Hogwarts - 3° Piano
Hogwarts - 3° Piano


  • Stefano_Draems

    Fondatore Amministratore Ministro Ad Honorem Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 16
    Galeoni: 584328
       
       



    Role Aperta da Serenity_Hunter


    Citazione:
    Regole del GdR:
    - il tempo verbale è il passato (andò NON va)
    - la persona è la terza singolare (lei/lui NON io)
    - le descrizioni vanno fra asterischi **
    - il discorso diretto deve essere scritto senza nulla (ed eventualmente colorato)
    - i pensieri vanno in corsivo (ed eventualmente fra virgolette "")




    Ultima modifica di Serenity_Hunter oltre 1 anno fa, modificato 1 volta in totale


  • Serenity_Hunter

    Corvonero
    AUROR

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 8
    Galeoni: 2098
       
       

    [Torre di Astronomia - ore 23.50]

    *Il freddo pungente della notte riscosse la professoressa Hunter dal lieve torpore causato dal sonno. Anche durante il suo percorso da studentessa ricordava bene di non essere particolarmente incline alle ore piccole per cui rimanere sveglia così tanto tempo non era allettante per lei. Reprimendo a fatica uno sbadiglio la giovane insegnante iniziò a camminare in circolo, sperando così di tenersi impegnata e soprattutto ben sveglia sino all'arrivo degli studenti. Era la prima esercitazione dell'anno di Astronomia per cui ci teneva affinché non crollasse addormentata davanti a tutti suscitando un mucchio di risate. Da tempo si era arrovellata in modo che la materia risultasse il meno accademica possibile, proprio per questo aveva in mente degli esercizi molto semplici ma efficaci così da permettere a tutti di avere più dimestichezza con l'affascinante argomento di cui ricopriva la cattedra. Aveva scelto la notte perfetta, senza una nuvola a limitare l'osservazione delle stelle: l'unico difetto era il freddo ancora pungente ma pian piano le sere di marzo sarebbero state sempre più calde fino a giungere a quelle afose dell'estate. Serenity sperava vivamente che i ragazzi si fossero accorti dell'annuncio che aveva fatto affiggere qualche giorno prima in tutte le bacheche del castello. Ciò che le interessava era che avessero prestato maggiormente attenzione al suo consiglio sull'indossare abiti pesanti, le sarebbe dispiaciuto moltissimo se qualche apprendista durante l'esercitazione si fosse ammalato rinunciando perciò a parteciparvi attivamente. Anche la giovane, del resto, infagottata nel suo pesante mantello si era ben attrezzata per combattere la bassa temperatura di quella notte. Diede un rapido sguardo alla classe per accertarsi che tutto fosse in ordine: la sala illuminata era a dir poco spettacolare, i banchi circolari incastonati perfettamente fra i numerosi modelli in ottone di vari corpi celesti. Il suo preferito era quello del Sistema Solare, una versione ben più grande di quello che ornava la scrivania del suo ufficio.*



    Chissà se un giorno potrò azionarlo per una prossima esercitazione.

    *Pensò la Hunter, la mente già proiettata verso le molteplici opportunità che quell'osservatorio offriva. La gioia nel poter finalmente occuparsi di una materia che la colpiva così tanto aveva acuito nuovamente i suoi sensi, ragion per cui improvvisamente si ricordò di un prezioso oggetto custodito nella sua valigetta.*

    Che stupida, come ho fatto a dimenticarmene!

    *Esclamò Serenity, arrabbiata con se stessa e con il sonno che le aveva parzialmente ottenebrato la mente. Estrasse con enfasi una piccola bottiglia verde sui cui vi era un'etichetta recante un occhio sgranato inscritto in un triangolo. Era la Pozione Risvegliante, che la sua collega Yasmine Holmes le aveva gentilmente offerto proprio in vista di quell'esercitazione prelevandolo dalla sua dispensa: un solo sorso e avrebbe scacciato ogni stanchezza e sonnolenza sia in lei che nei suoi studenti. Prima di passarle la preziosa bottiglia la rossa insegnante di Pozioni si era caldamente raccomandata di assumerne solo in poca quantità: esagerando con le dosi si poteva rischiare gravi casi di insonnia e disturbi cerebrali. La docente di Astronomia si affrettò a berne un sorso sentendosi quasi immediatamente in forse, come se si fosse appena svegliata da un lungo sonno ristoratore. Poi posò subito la boccetta su un tavolino accanto a lei, assieme a qualche bicchiere di piccole dimensioni e un bigliettino vergato su un pezzetto di pergamena in inchiostro blu.*



    Citazione:
    POZIONE RISVEGLIANTE
    ATTENZIONE!
    Berne SOLO un bicchierino!


    *Soddisfatta di aver sistemato anche quell'ultimo dettaglio Serenity ricominciò a passeggiare per la sala, talvolta fermandosi ad ammirare altri modelli astronomici ma sempre all'erta tendendo l'orecchio verso la porta in attesa dei primi rumori di passi che risalivano la lunga scala a chiocciola in pietra che avrebbe condotto i giovani maghi e le giovani streghe nel luogo della lezione.*





    Benvenuti alla prima esercitazione di Astronomia dell'anno. Potete inizare a postare già da subito fino alle 23.59 del giorno 15/03. Ricordo che nel GdR l'esercitazione si svolge a mezzanotte di sabato 11 marzo e ha la durata complessiva di due ore.
    Per iniziare a ruolare potete descrivere il vostro arrivo nella Torre, prendere posto ed eventulamente accettare di bere un po' di Pozione Risvegliante se lo desiderate.
    Buon divertimento!




    Ultima modifica di Serenity_Hunter oltre 1 anno fa, modificato 1 volta in totale


  • Annmarie_Gray

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 4
    Galeoni: 183
        Annmarie_Gray
    Corvonero
       
       

    *Per fortuna quella notte non aveva sonno, altrmenti non avrebbe potuto assistere alla lezione di Astronomia. Ci teneva davvero molto a poter assistere a quell'esercitazione, anche perché Astronomia era una delle materie che la affascinavan di più. Durante il pomeriggio si era assicurata di non svolgere attività troppo pesanti in modo da poter diminuire la stanchezza che si sarebbe certamente accumulata prima di mezzanotte. Aveva dormicchiato per un'oretta, poi aveva dipinto e iniziato a svolgere qualche ricerca, in modo da portarsi avanti con i compiti assegnati.
    Era uscita dalla sua stanza con dieci minuti di anticipo, in modo da essere sicura di non arrivare in ritardo. Stava infatto salendo la scalinata che portava alla torre perfettamente in orario. Non aveva incontrato nessuno, infatti era la prima che entrava nella sala.*

    Buonasera

    *Salutò cordialmente la professoressa, poi si avvicinò a un tavolino su cui era appoggiato una bottiglietta e un biglietto che annunciava che quella era la pozione risvegliante e che raccomandava di assumerne solo una piccola dose. Per evitare spiacevoli inconvenienti, Annmarie ne bevve un sorso, ancora meno della dose consigliata.
    Prese posto nell'ultimo banco della seconda fila, accanto al modellino di un pianeta che sembrava Mercurio.
    Si strinse ancora di più nella sua felpa, dato che la temperatura era pungente. Aveva fatto bene a vestirsi con abiti più pesanti del solito, anche se provava comunque un po' di freddo.
    Si appoggiò allo schienale della sedia e si soffermò a osservare l'aula in attesa dell'inizio della lezione.*

    @Serenity_Hunter


  • Eurus_Holmes

    Serpeverde

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 7
    Galeoni: 420
        Eurus_Holmes
    Serpeverde
       
       

    *Era notte inoltrata e Yasmine si trovava nel suo dormitorio in attesa di partecipare alla lezione di Astronomia di Serenity Hunter, che conosceva abbastanza bene. Si vestì con il suo mantello lungo nero, quello che usava in quel periodo e legandosi i capelli in una lunga treccia ramata si diresse verso la torre di Astronomia, luogo che sempre aveva amato e che spesso consolava le sue notti più intense.
    Arrivata al luogo si rese conto che una studentessa di Corvonero, probabilmente particolarmente amante della materia aveva già preso posto in uno dei posti migliori.
    Un occhio le scappò verso una delle sue fiale che poche sere prima aveva felicemente regalato alla docente per aiutarla con alcuni problemi di risveglio.*

    Buonasera Serenity, spero tu ne abbia bevuta davvero poca. Prendo posto, non vorrei perdermi nulla!

    *Disse all'insegnante con uno dei suoi radiosi sorrisi e, avvicinandosi ancor di più a lei le sussurrò all'orecchio.*

    Ti consiglio di non darne agli studenti, ha effetti accentuati sui giovani.

    *Detto questo si diresse verso uno dei posti liberi interessata a sapere di cosa avrebbero trattato quel giorno.*

    Ciao, piacere Yasmine!

    *Disse alla giovane ragazza di Corvonero,@Annmarie_Gray, che era seduta poco lontano da lei. Detto questo attese che anche altri studenti si unissero a lei.*

    @Elena_Apefrizzola, @Emily_Banks, @Elena_Night, @Sophia_White, @Jane_Casterwill, @Gianna_Fields, @Angela_Dimaggio, @Royal_Buckett, @Ariel_Kali, @Jackson_Write, @Hillary_Palmer, @Kribja_Armstrong, @Serenity_Hunter @Joey_Puma @Gama_Clark


  • Angela_Dimaggio

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 5
    Galeoni: 728
       
       

    *Quella notte Angela non era minimamente assonnata quindi decise di partecipare alla lezione di Astronomia. Quella materia le era sempre piaciuta ed era curiosa di osservare come se la sarebbe cavata Serenity come insegnante. Si diresse verso la torre di astronomia. Quel luogo le era sempre piaciuto, aveva un che di mistico che la incuriosiva, poi guardare il cielo restava un piacere.*

    Buonasera

    *Si sentiva strana ad avere Serenity come professoressa, ma cercò di non farlo troppo a vedere. Poi notò una ragazzina della sua stessa casata, che si era seduta nelle ultime file e la raggiunse vedendo che stava parlando con Yasmine Holmes di Serpeverde, che si stava presentando.*

    Buonasera Yasmine è un piacere vederti. Ciao, io mi chiamo Angela piacere di conoscerti

    *Disse presentandosi alla ragazzina corvonero. In realtà si erano già incontrate al campo da Quidditch, ma non avevano avuto il piacere di parlare.*

    @Yasmine_Holmes, @Serenity_Hunter, @Nightingale_Darkrose

  • Elena_Apefrizzola

    Corvonero Certificato

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 7
    Galeoni: 2966
       
       

    *La serata era veramente gelida ed Elena, infagottata e pronta per una qualsiasi spedizione al polo nord, aveva soltanto il naso gelato, mentre si dirigeva a passo sicuro verso la Torre di Astronomia. Teneva particolarmente a partecipare a quella prima esercitazione dell'anno, dato che la professoressa, Serenity Hunter era la sua più cara amica e per lei sarebbe stata la prima lezione frontale con gli studenti. La mora Corvonero voleva farle sentire tutto il suo appoggio e la sua ammirazione, partecipando a quel momento importante per Serenity. Sapeva quanto avesse faticato per arrivare a quel punto e quanto la nova professoressa Hunter amasse l'Astronomia, perciò sperava che ogni studente quella sera potesse ammirare la luce della sua passione per le stelle. Salì la lunga scala in marmo il più velocemente possibile ed arrivata in cima aprì la porta. Oltre alla professoressa Hunter, altre tre ragazze erano nella stanza ed avevano già preso posto tra i banchi. C'era Yaz, la sua amica Serpeverde, seduta vicino alla taciturna Annmarie, poi poco distante Angela, una Corvonero molto vivace.*

    Buona sera professoressa Hunter!

    *Disse Elena salutando garbatamente e gioiosamente la nuova docente. Passandole accanto le fece un grande sorriso d'incoraggiamento. Non vedeva l'ora che la lezione iniziasse e avrebbe voluto stringere l'amica in un abbraccio per farle capire quanto la stimasse e quanto rispettasse in quel momento il suo ruolo da insegnante, ma riuscì a trattenersi e si avvicinò alle altre studentesse. Passando notò la pozione sopra la cattedra, ma si sentiva ben sveglia e decise di non approfittare del tonico.*

    Buonasera ragazze! Pronte a scoprire le stelle?

    *Chiese allegra alle tre studentesse sedute ai banchi, prendendo poi posto accanto ad Angela.*

    @Serenity_Hunter, @Annmarie_Gray, @Angela_Dimaggio, @Yasmine_Holmes, @Kribja_Armstrong, @Adelide_Holmes, @Annabeth_Swann, @Beatrix_Olives, @Theo_Middioni, @Miranda_Doro, @Aria_Montgomery, @Sofia_Renier, @Angelina_Largh, @Ossidia_Welty, @Stella_Polaris, @Fabri_Jhorktromm, @Valery_Mustard, @Lilly_William, @Gianna_Fields, @Mihos_Renny, @Emily_Banks, @Hillary_Palmer, @Anastasia_Rossi, @Lalisa_Collins, @Jane_Casterwill,@Achilles_Davids, @Gama_Clark, @Joey_Puma, @Callum_Eaton, @Sylvia_Turner, @Marcus_Largh,@Lucieannette_Orafer,


  • Beatrix_Olives

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 5
    Galeoni: 764
       
       

    *Beatrix aveva letto l'annuncio dell'esercitazione di Astronomia sulla bacheca della sala comune nella torre dei Corvonero e aveva deciso di parteciparvi. La ragazza era molto interessata all'astronomia, anche grazie a sua madre che nelle notti d'estate le spiegava le costellazioni mentre erano distese sull'erba del loro giardino.
    Decisa a non arrivare in ritardo Beatrix si vestì, si mise la sciarpa bronzo-blu e si diresse verso la torre di Astronomia, da quel che aveva capito ci sarebbe stata anche la sua compagna di stanza Annmarie.
    Dopo aver aperto la porta dell'aula la castana notò che erano già presenti alcune ragazze, osservando meglio vide Annmarie, Elena e Angela, quest'ultima l'aveva conosciuta qualche giorno al campi da Quidditch. Beatrix entrò nella sala dicendo*

    Buonasera professoressa Hunter.

    *La giovane lesse il cartellino della pozione ma decise di non berla, su sentiva particolarmente sveglia. Poi la Corvonero si diresse verso le altre ragazze e con un sorriso disse loro*

    Ciao ragazze, come state? É un piacere vedere che ci siete anche voi qui.

    *Poi si rivolse alla Serpeverde che non conosceva e si presentò*

    Io sono Beatrix Olives, piacere.



    @Serenity_Hunter, @Elena_Apefrizzola, @Angela_Dimaggio, @Annmarie_Gray, @Yasmine_Holmes,

  • Anastasia_Gray

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 5
    Galeoni: 165
       
       

    *Anastasia quella sera era più vispa che mai e le gambe non stavano mai ferme un attimo. Così, decise di andare all'esercitazione di Astronomia. Le stelle brillavano da come poteva vedere dalla finestra, si riflettevano negli occhi nocciola. Arrivò alla Torre e vide già accomodate alcune ragazze tra cui le amiche Angela, Beatrix ed Elena. Vi era anche un'altra ragazza che aveva conosciuto. Annmarie la aveva conosciuta al Campo da Quidditch e ricordava che era riservata, ma non per questo motivo Anastasia non le avrebbe parlato. Salutò educatamente la professoressa mentre le passava accanto.*

    Buongiorno professoressa!

    *Dopodiché si avvicinò alle ragazze e notò che vi era una ragazza che non conosceva.*

    Ciao ragazze come va?

    *chiese rivolta a tutte. Poco dopo si avvicinò alla Serpeverde sconosciuta e si aprì in un gran sorriso.*

    Piacere di conoscerti! Mi chiamo Anastasia

    *esclamò la ragazzina mentre le porgeva la mano. Guardandosi attorno, la streghetta notò una bottiglia verde che recitava un'iscrizione. Avvicinandosi lesse che era una Pozione Antisonno. La giovane scosse la testa divertita pensandoci, a lei non sarebbe servita!*

    @Serenity_Hunter, @Elena_Apefrizzola, @Angela_Dimaggio, @Annmarie_Gray, @Yasmine_Holmes, @Beatrix_Olives

  • Kribja_Armstrong

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 7
    Galeoni: 1643
       
       

    *La volta celeste era sgombra da nuvole, le stelle spiccavano nel firmamento celeste e la luna sembrava talmente grande e vicina alla terra che, se si guardava attentamente, quasi si intravedevano i crateri sulla superficie, in pratica era una notte perfetta per scrutare il cielo e partecipare alla prima esercitazione di Astrologia della Professoressa Hunter.
    Kribja camminava velocemente verso la torre di Astronomia avvolta nel suo pesante mantello e nella sciarpa colorata pronta a partecipare ed ascoltare nuove nozioni di una delle sue materie preferite in assolute. L'Astronomia era una disciplina in cui veniva adoperata poco la magia ma cosa c'era di più straordinario e magico dell'infinito universo, della nascita cosmica delle stelle e dei buchi neri o del passaggio brillante delle stelle comete? Kribja adorava Astronomia e sin dall'inizio l'aveva studiata con vera passione, inoltre l'insegnante era una Corvonero e la ragazza ci teneva molto a fare bella figura.
    Giunta nell'aula dorata finemente illuminata, Kribja trovò già alcuni studenti entusiasti come lei, pronti a seguire le parole della professoressa che li attendeva. La maggior parte facevano parte della sua casata come Elena Apefrizzola o Annamarie che aveva conosciuto pochi giorni prima nella biblioteca della scuola.*

    Buona sera professoressa Hunter, spero di non essere in ritardo.

    *La Corvonero saluto educatamente la docente per poi rivolgersi anche gli altri compagni.*

    Salve a tutti ragazze.

    *Escamò prima di accomodarsi in uno dei banchi disposti in maniera circolare vicino la propria responsabile, tirado fuori una pergamena bianca e la piuma preferita pronta a prendere appunti e curiosa di sapere l'argomento trattato durante l'esercitazione.*

    Ciao Elena buona sera! Hai dormito un pò prima di venire qui?

    *Si interessò Kribja consapevole di quanto la ragazza ci tenesse, come lei, a non farsi scappare la minima informazione. Lanciò uno sguardo verso la boccetta verdognola posta su un tavolino.

    Citazione:
    POZIONE RISVEGLIANTE
    ATTENZIONE!
    Berne SOLO un bicchierino!


    Recitava il biglietto posto affianco e Kribja penso che avrebbe potuto prenderne un sorso nonostante, in vista della serata intensa, non si era risparmiata un sonnellino pomeridiano. Eppure si sentiva stanca date le molteplici ore di studio dei giorni passati che le aveva rubato preziose ore di sonno.*

    @Serenity_Hunter, @Annmarie_Gray, @Yasmine_Holmes, @Angela_Dimaggio, @Elena_Apefrizzola, @Beatrix_Olives, @Anastasia_Rossi,


  • Angela_Dimaggio

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 5
    Galeoni: 728
       
       

    *Altri studenti arrivarono ad assistere alla lezione, per la maggior parte corvonero venuto per sostenere Serenity. La prima ragazza ad arrivare fu @Elena_Apefrizzola, che era compagna di stanza di Serenity e ci teneva a dare il suo contributo. Poi arrivò @Beatrix_Olives, che aveva conosciuto al campo da Quidditch pochi giorni prima.*

    Ciao ragazze , come state? È un piacere vedere che ci siete anche voi qui

    *Disse la corva felice di aver trovato qualcuno che conosceva. Angela sorrise alla ragazza e le rispose*

    È la prima lezione di Serenity, anzi della professoressa Hunter. Dovevamo venire per forza no? Come potevamo lasciarla sola in un momento del genere?

    *Al gruppo si unirono anche la sua amica @Anastasia_Rossi e una corvonero che non conosceva, ma che sembrava molto appassionata di Astronomia.*

    Salve a tutte ragazze

    *Disse educatamente la ragazza sedendosi accanto a loro. Angela allora le si presentò.*

    Ciao, io mi chiamo Angela. Anche se siamo della stessa casata non mi sembra di averti mai parlato. È un vero piacere conoscerti

    @Kribja_Armstrong, @Yasmine_Holmes, @Serenity_Hunter

  • Serenity_Hunter

    Corvonero
    AUROR

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 8
    Galeoni: 2098
       
       

    *Con grande soddisfazione la castana osservò la sala riempirsi di giovani studenti, molti sicuramente incuriositi nel vederla in azione per la prima volta e pronti a sostenerla nel suo nuovo ruolo. Apprezzava moltissimo anche trovare dall'altro lato la sua collega Yasmine, la quale le bisbigliò un ulteriore consiglio circa la Pozione prima di accomodarsi, ma soprattutto colei che aveva più di tutte convissuto appieno il suo percorso da semplice apprendista. Si trattenne dunque nel ricambiare con troppa informalità il sorriso smagliante carico di apprezzamento e conforto ma con un cenno riconoscente sperò di trasmettere a Elena il piacere di quel gesto. A braccia conserte attese l'arrivo di qualche altro ragazzo per poi prendere parola schiarendosi appena la voce per ammutire la classe.*

    Direi che possiamo cominciare. Innanzitutto vi do il benvenuto nella Torre di Astronomia, miei cari ragazzi. Mi complimento con voi, sapete gestire il sonno molto meglio di me. Questa notte ci dedicheremo a conoscere meglio la volta celeste, una delle procedure pratiche più basilari che esistano. Tuttavia non ci limiteremo a osservarla e basta... in seguito vi spiegherò cosa voglio intendere.

    *La Hunter sorrise con fare enigmatico. Aveva in mente quella lezione da molto tempo ormai, sebbene in passato i suoi illustri predecessori avevano fatto lo stesso. A suo giudizio, però, era mancata la parte interattiva ossia non limitarsi solo all'osservazione, quello lo sapevano fare tutti. Ciò a cui lei mirava era invogliare negli studenti la passione per quella materia, insegnare loro qualcosa invece di farli trascorrere due ore col naso all'insù tartassandoli di nozioni. Dopo aver restituito la fiala di Pozione Risvegliante alla collega - ormai non serviva più - la castana proseguì mentre gli occhi smeraldini guizzavano da un volto all'altro.

    Di giorno non prestiamo particolare attenzione nei confronti del cielo: se ci pensate gli impegni scolastici, le amicizie e tutti quei piccoli problemi quotidiani assorbono completamente la nostra mente. In più chi avrebbe voglia di stendere su un prato o da qualche altra parte fissando un'immensa distesa azzurra? È di notte che la magia ha inizio, all'orizzonte le luci del crepuscolo creano giochi di colori incredibili finché il tutto cede il posto al blu intenso, quasi nero del cielo notturno.

    *E con un gesto della mano Serenity invitò i ragazzi a dare uno sguardo verso le finestre, da dove si vedeva benissimo il manto scuro del cielo trapuntato di stelle.*

    Guardate che meraviglia. Ogni volta che mi fermo ad ammirare la volta celeste mi sembra di immaginare tanti piccoli diamanti poggiati su velluto blu e messi in bella vista in una vetrina di un gioielliere. Inoltre cio che vediamo dalla Terra è solo una piccolissima parte dell'immenso Universo: immaginate quindj quanto siamo infinitesimamente piccoli nel confronti dell'intero firmamento.

    *Lo sguardo della docente si perse, rapita com'era da quella meraviglia naturale. Poi, ripresasi subito dopo, si scusò con i presenti.*

    Perdonatemi, stavo divangando. La volta celeste è ricca di corpi che brillano nell'oscurità da milioni di anni. La Torre di Astronomia è uno dei luoghi perfetti per le osservazioni anche perché ci sono pochissime fonti di luce nelle vicinanze, come invece accade nel mondo babbano. Siamo in periodo di luna piena, però, per cui ci potrebbero essere delle interferenze. Non è il caso di questa esercitazione ma in altri casi, come l'osservazione di nebulose, sarà necessario praticarla in giorni di novilunio.

    *L'ex Corvonero respirò profondamente per concentrarsi, poi continuò a parlare.*

    Per i meno interessati o i meno esperti non sembrerà altro che fissare unicamente tanti puntini sparpagliati qua e là, qualcuno più luminoso di altri e addirittura di colori diversi in alcuni casi. Questa concezione è molto superficiale perché anche a occhio nudo è possibile fare delle distinzioni fra i vari corpi celesti. Qualcuno sa dirmi per esempio come si fa a distinguere una stella da un pianeta senza utilizzare alcun tipo di strumento astronomico? E perché alcune volte i "puntini" che vediamo sono di colore e luminosità diversi?

    *Serenity tacque, sperando di non aver posto domande troppo difficili. Il suo compito era insegnare, non dimostrare la sua bravura nei confronti degli altri per vantarsene. Con un sorriso attese che qualche studente alzasse la mano pronto per rispondere.*





    Chi volesse inserirsi nell'esercitazione può ancora farlo, raccontando di essere arrivato/a prima dell'intervento della professoressa Hunter.
    Rispondete senza problemi, non abbiate paura di sbagliare. Siamo qui per imparare!
    A breve vi sarà la parte pratica ;)


    @Angela_Dimaggio, @Annmarie_Gray, @Yasmine_Holmes, @Elena_Apefrizzola, @Kribja_Armstrong, @Anastasia_Rossi, @Beatrix_Olives,




    Ultima modifica di Serenity_Hunter oltre 1 anno fa, modificato 1 volta in totale


  • Elena_Apefrizzola

    Corvonero Certificato

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 7
    Galeoni: 2966
       
       

    Ciao ragazze, come state? É un piacere vedere che ci siete anche voi qui.

    Ciao ragazze come va?

    Salve a tutti ragazze.
    Ciao Elena buona sera! Hai dormito un pò prima di venire qui?


    *Salutarono entrando alla spicciolata prima Beatrix, poi Anastasia ed infine Kribja che le pose la sua domanda proprio mentre Angela dichiarava il suo sostegno alla nuova docente. Elena salutò tutte le nuove arrivate che piano piano si sedevano ai tavoli o si presentavano a chi ancora non conoscevano.*

    Ciao Kribja! In realtà non ho dormito, ma sono elettrizzata all'idea di questa esercitazione e penso che il sonno non mi sfiorerà minimamente!

    *Rispose quindi la mora sorridente alla sua compagna di dormitorio. La professoressa Hunter a quel punto catturò l'attenzione degli studenti ed Elena si affrettò ad estrarre dalla borsa pergamena, piuma ed inchiostro. La passione di Serenity per l'argomento sgorgava cristallina ad ogni parola ed Elena appuntò in fretta le nozioni che la docente spiegava. Erano ancora all'inizio della lezione ma la professoressa fu abile a catturare l'attenzione dei ragazzi con due domande finali.*

    Per i meno interessati o i meno esperti non sembrerà altro che fissare unicamente tanti puntini sparpagliati qua e là, qualcuno più luminoso di altri e addirittura di colori diversi in alcuni casi. Questa concezione è molto superficiale perché anche a occhio nudo è possibile fare delle distinzioni fra i vari corpi celesti. Qualcuno sa dirmi per esempio come si fa a distinguere una stella da un pianeta senza utilizzare alcun tipo di strumento astronomico? E perché alcune volte i "puntini" che vediamo sono di colore e luminosità diversi?

    *Elena pensava di conoscere in parte la risposta alla prima domanda e quindi alzò la mano, sperando di rompere il ghiaccio e sentirsi meno imbarazzata. Poi quando la professoressa le diede la parola rispose, come sempre rossa in volto.*

    I pianeti possono essere distinti dalle stelle, perché non brillano di luce propria. Per questo motivo, le stelle sono distinguibili per la loro luce tremula, scintillante e "viva", mentre i pianeti di solito seguono delle fasi ben precise che dipendono dal loro moto e li portano ad essere illuminati interamente o oscurati. Quest'ultimi però, quando sono illuminati, hanno una luce fissa e non pulsante. Credo che la seconda risposta sia collegata ala prima, ma non so precisamente in che modo.

    *Disse quindi la Corvonero, aspettando che qualche altro studente desse una risposta più completa.*

    @Serenity_Hunter, @Annmarie_Gray, @Angela_Dimaggio, @Yasmine_Holmes, @Kribja_Armstrong, @Anastasia_Rossi, @Beatrix_Olives,


  • Kribja_Armstrong

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 7
    Galeoni: 1643
       
       

    *Mentre Kribja sistemava ordinatamente il materiale scolastico che aveva portato sul liscio banco davanti a se, la Prefetta di Corvonero rispose alla sua domanda.*

    Ciao Kribja! In realtà non ho dormito, ma sono elettrizzata all'idea di questa esercitazione e penso che il sonno non mi sfiorerà minimamente!

    *Kribja non potè che sorriderle in quando capiva perfettamente l'entusiasmo della ragazza che condivideva a pieno, nel mentre, la ragazza oltre Elena si presentò in maniera affabile. La Corvonero intravide in lei un volto effettivamente conosciuto, spesso l'aveva incontrata in giro per il castello o nel dormitorio ma non c'era mai stata occasione di presentarsi per bene, colpa della quindicenne che era spesso concentrata sui libri e non su quello che le girava intorno. Per questo sorrise candidamente ad Angela presentandosi a sua volta.*

    Ciao Angela piacere mio di conoscerti, mi chiamo Kribja Armstrong!

    *Nel momento in cui stava per chiedere alla ragazza qualcosa di lei la professoressa Hunter cominciò a parlare dagli studenti riuniti per quella prima esercitazione del suo corso. Diede il benvenuto a tutti e cominciò a decantare le bellezze del cielo notturno ispirata dalla magnifica vista che c'era oltre le molteplici finestre della Torre di Astronomia. Effettivamente da quel punto si poteva osservare in modo perfetto la volta celeste e tutti i corpi celesti che risplendevano in essa grazie alla mancanza di nuvole che screziavano il cielo.
    La docente cominciò l'esercitazione domandando come poter distinguere i pianeti dagli altri corpi celesti e perchè i colori e la luminosità erano diversi a seconda di dove si posava l'occhio. Kribja raccolse il proprio sapere, dopo aver ascoltato la risposta della sua compagna di banco, ed alzo la mano per parlare.*

    E' possibile distinguere i pianeti dalle stelle grazie ad una sorta di tremolio che riscontriamo nella luce che emanano le stelle, inoltre la luminosità del pianeti è diversa, più intensa rispetto agli altri corpi celesti. Ad esempio Giove e Saturno, che sono pianeti molto grandi, si riescono ad individuare facilmente anche per il loro colore: Giove risplenderà di un intensa luce bianca mentre Saturno ha una gradazione più tendente al giallognolo e compare al crepuscolo. Anche la forma influisce sulla distinzione, in quando i pianeti assomigliano più a dei dischi che a dei puntini luminosi.

    *La corvonero prese un attimo di respiro prima di riprendere a parlare.*

    Mentre la luminosità di un corpo celeste dipende dalla distanza a cui si trova rispetto alla Terra e dalla luminosità assoluta, ossia dall'energia emessa dell'astro; il colore dovrebbe dipendere dalla temperatura.

    *Concluse il suo intervento sperando vivamente di non aver confuso nulla e di aver fornito solo informazioni esatte.*


    @Serenity_Hunter, @Annmarie_Gray, @Angela_Dimaggio, @Yasmine_Holmes, @Anastasia_Rossi, @Beatrix_Olives,@Elena_Apefrizzola,




    Ultima modifica di Kribja_Armstrong oltre 1 anno fa, modificato 1 volta in totale


  • Callum_Eaton

    Serpeverde

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 1
    Galeoni: 216
        Callum_Eaton
    Serpeverde
       
       

    *Callum venne a sapere di un esercitazione di astronomia ed entusiasto di tale avvenimento decise di andare alla torre di astronomia. Come suo solito non dormì perché di sicuro non si sarebbe alzato visto che l'esercitazione era sul tardi quindi dopo aver messo una sciarpa con i colori della sua casata ed anche un cappello uscì dal dormitorio con molta calma*

    tanto arriverò in orari....oddio aspetta, MA SONO IN RITARDO!

    *esclamò il povero ritardatario cronico che si mise a correre per i corridoi, salì fino alla torre di astronomia ed entrò titubante*

    [TORRE DO ASTRONOMIA]

    *Callum entrò lentamente quando sentì la voce della professoressa che iniziava a spiegare arrossì e guardando a terra parlo*

    ehm..b-buonasera, mi scusi per il ritardo, sono qui per la lez-lezione di astronomia..vorrei partecipare se posso

    *le guance del ragazzo diventarono di un rosso acceso ed iniziò a balbettare per l'imbarazzo del ritardo*

    @Kribja_Armstrong, @Elena_Apefrizzola, @Serenity_Hunter, @Angela_Dimaggio, @Anastasia_Rossi, @Beatrix_Olives, @Yasmine_Holmes,

  • Annmarie_Gray

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 4
    Galeoni: 183
        Annmarie_Gray
    Corvonero
       
       

    *Mentre si sedeva, entrò in sala un'altra ragazza, appartenente a Serpeverde, alla quale seguirono altre persona. L'aula si riempiva velocemente e i banchi liberi erano sempre meno. Molte depi quelle persone non le conosceva, ma alcune erano volti già visti, come la sua compagna di stanza Beatrix o Elena, prefetto della sua casata. Annmarie non parlò con nessuno di loro, ma si limitò a rivolgere un sorrisetto cortese a tutti quelli che la salutavano.
    Dopo qualche minuto, la professoressa Hunter iniziò la lezione presentandosi e spiegando quello che avrebbero fatto durante il corso della notte, poi chiese ai suoi studenti come si poteva distinguere una stella da un pianeta senza ricorrere a strumenti astronomici. Subito si alzò la mano di Elena, poi si intromise anche un'altra Corvonero con cui Annmarie aveva già avuto a che fare, Kribja, che aggiunse qualcosa in più a ciò che aveva detto la sua compagna. Appena finì di parlare, la porta dell'aula si spalancò ed entrò trafelato un ragazzo, che doveva aver fatto una bella corsa per arrivare fin lì cercando di non aggravare il suo ritardo. Appena si sedette, anche Annmarie intervenne.*

    Un altro metodo, anche se meno immediato e che richiede più tempo, è quello di osservare i movimenti e la posizione dei corpi. I pianeti si spostano da est a ovest, come la Luna, quindi se l'oggetto celeste si muove in linea retta è probabilmente un pianeta. Potrebbe anche essere un satellite, ma questi sono più veloci. Gli astri invece seguono un'orbita circolare avente come centro la stella polare.

    *L'astronomia era sempre stata un suo grande interesse, anche quando era ancora nel mondo babbano, per questo non vedeva l'ora di poter partecipare a quella lezione. Trovava che fosse un argomento ricco di informazioni e su cui si potesse discutere a lungo.*

    @Callum_Eaton, @Kribja_Armstrong, @Elena_Apefrizzola, @Serenity_Hunter, @Angela_Dimaggio, @Anastasia_Rossi, @Beatrix_Olives, @Yasmine_Holmes



Vai a pagina 1, 2  Successivo