• Stefano_Draems

    Fondatore Amministratore Ministro Ad Honorem Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 16
    Galeoni: 584673
       
       



    Role Aperta da Jane_Casterwill


  • Jane_Casterwill

    Grifondoro Insegnante Responsabile di Casa

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 7
    Galeoni: 819
       
       

    [GREMLIN WALCK- CASTERWILL'S KITCHEN]




    *Nel ristorante delle sorelle Casterwill il caos regnava sovrano da qualche ora ormai. Quel giorno infatti la giovane Jane era alle prese con i preparativi per un evento speciale: una lezione di cucina.

    Come al solito la ragazza voleva che tutto fosse perfetto, anche il più piccolo attrezzo da cucina doveva essere al suo posto, dalle pentole fino agli stampi a espulsione. Il problema era che per sistemare tutto era lei quella in uno stato disastroso. Se qualcuno l'avesse vista in quel momento si sarebbe sicuramente spaventato! I capelli arruffati che scappavano dalla cuffia, che aveva indossato appena arrivata, i vestiti “da lavoro” tutti sporchi e stropicciati, per non parlare delle condizioni del suo viso. La Grifondoro non aveva chiuso occhi quella notte, che invece aveva passato su i tanti libri di cucina che si era procurata alla ricerca di qualche idea e si era recata presto al villaggio di Hogsmeade per poter organizzare tutto. Quando le era venuta la splendida idea di organizzare l'evento non aveva calcolato i rischi per la sua salute, più mentale che fisica. Infatti era da giorni che cercava senza sosta tutto quello di cui aveva bisogno, dalle ricette da insegnare fino agli ingredienti freschi che quella mattina stessa era andata a recuperare al mercato. Non capitava spesso che il locale di Jane fosse pieno di gente, certo i clienti c'erano ma una “festa” del genere avrebbe attirato più persone, o almeno ci sperava.
    Quindi la giornata dalla quindicenne era cominciata molto presto ed era ben evidente dalle sue condizioni disastrate. Certamente ne sarebbe valsa la pena!*

    Allora...questo va qui...le pentole qua....perfetto ho finito!

    *Esclamò allegra la ragazza, guardandosi attorno, però...*



    No scherzavo!

    *Dovette correggersi subito, perché mancava ancora qualcosa, cioè le ultime pulizie. Spostare scatoloni e altre cianfrusaglie non causava solo un gran baccano, ma anche molto sporco e polvere per tutto il locale. Così Jane dovette nuovamente mettersi all'opera.
    Pulì tutto, compresi gli utensili da cucina, per almeno una decina di volte. Infondo c'era un motivo se sua sorella Effie la prendeva sempre in giro, o no? E quel motivo era proprio l'ossessione per il voler fare le cose alla perfezione, come in quel caso. Se anche lei fosse stata li in quel momento probabilmente Jane l'avrebbe vista comodamente seduta su una sedia mentre rideva osservando la ex rossa correre da una parte all'altra del locale. Il solo pensiero la fece sorridere, ma il suono della sveglia, che lei stessa aveva programmato per quell'ora, la fece sussultare. Era il segnale che era arrivato il momento anche per lei di prepararsi. Di conseguenza afferrò al volo un borsone che si era portata via, dove dentro c'era tutto quello di cui aveva bisogno per un restauro con i fiocchi, sopratutto per i suoi poveri capelli.
    Indossò una semplicissima camicia bianca e dei pantaloni neri, che intanto sarebbero stati poi coperti dal grembiule che era solita portare quando era al ristorante. I capelli sciolti, che poi avrebbe nuovamente raccolto e coperto con una cuffia, dato che teneva all'igiene. E finalmente tutto era pronto.*



    * Il secondo piano del locale era stato perfettamente attrezzato per l'occasione, Jane si era resa presentabile, mancavano solo gli ospiti.
    Così decise di attendere il loro arrivo fuori dal locale, al coperto sotto la piccola tettoglia visto che in quel momento pioveva. Allora scese le scale, molto emozionata e nervosa dato che era abituata a cucinare da sola, dove nessuno poteva vederla e quindi libera di combinare qualsiasi disastro. Una cosa che quel giorno non poteva permettersi.*

    ”Niente farina e uova fra i capelli oggi Jane, chiaro? Cerca di essere un po' professionale!”

    *Si disse mentre finalmente apriva la porta di ingresso del ristorante, pronta per accogliere i primi ospiti.*



    @Percy_Smith, @Sinfo_Arfen, @Keith_Connington, @Lumos_Glow, @Marina_Lightwood, @Jack_Turbin, @Allison_Smith, @Daenerys_Martin, @Lavinia_Grent, @Robert_Dippett, @Charlotte_Mills, @Samus_Ferrerus, @Achilles_Davids, @Dragonis_Witch, @Sylvia_Turner, @Gabriel_Master, @Claire_Biovero, @Marcus_Largh,


  • Percy_Smith

    Serpeverde Ad Honorem Insegnante Giornalista Moderatore Web

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 10
    Galeoni: 158
        Percy_Smith
    Serpeverde Ad Honorem Insegnante Giornalista Moderatore Web
       
       

    [STANZA DI PERCY - DORMITORIO MASCHILE DEI SERPEVERDE]




    *Quel giorno pioveva, i tuoni e i lampi non se ne andavano di certo dopo qualche minuto.
    Il tempo sarebbe rimasto così com'era per tutta la giornata!
    Un vero strazio pensava Percy...
    Fortunatamente però, in quella giornata il quindicenne aveva un impegno abbastanza importante, la lezione di cucina dalla giovane Jane Casterwill, coetanea di Percy.
    Il quindicenne si cambiò e cercò di essere elegante con i vestiti anche se quel tipo di abbigliamento che si era messo non c'entrava niente con la cucina.*

    [GREMLIN WALCK- CASTERWILL'S KITCHEN]


    Finalmente che mi sono portato l'ombrello babbano a Hogwarts quando mi sono trasferito

    *Mentre stava camminando, ed era giunto quasi alla porta, quest'ultima si apri di scatto e mostrò la quindicenne dei Grifondoro nonchè proprietaria del ristorante.
    La saluto con la mano e corse verso di lei.*

    Jane! Eccomi, spero di non essere in ritardo!



    @Jane_Casterwill,




    Ultima modifica di Percy_Smith oltre 1 anno fa, modificato 1 volta in totale


  • Achilles_Davids

    Serpeverde Membro del Consiglio di Hogsmeade

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 7
    Galeoni: 783
       
       

    [DORMITORIO DI SERPEVERDE]

    * Pioveva a dirotto, in quel freddo mercoledì di inizio marzo. La primavera si era probabilmente persa per strada. Achilles si preparò a lasciare l'accogliente sotterraneo, per avventurarsi a Hogsmeade. Lasciò il suo gatto intento a sonnecchiare su una poltrona, si sistemò il mantello e uscì. *

    [GREMLIN WALCK- CASTERWILL'S KITCHEN]

    * Achilles arrivò di fronte al ristorante e vide che la proprietaria, Jane, li attendeva di fronte all'ingresso, al riparo di una tettoia. Le si avvicinò e si abbassò il cappuccio del mantello, ormai fradicio, cercando di non gocciolare dappertutto. Quel giorno era stata allestita una lezione di cucina. Sebbene non avesse grosse esperienze in materia aveva provato interesse. E aveva deciso di partecipare. Achilles si guardò intorno e, non appena vide l'organizzatrice di quella lezione, le andò incontro per salutarla. *

    Ciao Jane, come stai? Tempo da lupi oggi. Ma per la lezione vale la pena di prendere un po' di pioggia

    @Jane_Casterwill



    Ultima modifica di Achilles_Davids oltre 1 anno fa, modificato 1 volta in totale


  • Charlotte_Mills

    Serpeverde Amministratore Preside Ad Honorem Insegnante Moderatore Web Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 10
    Galeoni: 362886
       
       

    *Charlotte era un disastro. Ormai negli ultimi mesi non era più presente come voleva nella vita quotidiana di quel villaggio. Era solita passare dal panettiere per comprare cornetti e dolcetti, ma nelle ultime settimane aveva avuto talmente tanto da fare che anche i compiti più semplici, al di fuori di Hogwarts, non li svolgeva per carenza di tempo e voglia.
    Quel giorno però la ventisettenne non aveva messo piede al castello, ma aveva passato tutta la sua giornata nel villaggio limitrofo. Sapeva che quel giorno doveva recarsi al negozio di Jjne.
    Conosceva Jane molto bene e mai sarebbe mancata ad un evento organizzato da lei, soprattutto se riguardava il cibo.
    Quella era una lezione di cucina, perfetta per Charlotte che non era in grado neppure di cuocere neppure un biscotto. Sua madre non aveva mai insegnato alla figlia quell'arte prevalentemente babbana e che nel mondo magico svolgevano gli elfi, per le famiglie Purosangue ovviamente.
    Per lei c'era sempre stato Milo il suo Elfo Domestico, ma da quando iniziava ad accusare malanni tipici dell'età, Charlotte aveva deciso di imparare qualcosa di cucina. Aveva imparato a sbucciare la verdura, a fagliarla e cuocerla in quell'attrezzo strano chiamato forno.*

    Buon pomeriggio.
    Ciao Jane.



    *Disse la donna salutando quella Grifondoro e successivamente gli altri presenti.
    Tra di loro c'erano Achilles e Percy, due Serpeverde. Li conosceva entrambi, ma meglio il secondo con cui aveva vuoto un''interessane conversazione qualche giorno prima proprio sulla riva del lago Nero su cui affacciava il castello di Hogwarts.
    La professoressa chiuse il suo ombrello che, in giornate come quella si portava sempre dietro, e lo ripose in un angolo della stanza insieme agli altri. Erano giorni interi che pioveva. Alcune volte capitava che smettesse di diluviare, ma per poi ricominciare poco dopo.*


    @Achilles_Davids, @Percy_Smith, @Jane_Casterwill,


  • Marina_Lightwood

    Grifondoro Insegnante Responsabile di Casa

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 7
    Galeoni: 1831
       
       

    *Pioveva a dirotto e dalla finestra della biblioteca si vedeva Hogwarts deserta. Marina guardò l'orologio. Come al solito era in ritardo. Quel pomeriggio piovoso aveva deciso di partecipare a una lezione di cucina al Casterwill's Kitchen. Il ristorante in questione era di proprietà di Jane Casterwill, il prefetto di Grifondoro, che aveva conosciuto la prima sera che era arrivata ad Hogwarts. Di tutta fretta, la giovane Grifondoro prese il mantello e la borsa, e si avviò verso l'uscita. Arrivati al cancello, alzò il cappuccio del mantello e corse.*



    *Quanto avrebbe voluto saper smaterializzarsi, almeno sarebbe arrivata direttamente all'interno del ristorante, senza inzupparsi come un pesce. Giunta sulla strada principale di Hogsmead, si guardò intorno e, in poco tempo, individuò il Casterwill's Kitchen. La porta era aperta! Sull'uscio tolse il mantello inzuppato d'acqua e si pulì le scarpe su uno zerbino con la scritta Welcome dorata. Sorrise. Le ricordava tanto casa sua. Il pensiero volò subito ai suoi genitori adottivi. Se era lì. a lezione di cucina, era proprio per impressionare loro che, da quando avevano scoperto che Marina era una strega, sembravano più distanti. La ragazzina sperava che se avesse imparato a cucinare, forse li avrebbe impressionati, e si sarebbero accorti di lei, come facevano un tempo. Scosse la testa per scacciare via quei pensieri e si incamminò verso la stanza principale.*

    Ciao Jane, non so se ti ricordi di me, ma forse no. Comunque sono anche io una Grifondoro. Complimenti per il tuo ristorante, è davvero carino e accogliente.

    *disse sorridendo. Si voltò e si accorse che c'erano altri partecipanti al corso. Due ragazzi che lei non conosceva e, la professoressa Mills.*

    Salve Professoressa Mills, è un piacere rivederla.

    *si rivolse alla donna. Era una delle sue insegnanti preferite: molto severa all'apparenza, am sotto quella corazza c'era una donna forte. Così l'aveva sempre vista Marina.*

    Ehm, ciao ragazzi. Io sono Marina, piacere di conoscervi.

    *Si voltò verso i due ragazzi e si presentò. Tutti adesso aspettavano che Jane desse iniziò alla tanto attesa lezione di cucina. Marina sperava soltanto di non mandare a fuoco il ristorante della ragazza.*

    @Charlotte_Mills, @Jane_Casterwill, @Percy_Smith, @Achilles_Davids,



    Ultima modifica di Marina_Lightwood oltre 1 anno fa, modificato 1 volta in totale


  • Achilles_Davids

    Serpeverde Membro del Consiglio di Hogsmeade

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 7
    Galeoni: 783
       
       

    * Achilles si accorse rapidamente come fosse tra i primi ad essere arrivato quel giorno. Riconobbe Percy Smith, un suo compagno di casa, più grande di lui di un paio d'anni. I loro sguardi si incrociarono e lo salutò con un cenno. Un attimo dopo la porta si aprì nuovamente ed entrò Charlotte Mills, professoressa di Arti Oscure, la sua materia preferita. Si avvicinò a lei e la salutò. Nonostante fosse anche lei una Serpeverde, era pur sempre una professoressa, così il ragazzo si sforzò di apparire serio: *

    Buongiorno Professoressa. Come sta? Oggi sarà anche lei una studente di cucina, o collaborerà con Jane Casterwill?

    * Successivamente entrò una Grifondoro. Non aveva mai parlatocon lei ma, essendo coetanei, l'aveva già vista a lezione. Il suo non era un volto nuovo. La ragazza si presentò: *

    Ehm, ciao ragazzi. Io sono Marina, piacere di conoscervi.

    E' un piacere conoscerti, Marina. Io sono Achilles. Sbaglio o sei del terzo anno? Mi sembra di averti già vista a lezione.

    @Charlotte_Mills, @Jane_Casterwill, @Percy_Smith, @Marina_Lightwood

  • Marina_Lightwood

    Grifondoro Insegnante Responsabile di Casa

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 7
    Galeoni: 1831
       
       

    *Il ragazzo dai capelli corti allungò la mano per primo e si presentò.*

    E' un piacere conoscerti, Marina. Io sono Achilles. Sbaglio o sei del terzo anno? Mi sembra di averti già vista a lezione.

    *Marina lo guardò meglio. In realtà non aveva un viso sconosciuto,anzi i suoi occhi blu le erano familiari.*

    Ciao Achilles, si terzo anno anche io. In realtà hai un viso che non mi è affatto nuovo, ma non ricordo quale lezione abbiamo frequentato insieme. Purtroppo sono una sbadata, dimentico qualsiasi cosa.

    *sorrise la ragazza. Ancora qualche briciolo di timidezza cercava di spuntare fuori, tentando di creare quella corazza protettiva che Marina, da quando era a Hogwarts, aveva fatto di tutto per rompere. Si ricordò dei suoi primi giorni nella scuola, una timida ragazzina che camminava a testa bassa per evitare di parlare con qualcuno. Ora era tutto diverso; riusciva facilmente a fare amicizia con gli altri e, soprattutto, agli altri piaceva stare con lei.*

    Come mai hai deciso di frequentare una lezione di cucina? È così strano che i maschi vogliano imparare a cucinare. Ti avrei immaginato più un tipo da campo di Quidditch.

    *sorrise. Di certo non voleva essere sessista, ma solitamente tutti i maschi che aveva incontrato non facevano altro che parlare di Quidditcn, non si interessavano ad altro. Mentre rifletteva su questo, iniziò a prendere da un tavolo le cose che gli sarebbero servite. Non sapeva da dove cominciare, così prese una pentola, un mestolo e alcuni contenitori. Li appoggio sul tavolo che si era scelta e iniziò a sistemarli. Achilles stava posando le sue cose sul tavolo accanto.*

    Ehi Achilles, conosci l'incantesimo per spegnere un fuoco?

    *chiese Marina con un espressione seriosa.*

    Credo che ne avremo bisogno!



    *disse ironicamente. Entrambi sorrisero. Ne era sicura, avrebbe fatto una figuraccia. Almeno non era sola!*

    @Achilles_Davids,



    Ultima modifica di Marina_Lightwood oltre 1 anno fa, modificato 1 volta in totale


  • Daenerys_Martin

    Serpeverde Insegnante Responsabile di Casa

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 9
    Galeoni: 299
       
       

    [Hogwarts – Sotterraneo Serpeverde – Stanza di Daenerys]

    *Stiracchiò le braccia e alzò la schiena dal morbido materasso per sedersi. Aveva nuovamente dormito poco durante la notte. I suoi sogni erano alquanto discutibili e, sicuramente, nemmeno un bravo psicologo avrebbe potuto capire c'è che la sua mente produceva. Sospirò e si guardò attorno; le sue compagne di stanza dormivano ancora e, lei, per non disturbarle dal loro ben sonno, decise di passare le prime orette libere di quel mercoledì di marzo leggendo un po'. Si mise su una poltroncina della loro stanza, lontana dai letti delle compagne, e con la bacchetta si illuminò il libro che aveva appena preso dal cassetto del suo comodino. Passò così la prima metà della mattinata. Durante la seconda dovette dovette fare a meno di leggere per partecipare alle lezioni, ma finite quelle pranzò e tornò nella sua stanza del dormitorio. Una delle sue compagne quella mattina era rimasta in stanza, aveva saltato le lezioni a causa della febbre.
    Daenerys rimase per un po' immobile davanti all'armadio, non sapeva cosa indossare. Mancava un'ora alle 15:00 e lei si sarebbe dovuta recare al Casterwill's Kitchen per la lezione di cucina. Non sapeva precisamente perché volesse partecipare, forse il motivo era che al massimo sapeva preparare qualche dolcetto, questo solo perché da piccola, a Villa Martin, spesso andava in cucina ad osservare la loro elfa domestica mentre cucinava. Qualche volta, quando i genitori non erano in casa, l'elfa domestica di nome Althea si faceva aiutare dalla piccola Martin, sotto richiesta di quest'ultima. I genitori non erano mai venuti a saperlo, anche perché non sarebbero stati affatto d'accordo.
    Alla fine optò per qualcosa di semplice: una magliettina nera infilata dentro ad un jeans a vita alta, dei stivaletti neri con tacchetto e infine un cappotto color cammello con una borsa dal colore simile.


    Era una giornata davvero piovosa, per questo almeno un po' doveva coprirsi, non voleva ammalarsi anche lei come la sua compagnia.*

    Allora io vado.
    Ci vediamo più tardi.


    *Salutò la sua compagna ed uscì definitivamente dalla stanza del dormitorio. Passò attraverso la Sala Comune di Serpeverde e dopodiché si recò definitivamente fuori dal castello, diretta al villaggio di Hogsmeade.*


    [Gremlin Walk – Casterwill's Kitchen]

    *Arrivò davanti al ristorante esattamente alle quindici in punto, dove sulla soglia della porta vide proprio Jane Casterwill, proprietaria del ristorante e organizzatrice dell'evento, insieme ad altri presenti che erano arrivati prima della verde-argento. Mise fine all'incantesimo Impervious, che aveva usato per respingere la pioggia da se stessa dato che si era dimenticata in stanza l'ombrello regalato da una compagna di scuola. Si avvicinò a loro e con un piccolo sorriso a labbra chiuse li salutò con gentilezza.*


    Buon pomeriggio a tutti.


    @Jane_Casterwill, @Percy_Smith, @Achilles_Davids, @Charlotte_Mills, @Marina_Lightwood


  • Marina_Lightwood

    Grifondoro Insegnante Responsabile di Casa

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 7
    Galeoni: 1831
       
       

    *Era ancora intenta a chiedersi a cosa servissero quelle cose in cucina, quando una ragazza bionda entrò dalla porta. Al contrario di Marina, la pioggia non l'aveva colpita minimante. Doveva essere un incantesimo! Marina non ancora lo conosceva; forse quella ragazza era più grande di lei. Si avvicinò agli altri e salutò.*

    Buon pomeriggio a tutti.

    *disse con un sorriso dolce. Era molto carina, capelli biondi e occhi blu. Dopo che gli altri l'ebbero salutata, la Grifondoro si avvicinò a lei.*

    Ciao io sono Marina, piacere di conoscerti.

    *sorrise la ragazza.*

    Sono l'unica Grifondoro, a parte la padrona di casa, naturalmente. A quanto pare ai Sempreverde piace cucinare.

    *disse ironicamente. A lei non piaceva affatto cucinare, lo faceva solo per un motivo,e sperava che riuscisse nel suo intento. Avrebbe voluto saper preparare una perfetta cena da maghi, così li avrebbe sbalorditi, Rosy e Paul, i suoi genitori adottivi. Quando era piccola, si era sempre preoccupata di non piacere a quella coppia che l'aveva presa con sé; ma loro le dimostravano tutto l'amore possibile. Ora, da quando Hogwarts era diventata la sua seconda casa, loro la evitavano. Di nuovo stava ripensando a quella storia! Si intristì improvvisamente e abbassò la testa per evitare che gli altri lo notassero. Prese un libro di cucina posto sul tavolo, lo aprì e fece finta di leggere, ma in realtà, i suoi occhi non ci riuscivano, erano diventati lucidi.*

    @Jane_Casterwill @Charlotte_Mills @Percy_Smith, @Daenerys_Martin, @Achilles_Davids,

  • Jane_Casterwill

    Grifondoro Insegnante Responsabile di Casa

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 7
    Galeoni: 819
       
       

    *Pian piano il locale cominciò ad animarsi, per primo arrivò @Percy_Smith, un Serpeverde che Jane aveva incontrato parecchie volte ma non conosceva così bene, seguito da un altro ragazzo della stessa casata, @Achilles_Davids. La quindicenne fu molto stupita dal loro arrivo, infatti non si sarebbe mai immaginata che i ragazzi della Casa di Salazar potessero essere interessati a una lezione di cucina.*

    Buongiorno a voi ragazzi, sono felice di vedervi! Forse è meglio se entriamo per aspettare gli altri, così non ci bagniamo. Prego dopo di voi!

    *Così tutti e tre entrarono nel locale.
    Dopo poco arrivò una persona che la Grifondoro conosceva molto bene ormai, una ex Serpeverde che probabilmente aveva pubblicizzato molto bene l'evento fra i ragazzi della Casa di cui era responsabile. Si trattava delle professoressa Mills, che entrò elegante e impeccabile come sempre, salutando i presenti. La giovane Casterwill non poté trattenere un sorriso, era molto felice di vederla li, con lei presente si sentiva più sicura. Infondo le due negli ultimi anni avevano legato molto e per la ragazzina era ormai come una sorella maggiore che ammirava molto. Dunque le andò in contro per darle il benvenuto nel locale.*

    Salve professoressa è un piacere averla qui!

    *E le rivolse un silenzioso, ma evidente, “grazie” guardandola con i suoi occhi azzurri insieme a una dolce sorriso.
    Solo allora la ragazza si guardò intorno e si rese conto che nel suo locale c'erano solo Serpeverde, una cosa che mai si sarebbe immaginata, anzi fino a poco prima era convinta che si sarebbero presentati molti Tassorosso. Invece era li, una Grifa circondata da Serpi. Stava per scoppiare a ridere ma cercò di contenersi nascondendo l'espressione divertita con la mano, facendo finta di dover spostare una ciocca di capelli dal viso. Fortunatamente per lei arrivò anche una ragazza del terzo anno che lei si ricordava benissimo, infatti essendo Prefetto della sua Casa aveva dato lei il benvenuto a quella ragazza ormai tempo fa.*

    Ciao Marina! Certo che mi ricordo di te, è un piacere vederti e grazie per il complimento. Accomodati pure insieme agli altri, fra poco si comincia.

    *Jane preferì aspettare ancora qualche minuto prima di dare il via alla lezione, per vedere se c'era ancora qualcuno che stava per arrivare. Così fu! Poco dopo arrivò un'altra ragazza di Serpeverde che sembrava avere la stessa età della padrona di casa, ma con cui non aveva mai avuto modo di parlare.*

    ”Wow non mi aspettavo così tante persone! Io e Marina siamo circondate dai Serpeverde, Jane controllati non è il momento di mettersi a ridere, potrebbero prenderti per una pazza!

    *Si ammonì da sola cercando di riacquistare un po' di autocontrollo prima di cominciare a parlare ai presenti per dare le prime istruzione. Era infatti il momento di cominciare la lezione, ma prima di tutto la ragazza fece una cosa. Si allontanò per un attimo dagli ospiti per andare a prendere una lavagnetta su cui precedentemente aveva scritto “Lezione di cucina al secondo piano”, per metterla vicino alle scale, così se ci fosse stato qualche ritardatario non avrebbe avuto problemi per trovarli. *

    Bene, un attimo di attenzione per favore! La lezione comincia adesso, ma prima toglietevi pure i cappotti e appendeteli nel guardaroba, così sarete più comodi. Quando avete fatto salite al secondo piano, io vi aspettò su per dare inizio alla lezione.
    *Detto questo lasciò che tutti si sistemassero e andò anche lei a prepararsi. Salì le scale, controllò per l'ennesima volta che tutto fosse al proprio posto e andò a sistemarsi nella sua postazione che era davanti a tutte le altre, in modo che tutti potessero vedere bene. *



    *Indossò il grembiule su cui era presente il simbolo del ristorante e che aveva lasciato anche per ognuno degli ospiti nella varie postazione che a breve sarebbero state occupate.*



    *Infine raccolse i suoi lunghi capelli in una coda alta, decise però di aspettare a mettersi la cuffia.
    Finalmente fu raggiunta da tutti gli ospiti e allora diede ufficialmente il via all'evento.*

    Bene, come vedete sono stati allestiti diversi banchi da lavoro, dovrebbero essere abbastanza quindi prendetene uno ciascuno. Li sopra troverete un grembiule come il mio, per evitare di sporcarsi e credetemi se vi dico che è molto utile, parlo per esperienza!

    *Disse sorridendo mentre guardava i presenti e indicava le varie postazioni con i grembiuli ben in vista. Attese per un attimo che tutti fossero ai propri posti prima di continuare, rivolgendo uno sguardo divertito ogni tanto a Charlotte perché era molto curiosa di vedere come se la sarebbe cavata. Dopo poco riprese la parola.*

    Come sapete questa sarà una lezione di cucina, l'intento è quello di avvicinare maghi e streghe a questa chiamiamola arte visto che, in particolare per i Purosangue, solitamente chi cucina sono gli elfi domestici. Oggi però non ci saranno elfi ma solo voi e le vostre abili manine, che sono certa possano creare dei magnifici piatti! Ma il tema non sarà la cucina in generale, bensì i dolci che sono forse la cosa più divertente da cucinare, sopratutto se si finisce a fare una battaglia di farina come spesso mi è capitato

    *Una risata scappò dalle labbra di Jane mentre si ricordava di tutte le volte che era uscita da li piena di farina perché la sorella si era divertita a bombardarla con quella polvere bianca. Si schiarì nuovamente la voce per ricominciare dopo aver cacciato via quei simpatici ricordi.*

    Scusatemi! Dove ero rimasta? Ah si i dolci. Ci sono vari tipi di dolci, ma come sempre la cosa più importante in cucina sono gli ingredienti, oggi non dovete preoccuparvene visto che ho già procurato tutto quanto io ma accettate un mio consiglio: la cucina è un po' come la magia! Per poter incantare qualcuno, per fare un incantesimo perfetto, bisogna avere delle buone basi che qui sono gli ingredienti. Con ingredienti ottimi e tanta pratica riuscirete a prendere per la gola chiunque, ricordatelo specialmente voi ragazze perché fa sempre comodo

    *Concluse facendo l'occhiolino a Charlotte, Marina e Daenerys.*

    Ora bando alle ciance e si comincia! Ci sono tanti tipi di dolci, dalle torte lievitate, alle crostate fatte con la pasta frolla, alle cheesecake e così via, oggi vi insegnerò a prepararne una particolarmente golosa, spero che il cioccolato vi piaccia perché il tema di oggi è: la torta ai tre cioccolati, semplice ma molto buona e ottima per cominciare.

    *Mentre completava la frase Jane mostrò a tutti i presenti una fotografia del dolce in questione*



    @Charlotte_Mills, @Percy_Smith, @Daenerys_Martin, @Achilles_Davids, @Marina_Lightwood,


  • Keith_Connington

    Serpeverde

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 5
    Galeoni: 534
       
       

    *Aveva deciso di partecipare a quel Corso di Cucina principalmente per avere l'opportunità di visitare il Villaggio di Hogsmeade, ma una pioggia tempestosa gli aveva tolto ogni curiosità: aveva, infatti, preferito mantenersi al coperto per non rischiare di infradiciarsi e tornare a Hogwarts con un brutto raffreddore.
    Frequentando da poco il mondo magico e non avendo mai avuto bisogno dell'aiuto dei Guaritori, lui non sapeva che bastava un semplice sorso di Pozione Pepata per far passare via ogni sintomo influenzale.*

    Non solo ho passato un'ora ad annoiarmi sotto il portico dei Tre Manici di Scopa, ora mi tocca pure cucinare.

    *Preparare Pozioni gli piaceva perché lo faceva sentire un mago. Mettersi dietro ai fornelli con quei grembiuli, invece, gli ricordava troppo le sue origini babbane.
    Non era possibile minimamente paragonare quelle due attività: un pozionista, con il suo sapere e la grande perizia nel trattare ogni ingrediente, grazie al calderone e alla fiamma, riusciva a confezionare Incantesimi liquidi dagli effetti strabilianti; un cuoco preparava del cibo.*

    Questo è lo spirito giusto!

    *Pensò sarcastico.
    Da quando aveva messo piede a Casterwill's Kitchen non aveva interagito con nessuno. Cercava di tenere sott'occhio e di studiare tutti i suoi compagni di Serpeverde. In particolare, riteneva interessante la presenza di Daenerys Martin, che non riusciva proprio a vedere come un amante dei fornelli.*

    Cosa l'ha spinta ad essere qui?

    *Pensò, riferendosi a Dany, mentre osserva distratto la foto del dolce che avrebbero dovuto preparare durante quella lezione.
    Non avendo alcun'esperienza come pasticcere Keith riteneva che avrebbe dato vita a un aborto di torta.*

  • Charlotte_Mills

    Serpeverde Amministratore Preside Ad Honorem Insegnante Moderatore Web Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 10
    Galeoni: 362886
       
       

    *Charlotte salutò tutti i presenti cordialmente come era solita fare e venne anche ricambiata.*

    Salve Professoressa Mills, è un piacere rivederla.

    Buongiorno Professoressa. Come sta? Oggi sarà anche lei una studente di cucina, o collaborerà con Jane Casterwill?

    *Alcuni studenti erano davvero gentili, altri invece si credevano superiori a tutti quanti ma nessuno, presente li quel giorno, era tra quelli.
    A salutarla personalmente fu una Grifondoro e un Serpeverde entrambi del terzo anno. Forse erano amici chissà, ma entrambi avevano partecipato alla sua lezione di Arti Oscure ed entrambi con ottimi risultati.*

    Buon pomeriggio anche a voi.
    Caro Davids, per quest'oggi sarò una semplice studentessa proprio come voi. Me ne vergogno un po', ma la cucina non l'ho mai imparata... La mia famiglia appartiene a una lunga generazione di Purosangue e ad occuparsene sono gli Elfi.


    *Charlotte stava per dire qualcos'altro rivolta a quel Serpeverde quando la giovane Grifondoro proprietaria insieme a sua sorella di quel locale. Gli invitò a recarsi al secondo piano dove si sarebbe svolta la lezione di cucina.
    Chissà cosa avrebbero realizzato quel giorno. Jane non aveva voluto svelarle nulla e quindi Charlotte ne sapeva come tutti gli altri: cioè nulla.
    Dopo aver preso posizione in uno dei banchi indossò il grembiule. Era bianco con un grande logo sul fronte.*

    [...]la cucina è un po' come la magia! Per poter incantare qualcuno, per fare un incantesimo perfetto, bisogna avere delle buone basi che qui sono gli ingredienti.

    *La donna sorrise a quelle parole.
    Aveva perfettamente ragione: la cucina poteva sbalordire molte persone, proprio come un semplice incantesimo, era però utilizzata anche durante appuntamenti galanti. Aveva letto libri babbani di storie romantiche e, la maggiore delle volte, accadeva proprio quello.
    Avvolta ni suoi pensieri si risollevò quando sentì che proprio quel giorno avrebbero realizzato un dolce, una torta a tre cioccolati che la quindicenne mostrò. La foto ritraeva proprio il dolce che avrebbero dovuto realizzare.
    Non sarebbe mai stata brava come Jane e di sicuro la sua torta sarebbe risultata meno appetitosa di quella della foto.
    L'aspettava un completo disastro, ma lei si trovava li proprio per quello: per mettersi alla prova su tutto.*

    @Percy_Smith, @Daenerys_Martin, @Achilles_Davids, @Marina_Lightwood @Keith_Connington, @Jane_Casterwill,


  • Marina_Lightwood

    Grifondoro Insegnante Responsabile di Casa

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 7
    Galeoni: 1831
       
       

    *Marina, con la testa china sul libro di ricetta, fu risvegliata dai suoi pensieri dalla pimpante Jane che, con indosso un grembiule da cucina, iniziò a dare istruzioni a tutti i presenti.*

    [...] Li sopra troverete un grembiule come il mio, per evitare di sporcarsi e credetemi se vi dico che è molto utile, parlo per esperienza!

    *La giovane prese il grembiule dal tavolo e lo indossò. Spesso aveva cercato di aiutare Rosy, la sua mamma adottiva, in cucina quando era piccola, ma, ogni volta, combinava qualche pasticcio. Era una frana ai fornelli. Contrariamente, però, le pozioni le piacevano; ed era anche abbastanza brava. Nel frattempo Jane stava spiegando un po' le basi della cucina e disse a tutti che, quel giorno, avrebbero preparato un dolce, precisamente una torta ai tre cioccolati. Mostrò loro una foto e sembrava proprio deliziosa.*

    Spero che la mia verrà buona, perché mi hai fatto venire una voglia matta. La mangerei tutta all'istante!



    *esclamò la Grifondoro, sempre affamata come al solito. Tutti risero! Marina aveva imparato bene a nascondere i suoi problemi dietro una facciata sempre allegra. Si guardò intorno, e quasi tutti, come lei, stavano fermi e impalati non sapendo da dove cominciare. In particolare la professore Mills che, essendo una Purosangue, aveva un elfo domestico che si occupava della cucina. Però apprezzava il fatto che fosse determinata a imparare una cosa di cui non aveva bisogno. Comunque, per Jane sarebbe stato un vero dramma insegnare a preparare quel dolce. Però, era certa che si sarebbero divertiti. E questo serviva proprio a Marina.*



    Ultima modifica di Marina_Lightwood oltre 1 anno fa, modificato 1 volta in totale


  • Marina_Lightwood

    Grifondoro Insegnante Responsabile di Casa

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 7
    Galeoni: 1831
       
       

    *Marina, con la testa china sul libro di ricetta, fu risvegliata dai suoi pensieri dalla pimpante Jane che, con indosso un grembiule da cucina, iniziò a dare istruzioni a tutti i presenti.*

    [...] Li sopra troverete un grembiule come il mio, per evitare di sporcarsi e credetemi se vi dico che è molto utile, parlo per esperienza!

    *La giovane prese il grembiule dal tavolo e lo indossò. Spesso aveva cercato di aiutare Rosy, la sua mamma adottiva, in cucina quando era piccola, ma, ogni volta, combinava qualche pasticcio. Era una frana ai fornelli. Contrariamente, però, le pozioni le piacevano; ed era anche abbastanza brava. Nel frattempo Jane stava spiegando un po' le basi della cucina e disse a tutti che, quel giorno, avrebbero preparato un dolce, precisamente una torta ai tre cioccolati. Mostrò loro una foto e sembrava proprio deliziosa.*

    Spero che la mia verrà buona, perché mi hai fatto venire una voglia matta. La mangerei tutta all'istante!



    *esclamò la Grifondoro, sempre affamata come al solito. Tutti risero! Marina aveva imparato bene a nascondere i suoi problemi dietro una facciata sempre allegra. Si guardò intorno, e quasi tutti, come lei, stavano fermi e impalati non sapendo da dove cominciare. In particolare la professore Mills che, essendo una Purosangue, aveva un elfo domestico che si occupava della cucina. Però apprezzava il fatto che fosse determinata a imparare una cosa di cui non aveva bisogno. Comunque, per Jane sarebbe stato un vero dramma insegnare a preparare quel dolce. Però, era certa che si sarebbero divertiti. E questo serviva proprio a Marina.*

    @Charlotte_Mills @Jane_Casterwill



    Ultima modifica di Marina_Lightwood oltre 1 anno fa, modificato 1 volta in totale



Vai a pagina 1, 2, 3  Successivo