Hogwarts - 6° Piano
Hogwarts - 6° Piano


  • Stefano_Draems

    Fondatore Amministratore Ministro Ad Honorem Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 15
    Galeoni: 584724
       
       



    Role Aperta da Elena_Apefrizzola




    Ultima modifica di Elena_Apefrizzola 2 settimane fa, modificato 1 volta in totale


  • Elena_Apefrizzola

    Corvonero Insegnante Responsabile di Casa

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 7
    Galeoni: 1087
       
       

    *Mentre avanzava sicura, sistemando i banchi della sua aula fino a formare una "U" rivolta alla lavagna, dando ad ognuno un rapido colpo di bacchetta, l’insegnante di Aritmanzia continuava a chiedersi se iniziare l’anno scolastico con un’esercitazione fosse stata una buona idea. Ovviamente voleva proporre ai suoi studenti un ripasso veloce e divertente della materia, approfondendo alcuni aspetti che ricordava avevano intrigato lei stessa durante i suoi anni da studentessa. Non sarebbe stata un’esercitazione lunghissima, ma avrebbe spazzato via le nubi dell’Estate dalle menti dei suoi studenti, riportandoli alla divinazione precisa ed accurata dei numeri.
    Ingegno, Intelligenza ed Intuito, solo questo serviva nella sua materia. Gli studenti non potevano sbagliare, anche se la mora preferiva spesso aggiungere una quarta “I” all’elenco: l’Impegno.*


    Citazione:
    PRIMA ESERCITAZIONE DI ARITMANZIA
    Aula di Aritmanzia, al Sesto piano Sabato 7 Ottobre alle ore 15.



    Esercitazione per riconoscere il destino predisposto alla nascita.
    Tutti sono invitati a partecipare.
    Professoressa Apefrizzola


    *Sistemati i bachi, aspettò gli studenti e preparando le ultime cose utili per il pomeriggio. Ponendo un foglio stregato per non farne vedere il contenuto sopra ad ogni banco, Apefrizzola osservava lo splendido panorama autunnale che si poteva ammirare dalle finestre dell’aula. Il sole stava proseguendo il suo tragitto disegnando già delle scie rosate che lo avvicinavano al momento del suo saluto, le giornate si erano accorciate e l'astro impiegava sempre meno tempo per concludere il suo viaggio. Non amava gli spazi chiusi, la mente degli alunni durante le sue lezioni poteva rimanere attenta anche vagando liberamente nello spazio circostante. Quel giorno gli studenti avrebbero dovuto impegnarsi per scoprire qualcosa in più su loro stessi e sull’Aritmanzia, come riportato nell'avviso che aveva affisso sulle varie bacheche della scuola.
    Con un colpo deciso della bacchetta Elena sollevo da un lato della stanza un vecchio e polveroso astrolabio, i cui dettagli finissimi sicuramente avrebbe apprezzato anche la docente di astronomia. Riportava le costellazioni che avevano dato origine allo zodiaco.*




    *Non avrebbero usato molto lo strumento, ma sicuramente sarebbe stato utile per introdurre gli studenti all’argomento del giorno. Sistemato tutto il necessario l’insegnante si appoggiò ad una delle grandi finestre, attendendo l’arrivo dei suoi studenti. Quel giorno avrebbero anche posto le basi per l’interpretazioni dei numeri delle successive lezioni e sperava perciò in un’alta presenza di studenti curiosi d’imparare quella precisa arte divinatoria. Pensava di aver affisso l’avviso in tutte le bacheche, ma chissà quanti erano interessati a conoscere le implicazioni aritmantiche della loro nascita?*




    OT

    Benvenuti alla prima Esercitazione d'Aritmanzia di quest'anno.
    Potrete postare il vostro arrivo in aula dalle 00.01 del 7 Ottobre, giorno in cui è ambientata la role.
    L'esercitazione durerà fino alle 23:59 del 12 Ottobre.
    Buon divertimento!


    @Percy_Smith, @Cosetto_Silverwing, @Hattori_Uchiha, @Gabriel_Master, @Elisabeth_Boleyn, @Beatrix_Olives, @Kribja_Armstrong, @Helen_Daniels, @Charlotte_Mills, @Angela_Dimaggio, @Achilles_Davids, @Chloe_Lightwood, @Mihos_Renny, @Marina_Lightwood, @Daenerys_Martin, @Sylvia_Turner, @Emily_Banks, @Akiko_Gold, @Samuel_Zeccara, @Dretra_Geco, @Jane_Casterwill, @Fiamma_Vermelho, @Kate_Luviana, @Kimberly_Beckendorf, @Oliver_Zambini, @Gianna_Fields, @Alexandra_Cure, @Lavinia_Grent, @Serenity_Hunter, @Helen_Benlor, @Miraha_Gaiamens, @Mara_Greco, @Aelia_Scuderi, @Gellert_Mcking, @Millennium_Falcon, @Dragonis_Witch, @Regel_Prevett, @Daniele_Rizzo, @Mirco_Mcqueen, @Fanna_Graffy, @Laura_Perinn, @Laura_Alderbow, @Hailey_Odair, @Megan_Torres, @Anastasia_Gray, @Sinfo_Arfen, @Effie_Casterwill, @Alastor_Umbra, @Hope_Gilbert, @Robert_Dippett, @Lexa_Lively, @Katrin_Hopkirk, @Yasmine_Holmes, @Renata_Moon, @Alexandra_Duval, @Gily_Argent, @Nikita_Wellington,




    Ultima modifica di Elena_Apefrizzola 2 settimane fa, modificato 2 volte in totale


  • Fiamma_Vermelho

    Serpeverde

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 1
    Galeoni: 127
       
       

    *La piccola rossa dormiva ancora beata nel suo letto, e non aveva per niente voglia di alzarsi, fino a quando non sentì un peso sul suo viso*

    ANUL!

    *Con fatica prese il suo gatto e lo posò per terra. Si stropicciò gli occhi e si sedette sul letto. Si guardava intorno. Spaesata.*

    Ho sonno. Tanto sonno

    *borbottò e dopo aver fatto 5 minuti di riflessione mentale saltò giù dal letto. Le lezioni erano già iniziato da un po’ di giorni e lei aveva participato quasi a tutte, per questo motivo era veramente molto stressata, e lo si poteva capire dai suoi capelli, che si erano schiariti un po’. Un po’ tanto. Prese la sua divisa e si chiuse in bagno dove dopo 5 minuti uscì tutta bella profumata*

    Bene. Io vado, tu fai il bravo.

    *Accarezzò il suo gatto e prendendo la sua roba uscì velocemente dalla stanza. Si ritrovò a gironzolare nei corridoi quando lesse un foglio attaccato alla parete*

    PRIMA ESERCITAZIONE DI ARITMANZIA.

    *Poi, lesse attentamente i piccoli dettagli e le si illuminarono gli occhi. Sembrava una cosa veramente molto interessante e alla fine decise di andare verso l’aula.*

    Spero seriamente di non essere la prim-

    *Entrò nell’aula. Come non detto. Era la prima, come al solito. Scuotè la testa e guardò la professoressa*

    Buongiorno.

    *Disse con voce gentile e imbarazzata, mentre le sue guance diventavano rosse*

  • Oliver_Zambini

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 1
    Galeoni: 84
       
       

    [Dormitorio di Corvenero]
    *Oliver quella mattina si era concesso di rimanere a letto un po' piú del solito, dato che la sera aveva letto fino a tardi un libro preso in prestito dalla biblioteca. Ma dopo qualche minuto si disse che non sarebbe riuscito a riaddormentarsi, quindi scese dal letto, si vestì e si diresse verso la Sala Grande.*
    [Sala Grande]
    *Oliver si sedette nell'angolo piú isolato del tavolo, come era solito fare, e fece colazione lasciandó la mente riformulare il programma di quella mattina. Era tranquillo, fino a quando la scritta PRIMA ESERCITAZIONE DI ARITMANZIA non gli passó davanti agli occhi.*
    Miseriaccia!
    *Prese la borsa con i libri e si catapultó fuori dalla Sala Grande e su per le scale.*
    [Classe di Aritmanzia]
    *Oliver arrivo senza fiato davanti alla porta dell'aula. Poggió la mano sulla maniglia e cercó di riprendere fiato, mentre apriva la porta. La classe era ancora vuota, tranne per la professoressa e una ragazza di Serpeverde.*
    Buongiorno professoressa
    *Salutó, poi prese posto in primo banco, dove avrebbe potuto seguire la lezione molto bene, e cominció a tirare fuori penna e inchiostro dalla borsa e a appoggiarli sul banco.

  • Beatrix_Olives

    Corvonero Barista 3MDS

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 5
    Galeoni: 622
       
       

    [SALA COMUNE CORVONERO - ore 14:45]


    *Beatrix non aveva avuto lezioni quel sabato mattina così aveva approfittato del tempo libero per portarsi avanti con i compiti, e adesso, dopo un eccellente pranzo a base di pollo arrosto e patatine, si era accoccolata su una delle poltrone presenti nella sala comune della torre dei Corvonero con un libro babbano. La ragazza era immersa nella lettura quando un gattino completamente nero le saltò in grembo, accomodandosi esattamente sopra il libro della corvetta. Il gattino in questione era Baloo, un cucciolotto nato dalla gatta dei suoi nonni babbani. Facendo le coccole alla piccola palla di pelo a Beatrix cadde l'occhio sul suo orologio da polso, indicava le 14:45, la ragazza si alzò dalla poltrona appoggiando il libro ad un tavolino, e continuando a coccolare il piccolo Baloo si diresse verso la bacheca con tutti gli avvisi per gli studenti, ci mise un attimo a trovare il foglietto che le interessava*

    Citazione:
    PRIMA ESERCITAZIONE DI ARITMANZIA
    Aula di Aritmanzia, al Sesto piano Sabato 7 Ottobre alle ore 15.



    Esercitazione per riconoscere il destino predisposto alla nascita.
    Tutti sono invitati a partecipare.
    Professoressa Apefrizzola


    *La giovane era rimasta molto incuriosita dall'argomento e in più non voleva mancare alla prima esercitazione della novella professoressa Apefrizzola che era stata una Corvonero con cui Beatrix aveva molto legato. La castana sussurrò al suo gattino*

    Per fortuna che sei arrivato tu Baloo sennò rischiava di ricordarmi troppi tardi dell'esercitazione di aritmanzia!


    [AULA DI ARITMANZIA]


    *Dopo aver preso tutto l'occorrente per la lezione e aver lasciato il gattino sul suo letto, Beatrix si avviò verso il sesto piano del castello dove c'era l'aula della professoressa Apefrizzola. Una volta entrata la quindicenne notò che i banchi erano disposti in modo diverso rispetto al solito, formavano una U rivolta verso la lavagna. La Olives si diresse verso la prof*

    Buongiorno prof, come sta? Ha passato una buona settimana?

    *Poi rivolgendosi all'altra ragazza presente in aula si presentò dicendo*

    Ciao, ti ho visto in giro per il castello ma non ho mai avuto l'occasione per conoscerti, io sono Beatrix Olives, piacere!

    *Beatrix si accomodò quindi vicino ad Oliver, un ragazzo Corvonero, che stava diligentemente organizzando il suo banco in attesa dell'inizio dell'esercitazione*

    @Fiamma_Vermelho, @Elena_Apefrizzola, @Oliver_Zambini




    Ultima modifica di Beatrix_Olives 2 settimane fa, modificato 1 volta in totale


  • Hailey_Odair

    Serpeverde

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 1
    Galeoni: 170
        Hailey_Odair
    Serpeverde
       
       

    [Dormitorio Serpeverde]

    *Hailey dormiva beata quando delle voci la svegliarono.
    Si rigiró nel letto e si mise il cuscino sulla testa per poter continuare a dormire.
    La realizzazione arrivó come uno schiaffo; Hailey era a scuola e le voci appartenevano agli studenti che si preparavano e andavano a lezione.
    Per quanto si riscosse bruscamente quasi cadde dal letto*

    Primo giorno e giá in ritardo non ci posso credere

    *si preparó piú velocemente possibile ed uscí dal dormitorio, lasció un sospiro liberatorio quando capí di non essere ancora in ritardo dato che altri studenti erano diretti a lezione oltre a lei.
    Nonostante questo si avvió senza fare colazione; sapeva che non ci sarebbe stato tempo.*


    [AULA DI ARITMAZIA]


    *Hailey arrivó di corsa.
    Sorrise all'insegnante imbarazzata*

    Buongiorno professoressa

    *Si guardó intorno e notó un viso familiare.
    Cosí si sedette accanto a lei*

    Ciao Fiamma

    *sorrise*

    Spero che non stavi tenendo il posto a qualcuno.

    *Il viso le diventó rosso per l'imbarazzo, in effetti non era molto educato questo comportamento*

    Pensavo di essere in ritardo ma vedo che non sono arrivati tutti ancora

    *sorrise e notó due alunni di corvonero*

    Li conosci?

    @Fiamma_Vermelho, @Oliver_Zambini, Beatrix_Olives

  • Mihos_Renny

    Tassorosso

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 7
    Galeoni: 409
        Mihos_Renny
    Tassorosso
       
       

    Uff... non mangiavo così tanto dal primo giorno di scuola

    *Disse Mihos sospirando mentre mandava giù l'ultimo boccone di pancetta, era da tempo che non mangiava tanto, quando lavorava ai Tre Manici di Scopa aveva poco tempo per sé e quando finiva il suo turno era talmente stanco che non aveva nemmeno la forza di prepararsi un sandwich, ma ormai il suo ruolo di barista era terminato e per i successivi due mesi passò la palla ad altri contendenti. Erano le due e mezza quando Mihos prese la sua borsa per dirigersi nella sua Sala Comune, non aveva niente da fare, né lezioni né impegni, magari avrebbe dormito un po' per poi darsi allo studio, dopotutto quell'anno aveva i M.A.G.O.
    Arrivato a destinazione si guardò intorno ed escluso un fantasma, non c'era nessuno, magari avevano tutti lezioni pomeridiane, chissà dov'erano tutti, buttando l'occhio nella bacheca notó che c'era un avviso.*

    Citazione:

    PRIMA ESERCITAZIONE DI ARITMANZIA
    Aula di Aritmanzia, al Sesto piano Sabato 7 Ottobre alle ore 15.


     
    Esercitazione per riconoscere il destino predisposto alla nascita. 
    Tutti sono invitati a partecipare. 
    Professoressa Apefrizzola


    *Era prevista un'esercitazione di Aritmanzia per le tre di quel pomeriggio. Aveva trovato cosa avrebbe fatto quel giorno, andò nel suo letto e svuotò la borsa del peso in eccesso e lasciò solo piuma, pergamene e inchiostro e si diresse al sesto piano dove avrebbe avuto luogo l'esercitazione. Mancavano venti minuti all'ora prestabilita*

    [AULA DI ARITMANZIA]


    *Arrivato con dieci minuti di anticipo entrò nell'aula dove i banchi erano disposti a U e sopra ognuno di essi un foglio bianco.*

    Buon pomeriggio professoressa Apefrizzola, bella giornata oggi vero?

    *La professoressa era una sua cara amica, non poteva mancare alla sua prima esercitazione, certo il fatto che si fosse accorto all'ultimo che teneva un'esercitazione non fa di lui un cattivo amico, no? Presenti in classe, oltre alla professoressa, c'erano tre ragazzi che non aveva mai visto e Beatrix Olives, una ragazza di Corvonero che lo avrebbe sostituito come barista, così si avvicinò a lei.*

    Ehi Beatrix come stai? Ti dispiace se mi siedo qui? Ciao io sono Mihos Renny

    *Con l'ultima frase si riferì al ragazzo Corvonero accanto all'amica, probabilmente era del primo anno. Dopo essersi seduto si avvicinò all'orecchio della giovane Olives e le sussurrò.*

    Sai l'altro giorno ero in biblioteca e volevo salutarti, ma a quanto pare eri già in buona compagnia

    *Concluse sorridendo, qualche giorno prima infatti aveva visto la bronzo-blu in compagnia di Hattori Uchiha, un Tassorosso suo amico.*

    @Elena_Apefrizzola, @Beatrix_Olives, @Hailey_Odair, @Oliver_Zambini, @Fiamma_Vermelho,




    Ultima modifica di Mihos_Renny 2 settimane fa, modificato 1 volta in totale


  • Elena_Apefrizzola

    Corvonero Insegnante Responsabile di Casa

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 7
    Galeoni: 1087
       
       

    *Man mano che si avvicinava l’orario dell’Esercitazione diversi alunni iniziarono a prendere posto tra i banchi. Elena sorridente accolse tutti loro. La prima ad entrare in aula fu una timida Serpeverde che sembrava intimorita dall'essere arrivata con la classe vuota ad attenderla. Non dovette aspettare molto però che anche altri si aggiunsero: due Corvonero, Oliver e la dolce Beatrix che la professoressa conosceva dai tempi della scuola, quando anche lei era una studentessa, un'altra giovane Serpeverde che diede man forte all'amica arrivata per prima e poi il Tassorosso Mihos Renny, amico della mora insegnante.*

    Buongiorno prof, come sta? Ha passato una buona settimana?
    Buon pomeriggio professoressa Apefrizzola, bella giornata oggi vero?

    *Dissero gli studenti più grandi Beatrix e Mihos, che ormai avevano con la docente un rapporto di amicizia che lei non era per nulla intenzionata a sottovalutare.*

    Buongiorno anche a voi carissimi! Prendete pure posto prego.

    *Li salutò sorridente ed emozionata dal dover insegnare anche a chi fino a poco prima era un suo compagno di studi, invitandoli con un gesto a prendere posto. Quando tutti ebbero si furono seduti l'insegnante si discostò dalla finestra e con passo deciso si diresse verso il centro della dell'aula, rimanendo tra i due lati dei banchi.*

    Benvenuti a tutti a questa prima esercitazione di Aritmanzia!
    Sono felice che molti di voi abbiano accettato l'invito, vi assicuro che non ve ne pentirete.


    *Disse sbattendo le mani in un piccolo applauso per attirare l'attenzione, poi passando accanto all'astrolabio continuò.*

    Come immagino abbiate capito dal volantino nelle bacheche e dall'oggetto qui al centro dell'aula, oggi parleremo dell'importanza delle vostre date di nascita.
    Vi ricordo che l'Aritmanzia è l'arte di comprendere, decifrare e divinare il destino umano attraverso i numeri, o meglio, la loro corretta interpretazione. E' una disciplina mantica che utilizza alcuni numeri significativi per comprendere ciò che ci circonda ed interpretare un possibile futuro, a livello profondo e completo.



    Prima d'iniziare però vorrei che rispondeste a questa piccola domanda, giusto per fare un ripasso dopo il ritorno dalle vacanze estive e riprendere l'allenamento.
    Chi si ricorda cos'è un Quadro aritmantico e da quali numeri è composto?


    *La domanda era semplice per chi aveva seguito già le sue lezioni e quelle della professoressa Moondlich prima di lei. Sarebbe però stata utile per fugare le ultime nuvole presenti nelle brillanti menti degli studenti che tornavano sui libri con passo incerto dopo i mesi caldi.*

    @Fiamma_Vermelho, @Oliver_Zambini, @Beatrix_Olives, @Hailey_Odair, @Mihos_Renny, @Alastor_Umbra, @Gabriel_Master, @Kribja_Armstrong, @Chloe_Lightwood, @Marina_Lightwood, @Carolina_Meroi, @Emily_Banks, @Elisabeth_Boleyn, @Cosetto_Silverwing, @Samuel_Zeccara, @Charlotte_Mills, @Daenerys_Martin, @Helen_Benlor, @Laura_Perinn, @Angela_Dimaggio, @Percy_Smith, @Serenity_Hunter, @Hattori_Uchiha, @Sylvia_Turner, @Aelia_Scuderi, @Veronica_Smith, @Kimberly_Beckendorf, @Achilles_Davids, @Helen_Daniels, @Dragonis_Witch, @Megan_Torres, @Gily_Argent, @Jane_Casterwill, @Robert_Dippett, @Gellert_Mcking, @Sinfo_Arfen, @Gianna_Fields, @Akiko_Gold, @Dretra_Geco, @Kate_Luviana, @Alexandra_Cure, @Lavinia_Grent, @Miraha_Gaiamens, @Mara_Greco, @Millennium_Falcon, @Regel_Prevett, @Daniele_Rizzo, @Mirco_Mcqueen, @Fanna_Graffy, @Laura_Alderbow, @Anastasia_Gray, @Effie_Casterwill, @Hope_Gilbert,




    OT
    L'esercitazione ha finalemnte inizio! Provate a rispondere alla domanda della docente e a proporre il vostro punto di vista sulla materia del giorno!
    Chi vuole ancora prendere parte all'esercitazione, può tranquillamente postare il suo arrivo.


  • Kribja_Armstrong

    Corvonero Insegnante Membro del Consiglio di Hogsmeade

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 7
    Galeoni: 1298
       
       

    *Kribja Armstrong sapeva che sarebbe arrivata in ritardo all'esercitazione di Aritmanzia della Professoressa Apefrizzola nel momento stesso in cui, percorrendo una scorciatoia che dal terzo piano l'avrebbe portata al sesto livello in cui era collocata l'aula di destinazione, aveva incontrato Pix sul suo cammino.



    L'unico Poltergeist della scuola di magia e stregoneria di Hogwarts stava tranquillamente infestando il corridoio dinanzi l'aula di Incantesimi quando, vedendo la diciassettenne di Corvonero, aveva colto la palla al balzo e sfruttato quell'occasione per infastidire la giovane.
    Masticando il solito chewin-gum rosa chiaro, aveva reperito tutti i cassini presenti nelle stanze del piano pronto a bombardare allegramente la sua preda, peccato però che Kribja si aspettava una cosa del genere e, per evitare problemi, aveva scagliato un'incantesimo scudo attorno alla sua figura pronunciando la formula "Protego" e creando una barriera circolare di un bianco pallido e quasi trasparente, in grado di schermarla dal lancio degli oggetti polverosi.*

    Ti è andata male Pix!

    *Lo schermì la Corvetta cominciando a correre nel corridoio per non perdere ulteriore tempo prezioso, ma il Poltergeist, risentito della sua infruttuosa marachella approfittò della scarna attenzione di Kribja per lanciare ai suoi piedi una dello orribili fialette puzzolenti magiche nota tra la comunità magica come Caccabomba.*

    Per la barba di Merlino!

    *L'olezzo inconfondibile di escrementi impregnò velocemente il lungo corridoio del terzo piano, mentre Pix rideva sguaiatamente soddisfatto. Kribja fu costretta a tappare il naso con la mano e correre il più velocemente possibile verso la scorciatoia per il sesto piano sperando vivamente che i vestiti che indossava non si riempissero dello sgradevole odore.
    Senza fiato, finalmente giunse davanti la porta dell'aula di Artimanzia conscia che l'esercitazione era già cominciata ma provò lo stesso a mettervi piede, sperando nella magnanimità della docente.*

    Buongiorno Professoressa Apefrizzola, scusi il ritardo ma ho incontrato Pix. La prossima volta non ricapiterà!

    *Spiegò alla donna notando subito l'elegante astrolabio su cui erano riportate le costellazioni celestiali, sicuramente utile per l'esercitazione che trattava il destino legato alle date di nascita degli studenti. Voltandosi poi verso la classe si rese conto dei partecipanti, per una volta il numero di Corvonero era eguagliato dai Serpeverde difatti la cara Beatrix Olives era "accompagnata da Oliver Zambini che però Kribja non conosceva quasi per nulla. Tra i Serpini due nuove reclute venivano riconosciute grazie allo stemma impresso sulla divisa, mentre Mihos Renny, suo coetaneo, era l'unico esponente di Tassorosso. Per non perdere ulteriore tempo Kribja fece un saluto generale e si mise a sedere nella seconda fila di banchi dato che i primi erano già occupati.*

    Ciao a tutti ragazzi

    *Neppure il tempo di chiudere le labbra che la docente diede il via all'esercitazione spiegandone a grandi linee i contenuti ed in cosa consisteva quella affascinante materia, ricca di logica e numeri, per poi porre loro una semplice domanda sul Quadro aritmantico. Kribja alzò la mano per rispondere e, ad un cenno della professoressa, iniziò a parlare.*

    Il Quadro aritmantico è uno degli strumenti adoperati nell'Aritmanzia che permette l’associazione di lettere dell’alfabeto latino, considerando in maniera separata le lettere I e J e le lettere U e V, con numeri da 1 a 9 per potere determinare varie caratteristiche di un soggetto.
    Le cinque variabili numeriche adoperate in questo metodo sono: il numero dell’Apparenza, il numero del Carattere, il numero del Cuore, il numero del Destino e la Quintessenza.
    Quest'ultima cifra è la più importante per che legato all'anima del soggetto e si ottiene con la somma del numero del Destino e il numero del Carattere per determinare la vera natura dell’individuo.


    *Concludendo il breve discorso la Corvonero lasciò spazio ai suoi compagni. Avrebbe potuto approfondire ogni numero con innumerevoli dettagli ma preferì che fossero gli altri ad analizzare le altre variabili cosi da non sembrare una supponente so-tutto-io, impressione che spesso veniva associata ai figli di Rowena.*

    @Elena_Apefrizzola, @Fiamma_Vermelho, @Oliver_Zambini, @Beatrix_Olives, @Hailey_Odair, @Mihos_Renny,


  • Beatrix_Olives

    Corvonero Barista 3MDS

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 5
    Galeoni: 622
       
       

    *Beatrix era da poco arrivata in aula quando un tassorosso di sua conoscenza di sedette vicino a lei, era Mihos Renny, la corvetta lo aveva conosciuto quando era al primo anno e aveva avuto il piacere di stare in sua compagnia più di qualche volta. Il giovane salutò l'amica e poi si presentò all'altro Corvonero presente per l'esercitazione. La Olives era da un po' che non faceva due parole con il ragazzo che avvicinandosi a lei disse*

    Sai l'altro giorno ero in biblioteca e volevo salutarti, ma a quanto pare eri già in buona compagnia

    *Beatrix arrossì leggermente e con un sorriso gli rispose timidamente*

    Oh, immagino che tu conosca Hattori, sembra proprio un ragazzo simpatico

    *Nel frattempo era entrata anche Kribja, che con un po' di fiatone si scusò per il ritardo causato dal poltergeist del Castello, il terribile Pix. Pochi minuti dopo l'entrata della Corvonero la professoressa Apefrizzola iniziò ad introdurre l'argomento della lezione per poi porre subito alla prova gli studenti chiedendo cosa fosse un quadro aritmantico e da quali numeri era composto. La prima a rispondere fu la Corvonero Armstrong, come sempre preparatissima; la ragazza rispose alla prima domanda ed introdusse, in un certo senso, la seconda. Beatrix alzò la mano per continuare la risposta sui numeri che compongono il Quadro*

    Come ha detto Kribja, i numeri considerati per calcolare la Quintessenza sono il numero del Destino, ottenuto riducendo ad una sola cifra i numeri che compongono la data di nascita, rappresenta il futuro e le abilità che bisogna sviluppare per avere una vita armoniosa, e il numero del Carattere. Questo secondo numero è anche definito dell'Io e indica la personalità di una persona, si ottiene sommando i rispettivi numerici di tutte le lettere che compongono nome e cognome.

    *La castana concluse il suo intervento elencando le caratteristiche di solo due numeri in modo che anche gli altri potessero rispondere, le sembrava corretto dare a tutti una possibilità di dimostrare le loro conoscenze.*


    @Kribja_Armstrong, @Elena_Apefrizzola, @Mihos_Renny, @Hailey_Odair, @Oliver_Zambini, @Fiamma_Vermelho


  • Serenity_Hunter

    Corvonero Insegnante Responsabile di Casa

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 6
    Galeoni: 899
       
       

    [Giardino di Hogwarts]


    *Spesso, durante quelle giornate in la temperatura non era talmente rigida da costringere ogni essere vivente a rinchiudersi fra le mura del castello, Serenity amava trascorrere interi pomeriggi studiando all'esterno, cambiando di volta in volta luogo. In poco tempo aveva perciò esplorato l'enorme parco antistante l'antico edificio, la zona intorno al lago fino a spingersi al limitare della Foresta Proibita senza però mai avvenurarsi all'interno. La Corva nutriva un profondo rispetto per le regole e non aveva intenzione di infrangerle rischiando la sua permanenza nella scuola, soprattutto da quando si era meritata la spilla da Prefetto.
    Quel giorno, essendo la giornata assai promettente dal punto di vista meteorologico, Serenity ne approfittò per concedersi nuovamente una bella passeggiata dopo aver completato i suoi doveri scolastici. Infatti, subito dopo pranzo, si era ritagliata più di un'ora da dedicare allo studio di Difesa appuntandosi delle annotazioni sul margine del libro. La Corvonero, perciò, decise che era il momento per passare alla consueta passeggiata pomeridiana. Sebbene le zone soleggiate riscaldavano a dovere chiunque vi passasse attraverso, si trattava pur sempre di ottobre per cui la giovane per precauzione non aveva certo dimenticato l'ampia sciarpa blu e bronzea riposta in quel momento all'interno della tracolla. Il piacevole tepore rendeva inutile il suo impiego ma almeno se il tempo fosse peggiorato Serenity non sarebbe stata colta impreparata. Il suo camminare la portò a riflettere sull'andamento delle lezioni in generale, al pomeriggio trascorso con Kribja davanti a una fumante tazza di the per decidere l'imminente apertura del loro negozio.Forse fu proprio quel pensiero in particolare, il ricordo dei numerosi calcoli per far rientrare le spese nel budget previsto, che le riportò in mente un impegno fissato alle 15.*

    Ma certo! L'Esercitazione di Aritmanzia è oggi pomeriggio!

    *Pensò ad alta voce la Corva, maledicendo la propria sbadataggine. Anche la Bacheca della sala comune era stata aggiornata dai lei stessa, ma a causa della concitazione dovuta all'inaugurazione del "The Noble Horntail" Serenity l'aveva quasi dimenticato! La sedicenne ringraziò il Fato, la Buona Sorte e qualunque tipo di influenza esterna esistente che avevano veicolato i suoi pensieri in modo da ricordare l'imminente lezione. Aumentando l'ampiezza delle falcate Serenity fece dietrofront tornando in tutta fretta al castello.*

    [Aula di Aritmanzia]



    Buongiorno professoressa Apefrizzola.

    *Salutò educatamente la Corva, senza dimenticare il dovuto rispetto che ora si era guadagnata l'amica. In quell'aula era solo la sua insegnante di Aritmanzia, non Elena l'italiana dal sorriso onnipresente stampato sul volto ovale. In piedi, ritta dietro la cattedra dell'aula dalle pareti viola, ricopriva bene la cattedra a lei assegnata e riconfermata dalla nuova Preside, la professoressa Mills. Accanto a lei era bene in vista un oggetto astronomico molto interessante.*

    Cavoli, quello è un astrolabio! Chissà a cosa servirà...

    *Si ritrovò a pensare Serenity mentre con un lieve cenno salutava gli studenti a lei conosciuti - Kribja, Beatrix, Mihos - prendendo rapidamente posto. La lezione stava per cominciare e la ragazza non avrebbe avuto il tempo di scambiare quattro chiacchiere con la mora sua futura socia, nè presentarsi con i molteplici visi nuovi che scorgeva fra i banchi.
    Elena - anzi, la professoressa - pose subito una domanda di ripasso, certamente rivolta ai più veterani a beneficio delle matricole. Di certo ragazzini del primo anno non avevano seguito la lezione dello scorso anno, erano impossibilitati a rispondere! Ecco che la docente dalle origini italiane aveva creato il giusto escamotage per saggiare quanto interesse negli studenti riversava e allo stesso tempo far imparare fin da subito nuove nozioni ai neo apprendisti. Sia Kribja che Beatrix raccolsero la sfida: la prima discutendo dell'argomento in maniera generale, la seconda affrontò solo una parte così da paermettere a qualcun altro di completare il tutto. Serenity ne approfittò del velato invito lanciato dalla compagna di Casa, alzando la mano per rispondere una volta che ebbe il permesso dall'insegnante.*

    Se mi permette, professoressa, completo il discorso incominciato dalle mie compagne. All'appello mancano se non sbaglio il Numero dell'Anima e quello dell'Apparenza.
    Il Numero dell'Apparenza, detto anche Numero Sociale, va a descrivere l'atteggiamento di una persona che assume nel quotidiano. Come direbbe un letterato babbano che di cognome faceva Pirandello, la "maschera" che indossiamo e che identifica solo l'aspetto esteriore che mostriamo alla gente, che non corrisponde a ciò che siamo davvero. Questo Numero si ottiene attraverso la somma aritmetica del valore numerico delle consonanti che compongono il nome e cognome del soggetto in questione.
    Il Numero dell'Anima o del Cuore, invece, indica le aspirazioni di una persona, una sfaccettatura più intima come i sogni o i desideri che il soggetto cova in sè. In questo caso la somma è quella dei valori numerici delle vocali che compongono il nome e cognome.
    Bisogna fare attenzione solo a due aspetti. Il primo, che i cinque elementi di un quadro aritmantico pur avendo la stessa cifra hanno significati diversi. Ciò significa, per esempio, che se sia il Numero del Cuore che quello dell'Apparenza risultano con lo stesso valore allora ognuno di essi ha una sua spiegazione, per nulla identica fra di loro. Il secondo aspetto, invece, riguarda il calcolo in sè e prende in considerazione i risultati ottenuti. Se il valore finale della somma non è composto da una singola cifra si procede con la somma delle cifre che lo compongono, fino a quando non se ne ottiene solo una. Numeri particolari - come 11, 22 e 33 - non seguono questa regola in quanto sono Numeri Maestri.


    *Detto ciò riprese dalla borsa gli appunti relativi alla lezione, ma una domanda le sorse quasi inavvertitamente dalla bocca.*

    Professoressa, mi scusi ma l'astrolabio a cosa ci servirà oggi?



    @Kribja_Armstrong, @Elena_Apefrizzola, @Mihos_Renny, @Hailey_Odair, @Oliver_Zambini, @Fiamma_Vermelho @Beatrix_Olives,


  • Alastor_Umbra

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 2
    Galeoni: 247
        Alastor_Umbra
    Corvonero
       
       

    [DORMITORIO CORVONERO]

    *Il Corvonero si alzò di soprassalto, credendo fosse molto tardi, ma dando una fugace occhiata all'orologio si rese conto di essere in orario; la mattina avrebbe assistito alla sua prima lezione di Aritmanzia e non poteva perderla.
    Scese dal letto e si vestì velocemente, si diede una sistemata ai lunghi capelli neri, che durante la notte avevano assunto forme stravaganti e si diresse giù per le scale del dormitorio alla volta dell'aula della professoressa di Aritmanzia.*

    [AULA DI ARITMANZIA]

    *Arrivato dinanzi all'aula si accorse che la porta era ancora aperta.*

    *"Sono in orario."*

    *Pensò mentre varcava la soglia, vide alcuni alunni che già avevano preso posto e la professoressa che, probabilmente, aveva già formulato un qualche quesito in quanto un'alunna, vestita dei colori di Corvonero, era già intenta a dare quella che pareva un'esauriente risposta ad una qualche domanda.*

    Buongiorno Professoressa.

    *Esordì il giovane prendendo posto in un dei primi banchi. Si sedette e tirò fuori dalla sua cartelletta pergamena e calamaio, in caso fosse servito prendere appunti.*

  • Elena_Apefrizzola

    Corvonero Insegnante Responsabile di Casa

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 7
    Galeoni: 1087
       
       

    *Gli studenti risposero in modo ordinato, alzando sempre la mano prima di parlare. Tre studentesse della casa di Rowena in particolare, riuscirono con le loro risposte a ricostruire ciò che la docente aveva detto nelle diverse lezioni, rendendola veramente orgogliosa.*

    l Quadro aritmantico è uno degli strumenti adoperati nell'Aritmanzia che permette l’associazione di lettere dell’alfabeto latino, considerando in maniera separata le lettere I e J e le lettere U e V, con numeri da 1 a 9 per potere determinare varie caratteristiche di un soggetto.
    Le cinque variabili numeriche adoperate in questo metodo sono: il numero dell’Apparenza, il numero del Carattere, il numero del Cuore, il numero del Destino e la Quintessenza.


    *Iniziò Kribja Armstron, arrivata in leggero ritardo rispetto agli altri ma subito attiva ed attenta, introducendo il ripasso e approfondendo quello che era il numero indice del quadro aritmantico: la Quintessenza. Continuò poi Beatrix Olives parlando del Numero del Destino e di quello del Carattere, senza tralasciarne nessun aspetto. Toccò poi a Serenity Hunter che parlò dei restanti Numero dell’Anima e Numero dell’Apparenza, che ben si abbinavano per proprietà diametralmente opposte. L’ultima ragazza ricordò ai presenti anche che cosa fosse la particolarità della somma dei valori numerici basata sulla riduzione teosofica. Una volta ascoltati l’insegnante si preparò a tirare le somme del loro ragionamento. Un giovane studente Corvonero entrò in quel momento ed Elena lo invitò a sedersi, senza interrompere l'esercitazione.*

    Ottimo lavoro! Vedo che le festività estive non hanno intaccato la vostra memoria.
    A beneficio dei nuovi arrivati devo dire che Kribja, Beatrix e Serenity hanno effettuato una perfetta sintesi.
    Mi permetto soltanto di aggiungere che i valori da 1 a 9 sono assegnati in ordine alfabetico facendo così combaciare con il valore 1 la A, la J e la S, fino a concludersi con la lettera Z corrispondente all’8. Inoltre la somma effettuata si definisce riduzione teosofica e termina quando si arriva ai primi numeri da 1 a 9. Fanno eccezione solo: i Numeri Maestri, 11, 22, 33 e i successivi multipli; e quelli Karmici 13, 14, 16, e 19.

    Per ora vi basti ricordare che un Quadro aritmantico è composto dai cinque numeri che troverete alla lavagna e sul foglio presente in ogni banco.


    *Con un abile colpo del catalizzatore Apefrizzola fece comparire un piccolo riassunto di quanto detto alla lavagna e sui fogli che prima aveva lasciato ad ogni banco.*



    Per rispondere alla sua domanda invece Signorina Hunter, sfrutterò il piccolo Astrolabio qui presente per introdurvi ai misteri della vostra data di nascita. Ma prima di tutto vorrei invitarvi ad una riflessione.

    *Disse l’insegnante rispondendo prima alla giusta curiosità di Serenity, dettata sicuramente dalla sua passione per gli astri, poi girando il suo sguardo fermo e cospiratorio verso i presenti. Poggiò le mani sull’astrolabio mentre li osservava riflettere, poi uscì dalla dal semicerchio dei banchi e prese a girare tra gli alunni, sperando che riuscissero a seguire meglio il filo del suo discorso.*

    Nella divinazione numerologica, uno studente sul campo usa la data e l'ora della nascita di un individuo per analizzare e definire gli aspetti della personalità e le caratteristiche di quella persona, associando dei numeri ad ogni lettera dell’alfabeto. Alla base di questo ragionamento ci sono le vibrazioni di fondo dell’universo, in grado di focalizzarsi ed intervenire in un punto preciso della vita di un individuo. È meno chiaro però come nomi e parole seguano una regola simile. Una teoria accreditata da alcuni numerologisti dice che una persona che dà il nome ad una cosa sia influenzata dalle vibrazioni universali che vengono percepite inconsciamente e che fanno sì che questo nome sia armonico con le vibrazioni dell'oggetto nominato.
    Senza entrare nel particolare e spaventarvi troppo, vi basti sapere che nomi uguali in lingue diverse hanno vibrazioni completamente differenti, perché influenzate dal proprio contesto.


    *L’insegnante fece una piccola pausa per riprendere fiato e permettere agli studenti di appuntarsi tutto ciò che aveva detto. Era evidente che anche i nomi delle persone avevano un aspetto ed una vibrazione diversa a seconda della lingua utilizzata, ma questo faceva parte del gioco. L’universo non poteva essere più chiaro: ogni cosa è influenzata da esso e dal contesto in cui agisce. Elena ricordava di essersi stupita quando la vecchia insegnate della materia aveva puntualizzato il suo essere “Elena” e non “Helen”, all’inglese. Sperava perciò che gli studenti capissero quel punto di vista chiaramente e il prima possibile, dato l’argomento che quel giorno avrebbero affrontato.*

    Secondo voi, alla luce di quanto detto, quale numero sarà uguale, indipendentemente dalla lingua parlata?

    *La domanda era provocatoria, ma frutto del disegno che lei stessa aveva scelto per quell'esercitazione. Dopo tutto dei numeri che originano altri numeri, sotto la predisposizione dell’Universo è un argomento complicato ed estremamente intrigante.*
    @Alastor_Umbra, @Kribja_Armstrong, @Serenity_Hunter, @Mihos_Renny, @Hailey_Odair, @Oliver_Zambini, @Fiamma_Vermelho @Beatrix_Olives,




    Ultima modifica di Elena_Apefrizzola 2 settimane fa, modificato 1 volta in totale


  • Serenity_Hunter

    Corvonero Insegnante Responsabile di Casa

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 6
    Galeoni: 899
       
       

    *La lezione si stava facendo molto interessante, complice la presenza dello strumento astronomico che tanto aveva incuriosito Serenity. La ragazza era ancora sulle spine, sperando di poterlo utilizzare lei stessa nel calcolo relativo alla sua data di nascita. Provava una certa ammirazione per gli astri e il mondo infinitamente grande da non pensare ad altro, quasi dimenticando di partecipare a un'esercitazione di Aritmanzia piuttosto che di Astronomia.*

    Una esercitazione congiunta sarebbe il massimo.

    *La professoressa si congratulò con le tre Corvonero che sagacemente avevano risposto alla domanda, completandosi a vicenda così da creare un quadro pressoché perfetto su cosa consistesse un quadro aritmantico. La giovane insegnante corresse solo qualche imperfezione nelle esposizioni che aveva udito, ma la gran parte delle informazioni enunciate dalle ragazze erano corrette e spiegate in maniera approfondita. In seguito la Apefrizzola fece una breve digressione circa le differenze che una parola o un nome subiva dal punto di vista numerologico a seconda della lingua in cui essa era tradotta. Serenity non ci avrebbe mai pensato prima se la docente non avesse esposto questo piccolo problema.
    La mora seduta poco distante era assorbita quasi quanto lei dal discorso generale sull'importanza del contesto in cui il quadro aritmantico veniva svolto. Serenity sorrise quando colse lo sguardo della migliore amica, un po' scontenta di non essere riuscita a scambiare qualche chiacchiera con lei. Detestava dover aspettare la fine della lezione, perciò ne approfittò di un brevissimo attimo di pausa per esporle a bassa voce un pensiero che la attanagliava.*

    Te lo immagini, applicare questa regola alle nostre bevande? Un infuso chiaro che potremmo chiamare, per esempio, "Rose blanche" avrebbe un quadro aritmantico completamente diverso dalla sua traduzione inglese "White Rose". Pazzesco, no?



    *Bisbigliò, riferendosi ad alcuni dei nuovi preparati in via di sperimentazione che ancora necessitavano di un nome appropriato in modo da contraddistinguerli. Ormai mancava davvero poco al grande evento! Tutti erano stati invitati e le due non vedevano l'ora di esporre al pubblico magico le creazioni che avevano inventato, frutto di una collaborazione esaustiva ma alquanto soddisfacente fra le due Corvonero. La comune passione per i the era sfociata in un mestiere vero e proprio, in cui entrambe avrebbero messo a disposizione il loro talento in Pozioni per servire gli altri.
    I minuti trascorrevano veloci, senza che nessuno dei presenti sembrasse annoiarsi del complicato discorso sui numeri esposto dall'insegnante. Persino Serenity, che dalla matematica non era mai stata attratta, non faceva altro che prendere appunti. Le pareti lilla scintillavano, illuminate dai raggi solari del pieno pomeriggio, e i cartelloni affissi su tutta la stanza pieni di numeri troneggiavano sui ragazzi, quasi a voler confermare quanto Infine ci fu un'altra domanda da parte della professoressa, a cui Serenity prontamente rispose una volta riflettuto logicamente. C'erano cinque numeri, ognuno con un suo valore e ognuno si originava da un diverso calcolo. Uno solo però teneva conto di cifre e non di lettere: il Numero del Destino, riferito alla data di nascita. Che fosse quello l'argomento della lezione? L'unicità del Numero del Destino, indipendentemente dal luogo di nascita, cosa che invece non accadeva per nomi e cognomi? L'avrebbe scoperto presto.*

    Beh, siccome ha detto che la lezione sarà incentrata sui misteri relativi alla nostra nascita... direi che il numero invariato nonostante la diversità di linguaggio utilizzato è il Numero del Destino. Questo perché dei cinque è l'unico che prende in considerazione la nostra data di nascita, quindi dei valori numerici da ridurre a una singola cifra. Tutti gli altri, invece, si basano sulle lettere di nome e cognome se è una persona oppure su quelle che compongono la parola - vocali, consonanti o entrambe. Ci ha appena detto che la lingua influisce, poiché un oggetto o un nome può essere scritto in maniera diversa, ottenendo valori diversi nel Numero del Carattere, del Cuore e dell'Apparenza. Anche la Quintessenza rientra fra questi perché è la somma fra Numero del Destino e Numero del Carattere, ma quest'ultimo varia a seconda della lingua utilizzata perciò si ottiene sempre una somma diversa dalle altre.
    Faccio un esempio più pratico: una ragazza inglese di nome Elisabeth nata il 15 maggio 1997 avrà nel suo quadro aritmantico un diverso valore di Numero del Carattere, del Cuore, dell'Apparenza e Quintessenza rispetto al nome nella sua variante italiana, Elisabetta, o quella spagnola, Isabella. Ma questa ragazza ipotetica, ovunque sia la sua provenienza etnica, sarà sempre nata il 15 maggio 1997 - ossia 15/05/1997 - e in ogni luogo della Terra la data di nascita è unica, senza essere soggetta a diversificazioni o traduzioni. Il valore dei numeri è unico su tutto il pianeta: cambia la pronuncia ma il numero, come indice di un valore, è sempre lo stesso.


    *Ora capiva perché la professoressa aveva avanzato una simile esercitazione. Il Numero del Destino era il più particolare, unico, che andava oltre le differenze di lingue presenti sul pianeta. La matematica era il legante, la lingua comune comprensibile da tutti senza possibilità di errore. Doveva ammetterlo, l'importanza dei numeri stava emergendo in quella lezione. Un flusso di numeri che collegava persino le zone più recondite dello stesso Universo, ecco su cosa si basava l'Aritmanzia.*



    @Oliver_Zambini, @Vale_Fachin, @Jamie_Blane, @Ilaria_Pennazio, @Francesca_Andrews,
    @Kribja_Armstrong, @Elena_Apefrizzola, @Mihos_Renny, @Hailey_Odair, @Oliver_Zambini, @Fiamma_Vermelho @Beatrix_Olives,
    @Alastor_Umbra,


  • Kribja_Armstrong

    Corvonero Insegnante Membro del Consiglio di Hogsmeade

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 7
    Galeoni: 1298
       
       

    *Poco prima che Kribja incominciasse a rispondere alla domanda posta dalla Professoressa Apefrizzola, entrò nell'aula la cara Serenity Hunter, anche ella diciassettenne, nonchè migliore amica della Corvetta che stava per parlate. La strega di Cambridge si accomodò vicino a lei ma il tempo per i saluti venne rimandato ad un secondo momento lasciandole solo con un ricambiato sorriso di benvenuto.
    Kribja espose le sue conoscenze sul Quadro aritmantico approfondendo solo la variabile della Quintessenza così da lasciare anche al resto dei compagni la possibilità di dimostrare le proprie conoscenze in quel ripasso di Aritmanzia. Anche Beatrix Olives colse la palla al balzo ricordando al resto di loro come ottenere i Numeri legati del Destino ed al Carattere, a concludere il tutto ci pensò l'ultima arrivata che, con un approfondito discorso sui Numeri dell'Anima e dell'Apparenza, rispolverò la memoria anche sui Numeri Maestri e quelli Karmici.
    Ascoltando le risposte delle amiche/compagne, Kribja appuntò sulla pergamena, ancora una volta, quelle nozioni che aveva appreso nel tempo ma che erano sempre utili per lo studio dell'Aritmanzia.*

    Citazione:
    I° Esercitazione di Artimanzia 2017/2018


    Ripasso Quadro Artimantico:
    Le variabili numeriche permettono di utilizzare in modo corretto il metodo di Agrippa ed in più hanno la facoltà di determinare la longevità di un individuo, le sue caratteristiche predominanti e fare piccole previsioni sul suo futuro. Esse vanno calcolate e determinato in modo corretto.
    Le cinque variabili numeriche sono: il numero dell’Apparenza, il numero del Carattere, il numero del Cuore, il numero del Destino e la Quintessenza.

    Il Numero dell’Apparenza o Numero Sociale, si determina sommando i numeri ricavati dall’associazione delle consonanti che compongono nome e cognome del soggetto. Questo numero permette di scoprire l’esteriorità con il quale ci si mette in relazione con ciò che ci circonda, ossia le sembianze con il quale si affronta il mondo esterno.

    Il Numero del Carattere o Numero dell’Espressione, si ottiene sommando i numeri corrispondenti al nome completo dell’individuo. Questo risultato è il corrispettivo artimomantico dei segni zodiacali e sta ad indicare il modo di essere dell’individuo nonché le sue debolezze e le sue predisposizioni.

    Il numero del Cuore, altrimenti detto numero del Cuore o della Determinazione, viene determinato associando le vocali che compongono il nome e cognome ai numeri tramite la tabella Pitagorica e sommandoli. Tale risultato ci permetterà di venire a conoscenza delle aspirazioni e dei desideri più remoti del soggetto.

    Il numero del Destino, si ottiene sommando i numeri corrispettivi al giorno, il mese e l’anno di nascita fino ad ottenere un numero ad un’unica cifra per cui non si tiene conto della regola dei numeri 11 e 22. Il numero del Destino rappresenta la previsione del futuro ossia la strada che varrà intrapresa per ottenere una vita serena e giudiziosa considerando inoltre le abilità che si svilupperanno.

    Infine la Quintessenza si ottiene con la somma del numero del Destino e il numero del Carattere per determinare la vera natura dell’individuo. Questo è sicuramente il numero più legato all’anima del soggetto.

    N.B.
    Numeri Maestri, 11, 22, 33 e i successivi multipli;
    Numeri Karmici 13, 14, 16, e 19.


    *La docente si dimostrò molto contenta delle risposte date dalle sue alunne. D'altronde la materia non era semplice ed in molti preferivano adoperare la bacchetta piuttosto che soffermarsi ad elaborare numeri al fine di comprendere l'essenza di un soggetto ed le possibili variabili che influenzavano il destino.
    Con qualche appunto qua e la la professoressa entrò nel vivo dell'esercitazione introducendo l'argomento relativo alle vibrazioni di fondo dell’universo, strettamente collegate ad un'individuo ed alla sua percezione inconscia. Kribja si stupì molto nell'udire che anche nomi uguali hanno vibrazioni completamente differenti se pronunciati o analizzati in lingue diverse in quanto era uno degli argomenti su cui mai si era soffermata a pensare. Effettivamente il discorso aveva una sua perfetta logica, molti nomi (ed alcuni cognomi) potevano assere tradotti in altre lingue perdendo quindi la corrispondenza dei numeri di base. Per un momento si perse nel pensare a quale corrispettivo potesse avere il suo nome in altre lingue ma, non conoscendo a pieni ulteriori linguaggi fu più difficile di quanto sembrasse. A distoglierla da quel pensiero fu Serenity che, con la solita arguzia che la contraddistingueva, le fece notare che anche i nomi delle bevande che avevano scelto per il loro locale, il The Noble Horntail che avrebbero inaugurato proprio la settimana dopo, avrebbero potuto avere dei Quadri Aritmantici diversi se tradotti nelle varie lingue.*

    Hai ragione, è geniale questo aspetto, non ci avevo mai pensato.

    *Le rivelò sottovoce per non distrarre troppo il resto dei compagni che seguivano attentamente l'esercitazione. L'entusiasmo per quell'evento, però, traspariva chiaramente dalle parole di entrambe e, dopo il duro lavoro che avevano compiuto le due socie, a breve avrebbero potuto scoprire se anche il resto degli studenti di Hogwarts e i paesani del villaggio di Hogsmeade avrebbero apprezzato tutto ciò che il loro locale metteva a disposizione. Nuovamente il perdersi nelle nuvole dei suoi pensieri venne frenato dalla docente che domando quale numero potesse rimanere invariato indipendentemente dalla lingua parlata, Kribja stava per alzare la mano e rispondere con un semplice "Numero del Destino perchè legato alla data di nascita che rimane uguale in qualsiasi lingua, seppure delle volte, in alcune culture si tende a nominare prima il giorno rispetto al mese cosa che, però, non influisce sul raggiungimento del risultato" ma Serenity la anticipò con un discorso degno di una professoressa, con tanto di esempio perfettamente calzate. Quella ragazza era sempre brillantemente strabiliante!*

    Non avrei saputo esprimermi meglio.

    *Le sussurrò quando terminò di parlare, accompagnando le sue parole con un occhiolino.*

    @Oliver_Zambini, @Vale_Fachin, @Jamie_Blane, @Ilaria_Pennazio, @Francesca_Andrews, @Elena_Apefrizzola, @Mihos_Renny, @Hailey_Odair, @Fiamma_Vermelho @Beatrix_Olives, @Alastor_Umbra, @Serenity_Hunter,



Vai a pagina 1, 2  Successivo