Hogwarts - Sotterranei
Hogwarts - Sotterranei


  • Stefano_Draems

    Fondatore Amministratore Ministro Ad Honorem Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 16
    Galeoni: 584328
       
       



    Role Aperta da Elena_Apefrizzola




    Ultima modifica di Elena_Apefrizzola oltre 1 anno fa, modificato 1 volta in totale


  • Elena_Apefrizzola

    Corvonero Certificato

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 7
    Galeoni: 2966
       
       

    *Stranamente quello era l'unico posto dei sotterranei dove si sentisse felice. Odiava i luoghi chiusi, da cui ra pressocchè impossibile vedere la luce del giorno o il chiarore della Luna, ma tra quei fornelli, gli odori acri e dolci, si sentiva perfettamente a proprio agio.
    Capitava sempre più spesso che la sera Elena sgattaiolasse via dalla Torre dei Corvonero, per passare del tempo a preparare qualche manicaretto che puntualmente assaggiava e poi lasciava alle cure degli elfi domestici. Una mattina di qualche tempo prima, era rimasta stupita vedendo i suoi compagni di casata riversarsi sui semplici muffin che aveva preparato la sera prima e che gli elfi avevano deciso di proporre ai suoi compagni per colazione. Faceva sempre piccole prove e non preparava molto cibo, ma quella volta aveva esagerato con le dosi e forse gli elfi, per non sprecare quel lavoro, avevano avuto l'accortezza di servirli nel tavolo della sua casata. Come a dire: li hai fatti, ora mangiali! Invece i suoi amici avevano gradito il dolce e lei, che era giunta sempre con il suo solito ritardo in Sala Grande, si era accontentata del più piccolo ed ultimo muffin rimasto in fondo al contenitore.
    Quella sera stava sperimentando una pizza sfoglia farcita con le verdure. La stava lentamente preparando su una piccola teglia, cercando di fare il minor rumore possibile... non voleva attirare l'attenzione degli elfi.
    Quegli strani e servizievoli esserini tendevano a sopportarla ultimamente, ma i primi tempi la Corvonero aveva dovuto lottare per essere lasciata in pace da chi voleva aiutarla e da chi le lanciava terribili occhiate, vedendo nel suo hobby una sorta di sopruso nei loro confronti.
    Cercava così di svolgere sempre tutto lentamente e silenziosamente, per non disturbare gli elfi e non venirne disturbata a sua volta.*

    Bene, dovrei soltanto cuocerla!

    *Disse la mora, una volta finito di chiudere la pizza farcita. Nei meandri della cucina aveva scovato un vecchio e mal ridotto forno che sembrava ancora funzionare. Non si sentiva infatti molto ferrata negli incantesimi domestici e, non avendo la supervisione di nessuno che li conosceva, preferiva usare i vecchi metodi per cuocere le pietanze... per non dare fuoco alla scuola insomma! Meglio evitare incidenti, soprattutto riconoscendo il fatto che il solo essere nelle cucine era una trasgressione alle regole.
    Infornò quindi la pizza, senza troppi complimenti, e si sistemò su di un calderone rovesciato aspettando che il tempo di cottura passasse. Si era portata a questo proposito un bel libro. Non un libro scolastico, ma una di quelle storie fantasy che fin da piccola l'avevano appassionata... e pensare che ora lei stessa conosceva la magia da ben 5 anni!
    Si chiedeva ancora come fosse finita lì, quale strana sorte aveva fatto di lei una strega e soprattutto se avesse dei parenti magici che non conosceva. Il suo cognome "Apefrizzola" parlava per lei, ma nessuno ricordava chi avesse inventato il dolce, ne tanto meno se qualcuno si fosse mai dato il nome di un dolce magico tanto bizzarro come quello. Nei primi anni Elena aveva condotto alcune ricerca sul suo cognome, ma senza successo e alla fine aveva accettato il fatto.
    Forse la sua passione per la cucina era qualcosa di antico e radicato nella sua famiglia e forse il loro stesso cognome era l'indicazione di un forte legame con il mondo magico... le rimaneva la curiosità, ma aveva da tempo accettato le sue origini. Lei era e sarebbe rimasta una nata babbana e sarebbe sempre stata fiera di definirsi tale, anche se le sue future ricerche avessero tentato di minare quella profonda certezza.
    Si reimmerse nella lettura, immaginando un antico mondo medievale popolato da draghi e guerrieri senza paura.*

    DRIIIIN!

    *La pizza era pronta, mise da parte il libro e aprì lo sportello del vecchio elettrodomestico.*

    WINGARDIUM LEVIOSA!


    *Disse con tono deciso, portando alla luce delle candele la sua ultima opera culinaria che invase con un salato e speziato odore di verdure la cucina. Chissà se avrebbe trovato qualcuno a cui far assaggiare quell'esperimento! Le sarebbe piaciuto chiacchierare un po e gustare un piccolo assaggio di pizza.*

    @Serenity_Hunter, @Kribja_Armstrong, @Beatrix_Olives, @Angela_Dimaggio, @Elanor_Weiss, @Theo_Middioni, @Lilly_William, @Sylvia_Turner, @Mihos_Renny, @Yasmine_Holmes, @Gama_Clark, @Kristal_Thratchet, @Gianna_Fields, @Emily_Banks, @Gaia_Uzumaki, @Lalisa_Collins, @Aloy_Kapoor,


  • Beatrix_Olives

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 5
    Galeoni: 764
       
       

    [DORMITORIO CORVONERO]

    *Beatrix era seduta sul suo letto con la sua volpe accoccolata vicino a lei e il libro di Incantesimi appoggiato sulle gambe. Ad un certo punto la pancia della ragazza si mise a brontolare e quando la corvetta guardò il suo orologio rimase basita. L'orario di cena era ormai passato e di sicuro in Sala Grande tutto il cibo era già stato spazzolato dalle bocche di tutti i giovani maghi e streghe della scuola. La giovane si alzò stiracchiandosi, era rimasta tutto il pomeriggio a studiare e adesso aveva proprio fame.*

    Nelle cucine troverò di sicuro qualcosa da mangiare, l'importante è riuscire a non incrociare nessuno!

    *Pensando questo la ragazza si infilò le scarpe, prese la bacchetta e uscì dalla sua stanza diretta verso i sotterranei.*

    [CUCINE]

    *Durante il percorso dalla Torre Ovest alle cucine Beatrix era stata fortunata, non aveva incrociato nessuno. Con un sospiro di sollievo entro nelle cucine e subito cinque elfi domestici la circondarono e iniziarono ad offrirle cibo, succo di zucca e dolcetti. Beatrix non voleva approfittare troppo di loro però non poteva neanche rifiutare tutto, così accettò un bicchiere di succo di zucca.
    Mente Beatrix sorseggiava la sua bibita e cercava di rifiutare il più cortesemente possibile l'eccesso di cibo che le veniva offerto, ad un certo punto sentì un DRIIIIN. Nonostante non fosse molto alta la ragazza si stagliava nettamente sopra tutti gli elfi che lavoravano nelle cucine, e questo le permise di osservarsi intorno. Quel rumore le ricordava il timer del forno che utilizzava la sua nonna materna, una babbana. La ragazza non poté fare a meno di pensare che quel rumore era quantomeno strano in una cucina dove lavorano solo elfi domestici. Lo sguardo della castana vagava da un angolo all'altro della cucina, ad un certo punto notò qualcuno che come lei non doveva essere lì. Zigzagando tra gli elfi domestici si diresse verso la studentessa che Beatrix aveva immediatamente riconosciuto come il prefetto della propria casa, @Elena_Apefrizzola.*

    Buonasera signorina, anche lei fuori dal letto per uno spuntino?

  • Eurus_Holmes

    Serpeverde

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 7
    Galeoni: 420
        Eurus_Holmes
    Serpeverde
       
       

    [CORRIDOIO DEI SOTTERRANEI]


    *Erano mesi che Yasmine non vagava per il castello. La giovane Serpeverde si era per lungo tempo assentata da scuola lasciando in sospeso il suo percorso di studi per impegni famigliari che le occupavano gran parte del tempo, impegni che non avrebbe potuto rimandare per nulla al mondo. Per lungo tempo non sentiva quel profumo accogliente, quel dolce odore che le faceva sembrare quel posto casa sua. D'altronde la sua vera dimora, Villa Holmes, non era mai stata accogliente e calda: le stanze erano sfarzose e dal bell'aspetto, ampie e decorate....ma vuote, vuote di quell'amore che solo un posto come Hogwarts poteva darle.
    Passeggiava tra i corridoi dei Sotterranei vagando tra le immense porte che dividevano il suo dormitorio da tutte le altre stanze alla ricerca di qualcosa o forse nulla, nemmeno lei lo sapeva.
    Da quando era partita tutto era cambiato, e lei nel suo profondo sapeva che quel segno visibile che ora portava sul corpo non sarebbe stato ben accetto da tutti...il suo percorso non sarebbe stato condiviso da molti...proprio per questo decise di non parlarne ancora con nessuno.*

    Possibile che siano tutti a letto?

    *Yaz pensò tra sé e sé senza far caso al fatto che quella frase le uscì dalle labbra in un filo di voce. Mentre si avvicinava alle cucine sentì un lieve profumo che la inebriò...il suo stomaco iniziò a brontolare: qualcuno stava cucinando qualcosa di sfizioso.
    Senza pensarci due volte varcò la porta e con grande stupore riconobbe Elena. Accanto a lei c'era una ragazza che portava i suoi stessi colori ma che non aveva mai visto.*

    Ciao Elena, che piacere rivederti dopo tutto questo tempo...stavi, ehm, cucinando?

    *Con un tono un po' stupito porse la domanda alla sua amica: non sapeva di questa sua passione.*

    Ohw, scusa la maleducazione, io sono Yasmine Holmes.

    *Porse la mano all'altra ragazza presentandosi.*

    @Elena_Apefrizzola, @Beatrix_Olives, @Gianna_Fields, @Emily_Banks,


  • Elena_Apefrizzola

    Corvonero Certificato

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 7
    Galeoni: 2966
       
       

    Buonasera signorina, anche lei fuori dal letto per uno spuntino?

    *Elena sentì la voce familiare alle sue spalle, ma si sorprese ugualmente, sobbalzando vistosamente e facendo traballare la pizza appena sfornata. Si girò verso la fonte di quella voce ormai nota per trovarsi di fronte alla sua amica Beatrix. Con un enorme sorriso la mora salutò l'amica appena arrivata nelle cucine e già attorniata da molti elfi domestici, che scrutavano lei con sguardi truci.*

    Ciao Beatrix! Veramente stavo cucinando!

    *Rispose subito allegra, rivolta all'amica Corvonero. Beatrix era una tra le ragazze con cui le faceva sempre piacere parlare. Solare e allo stesso tempo introversa le era stata simpatica fin da quando l'aveva conosciuta in un allenamento informale di Quidditch e poi nelle varie lezioni.*

    So che è tardi, ma sono qui ormai da qualche ora ed ho saltato anche la cena... che ne dici di assaggiare?

    *Chiese subito Elena che alla parola spuntino pronunciata dall'amica si era effettivamente resa conto di avere una certa fame e non era stata smentita dal brontolio del suo stomaco. Sorrise imbarazzata, sentendo un profondo rumore proveniente dalla sua pancia e senza aspettare risposta, temendo che gli elfi non le avrebbero permesso di offrire all'amica un pezzo del suo preparato, iniziò velocemente a tagliare la pizza farcita.*

    Ciao Elena, che piacere rivederti dopo tutto questo tempo...stavi, ehm, cucinando?

    *Si sentì salutare in quel momento, mentre si voltava per tagliare la pizza. Di fronte a lei era spuntata la figura alta e sinuosa della sua cara amica Yasmine, la prima ragazza Serpeverde con cui aveva stretto una forte amicizia. Ultimamente la giovane dai capelli fulvi si era assentata spesso da scuola per problemi personali, ma non era certo questo il motivo per cui non conosceva la passione culinaria dell'amica Corvonero, che l'aveva gelosamente custodita fino a poco tempo prima. Il tono stupito di Yasmine, la fece sorridere con sguardo furbo, ma prima che potesse risponderle, la Serpeverde si rese conto della presenza di Beatrix e si presentò.*

    Ohw, scusa la maleducazione, io sono Yasmine Holmes.

    *Si incontravano spesso molte persone nelle cucine, attratte per la maggior parte per necessità golose, e quella sera non faceva eccezione. Elena era felice di aver incontrato due amiche e in cuor suo sperava che la fame non avrebbe portato in quel luogo anche chi le avrebbe potute mettere nei guai o in punizione. Per il momento però preferì non pensarci e salutando Yaz, rispose alla domanda involontaria che il suo tono aveva poco prima suggerito.*

    Ciao Yaz, anche te stasera avevi fame?
    In effetti si... mi diverto a cucinare! Se ti fidi stavo appunto tagliando la pizza che ho appena cotto con questo vecchio e logoro forno. Sembra buona, ma lascio a voi il giudizio!


    *Senza attendere ulteriormente, taglio due abbondanti fette di pizza e le offrì con sguardo birbante alle due amiche, sperando che potessero apprezzare lo sforzo che quella preparazione le aveva richiesto.*

    @Beatrix_Olives, @Yasmine_Holmes,


  • Freya_Hansen

    Grifondoro Sindaco di Hogsmeade Membro del Consiglio di Hogsmeade
    AUROR

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 9
    Galeoni: 2383
        Freya_Hansen
    Grifondoro Sindaco di Hogsmeade Membro del Consiglio di Hogsmeade
       
       

    * Erano le 21 passate quando Gianna si svegliò di soprassalto in biblioteca. La fronte imperlata di sudore, il cuore che sembrava voler uscie dal suo petto. Non ricordava il momento preciso nel quale aveva abbandonato lo studio ed era cascata in un sonno profondo. Sapeva solo che era stato un incubo che l'aveva molto scossa, tanto da farla svegliare. Erano diverse sere che faceva sempre lo stesso sogno e puntualmente si svegliava in quello stato di panico. Sembrava mancarle il respiro tanto che boccheggiava per inspirare quanta più aria nei suoi polmoni desiderosi di ossigeno. Si alzò dalla sedia e mise il libro al suo posto. Diede uno sguardo alla stanza ormai deserta e un brontolio proveniente dallo stomaco, le ricordò che aveva saltato la cena. Avrebbe sicuramente trovato qualcosa in cucina, avrebbe supplicato gli elfi, se ce ne fosse stato bisogno, di darle qualche cosa o, altrimenti, avrebbe cucinato lei. Si avviò silenziosamente giu per le scale alla volta dei sotterranei, facendo attenzione a non farsi scoprire visto che avrebbe dovuto già essere nel suo dormitorio da un pò. Ma era abituata a infrangere le regole. Arrivata poco distante dalla cucina, senti un chiacchiericcio e un inconfondibile odore di pizza! Non ne mangiava da tempo ormai. Spinse la porta e fece capoolino nella stanza. C'erano tre ragazze che chiacchieravano tra loro. Vide con piacere che c'era Yaz, una sua carissima amica, Elena un'altra sua cara amica e una ragazza con le quale Gianna non aveva molta confidenza ma ricordava di averla vista da qualche parte e, magari, si erano anche presentate ma proprio non ricordava.*

    Buonasera a tutte! Sono stata attirata qui da un inconfondibile e invitante profumo di pizza! Come state?

    * Disse sorridendo mentre dava un bacio sulla guancia e un abbraccio prima Yaz poi a Elena, le erano mancate. Poi si presentò all'altra ragazza.*

    Probabilmente farò una figuraccia ma non sono sicura di essermi presentata in precedenza, anche se ricordo il tuo viso. In ogni caso sono Gianna Fields, piacere di conoscerti!

    * Disse sorridendo per poi portare le mani sui fianchi dicendo:*

    Stasera non so come ma ho saltato di nuovo la cena! Cosa offre la cucina degli elfi?

    * Concluse strizzando l'occhio alle ragazze.*

    @Yasmine_Holmes, @Elena_Apefrizzola, @Beatrix_Olives,


  • Beatrix_Olives

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 5
    Galeoni: 764
       
       

    Ciao Beatrix! Veramente stavo cucinando! So che è tardi, ma sono qui ormai da qualche ora ed ho saltato anche la cena... che ne dici di assaggiare?

    Oh Elena ha un aspetto meraviglioso come posso rifiutare? E poi anch'io non ho cenato quindi ho un po' di fame!

    *Mentre Beatrix allungava la mano prendendo una fetta della pizza cucinata dall'amica si avvicinò un'altra ragazza che la Corvonero aveva solo visto di sfuggita per i corridoi, ma con la quale non aveva mai avuto il piacere di parlare. La nuova arrivata conosceva la Prefetto e dopo averla salutata si rivolse alla castana dicendo*

    Ohw, scusa la maleducazione, io sono Yasmine Holmes.

    Io sono Beatrix Olives è un piacere conoscerti! Ti consiglio di assaggiare questa pizza cucinata da Elena, i suoi piatti sono sempre delle prelibatezze.

    *Detto questo Beatrix fece l'occhiolino all'amica e addentò la squisitezza cucinata da Elena. Dopo pochi minuti le raggiunse un'altra ragazza, la castana era sicura di averci già parlato ma non riusciva a ricordare il nome. La nuova arrivata salutò calorosamente le altre due ragazze e poi si rivolse a Beatrix dicendo*

    Probabilmente farò una figuraccia ma non sono sicura di essermi presentata in precedenza, anche se ricordo il tuo viso. In ogni caso sono Gianna Fields, piacere di conoscerti!

    *Beatrix sorrise a queste parole dato che era la stessa cosa che aveva pensato anche lei*

    Beatrix Olives, piacere mio! Anch'io mi ricordo di te ma non riuscivo ad associare un nome al tuo viso, quindi nessuna figuraccia, siamo nella stessa barca!


    @Gianna_Fields, @Elena_Apefrizzola, @Yasmine_Holmes


  • Eurus_Holmes

    Serpeverde

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 7
    Galeoni: 420
        Eurus_Holmes
    Serpeverde
       
       

    *Yasmine si accorse con stupore di essere felicemente accolta dalle ragazze. Elena stava tagliando una fetta di quella tortina salata dall'origine italiano che qualche volta aveva già assaggiato durante uno dei suoi viaggi. Proprio mentre si presentava alla Corvonero che si scoprì chiamarsi Beatrix, entrò Gianna, una delle sue più care amiche che come Elena non aveva più rivisto dopo la sua assenza.*

    Gianna, sono felicissima di vederti...quanto tempo! Vedo che nemmeno tu resisti ai dolci profumi della cucina...il nostro dormitorio ne era invaso!

    *Rivolse un sorriso complice a Elena. Decise di assaggiare quella prelibatezza di cui ancora non aveva capito il nome.*

    Io sono Beatrix Olives è un piacere conoscerti! Ti consiglio di assaggiare questa pizza cucinata da Elena, i suoi piatti sono sempre delle prelibatezze.

    Ohw, e quindi si chiama Pizzà. Ricordavo qualcosa del genere ma l'ho assaggiata poche volte.

    *Si accorse di aver pronunciato male quella parola, non era facile per una ragazza di origini francesi come lei azzeccare tutte le parole e molte dopo anni di lavoro ancora non riusciva a pronunciarle. L'inglese era ormai la sua prima lingua ma tutto il resto ancora faticava a pronunciarlo. Sperò che le ragazze non notassero l'errore e prese una fetta di pizza.
    Era buonissima, davvero gustosa e inebriante proprio come il suo profumo. Yaz non aveva mai cucinato in vita sua, preferiva dedicarsi ad altre cose lasciando quell'attività agli elfi.*

    Complimenti Elena, è tanto buona quanto profumata e ti assicuro che non è una cosa così scontata. Cos'altro adori cucinare?

    *Pronunciò quelle parole mentre addentava l'ultimo pezzo di pizza e si appoggiava al bancone lucido della cucina.*

    @Gianna_Fields, @Elena_Apefrizzola, @Beatrix_Olives,


  • Elena_Apefrizzola

    Corvonero Certificato

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 7
    Galeoni: 2966
       
       

    *Mentre Yasmine e Beatrix si presentavano Elena tagliò delle generose porzioni di pizza. Sperava che le altre avrebbero apprezzato ed effettivamente Beatrix dopo un primo assaggio invitò entusiasta anche la Serpeverde ad assaggiare la pizza. Yaz sempre sorpresa accettò una fetta della pietanza, pronunciando con la sua musicale cadenza francese la parola "pizza". Mentre la rossa assaggiava il piatto, entrò nella cucina anche la pimpante Gianna. Era da molto che Elena non la incontrava in giro per Hogwarts e fu felicissima di rivederla. Lei, Gianna e Yasmine si erano conosciute molto tempo prima in un improvvisato "gruppo di studio" in biblioteca e da allora non si erano più separate. Purtroppo però lo studio degli ultimi tempi, gli allenamenti di Quidditch della Grifa e l'improvvisa assenza della Serpeverde le avevano fatte perdere di vista, anche all'interno della scuola. E pensare poi che tutte le attività che Elena organizzava come prefetto nella sua casata derivavano dalle esperienze vissute con le sue amiche, gliele faceva sentire comunque sempre vicine.*

    Buonasera a tutte! Sono stata attirata qui da un inconfondibile e invitante profumo di pizza! Come state?
    Stasera non so come ma ho saltato di nuovo la cena! Cosa offre la cucina degli elfi?


    Gianna, sono felicissima di vederti...quanto tempo! Vedo che nemmeno tu resisti ai dolci profumi della cucina...il nostro dormitorio ne era invaso!

    *Si salutarono le due amiche. Elena tagliò immediatamente un altro pezzo di pizza arrossendo un po mentre la dolce Beatrix si presentava alla nuova venuta dicendo con una leggera risata.*

    Beatrix Olives, piacere mio! Anch'io mi ricordo di te ma non riuscivo ad associare un nome al tuo viso, quindi nessuna figuraccia, siamo nella stessa barca!

    *Elena allora salutò con calore Gianna, porgendole la pizza ancora fumante.*

    Ciao Gianna! La cucina non è proprio elfica, ma vuoi assaggiare un pezzetto di pizza ripiena con le verdure?

    *Gli elfi la guardarono con sguardo perplesso, osservando la scena poco distanti. Non erano di certo abituati a vedere tante persone in cucina che si servivano da sole... soprattutto di qualcosa che non avevano preparato loro!*

    Complimenti Elena, è tanto buona quanto profumata e ti assicuro che non è una cosa così scontata. Cos'altro adori cucinare?

    *Le chiese Yaz appoggiandosi al bancone di quella cucina improvvisata in cui la Corvonero amava sperimentare. Doveva ammettere di essere piacevolmente colpita dai complimenti che la sua cucina aveva ricevuto da parte delle amiche. Beatrix aveva assaggiato diversi dolci nella Sala comune dei Corvonero, dove spesso la mora organizzava dei piccoli gruppi di studio con spuntino, ma non aveva mai parlato alle altre di questa sua passione. *

    Beh... Provo a cucinare un po di tutto. Specialmente i dolci, da golosa sono i piatti che mi vengono meglio!

    *Iniziò a dire con un po d'imbarazzo. Amava fin da piccola aiutare la madre e la nonna materna in cucina. Era un modo per stare con loro e rilassarsi tra profumate spezie ed il calore dei fuochi. Allora si imbrattava imburrando stoviglie e maneggiando sughi... crescendo le cose un po erano cambiate. Si imbrattava ancora, come dimostravano le piccole macchie di di farina sulla sua divisa nera, ma aveva imparato a eseguire cucine più elaborate. Anche ad Hogwarts non aveva perso quel vizio e quando voleva riposarsi dallo studio e rilassarsi si rifugiava nella cucina.*

    Mi piace cimentarmi nelle vecchie ricette della mia famiglia... mi rilassa!

    *Rispose semplicemente, sintetizzando in pocheparole tutto ciò che tra i fornelli provava.*

    @Yasmine_Holmes, @Beatrix_Olives, @Gianna_Fields,


  • Freya_Hansen

    Grifondoro Sindaco di Hogsmeade Membro del Consiglio di Hogsmeade
    AUROR

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 9
    Galeoni: 2383
        Freya_Hansen
    Grifondoro Sindaco di Hogsmeade Membro del Consiglio di Hogsmeade
       
       

    Beatrix Olives, piacere mio! Anch'io mi ricordo di te ma non riuscivo ad associare un nome al tuo viso, quindi nessuna figuraccia, siamo nella stessa barca!

    * Rispose gentilmente la ragazza e Gianna fu felice di sapere di non aver fatto le sue solite figure! Poi Yaz le sorrise salutandola:*

    Gianna, sono felicissima di vederti...quanto tempo! Vedo che nemmeno tu resisti ai dolci profumi della cucina...il nostro dormitorio ne era invaso!

    * La Grifondoro fece spallucce sorridendo, poi rispose:*

    Bè quando si salta la cena e arriva la fame vera, sembra che l'olfatto sia ancor più sviluppato e sensibile ai buoni odori! Sono felice anche io di vederti!

    * Concluse strizzandole l'occhio. Intanto vide Elena servire un pezzo di pizza alle due ragazze che, dall'espressione, sembravano gradire molto! Poi la vide di nuovo tagliare un altro pezzo, probabilmente destinato a lei. Si avvicinò dicendo:*

    Ciao Gianna! La cucina non è proprio elfica, ma vuoi assaggiare un pezzetto di pizza ripiena con le verdure?

    * Gianna annuì e, presa la pizza, disse:*

    Se voglio? Mi stavo proprio chiedendo se stessi tagliano quel pezzo per me! L'accetto volentieri e dall'odore e dall'espressione delle ragazza, credo sua anche squisita! Buon appetito a tutte!

    * Concluse mentre sulla sua faccia si allargava un grande sorriso. Diede un morso alla pizza e, come si aspettava, era semplicemente squisita! Era dalla scorsa estate che non aveva più mangiato una pizza, dal momento che non era tornata a casa dai nonni se non per il giorno di Natale! Intanto sentì Elena rispondere alla domanda di Yaz su cos'altro amava cucinare! Elena rispose che cucinava di tutto ma i dolci, in particolar modo, le venivano molto bene! Anche a Gianna, da buona Italiana del sud, aveva imparato a cucinare graze alla pazienza estrema della nonna. Sorrise al pensiero, poi aggiunse:*

    Elena ti faccio i miei complimenti, questa pizza è davvero squisita, non ho parole!

    * Disse sinceramente all'amica. Era felice di averle riviste e avrebbe voluto trascorrere altre sere come quelle in loro compagnia ma, purtroppo, i molti impegni delle ragazze non permettevano questi tipi di incontri spesso, anzi la maggior parte delle volte si incontravano per sbaglio, ma la cosa la rendeva comunque felice! *

    @Elena_Apefrizzola, @Yasmine_Holmes, @Beatrix_Olives,