• Stefano_Draems

    Fondatore Amministratore Ministro Ad Honorem Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 16
    Galeoni: 584328
       
       



    Role Aperta da Charlotte_Mills


  • Charlotte_Mills

    Serpeverde Amministratore Preside Insegnante Moderatore Web Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 11
    Galeoni: 254436
       
       

    [HOGSMEADE – SALILLS NEGOZIO DI BACCHETTE ore 2.30]



    *La luna era alta in cielo e Charlotte, quella sera, non si trovava a casa sua.
    Aveva avuto dei problemi al negozio di bacchette e proprio per quello si trovava li per risolvere ciò che non andava. Daphne, l'altra proprietaria del negozio di bacchette insieme a lei non era li con lei, forse era nel mondo dei sogni data l'ora ma lei non l'avrebbe scomodata data tutte le cose che aveva da fare durante il giorno.
    Non si vedevano da molto, o almeno era da molto che non chiacchieravano e che non passavano del tempo insieme a chiacchierare.
    Charlotte si trovava al negozio di bacchette, proprio nella pizza principale di Hogsmeade perchè un elfo addetto ai lavoro le aveva mandato un gufo, e non essendo abituata a ricevere missive nella notte si era affrettata. Per fortuna da poco abitata a Hogsmeade e il tempo che ci aveva impiegato ad arrivare li era davvero poco.
    Quando arrivò al negozio subito fu circondata da piccole creature dalle orecchie a punta.
    Non riuscivano a montare il necessario per “l'evento” che si sarebbe tenuto quel pomeriggio, solo in quel momento si accorse del problema che c'era. Quei piccoli Elfi Domestici avevano ragione.
    Lei e Daphne, anni e anni prima avevano eseguito un incantesimo su quel locale, erano riuscite a trovare un incanto che permetteva di annullare qualsiasi tipo di magia all'interno di quelle quattro mura e di conseguenza, in quel momento, la magia degli Elfi era inutile.
    Non poteva far altro che dimenticarsi le calde coperte del letto e rimanere li a fare tutto proprio come i Babbani, dato che non esisteva un contro incantesimo per l'incanto che le due proprietarie avevano eseguito.
    Martello e chiodi e Charlotte, o Char come la chiamavano gli amici, si mise all'opera insieme alle piccole creaturine assoldate per quel compito.
    Insieme montarono numerosi tavoli di legno chiaro per le attività di quel pomeriggio.
    L'ex Serpeverde e Daphne avevano avuto una bellissima idea: perchè non mostrare alle persone come si realizzava una bacchetta o per i più “piccoli” la possibilità di decorare le loro bacchette e renderle ancora più personalizzate.
    Passò tutta la notte in quel negozio e solo quando il sole iniziò a spuntare oltre agli edifici più alti del villaggio si fermò e si guardò attorno.
    Tutto sembrava al suo posto.
    La postazione del fabbricante di bacchette, che aveva gentilmente accettato di recarsi li ovviamente sotto compenso, era montata e ben solida, alcuni banchetti utilizzabili dai partecipanti invece si trovavano dall'altra parte del negozio e anche quello del buffet.
    Il necessario era ancora negli scatoloni, ma i piccoli aiutanti dalle orecchie a punta avrebbero provveduto, proprio come sarebbe accaduto per il buffet di vivande e bevande.
    Charlotte, con gentilezza, uscì a prendere qualche cornetto per le piccole creaturine e poi, congedandosi si avviò verso casa sua, a Howl Way, per dormire almeno un paio d'ore e recuperare il sonno perduto quella notte.

    [ORE 17]

    *Charlotte si era ripresa? Assolutamente si..
    Aveva dormito fino a mattina inoltrato proprio come suo figlio che, stranamente non si era svegliato di mattina presto come faceva sempre.
    Pranzarono insieme e poi, dopo aver resettato tutto quanto Charlotte si guardò attorno. Quella casa era ancora tutta sottosopra. Scatoloni per tutte le stanze si dovevano ancora svuotare, ma di fretta non ce n'era.
    La prima cosa che aveva sistemato una volta trasferitasi in quella nuova dimora era stato estirpare le erbacce dal giardino, sostituire i fiori secchi o morti con alcuni freschi e alcuni colori sgargianti. Il retro era stato sistemato.
    Una sedia a dondolo spaziosa e un tavolo da esterni erano stati resi riutilizzabili grazie alla magia. All'interno invece le uniche stanze che erano prive di scatoloni erano il salotto e la cucina, mentre le stanze erano ancora sottosopra tranne quella del piccolo Kyle, che aveva compiuto due anni a Dicembre.
    Come passava veloce il tempo.
    Proprio come in quel momento, non si era accorta che fossero già arrivate le cinque del pomeriggio. Svuotare anche un solo degli scatoloni del trasloco le portava via un sacco di tempo, non perchè fosse lenta ma perchè era una perfezionista.
    Lasciando a malincuore l'unico uomo della sua vita da solo, a giocare con le suo formine, si allontanò in direzione di Magic's Square.
    Indossò la sua giacca, una giacca bianca, e piano piano si incamminò.



    Da Howl Way alla piazza principale di Hogsmeade c'erano quasi cinque minuti di cammino, anche di meno per Charlote dato il passo sostenuto che la caratterizzava.
    Arrivata infilò la chiave della porta principale nella toppa e girò in senso antiorario per tre volte aprendo al pubblico il locale.
    L'interno era molto accogliente, sopratutto grazie all'addobbamento che lei e gli elfi Domestici avevano fatto quella mattina. Una differenza c'era: il necessario che poteva servire ai più giovani per decorare le loro bacchette a loro piacimento era tutto, in vita, su due tavoli a loro dedicati, mentre poco distante il tavolo del buffet era pieno strabordante di tartine e bevande analcoliche.
    Come era solita, Charlotte rimase ad osservare intorno se.



    Quel negozio le portava alla mente vecchi, vecchissimi ricordi, alcuni spiacevoli altri invece molto piacevoli che la facevano sorridere, ma principalmente erano ricordi legati a una persona che le aveva infranto il cuore.
    Per fortuna di tempo ne era passato e tutto si era affievolito diventando un semplice ricordo in bianco e nero nella sua mente.
    La porta aperta del negozio di bacchette era come un incentivo ad entrare li. Poco dopo anche il fabbricante di bacchette si palesò.
    La professoressa Mills incrociò le dita sperando di aver attirato, con quell'iniziativa, molte persone sopratutto studenti di Hogwarts. Loro erano sempre i benvenuti dato i numerosi volantini che venivano appesi nelle varie bacheca della scuola di magia e stregoneria.*

    vedrà che la sua presenza sarà davvero apprezzata.

    *Affermò Charlotte rivolta verso quel mago che stava tirando fuori alcuni attrezzi del suo mestiere. Charlotte conosceva quegli attrezzi, non per nulla aveva seguito un corso intensivo di moltissime ore per poter aprire quel negozio e poi vendere quei catalizzatori a chi lo richiedeva. Era un lavoro davvero appagante, certo per alcune persone bisognava spendere più tempo che con altre, ma il risultato le portava sempre gioia e allegria oltre ad un grande sorriso sul volto. Aveva venduto molte bacchette, alcune appartenenti agli studenti di Hogwarts.
    L'uomo, che non sembrava molto vecchio e avanti con l'età, le sorrise cordialmente nonostante si vedeva che non era propriamente felice di trovarsi li. Aveva fatto un lungo viaggio per prendere parte a quell'evento al Salills e quello che lui aspettava più di tutto non erano i partecipanti, ma il suo compenso in galeoni.
    Una leggerissima musica a basso volume riempiva la stanza e invogliava i passanti ad entrare in quel negozio, unico del suo genere nel villaggio di Hogsmeade.
    Ma oltre al fabbricante di Bacchette che dava dimostrazione del suo lavoro, cosa si poteva fare in quella giornata? Beh per chi voleva si poteva “decorare” il proprio catalizzatore magico. Delle bacchette magiche però si poteva decorare non molto: l'impugnatura e in alcuni casi anche il colore del legno.




    Tante erano le opzioni, ed era sicura che sarebbe riuscita ad appagare anche i più esigenti.
    Si prospettava una bel pomeriggio: “divertimento” e buffet rigorosamente tutto gratuito. Quale occasione migliore per passare del tempo i modo diverso e in compagnia?*




    OFF GDR:
    La role è aperta a tutti quanti gli utenti di HW.NET, qualsiasi sia il suo anno scolastico.

    L'evento dura dal 26 al 28 Febbraio, ma nel GdR si tratterà solo di un paio d'ore.
    Vi attendo numerosi ;)



    @Gabriel_Master, @Lavinia_Grent, @Shireen_Firewet, @Maarcus_Largh, @Angelina_Largh, @Dragonis_Witch, @Pierre_Locomotor, @Jane_Casterwill, @Laura_Alderbow, @Helen_Benlor, @Alexander_Morgenstern, @Phoebe_Hamilton, @Samus_Ferrerus, @Sylvia_Turner, @Elena_Gilbert, @Scarlett_Greengrass, @Alberto_Aimo, @Artemisia_Altair, @Clary_Morgenstern, @Dramione_Weasotter, @Elena_Summers, @Orelei_Strongale, @Alhena_Devon, @Thalita_Revenger, @Elena_Salavatore, @Percy_Smith, @Eltanin_Dream, @Arwen_Dynastar, @Jordan_Harris, @Elena_Dambrosio, @Benjamin_Lasnier, @Martolds_Disti, @Cornelius_Strange, @Sophia_Hale, @Alexander_Moran, @Daenerys_Martin, @Jessica_Random, @Alessia_Esposito, @Federica_Bordoni, @Emery_Bates, @Bethany_Priscott, @Alexia_Fenice, @Luanna_Perez, @Saadet_Mutisovska, @Amanda_Roger, @Aleksej_Zaytsev, @Haydra_Emeraudes, @Laura_Rubino, @Linda_Stuart, @Kaylee_Blankenheim, @Gaia_Smith, @Layla_Lewis, @Percival_Clever, @Emanuel_Pinto, @Oscar_Scorpius, @Michelle_Hodny, @Tessa_Herondale, @Halinor_Gaunt, @Nathan_Dormer, @Phoebe_Tonkin, @Achilles_Davids, @Malcolm_Breakhearts, @Liam_Lloyd, @Adina_Lastrenge, @Samantha_Collen, @Allison_Smith, @Given_Stan, @Cristine_Cullen, @Siria_Smith, @Ludwig_Beilschmidt, @Miriale_Regus, @Lara_Stinat, @Jessamine_Young, @Crafter_Ofon, @Marina_Lightwood, @Purple_Rose, @Giulia_Brunazzo, @Muriel_Richards, @Lumos_Glow, @Daniela_Grimaldi, @Moni_Motter, @Alison_Blake, @Lyon_Creed, @Sara_Ferretti, @Francesco_Savini, @Chris_Blanchard, @Kristal_Thratchet, @Lina_Lefey, @Elena_Gilbertt, @Michael_Ramon, @Giada_Livelove, @Paola_Candeo, @Lorelay_Turner, @Martina_Always, @Elison_Parusso, @Frederick_Johnson, @Edyr_Mcgillen, @Stefano_Abbonizio, @Julia_Raspell, @Helaine_Stark, @Daimhin_Connor, @Sara_Snowchild, @Havana_Night, @Peeta_Melark, @Erylin_Sardothien, @Allie_Shepard, @Hellen_Tatts, @Mirko_Bernoldi, @Anas_Taoufik, @Blake_Wood, @Elisa_Battaglia, @Daniel_Fieldford, @Matteo_Abbagnano, @Terry_Scalliver, @Bella_Swan, @Nancy_Obrian, @Myrcella_Snow, @Herry_Sinilabus, @Derek_Santo, @Emma_Odonoghue, @Akab_Lisery, @Andy_Rodriguez, @Millie_Foster, @Davide_Acquaviva, @Andy_Camel, @Elej_Peters, @Serk_Ventorosso, @Percy_Raspell, @Nina_Lila, @Alyson_Eran, @Annelucille_Belardon, @Alexander_Wayland, @Drake_Darkus, @Luthien_Semper, @Franck_Fletcher, @Roman_Godfrey, @Ebbony_Firewind, @Alicya_Glover, @Balthazar_Blake, @Loren_Tuster, @Helen_Everdeen, @Giuseppe_Morleo, @July_Fair, @Charlotte_Magic, @Gwen_Snow, @Raymond_Velcoro, @Humphrey_Flame, @Nina_Dobrev, @Emanuela_Jackson, @Laila_Moods, @Arianna_Lupari, @Heine_Ruhe, @Matt_Cataldo, @Chanel_Delacoix, @Martina_Airoldi, @Nihal_Saddwhol, @Lauren_Sangster, @Colin_Brooks, @Alexander_Flinder, @Laura_Edwige, @Ella_Miller, @Anastasia_Mikaelson, @Mattew_Hudson, @Corvina_Tonky, @Clarissa_Morgenstern, @Joony_Pince, @Irma_Ragwick, @Caroline_Johnson, @Caterina_Migoni, @Agnes_Walker, @Heloise_Keats, @Gabry_Esca, @Simon_Gregorovich, @Beitris_Scott, @Agatha_Halliwell, @Arnold_Cornish, @Jack_Turbin, @Francesca_Schiano, @Grethcen_Reed, @Elinor_Smith, @Maka_Lumaka, @Alexis_White, @Nathan_Peer, @Katherine_Canon, @Simone_Rozzi, @Austin_Wood, @Aiko_Sakura, @Selena_Lightwood, @Psyche_Terzis, @Jason_Master, @Nikolaj_Carty, @Katy_Holstrome, @Valios_Fireye, @Alhena_Wasat, @Blake_Mooney, @Katrin_Hopkirk, @Sarah_Wheeler, @Julie_Clowers, @Arya_Magic, @Abigayle_Cutkelvin, @Liche_Dilia, @Cecile_Caerphilly, @Emma_Klaine, @Selene_Moonlee, @Lella_Campax, @Lucilla_Pupillo, @Beatrix_Corti, @Sarah_Frost, @Merope_Mcsteven, @Veronica_Bernardi, @Avril_Leviosa, @Alannah_Johnson, @Cassian_Wilfred, @Cassian_Wilfred, @Salvator_Patronum, @Ariana_Harrison, @Cielo_Rain, @Ange_Serendipity, @Shireen_Firewet, @Philius_Mcwood, @Faye_Grent, @Nightingale_Darkrose, @Phoebe_Poorbridge, @Drusilla_Dunne, @Hannah_Ives, @Lunette_Grange, @Jacob_Leryal, @Near_River, @Alex_Moonlight, @Errol_Butterbeer, @Elle_Lawliet, @Nathan_Shaw, @Sarah_Dellavalle, @Roxie_Snow, @Athena_Windsor, @Alessia_Hopkirk, @Guinevre_Oldman, @Rossella_Calabrese, @Samantha_Launium, @Moni_Lovin, @Axel_Frost, @Cameron_Ross, @Meredith_Johnson, @Genesis_Rhapsodos, @Elizabeta_Kirkland, @Sage_Lovengood, @Sage_Lovengood, @Francis_Maso, @Aicha_Dahmani, @Mattew_Nicholson, @Cassandra_Lancaster, @Heric_Huntington, @Victoria_Cohen, @Amalia_Sheransharm, @Shaula_Starlight, @Gwendolen_Howard, @Alfio_Grasso, @Reina_Midori, @Matte_Webber,
    @Bennarella_Turner, @Rosalie_Baby, @Leyla_Ross, @Ginevra_Diraimono, @Ruby_Dixon, @Miranda_Denbrough, @Aaron_Murray, @Violet_Clarke, @Eilise_Mannefort, @Micheal_Lane, @Stella_Power, @Imma_Sapo, @Alice_Lancaster, @Cecilia_Fiorini, @Vincenza_Dream, @Annabel_Calegon, @Sophie_Bozz, @Antares_Angler, @Randall_Kristansen, @Agnese_Galvani, @Jessica_Cerbone, @Savio_Gjini, @Elisabeth_Estrend, @Cora_Luelin, @Alexandra_Hurst, @Emiliya_Palvin, @Victor_Mogart, @Jean_Demetriuos, @Sole_Young, @Emma_Lovesix, @Icah_Morrison, @Katrin_Richards, @Faith_Veranderingen, @Alessia_Olimpia, @Sanjin_Rosabianca, @Rose_Hataway, @Victor_Assereti, @Astrid_Lastrange, @Jacky_Mcdoil, @Sissi_Herondale, @Lucia_Elmi, @Jack_Blaster, @Autumn_Wright, @Nyaa_Amortia, @Thorbin_Clift, @Vittoria_Baston, @Aleck_Barrymore, @Caitlin_Mills, @Toma_Murray, @Cara_Duncan, @Caterina_Vargas, @Rose_Iparis, @Gaie_Hunt, @Zoey_Watson, @Vincent_Carter, @Nicole_Davis, @Tris_Bane, @Charlotte_Dawson, @Devi_Adams, @Heles_Cooper, @Micky_Handwrite, @Natalie_Leroy, @Charlotte_Watson, @Luke_Blue, @Christian_Coulson, @Kristi_Harridan, @Samantha_Stella, @John_Harrison, @Fabio_Lenti, @Alessia_Weagood, @Martina_Waldorf, @Ailis_Tyre, @Caroline_Vanhorn, @Emily_Gryfols, @Niky_Rosewood, @Damon_Light, @Martina_Marricris, @Michele_Lentini, @Lorence_Eminwey, @Bianca_Giac, @Ivet_Jackson, @Rose_Arway, @Cinthia_Manavella, @Sidney_Jones, @Gwendaline_Celtic, @Nicole_Nala, @Claire_Biovero,


  • Kristal_Thratchet

    Grifondoro Sindaco di Hogsmeade Membro del Consiglio di Hogsmeade

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 9
    Galeoni: 146
       
       

    *Un bellissimo sole spendeva in cielo e rischiarava tutto intorno a se.
    Kristal si torvava nella sua sala comune al settimo piano del castello, esattamente nella torre di Grifondoro che era ancora più in alto. Si annoiava.
    Aveva studiato un po' di incantesimi, sbandierando qua e la sua bacchetta senza creare, perfortuna, danni. Mentre provava con alcuni semplici incantesimi di levitazione vide alcuni ragazzi uscire dal ritratto, le loro parole giunsero alle sue orecchie. parlavano di una specie di "evento" al negozio di bacchette di Hogsmeade. La ragazzina rimase un po' assorta nei suoi pensieri.
    Doveva andarci anche lei e distogliere la sua attenzione dallo studio almeno per poco? ma si, cosa le costava.
    Ripose i suoi libri di testo nella sua camera, prese una giacchetta leggera e piano piano, si avviò verso Hogsmeade.
    Kristal non conosceva bene quel villaggio, ma ci aveva passeggiato alcune volte durante le sue "escursioni". le piaceva camminare, le ricordavano la sua famiglia e le lunghe camminate he faceva con sua madre e il loro cagnolino.
    Il negozio che era la sua destinazione era proprio nella piazza più grande di Hogsmeade e di conseguenza era facile da trovare.*

    Buon pomeriggio.
    Buon pomeriggio signora Mills.


    *Affermò Kristal salutando la donna che vedeva spesso al castello e che sapeva essere una professoressa.
    Non sapeva che quello fosse un suo negozio, sinceramente non avrebbe mai pensato che una docente di Hogwarts fosse la proprietaria di uno dei negozi di Hogsmeade.
    Kristal sbottonò la giacca facendo intravedere la camicetta azzurra che indossa quel venerdì.*



    @Charlotte_Mills,


  • Charlotte_Mills

    Serpeverde Amministratore Preside Insegnante Moderatore Web Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 11
    Galeoni: 254436
       
       

    *Charlotte non dovette aspettare molto per vedere i primi partecipanti a quell'evento diverso dagli altri, entrare dalla porta d'ingresso del negozio.
    La prima persona che la salutò fu una ragazzina dai grandi occhi azzurri, i capelli biondissimi e la pelle diafana. Era "strana", ma un strano curioso e molto bello. la professoressa Mills cercò di ricordarsi il nome della ragazzina che l'aveva salutata e dato della signora, cosa che lei non era.
    Rimase ad osservarla per millesimi di secondo.


    Poco dopo si ricordò di lei, l'aveva vista all'esercitazione di Arti oscure e Antiche Rune.
    Apparteneva alla casa di Grifondoro, era del primo anno e si chiamava Kristal. Solo in quel momento si ricordò che ella proveniva dall'Islanda e da quello il suo aspetto diverso da tutti gli altri che aveva visto dino a quel momento. Chissà com'era l'Islanda.*

    Buon pomeriggio Kristal.
    Signorina prego, sfortunatamente non ho ancora trovato qualcuno disposto a sopportarmi per tuta la vita.


    *Affermò sorridente ed ironica la ventisettenne mentre una leggera musica si diffondeva dal grammofono poco distante da loro.
    Un po' di musica durante una festa o un evento era indispensabile per la buona riuscita. Per tutto quello doveva ringraziare i piccoli Elfi con cui, quella notte, aveva montato tutto quello che aveva reso possibile la realizzazione di un evento del genere.



    La donna indicò il tavolo del buffet e delle bevande analcoliche alla piccola ragazzina e ad altre persone che erano arrivate.
    Non era un grande buffet, solo un semplice tavolo con delle tartine di vari tipo da poter stuzzicare l'appetito dei partecipanti, mentre le bevande disponibili erano accompagnate da simpatici ombrellini di carta e giacchio incantato che, grazie a un incantesimo, non si scioglieva.*



    Oltre al piccolo Buffet potete assistere alla realizzazione di una bacchetta, uno ei più importanti fabbricanti di bacchette ha infatto accettato di mostrarvi la sua arte e il suo lavoro.
    Mentre poco distante, proprio li, ci sono molti oggetti che possono servire per decorare le vostre bacchette in particolare le impugnature.


    *Affermò l'ex Serpeverde accennando cosa si poteva fare in quella giornata. Niente in quelle quattor mura per quel giorno a pagamento, tutto era gratuito.
    Una strategia di marketing che aveva avuto la sua socia che, poche ore prima, le aveva inviato posta via gufo affermandola della sua impossibilità a presenziare, insieme a lei, a quell'evento che insieme avevano deciso di organizzare.*

    @Matt_Cataldo, @Mattew_Hudson, @Sylvia_Turner, @Giulia_Brunazzo, @Tess_Shepard, @Heine_Ruhe, @Laura_Edwige, @Kristal_Thratchet, @Vincenza_Dream, @Daenerys_Martin, @Katrin_Hopkirk, @Helen_Benlor, @Alexis_White,


  • Marina_Lightwood

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 7
    Galeoni: 1923
       
       

    * La biblioteca era silenziosa come non mai. Alcuni studenti erano seduti ai tavoli e studiavano per recuperare delle materie. Anche Marina era lì, china sul libro di Antiche Rune per riuscire a recuperare quel brutto voto che aveva preso al compito. Era davvero demoralizzata! Mentre ripeteva le varie rune, sentì un chiacchiericcio sul pianerottolo. Curiosa com'era, non poté resistere alla tentazione; così, mise i libri, la piuma e l'inchiostro nella sua borsa di Harrods (si vedeva lontano un miglio che fosse babbana), e si avviò verso l'uscita. Lì fuori, molti Grifondoro si stavano organizzando per un' uscita ad Hogsmead. Sembra che la professoressa Mills avesse deciso di aprire un negozio di bacchette. La ragazzina voleva andarci a tutti i costi! Aveva bisogno di uscire e, almeno avrebbe approfittato del buffet.

    Sono proprio una mangiona, Flufly.

    *sorrise rivolgendosi alla sua gattina dagli occhi blu.*

    Vieni che ti porto in camera e prendo una giacca.

    *Corse per le scale sperando che non cambiassero. Raggiunta la Torre di Grifondoro, salì in camera e, dopo aver appoggiato Flufly sul letto, prese il mantello e uscì. Arrivata al cancello si incamminò verso il villaggio. C'era già stata un paio di volte per andare da Zonko o da I Tre Manici di Scopa; le piaceva passeggiare in un villaggio abitato da maghi. Giunta sulla strada principale sulla sinistra vide un negozietto di bacchette; la porta era aperta, così entrò. L'interno era molto accogliente e soprattutto, molto luminoso. In un angolo un signore stava maneggiando delle bacchette mentre le illustrava ad alcuni ragazzi; in un altro angolo un tavolo era stracolmo di colori, lustrini, oggetti di vario genere.*

    Oh, ma che bello!

    *disse Marina senza rendersi conto che accanto a lei ci fosse la Professoressa Mills.*

    Salve Professoressa, non l'avevo vista. Auguri per il suo negozio e, complimenti, è davvero molto carino e accogliente.



    Posso chiederle a che cosa servono quelle cose su quel tavolo?

    *sorrise la Giovane Grifondoro che, si tolse il mantello e lo appoggiò all'attaccapanni posto accanto alla porta. Si avvicinò al buffet e prese un bicchiere di una bibita rosa con delle bollicine in superficie. Sicuramente non era babbana! Lì, a gustarsi quella strana bevanda c'era un'altra giovane Grifondoro dai capelli biondi che si intonava perfettamente con la sua camicetta azzurra.*

    Ciao, vedo che anche tu hai scelto questa strana bibita. Comunque che bel posto vero?



    *sorrise cordialmente alla ragazzina che la sembrava eccitata quanto lei nel vedere quel posto.*

    @Charlotte_Mills @Kristal_Thratchet



    Ultima modifica di Marina_Lightwood oltre 1 anno fa, modificato 4 volte in totale


  • Charlotte_Mills

    Serpeverde Amministratore Preside Insegnante Moderatore Web Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 11
    Galeoni: 254436
       
       

    *Quel buffet era davvero invitante e sembrava quasi chiamarla per provare qualche tartina.
    mentre si avvicinava fu salutata da un altra ragazza proveniente da Hogwarts, per fortuna che l'aveva interrotta se no si sarebbe fatta fuori tutte le tartine disponibili e di sicuro i suoi invitati ne sarebbero rimasti senza. A salutarla, facendole poi i complimenti per il negozio. Era anche lei una Grifondoro sull'undici anni proprio come la precedente ragazza con cui aveva chiacchierato.
    Si chiamava.. Martina se non si ricordava male, ovviamente non poteva ricordarsi tutti i nominativi degli studenti di Hogwarts.*

    Salve Professoressa, non l'avevo vista. Auguri per il suo negozio e, complimenti, è davvero molto carino e accogliente.

    Salve Martina.

    Grazie sono felice che ti piaccia, ho impegnato tantissimo tempo, anni e anni fa, per aprirlo e sono davvero felice che vi piaccia.


    *Affermò l'ex Serpeverde, docente di Arti oscure al castello di Hogwarts.
    Era da quando aveva più o meno venti anni che possedeva quel negozio, esattamente sette anni e nel suo negozio di studenti ne erano entrati, soprattutto per comprare la loro prima bacchetta.*

    Posso chiederle a che cosa servono quelle cose su quel tavolo?

    Ma certo, te lo spiego subito.
    Ecco vedi quegli oggetti possono servire per decorare le bacchette, in particolare le impugnature. Ci sono vari colori, varie forme ovviamente omologate e che non danno fastidio quando si impugna il catalizzatore. Puoi rendere la tua bacchetta diversa da qualsiasi altra ancora di più.


    *Disse la donna, ventisettenne, mostrando i vari piccoli oggetti su quel tavolo di legno chiaro.
    C'erano davvero molti piccoli oggettini di vario colore da applicare all'impugnatura. Anche lei ne aveva uno sulla sua. Lo aveva scelto qualche mese prima e rappresentava una faccia di una creatura, che sembrava essere una creatura oscura. L'aveva scelta per non dimenticare il suo passato e le scelte oscure che aveva fatto e che aveva rivelato durante il banchetto di inizio anno a tutta Hogwarts.
    A tutti capitava di sbagliare, anche a lei.*

    @Marina_Lightwood,


  • Heine_Ruhe

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 2
    Galeoni: 267
        Heine_Ruhe
    Corvonero
       
       

    *Era una giornata ventosa ma non particolarmente fredda. Heine era appena uscito dai Tre Manici di Scopa, dove aveva passato un po' di tempo rilassandosi in compagnia di alcuni suoi compagni di casata e di una calda e cremosa burrobirra allo zenzero. Gli altri erano risaliti al castello, lui aveva deciso di fare un salto da Mielandia per comprare qualche dolcetto da portare con sé nel dormitorio. Mentre camminava sul soffice e sottile manto di neve in direzione del negozio di dolci, notò un locale con la porta spalancata, grazie alla quale si poteva distintamente sentire della musica provenire dall'interno, ben illuminato e con diversi tavoli disposti in maniera strana, pieni di qualcosa che il giovane Corvonero non riuscì a distinguere. Incuriosito decise di avvicinarsi e vide una professoressa che aveva incrociato qualche volta nei corridoi del castello e un paio di ragazze che aveva visto a lezione, quindi erano del suo stesso anno, anche se non aveva ancora avuto modo di conoscerle. Incuriosito, entrò. Dietro al bancone intravide un ometto non molto alto che armeggiava con coltelli e pezzi di legno, mentre spiegava qualcosa a una piccola folla di ragazzi che lo ascoltavano, a giudicare dalle loro espressioni, rapiti. La musica di sottofondo non permise ad Heine di capire cose l'uomo stesse dicendo, quindi distolse l'attenzione da quella che sembrava una vera e propria lezione e si diresse verso la professoressa, accanto alla quale c'erano le due ragazze. Notò che dietro di loro vi erano i tavoli che aveva intravisto da fuori, ora riusciva a vederli bene: su uno era stato allestito un bel buffet di tartine ed assaggi vari; sul secondo vi erano diverse bibite in bottiglia e in grosse caraffe di vetro; sull'ultimo, più grande dei primi due, vi erano diversi oggetti di cui non indovinò l'utilità. Un biglietto affisso sul bordo del tavolo recitava*

    Decorate qui le vostre bacchette!


    *Heine iniziava a capire: era una serata dedicata ai catalizzatori magici. L'uomo dietro al bancone era, verosimilmente, un fabbricante di bacchette che spiegava la sua arte, e il tavolo per le decorazioni avrebbe dovuto invogliare i ragazzi a personalizzare le proprie, sfruttando la fantasia e i piccoli ornamenti messi a disposizione. Il ragazzo decise che sarebbe andato a dare un'occhiata più da vicino. Si voltò verso le ragazze che avevano appena salutato la professoressa, per presentarsi. La prima aveva capelli ed occhi scuri, la seconda occhi color ghiaccio e capelli chiarissimi. Entrambe avevano la pelle che sembrava avorio. Stava per aprire bocca quando la professoressa Mills disse*

    Ecco vedi quegli oggetti possono servire per decorare le bacchette, in particolare le impugnature. Ci sono vari colori, varie forme ovviamente omologate e che non danno fastidio quando si impugna il catalizzatore. Puoi rendere la tua bacchetta diversa da qualsiasi altra ancora di più.

    *Confermando la sua teoria di prima.*

    Buonasera prof, passeggiavo per Hogsmeade e ho visto la porta del negozio aperta, così sono entrato. Spero di non disturbare. Questo posto è davvero carino, non lo conoscevo. Chi ci lavora?

    *Si rivolse poi alle due ragazze*

    Io sono Heine, Corvonero, piacere di conoscervi! Vi ho viste entrambe a lezione, ne deduco che frequentiamo lo stesso anno.
    Voi eravate a conoscenza dell'evento? Io mi son trovato qui praticamente per caso.


    *Ammise sorridendo*



    @Charlotte_Mills, @Marina_Lightwood, @Kristal_Thratchet,




    Ultima modifica di Heine_Ruhe oltre 1 anno fa, modificato 2 volte in totale


  • Marina_Lightwood

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 7
    Galeoni: 1923
       
       

    *La professoressa Mills, da perfetta padrona di casa, la salutò cordialmente.*

    Salve Martina.

    Grazie sono felice che ti piaccia, ho impegnato tantissimo tempo, anni e anni fa, per aprirlo e sono davvero felice che vi piaccia.

    *disse la sua insegnante.*

    Professoressa in realtà il mio nome è Marina, ma se vuole può chiamarmi Martina.



    *sorrise la giovane Grifondoro. La professoressa Mills, anche se aveva un aspetto sempre serio, nonostante tutto,le stava simpatica. Nel frattempo la professoressa le spiegò cosa servissero quelle cose disposte sul tavolo.*

    Ma certo, te lo spiego subito.
    Ecco vedi quegli oggetti possono servire per decorare le bacchette, in particolare le impugnature. Ci sono vari colori, varie forme ovviamente omologate e che non danno fastidio quando si impugna il catalizzatore. Puoi rendere la tua bacchetta diversa da qualsiasi altra ancora di più.


    *disse la giovane donna, mentre le mostrava i vari oggetti. A Marina piaceva tantissimo quell'idea.*

    Oh ma è davvero una cosa fantastica!


    *disse la Grifondoro e, mentre prendeva la sua bacchetta di Agrifoglio dalla tasca della gonna a pieghe, le si avvicinò un ragazzo che si rivolse a lei e all'altra ragazza dai capelli biondi.*

    Io sono Heine, Corvonero, piacere di conoscervi! Vi ho viste entrambe a lezione, ne deduco che frequentiamo lo stesso anno.
    Voi eravate a conoscenza dell'evento? Io mi son trovato qui praticamente per caso.

    *ammise sorridendo il giovane dai capelli scuri e spettinati.*

    Ciao, piacere io sono Marina...Lightwood, Grifondoro! In realtà non ne sapevo nulla, ero in biblioteca a studiare e ho sentito dei ragazzi che parlavano di venire qui e.... sono venuta!

    *sorrise Marina. Voleva decorare la bacchetta. Aveva già in mente qualcosa.*

    Io vado a decorare la bacchetta, che ne dite? Venite con me?

    *chiese gentilmente e corse al tavolo di legno chiaro.*



    @Charlotte_Mills @Heine_Ruhe @Kristal_Thratchet



    Ultima modifica di Marina_Lightwood oltre 1 anno fa, modificato 2 volte in totale


  • Charlotte_Mills

    Serpeverde Amministratore Preside Insegnante Moderatore Web Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 11
    Galeoni: 254436
       
       

    *L'ex Serpeverde si era sbagliata, capitava a tutti.
    Aveva chiamato quella giovane Grifondoro Martina quando invece era Marina. Con l'avanzare dell'età iniziava a perdere colpi.
    Ovviamente si scusò, e poi salutò cordialmente un giovane Corvonero molto promettente. I responsabili della casa di Corvonero le avevano raccontato del vari studenti del primo anno tra cui c'era anche quel ragazzo dai capelli scuri.*

    Buonasera prof, passeggiavo per Hogsmeade e ho visto la porta del negozio aperta, così sono entrato. Spero di non disturbare. Questo posto è davvero carino, non lo conoscevo. Chi ci lavora?

    Buona sera anche a lei signor Ruhe; si figuri la sua presenza qui è più che gradita.
    Tutti sono i benvenuti.

    Beh, qui ci lavoro io. Oltre ad essere una professoressa al castello possiedo anche questo negozio di bacchette, oltre alla Bottega dei Rettilofoni su Merlin Street.


    *Affermò la donna.
    Non si sorprese nel scoprire che molti non sapevano di quell'attività a Hogsmeade dato che principalmente le bacchette venivano comprate da Olivander a Londra, esattamente a Diagon Alley. Il Signor Olivander era un uomo meraviglio, aveva certo la sua età, ma il suo lavoro lo svolgeva davvero benissimo.
    Per educazione si congedò da quel simpatico gruppetto di studenti che si era formato: due Grifondoro e un Corvonero.


    Non voleva mettere in imbarazzo nessuno e molto, molto probabilmente la sua presenza in quel gruppetto era di troppo.
    Si avvicinò al tavolo del buffet, una tartina golosa poteva mangiarla pure lei.*

    @Heine_Ruhe, @Marina_Lightwood,


  • Laura_Prescott

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 5
    Galeoni: 417
       
       

    *Laura arrivò correndo e si fermò trafelata davanti all'entrata del negozio di bacchette; aveva sentito parlare dell'evento e aveva messo in conto di essere presente all'apertura, ma si era persa via leggendo un libro, come spesso le capitava, quindi aveva rischiato di arrivare tardi. Aprì la porta ed entrò, non potè fare a meno di ammirare le decorazioni e la sistemazione fantastica creata dalla proffessoressa Mills. Il negozio era stato praticamente trasformato! Notò un fantastico tavolo del buffet e dei tavolini pieni di strani oggetti, probabilmente utili per la decorazione delle bacchette. Notò anche un signore nell'angolo, che presumeva fosse un famoso fabbricante di bacchette.
    Scorse il ragazzo di corvonero Heine e si avvicinò, per scambiare 4 chiacchere*

    Ciao Heine! Sono Laura, ricordi? la tua compagna di Corvonero! Anche tu hai saputo di questo evento? io ho solo sentito ieri due ragazzi che ne parlavano, ma non so bene di cosa si tratta. Tu hai qualche idea?

    *Chiese al ragazzo, sorridendo. Le stava simpatico quel ragazzino, sembrava poter essere un buon amico.*

  • Claire_Biovero

    Tassorosso

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 5
    Galeoni: 395
       
       

    *Claire Biovero era molto felice del suo incarico come Sindaco. Era una carica importante e di responsabilità e come tale era impegnativa, ma alla giovane non dispiaceva affatto avere sempre qualcosa da fare, era da sempre il tipo di persona che non si tira indietro di fronte agli impegni e il fatto di lavorare a tempo pieno al villaggio la riempiva d'orgoglio.
    La biondina passava le sue giornate in ufficio a sistemare le faccende burocratiche, riguardanti il villaggio di Hogsmeade, con la sua collega e mica Lavinia e quando aveva visto la richiesta per un evento in uno dei locali commerciali dell'ex sindaco e insegnante di Hogwarts Charlotte Mills, aveva fatto di tutto per finire di guardare e ordinare i documenti in tempo.
    Il giovane Sindaco era arrivato davanti al negozio di bacchette ed era stata molto contenta di vedere che diversi studenti della vicina scuola avevano già preso parte all'evento. Una volta entrata nel locale commerciale, Claire si diresse verso Charlotte per salutarla e complimentarsi per l'evento è la sua organizzazione - come al solito - impeccabile.*



    Buon pomeriggio, Charlotte!
    Complimenti per questo bell'evento..! Sono sicura che in molti sono incuriositi dall'antica arte del fare bacchette. Io stessa non ho mai avuto occasione di vederne fabbricare una ed è una cosa cui mi sarebbe sempre piaciuto assistere!


    *Salutò educatamente il Sindaco la padrona di quell'esercizio commerciale. Guardandosi intorno vide che i giovani studenti chiacchieravano tra di loro nei pressi del buffet e sembravano parecchio a loro agio in quell'ambuente così curato. Claire sapeva bene che, per ottenere un risultato del genere, Charlotte si era impegnata a fondo e con costanza e aveva accudito il suo negozio come una piccola creaturina vivente e i risultati di cure e attenzioni erano riflessi in eventi di quel tipo, quando la giovane signorina Mills dava prova di sapere organizzare degli eventi di quel tipo, capaci di catturare l'attenzione di persone di tutte le età, esattamente come stava accadendo anche quel pomeriggio.*

    @Charlotte_Mills, @Lavinia_Grent


  • Cristine_Cullen

    Serpeverde

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 5
    Galeoni: 244
       
       

    *Cristine era seduta su una poltrona nella sua Sala Comune,stava leggendo un libro che le aveva regalato sua madre l'anno prima quando vide due ragazzi del terzo anno alzarsi dal divanetto su cui erano seduti per uscire dalla Sala Comune. Stavano parlando di un evento che si svolgeva quello stesso pomeriggio al negozio di bacchette ad Hogsmeade. Cristine ci pensò un po' su,poi decise di andare,tanto non aveva da fare nulla di importante. Andò nella sua stanza per posare il libro e prendere un giacchetto. Uscì dalla Sala Comune e arrivata al cancello iniziò ad incamminarsi verso il villaggio. Era stata parecchio volte ad Hogsmeade,i suoi genitori ce la portavano sempre e conosceva benissimo quel villaggio. Arrivata nella strada principale vide il negozio di bacchette e notò che alcuni alunni di Hogwarts erano già lì. La porta era aperta così entrò guardandosi un po' attorto,era tutto decorato alla perfezione. Mentre scrutava il negozio incontrò lo sguardo della professoressa Mills. Sorridendo le si avvicinò*

    Buon pomeriggio professoressa.

    *Cristine continuava a guardarsi intorno,doveva essersi impegnata molto per organizzare un evento di questo tipo.*

    Ha fatto davvero un ottimo lavoro.



    Ultima modifica di Cristine_Cullen oltre 1 anno fa, modificato 1 volta in totale


  • Heine_Ruhe

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 2
    Galeoni: 267
        Heine_Ruhe
    Corvonero
       
       

    *La professoressa Mills si allontanò verso il buffet, dopo aver ricambiato il saluto e aver spiegato che quel negozio era di sua proprietà. Heine non sapeva che i professori potessero addirittura aprire esercizi commerciali ad Hogsmeade. La prima delle ragazze che rispose fu la bruna.*

    Ciao, piacere io sono Marina...Lightwood, Grifondoro! In realtà non ne sapevo nulla, ero in biblioteca a studiare e ho sentito dei ragazzi che parlavano di venire qui e.... sono venuta!

    *Marina sorrise.*

    Io vado a decorare la bacchetta, che ne dite? Venite con me?

    *Il ragazzo non era particolarmente stuzzicato dall'idea di imbrattare la sua bacchetta con lustrini e brillanti, tuttavia decise che osservare la ragazza all'opera sarebbe stato quantomeno divertente. Si avvicinò al tavolo delle decorazioni dove la Grifondoro già si stava dando da fare nel cercare i materiali più adatti*

    Non penso che decorerò la mia, però se non ti dispiace vorrei vedere come lavori sulla tua. Hai già qualcosa in mente?

    *La ragazza sembrava davvero presa dai decori e divertita all'idea di poter ulteriormente personalizzare il proprio catalizzatore magico. Mentre lei si dava da fare, Heine diede un'occhiata in giro. Il locale si stava lentamente riempendo di studenti e semplici curiosi, molti dei quali erano al tavolo del buffet in cerca di qualcosa da mettere sotto i denti. In quel momento vide entrare una donna bionda ed elegante che andò direttamente dalla professoressa Mills, evidentemente per salutarla. Dopo un'occhiata più attenta la riconobbe: era uno dei due sindaci, entrambe donne, di Hogsmeade, vista qualche giorno prima in una foto sulla Gazzetta del Profeta. Subito dopo entrò un'altra ragazza che già aveva visto a lezione, occhi azzurro intenso e capelli scuri. Un'altra sua coetanea. Anche quest'ultima si diresse immediatamente verso la professoressa e proprietaria del negozio, nonché organizzatrice dell'evento. Di certo era la persona più richiesta della serata, dopo il fabbricante di bacchette. La folla intorno al piccolo ometto era ormai folta e ben compatta, rendendo un'impresa quasi impossibile avvicinarsi al bancone per ascoltare la sua piccola lezione. Heine si voltò verso Marina, ancora alle prese con le decorazioni.*

    Fa caldo qui dentro, non trovi? Mi è venuta sete, vuoi qualcosa da bere anche...

    *Fu interrotto da una voce che chiamava il suo nome. Si voltò verso l'ingresso e vide una ragazza dal volto familiare dirigersi verso di loro: Laura. L'aveva incontrata qualche giorno prima ai Tre Manici di Scopa.*

    Ciao Laura, certo che mi ricordo di te! In realtà mi sono trovato qui per caso, non ne sapevo nulla, lo stavo giusto dicendo...a proposito, non so se vi conoscete, lei è Marina.

    *Si voltò verso la Grifondoro*

    Marina, lei è Laura, una mia compagna di casata.

    *Le guardò entrambe*

    Dicevo prima a Marina che mi è venuta una gran sete, volete qualcosa da bere anche voi?


    @Marina_Lightwood, @Laura_Edwige,


  • Marina_Lightwood

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 7
    Galeoni: 1923
       
       

    *Il tavolo di legno chiaro era stracolmo di forme di vario genere: stelle, lune, gatti, civette, gufi, volpi.... Marina non sapeva come decorare la sua bacchetta, così prese i brillantini argento e li mise su tutta la lunghezza del catalizzatore magico. La sua bacchetta di agrifoglio era blu e, con lo scintillio argentato, sembrava un cielo pieno di stelle.*



    *Heine, non aveva voglia di decorare la sua bacchetta, però guardava la Grifondoro incuriosito.*

    Non penso che decorerò la mia, però se non ti dispiace vorrei vedere come lavori sulla tua. Hai già qualcosa in mente?

    *chiese cordialmente.*

    Perché non vuoi decorarla, sono così carine. Se vuoi posso aiutarti io!



    *esclamò eccitata la ragazzina.*

    Guarda, la mia bacchetta è azzurra, così ho messo dei brillantini argento in modo che sembrasse un cielo stellato. Ora prendo questa pezzetto di legno a forma di gatto che mi ricorda la mia Flufly dagli occhi blu, la pitturo di bianco come lei e le lascio il blu degli occhi.

    *spiegò dettagliatamente al giovane Corvonero. Sembrava un po' annoiato.*

    Fa caldo qui dentro, non trovi? Mi è venuta sete, vuoi qualcosa da bere anche...

    *chiese, mentre Marina posizionava la formina sull'impugnatura della bacchetta. Ma non finì la frase che un'altra ragazza si avvicinò a loro. Il giovane Heine salutò cordialmente quella giovane dai corti capelli neri.*

    Ciao Laura, certo che mi ricordo di te! In realtà mi sono trovato qui per caso, non ne sapevo nulla, lo stavo giusto dicendo...a proposito, non so se vi conoscete, lei è Marina. Marina, lei è Laura, una mia compagna di casata.

    *Marina distolse l'attenzione da quello che stava facendo e rivolse alla ragazza un gran sorriso.*

    Ciao, piacere di conoscerti. Vuoi decorare la tua bacchetta con me?

    *domandò alla giovane Corvonero. Sembrava simpatica. Heine le guadava entrambe.*

    Dicevo prima a Marina che mi è venuta una gran sete, volete qualcosa da bere anche voi?

    *disse il ragazzino mentre si spettinava ancora di più i suoi capelli castani.*

    Si, Heine, grazie. Però non prendere quella strana bibita rosa. L' ho assaggiata prima e.... bleah... non mi piace per niente. Se puoi porta anche qualcosina da mangiare.



    *disse con sul suo sorriso furbetto, quasi per giustificare le troppe richieste. Sicuramente Heire l'avrebbe accontentata. Così, mentre il Corvonero si allontanò, Marina riprese a dipingere la formina che aveva sistemato sulla sua bacchetta blu cielo.*


    @Heine_Ruhe @Laura_Edwige



    Ultima modifica di Marina_Lightwood oltre 1 anno fa, modificato 2 volte in totale


  • Kristal_Thratchet

    Grifondoro Sindaco di Hogsmeade Membro del Consiglio di Hogsmeade

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 9
    Galeoni: 146
       
       

    *La professoressa Mills anche se era appartenuta alla casa di Serpeverde era davvero gentile con tutti gli studenti.
    La donna le raccontò cosa poteva fare quel giorno così strano, lo stesso lo spiegò a una sua compagna di casata che aveva visto numerose volte in sala comune.
    Kristal la salutò con un semplice sorriso per non interrompere la professoressa Mills.
    Solo dopo una voce che non conosceva si rivolse a Martina e a lei.*

    Io sono Heine, Corvonero, piacere di conoscervi! Vi ho viste entrambe a lezione, ne deduco che frequentiamo lo stesso anno.
    Voi eravate a conoscenza dell'evento? Io mi son trovato qui praticamente per caso.


    Ciao, piacere di conoscerti io sono Kristal.
    Si, mi pare di averti visto a lezione di pozioni, corretto? Personalmente non ne ero a conosceva, ma ho sentito alcuni Grifondoro parlarne e ho quindi deciso di passare una giornata lontana dai libri di Incantesimi.


    *Affermò la bionda, prima stringendo la mano al ragazzo che affermò di appartenere alla casa di Corvonero. I suoi genitori le avevano parlato di Hogwarts e di tutte le acse presenti e doveva ammettere che Corvonero era forse la più intrigante, fatta ovviamente eccezione per Grifondoro casa a cui apparteneva Kristal.

    Io vado a decorare la bacchetta, che ne dite? Venite con me?

    Devo ammettere che l'idea di decorare la bacchetta mi stuzzica... Io ci sto!.

    *A loro si unì un'altra Corvonero, sembrava più grande di loro però. Forse era del secondo o terzo anno. Si chiamava Laura. Anche sua madre si chiamava Laura solo che lei era un eccellente spezzaincantesimi e aveva frequentato Hogwarts quasi dodici anni prima. Solo in quel momento si accorse che, molto probabilmente, suo padre e sua madre avevano frequentato Hogwarts nello stesso periodo della professoressa MIlls.*

    Dicevo prima a Marina che mi è venuta una gran sete, volete qualcosa da bere anche voi?

    Seguirò il tuo consiglio allora Marina, penso che opterò per un tradizionale succo di zucca.


    *Affermò Kristal decisa poi a decorare la sua bacchetta in legno di Tasso. era scura e cosa poteva metterci che potesse stare bene? Su quel tavolo c''erano tante cose per decorare le bacchette ma quello che attirò la sua attenzione era una graziosa spirale che poteva stare molto bene sull'impugnatura della sua bacchetta.


    Ci stava bene con il legno di tasso quindi aveva deciso: avrebbe utilizzato quella decorazione per la sua bacchetta per renderla ancora più personale.*

    @Marina_Lightwood, @Heine_Ruhe, @Laura_Edwige,



Vai a pagina 1, 2  Successivo