueen oltre 1 anno fa, modificato 3 volte in totale


  • Shana_Sakai

    Grifondoro Certificato

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 8
    Galeoni: 2450
        Shana_Sakai
    Grifondoro Certificato
       
       

    (in spoiler le domande vecchie standard)

    Citazione:
    COMPITI VI LEZIONE DI CRITTOLOGIA

    MODULO A


    Indica se le seguenti domande sono vere o false, motivando la tua scelta in entrambi i casi. (10 domande da 1 punto ciascuna)

    1. La prima sezione del manoscritto è quella riguardante la botanica.

    2. La prima datazione del documento vuole che esso risalga al XII Secolo.

    3. Il volume è di dimensioni ridotte ed è stato scritto su una pergamena di capretto.

    4. Due studiosi ipotizzarono che il documento fosse stato scritto in una lingua filosofica.

    5. Una delle sezioni riporta quasi interamente nudi di figure femminili.

    6. Voynich fu rinchiuso perché impazzì a seguito delle difficoltà riscontrate nella decifrazione del manoscritto.

    7. Il manoscritto è stato suddiviso, dagli studiosi, in cinque sezioni.

    8. La datazione del manoscritto si deve a uno studioso che, tra le pagine raffiguranti i fiori, riconobbe quella di un girasole, pianta giunta in Europa a seguito della scoperta dell’Australia.

    9. Ancora oggi il manoscritto di Voynich è un mistero che non è ancora stato svelato.

    10. Il documento è stato dotato, sin dalla sua creazione, di un sortilegio che lo rende sicuro.

    MODULO B

    Rispondi alle seguenti domande aperte. (3 domande da 4 punti max. ciascuna)

    1) Rifacendoti a quanto illustrato a lezione, risali alla storia del manoscritto, dalla sua creazione fino ai giorni nostri, esplorandone le varie pagine e i vari aspetti. Usa la tua fantasia per ipotizzarne la vera origine.

    2) Scegli quattro immagini raffiguranti differenti pagine del manoscritto e descrivile. Di cosa si tratta secondo te? A quale aspetto del mondo magico ineriscono? Motiva in maniera adeguata la tua scelta. (Puoi scegliere anche le immagini già presenti nella lezione)

    3) Elenca in maniera dettagliata e più approfondita possibile i vari studi che storici e crittografi babbani hanno eseguito sul manoscritto. Esponi le loro argomentazioni e il tuo parere su di esse.

    MODULO C

    1) Crea tre catene di numeri spiegando il ragionamento che vi sta dietro e il perché delle tue scelte. (2 punti)

    2) Crea tre fantasiose frasi utilizzando per ciascuna un diverso metodo di occultamento fra quelli che sono stati studiati nelle lezioni. Spiega come hai agito dall’inizio alla fine e anche come agiresti se dovessi decifrarle non conoscendone la chiave. (2 punti)

    MODULO D (Facoltativo)

    Scegli solo una delle seguenti proposte:

    1) Inventa la storia del mercante Voynich, illustrando non solo il ritrovamento del manoscritto ma anche come pensi abbia agito nel tentare di decifrarne il contenuto.
    Tutto ciò che non trovi nelle fonti dovrà essere inventato, ovviamente con coerenza. (10 punti max.)

    2) Crea, a mano o con programmi di grafica, due immagini per ognuna delle sezioni del manoscritto. Descrivine il contenuto con dovizia di particolari, motivando la tua scelta ed eventualmente rilevando un corrispettivo babbano che potrebbe trarre in inganno coloro che non conoscono il mondo magico. (10 punti max.)



    Vi ricordo che valuterò negativamente l’utilizzo della funzione copia-incolla da internet o dalla lezione, così come forzature linguistiche, uso scorretto della grammatica e della punteggiatura.
    E’ invece gradito l’uso di creatività, fantasia ed originalità.
    Il compito che valuterò come migliore riceverà un bonus di + 2.

    I COMPITI ANDRANNO CONSEGNATI ENTRO LE 23:59 DEL 26/02/2015 TRAMITE L'APPOSITO MODULO (QUI) ALLA VOCE CRITTOLOGIA.

    VI RICORDO CHE, PER QUALSIASI DUBBIO O CHIARIMENTO, SONO SEMPRE A DISPOSIZIONE NEL MIO UFFICIO (QUI) OPPURE POTETE MANDARMI UN MP (Messaggio Privato) IN QUALSIASI MOMENTO.
    Da quest’anno, inoltre, potrete anche chiedere aiuto nel Gruppo di Sostegno che trovate nell’Aula Merlino al sesto piano e dove, insieme ad alcuni colleghi, risponderemo a ogni vostro eventuale dubbio.


    ”Adesso potete ufficialmente andare. Mi auguro non prenderete sotto gamba i compiti; non sono difficili ma occorre che ragioniate sulle risposte da dare.”

    Esordì, lasciando poi liberi gli studenti di proseguire la loro giornata; altre lezioni li attendevano sicuramente.
    A lei invece non restava che chiudere la stanza e raggiungere i colleghi nell’aula Merlino; per fortuna poteva fare con tutta calma, essendo anche quella stanza al sesto piano.



    OFF TOPIC

    COMPITI ARRETRATI


    QUANDO CONSEGNATE GLI ELABORATI SPECIFICATE SEMPRE IN ALTO
    IL NUMERO E IL TITOLO DELLA LEZIONE DI RIFERIMENTO.
    ESEMPIO: "VI Lezione - Il Manoscritto di Voynich".

    INOLTRE, NEI VOSTRI TESTI RIPORTATE SEMPRE
    LE DOMANDE PRIMA DI SCRIVERE LE RISPOSTE.

    Cordiali saluti,
    Prof.ssa Shana Sakai


    (in spoiler le valutazioni vecchie)

    Shana raggiunse la propria aula con passo felpato, stringendo tra le braccia il foglio su cui erano riportate le valutazioni dei quattro elaborati che aveva ricevuto.
    Forse la sua idea di azione non era stata delle migliori, ma non poteva comunque lamentarsi del risultato ottenuto, specialmente considerato molte delle risposte che aveva potuto leggere.
    Quando raggiunse la porta, agitò la bacchetta e affisse su di essa il foglio in questione; dopodiché si allontanò in fretta: si era fatto più tardi di quanto aveva preventivato, e se non si sbrigava rischiava seriamente di andare a dormire a stomaco vuoto.

    Citazione:
    CORVONERO

    @Shireen_Firewet


    MODULO A) 10/10 Tutte le risposte sono corrette e sapientemente analizzate.

    MODULO B)
    1) 4/4 Descrizione approfondita e che tocca tutti i punti necessari.
    La tua ipotesi a conclusione è incredibilmente perfetta! Peccato che i punti massimi fossero solo 4, meritavi molto di più!

    2) 4/4 Analizzi ogni immagine con dovizia di particolari e riportando correttamente il perché della tua scelta, esattamente come richiesto.

    3) 4/4 Risposta impeccabile e analizzata nei minimi dettagli.
    Sei stata l'unica che ha riportato quello che speravo Smile

    MODULO C)
    1) 2/2 Hai spiegato il ragionamento e creato tre catene, esattamente come era stato richiesto.

    2) 2/2 Spieghi le catene correttamente, toccando tutti i punti che erano richiesti nel testo dell'esercizio.
    Attenta ai piccoli (e pochi) errori di distrazione che ti sono scappati, ma che comunque non inficiano il valore complessivo del tuo lavoro.

    MODULO D) (punto 1) 10/10 Hai optato per la biografia e hai fatto un eccellente lavoro di stesura, unendo alla realtà dei fatti la tua fantasia.
    Un lavoro impeccabile anche in questa risposta.

    TOTALE = 36/36 + MIGLIOR COMPITO 2 = 38/36 Eccezionale

    Il tuo lavoro è davvero eccelso, strutturato in ogni suo punto. Non mi resta molto altro da aggiungere se non che ti meriti appieno il premio come miglior compito e ti confermi come una delle mie migliori studentesse.
    Spero proprio di rivederti alla mia prossima lezione!

    GRIFONDORO

    @Mirco_Mcqueen


    MODULO A) 10/10 Tutte le risposte sono corrette e sapientemente analizzate.
    Un complimento lo faccio a te in particolare perché, nella descrizione della risposta due (quella che spiegava il perché della tua scelta) sei stato l'unico a indicare la data della prima datazione del manoscritto e non quella considerata ufficiale. ^_^

    MODULO B)
    1) 4/4 Teoria interessante, degna del professore di Storia della Magia ;)
    Il discorso poteva forse essere un poco più approfondito, ma mi è molto piaciuto nella sua complessiva stesura.

    2) 0/4 Non pervenuta.

    3) 0/4 Non pervenuta.

    MODULO C)
    1) 2/2 Non c'è molto da dire in questa risposta. Hai spiegato il ragionamento e creato tutte e tre le catene... bravo ^_^

    2) 2/2 Spieghi correttamente quanto richiesto; attento solo a un piccolo errore di distrazione nella seconda catena, che comunque non inficia il valore complessivo della tua risposta.
    Spero tu non voglia davvero bruciare il libro Razz

    TOTALE = 18/36 ACCETTABILE

    Anche se incompleto, per via degli impegni e dei vari problemi, il tuo elaborato è come sempre di ottimo livello Smile
    Il voto complessivo purtroppo è quello, ma è dovuto solo alla mancata consegna di due risposte... altrimenti sarebbe stato ben diverso ^^
    Sono felice che tu sia riuscito a consegnarlo...e anche se dici che "vuoi fare un cattivo compito" mi spiace comunicarti che non ci sei riuscito Very Happy

    SERPEVERDE

    @Thalita_Revenger


    MODULO A) 7/10 Risultano errate le risposte: 3, 4, 6.
    Per qualsiasi chiarimento sugli errori puoi contattarmi via MP o venirmi a trovare nel mio ufficio.
    Attenta, però, perché nella richiesta chiedevo di spiegare non solo il perché delle scelte false ma anche di quelle vere. Ricordati di leggere sempre bene le domande e di completare tutte le richieste.

    MODULO B)
    1) 2/4 Avresti potuto ampliare maggiormente il discorso; apprezzo comunque l'ipotesi che hai cercato, per quanto sia un pochino lacunosa in certi aspetti.

    2) 4/4 Nella domanda era chiesto di specificare a quale aspetto del mondo magico si riferivano le immagini scelte, ma le tue ipotesi fantasiose mi hanno comunque favorevolmente colpita Smile

    3) 2/4 Trattazione davvero troppo sintetica di un argomento che necessitava una spiegazione più approfondita.

    MODULO C)
    1) 2/2 Hai analizzato bene le tre catene di tua invenzione.

    2) 1/2 Avresti dovuto identificare i cifrari fra quelli illustrati nelle mie precedenti lezioni e anche spiegare come avresti agito qualora ti fossi trovata a decifrare quelle stesse frasi. Il lavoro è quindi incompleto, ma comunque ben fatto.

    TOTALE = 18/36 ACCETTABILE

    Nel complesso il tuo lavoro è ben svolto.
    Ti consiglio, prima di consegnare, di controllare sempre di aver ben letto e compreso quanto richiesto nelle domande, onde evitare di tralasciare aspetti importanti nelle tue risposte Smile

    @Samus_Ferrerus

    MODULO A) 6/10 Risultano errate le risposte: 1, 3, 6, 9.
    Per qualsiasi chiarimento sugli errori puoi contattarmi via MP o venirmi a trovare nel mio ufficio.

    MODULO B)
    1) 0/4 Risposta copiata interamente da Wikipedia (LINK).
    Come ti avevo scritto anche nel tuo precedente compito, questo genere di risposte non può essere valutato, per rispetto nei confronti dell'insegnante ma anche di quello dei tuoi compagni che hanno speso tempo nell'elaborare la risposta prima di consegnarla.
    Come ti avevo detto la volta scorsa, anche adesso ti ripeto che, se elaborassi quanto trovi su wikipedia o sulla lezione con parole tue, riusciresti a prendere un punteggio più alto. Magari non il massimo all'inizio, ma è solamente questione di fare pratica.

    2) 2/4 Non hai sempre motivato il perché ritieni che si tratti di un certo oggetto/pianta del mondo magico; nell'ultima immagine, specialmente, non riporti neanche di cosa pensi si tratti. Essendo che la decisione circa le immagini era libera, avresti dovuto valutare in maniera migliori su quali far ricadere la tua scelta.

    3) 0/4 Non pervenuta.

    MODULO C)
    1) 2/2 Spieghi in maniera corretta le tre catene che hai creato... bravo Smile

    2) 1/2 Non rispondi a tutto ciò che era richiesto, nello specifico non riporti il modo in cui avresti agito qualora ti fossi trovato a decifrare i tre messaggi.

    TOTALE = 11/36 DESOLANTE

    Mi dispiace darti un voto così basso, ma ricorda sempre che copiare inficia il valore del tuo elaborato, abbassando di molto il punteggio complessivo. In quella domanda avresti potuto prendere qualche punto in più solamente spendendo un po' del tuo tempo.
    Ricontrolla poi sempre, prima di inviare, di aver risposto a tutto ciò che era richiesto e di non aver commesso errori grammaticali.

    Cordiali saluti,
    la Professoressa Shana Sakai




    Ultima modifica di Mirco_Mcqueen oltre 1 anno fa, modificato 1 volta in totale