• Stefano_Draems

    Fondatore Amministratore Ministro Ad Honorem Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 16
    Galeoni: 584328
       
       



    Role Aperta da Gianna_Fields


  • Freya_Hansen

    Grifondoro Sindaco di Hogsmeade Membro del Consiglio di Hogsmeade
    AUROR

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 9
    Galeoni: 2377
        Freya_Hansen
    Grifondoro Sindaco di Hogsmeade Membro del Consiglio di Hogsmeade
       
       

    * Gianna si trovava in biblioteca e il tempo era davvero nuvoloso ma c'era un caldo afoso quindi, chiudendo il suo libro, decise di uscire a prendere un po d'aria. Iniziò a scendere le scale e pensò dove poteva andare a parrare quel pomeriggio. Decise di andare sul campo di Quidditch e rilassarsi li. Iniziò a camminare verso quella direzione guardandosi intorno; ogni volta rimaneva sempre incantata nel guardare quello splendido panorama anche se ormai lo vedeva tutti i giorni. Arrivò finalmente al campo si guardò intorno e vide che era sola, almeno cosi credeva. Camminò ancora un po fino al centro del campo e li decise di sdraiarsi e rilassarsi un po anche se il tempo non era dei migliori anzi minacciava di piovere. Ma a Gianna la pioggia non dispiaceva anzi la rilassava.*

    Ah si sta davvero bene qui!

    * Disse ad alta voce come se stesse parlando con qualcuno ma in realtà parlava a se stessa. Sorrise chiuse gli occhi e lasciò che tutto il suo corpo si rilassasse e liberò la mente, per quel momento, dai compiti, dalle lezioni da tutti i suoi impegni e preoccupazioni. C'era solo lei, il prato e l'immenso cielo scuro.*

  • Cecilia_Grassi

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 5
    Galeoni: 65
       
       

    *Cecilia stava sistemando ordinatamente i libri nel suo baule quando un rumore lieve proveniente dal soffito la distrasse. Sorridendo alzò la testa e notò Roy, il suo pipistrello, con una zampa impigliata nel baldacchino della sua compagna di stanza. Arrampicandosi sul letto tentò di raggiungerlo per aiutarlo, ma inutilmente; quanto odiava essere bassa!
    Molte ragazze non si sarebbero lamentate di un dignitoso metro e sessantacinque, ma per Cecilia era un difetto terribile: tutti nella sua famiglia erano maledettamente alti, persino sua madre sfiorava il metro e ottanta; lei era lo zimbello di casa e nessuno perdeva mai occasione di prenderla in giro per come riuscisse a passare sotto le ante spalancate della credenza senza picchiare la testa.
    Scocciata, Cecilia estrasse la bacchetta e con un rapido incantesimo cercò di liberare Roy dalla malvagia presa del baldacchino; non l'avesse mai fatto! Con un forte suono le tende si strapparono e Cecilia si mise le mani nei capelli, mentre Roy svolazzava felice per la stanza.*

    Oh no... Non di nuovo!

    *Mormorò Cecilia guardando il disastro appena combinato. Non era la prima volta che faceva errori con la bacchetta e l'insegnante responsabile della Casa di Corvonero le aveva dato l'ordine categorico di non usare più incantesimi di cui non aveva già sperimentato l'effetto in presenza di un docente. Se qualcuno avesse scoperto che era stata lei a strappare la tenda sarebbe finita nei guai! Di certo non voleva beccarsi una punizione l'ultima settimana di giugno.
    Prendendo un'improvvisa decisione, Cecilia uscì velocemente dal castello in cerca di un alibi. La sala comune era praticamente vuota; la maggior parte degli studenti era nelle proprie stanze a preparare i bauli mentre alcuni erano in biblioteca a restituire i libri presi in prestito durante l'anno. Un aspetto negativo dei Corvonero era che non riuscivano a separarsi da un libro che amavano, perciò capitava molto spesso che si riducessero a riconsegnare i tomi all'ultimo momento.
    Velocemente, curandosi di non essere vista, Cecilia uscì dal castello e si apprestò a salire sugli spalti del campo di Quidditch; avrebbe potuto dire di essere andata lì per prendere un po' di sole in solitudine... Quando fu più o meno in mezzo al campo si accorse però che stava quasi per piovere; forse sarebbe stato meglio rientrare ed inventare una scusa migliore.
    In quel momento sentì una voce bassa poco distante da lei; proveniva da una ragazza sdraiata in mezzo all'erba.*

    Ah si sta davvero bene qui!


    *Cecilia osservò la ragazza. Sembrava avesse la sua età ed indossava una divisa con lo stemma di Grifondoro. Sembrava simpatica, anche se dall'angolazione in cui si trovava non riusciva a vederla bene in volto. Si avvicinò titubante e sorridendo piano richiamò la sua attenzione con una richiesta che, se non avesse temuto tanto la punizione del responsabile di Corvonero, non si sarebbe mai azzardata a fare ad una sconosciuta.*

    Ciao! Potresti coprirmi? Ho combinato un disastro e ho davvero bisogno di qualcuno che dica di essere stato con me nell'ultima mezz'ora...


    @Gianna_Fields




    Ultima modifica di Cecilia_Grassi oltre 1 anno fa, modificato 1 volta in totale


  • Freya_Hansen

    Grifondoro Sindaco di Hogsmeade Membro del Consiglio di Hogsmeade
    AUROR

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 9
    Galeoni: 2377
        Freya_Hansen
    Grifondoro Sindaco di Hogsmeade Membro del Consiglio di Hogsmeade
       
       

    * Gianna era ancora con gli occhi chiusi quando senti la voce di una ragazza rivolgersi a lei dicendo:*

    Ciao! Potresti coprirmi? Ho combinato un disastro e ho davvero bisogno di qualcuno che dica di essere stato con me nell'ultima mezz'ora...

    * Con enorme sforzo riusci ad aprire gli occhi e si sdraiò sulla pancia per guardare in faccia quella ragazza che aveva disturbato il suo riposo. Una Corvonero che chiaramente si era cacciata in qualche guaio.*

    Ciao, cos'hai combinato di cosi grave??

    * Guardò la ragazza sembrava avere più o meno la sua età e non sembrava precisamente il tipo di ragazza che si poteva cacciare nei guai, ma chi poteva dirlo con certezza! Si mise seduta e con un cenno invitò la Corvetta a sedersi.*

    Chi sei??

    * Chiese giustamente Gianna alla sconosciuta che non si era ancora presentata.*
    @Cecilia_Grassi,



    Ultima modifica di Freya_Hansen oltre 1 anno fa, modificato 3 volte in totale


  • Cecilia_Grassi

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 5
    Galeoni: 65
       
       

    Chi sei?


    *Sì sentì chiedere Cecilia; arrossì imbarazzata. Nella foga di trovare qualcuno che la coprisse non si era nemmeno presentata!*

    Mi chiamo Cecilia... Sono di Corvonero, ma questo l'avrai capito...

    *Disse indicando il piccolo stemma blu sulla divisa. Si sedette sull'erba accanto all'altra ragazza, non troppo vicina, in modo da non invadere il suo spazio personale o darle l'impressione di starle addosso, poi cominciò a spiegare in poche parole la propria disavventura.*

    Vedi... Stavo cercando di liberare il mio pipistrello da un baldacchino e l'ho accidentalmente strappato. Il baldacchino, non il pipistrello...


    *Si affrettò a precisare notando quanto il suo discorso potesse essere fraintendibile. Ridacchiò nervosa immaginandosi il povero Roy che si strappava, anche se di sicuro non era una bella immagine da visualizzare; poi, scuotendo la testa con decisione, si riscosse e tornò alla conversazione che stava avendo.*

    Di per sé non sarebbe una cosa così grave, ma mi è già capitato di fare pasticci con gli incantesimi e avevo l'ordine di non provarne di nuovi senza supervisione... Se lo scopre il mio responsabile sarò nei guai!

    *I suoi occhi azzurri imploravano quasi l'altra ragazza, che ancora non aveva avuto alcuna visibile reazione. Cecilia si chiese cosa stesse pensando: la stava considerando una stupida? Stava cercando di trattenere le risate di fronte alla sua incapacità di fare un banale incantesimo per liberare un pipistrello? Sperava di no. Cecilia sapeva di non essere stupida o incapace; semplicemente era di natura una persona distratta e trovava difficile concentrarsi sugli effetti di un incantesimo senza far vagare la mente per ignoti campi e sbagliare la mira, o peggio, distruggere tutto.*

    @Gianna_Fields


  • Freya_Hansen

    Grifondoro Sindaco di Hogsmeade Membro del Consiglio di Hogsmeade
    AUROR

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 9
    Galeoni: 2377
        Freya_Hansen
    Grifondoro Sindaco di Hogsmeade Membro del Consiglio di Hogsmeade
       
       

    Mi chiamo Cecilia... Sono di Corvonero, ma questo l'avrai capito...

    * Disse la ragazza chiaramente imbarazzata del fatto di non essersi presentata prima ma abbia dovuto aspettare che Gianna glielo chiedesse. La Grifondoro fece un sorriso per tranquillizzarla e le disse:*

    Gianna Fields, Grifondoro del secondo anno piacere di conoscerti.

    * Allungò la mano per stringerla alla nuova arrivata era questo il suo modo di presentarsi. Poi Cecilia se spiegò il motivo del suo timore, qualcosa che riguardava il suo pipistrello poi aggiunse:*

    Di per sé non sarebbe una cosa così grave, ma mi è già capitato di fare pasticci con gli incantesimi e avevo l'ordine di non provarne di nuovi senza supervisione... Se lo scopre il mio responsabile sarò nei guai!

    * Gianna sorrise alla ragazza che era molto imbarazzata quasi, nervosa per quello che era successo o forse perché la Grifondoro non lasciava trapelare nessuno stato d'animo per farle capire se l'avrebbe aiutata.*

    Mmm bel guaio, ma immagino che non possa rifiutarmi di aiutarti d'altronde non sono una studentessa modello neanche io.

    * Disse Gianna facendo l'occhiolino alla ragazza si sistemò i capelli e si sdraiò di nuovo a terra. La ragazza che intanto si era seduta, era distante da lei come se avesse avuto paura di fare un torto alla Grifondoro o irrita e la in qualche modo. Ma poteva stare tranquilla, Gianna poteva sembrare scontrosa all'inizio ma non avrebbe negato il suo aiuto a nessuno anche se non si conoscevano.*
    @Cecilia_Grassi,



    Ultima modifica di Freya_Hansen oltre 1 anno fa, modificato 1 volta in totale


  • Cecilia_Grassi

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 5
    Galeoni: 65
       
       

    Mmm bel guaio, ma immagino che non possa rifiutarmi di aiutarti d'altronde non sono una studentessa modello neanche io.

    *Con quelle parole la ragazza tornò a distendersi e Cecilia, tirando un sospiro di sollievo, la imitò, sdraiandosi a pancia in su sull'erba ed ammirando le nuvole cariche di pioggia che passavano sopra le loro teste.*

    Grazie mille, ti devo un favore!

    *Disse sorridendo. Poi stette in silenzio per qualche istante: non sapeva se Gianna fosse una che parlava molto o se preferisse stare in silenzio, anche se, vista la solitudine della ragazza, probabilmente era giunta nel campo di Quidditch proprio per evitare disturbi e compagnia; Cecilia non voleva di certo spazientire o fare un torto alla ragazza che si era dimostrata tanto disponibile a darle una mano! Ciononostante alla corvetta non piaceva quel silenzio, le sembrava fastidioso e carico di imbarazzo, per cui, tirando un forte sospiro, chiese alla Grifondoro la prima cosa che le venne in mente:*

    In che senso non sei una studentessa modello?

    *Cecilia era curiosa di sapere se Gianna non riusciva bene nello studio oppure se si era riferita più alla sfera comportamentale: magari le piaceva infrangere le regole, come capitava a molti grifondodo che, orgogliosi e sicuri di sé, la mattina si vantavano in Sala Grande delle proprie scorribande notturne.*

    @Gianna_Fields


  • Freya_Hansen

    Grifondoro Sindaco di Hogsmeade Membro del Consiglio di Hogsmeade
    AUROR

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 9
    Galeoni: 2377
        Freya_Hansen
    Grifondoro Sindaco di Hogsmeade Membro del Consiglio di Hogsmeade
       
       

    Grazie mille, ti devo un favore!

    * Disse Cecilia. Gianna si girò verso di lei e fece spalluccie, voleva farle capire che non era un problema anzi non era il tipo di persona che voltava le spalle ad altre o faceva la "spiona" non era nel suo stile. Poi dopo un attimo di silenzio la corvetta disse:*

    In che senso non sei una studentessa modello?

    * Gianna sorrise a quella domanda più che lecita girò la testa in direzione della ragazza e disse:*

    In tutti i sensi diciamo. Per lo studio mi applico il minimo necessario per passare gli esami e per le scappatelle notturne....diciamo che le amo e le faccio volentieri.

    * Disse la Grifondoro con un ghigno sulla faccia. Cecilia non le stava antipatica anzi poteva essere la persona che magari poteva contattare per uno dei suoi giri notturni.*
    @Cecilia_Grassi,

  • Cecilia_Grassi

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 5
    Galeoni: 65
       
       

    In tutti i sensi diciamo. Per lo studio mi applico il minimo necessario per passare gli esami e per le scappatelle notturne....diciamo che le amo e le faccio volentieri.

    *Cecilia sgranò un attimo gli occhi all'ultima confessione - trovava che fosse davvero tipico dei Grifondoro ammettere una cosa del genere senza problemi - poi sorrise con aria divertita. Gianna le piaceva: era aperta, spontanea, aveva un luccichio furbo negli occhi tipico di chi non si sottopone a tutte le regole ma vive per se stesso, per divertirsi e prendersi qualche soddisfazione. Cecilia ammirava molto quel carattere; lei non era una ragazza che infrangeva le regole, non perché fosse bacchettona ma perché aveva eccessivo timore delle conseguenze: infatti non disprezzava chi ce la faceva, anzi, segretamente lo invidiava. Le sue uniche passeggiate notturne le aveva fatte per andare in bagno quando quello del suo dormitorio era occupato. Niente di trasgressivo o pericoloso.*

    Wow!

    *Mormorò ammirata nei confronti di Gianna.*

    E che fai la notte quando esci? Dove vai? Come fai a non farti scoprire? Io avrei paura!

    *La sommerse con un fiume di domande, sperando che la sua sembrasse semplice curiosità e non piuttosto desiderio di imparare.*

    @Gianna_Fields


  • Freya_Hansen

    Grifondoro Sindaco di Hogsmeade Membro del Consiglio di Hogsmeade
    AUROR

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 9
    Galeoni: 2377
        Freya_Hansen
    Grifondoro Sindaco di Hogsmeade Membro del Consiglio di Hogsmeade
       
       

    E che fai la notte quando esci? Dove vai? Come fai a non farti scoprire? Io avrei paura!

    * Nello sguardo di Cecilia, Gianna notò un certo timore ma anche molta curiosità. Voleva cercare di sapere il più possibile magari voleva provare anche lei qualche volta. Ma aveva qualche dubbio in merito visto che aveva appena confessato di aver paura.*

    Bè per lo più diciamo che mi aggiro semplicemente per il castello, di notte lo trovo estremamente affascinante, magico più che di giorno. E poi la pace assoluta non trovi nessuno in giro perchè la maggior parte delle notti sono tutti a dormire. Solo qualche quadro di tanto in tanto mi sgrida per la luce proveniente dalla mia bacchetta.

    * Sorrise al ricordo.*

    Per quanto riguarda il rischio lo metto sempre in conto non escludo mai la possibilità che qualcuno mi veda. Diciamo semplicemente che per ora mi è andata sempre fin troppo bene. Ma è più forte di me, la sensazione di adrenalina che mi scorre nelle vene è qualcosa di.....eccitante. Mi sento più viva.

    * Gianna chiuse gli occhi e pensò a tutte le notti in cui si era recata in altre stanze del castello ad ammirare il paesaggio, o sedersi su una poltrona oppure mettersi in un angolo a far niente. Le piaceva farlo e non ci avrebbe rinunciato mai probabilmente. *
    @Cecilia_Grassi,

  • Cecilia_Grassi

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 5
    Galeoni: 65
       
       

    *Man mano che Gianna parlava, Cecilia era sempre più ammirata. Quanto le sarebbe piaciuto avere la faccia tosta che aveva lei! Di sicuro ora non si stupiva più che l'altra avesse subito accettato di coprirla; probabilmente anche lei conosceva il brivido del timore di finire in punizione, ma se Cecilia fuggiva quel brivido Gianna, evidentemente, amava provarlo.*

    Ti invidio molto, sai.

    *Disse Cecilia, sorridendo e tirandosi a sedere sull'erba. Si era rialzata dalla posizione sdraiata così in fretta che le girò lievemente la testa, ma quando rimise a fuoco la realtà che la circondava appoggiò le mani sull'erba e sollevo la testa a guardare le nuvole da quella posizione.*

    Se una di queste notti andassi di nuovo a fare un'escursione, beh, mi piacerebbe accompagnarti!

    *Esclamò dunque la ragazza. In fondo era la fine dell'anno ed una punizione, se anche fosse arrivata, non sarebbe di certo stata così grave. Cecilia non la temeva più come prima: se la ragazza di fronte a lei aveva sfidato così tante volte la sorte significava che le conseguenze non dovevano essere poi così gravi.*

    @Gianna_Fields


  • Freya_Hansen

    Grifondoro Sindaco di Hogsmeade Membro del Consiglio di Hogsmeade
    AUROR

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 9
    Galeoni: 2377
        Freya_Hansen
    Grifondoro Sindaco di Hogsmeade Membro del Consiglio di Hogsmeade
       
       

    Ti invidio molto, sai.
    Se una di queste notti andassi di nuovo a fare un'escursione, beh, mi piacerebbe accompagnarti!



    * Disse la ragazza tirandosi su a sedere. Gianna, a quel punto, si sedette di fronte a lei con le gambe incrociate e la fissò. Poi disse:*

    Sai non vorrei essere io la causa della tua "cattiva condotta" in fondo ognuno è libero di avere i suoi divertimenti o hobby non vorrei trascinarti nelle mie follie.

    * Gianna fece un ghigno alla ragazza però in effetti la pensava cosi. Probabilmente Cecilia aveva altri modi per sentirsi "viva" e non si sarebbe mai perdonata se l'avesse trascinata nei guai con se. Non sapeva quali potessero essere le punizioni ma certamente non voleva rischiare di provare quell'esperienza.*

    Ma dopotutto la decisione spetta a te. Mi sembri una ragazza con la testa sulle spalle apparte i piccoli "incidenti" di cui mi parlavi. Io non sono cosi. Sono una piccola "teppistella" cosi mi definivano e definiscono tutt'ora i miei.

    * Gianna sorrise pensando a quanto avesse fatto penare i suoi genitori a causa delle sue piccole bravate. Ma nonostante tutto non avrebbe cambiato una virgola della sua vita e aveva accettato ogni tipo di punizione che le era stata inflitta dai suoi genitori. Ma era servito solo a farle escogitare nuovi metodi per non essere scoperta. Era folle si ma si era e si sarebbe presa sempre le sue responsabilità per ogni cosa e in ogni situazione.*
    @Cecilia_Grassi,

  • Cecilia_Grassi

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 5
    Galeoni: 65
       
       

    Ma dopotutto la decisione spetta a te. Mi sembri una ragazza con la testa sulle spalle apparte i piccoli "incidenti" di cui mi parlavi. Io non sono cosi. Sono una piccola "teppistella" cosi mi definivano e definiscono tutt'ora i miei.

    *Cecilia sospirò, incrociando le gambe e dondolandosi piano sul posto, con un sorriso divertito sulle labbra. Le sembrava quasi che l'altra ragazza la stesse mettendo in guardia da se stessa... Come se lei fosse un pericolo, invece di essere una normale studentessa a cui piaceva infrangere le regole. Le ricordava tanto alcuni improbabilissimi film babbani, in cui vampiri in incognito avvertono i presenti di stargli alla larga per non rischiare. Ciononostante Gianna aveva ragione: lei non era così, non aveva mai infranto nessuna regola.*

    Ti ammiro, ma non vorrei mai essere come me. Vedi... Far preoccupare o arrabbiare la mia famiglia è qualcosa che detesto fare - mia mamma ha già abbastanza preoccupazioni senza che io gliene affibbi altre facendo la "teppistella". Però... Un'escursione notturna non è qualcosa che ti trasforma automaticamente in una cattiva persona, no? Si tratta solo di qualcosa da provare. Qualcosa che tutti hanno provato nella loro vita. E non voglio di certo restare indietro!

    *Aggiunse ridacchiando. Poi si fece seria.*

    Se pensi che avermi tra i piedi aumenti le tue possibilità di farti scoprire, però, lo capisco. Non voglio di certo essere un peso!

    *Aggiunse con una risata spensierata. Poi si perse nei suoi pensieri, ammirando l'assurdità della situazione: aveva cominciato a parlare con quella ragazza per evitare una punizione ed era arrivata a chiederle di aiutarla a infrangere le regole rischiando di prenderne un'altra. Ma di certo Cecilia preferiva finire in punizione per qualcosa che aveva scelto di fare conoscendo i rischi piuttosto che per qualche errore fatto con un fine nobile come liberare un pipistrello. Preferiva meritarsela, una punizione, che beccarsela ingiustamente!*


    @Gianna_Fields




    Ultima modifica di Cecilia_Grassi oltre 1 anno fa, modificato 1 volta in totale


  • Freya_Hansen

    Grifondoro Sindaco di Hogsmeade Membro del Consiglio di Hogsmeade
    AUROR

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 9
    Galeoni: 2377
        Freya_Hansen
    Grifondoro Sindaco di Hogsmeade Membro del Consiglio di Hogsmeade
       
       

    Ti ammiro, ma non vorrei mai essere come me. Vedi... Far preoccupare o arrabbiare la mia famiglia è qualcosa che detesto fare - mia mamma ha già abbastanza preoccupazioni senza che io gliene affibbi altre facendo la "teppistella". Però... Un'escursione notturna non è qualcosa che ti trasforma automaticamente in una cattiva persona, no? Si tratta solo di qualcosa da provare. Qualcosa che tutti hanno provato nella loro vita. E non voglio di certo restare indietro!

    * Gianna ascoltò attentamente ogni parola detta dalla giovane e si non si sbagliava su di lei. Era una brava ragazza. Poi aggiunse:*

    Se pensi che avermi tra i piedi aumenti le tue possibilità di farti scoprire, però, lo capisco. Non voglio di certo essere un peso!

    * Gianna rimase sorpresa da quella assurda affermazione della ragazza e si affrettò a precisare:*

    Aspetta un momento Cecilia forse mi sono espressa male. Non ti metto in guardia perchè potresti essere un peso per me assolutamente no! E' solo che sapendo il timore che provi nel pensare di essere scoperta a fare qualcosa che non devi possa portarti poi a non goderti la serata ma a guardarti continuamente intorno aspettando che sbuchi qualcuno da un momento all'altro. E poi c'è un detto che dice " chi va con lo zoppo impara a zoppicare" non vorrei che ci prendessi gusto!

    * Scoppiò in una gioiosa risata sperando che la ragazza non se la prendesse era solo un detto babbano. Continuò a fissarla per vedere le sue reazioni e capire, soprattutto, se fosse convinta delle sue parole.*
    @Cecilia_Grassi,

  • Cecilia_Grassi

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 5
    Galeoni: 65
       
       

    Aspetta un momento Cecilia forse mi sono espressa male. Non ti metto in guardia perchè potresti essere un peso per me assolutamente no! E' solo che sapendo il timore che provi nel pensare di essere scoperta a fare qualcosa che non devi possa portarti poi a non goderti la serata ma a guardarti continuamente intorno aspettando che sbuchi qualcuno da un momento all'altro. E poi c'è un detto che dice " chi va con lo zoppo impara a zoppicare" non vorrei che ci prendessi gusto!

    *Cecilia ridacchiò. Conosceva bene quel detto: sua madre glielo aveva ripetuto più e più volte, per avvisarla di non frequentare le brutte compagnie. Anche se, nonostante tutto, Gianna non le sembrava uno "Zoppo" contagioso come quelli da cui sua madre la metteva in guardia: non aveva nulla a che vedere con i bulletti della scuola che, se non acconsentivi a fare tutto quello che ti chiedevano, ti rubavano soldi e merenda. Gianna sembrava una ragazza a posto, a parte la strana passione per evadere di notte dal suo dormitorio, e Cecilia continuava ad essere dell'idea che, di certo, una notte fuori non l'avrebbe fatta diventare una criminale. Non l'avrebbe fatto tutte le notti, chiaramente: se non dormiva almeno sette ore Cecilia tendeva ad addormentarsi durante il giorno, come le era successo durante un'ora di pozioni reduce da una notte passata insonne perché catturata dalla lettura di un libro babbano; e pensare che pozioni era in assoluto la sua materia preferita!
    Inoltre, evadere per una singola notte non era come intrufolarsi nel reparto proibito o entrare nella Sala Comune di qualcun altro; quelle erano infrazioni ben peggiori.
    Sorrise a Gianna che attendeva una sua risposta.*

    Non nego che forse sarei un po' preoccupata, ma non tanto da non godermi la serata! Soprattuto se non fossi da sola..

    *Disse quindi, sorridendo divertita.*



    @Gianna_Fields



Vai a pagina 1, 2  Successivo