Hogsmeade
Hogsmeade


  • Stefano_Draems

    Fondatore Amministratore Ministro Ad Honorem Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 16
    Galeoni: 584328
       
       



    Role Aperta da Katniss_Grace




    Ultima modifica di Lavinia_Grent oltre 1 anno fa, modificato 1 volta in totale


  • Katniss_Grace

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 1
    Galeoni: 164
        Katniss_Grace
    Grifondoro
       
       

    *Katniss stava passeggiando tra le strade di Hogsmeade. Era una serata abbastanza calda con un vento che smorzava il sopportabile calore.
    Quella sera indossava dei pantaloncini, una maglietta nera con delle scritte e per finire le sue amate vans a scacchi. Aveva con se uno dei suoi libri: Assassinio sull'Orient Express, anche se preferiva i fantasy non disdegnava gli altri generi a patto che non fossero romanzi rosa.*



    *Poiché aveva voglia di una bella burrobirra decise di avviarsi verso il bar "I Tre manici di scopa" e visto l'orario poteva anche fare uno bello spuntino. Il suo stomaco al pensiero di mettere sotto i denti qualcosa brontolò. Dopo pochi minuti arrivò a destinazione. Il locale era quasi vuoto forse, per l'orario. Kat, come la chiamavano i genitori, si sedette al bancone.*

    Mi puoi dare una burrobirra e il menu?

    *Chiese alla barista. Poi aprì il libro e si mise a leggere, era arrivata quasi alla fine e non aveva ancora capito chi era l'assassino anzi, gli assassini poiché pensava che fossero stati più di uno a commettere l'omicidio.*

    @Cecilia_Grassi


  • Cecilia_Grassi

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 5
    Galeoni: 65
       
       

    *Era uno dei suoi primi giorni di lavoro, e Cecilia era ancora piuttosto nervosa ed impacciata. Si sentiva fuori posto dietro il bancone, aveva paura di combinare disastri: rovesciare salatini e burrobirre non l'avrebbe stupita, goffa com'era, ed essendo così nervosa non si sentiva tranquilla ad usare la sua bacchetta magica - legno d'ebano e squame di drago, un'ottima bacchetta che purtroppo la tradiva ogni volta che la agitava con scarsa attenzione, combinando l'opposto di ciò che desiderava.
    Per quel motivo quel pomeriggio era intenta a pulire il bancone del bar alla maniera babbana, con uno strofinaccio umido ed olio di gomito, per eliminare le macchie che qualche cliente distratto aveva lasciato col fondo del boccale.
    Ad un certo punto sentì una volce decisa che la distrasse dall'opera a cui era intenta.*

    Mi puoi dare una burrobirra e un menu?

    *Alzando lo sguardo curiosa e posando lo strofinaccio vide una ragazza carina seduta davanti al bancone, con dei vestiti molto leggeri, segno che probabilmente soffriva il caldo afoso che li stava accompagnando quell'estate. Le sorrise cordialmente e posò di fronte a lei il menu, girandosi poi verso l'interno della sua postazione per versare la burrobirra da servirle.*

    Sei già stata da queste parti o è la prima volta?

    *Chiese cordialmente porgendo alla ragazza la sua ordinazione. Non ci avrebbe giurato, ma dall'aspetto sembrava una primina e ci teneva che si sentisse a casa e a suo agio; era molto importante per i baristi far sentire accolti i loro clienti. Voltandosi verso la giovane, vide che aveva aperto un libro e che si era immersa nella lettura di uno dei romanzi babbani che Cecilia adorava: Assassinio sull'Orient Express! Cecilia amava i fantasy e i gialli e, come scrittrice di quest'ultimo genere, Agatha Christie nei suoi gusti era seconda solo ad Arthur Conan Doyle; si sentì dunque vicina alla giovane cliente, ancora immersa nella lettura con il tipico sguardo curioso di chi non vede l'ora di scoprire cosa succede nella pagina successiva.*


    @Katniss_Grace


  • Katniss_Grace

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 1
    Galeoni: 164
        Katniss_Grace
    Grifondoro
       
       

    *Katniss alzò lo sguardo per vedere il menù, lo lesse cercando di decidere ma tutti quei piatti non fecero altro che confonderla ancora di più. Pensò quindi di chiedere direttamente alla barista che nel frattempo le aveva dato la Burrobirra. Inoltre le chiese se era già stata da quelle parti forse per farla sentire a suo agio.*

    Sono nuova di queste parti. Tu invece da quanto tempo fai la barista?

    *Chiese curiosa l'undicenne.*

    Visto che non ho idea di cosa prendere da mangiare puoi consigliarmene uno tu?

    *Aggiunse subito prendendo un sorso di Burrobirra, nell'attesa di una risposta dalla ragazza si rimise a leggere. Ormai le mancavano poche pagine e la sua intuizione sembrava rivelarsi giusta.

    Codice:
    Mi ha colpito in modo particolare l'incredibile difficoltà di dimostrare la colpevolezza di qualsiasi persona sul treno, e la coincidenza piuttosto strana che in ogni caso la testimonianza che forniva un alibi veniva da una persona che potrei definire "improbabile"...


    Mise un segnalibro e chiuse il libro. Si accorse di non essersi presentata alla Barista che sembrava avere più o meno quattordici anni.*

    Credo di dovermi presentare. Io sono Grace, Katniss Grace.

    *Si presentò cercando di imitare James Bond. Sperò che la giovane dietro il bancone non la prendesse per pazza e che conoscesse chi aveva cercato di emulare. Prese un lungo sorso di Burrobirra aspettando che la giovane si presentasse a sua volta*

    @Cecilia_Grassi




    Ultima modifica di Katniss_Grace oltre 1 anno fa, modificato 1 volta in totale


  • Freya_Hansen

    Grifondoro Sindaco di Hogsmeade Membro del Consiglio di Hogsmeade
    AUROR

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 9
    Galeoni: 2377
        Freya_Hansen
    Grifondoro Sindaco di Hogsmeade Membro del Consiglio di Hogsmeade
       
       

    * Era una bella e calda serata e Gianna si trovava sulla torre dell'orologio dal pomeriggio ormai e stava guardando il cielo stellato per vedere se qualche stella cadente incrociasse il suo sguardo. Non si poteva lamentare perché quella sera ne aveva viste già tre, un record personale per lei che se tutto andava bene ne vedeva una di sfuggita. Si alzò dal pavimento, le gambe le facevano male non ricordava più da quanto tempo era stata li immobile. Si massaggio' leggermente e iniziò ad avviarsi verso l'uscita. La notte per lei era ancora molto lunga non aveva ancora intenzione di recarsi al suo dormitorio.*

    Si, andrò prima a farmi una bella burrobirra fredda almeno mi darà un po di freschezza!

    * Disse la Grifondoro tra se. Cosi si avviò verso Hogsmeade al suo locale preferito, i Tre manici di scopa. Arrivata davanti al locale entrò e vide che non c'era poi molta gente, forse per l'ora o forse perche semplicemente erano in vacanza. Vide che al bancone c'era una ragazza che non aveva mai visto prima e anche uno nuova barista che da lontano però faticava a riconoscere. Decise di avvicinarsi per fare la sua ordinazione e vide che la ragazza dietro al bancone era Cecilia una sua vecchia conoscenza. *

    Ciao Cecilia che piacere vederti! Come va? Vorrei una burrobirra fredda grazie.

    * Disse sfoggiando uno di suoi migliori sorrisi. Poi si sedette su uno sgabello e, rivolgendosi alla ragazza di fianco a lei disse:*

    Ciao io mi chiamo Gianna Fields, Grifondoro del quarto anno. Tu devi essere la giovane strega smistata da poco vero? Mi sembra di averti intravista nella sala comune ma forse mi sbaglio.

    * In effetti Gianna, che inizialmente pensava di non aver mai visto la giovane, guardandola in volto ebbe come un flash che la riporto' alla sala comune. Si l'aveva vista anche se non ci aveva mai parlato, non prima di quella sera.*
    @Katniss_Grace, @Cecilia_Grassi,

  • Katniss_Grace

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 1
    Galeoni: 164
        Katniss_Grace
    Grifondoro
       
       

    *Dopo che Katniss si era presentata alla giovane barista una nuova ragazza entrò nel bar poco frequentato a quell'ora. Ella si mise a sedere e salutò la Barista sorridendo chiamandola Cecilia poi si rivolse a Kat.*

    Ciao io mi chiamo Gianna Fields, Grifondoro del quarto anno. Tu devi essere la giovane strega smistata da poco vero? Mi sembra di averti intravista nella sala comune ma forse mi sbaglio.

    No, non ti sbagli sono io in carne ed ossa. Comunque piacere Katniss Grace.

    *Rispose sorridendo. Pensandoci l'aveva vista qualche volta in sale comune quando raramente decideva di rimanere là e non andare all'esplorazione di Hogwarts, aveva ormai capito che non sarebbe mai riuscita a scoprire tutti i segreti della famosa scuola di magia.*

    Comunque non sapevo di essere così famosa! Tra poco ci sarò anch'io sulle figurine delle cioccorane?

    *Disse scherzando. In realtà non ci teneva a diventare famosa, troppi impegni e non puoi mai fare qualcosa senza essere giudicato da tutti.*

    Se vuoi posso farti un autografo solo che non ho carta e penna.

    *Affermò ironicamente. Poi prese gli occhiali da sole e se li mise facendo finta di essere una persona famosissima, non sapeva perché aveva gli occhiali in tasca ma non si fece troppe domande, le piaceva ridere e far ridere.*

    @Gianna_Fields, @Cecilia_Grassi


  • Freya_Hansen

    Grifondoro Sindaco di Hogsmeade Membro del Consiglio di Hogsmeade
    AUROR

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 9
    Galeoni: 2377
        Freya_Hansen
    Grifondoro Sindaco di Hogsmeade Membro del Consiglio di Hogsmeade
       
       

    No, non ti sbagli sono io in carne ed ossa. Comunque piacere Katniss Grace.

    * Gianna sorrise pensando che allora un po di memoria le era rimasta visto che tendeva a dimenticarsi praticamente tutto come dicevano i suoi. Poi la ragazza aggiunse:*

    Comunque non sapevo di essere così famosa! Tra poco ci sarò anch'io sulle figurine delle cioccorane?
    Se vuoi posso farti un autografo solo che non ho carta e penna.


    * La Grifondoro la guardò perplessa sembrava una ragazza molto scherzosa a modo suo cosi le fece un sorriso e rispose:*

    Oh no grazie non mi piacciono le persone famose tendono a darsi un po troppe arie.

    * Disse facendo un occhiolino alla ragazza e sorridendole per fare capire che stava scherzando. Indossava abiti molto semplici e un paio di scarpe che conosceva molto bene anche lei. Infatti a casa ne aveva diverse con le fantasie più stambe e inusuali. Ma le piacevano da pazzi.*

    Allora come ti trovi ad Hogwarts e soprattutto nel Grifondoro?

    * Si interessava sempre dei nuovi smistati le faceva piacere accoglierli ad aiutarli per quanto le era possibile ma Katniss sembrava sapere il fatto suo.*
    @Katniss_Grace, @Cecilia_Grassi,

  • Cecilia_Grassi

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 5
    Galeoni: 65
       
       

    Sono nuova da queste parti. Tu invece da quanto fai la barista?

    *Cecilia sorrise all’undicenne che stava dall’altra parte del bancone. Non sapeva se gliel’aveva chiesto per curiosità o perché aveva notato la sua goffaggine, ma in ogni caso le rispose con cortesia e leggerezza.*

    Questo è il mio primo mese... Sono un po’ un disastro ma cercherò di servirti al meglio!

    *Disse ridacchiando e aspettando che la ragazza scegliesse qualcosa dal menù. Purtroppo l’impresa, apparentemente facile, sembrava mandare in confusione la giovane cliente, che scrutava il menù con la tipica aria perplessa di chi non sa scegliere. Cecilia non la biasimava: ai Tre Manici di Scopa servivano cibarie bizzarre e invitanti tra cui era difficile selezionare la favorita.*

    Visto che non ho idea di cosa prendere da mangiare puoi consigliarmene uno tu?

    *Cecilia sorrise, felice che la ragazza avesse scelto di chiederle aiuto. Nei giorni in cui era stata barista aveva avuto occasione di assaggiare molte delle diverse leccornie che servivano ed era felice di consigliare la giovane cliente con i cibi che preferiva. Prima che potesse parlare, però, la ragazza la interruppe, richiudendo il libro su cui era concentrata e rivolgendole la sua completa attenzione.*

    Credo di dovermi presentare. Io sono Grace, Katniss Grace.

    *Non era certa che la cosa fosse voluta, ma le parole della ragazza e il tono pomposo con cui le aveva dette le avevano ricordato molto il celebre James Bond, agente segreto televisivo che sua madre adorava follemente. Ridacchiò divertita, immergendosi per un po’ nei ricordi: una cosa che le mancava della sua vita babbana era proprio stendersi sul divano davanti al televisore con sua mamma e il suo fratellino e guardare decine di film vecchi e pazzeschi, spesso ancora in videocassetta. Quanto le dispiaceva che gli apparecchi elettrici non funzionassero ad Hogwarts! In alcune sere fredde e solitarie un bel film dell’agente 007 sarebbe stato semplicemente perfetto.
    Riscuotendosi dai suoi pensieri rispose alla ragazza.*

    Io sono Grassi, Cecilia Grassi.

    *Ironizzò imitando il tono della più giovane. Poi rispose alla sua domanda sul menù.*

    Riguardo al pasto, dipende da cosa preferisci. Se vuoi rimanere leggera abbiamo una deliziosa insalata di pollo a 9 galeoni, altrimenti ti consiglio un tipico fish & chips, a 12 galeoni... Ma allo stesso prezzo abbiamo anche una deliziosa coscia di tacchino affumicato, il suo sapore si sposa benissimo con quello della burrobirra!

    *Mentre parlava, la porta del locale si aprì nuovamente. Cecilia lo trovò strano: ad agosto non capitava spesso di avere molti clienti, ma la cosa non le dispiaceva: spesso le ore in solitario la caricavano di tristezza e malinconia. Troppo tempo senza clienti equivaleva a troppo tempo per pensare, e spesso i pensieri erano tristi; fu con gioia quindi che accolse i saluti che le aveva rivolto la nuova cliente.*

    Ciao Cecilia, che piacere vederti! Come va? Vorrei una burrobirra fredda, grazie.

    *Cecilia sorrise e servì all’amica Grifondoro, Gianna, la sua ordinazione.*

    Ciao Gianna! Ecco a te. Io sto bene, lavorare come barista mi diverte molto!

    *Le disse. In seguito, aspettando che Katniss decidesse cosa ordinare, lasciò le due Grifondoro a fare conoscenza, mentre con uno straccio pulito lavava i boccali che i pochi clienti di quel pomeriggio le avevano lasciato sul bancone. Udì distrattamente le due ragazze fare qualche battuta a proposito dei maghi famosi nelle cioccorane e ridacchiando divertita continuò il suo lavoro.*



    @Gianna_Fields, @Katniss_Grace


  • Katniss_Grace

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 1
    Galeoni: 164
        Katniss_Grace
    Grifondoro
       
       

    Questo è il mio primo mese... Sono un po’ un disastro ma cercherò di servirti al meglio!

    *La curiosità della Grifondoro fu più o meno soddisfatta però non ebbe tempo di aprir bocca che già l'altra si presentò imitando ironicamente il tono della giovane:*

    Io sono Grassi,Cecilia Grassi

    *All'undicenne fece piacere sapere che non era l'unica ad aver visto le avventure dell'agente segreto 007, anche se era una purosangue le piaceva ogni tanto guardare qualche film babbano.*

    Mi fa piacere non essere l'unica a veder film babbani.

    *Disse sorridendo felice. Cecilia poi le illustro i suoi suggerimenti e la giovane decise di ordinare l'ultimo, una coscia di tacchino affumicata.*

    Oh no grazie non mi piacciono le persone famose tendono a darsi un po troppe arie.

    *Kat fece la finta offesa e rispose con un sorriso all'occhiolino di Gianna cercando di farle capire che aveva comprese che stava scherzando.*

    Oh ma così mi offendi profondamente non ti farò mai un autografo nemmeno se ti mettessi in ginocchio e mi pregassi.

    *Rispose facendo un finto tono offeso. Poi aggiunse rivolta verso Cecilia:*

    Comunque ho deciso, ordinò una coscia di tacchino affumicata e per regalo ti farò un autografo!

    *Sperava che la ragazza stesse al gioco, nel frattempo sorseggiò un po' di Burrobirra e senza accorgersene si ritrovò a pensare al cognome della Barista, era di sicuro straniero ma da dove provenisse proprio non se lo ricordava, dopo un po' di accese una lampadina e immediatamente si ricordò da dove venisse, dall'Italia. Katniss c'era stata una volta quando con i suoi genitori aveva visitato la culla dell'Impero Romano anche se lei preferiva di gran lunga l'antica Grecia.*

    Cecilia ma hai per caso origini italiane?

    *Chiese curiosa. Anche se era più che sicura era meglio chiederlo alla diretta interessata. Nel frattempo decise di rispondere alla domanda che le aveva fatto Gianna:*

    Mi trovo bene sia ad Hogwarts che nei Grifondoro anche se alcuni Grifi sono un po' troppo pieni di sé che ti viene voglia di prenderli a schiaffi ma tutto sommato quasi tutti quelli che ho incontrato sono tutti simpatici.

    *Rispose cercando di essere esaustiva nella risposta. Di sicuro voleva farla sentire a suo agio e Katniss apprezzò facendoglielo capire sorridendole felice per averle fatto quella domanda.*

    @Cecilia_Grassi, @Gianna_Fields,


  • Freya_Hansen

    Grifondoro Sindaco di Hogsmeade Membro del Consiglio di Hogsmeade
    AUROR

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 9
    Galeoni: 2377
        Freya_Hansen
    Grifondoro Sindaco di Hogsmeade Membro del Consiglio di Hogsmeade
       
       

    Ciao Gianna! Ecco a te. Io sto bene, lavorare come barista mi diverte molto!

    * Disse Cecilia sorridendo. Si vedeva che ci stava mettendo molto impegno nella sua nuova mansione. Gianna aveva una certa esperienza visto che passava molto tempo nel locale di suo padre per aiutarlo. Era un pub molto carino situato a Londra. Era sempre super affollato e alla giovane piaceva stare a contatto con la gente, non sempre ovviamente ma anche quando magari era una giornata no ce la metteva sempre tutta per risultare socievole ed educata anche se avrebbe volentieri strangolato qualche cliente troppo esigente. Mentre sorseggiava la sua Burrobirra sentiva Katniss fare la sua ordinazione con qualche battuta alla barista. Poi Cecilia, una volta prese le ordinazioni iniziò a pulire il bancone mentre la giovane Grifondoro continuava a stare allo scherzo di prima.*

    Oh ma così mi offendi profondamente non ti farò mai un autografo nemmeno se ti mettessi in ginocchio e mi pregassi.

    * A quella risposta Gianna scoppiò in una sincera e divertita risata e rispose a tono alzando un sopraciglio. *

    Non appena avrai modo di conoscermi meglio capirai da sola che mai nella vita mi metterei in ginocchio per una qualsiasi cosa o motivo.

    * Disse sorridendo. Era una ragazza simpatica, solare, giocosa il tipo di persone positive che piacevano a Gianna. Poi rispose all'altra sua domanda:*

    Mi trovo bene sia ad Hogwarts che nei Grifondoro anche se alcuni Grifi sono un po' troppo pieni di sé che ti viene voglia di prenderli a schiaffi ma tutto sommato quasi tutti quelli che ho incontrato sono tutti simpatici.

    * Gianna a quella affermazione fece spallucce e disse:*

    Bè di gente cosi spavalda se ne trovano ovunque, ma tutto sommato vedrai che si sta bene. Non devi per forza andare d'accordo con tutti le amicizie le scegli tu secondo il tuo gusto personale. Sono felice in ogni caso che stai iniziando ad ambientarti.

    * Anche Gianna aveva avuto modo di incontrare gente a dir poco antipatica ma per una con quel caratteraccio ne aveva incontrati tanti altri simpatici come Cecilia. La maggior parte delle sue amicizie inoltre erano con ragazze di altre casate ma era felice cosi infondo per lei non esisteva distinzione alcuna ne di casata ne di sangue.*
    @Katniss_Grace, @Cecilia_Grassi,

  • Cecilia_Grassi

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 5
    Galeoni: 65
       
       

    Comunque ho deciso, ordino una coscia di tacchino affumicata e per regalo ti farò un autografo!

    *Cecilia scoppiò serenamente a ridere e, voltandosi per preparare alla cliente la sua ordinazione, commentò ilare:*

    Fammene una decina, che poi li rivendo e con i guadagni faccio un ampliamento al locale!

    *Mentre con qualche rapido colpo di bacchetta sistemava il piatto e lo riscaldava appena, Katniss le fece una domanda curiosa.*

    Cecilia, ma hai per caso origini italiane?

    *Cecilia sorrise e annuì, posando la pietanza di fronte alla ragazza.*

    Sono nata in Italia, a Bergamo... Una città davvero bella, che mi manca molto. Mio padre era italiano, mia madre inglese... Abbiamo vissuto in Italia finché mio padre non è morto, poi ci siamo trasferite a Londra.

    *Concluse intristendosi. Parlare della sua città natale e di suo padre le metteva sempre addosso una grande malinconia: a Bergamo aveva lasciato ricordi e amicizie importanti e, prima fra tutti, aveva lasciato la tomba di suo padre, su cui amava trascorrere ore a parlare cercando di convincersi che lui la ascoltasse. Rinunciare a quel pezzo di pietra che rappresentava l’ultimo segno che era rimasto nel mondo dell’uomo che l’aveva cresciuta l’aveva ferita molto, ma a Londra si era rifatta una vita. Era diversa da quella di prima, era cambiata, ma ancora si sentiva sola e le faceva male addormentarsi la sera senza la voce di suo padre a cantarle una ninnananna composta apposta per lei.
    I suoi occhi si riempirono velocemente di lacrime e distolse lo sguardo da Katniss, sperando che non se ne accorgesse. La lasciò a chiacchierare con Gianna, che rassicurò la primina sulle sue esperienze nel dormitorio dei Grifondoro.*

    Bè di gente cosi spavalda se ne trovano ovunque, ma tutto sommato vedrai che si sta bene. Non devi per forza andare d'accordo con tutti, le amicizie le scegli tu secondo il tuo gusto personale. Sono felice in ogni caso che stai iniziando ad ambientarti. 

    *Le parole che Gianna stava rivolgendo alla ragazza erano fin troppo vere: spesso le persone avevano un atteggiamento irritante e temerario oltre ogni limite. Hogwarts non era un Paradiso in terra in cui tutti andavano d’accordo, e la necessità di dividere le persone quantomeno simili in quattro diverse case ne era la prova. Spesso si trovavano persone antipatiche nella propria sala comune, e persone adorabili nelle case avversarie; in ogni caso, i compagni più sgradevoli erano facili da ignorare e quelli più amati avrebbero condiviso insieme esperienze importanti, diventando amici indimenticabili vita natural durante. Katniss l’avrebbe presto imparato.*


    @Gianna_Fields, @Katniss_Grace


  • Katniss_Grace

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 1
    Galeoni: 164
        Katniss_Grace
    Grifondoro
       
       

    *Alla domanda di Katniss la barista dopo averle dato il piatto ordinato le rispose:*

    Sono nata in Italia, a Bergamo... Una città davvero bella, che mi manca molto. Mio padre era italiano, mia madre inglese... Abbiamo vissuto in Italia finché mio padre non è morto, poi ci siamo trasferite a Londra.

    *All'Undicenne non sfuggì il fatto che gli occhi di Cecilia si erano riempiti di lacrime anche se non voleva darlo a vedere. Katniss si dispiacque molto per aver revocato senza saperlo dei brutti ricordi. In quei momenti non sapeva che fare, non aveva mai dovuto consolare qualcuno tanto meno per una perdita.
    Alla fine decise di lasciare un attimo ai suoi pensieri la barista e gustarsi il tacchino affumicato, ne prese un pezzo lo portò alla bocca e assaggiò, era buonissimo! Gianna nel frattempo aveva risposto alla sua affermazione:*

    Bè di gente cosi spavalda se ne trovano ovunque, ma tutto sommato vedrai che si sta bene. Non devi per forza andare d'accordo con tutti le amicizie le scegli tu secondo il tuo gusto personale. Sono felice in ogni caso che stai iniziando ad ambientarti.

    Hai ragione, di sicuro Hogwarts non sarà il paradiso però si trovano persone simpatiche.

    *Ribatté. Le prove di quello che aveva detto erano Cecilia e Gianna, a quel pensiero sorrise felice di aver trovato due persone persone simpatiche in un solo giorno. Poi si rivolse verso Cecilia:*

    Gli autografi che ti devo fare gli vuoi tutti oggi?

    *Chiese con un sorriso.*

    @Cecilia_Grassi, @Gianna_Fields,


  • Freya_Hansen

    Grifondoro Sindaco di Hogsmeade Membro del Consiglio di Hogsmeade
    AUROR

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 9
    Galeoni: 2377
        Freya_Hansen
    Grifondoro Sindaco di Hogsmeade Membro del Consiglio di Hogsmeade
       
       

    Sono nata in Italia, a Bergamo... Una città davvero bella, che mi manca molto. Mio padre era italiano, mia madre inglese... Abbiamo vissuto in Italia finché mio padre non è morto, poi ci siamo trasferite a Londra.

    * Gianna ascoltò la risposta della barista e sia lei che la compagna di casata non poterono far a meno di notare tutta la tristezza, malinconia e dolore che aveva per la morte del padre. Non sapeva di quella grave perdita ma non rispose nulla perché non le piaceva essere invadente soprattutto su faccende cosi delicate. E da come aveva potuto capire Katniss la pensava allo stesso modo perché cambio argomento. Poi rispose a Gianna dicendo:*

    Hai ragione, di sicuro Hogwarts non sarà il paradiso però si trovano persone simpatiche.

    Lo puoi dire forte prendi noi ad esempio siamo il meglio che puoi trovare!

    * Disse Gianna scoppiando in una risata. Era sicura che la giovane avrebbe capito il suo carattere giocoso, visto che era altrettanto giocosa anche lei.*
    @Katniss_Grace, @Cecilia_Grassi,

  • Hanna_Sweynheim

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 1
    Galeoni: 176
       
       

    *Anna era stata appena smistata e dopo essersi presentata decise di andare a bere qualcosa così si incamminó verso il villaggio di Hogsmeade in un bar chiamato tre manici di scopa. Si sedette e ordinó*

    Salve, mi potrebbe portare un succo di frutta per favore ?

    *Disse Anna alla barista che era di turno, che disse si chiamava @Kristal_Thratchet , iniziarono a parlare del più e del meno*

    Comunque piacere mi chiamo Anna e sono appena stata smistata quindi sono del primo anno. Sono una mezzosangue mio padre mago e mia madre una babbana, infatti quando nacqui io erano tutti in ansia di sapere se fossi diventata una strega o una babbana e be quando arrivó la lettera da parte di Hogwarts mio padre si emozionó dalla felicità; il viaggio in treno è stato molto emozionante perchè non sapevo una volta arrivata qui cosa sarebbe successo, chi avrei incontrato...la mia prima amicizia (inaspettata) è stata nel treno che portava ad Hogwarts, non mi aspettavo di fare amicizia così in fretta, infatti ne sono rimasta molto contenta. Tu invece di che casata fai parte ? Magari potresti darmi dei consigli su come affrontare il primo anno perchè nonostante il bellissimo modo in cui sono stata accolta sono ancora un po' spaesata

    *Disse Anna che appena inizió a parlare non la smise più ! Quella ragazza le era gia simpatica, cosa strana perchè la maggior parte delle persone che popolavano la Terra le stavano antipatiche anche se era una ragazza abbastanza comprensiva e amichevole e quando voleva anche molto socievole.*
    ...



    Ultima modifica di Hanna_Sweynheim oltre 1 anno fa, modificato 1 volta in totale


  • Katniss_Grace

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 1
    Galeoni: 164
        Katniss_Grace
    Grifondoro
       
       

    Lo puoi dire forte prendi noi ad esempio siamo il meglio che puoi trovare!

    Oh questo lo dici tu! Beh dai mi sento buona, ti lascio in questo tua folle convinzione.

    *Ribatté ridendo. Non poté che capire di trovarsi vicino a qualcun altro che aveva un lato giocoso come lei. Poi non sapendo perché si mise a pensare al Cappellaio matto, adorava letteralmente quel film, quando ancora doveva andare ad Hogwarts, nelle serate d’Inverno, si metteva a fare una maratona dei suoi film preferiti con una bella tazza di cioccolata calda e una coperta.*

    Sai cosa dice un vulcanello a sua mamma? Magma, Magma!

    *Disse sperando che non fosse una battuta squallida. Poi prese a mangiare con gusto la coscia di tacchino.*

    Hai mai visto qualche film babbano?

    *Chiese curiosa. Da un po' di tempo era convinta che anche i maghi Purosangue oltre i mezzosangue e nati babbani, sapessero tutto sulle tecnologie Babbane visto che vivevano a stretto contatto con quest'ultimi.*

    L'ho chiesto perché da un po' di tempo penso che anche i maghi sanno qualcosa e usano tecnologie babbane.

    *Disse. Se ne pentì subito poiché Gianna poteva prenderla per pazza ma ormai lo aveva detto e non poteva rimangiarselo.*

    @Gianna_Fields, @Cecilia_Grassi




    Ultima modifica di Katniss_Grace oltre 1 anno fa, modificato 1 volta in totale



Vai a pagina 1, 2  Successivo