Hogwarts - 4° Piano
Hogwarts - 4° Piano


  • Stefano_Draems

    Fondatore Amministratore Ministro Ad Honorem Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 16
    Galeoni: 584328
       
       



    Role Aperta da Allison_Smith


  • Allison_Wealfoys

    Serpeverde

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 3
    Galeoni: 120
       
       

    *Allison entrò decisa nella Biblioteca scolastica. Si guardò intorno alla ricerca di un posto libero; ne trovò uno vicino al camino e senza aspettare un secondo di più ci si accomodò. Nonostante fosse una bella giornata, in quel momento non aveva nessuna voglia di uscire, più che altro non voleva uscire da sola. Se proprio doveva stare da sola allora preferiva rilassarsi con un buon libro; che era proprio il motivo per cui era entrata in biblioteca.*
    Ahh, non vedo l'ora di leggere questo libro
    *Disse la Smith sospirando. Gli e lo aveva regalato sua madre prima di partire. Era una cosa loro; fin da quando era una bambina piccola. La sera prima di dormire sua madre entrava nella sua stanza e le leggeva una storia. Col tempo questo loro passatempo è cresciuto, come era cresciuta lei. Si commosse ripensando a quanto amore le legava. Si mise a piangere silenziosamente, ma non perché fosse triste, ma di gioia. Perché sapeva che nonostante la distanza il loro legame non si sarebbe spezzato. Era un legame che nessuno avrebbe potuto scalfire. Continuò ad accarezzare la copertina del libro, senza aprirlo; lo contemplò e studiò ogni minimo dettaglio; non aveva intenzione di piangere, avrebbe smesso volentieri, ma non ci riusciva. Decise di concentrarsi sul focolare dinanzi a lei nella speranza di fermare le lacrime incombenti che le rigavano il viso.*

  • Daenerys_Martin

    Serpeverde

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 9
    Galeoni: 49
       
       

    [Sotterraneo Serpeverde - Camera di Daenerys]

    *Daenerys riaprì gli occhi per l'ennesima volta, terribilmente annoiata. Non aveva niente da fare dato che lezioni della mattina le aveva superate con abbastanza grinta, ma ora aveva alcune ore libere che non riusciva a riempire con nulla. Hogwarts, pur essendo una scuola, non le era mai parso un posto noioso; anzi lo considerava un luogo davvero intrigante, pieno di meraviglie da ammirare e di misteri da svelare. Un luogo Storico, Misterioso, Intenso. Ma allora perché la quindicenne continuava a contare e a sbuffare in preda alla noia più totale? Si alzò dal letto con non poca difficoltà raggiungendo la sua gatta nera.*

    Ma ultimamente dormi sempre tu?

    *Disse con un piccolo sorriso divertito rivolgendosi alla gatta. Quest'ultima, il cui nome era Kali, come unica risposta ebbe un piccolo risveglio, accompagnato da un miagolio forzato e un ritorno nel mondo dei sogni. Il felino era solito a girovagare per il castello sparendo per ore e ore, senza farsi vedere dalla padrona, per poi risbucare fuori improvvisamente, come se nulla fosse. Mentre negli ultimi giorni stava passando il suo tempo a dormire, nonostante non desse segni di stare male, dato che quando si svegliava era sempre tranquilla come al suo solito. Daenerys decise di lasciarla dormire in pace e camminò fuori dalla stabza. Scese le scalette verso la Sala Comune, ma trovandola decisamente piena, decise di cercare un posto più appartato. Attraversato il ritratto della sua Casata, si trovò nel corridoio dei sotterranei e li le gambe iniziarono a muoversi a zonzo, senza ricevere ordini precisi dalla testa. Salì e scese scale, percorse corridoi, sbucò in qualche vicolo cieco, ma di un posto giusto neanche l'ombra. Stava vagando su per il quarto piano, quando la miglior cosa che le potesse saltare in mente, le si materializzò davanti agli occhi, come un'isola per un naufrago. La biblioteca, che risultò immediatamente come la soluzione alla sua noia.*


    [Quarto piano - Biblioteca]

    *Entrò dentro, con i suoi soliti passi eleganti e sensuali, tipico di ragazze di stirpe nobile come lei, cercando di nascondere il sorriso che le illuminava il volto. Prese a girare tra i reparti, con la chiara intenzione di perdersi in quel labirinto di conoscenza e fantasia, inebriata dal profumo dell'inchiostro, della carta antica e perché no, anche di un po' di muffa e polvere.
    Non sapeva cosa leggere, aveva una scelta immensa, spesso le letture andavano di pari passo con il suo amore, ma quella volta non sapeva nemmeno lei cosa cercare, forse qualcosa di complicato per farla pensare meno, e a quella richiesta silenziosa trovò un vecchio tomo, che forse pesava quanto lei, molto antico, con la copertina in cuoio con disegni elaborati, scese dalla scala e l'aprì. Si trattava de “Il libro di Enoch”; il libro che racconta dettagliatamente il fatto presentato dalla Bibbia come "La Caduta degli Angeli Ribelli". Parla poi di Enoch come del Figlio prediletto del "Signore" (non Dio), e risale ad un tempo preistorico nel quale non c'era ancora il concetto di "anima". Racconta inoltre, dettagliatamente, di eventi catastrofici prediluviani (oltre 10.000 anni) e di guerre spaziali. Tutti i racconti derivano dal fatto che Enoch è stato rapito ed è stato informato "direttamente" sui segreti della creazione, da cosiddetti Angeli e dallo stesso Signore dei Signori. Inoltre egli parla delle sue osservazioni personali.
    Lo conosceva quel libro ma ancora non aveva avuto l'occasione di leggerlo, seppur lei credesse in ben poco, l'interesse verso determinati argomenti era alto. A lei non importava se credeva o non credeva in certe cose, voleva comunque conoscere.
    Andò a cercare un tavolo libero, quel giorno la biblioteca era abbastanza affollata, ma nonostante questo il silenzio regnava sovrano. Notò alcuni posti liberi vicino al camino e ci si avvicinò, notando una ragazzina, probabilmente del primo anno, intenta a leggere il libro che teneva tra le mani. Daenerys si sedette cauta in un posto libero vicino a lei, sperando di non crearle fastidio. Guardando lo stemma sulla divisa poteva ben capire che si trattava di una sua concasata.*


    Spero non ti dia fastidio se mi siedo qui, oggi non c'è molta scelta di posti per sedersi.


    @Allison_Smith


  • Allison_Wealfoys

    Serpeverde

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 3
    Galeoni: 120
       
       

    *Allison era troppo presa per accorgersi che una ragazza le si era seduta accanto.*
    Spero non ti dia fastidio se mi siedo qui, oggi non c'è molta scelta di posti per sedersi
    *Allison si asciugò il viso con le mani, poi si voltò verso la ragazza, notando che era una sua compagna di casa. Allison scosse la testa e disse sorridendo*
    No; assolutamente nessun disturbo. Piacere, Allison Smith
    *si presentò. La Ragazza le ricordava amica che aveva da bambina Sembrava dolce, gentile e simpatica. Era contenta di fare amicizia con una sua concasata. Fino a quel momento si era solo concentrata sullo studio, sulle lezioni e sulla sua famiglia; le serviva un po' di svago: farsi nuove amiche, uscirci e parlarci, esporle i propri problemi e consigliarle con i loro. Sarebbe diventato il suo punto fisso.*
    Non ti ho visto spesso nella sala comune, bhe, non che io ci stia molto, preferisco stare all'aperto
    *Allison provò ad aprire una conversazione con la ragazza per conoscersi meglio. le sarebbe piaciuto fare amicizia con lei*
    @Daenerys_Martin,

  • Daenerys_Martin

    Serpeverde

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 9
    Galeoni: 49
       
       

    No; assolutamente nessun disturbo. Piacere, Allison Smith.

    *Rispose la ragazzina, allungandole la mano. Prima di farlo si era asciugata il viso, era sicuramente in procinto di piangere e lo si notava perfettamente dal fatto che c'erano alcune lacrime di troppo nei suoi occhi azzurri. Aveva dei begli occhi quella sua concasata, in effetti. Non che Daenerys potesse lamentarsi dato che anche lei li aveva molto chiari, anch'essi di un bellissimo e profondo azzurro che ricordava perfettamente l'oceano. Oh, quei suoi occhi così chiari e vivi erano come un'arma per lei, e tutti lo sapevano. Questi ti guardavano dritto nell’anima, come se conoscessero tutti i tuoi segreti. Difatti Daenerys sapeva sempre come farsi amare, far sentire speciali le persone. C'era chi, in un certo senso, diventava dipendente da lei. Era come una chiave, una chiave che poteva aprire tutte le porte, lei aveva tutto, riusciva in tutto. C'era solo un difetto in tutto ciò, ovvero il fatto che per ogni cosa che dava ne pretendeva il doppio, anche se non sempre. Lei in realtà non lo considerava un difetto. Aiutata dal suo viso dolce e dal suo bel sorriso, si dimostrava sempre un'ottima amica per chi lo meritava, ma anche una perfetta nemica per chi le si metteva contro. Alcune persone la adoravano, altre pensavano che ci fosse il diavolo nascosto dietro il suo viso d'angelo.*

    E' un piacere conoscerti, io sono Daenerys.
    Daenerys Lilith Martin.


    *Disse scandendo bene il suo nome e sottolineando anche il secondo. Non era solita a nominare il suo secondo nome, non le sembrava importante farlo conoscere dato che tanto veniva sempre chiamata con il primo. Anzi, a dirla tutta veniva chiamata con le abbreviazioni del primo; c'era chi la chiamava Dany, chi Nerys e chi Dae. C'era sicuramente una vasta scelta di soprannomi. Doveva ammettere a se stessa, però, che le piaceva anche il suo secondo nome. Trattava di un nome di origine antica, per gli antichi ebrei Lilith era la prima moglie di Adamo (quindi precedente ad Eva), che preferì fuggire dal Paradiso Terrestre piuttosto che sottomettersi alla volontà di Dio e di Adamo. Non volle giacere sotto al suo compagno in senso fisico e simbolico e così andò via. La cultura Medioevale non ci si mise molto a trasformare la figura di Lilith in quella di un demone. Nella religione mesopotamica Lilith è difatti il demone femminile associato alla tempesta, ritenuto portatore di disgrazia, malattia e morte. Daenerys aveva sempre prestato un interesse elevato per lei e questo mito in generale, e il nome l'aveva di conseguenza sempre affascinata, per questo non le dispiaceva averlo, anche se si chiedeva spesso se i genitori l'avessero fatto per il significato che aveva dietro o semplicemente perché era un nome che gli piaceva.*

    Non ti ho visto spesso nella sala comune, bhe, non che io ci stia molto, preferisco stare all'aperto.

    *Aggiunse poi Allison, che tra l'altro aveva anche lei davvero un bel nome. Daenerys passava molto del suo tempo all'aperto o in giro per il castello, ma anche la sala comune era spesso una meta fissa e per questo le era parsa strana l'affermazione della concasata, ma dopotutto Allison stessa aveva ammesso che lei non ci passava molto del tuo tempo, quindi la risposta era semplicemente quella. Se non la vedeva spesso era perché non c'era mai lei, e non Daenerys.*

    Be', credo che il motivo sia appunto che tu ci passi poco tempo, perché io mi faccio vedere spesso nella Sala Comune. Anche se lo devo ammettere, anche io preferisco stare all'aperto, o comunque in qualsiasi luogo che non mi rechi noia.

    @Allison_Smith


  • Allison_Wealfoys

    Serpeverde

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 3
    Galeoni: 120
       
       

    Be', credo che il motivo sia appunto che tu ci passi poco tempo, perché io mi faccio vedere spesso nella Sala Comune. Anche se lo devo ammettere, anche io preferisco stare all'aperto, o comunque in qualsiasi luogo che non mi rechi noia.
    *Spiegò la ragazza. Era sorprendente per Allison, quanto la ragazza le fosse sembrata così simile, caratterialmente, a lei solo a primo impatto. Allison non aveva mai avuto problemi a relazionersi con i suoi coetanei, neanche con le persone più grandi, ma da quando aveva messo piede a Hogwarts era cambiato tutto. Certo lei era rimasta la stessa, ma il suo rapportarsi con le persone le sembrava ad un tratto, quasi spaventoso; sembrava essere diventata timida tutto d'un colpo.*
    Anche io la penso come te. Infatti mi stavo annoiando a morte prima, così ho pensato di venire qui a leggere questo libro
    *Spiegò Allison alla sua nuova amica, indicando il libro che teneva ancora in mano. Poi aggiunse*
    Me lo ha regalato mia madre prima di partire. Con tutti quelli che mi ha regalato ha dovuto fare un incantesimo estensivo irriconoscibile al mio baule
    *Allison rise leggermente. Era buffa la faccia che aveva fatto sua madre quando lei le aveva chiesto come avrebbe fatto entrare tutti i libri nel baule. Ricordava anche che il suo fratellino più piccolo ci era caduto dentro e non riusciva più a salire*
    @Daenerys_Martin,

  • Daenerys_Martin

    Serpeverde

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 9
    Galeoni: 49
       
       

    Anche io la penso come te. Infatti mi stavo annoiando a morte prima, così ho pensato di venire qui a leggere questo libro. Me lo ha regalato mia madre prima di partire. Con tutti quelli che mi ha regalato ha dovuto fare un incantesimo estensivo irriconoscibile al mio baule.

    *Disse Allison ridacchiando dopo aver emesso quelle parole. Daenerys guardò il libro indicato dalla concasata, non riuscendo però a leggere il titolo sulla copertina essendo coperto dalla mano con la quale lo stava tenendo.*

    Di che libro si tratta?

    *Chiese con una lieve curiosità. A parte ciò, c'era un qualcosa che Daenerys aveva notato negli occhi di Allison. La bionda era molto brava a capire le persone, a scoprire i loro caratteri e a leggere fino in fondo la storia che c'è dietro ognuno di loro, anche se, ovviamente, non poteva farlo in soli pochi minuti. Non conosceva il carattere di quella ragazzina, aveva solo notato una leggere timidezza nelle sue parole, una timidezza che sembrava aver buttato fuori improvvisamente, forse non abituata ad averla. Questo a Daenerys non era mai accaduto, lei non era mai stata timida in tutta la sua vita e questo lo considerava un gran pregio, perché la timidezza era un ostacolo per le persone. Comunque sia, non conosceva quell'undicenne e non poteva ancora giudicarla per bene, come non poteva sapere se si somigliassero o meno caratterialmente. Sta di fatto che su questo fatto era quasi abbastanza sicura che fossero un po' diverse, ma dopotutto se Allison era stata smistata nella sua stessa casa qualcosa in comune dovevano avere, e sicuramente si trattava di alcuni dei tratti principali dei figli di Salazar. Aveva intenzione di conoscerla meglio, di scavare più a fondo. Non sapeva se considerarla ancora un'amica, anche perché molti ad Hogwarts consideravano Daenerys tale quando in realtà lei era molto indifferente nei loro confronti. C'era per loro se ne avevano bisogno, ma non sapeva se considerare ciò una sorta di amicizia o se semplicemente le faceva comodo avere la loro fiducia per realizzare i suoi scopi. Non era molto brava ad affezionarsi alle persone, quell'affetto che solitamente lei mostrava era solo ciò che gli altri volevano vedere, sta di fatto che anche lei ne era capace. Lei era capace di affezionarsi davvero e quando accadeva faceva di tutto per tenersi stretta la persona a cui voleva bene.*

    Ovviamente solo se vuoi dirmelo.


    *Aggiunse infine. Dopotutto poteva riguardare qualsiasi cosa quel libro, magari un semplice libro con una semplice storia, o magari poteva contenere cose molto importanti di cui Allison non voleva parlare. Poteva riguardare qualsiasi cosa, poteva essere importante o meno, farlo sapere a Daenerys stava soltanto a quella verde-argento del primo anno.*


    @Allison_Smith


  • Allison_Wealfoys

    Serpeverde

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 3
    Galeoni: 120
       
       

    Di che libro si tratta?
    *Chiese la bionda seduta con lei. Allison aveva notato che la bionda aveva degli occhi simili ai suoi; anche se quelli della sua concasata erano più simili all'oceano, mentre quelli di Allison erano più come il cielo durante una giornata d'estate. Sua madre le diceva sempre.*
    Il mio piccolo angelo con gli occhi finestre dell'estate
    *Allison le rispondeva sorridendole dicendole che non voleva che la chiamasse così.*
    Ovviamente solo se vuoi dirmelo
    *Allison annui, si era un po' persa tra i suoi pensieri, senza preoccuparsi della ragazza che aveva davanti. le sorrise e rispose*
    Si intitola "Tutti i difetti che amo di te". è la storia di un avvocato alla quale viene affidata la custodia di un uomo che spende tutto il patrimonio della sua famiglia in bevute con gli amici e alcool. Lui vuole far impazzire lei così che getti la spugna, così decide di trasferirsi a casa sua. Questa convivenza però non fa altro che farli innamorare sempre di più. Alla fine si mettono insieme. Mi piace molto perché da piccola, e anche adesso voglio diventare un avvocato, e in più è stato il primo libro che ho letto. Amo leggere; per questo amo stare in biblioteca; anche se nelle belle giornate preferisco leggere all'aperto
    *Allison ricordò il giorno in cui suo padre e sua madre le avevano regalato questo libro. Pensò di avere gli occhi a cuoricino.
    @Daenerys_Martin,

  • Allison_Wealfoys

    Serpeverde

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 3
    Galeoni: 120
       
       

    Di che libro si tratta?
    *Chiese la bionda seduta con lei. Allison aveva notato che la bionda aveva degli occhi simili ai suoi; anche se quelli della sua concasata erano più simili all'oceano, mentre quelli di Allison erano più come il cielo durante una giornata d'estate. Sua madre le diceva sempre.*
    Il mio piccolo angelo con gli occhi finestre dell'estate
    *Allison le rispondeva sorridendole dicendole che non voleva che la chiamasse così.*
    Ovviamente solo se vuoi dirmelo
    *Allison annui, si era un po' persa tra i suoi pensieri, senza preoccuparsi della ragazza che aveva davanti. le sorrise e rispose*
    Si intitola "Tutti i difetti che amo di te". è la storia di un avvocato alla quale viene affidata la custodia di un uomo che spende tutto il patrimonio della sua famiglia in bevute con gli amici e alcool. Lui vuole far impazzire lei così che getti la spugna, così decide di trasferirsi a casa sua. Questa convivenza però non fa altro che farli innamorare sempre di più. Alla fine si mettono insieme. Mi piace molto perché da piccola, e anche adesso voglio diventare un avvocato, e in più è stato il primo libro che ho letto. Amo leggere; per questo amo stare in biblioteca; anche se nelle belle giornate preferisco leggere all'aperto
    *Allison ricordò il giorno in cui suo padre e sua madre le avevano regalato questo libro. Pensò di avere gli occhi a cuoricino.*
    A te piace leggere?
    *Chiese la rossa alla bionda. Avrebbero potuto parlare di letteratura se fossero diventate amiche*
    @Daenerys_Martin,

  • Daenerys_Martin

    Serpeverde

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 9
    Galeoni: 49
       
       

    […] Mi piace molto perché da piccola, e anche adesso voglio diventare un avvocato, e in più è stato il primo libro che ho letto. Amo leggere; per questo amo stare in biblioteca; anche se nelle belle giornate preferisco leggere all'aperto.

    *Daenerys ascoltò con attenzione le parole di Allison, che le raccontò la trama del libro. Non ne aveva mai sentito parlare prima, probabilmente l'autore, maschio o femmina che fosse, era un babbano. Anche se lei ne conosceva fin troppi di libri babbani e ne aveva letti a bizzeffe, ma conosceva bene anche quelli del mondo magico ed era sicura che questo non ne faceva parte. Lo sguardo di Daenerys rimase però un po' confuso nel momento in cui la ragazzina le aveva detto quale lavoro avrebbe voluto fare da grande.*

    Hai parlato di questa donna che fa l'avvo-qualcosa, che è lo stesso lavoro che vorresti fare tu da grande.. Solo che, scusa se te lo chiedo, ma in cosa consiste?
    Scusa per la domanda, ma era mia nonna quella ossessionata dalle usanze babbane, io ne conosco un paio, ma ci sono alcune cose di cui sinceramente non so davvero nulla. La mia è una delle più antiche famiglie purosangue della Gran Bretagna, e a parte mia nonna il resto dei miei familiari non ha mai avuto buon occhio per i babbani, per questo le mie conoscenze sono sempre rimaste abbastanza limitate.


    *Spiegò Daenerys, non entrando completamente nei dettagli riguardo la sua famiglia. Sicuramente parlare dei suoi genitori e del resto dei suoi parenti non avrebbe fatto stare la concasata più tranquilla, perché nella famiglia Martin c'era tutto tranne che brave persone. Solo la sua cara e defunta nonna Lorraine si distingueva da tutti. Le mancava così tanto.
    Il lavoro che aveva nominato Allison la bionda non sapeva minimamente in cosa consistesse, era sicura che non facesse parte del mondo magico dato che i loro lavori li conosceva praticamente tutti, ed è per questo motivo che andò sicura sul fatto che appartenesse ai “non magici”.*

    E per quanto riguarda il fatto che ami leggere, ti capisco. Forse all'apparenza non sembro la tipica amante della lettura, ma in realtà è così, amo i libri.


    @Allison_Smith




    Ultima modifica di Daenerys_Martin oltre 1 anno fa, modificato 1 volta in totale


  • Allison_Wealfoys

    Serpeverde

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 3
    Galeoni: 120
       
       

    [color=olive][color=green][color=yellow][color=brown][color=orange][color=red]*Mentre Allison spiegava il lavoro che avrebbe voluto fare da grande notò che Daenerys la guardava in modo interrogativo. Probabilmente non capendo a cosa si stesse riferendo.*
    [color=darkred]Hai parlato di questa donna che fa l'avvo-qualcosa, che è lo stesso lavoro che vorresti fare tu da grande.. Solo che, scusa se te lo chiedo, ma in cosa consiste?
    Scusa per la domanda, ma era mia nonna quella ossessionata dalle usanze babbane, io ne conosce un paio, ma ci sono alcune cose di cui sinceramente non so davvero nulla. La mia è una delle più antiche famiglie purosangue della Gran Bretagna, e a parte mia nonna il resto dei miei familiari non ha mai avuto buon occhio per i babbani, per questo le mie conoscenze sono sempre rimaste abbastanza limitate.

    *I dubbi di Allison sparirono appena la ragazza finì di parlare. Si aspettava infatti che non vi fossero molti Serpeverde che conoscessero il mondo babbano.*
    L'avvocato, Daenerys, è una persona che difende un'altra persona quando commette dei reati. viene anche chiamato testimone per la difesa. Mi piace molto la legge, per questo mi piacerebbe diventare avvocato. Comunque neanche io ho molta familiarità col mondo babbano, ma mia zia Forgine ne è praticamente ossessionata, perciò qualche cosa la so anche io
    *Spiegò la ragazza. Era sempre stata in qualche modo attratta dal mondo babbano, ma pur non essendo seguaci di Voldemort, i suoi genitori erano pur sempre dei maghi Purosangue; e in quanto tali non avevano permesso ai loro figlli di studiare i babbani prima di entrare ad Hogwarts. Ad Allison non era mai importato molto studiarli; preferiva osservarli e cercare di capirli*
    E per quanto riguarda il fatto che ami leggere, ti capisco. Forse all'apparenza non sembro la tipica amante della lettura, ma in realtà è così, amo i libri.
    *Aggiunse la ragazza quando Allison ebbe finito di spiegarle cosa fosse un avvocato. Allison era felice di aver trovato una nuova amica, era sicura che sarebbero andate d'accordo. Dopodchè guardò l'ora e decise che era il caso di andare via dalla Biblioteca*
    Adesso devo proprio andare, mi è piaciuto parlare con te Daenerys. Spero di incrociarti in sala comune, e poi magari potremmo andare a prenderci una Burrobirra insieme qualche volta
    *Allison salutò la bionda. Poi si alzò, tenendo il libro saldamente tra le mani; dopodiché le sorrise e se ne andò*

  • Allison_Wealfoys

    Serpeverde

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 3
    Galeoni: 120
       
       

    *Mentre Allison spiegava il lavoro che avrebbe voluto fare da grande notò che Daenerys la guardava in modo interrogativo. Probabilmente non capendo a cosa si stesse riferendo.*
    Hai parlato di questa donna che fa l'avvo-qualcosa, che è lo stesso lavoro che vorresti fare tu da grande.. Solo che, scusa se te lo chiedo, ma in cosa consiste?
    Scusa per la domanda, ma era mia nonna quella ossessionata dalle usanze babbane, io ne conosce un paio, ma ci sono alcune cose di cui sinceramente non so davvero nulla. La mia è una delle più antiche famiglie purosangue della Gran Bretagna, e a parte mia nonna il resto dei miei familiari non ha mai avuto buon occhio per i babbani, per questo le mie conoscenze sono sempre rimaste abbastanza limitate.

    *I dubbi di Allison sparirono appena la ragazza finì di parlare. Si aspettava infatti che non vi fossero molti Serpeverde che conoscessero il mondo babbano.*
    L'avvocato, Daenerys, è una persona che difende un'altra persona quando commette dei reati. viene anche chiamato testimone per la difesa. Mi piace molto la legge, per questo mi piacerebbe diventare avvocato. Comunque neanche io ho molta familiarità col mondo babbano, ma mia zia Forgine ne è praticamente ossessionata, perciò qualche cosa la so anche io
    *Spiegò la ragazza. Era sempre stata in qualche modo attratta dal mondo babbano, ma pur non essendo seguaci di Voldemort, i suoi genitori erano pur sempre dei maghi Purosangue; e in quanto tali non avevano permesso ai loro figlli di studiare i babbani prima di entrare ad Hogwarts. Ad Allison non era mai importato molto studiarli; preferiva osservarli e cercare di capirli*
    E per quanto riguarda il fatto che ami leggere, ti capisco. Forse all'apparenza non sembro la tipica amante della lettura, ma in realtà è così, amo i libri.
    *Aggiunse la ragazza quando Allison ebbe finito di spiegarle cosa fosse un avvocato. Allison era felice di aver trovato una nuova amica, era sicura che sarebbero andate d'accordo. Dopodchè guardò l'ora e decise che era il caso di andare via dalla Biblioteca*
    Adesso devo proprio andare, mi è piaciuto parlare con te Daenerys. Spero di incrociarti in sala comune, e poi magari potremmo andare a prenderci una Burrobirra insieme qualche volta
    *Allison salutò la bionda. Poi si alzò, tenendo il libro saldamente tra le mani; dopodiché le sorrise e se ne andò*
    @Daenerys_Martin,

  • Daenerys_Martin

    Serpeverde

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 9
    Galeoni: 49
       
       

    L'avvocato, Daenerys, è una persona che difende un'altra persona quando commette dei reati. viene anche chiamato testimone per la difesa. Mi piace molto la legge, per questo mi piacerebbe diventare avvocato. Comunque neanche io ho molta familiarità col mondo babbano, ma mia zia Forgine ne è praticamente ossessionata, perciò qualche cosa la so anche io.

    *Daenerys ascoltò con attenzione, le faceva sempre piacere imparare nuove cose, anche se si trattava dei babbani e i suoi genitori non avrebbero mai accettato che le si interessasse così tanto a loro. Per la sua famiglia era già un dispiacere avere sua nonna che quando era viva era ossessionata da loro, tanto che lavorava al Ministero della Magia nell'uffico per l'Uso Improprio dei Manufatti dei Babbani.*

    Non hai molta familiarità? Quindi sei purosangue? In questo caso è davvero una novità conoscere una purosangue che vuole lavorare nel mondo babbano.

    *Disse pensando ai suoi genitori e al fatto che probabilmente avrebbero fatto di tutto per non permetterglielo, lei sicuramente non sarebbe rimasta sotto i loro obblighi dopo il percorso ad Hogwarts, ma sta di fatto che non si sarebbe comunque unita ai babbani e avrebbe scelto un lavoro dei maghi. Chissà, magari proprio al Ministero della Magia. Improvvisamente, senza rispondere alle sue domande, Allison guardò l'ora e dopodiché si alzò, salutando Daenerys.*

    Adesso devo proprio andare, mi è piaciuto parlare con te Daenerys. Spero di incrociarti in sala comune, e poi magari potremmo andare a prenderci una Burrobirra insieme qualche volta

    *E se ne andò. Nonostante se ne fosse andata improvvisamente, lasciando un po' la loro conversazione a metà, Daenerys decise di non farci caso. Si sarebbero rincontrare nella Sala Comune e magari sarebbero andate a prendere quella burrobirra da Allison nominata. Aprì il libro che minuti prima aveva preso da uno scaffale e iniziò a leggere, sparendo completamente dalla realtà e immergendosi in quel fantastico testo.*


    @Allison_Smith