Hogwarts - Dintorni
Hogwarts - Dintorni



Vai a pagina 1, 2, 3, 4, 5  Successivo
Topic Precedente :: Topic Successivo

  • Stefano_Draems

    Fondatore Amministratore Ministro Ad Honorem Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 16
    Galeoni: 584328
       
       



    Role Aperta da Sibilla_Strangedreams per la Festa di Fine Anno:
    Midsummer's Pic Nic 2015





    Ultima modifica di Sibilla_Strangedreams oltre 1 anno fa, modificato 1 volta in totale


  • Sibilla_Strangedreams

    Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 13
    Galeoni: 536261
       
       

    *Sibilla controllò nervosamente il suo orologio da taschino, il Midsummer’s Pic Nic stava per iniziare e del Ministro, che avrebbe dovuto fare il discorso di apertura, non c’era traccia.*

    ”Spero tanto che non abbia avuto qualche imprevisto… oggi già dovrò rinunciare alla compagnia di Cosetto, non vorrei e, soprattutto, non potrei fare a meno anche di Stefano!”

    *Riflettè mentre con sapienti e ben calibrati gesti del proprio catalizzatore di energia, rendeva le rive del Lago più belle, accoglienti e festose che mai. Per lei era stat un anno davvero speciale, ricco di novità, e tutte piacevoli, ed era più che mai in vena di festeggiare... più ancora, voleva che tutto fosse impeccabile e memorabile perché, in cuor suo, sapeva di aver un po' trascurato gli studenti e se ne rammaricava. Quella era la sua occasione per rimediare, per immergersi nella vita pulsante del castello e, in fondo, per coccolare i suoi "cuccioli".*

    "Per fortuna, è tutto pronto, quindi, appena Stefano arriverà dovrà solo tenere un breve discorso…

    *Pensò la Preside osservando le placide acque verdi del Lago e, dopo aver dato un ultimo colpo di bacchetta per evocare i festoni che ancora mancavano, trasse un profondo respiro e aprì il cancello floreale che teneva lontani gli studenti.*



    Ragazzi, prego entrate… la festa di fine anno inizierà a momenti!

    *Esordì allegramente Sibilla, sorridendo gioviale a tutti.*

    Prima d'iniziare alcune semplici regole: uno, evitate giochi che vi farebbero finire in Infermeria, non ne sarei affatto contenta; due, siate rispettosi e non sporcate le rive del Lago; tre, siate pronti ad andare all'ora stabilita, quindi, non attardatevi più del necessario…. ci tratterremo fino a notte fonda ma, quando la festa finirà vi voglio tutti pronti a seguire ordinatamente i vostri Responsabili verso le rispettive Sale Comuni.

    *Eliminò l'incantesimo repulsivo che impediva ai ragazzi di avvicinarsi e si fece da parte, lasciando che tutti potessero ammirare come era stato trasformato il prato adiacente al Lago, per l’occasione. Addobbi e decorazioni luminescenti ma ispirate agli elementi della natura pendevano dagli alberi e sul prato, ben distanziati fra loro ma raggruppati in quattro aree, vi erano plaid, cuscini e minuscole sdraio dei colori delle Case.*



    Salve, miei cari, mi sono presa la libertà allestire un piccolo punto di ritrovo per noi e il Ministro… la giornata sarà lunga e non vorrete certo stare in piedi tutto il tempo.

    *Esclamò allegra salutando gioviale gli insegnanti che stavano arrivando alla spicciolata, indicando quella che, a suo avviso, era una vera chicca, un’oasi di pace in mezzo al trambusto che di lì a pochi minuti avrebbe animato le rive del Lago.*



    Ora non dobbiamo far altro che attendere Stefano e poi la festa potrà finalmente iniziare… speriamo che i ragazzi si divertano e che tutto fili liscio…

    *Precisò abbassando il tono della voce per impedire che gli studenti potessero udire le sue parole. Quindi si mise a chiacchierare amabilmente con i colleghi mentre i ragazzi si dividevano in base alle Case e raggiungevano i rispettivi luoghi di ritrovo. *




    OT.

    ALLO SCOCCARE DELLA MEZZANOTTE,
    POTRETE POSTARE, NON PRIMA!

    La festa durerà dalle 0.00 di mercoledì 1 Luglio alle 23.59 di domenica 5,
    ma nel GDR si svolgerà la sera del 30 giugno, dalle 18.00 alle 22.00,
    quando postate, tenetene conto, mi raccomando.

    Inutile ricordarvi, di rispettare le regole di scrittura in GDR
    e la coerenza, siamo in Riva al Lago, per un Pic Nic, quindi evitate
    di indossare abiti di gala o tacchi vertiginosi, sareste ridicoli oltre che scomodi!

    BUON DIVERTIMENTO!


  • Percy_Smith

    Serpeverde

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 10
    Galeoni: 231
        Percy_Smith
    Serpeverde
       
       

    *Percy era da tempo arrivato alla festa in riva al lago, però stava ancora aspettando fuori con altri compagni di scuola; era la preside che curava ogni minimo aspetto della festa, e lei che ne presiedeva insieme al ministro.*

    Chissà quando entriamo!?

    *Disse il quindicenne riguardando il suo orologio da taschino, e ripensando a cosa si dovrà svolgere in quella festa.
    Per fortuna dopo un paio di minuti la preside si rivolse verso tutti i presenti, e aprì i cancelli.*

    Ragazzi, prego entrate… la festa di fine anno inizierà a momenti!



    *Percy fece qualche passo avanti.*




    Salve, miei cari, mi sono presa la libertà allestire un piccolo punto di ritrovo per noi e il Ministro… la giornata sarà lunga e non vorrete certo stare in piedi tutto il tempo.

    *Disse la preside allegra, salutando gli insegnanti che stavano apprestando a farsi piú avanti.*

    "Le persone piú importanti si fanno aspettare, è questo che fa il ministro".

    *Pensò il serpeverde non sbalordito dalla precisione. Percy viveva nel mondo dei babbani prima di andare ad Hogwarts e aveva già visto questi comportamenti per le persone molto importanti, daltronde gli impegni per loro non mancano mai.*

    E questa cioccorana che ci fa qui? Preside è forse sua?

    *Disse raccogliendo il pacchetto di quelle rane cioccolate e porgendolo verso la preside.*

    @Sibilla_Strangedreams, @Stefano_Draems,


  • Shireen_Firewet

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 7
    Galeoni: 907
       
       

    [Hogwarts – Quarto Piano – Biblioteca – Ore 17]

    *Era da qualche tempo che la Firewet non si aggirava liberamente nel Castello. Gli ultimi mesi del suo quinto anno erano trascorsi con una precisa e stancante routine (in attesa dei G.U.F.O.) ossia lezioni, Biblioteca e Sala Comune. La Corvetta non interrompeva nemmeno i suoi studi durante la colazione ed il pranzo. Inutile dire che Shireen si era ridotta ad uno straccio: durante le settimane degli esami profonde occhiaie solcavano il suo viso diafano ed i suoi capelli erano più scompigliati del solito. Ma, grazie a Merlino, quel periodo era finito e finalmente poteva rientrare nella società: quella sera, infatti, si sarebbe tenuto il Midsummer’s Pic Nic e, a breve, sarebbe ritornata nella Villetta dei Firewet.
    In quel pomeriggio la sedicenne gironzolava per il quarto piano di Hogwarts. Non indossava più la divisa della Scuola in quanto le lezioni erano finite e, in vista della festa, aveva optato per una semplice camicetta a manica corte con un motivo floreale ed un paio di pantaloni blu notte che seguivano la sua fisionomia. I capelli, sempre ribelli, erano stati legati con un fazzoletto rosso fuoco che suo fratello le aveva regalato qualche tempo prima. In pochi minuti la giovane si trovò dinanzi alla pesante porta della Biblioteca. Dal momento che mancava più di un’ ora all’inizio dell’evento, la bronzo blu pensò:*

    Perché non concedersi una leggera lettura?

    *I suoi occhi erano sicuramente contrari a tale decisione ma, mentre apriva la pesante porta in quercia, sul viso di Shireen apparve un piccolo sorriso.*


    *L'inebriante profumo di legno e pergamene investì le sue narici. Un piccolo scricchiolio dell’uscio sembrò tagliare l’immenso silenzio che fluttuava nella stanza. La bibliotecaria alzò leggermente lo sguardo quando la giovane entrò, le lanciò un’occhiata un po’ torva ma poi ritornò ai suoi affari. La ragazza si avventurò nella ricerca di un volume che le avrebbe tenuto compagnia. Analizzò minuziosamente vari scaffali ed alla fine trovò un volume intitolato “Il Lago Nero: leggende ed incantesimi” indicato per il luogo nel quale si sarebbe dovuta recare quella sera stessa. Vicino al reparto nel quale aveva preso il libro, si trovava un lungo tavolo e così la Firewet si adagiò mollemente su una sedia. La riccioluta studentessa iniziò a sfogliare le pagine del libro. Nella prima parte venivano analizzate le caratteristiche morfologiche del Lago e vi era un elenco di tutte le creature conosciute che vi dimoravano. Shireen lesse con molta attenzione quei particolari e, dopo circa dieci pagine, arrivò alla sezione che trattava le leggende. La sedicenne era attirata dalle storie che contenevano un velo di mistero e quindi sancì che quella doveva essere una parte estremamente affascinante. La ragazzina si buttò a capofitto nella lettura. Mentre apprendeva il motivo per cui la Piovra Gigante era stata allevata nel Lago, la ragazza venne all’improvviso attirata da un passerotto che si stava riposando sul cornicione vicino alla finestra del suo tavolo. L'avvenimento le fece ricordare una mattina dei suoi primi anni a Hogwarts. Allora conosceva pochissime persone nella Scuola e continuamente pensava di non riuscire ad integrarsi data la sua natura timida e schiva. Ma, con il passare del tempo, era riuscita ad aprirsi al mondo esterno ed a trovarsi a proprio agio con le persone che la circondavano. Stranamente, la desolazione che regnava nella Biblioteca le dava quasi fastidio: le avrebbe fatto piacere scambiare qualche sussurro con altri studenti. La giovane scrutò attentamente il piccolo uccellino: in quel momento sembrava pavoneggiarsi davanti ad un nuovo venuto della sua stessa specie. Sul viso di Shireen non poté che apparire un candido sorriso. I suoi occhi smeraldini vennero però attirati dalle lancette della Torre dell’Orologio: mancava poco all’inizio della festa. La giovane pensò quindi che era giunta l’ora di dirigersi al Lago almeno non sarebbe arrivata, come suo solito, in ritardo. Dopo essersi alzata ed aver riposto la sedia attaccata al tavolo, la Firewet ripose il libro nel relativo scaffale e, con passo spedito, uscì dalla Biblioteca.*


    [Hogwarts – In Riva al Lago – Ore 18.00]


    *La bronzo blu percorse velocemente il sentiero che congiungeva il Castello al Lago Nero. La fine ghiaia scricchiolava al di sotto delle sue scarpe in cuoio e, in breve tempo, si ritrovò a pochi metri dall'area indicata per la festa. La ragazza, dunque, iniziò ad analizzare il luogo che la attendeva. Il Lago, culla di numerose creature magiche, rifletteva il sole che brillava spavaldo in un cielo limpido. La cosa che colpì la studentessa fu la pace che regnava in quel luogo interrotta solamente dal frinire di qualche grillo. Un lieve venticello agitò i suoi capelli ricci e portò alle sue narici l’odore salmastro della distesa d’acqua dolce dinanzi a lei. Una massa di studenti attirò la sua attenzione. Gli altri giovani si trovavano dinanzi ad un cancello floreale al di là del quale si ergeva la Preside di Hogwarts. Shireen raggiunse il gruppetto e, attentamente, ascoltò le parole della più importante carica del Castello. La donna sancì alcune semplice regole: gli studenti dovevano evitare di effettuare giochi pericolosi, non sporcare le rive del Lago e, una volta conclusa la festa, i giovani avrebbero dovuto seguire i Responsabili verso le rispettive Sale Comuni. La Preside, dunque, con un lieve movimento del suo catalizzatore magico, permise l’ingresso agli studenti. La bronzo blu lasciò defluire lievemente la massa ed entrò di conseguenza nel luogo che era stato addobbato per la festa. La Firewet osservò con attenzione tutti gli elementi che erano stati abilmente inseriti per rendere ancora più confortevole quel luogo. Addobbi luminescenti pendevano dagli alberi e decorazioni a tema floreale erano stato inseriti sul prato. Shireen dovette ammettere che gli oggetti che riprendevano il tema della natura erano quelli che preferiva. Alcuni fiori dai colori sgargianti che apparivano qua e là tra la distesa erbosa influivano anche in maniera positiva sul suo umore. La Preside aveva inoltre localizzato, in quattro aree diverse, plaid, cuscini e sdraio dei colori delle quattro Case. La sedicenne, ponendo particolare attenzione a non rovinare alcuna decorazione, raggiunse lentamente la postazione stabilita per la Casa bronzo blu. Giunta in quella postazione, la Firewet vide che un Serpeverde del suo stesso anno si era avvicinato alla Preside e le stava porgendo qualcosa. La giovane distolse velocemente il suo sguardo e, restando in piedi, allungò il suo collo ed affinò ulteriormente la sua vista alla ricerca di qualche Corvonero o di visi famigliari.*

  • Pierre_Locomotor

    Tassorosso Certificato

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 5
    Galeoni: 1017
       
       

    *Quella mattina quando Pierre si svegliò era più euforico del solito. Non solo avrebbe partecipato con @Dragonis_Witch alla festa di fine anno,ma era anche il loro anniversario. Perciò quella mattina era più elegante del solito quando uscì nel parco e aveva anche un pacco da consegnare alla sua ragazza*

    http://www4.pictures.zimbio.com/gi/Scott+Clifton+52nd+Monte+Carlo+TV+Festival+L5BX7zMFmOkl.jpg

    BUONGIORNO MONDOOOOOO

    *Urlò felice il ragazzo non accorgendosi dei compagni che si voltarono stupiti;vedendo dei cuscini decise di sedersi e di aspettare la ragazza*

  • Claire_Biovero

    Tassorosso

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 5
    Galeoni: 395
       
       

    [SOTTERRANEI TASSOROSSO - DORMITORIO FEMMINILE - CAMERA DI CLAIRE.]


    *Claire Biovero era davanti allo specchio di camera sua e non faceva che fissare ostinatamente il suo riflesso sulla superficie riflettente. La sua espressione era stanca, i lunghi capelli biondi le ricadevano mollemente sulle spalle e le occhiaie violacee rendevano i suoi occhi ancora più inquietanti. La fine di quell'anno scolastico aveva lasciato sulla giovane Claire un'impronta piuttosto pesante, ma sapeva che si sarebbe dovuta dare una mossa.
    Il gattino nero Bizet le fece un giro tra le gambe mentre la osservava stranito, sempre meno cosciente del perché gli umani si alzassero ogni giorno, si impegnassero a vestirsi, truccarsi e prepararsi e poi volessero vedere dei loro simili. Lo sguardo intelligente del gatto seguì senza perderla mai di vista la sua padroncina, intenta a completare di mettere in ordine le cose nel suo baule per l'imminente rientro a casa e poi scegliere qualcosa da mettersi proprio in quel momento.
    La ragazzina aveva tra le mani un leggero abito estivo, con una stampa floreale, che sua madre le aveva spedito non molto tempo prima e che si era raccomandata mettesse al suo appuntamento con quel ragazzo che la teneva tanto occupata, erano state quelle le parole che la Tassorosso aveva letto sull'ultima missiva di sua madre Colette, non più di due settimane prima di quel giorno. Claire scosse la testa al pensiero di quell'insinuazione, lei non aveva un ragazzo e probabilmente non l'avrebbe neanche mai avuto: quello che l'aveva tenuta davvero impegnata era stato lo studio che sì, era anch'esso un oggetto al maschile, ma appunto un oggetto e non un ragazzo.

    Mentre la mente della ragazzina intenta a osservare l'abito vagava per mete lontane, ella si accorse che non aveva più molto tempo per presentarsi puntuale alla festa di fine anno e lei, a quella festa, non voleva mancare per niente al mondo, sarebbe stata l'occasione con cui avrebbe salutato amici e insegnanti, avrebbe augurato a tutti buone vacanze e avrebbe passato una serata incantevole, in compagnia della sua famiglia lì a Hogwarts.*

    Vado a farmi la doccia, poi mi preparo!

    *Disse Claire rivolta al gattino che la stava osservando, poi entrò in bagno e si fece una doccia che le restituì tutto il vigore vitale di cui sentiva un estremo bisogno in quel momento. Il getto dell'acqua calda le aveva massaggiato il corpo e la testa e quando la Tassorosso uscì dal bagno avvolta nell'asciugamano si sentiva un'altra persona, totalmente rigenerata.
    Una volta ritornata in camera si asciugò e si infilò il vestito, la sensazione dell'abito sulla pelle la fece sorridere, era da molto che non metteva qualcosa di quel genere e si sentiva quasi a disagio, abituata com'era alla divisa scolastica.
    Claire si posizionò davanti allo specchio per valutare la situazione e, dopo una breve riflessione, decise che sarebbe stato meglio se avesse sdrammatizzato un po' quell'abbigliamento, altrimenti troppo elegante, con un cappello con cui si sarebbe potuta divertire a fare travestimenti e facce buffe con i suoi amici, nel pomeriggio.*



    Così può andare!

    *Esclamò la ragazza valutando il suo aspetto nello specchio. Con il passo leggero che la contraddiceva andò a salutare il suo gattino che la guardò un po' afflitto, prima di andare ad accoccolarsi sul suo baldacchino, e poi uscì dal dormitorio, diretta in giardino dove, era sicura, già qualcuno era arrivato per quei festeggiamenti cui, anche lei, non vedeva l'ora di prendere parte.*

    [IN RIVA AL LAGO.]


    *Claire attraverso tutto il prato antistante l'ingresso del castello per capire immediatamente che la festa di sarebbe tenuta lungo le rive del lago nero. La Preside e tutto il corpo docenti si erano sbizzarriti molto anche quell'anno per rendere l'ambiente di quella festa davvero speciale.
    L'aria dell'inizio dell'estate scozzese muoveva i biondi capelli di Claire che erano tornati ad avere la loro tipica consistenza morbida e vaporosa. Il viso della ragazza era piacevolmente sollecitato da quell'aria tiepida che le scaldava le ossa, ma non era eccessivamente calda.
    Quando la ragazza arrivò in corrispondenza di tutte le decorazioni sentì il saluto della Preside Strangedreams e i suoi occhi vennero subito attirati da quel punto di ritrovo cui aveva accennato, con tanto di coperte e cuscini dove potersi sedere, fare due chiacchiere e guardare la superficie del lago che si increspava di tanto in tanto, confermando che sì, lì sotto la superficie dell'acqua, molti metri sotto il loro livello, si trovava la grande piovra di cui tanto tutti avevano sentito parlare.
    Claire andò verso il punto dotato di cuscini e diversi altri appoggi confortevoli, e si accorse che prima di lei erano arrivati altri studenti che conosceva abbastanza bene, e con cui era molto tempo che non scambiava qualche parola amichevole.*

    Ciao ragazzi! Come state?

    *Disse la Tassorosso sorridendo rivolta ai suoi amici e coetanei, arrivando e sedendosi su un cuscino rosa e togliendosi il cappello nero dalla testa.
    Davanti a lei Pierre, Percy e Shireen tutti e tre suoi coetanei, con cui le avrebbe fatto molto bene parlare un po'. Era molto che non prendeva parte ad attività in compagnia dei suoi amici nella scuola, rapita com'era da tutta quell'agitazione per la preparazione dei G.U.F.O., ma non vedeva l'ora di potervi porre rimedio.
    La ragazzina sperò ardentemente di non essere di disturbo, ma per lei non sarebbe stata una vera festa se non avesse potuto scambiare qualche parola con qualche amico.*

    @Sibilla_Strangedreams, @Pierre_Locomotor, @Shireen_Firewet, @Dragonis_Witch, @Sylvia_Turner, @Lorence_Eminwey, @Filippo_Neri, @Jessica_Cerbone, @Kristi_Harridan, @Daphne_Harris, @Gandalf_Derweiss, @Lavinia_Grent, @Percy_Smith, @Samus_Ferrerus,


  • Dragonis_Witch

    Tassorosso Membro del Consiglio di Hogsmeade Certificato

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 7
    Galeoni: 5084
       
       

    *Dragonis si stava preparando con molta calma, dopo aver pranzato in modo leggero era salita nella sua camera da responsabile e si era concessa un bagno rilassante, era davvero molto felice quel giorno, la giornata era lunga ed era molto significativa per lei, era già un anno che era la ragazza di @Pierre_Locomotor, la giovane donna aveva capito di amare veramente quel ragazzo, gli era entrato nel cuore piano piano, si ricordava ancora quando si erano avvicinati, prima era una semplice amica, poi si erano ritrovati in sala comune la notte fonda o nelle cucine per far scacciare via i propri incubi e si erano avvicinati ancora di più fino a quando l'anno scorso, durante la festa di fine anno lui si era dichiarato durante un ballo, era stato così emozionante come non succedeva da molto tempo, ma ora doveva prepararsi, indossò l'abito che aveva scelto con cura e prese il pacchetto regalo per il suo ragazzo*



    *Scese vicino alle rive del lago e non si stupì del lavoro svolto dalla preside, era davvero impeccabile in quelle occasioni e anche quella volta non era stata da meno, sentì le sue parole e poi si diresse verso i cuscini della sua casata, aveva visto qualcuno che conosceva molto bene e gli mise le mani sugli occhi*

    Sai chi sono per caso?

    *E lasciò la frase in sospeso con aria divertita*

  • Vincenza_Dream

    Tassorosso

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 4
    Galeoni: 452
       
       

    [CAMERA DI VINCENZA]
    *finalmente arrivò il giorno della festa, mancavano pochi minuti all'inizio di essa, ma Vincenza era ancora intenta a prepararsi e non si accorse di che ore erano. Come al solito era in ritardo, per una volta almeno poteva arrivare in anticipo, ma non era quello il giorno. Pensò alle sue nuove amiche @Eltanin_Dream, @Katy_Holstrome e @Selena_Lightwood. Si chiese se anche loro avrebbero partecipato alla festa organizzata per tutti gli studenti. Di certo loro sarebbero state le più piccole insieme a tutti i ragazzi e ragazze del primo anno. Per questo era po' nervosa e intimorita, ma di sicuro le sarebbe passato subito, infatti la curiosità di fare nuove conoscenze le infondeva il coraggio giusto ma anche l'allegria. Prese la solita borsetta e cercando di non correre si avviò con passo svelto alla festa*

    [IN RIVA AL LAGO]
    *erano le 18.15 e finalmente anche Vincenza era arrivata in riva al lago. Superò il cancello floreale e si guardò intorno stupita. Si fermò in disparte ad osservare affascinata i festoni, gli addobbi e tutte le decorazioni luminescenti ispirate agli elementi della natura. Inoltre ben distanziati fra di loro vi erano, raggruppati in quattro aree, plaid, cuscini e minuscole sdraio dei colori delle Case. Dopo essersi ripresa dallo stupore si avvicinò al gruppo dei Tassorosso. Mentre si diresse lì ammirò il lago, sotto la luce del sole. Adorava osservare le onde e senza accorgersi cambiò direzione. Aveva bisogno di calmarsi e la vicinanza all'acqua le giovava molto. Appena arrivò a un passo dall'acqua sorrise e si tranquillizzò al dolce suono delle onde poi tornò verso gli altri Tassorosso*



    Ultima modifica di Vincenza_Dream oltre 1 anno fa, modificato 1 volta in totale


  • Pierre_Locomotor

    Tassorosso Certificato

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 5
    Galeoni: 1017
       
       

    Non saprei...anzi lo so

    *Disse divertito il ragazzo con un sorriso sul volto*

    Sei la ragazza che mi ha rubato il cuore l'anno scorso. Tanti auguri amore mio

    *E si voltò per fissarla e rimase ipnotizzato

    Wow amore sei uno schianto

    *E le porse il regalo con un sorriso ingenuo che sarebbe rimasto per tutta la sera sul volto*



    *poi sentì una voce familiare salutare lui e gli altri presenti alla festa, era la sua amica @Claire_Biovero, che chiedeva loro come stavano*

    Noi stiamo bene e tu come stai?

  • Charlotte_Mills

    Serpeverde Amministratore Preside Insegnante Moderatore Web Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 11
    Galeoni: 254436
       
       

    [DORMITORI DEI SERPEVERDE]

    *Charlotte si trovava seduta sul suo vecchio letto di quei dormitori freddi umidi anche in quel periodo dell'anno.
    La donna passava poco tempo li e ogni tanto, quando aveva del tempo libero passava a salutare i vari Serpeverde nei dormitori in particolare chi aveva la “sfortuna” di dividere la stanza con lei che era assente la maggior parte delle volte dato che, essendo adulta, aveva una casa fuori dalle mura del castello.
    Era passato già un anno da quando aveva assistito agli smistamenti di Settembre, sembrava il giorno prima che c'era stato il grande banchetto di inizio anno a cui, come ogni anno aveva assistito dal tavolo degli insegnanti.
    Miss Mills, così la chiamavano gli amici più stretti, osservava un punto fisso difronte a se, il tempo era passato veloce come una folata di vento inatteso.
    Erano tre anni ormai che aveva ottenuto il lavoro di docente al castello di Hogwarts, scuola di magia e stregoneria e aveva visto alcuni studenti lasciare il castello, mentre ne aveva visti molti altri arrivare impauriti il primo settembre davanti al Cappello Parlante.*

    Wow...

    *Pensava l'insegnante di Arti Oscure che indossava un abito comodo per quella giornata ma allo stesso tempo elegante, come era solita indossare, anche se forse per un Pic Nic in riva al Lago era un po' esagerato.
    Mai nessuno l'aveva mai vista con un tuta addosso o con il viso struccato, era sempre impeccabile nell'aspetto esteriore mentre dentro di se c'era il caos.
    Il caos che sembrava quasi essere riprodotto nella strana stampa del vestito che tempo addietro aveva comprato, ma mai fino a quel momento indossato. Non aveva mai trovato l'occasione adatta e finalmente c'era riuscita.



    Bianco e nero: rispecchiava molto le sensazioni, le emozioni che prova dentro di se.
    Era come divisa in due mondi: il bene e il male, la luce e l'oscurità che cercava di nascondere, ma che ogni due per tre tornava nella mente più forte che mai.
    Quel giorno il sole spendeva alto in cielo, proprio come la luce che aveva dentrodi se che suo figlio Kyle ogni giorno contribuiva a tenere accesa luminosa come l'astro solare.
    Il caldo era insopportabile per Charlotte, odiava il caldo. L'estate era infatti la stagione che più odiava.*

    [RIVA DEL LAGO]

    *Appena varcato il grande portone di Hogwarts, che divideva l'atrio dal "giardino" il sole iniziò a splenderle in volto, imperlando la sua fronte di piccole goccioline di sudore.
    In lontananza riusciva a scorgere del movimento presso la riva del Lago Nero, location della festa di quella sera. Tutta Hogwarts si sarebbe riversata su quella riva, forse era un bene essere arrivati a qualche minuto dall'inizio, prima che tutta la calca arrivasse e prendesse posto affamata non lasciando nulla ai ritardatari.*

    Sibilla ha sempre idee geniali.

    *Pensò la professoressa riguardo la festa in riva al Lago, luogo perfetto dove passare quella festa di fine anno scolastico.
    Quell'evento organizzato, in vista dell'ultimo giorno dell'anno scolastico magico, dalla preside Sibilla si sarebbe rivelato un successo proprio come tutte le altre.
    Erano ormai le 18.00 di quella giornata e gli studenti e i vari professori erano già presenti nonostante la festa fi fine anno non fosse ancora entrata nel suo vivo.
    Il suo stomaco però già brontolava all' idea di acchiappare qualcosa di gustoso realizzato dagli elfi delle cucine del castello di Hogwarts.
    La sua mente però era fissa a suo figlio che, poverino era rimasto a casa insieme all' Elfo Domestico Milo, per dei problemi di salute.
    Il piccolo si era svegliato con un paio di linee di febbre e, purtroppo, per precauzione aveva deciso di farlo riposare a casa invece che stressarlo con quella festa che per lui non significava più di tanto.*

    Forse avrei fatto meglio a rimanere a casa insieme a Kyle.

    *Suo figlio aveva ormai quasi due anni, che avrebbe compiuto a Dicembre, e l'ex Serpeverde avrebbe tanto voluto rimanere in sua compaagnia dato che passava già molte giornate fuori per lavoro, ma aveva però promesso alla sua amica Sibilla, e ad atri professori, di partecipare e brindare con loro alla fine di quell'anno di lavoro passato dietro le cattedre nelle varie aule.
    Quando però arrivò al punto d'incontro la malinconia un po' le passò nell'osservare quel bel panorama allestito grazie al buon gusto della preside e sua amica Sibilla.*

    Salve, miei cari, mi sono presa la libertà allestire un piccolo punto di ritrovo per noi e il Ministro… la giornata sarà lunga e non vorrete certo stare in piedi tutto il tempo.

    *Affermò la castana-mora preside a cui aveva imparato nel corso degli anni a fidarsi al cento per cento.
    Era una donna per bene, con saldi valori morali e nessuno migliore di lei poteva mandare avanti una scuola di magia importante come Hogwarts.
    Charlotte sorrise nella sua direzione, magari più tardi sarebbe andata a salutarla, stessa cosa on il ministro Stefano che aveva incontrato e conosciuto meglio qualche anno prima sempre alla festa di fine anno. Anche il Ministro Draems era un tipo simpatico, bizzarro, ma simpatico e la sua importante carica se la meritava tutta.
    La docente di Arti Oscure non potè far altro che osservarsi intorno, alla ricerca di qualcuno con cui chiacchierare, magari con il professor Mcqueen uomo davvero bizzarro, quasi di più del Ministro in persona, oppure chiacchierare con qualche professoressa come lei, Lavinia per esempio il cui ventre ogni giorno sembrava più grande e sul procinto di dare al mondo una piccola streghetta.*


    @Pierre_Locomotor, @Vincenza_Dream, @Mirco_Mcqueen, @Dragonis_Witch, @Claire_Biovero, @Shireen_Firewet, @Percy_Smith, @Sylvia_Turner, @Lavinia_Grent, @Sibilla_Strangedreams,


  • Sibilla_Strangedreams

    Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 13
    Galeoni: 536261
       
       



    *Sibilla era molto felice che tutti sembrassero entusiasti di come era stata addobbata la riva del lago per quella specialissima occasione. Le colonne e le lampade splendenti, che si riflettevano sulle cupe acque, creavano davvero una scenografia superba e suggestiva.*

    @Dragonis_Witch, @Charlotte_Mills, care, i vostri abiti sono meravigliosi e vi stanno d'incanto...

    *Disse rivolgendosi alle amiche che erano ancora accanto e che indossavano vestiti deliziosi ed eleganti che, per il ballo della sera sarebbero stati a dir poco perfetti ma che per le attività pomeridiane forse le avrebbero potute un po' intralciare. In particolare la Preside, che da sempre detestava i tacchine non aveva mai imparato a camminarci in modo decente, ammirava e a un po' invidiava le amiche che erano capaci di muoversi agilmente sul prato dissestato con delle scarpe bellissime e raffinate e con dei tacchi che, per lei, sarebbero stati a dir poco proibitivi.*



    Forse avete fatto meglio voi… ma io ho preferito puntare sulla comodità o, meglio, come mi piace definirlo io sul "casual chic… qualcosa di fondamento pratico che abbia solo dei piccoli dettagli ricercati.

    *Spiegò sorridendo, era ben conscia di indossare abiti un po' troppo babbuina e forse non adatti alla Preside di Hogwarts ma, per Morgana, adorava i pic nic e ciò significava camminare sull'erba, serdervisi sopra e, perché no, pure sdraiarvisi a guardare le nuvole nel cielo.*

    Forse è prematuro, gli invitati si stanno ancora presentando… tuttavia, il per essere una sorpresa degna di questo nome, deve arrivare quando meno la si aspetta!

    *Pensò Sibilla continuando le amiche sorridendo loro fissare, mosse distrattamente la bacchetta, puntandola verso una delle ghirlande di rose che inanellava le colonne. Immediatamente un tenue bagliore si sprigionò e una minuscola, inconfondibile Fata fece capolino.*



    Chissà se qualcuno si accorgerà dell'apparizione oppure no?

    *Si chiese, quindi, come nulla fosse, continuò a conversare piacevolmente con le amiche, come se nulla fosse, ma volgendo parte della propria attenzione alla piccola Fata, che entro poco si sarebbe di nuovo nascosta, e sperando che qualcuno ne rivelasse la presenza.*


    @Gabriel_Master, @Sylvia_Turner, @Moira_Drake, @Vincenza_Dream, @Francy_Scalliver, @Katy_Holstrome, @Shireen_Firewet, @Percy_Raspell, @Katrin_Hopkirk, @Maya_Mondlicht,




    OT

    Il primo utente che interverrà dopo questo post e dirà esattamente dove si trova la Fata sarà il vincitore e guadagnerà 5 punti per sé e per la sua Casa.


    NB. Il post di avvistamento dovrà:
    - venire scritto in corretto linguaggio GDR;
    - essere coerente con la location e ciò che sta accadendo nella sala;
    - spiegare che cosa accade, dove compare la Fata, etc.
    - non dovrà contenere ALCUN incatesimo.

    IN NESSUN CASO IL POST POTRA' ESSERE EDITATO PRIMA CHE
    IO ABBIA STABILITO SE IL TESTO E' VALIDO O MENO,
    IN ALTRI TERMINI, L'INESATTEZZA DI UN CODICE
    O UN REFUSO NON INFICIANO LA VALIDITA' DEL PL POST,
    INVECE, L'EDIT SI', PERCHE', NON POTENDO SAPERE CHE
    COSA VI FOSSE SCRITTO PRIMA DELLA MODIFICA,
    NON SAREBBE CORRETTO NEI CONFRONTI DEGLI ALTRI UTENTI
    ATTRIBUIRE LA VITTORIA A CHI, MAGARI,
    AVEVA SCRITTO UN POST CHE NON SODDISFACEVA I REQUISITI RICHIESTI.




    Ultima modifica di Sibilla_Strangedreams oltre 1 anno fa, modificato 1 volta in totale


  • Charlotte_Mills

    Serpeverde Amministratore Preside Insegnante Moderatore Web Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 11
    Galeoni: 254436
       
       

    *Charlotte osservava intorno a sé quando la voce di una persona a lei molto famigliare la costrinse a voltarsi.
    A rivolgersi a lei, e ad un altra delle partecipanti, era stata proprio la preside Sibilla che era elegante come sempre.
    Era una donna semplice, ma sempre con un eleganza innata anche se non portava scarpe alte con un po' di tacco.
    Probbailmente non si sentiva a suo agio con quelle calzature, a differenza di Charlotte che ormai per abitudine usava quasi sempre quelle.*

    Dragonis Witch, Charlotte Mills, care, i vostri abiti sono meravigliosi e vi stanno d'incanto..

    Sibilla cara anche tu però sei molto elegante.

    *Affermò Charlotte sorridendo verso la Preside che, come sempre gentilmente, aveva fatto un complimento molto gradito a Charlotte e Dragonis.
    La donna, ex Tassorosso, elogiava sempre complimenti a tutti quando lei era la prima a meritarseli.
    La festa, che era iniziata non da molto vedeva sempre più persone presenti. Con lo sguardo Charlotte le seguiva fino a quando il suo sguardo da Animagus si soffermò sopra una delle ghirlande di rose poco distante da loro.
    Qualcosa svolazzava li vicino.. Era per caso una piccola Fata? Era qualcosa di piccolo, quasi impercettibile ma visibile se ci si impegnava a fondo.*

    Guarda Sibi, una fatina vicino a una delle ghirlande.
    C'è per caso il tuo zampino?


    *Affermò Charlotte "felice", per così dire, di aver visto una piccola fata.
    Chissà se però era davvero opera della preside o quella creaturina si trovava li per pura casualità.
    Un piccolo sorriso però comparve sul suo volto.



    Di certo non erano Nargilli, o Gorgosprizzi, di sicuro era qualche creatura magica di dimensioni piccole, quasi più grandi di un palmo della mano.
    Aguzzò la vista ma, per sua sfortuna, qualsiasi cosa ci fosse li, proprio tra i fiori della ghirlanda si era nascosto come se avesse sentito lo sguardo dell' ex Serpeverde su di se.*


    @Sibilla_Strangedreams,



    OT

    La prima Fata è stata correttamente avvistata da @Charlotte_Mills,
    della nobile Casa di Serpeverde... COMPLIMENTI!

    @EDIT BY Sibilla_Strangedreams






    Ultima modifica di Charlotte_Mills oltre 1 anno fa, modificato 2 volte in totale


  • Dragonis_Witch

    Tassorosso Membro del Consiglio di Hogsmeade Certificato

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 7
    Galeoni: 5084
       
       

    *Dragonis era emozionata, sentire dire quelle parole così pure e sincere le facevano battere il cuore all'impazzata, appena prese il regalo e lo scartò lo guardò stupita*

    Amore grazie, sai quanto volevo e desideravo questo libro che cercavo da molto tempo e anche io ho un regalo per te, non ti credere

    *Detto questo glielo mostrò con delicatezza*



    Spero che ti piaccia amore

    *Mentre stavano parlando vide che la preside @Sibilla_Strangedreams, si era avvicinata a lei e a @Charlotte_Mills, per complimentarsi degli abiti che indossavano*

    Ti ringrazio Sibilla, anche il tuo vestito è molto bello anche se semplice e Charlotte i miei complimenti anche al tuo abito, ti sta divinamente

    @Pierre_Locomotor


  • Benjamin_Lasnier

    Serpeverde

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 5
    Galeoni: 446
       
       

    [Dormitorio Serpeverde. Ore 17.00]




    * Da lì ad un’ora sarebbe iniziata la festa in riva al lago. Benjamin era molto eccitato, tutta l'adrenalina che aveva accumulato la sfogava girando in tondo vicino al suo baule, pensando ad un outfit perfetto da indossare quella sera. L'aria stranamente era molto calda quindi Ben non aveva voglia di coprirsi troppo. Il suo baule era pieno zeppo di vestiti, alcuni avevano ancora la targhetta. La madre del giovane Serpeverde amava la moda e aveva molto stile, infatti il figlio aveva preso molto dalla mamma, forse, l’unica caratteristica non ereditata era la strafottenza verso gli altri. La condizione economica della famiglia Lasnier era abbastanza buona, diciamo ottima, quindi Ben ha sempre comprato abiti di grandi firme e maison. I suoi negozi preferiti erano: Givichy, perché lo stile del brand era molto giovanile ed elegante, poi per i vestiti più eleganti come giacche e camice andava da Chanel a Parigi. Il giovane Ben è sempre stato consapevole che la sua vita era piena di vantaggi e confort, ma questo non gli faceva pensare a quelli più bisognosi di lui, anzi il giovane Serpeverde cercava sempre di superare sempre. Il suo aspetto esteriore era abbastanza bello: occhi grigi che si coloravano in base alla luce, capelli biondi e pelle chiarissima, simile a porcella. Il fisico invece era alto e slanciato, per niente muscoloso, ma è più che normale non trovare muscoli molto sviluppati in un ragazzo di appena undici anni.
    Finalmente cercando in quell’immenso baule Ben trova dei vestiti. L’intero completo e formato da una maglia di lino bianca con scollo a V, una giacca beige di lino sopra con pantaloni a sigaretta coordinati, tutto quanto firmato Ugo Boss. Benjamin aveva scelto quell’outfit perché, secondo lui, rispecchiava l’eleganza in persona, anche se il lino era un tessuto prettamente sportivo. Come calzature invece Il giovane Serpeverde sceglie un paio di francesine di pelle nere cosi da dare un tocco di stile a tutto il completo.
    Dopo essersi lavato e asciugato il giovane Studente si veste. Tutto quanto gli calzava a pennello, il pantalone, la maglietta, la giacca tutto. Con ancora i capelli umidi ben si passa un cera effetto opaco e si tira tutti i capelli indietro, un tipo di acconciatura anni 30. L’ultimo tocco di stile, due gocce di Blu de Chanel, un profumo molto in voga tra i babbani. Finalmente era pronto, Benjamin si allontano dal dormitorio con in mano uno zainetto di Valentino, dove mettere il libro di Pozioni che stava leggendo, avrebbe continuato la lettura nel caso la festa non gli sarebbe andata a genio. *

    Festa sta per venire la tua anima!

    * disse Ben sorridendo, non vedeva l’ora di festeggiare insieme a tutti i suoi amici. *

    [In Riva al Lago.]




    * Il lago era bellissimo, le acque scure brillavano sotto le ultime luci del sole. E la natura circonstante, colorate e lussureggiante, rendeva quel posto bellissimo, così bello da sembrare irreale. In un angolo appartato della riva si estendeva il luogo della festa allestito e decorato dall’abile preside Sibilla. Benjamin notò che il cancello decorato con i fiori era già stato aperto quindi ansioso di vedere com’era la festa entro senza esitare. La festa era già iniziata e studenti di ogni casata avevano invaso le sponde del lago. La preside Sibilla allestì anche degli spazi privati per ogni casata forniti di cuscini e lanterne che conferivano una aria di tranquillità.
    Ben arrivato in ritardo si perse la caccia alla prima fatina, ma fortunatamente venne a sapere che aveva vinto una della casata di Salazar, Charlotte Mills. Stranamente tutti gli occhi erano puntati su Benjamin, forse si era vestito troppo elegante? Sinceramente se pure fosse stato cosi a lui non importava più di tanto. Con passo sicuro e deciso si avvio verso la preside sibilla per farle i complimenti su come aveva allestito la festa. Le francesine beige risaltavano sotto il pantalone stretto di Ben e la morbida giacca di lino veniva smossa dalla leggera brezza proveniente dal lago. Quella serata era veramente bella, splendida. La luna illuminava con la sua debole luce il lago che oramai era diventata un enorme macchia scura. Benjamin si avvicino delicatamente alla preside Sibilla per congratularsi con lei. *

    Mi scusi! Buona sera preside, mi volevo congratulare con lei per la precisione e l'eleganza di come ha addobbato la riva del lago è la festa più bella che abbia mai visto.

    * Benjamin mentre si congratulava con la preside della sua scuola, osservava con precise ogni dettaglio cercando di trovare qualche imprecisione. Ma in quell'occasione era tutto perfetto, impeccabile. Perfino gli invitati erano vestiti in modo preciso e di stile. La prima persona che passò sotto lo sguardo scrutatore di Ben fu Charlotte Mills che aveva un bellissimo vestito maculato, di sicuro griffato, si poteva notare da come gli calzava a pennello accentuando tutte le curve e nascondendo tutti i punti deboli, anche se secondo Benjamin, la professoressa non ne aveva. La festa continuava alla grande tutti quanti si divertivano, chi parlava, chi si era accomodato nelle aree per la propria casata, forse l'unica domanda che si ponevano tutte quelle persone era "a che ora sarebbe arrivato il ministro". Adesso Ben aspettava con ansia una risposta dalla sua Preside, guardandola negli occhi e ammirandola per tutto il lavoro che aveva fatto, ancora non ci credeva che era tutto cosi perfetto, sublime.*

    @Sibilla_Strangedreams @Charlotte_Mills


  • Michael_Thompson

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 4
    Galeoni: 267
       
       

    *Un altro anno scolastico era giunto al termine.
    Michael, Grifondoro del terzo anno amava quel castello, ma aveva molto di piú passare le vacanze in compagnia della sua famiglia anche se tra di loro c'era suo fratello Thomas che in ogni occasione lo derideva e lo prendeva in giro.
    Per quell'ultimo giorno a Hogwarts la preside aveva organizzato la solita festa di fine anno in riva al Lago, un luogo molto suggestivo.
    Indossava una semplice camicia con un paio di pantaloni lavati e stirati gentilmente dagli elfi del castello, Mic ai diresse verso la location di quella sera.


    Quando arrivó sulla riva notó che giá qualcuno si trovava li, qualcuno era stato più veloce di lui.
    Michael non era rinomato per la sua puntualità, si sapeva, ma neppure per il suo ritardo: Si faceva vivo bel momento giusto.
    Osservava intorno a se alla ricerca di qualche suo amico, senza peró trovarne alcuno in quel momento.
    Sapeva che in quella sera tutti quanti si sarebbero divertiti mangiando, bevendo burrobirre e danzando, e magari il tredicenne avrebbe trovato il coraggio di invitare quella ragazza che trovava carina, anche se di una casata completamente opposta dalla sua.*

    Se non sono ancora arrivati non vuol dire che non vengono, magari sono solo in ritardo.

    *Pensó Michael nel vedere che ancora nessuno dei suoi amici era li, come lui, alla riva del lago.
    La festa peró non sembrava ancora essere entrata nel suo vivo.. Forse era lui che era arrivato troppo presto per una volta.*


    @Arwen_Dynastar,




    Ultima modifica di Michael_Thompson oltre 1 anno fa, modificato 1 volta in totale



Vai a pagina 1, 2, 3, 4, 5  Successivo