Hogwarts - Sotterranei
Hogwarts - Sotterranei


  • Stefano_Draems

    Fondatore Amministratore Ministro Ad Honorem Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 16
    Galeoni: 584328
       
       



    Role Aperta da Yasmine_Holmes


    Citazione:
    Regole del GdR:
    - il tempo verbale è il passato (andò NON va)
    - la persona è la terza singolare (lei/lui NON io)
    - le descrizioni vanno fra asterischi **
    - il discorso diretto deve essere scritto senza nulla (ed eventualmente colorato)
    - i pensieri vanno in corsivo (ed eventualmente fra virgolette "")




    Ultima modifica di Eurus_Holmes oltre 1 anno fa, modificato 2 volte in totale


  • Eurus_Holmes

    Serpeverde

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 7
    Galeoni: 420
        Eurus_Holmes
    Serpeverde
       
       

    [LABORATORIO DI POZIONI - ore 15:25]


    *Era la prima volta che Yasmine faceva un'esercitazione nel primo pomeriggio: tendenzialmente preferiva svolgerla la mattina quando gli studenti risultavano meno affaticati dalle lezioni e riuscivano a svolgere lavori più precisi sui loro calderoni. Quel giorno non avrebbe trattato la lezione da sola ma in compagnia di Marcus Largh, professore di Cura delle Creature Magiche, nonché suo collega da più di sei mesi.
    In ogni sala comune, così come in ogni bacheca di ogni corridoio o aula, erano comparsi da giorni degli avvisi su pergamena rosata,una delle preferite della docente, che avvisavano gli studenti dell'imminente esercitazione.*

    Citazione:

    Si avvisano tutti gli studenti che il giorno Martedì 21 Novembre si svolgerà l'esercitazione di Cura delle Creature Magiche in stretta collaborazione con Pozioni. Data la poca flessibilità termica dell'aula di CDCM, l'Esercitazione verrà svolta nel LABORATORIO DI POZIONI alle 15:30.
    Prof.ssa Holmes e Prof. Largh


    *La caratteristica principale del laboratorio di Pozioni così come quello dell'aula erano il freddo pungente e glaciale che costringeva gli studenti, soprattutto nel periodo invernale a seguire le lezioni con maglioni o cappotti pesanti. Il freddo di quel luogo però aiutava lo svolgimento della sua materia: era più facile mantenere gli ingredienti e riuscire a scaldarli sufficientemente con fiamma controllata anzichè con temperature non consone.*



    *La professoressa Holmes era già lì da almeno venti minuti che aspettava impazientemente l'arrivo del suo collega Marcus, in ritardo di pochi minuti: sapeva che il ragazzo avrebbe dovuto tardare un po' a causa di alcuni impegni relativi al suo lavoro e ciò non la preoccupava.*

    Beh, forse fa un po' troppo freddo qui dentro!

    *Pensò la giovane donna. E dato che ancora non si vedevano studenti all'orizzonte decise di accendere il vecchio camino in fondo alla stanza. Era la prima volta che lo utilizzava da quando le venne assegnata la cattedra l'anno precedente: con un colpo di bacchetta lo ripulì dalle ragnatele e dopo diversi istanti e diversi incantesimi un grande fuoco cremisi del tutto innocuo illuminava la stanza più di quanto già le candele facessero prima.*



    *La giovane pensò che quella fosse stata un'ottima idea e tornando alla sua scrivania ripose la bacchetta. Aspettò l'arrivo degli studenti e del suo collega, impaziente e nel frattempo si mise a finire di correggere alcune simulazioni d'esame che aveva posto quella mattina ad alcuni studenti del settimo anno.*




    Benvenuti alla Prima Esercitazione di CDCM e Pozioni dell'anno scolastico. Potete iniziare sin da subito, descrivendo il vostro arrivo in aula. Ricordo che in Gdr l'Esercitazione durerà due ore mentre nella realtà la role scadra alle 23.59 del 25/11.
    Buona Esercitazione!


    @Christopher_Hoodwink, @Deanerys_Targaryen, @Timothy_Garrett, @Fiamma_Vermelho, @Hailey_Odair, @Samuel_Zeccara, @Megan_Torres, @Diana_Kelly, @Vanessa_Martin, @Brier_Hall, @Victoria_Maleficus, @Anastasya_Blue, @Nicola_Doccu, @Katherine_Gray, @Allison_Morgenstern, @Matteo_Gemme, @Eleonora_Harrington, @Claudia_Lordtrei, @Alexandra_Vasquez, @Megan_Jenkins, @Michael_Dintino, @Kara_Losan, @Rebecca_Olmi, @Dexys_Stars, @Grace_Lancaster, @Federica_Grelli, @Beth_Barberole, @Ambra_Devillers, @Aurora_Chase, @Violet_Duchamp, @Shawn_Frost, @Ariel_Kali, @Callum_Eaton, @Lilith_Night, @Laura_Luelin, @Marlene_Jackson, @Arwen_Cooper, @Regel_Prevett, @Nadia_Lyons, @Erika_Morani, @Alice_Marchese, @Nemesi_Roden, @Irene_Rimus, @Lorenzo_Regina, @Lindy_Calen, @Lisa_Turpin, @Geneviev_Windesoul, @Alaska_Diangelo, @Tomas_Payne, @Federica_Montgomery, @Evelyn_Deluca, @Jack_Turbin, @Marlenne_Jhonson, @Francesco_Pioppi, @Mister_Voldy, @Emma_Maggi, @Elisabeth_Morris, @Gordon_Freeman, @Mary_Bianco, @Alexandra_Duval, @Eryen_Electr, @Piccolo_Rosso, @Ciel_Phantomhive, @Emily_Strange, @Eleonor_Edge, @Axel_Buster, @Sophie_Buchanan, @Vanessa_Torton, @Angelo_Donzella, @Phil_Lancaster, @Joey_Puma, @Nymeria_Lbennet, @Elizaveta_Volkova, @Kaycee_Dunn, @Hermy_Grange, @Kathlyn_Sewell, @Miriana_Pilu, @Amanda_Abotton, @Maryrose_Fire, @Gily_Argent, @Rino_Oshere, @Valentina_Felix, @Bianca_Barbagli, @Clara_Lespierre, @Irene_Sugars, @Hermaini_Grender, @Arvenig_Cave, @Clotilde_Cadeau, @Alessia_Lightwood, @Iulia_Queen, @Ayleen_Shannon, @Matilde_Greenlaf, @Lindsey_Walker, @Nihal_Morgani, @Charlotte_Goulding, @Alan_Shate, @Michele_Conversano, @Mitzi_Ramacciotti, @Valery_Mustard, @Adelide_Holmes, @Arya_Mclush, @Annabeth_Swann, @Annalisa_Ziliani, @Valentina_Zanelli, @Amanda_Gomes, @Hattori_Uchiha, @Emily_Parks, @Emanuele_Santella, @Stefania_Newt, @Anais_Williams, @Giin_Meow, @Andy_Macgrain, @Edward_Morgan, @Gregory_Hallen, @Celia_Mikellar, @Celia_Mikellar, @Kate_Lightwood, @Clara_Spencer, @Chanel_Johnson, @Nives_Rowland, @Daneel_Olivaw, @Aelia_Scuderi, @Jackson_Write, @Emma_Baily, @Eleonora_Roma, @Doreen_Alcarin, @Alice_Johnson, @Zelif_Furetlunix, @Josephine_Wood,, @Catherine_Balm, @Avery_Salwen, @Ally_Williams, @Francesca_Petroccia, @Silvia_Maga, @Addie_Nikolaj, @Petro_Otyan, @Kimmy_Schmidt, @Cilla_Pillo, @Eren_Frost,@Alessia_Errante, @Amaljia_Underhill, @Leonard_Rainsworth, @Ashton_Mitchell, @Nadia_Moonlight, @Helena_Tudor, @Emma_Lloyd, @Nihal_Argent, @Jane_Casterwill, @Marina_Lightwood, @Mihos_Renny, @Elena_Apefrizzola, @Serenity_Hunter, @Kribja_Armstrong, @Mirco_Mcqueen, @Gianna_Fields @Emily_Banks @Gama_Clark @Joey_Puma


  • Marcus_Largh

    Tassorosso Insegnante
    AUROR

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 9
    Galeoni: 1380
        Marcus_Largh
    Tassorosso Insegnante
       
       

    --- HOGWARTS, ufficio del professor Largh ----


    *Quel giorno il sole splendeva alto in cielo, nonostante le temperature decisamente invernali costringessero gli studenti a rintanarsi nelle varie aule on un camino acceso. Il professor Largh era una di quelle persone.
    Quel pomeriggio era rimasto nel suo ufficio al calduccio, dove un piccolo caminetto scoppiettava per colpa della lena al suo interno.
    Fu solo quando l'orologio a pendolo rintoccò le tre del pomeriggio che l'umo dai capelli color del bronzo alzò lo sguardo da alcune pergamene. Da li a poco si sarebbe dovuto recare nel Laboratorio di Pozioni dove, assieme alla sua collega di Pozioni, avrebbe svolto l'esercitazione di quel pomeriggio.
    Cura delle Creature Magiche e Pozioni non avevano molto in comune, ma in alcuni casi le creature che Marcus analizzava assieme agli studenti a lezione potevano diventare ingredienti delle Pozioni di Yazmine.*

    Mi conviene avviarmi.

    *Pensò l'uomo che, dopo aver riposto le pergamene che stava leggendo, indossò un cappotto un po' pensante e si avviò verso i sotterranei del castello di Hogwarts.*


    --- HOGWARTS, Laboratorio di Pozioni ---


    *Era da molto che Marcus non entrava nel Laboratorio di Pozioni, non ne aveva motivo e di conseguenza evitava quel luogo. L'unico posto che frequentava all'interno dei Sotterranei del castello di Hogwarts era la sua ex sala comune della quale era diventato Responsabile
    Quando il professore di Cura delle Creature magiche entrò vide già presente la collega insegnante di pozioni.*

    Buon pomeriggio Yasmine, sempre zelantissima. Sei già pronta per l'esercitazione?

    *Domandò curioso il Tassorosso avvicinandosi alla cattedra. Posò un grande cesta piena di piccole scatoline con qualcosa al loro interno. Ne posò una davanti ad ogni banco, proprio dove gli studenti si sarebbero seduti. Non avrebbero aperto le scatole, e di conseguenza non avrebbero scoperto cosa ci fosse dentro, fino a quando non sarebbe stato il professore a dirglielo.*


    @Christopher_Hoodwink, @Deanerys_Targaryen, @Timothy_Garrett, @Fiamma_Vermelho, @Hailey_Odair, @Samuel_Zeccara, @Megan_Torres, @Diana_Kelly, @Vanessa_Martin, @Brier_Hall, @Victoria_Maleficus, @Anastasya_Blue, @Nicola_Doccu, @Katherine_Gray, @Allison_Morgenstern, @Matteo_Gemme, @Eleonora_Harrington, @Claudia_Lordtrei, @Alexandra_Vasquez, @Megan_Jenkins, @Michael_Dintino, @Kara_Losan, @Rebecca_Olmi, @Dexys_Stars, @Grace_Lancaster, @Federica_Grelli, @Beth_Barberole, @Ambra_Devillers, @Aurora_Chase, @Violet_Duchamp, @Shawn_Frost, @Ariel_Kali, @Callum_Eaton, @Lilith_Night, @Laura_Luelin, @Marlene_Jackson, @Arwen_Cooper, @Regel_Prevett, @Nadia_Lyons, @Erika_Morani, @Alice_Marchese, @Nemesi_Roden, @Irene_Rimus, @Lorenzo_Regina, @Lindy_Calen, @Lisa_Turpin, @Geneviev_Windesoul, @Alaska_Diangelo, @Tomas_Payne, @Federica_Montgomery, @Evelyn_Deluca, @Jack_Turbin, @Marlenne_Jhonson, @Francesco_Pioppi, @Mister_Voldy, @Emma_Maggi, @Elisabeth_Morris, @Gordon_Freeman, @Mary_Bianco, @Alexandra_Duval, @Eryen_Electr, @Piccolo_Rosso, @Ciel_Phantomhive, @Emily_Strange, @Eleonor_Edge, @Axel_Buster, @Sophie_Buchanan, @Vanessa_Torton, @Angelo_Donzella, @Phil_Lancaster, @Joey_Puma, @Nymeria_Lbennet, @Elizaveta_Volkova, @Kaycee_Dunn, @Hermy_Grange, @Kathlyn_Sewell, @Miriana_Pilu, @Amanda_Abotton, @Maryrose_Fire, @Gily_Argent, @Rino_Oshere, @Valentina_Felix, @Bianca_Barbagli, @Clara_Lespierre, @Irene_Sugars, @Hermaini_Grender, @Arvenig_Cave, @Clotilde_Cadeau, @Alessia_Lightwood, @Iulia_Queen, @Ayleen_Shannon, @Matilde_Greenlaf, @Lindsey_Walker, @Nihal_Morgani, @Charlotte_Goulding, @Alan_Shate, @Michele_Conversano, @Mitzi_Ramacciotti, @Valery_Mustard, @Adelide_Holmes, @Arya_Mclush, @Annabeth_Swann, @Annalisa_Ziliani, @Valentina_Zanelli, @Amanda_Gomes, @Hattori_Uchiha, @Emily_Parks, @Emanuele_Santella, @Stefania_Newt, @Anais_Williams, @Giin_Meow, @Andy_Macgrain, @Edward_Morgan, @Gregory_Hallen, @Celia_Mikellar, @Celia_Mikellar, @Kate_Lightwood, @Clara_Spencer, @Chanel_Johnson, @Nives_Rowland, @Daneel_Olivaw, @Aelia_Scuderi, @Jackson_Write, @Emma_Baily, @Eleonora_Roma, @Doreen_Alcarin, @Alice_Johnson, @Zelif_Furetlunix, @Josephine_Wood,, @Catherine_Balm, @Avery_Salwen, @Ally_Williams, @Francesca_Petroccia, @Silvia_Maga, @Addie_Nikolaj, @Petro_Otyan, @Kimmy_Schmidt, @Cilla_Pillo, @Eren_Frost,@Alessia_Errante, @Amaljia_Underhill, @Leonard_Rainsworth, @Ashton_Mitchell, @Nadia_Moonlight, @Helena_Tudor, @Emma_Lloyd, @Nihal_Argent, @Jane_Casterwill, @Marina_Lightwood, @Mihos_Renny, @Elena_Apefrizzola, @Serenity_Hunter, @Kribja_Armstrong, @Mirco_Mcqueen, @Gianna_Fields @Emily_Banks @Gama_Clark @Joey_Puma


  • Serenity_Hunter

    Corvonero
    AUROR

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 8
    Galeoni: 2098
       
       

    [Sala Grande - ore 14]



    Meno male che il mio corpo non ha la tendenza a ingrassare facilmente. Chissà cosa sarebbe successo in caso contrario...

    *Commentò fra sè una giovane studentessa, seduta in solitaria alla lunga panca riservata ai Corvonero, osservando deliziata i pasti che erano appena comparsi per magia sui piatti d'oro al centro. Serenity Hunter non attese molto, ma cominciò a riempirsi il piatto gustando tutto ciò che aveva scelto.
    Anche se invidiava Elena e i suoi pranzi a base di pasta, vi erano alcune pietanze britanniche di cui difficilmente riusciva a fare a meno nell'ora di pranzo. Dopo aver gustato le succulente salsiccie di Cumberland, servite su un letto di purè di patate e guarnite con salsa di cipolle, era passata al dolce. Sul tavolo quel giorno spiccavano alcuni Chelsea Buns.
    Il Chelsea Bun, soffice brioche a forma di girella, era un dolce fatto di una ricca pasta lievitata aromatizzata con buccia di limone, cannella o spezie miste. Prima di conferirgli la tipica forma a spirale, l’impasto veniva arricchito con una miscela di ribes, uvetta o frutta candita, zucchero di canna, e burro. Una volta cotti e ancora caldi i Chelsea Buns venivano ricoperti con una miscela di acqua fredda e zucchero; a causa del calore rilasciato dal dolce appena sfornato l’acqua evaporava e lasciava una deliziosa glassa di zucchero appiccicoso, rendendo il panino piacevolmente dolce. Quello era il segreto che rendeva un alimento all'apparenza semplice così appetitoso.
    Le dita affusolate della sedicenne erano ormai unte dalla glassa semitrasparente, cosa che la portò a compiere un gesto quasi infantile. La ragazza, infatti, per pulirle ricorse alla bocca, succhiandosi divertita la zuccherina patina dai polpastrelli. Da bambina, mentre la madre preparava l'impasto dei biscotti, Serenity ricorreva al gusto ogni volta, toccando e assaggiando qualunque cosa le capitasse a tiro. Quell'abitudine non le era ancora passata.
    Sazia e soddisfatta del pranzo la Prefetto si alzò da tavola, senza aggiungere una parola ai lontani commensali. La aspettava un breve, ma ristoratore riposo prima dell'esercitazione congiunta fra Pozioni e Cura delle Creature Magiche.*

    [Laboratorio di Pozioni - ore 15]


    *Il tepore inconsueto della stanza sorprese Serenity, in piedi sulla soglia, che si aspettava un clima più rigido dal Laboratorio di Pozioni. Solitamente l'aria cupa dell'antro gremito di pozioni, situato nelle profondità dei Sotterranei, era pervaso normalmente da quel sentore di umidità misto a muffa che contraddistingue i luoghi debolmente illuminati o posti in prossimità di zone acquifere, come per esempio le grotte. Quel pomeriggio, invece, l'odore di muffa non c'era. E soprattutto non si sentiva per niente freddo.
    Per un istante Serenity credette fosse dovuto a dei calderoni già in piena ebollizione, che con i loro vapori stessero innalzando la temperatura del laboratorio. Osservando meglio, tuttavia, nessuna luce proveniva dai fornelletti sotto ai paioli dei banconi - segno evidente che erano spenti - ma da un'unica fonte più lontana. La fioca luminosità non facilitò il compitò della Prefetto, intenta a individuare cosa effettivamente stesse riscaldando e al contempo illuminando il piccolo, ristretto laboratorio dai muri in pietra e dal soffitto basso, quasi claustrofobico. Alla fine capì: era un caminetto, mai utilizzato prima d'ora, in cui ardeva scoppiettando un immenso fuoco, alimentato da ciocchi di legna. Serenity ringraziò se stessa per non avanzato ad alta voce l'ipotesi che potesse essere una stufa elettrica. L'avrebbero ripresa immediatamente. A Hogwarts gli artefatti babbani non funzionavano e lei lo sapeva bene. Avrebbe solo fatto la figura della stupida.*

    Buon pomeriggio professor Largh e professoressa Holmes.



    *Salutò cordialmente la ragazza, sfilandosi la sciarpa a strisce blu bronzee ormai inutile. Rimase quindi con il maglione grigio standard della divisa, con al di sotto la camicia invernale e la cravatta da Corvonero. Scelse come al solito uno dei banconi vicini a dove stazionava la Holmes durante le spiegazioni e rimase interdetta per la seconda volta. Oltre alla strumentazione necessaria per qualunque esercitazione pratica di Pozioni vi era una scatoletta misteriosa, una per ogni studente che avrebbe preso posto. Come le altre la sua non presentava elementi che la aiutassero a capirne il contenuto, La sollevò ad altezza occhi, mettendola controluce: niente, era una banale scatoletta chiusa con dello spago. Serenity non l'agitò, temendo potesse esserci qualcosa di fragile. Sicuramente doveva trattarsi di una creatura, o parte di essa, che avrebbero impiegato come ingrediente. Dalle dimensioni poteva essere qualsiasi cosa. Crini di Unicorno, milze di ratto, lumache cornute... L'elenco era troppo lungo e, perciò, indovinare con esattezza l'argomento dell'esercitazione era impossibile.
    Essendo la prima - come sempre - la ragazza sistemò il necessario per prendere appunti e il kit del Pozionista in ordine sul suo bancone. Chissà quando sarebbe arrivata Kribja...*

    @Yasmine_Holmes, @Marcus_Largh,




    Ultima modifica di Serenity_Hunter oltre 1 anno fa, modificato 1 volta in totale


  • Kribja_Armstrong

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 7
    Galeoni: 1643
       
       

    [Cucine di Hogwarts]




    *Destreggiarsi tra gli Elfi Domestici delle cucine era sempre un bel problema. Le creature magiche che formavano una vera e propria legione avevano svariati compiti nell'istituto magico oltre a quelli legati alla preparazione del pranzo e della cena di studenti e corpo docente, difatti erano (tra le altre cose) addetti alla pulizia dei Dormitori e di tutte le altre stanze presenti o all'accensione e lo spegnimento dei vari camini e lampade. Kribja si era sempre chiesta come facessero, quei piccoli esseri, a passare sempre inosservati nello svolgere i loro compiti. Spesso si aggiravano di notte ma nelle sue varie (e non proprio legali) avventure notturne non aveva mai notato in giro le loro uniforme che ricordavano tanto delle tovagliette da tea. Inoltre scoprire dove dormissero era diventato, tempo a dietro, uno degli obbiettivi della Corvonero si era posta prima di abbandonare le confortevoli mura del castello, cosa che sarebbe successa a breve.*

    Vi ringrazio ma non ho bisogno di altro grazie. Il panino che mi avete fatto va più che bene, davvero.

    *Esclamò per l'ennesima volta rivolta verso i due Elfi che si erano "accaniti" su di lei per convincerla a prendere qualche altra cosa da mangiare. Come se il mega panino che le avevano preparato non bastasse a sfamare una famiglia di 5 persone!! Camminando all'indietro mentre continuava a ringraziare ed a negare qualsiasi altra cosa che le veniva offerta, la ragazza riuscì finalmente ad oltre passare il ritratto con la natura che permetteva l'accesso alle cucine. Quando fu finalmente fuori tirò un gran sospiro di sollievo.*

    Oh, simpatici gli Elfi ma troppo insistenti!

    *Pensò tra se e se mentre toglieva la carta che avvolgeva il fantastico panino che aveva preso, pronta a degustarlo in santa pace lontana dal continuo mormorio che era costante nella Sala Grande. Quel giorno si era svegliata con un gran mal di testa ed i rumori non l'aiutavano a scacciarlo via, per questo aveva preferito recarsi direttamente nelle cucine per ottenere qualcosa di rapido e saporito da ingerire prima di ricominciare con le lezioni del pomeriggio. Trovata un'aula vuota in quell'ala dei sotterranei, vi si appartò all'interno pronta a soddisfare il suo stomaco e godere della tranquillità ricercata.*

    [Laboratorio di Pozioni]


    *Terminato il frugale pranzo Kribja aveva avuto modo di revisionare il suo taccuino sulla quale appuntava tutti i vari impegni della settimana: tra eventi, lezioni, esercitazioni e gite era meglio avere un'ordinata tabella di marcia per non perdersi nulla della vita di Hogwarts. Fortunatamente, quel pomeriggio era in programma l'esercitazione di Pozioni e Cura delle Creature Magiche, poco lontano dalla stanza in cui la Corvonero si era appartata per pranzare per cui in poco la ragazza si trovo dinanzi la porta del laboratorio.
    Una volta messo piede nell'aula il tipico odore pungente degli ingredienti la investi ma non il freddo che si aspettava. Difatti i corridoi del castello erano sempre umidi e più freddi rispetto ai piani superiori ma, per ovviare a quel problema qualcuno aveva acceso un rassicurante e caldo camino che aveva
    riscaldando l'aria, rendendo l'ambiente molto più confortevole.*

    Buongiorno Professoressa Holmes e Professor Largh.

    *Esclamò la ragazza salutando i docenti già pronti a cominciare ad impartire nozioni sull'argomento del giorno. La donna che insegnava Pozioni era come sempre impeccabile ed autoritaria così come appariva durante le lezioni, il professor Largh invece aveva un'aspetto leggermente diverso dal solito grazie alla folta barba che oscurava parte del viso. Proprio poco tempo prima Kribja aveva fatto due chiacchiere con l'adorabile consorte del docente, e Sylvia le aveva raccontato che per impegni di lavoro il marito era stata costretto ad un assenza forzata: a quanto pare era riuscito a tornare e chissa quali nuovi assi aveva nel cappello da mostrare ai suoi studenti!
    Nel laboratorio, oltre ai due professori, era già presente Serenity Hunter, milgiore amica della Corvonero che era appena entrata. Incrociando i suoi occhi Kribj le sorrise ampiamente contenta (e certa vista la passione che la ragazza aveva per la materia) di ritrovarla tra le prime file. Avrebbero potuto mettersi ancora una volta vicine come spesso accadeva nelle esercitazioni avendo l'imbarazzo della scelta dei posti e formando un ottimo team.*

    Ehi ciao Ser! Tutto bene?

    *Le domandò posizionandosi accanto all'amica per poi notare la scatolina presente accanto al calderone completamente anonimia e senza alcun segno di riconoscimento.*

    Sai cosa c'è qui dentro?

    *Domandò ancora all'amica, magari lei era riuscita a scoprire in anteprima il contenuto misterioso della scatola che, quasi sicuramente, contenuva al suo interno l'elemento chiave dell'esercitazione combinata tra le due materie.*

    @Serenity_Hunter, @Marcus_Largh, @Yasmine_Holmes,


  • Kaycee_Dunn

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 5
    Galeoni: 207
        Kaycee_Dunn
    Grifondoro
       
       

    *Una nuova esercitazione congiunta pomeridiana, un modo per interrompere la solita routine fatta di lezioni mirate per i G.U.F.O e corsi extrascolastici che stavano facendo aumentare esponenzialmente l'ammasso di compiti e appunti da sistemare.
    La Grifondoro si diresse al laboratorio con un passo un po' strascicato. Di pomeriggio sentiva incombere la stanchezza dovuta alle poche ore di sonno e alle lezioni della mattina, per non parlare del pranzo abbondante che le aumentava la sonnolenza. Il pomeriggio, però, non era fatto per poltrire ma per studiare, così come faceva fino a tarda sera.
    Quel carico di impegni scolastici si era palesato sul volto della quindicenne in due macchie leggermente scure sotto gli occhi che iniziavano ad apparire come occhiaie sempre più marcate. Pretendeva troppo da se stessa e, invece che migliorare, quell'atteggiamento rigido stava abbassando la media di alcune materie.
    L'unica materia stabile era Arti Oscure, nemmeno l'insonnia l'avrebbe distratta da quelle nozioni affascinanti.
    La mano destra si portò davanti al volto stanco per celare un lungo sbadiglio silenzioso.*

    "Cos'è che era, pomagiche e creazioni creature... aspetta, devo riprendermi, non c'è una pozione che fa svegliare? Mi pare di sì, come si chiamava..."

    *Scosse leggermente il viso, dandosi un paio di pacche con entrambe le mani sulle guance, per poi farsi avanti con altri.*

    Professoressa Holmes, Professor Largh, buongiorno.

    *Il tono di voce era meno energico e allegro del suo solito, ma sempre rispettoso e ben udibile. Prese posto nelle file centrali, senza guardarsi molto attorno. Alzò lo sguardo all'improvviso, smuovendo un po' le spalle, c'era un calore anomalo in quell'aula spesso fresca e umida. Ciò non l'aiutava a darsi una svegliata, anzi, quel lieve e non fastidioso tepore la rilassava fin troppo.*

    "Non mi devo azzardare a prendere sonno, ci mancherebbe solo questo."

    *Inspirò a lungo prima di sistemare la borsa con il materiale scolastico al lato del bancone, estraendo gli appunti e i libri delle due lezioni, un paio di fogli di pergamena, calamaio e penna per gli appunti, per iniziare a sistemarli in modo ordinato.
    Non si era ancora guardata bene attorno, limitandosi ad alzare le maniche della divisa per non rimanere impacciata in caso di qualche pozione da creare. Controllò che la bacchetta fosse al suo posto, ovvero nella tasca interna sinistra della mantella nera della divisa. Sotto portava il maglioncino grigio a decori rosso e oro, la gonna grigio scuro con decori simili e, sotto la gonna, un paio di pantaloni aderenti neri indossati come calze, che finivano su un paio di vissute sneakers maschili nere a righe bianche. Dallo scollo del maglioncino si poteva notare la camicia bianca e parte della cravatta rosso e oro. Il vestiario era in ordine, un femminile obbligato dalle regole e un maschile nei punti personalizzabili, anche se la cravatta risultava allentata e la mantella un po' stropicciata alla base, cosa normale dopo una mattina passata da un'aula all'altra.
    Con le mani poggiate al bordo del banco, si era persa a fissare la penna infilata nel calamaio pieno d'inchiostro nero, senza davvero veder qualcosa davanti a sé.*

    "Un bagno caldo, un Irish Stew e il letto... chissà che fa Nedemo con quel vecchio pazzo tutto il giorno, gli insegna sempre trucchetti divertenti, bacon... cavoli... cavolo che sonno."

    *Rialzò la testa di scatto, riaprendo gli occhi che si erano appena chiusi.*

    @Yasmine_Holmes, @Marcus_Largh




    Ultima modifica di Kaycee_Dunn oltre 1 anno fa, modificato 1 volta in totale


  • Emily_Banks

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 5
    Galeoni: 119
        Emily_Banks
    Grifondoro
       
       

    Ci sono due modi per guardare il volto di una persona. Uno, è guardare gli occhi come parte del volto, l’altro, è guardare gli occhi e basta... come se fossero il volto...

    *Distolse lo sguardo dal libro che stava leggendo e fissò il soffitto davanti a lei per alcuni secondi. Stava leggendo uno dei libri babbani che la madre ogni mese le spediva da Londra, e quella lettura la stava particolarmente entusiasmando. L'autore aveva una capacità di scrittura talmente sublime che era impossibile non immorarsi delle sue parole e metafore, talmente sincere e vere che risultava difficile avere un parere contrastante.*

    Faith se ci pensi ha completamente ragione! Gli occhi sono la vita in miniatura, lo specchio dell'anima di ciascuno. Bianchi intorno, come il nulla in cui galleggia la vita, l'iride colorata, come la varietà imprevedibile che la caratterizza, sino a tuffarsi nel nero della pupilla che tutto inghiotte, come un pozzo oscuro senza colore e senza fondo...

    *Si bloccò di colpo non appena vide l'ora dall'orologio. 15:20. Aveva dieci minuti per cambiarsi, preparare lo zaino e raggiungere il prima possibile il Laboratorio di Pozioni dove si sarebbe tenuta l'esercitazione di quel pomeriggio. Lanciò il libro con eccessiva forza sul letto, pettinò la chioma bionda e infilò pergamene e i libri delle lezioni pomeridiane nello zaino in pelle. Dopo aver salutato il suo cucciolo di volpe, uscì finalmente dalla stanza chiudendosi la porta alle spalle.
    Scese le scale del Castello con la grazia di un elefante, facendosi spazio tra gli studenti che come lei andavano o lezione o a riposarsi un sala comune. Perché non era puntuale come un orologio svizzero come la madre? Emily invece era proprio come suo padre, due ritardari per eccellenza. *

    [Laboratorio di Pozioni]

    *Guardò il suo orologio da polso, era riuscita anche ad arrivare con un paio minuti di anticipo! Nuovo record per Emily, chissà quando sarebbe ricapitato. Appena mise piede nel laboratorio venne investita non dal solito freddo, ma da un calore piacevole proveniente dal caminetto dove un fuoco scoppiettante riscaldava l'intero ambiente. In aula erano già presenti i due professori che avrebbero tenuto l'esercitazione: Yasmine Holmes professoressa di Pozioni e Marcus Largh che insegnava invece Cura delle Creature Magiche. *

    Buongiorno Professoressa Holmes e Professor Largh.

    *Salutò cordialmente Emily accenando un lieve sorriso, per andare poi a prendere posto. Oltre a lei, seduti sui bachi c'era Kaycee sua compagna di casata, in compagnia di Serenity e Kribja, che non vedeva da moltissimo tempo, dato che l'anno prima aveva lasciato la scuola prima della fine dell'anno senza dire niente a nessuno.*

    Ciao Kaycee! Kribja, Serenity mi fa piacere vedervi, come state?



    *Sorrise Emily alle ragazze mentre prendeva posto in prima fila, per seguire con maggiore attenzione. *


    @Kaycee_Dunn, @Kribja_Armstrong, @Serenity_Hunter, @Marcus_Largh, @Yasmine_Holmes,




    Ultima modifica di Emily_Banks oltre 1 anno fa, modificato 1 volta in totale


  • Kaycee_Dunn

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 5
    Galeoni: 207
        Kaycee_Dunn
    Grifondoro
       
       

    *Durante le lezioni, tutti gli studenti con cui aveva avuto a che fare negli anni di lezioni svolte sapevano che era meglio non mettersi vicino a lei, soprattutto se si aveva una anche solo minima intenzione di farsi una chiacchierata di tanto in tanto, per non parlarle dello scambio di pezzi di pergamena. La Grifa usava la penna solo per prendere appunti senza sosta, si guardava attorno solo se alcuni facevano domande e distoglieva l'attenzione dai professori solo quando bisognava passare dalla teoria alla pratica. Se parlava era solo per fare domande o discutere su qualche argomento insieme a chi era abbastanza attento per farlo, su concessione del docente. Per il resto sembrava in tutto e per tutto una secchiona, finché non usciva dall'aula.
    Distolse lo guardo vacuo dalla propria penna di corvo solo quando @Emily_Banks fece il suo nome.
    Il loro primo incontro era stato imbarazzante, per lei, il salutarla mentre si stava soffocando con una caramella non era stata la migliore delle prime impressioni, chissà se Gianna aveva messo una buona parola sul suo conto visto che l'aveva appena salutata insieme ad altre studentesse.
    Le rivolse un mezzo sorriso e le guance presero leggermente colore nel rievocare quella lontana ma ancora vivida figuraccia.
    Solo in quel momento fece caso alle altre giovani presenze, tra cui @Kribja_Armstrong, con cui aveva parlato meno di mezza volta e un'ancora sconosciuta @Serenity_Hunter.*

    Oh, scusate, buongiorno a tutte! Questa volta tutto bene, ehm, ho smesso con le Bolle Bollenti, tu?

    *Un mezzo sorriso a 'mo di scusa dopo quel saluto contenente un po' di autoironia, includendo con lo sguardo tutte le presenti e parlando con un tono gentile anche se non carico come suo solito.*

  • Marcus_Largh

    Tassorosso Insegnante
    AUROR

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 9
    Galeoni: 1380
        Marcus_Largh
    Tassorosso Insegnante
       
       

    *Marcus rimase a chiacchierare con la sua collega docente fino a quando i primi studenti non fecero il loro ingresso nel laboratorio di Pozioni.
    Molti di loro indossavano il proprio mantello e, data la temperatura dei sotterranei di Hogwarts (nonostante gli sforzi dei professori) non sembravano intenzionati a liberarsi del pesante indumento.*

    Buon pomeriggio.

    *Disse l'uomo salutando cordialmente gli studenti che si sedettero ai vari posti liberi.
    Il professor Largh, docente di Cura delle Creature Magiche, a differenza di molti di quegli alunni, indossava abiti “normali”, comunissimi abiti comodi e per nulla appariscenti, mentre gli studenti erano costretti ad indossare le proprie divise scolastiche


    Marcus era appartenuto alla casata i Tassorosso, della quale era molto fiero, ma nonostante quello i sette anni passati ad indossare divise gli erano bastati. Non avrebbe mai più indossato una divisa, neppure se costretto. Le trovava come un simbolo di costrizione e di un tipo di uguaglianza non molto positivo.*

    Buongiorno Professoressa Holmes e Professor Largh.

    Buon pomeriggio anche a lei signorina Banks.

    *Salutò il mago dai capelli color del rame.
    Lui e la professoressa di Pozioni aspettarono ancora qualche minuto prima di incominciare quell'esercitazione della quale gli studenti non erano a conoscenza dell'argomento. Per quel pomeriggio Marcus e Yazine avevano deciso di trattare una creatura magica, utile oltre per la materia del Tassorosso, anche per Pozioni materia insegnata dalla Serpeverde.*

    Bene, direi che possiamo incominciare!
    Difronte a voi trovate delle piccole scatole di cartone. Vi prego di aprirle, con cautela, e uno alla volta di esplicare cosa trovate al suo interno.


    *Cosa nascondevano quei piccoli oggetti di legno?
    Erano delle normalissime scatole di legno, rettangolari, non più lunghe di venti centimetri. Al loro interno Marcus aveva riposto un po' di terriccio con la misteriosa creatura di quel giorno: il Vermicolo.


    Il Vermicolo veniva spesso utilizzato come ingrediente delle pozioni magiche, ma non lui in sé, ma bensì il suo succo. Chissà se i presenti avrebbero capito di che creatura si trattava.
    Quel pomeriggio però non si sarebbero limitati a descrivere ed analizzare quella creaturina dall'aspetto estremamente innocuo, ma sarebbero anche passati alla pratica... In tutti i sensi.*



    @Yasmine_Holmes, @Serenity_Hunter, @Kribja_Armstrong, @Kaycee_Dunn, @Emily_Banks,


  • Serenity_Hunter

    Corvonero
    AUROR

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 8
    Galeoni: 2098
       
       

    Eccoti qua. Quando parli del diavolo... Come stai? Non ti ho vista a pranzo

    *Un sorriso comparve sul volto della ragazza quando la migliore amica fece capolino nel Laboratorio di Pozioni, attirando immediatamente la sua attenzione. La ragazza non si era presentata all'appuntamento in Sala Grande, ma non sembrava patire la fame. Chissà se fosse riuscita a pranzare in qualche modo.
    Mentre prendeva posto accanto a lei Serenity notò che da tempo non la vedeva con i capelli tinti di rosso, ma le ciocche che le incorniciavano il pallido viso era scure e naturali. Che la loro disavventura l'avesse spaventata fino a quel punto?
    Lo scorso anno le due avevano approfittato di una domenica soleggiata per gustarsi insieme un piacevole the in una delle Serre poco utilizzate, previa autorizzazione dalla Arfen. Purtroppo la giornata era stata offuscata bruscamente da uno spiacevole incidente di cui Kribja fu vittima. Una piccola disattenzione, una postilla non letta e i capelli della ragazza erano diventati blu. Solo la comune abilità delle Corvonero, con un pizzico di intuito e di Pozione della Bellezza, aveva ripristinato l'aspetto originario dell'amica.
    Quella volta avrebbero trattato di nuovo una pozione, ma fortunatamente in maniera tranquilla e soprattutto controllata. Niente intrugli dell'ultimo minuto per risolvere incresciose situazioni.*



    Nothing. Puoi vedere anche tu come sia una semplicissima scatola. Non ci resta che aspettare ulteriori indicazioni da parte dei professori.

    *Pronunciò desolata in risposta al quesito che l'amica le pose, nel frattempo che sistemava il necessario alla sua postazione. In effetti erano stati bravi i due insegnanti a non tralasciare alcun dettaglio, senza permettere anche allo studente più acuto di cogliere il minimo indizio affinché potesse scoprire il contenuto prima del dovuto.
    Proprio quando Serenity stava per riprendere il suo contenitore in mano, giusto per rivederlo attentamente, colse altre due figure a breve distanza apparire sulla soglia del basso antro riscaldato. Due Grifondoro, dal luccichio dorato e rossastro che lo stemma le rimandò appena furono illuminati dalla calda luce proveniente dal camino. La bionda fu riconosciuta subito come Emily, una ragazza con la quale la Hunter aveva condiviso lo stesso mestiere. Per due mesi le due si erano affaccendate dietro il bancone dei Tre Manici di Scopa, rinomato pub di Hogsmeade, dove fra spillature di Burrobirra - la bevanda più apprezzata dalla comunità magica - e lavare le stoviglie sporche le due si erano conosciute. Non avevano legato molto, piuttosto le univa un tacito accordo di cortesia reciproca. Non sarebbero mai arrivate ad abracciarsi calorosamente, però nemmeno si poteva dire che le due ragazze si odiassero. Erano semplici conoscenti, nulla di più.
    La seconda invece era talmente particolare che Serenity inizialmente la prese per un maschio. I capelli tagliati corti e i lineamenti poco definiti lasciavano molto in sospeso. Nonostante ciò la voce la tradì: era bassa, quasi da contralto, ma indubbiamente si riconosceva qualcosa di femminile nel tono gentile con cui si rivolse ai docenti. A Serenity le sfuggiva il suo nome.*

    Bolle Bollenti?

    *Si chiese perplessa la ragazza dopo che la sconosciuta ebbe finito di parlare. Probabilmente l'ultima frase era rivolta sono a Emily, che di certo conosceva vista l'appartenenza alla stessa Casa.*



    *Conosceva i dolci in questione - gomme da masticare ma che letteralmente esplodevano in bocca - ma non il contesto a cui erano state applicate. Comunque sia era giusto presentarsi, ma sfortunatamente il professor Largh decise proprio in quel momento di dare il via all'esercitazione. Ripromettendosi di scambiare qualche parola con la ragazza dalle fattezze androgine il prima possibile Serenity riprese posto e si accinse ad ascoltare le direttive dell'uomo. Questi ordinò ai presenti di aprire finalmente la propria scatola e visionare cosa contenesse. La Prefetto di Corvonero non ci mise molto a riuscire nell'intento... e quasi balzò all'indietro non appena, durante la procedura, le dita sfiorarono qualcosa di viscido. Non si aspettava una consistenza del genere. La Hunter percepì uno strano brivido freddo seppure la stanza fosse ormai ben riscaldata e strofinò la mano incriminata contro il maglione, come a levarsi di dosso una possibile comtaminazione. Che cos'era? Lumache Cornute? Milze? Di sicuro nulla di solido o filamentoso.
    Osservandosi meglio le dita notò meglio due cose. I polpastrelli parevano coperti da una sottile membrana verde viscosa al tatto, persino appiccicosa. Sembrava di essere tornata al pranzo di quella giornata, le dita sporche di appetitosa glassa allo zucchero che cospargeva i Chelsea Buns. In quel caso, invece, non era affatto invitante. Attaccate a essa c'erano delle particelle marroni, sabbiose, anch'esse probabilmente provenienti dall'interno della scatolina. Serenity azzardò ad annusare: le nari percepirono un tanfo nauseabondo che andava espandendosi nei pressi del suo bancone, ma anche un'altra fragranza che le ricordava qualcosa. Umidità, vaghe tracce di erbe... terra appena smossa.
    Lì dentro, in una scatola foderata di terriccio fresco, c'era una creatura viscida coperta di muco puzzolente.*

    Una rana?

    *Fu l'idea che le passò per la mente prima di rompere ogni indugio e svelare una volta per tutte cosa ci fosse, l'argomento chiave dell'esercitazione congiunta. Ciò che vide Serenity era ben lungi dall'essere una rana.*



    *Quell'affare lungo, scuro e cilindrico non assomigliava affatto a un anfibio come invece si era immaginata Serenity. Eppure, se non fosse stato per la melmosa sostanza verde intenso, l'avrebbe scambiato per un lombrico molto grosso. L'animale si muoveva molto lentamente, contraendo gli anelli che componevano il corpo tubolare in maniera ordinata, procedendo senza un'apparente meta precisa. Sembrava che un'estremità si allungasse, trascinando con sé il resto del corpo pronto a emulare il medesimo movimento. Sarebbe stato affascinante se solo fosse stato piccolo e non lungo una ventina di centimetri. Con quella puzza, poi, la Corvonero non poteva ritenersi felice di avere di fronte una creatura simile.
    Serenity alzò la mano non appena colse lo sguardo dell'uomo - che si era fatto crescere una rossiccia barba nell'estate appena trascorsa - evidentemente in cerca del primo volontario in vena di rispondere. Era vero che il bizzarro e verdastro lombrico gigante non le suscitava molta simpatia, ma era pur sempre una lezione accademica e sapeva come replicare all'invito del professore di Cura delle Creature Magiche.*

    Penso di affermare con sicurezza che si tratta di Vermicoli, classificati come Innocui - una sola X nella Classificazione Ministeriale. Assomigliano molto a dei lombrichi, visto che mantengono la metameria che caratterizza gli anellidi cioè la suddivisione del corpo in segmenti uguali. tuttavia sono molto più grossi e lunghi. Al tatto sento che il terriccio è umido, cosa che mi fa supporre la loro predisposizione a trovarsi in luoghi non aridi. Inoltre le estremità buccale e anale non sono differenti. Dato il poco sviluppo della boccs immagino si nutrano di cibo di facile masticabilità come le foglie. A differenza di quelli babbani, però, i Vermicoli secernono un muco viscoso che emana un puzzo maleodorante, come stiamo notando ora.
    Proprio il suo muco gli permette di essere classificato come creatura magica, poiché i Babbani lo scambiano per un verme in putrefazione. Questa sostanza ricopre interamente il corpo dell'anellide rendendolo scivoloso e difficilmente acchiappabile dai predatori. Viene impiegata come addensante nelle Pozioni, il motivo per cui immagino la professoressa Holmes sia qui.


    *La mente divagò oltre, proiettata già alla seconda parte della lezione. Quale Pozione avrebbero dovuto preparare con il Muco di Vermicoli?*

    @Yasmine_Holmes, @Marcus_Largh, @Kribja_Armstrong, @Kaycee_Dunn, @Emily_Banks,


  • Mihos_Renny

    Tassorosso Insegnante Responsabile di Casa
    MANGIAMORTE

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 9
    Galeoni: 7108
        Mihos_Renny
    Tassorosso Insegnante Responsabile di Casa
       
       

    Per fortuna che non dovevo addormentarmi porca miseria

    *Esclamò un Tassorosso del settimo anno si stava dirigendo al laboratorio di pozioni per un esercitazione programmata per le tre e mezza del pomeriggio. Dopo una notte passata in bianco a studiare Aritmanzia e un mattinata di lezioni infinita, il corpo di Mihos non riuscì a resistere al richiamo del suo morbido e ipnotico letto, non andò nemmeno a pranzare in Sala Grande da quanto era stanco, l'unico inconveniente era che doveva svegliarsi prima delle tre del pomeriggio, ma ovviamente non ci riuscì e come al solito doveva ridursi a fare le corse olimpioniche per non arrivare troppo in ritardo. Fortunatamente l'esercitazione era nel laboratorio che era situato nei sotterranei, non troppo distante dalla sua Sala Comune.
    Dopo aver percorso tutto il corridoio umido e freddo arrivò davanti alla porta dell'aula, si fermò e prese un po' di fiato, poi aprì la porta; all'interno della classe si poteva avvertire un bel tepore, diverso dalla temperatura esterna. Passo dopo passo, senza fare troppo rumore, Mihos si avvicinò ad un banco mentre Serenity Hunter, Corvonero dell'ultimo anno, stava spiegando qualcosa riguardo al muco di qualche animale, non voleva interrompere perciò appoggiò le sue cose in un posto libero dove c'era ancora una scatoletta di cartone chiusa, probabilmente all'interno c'era l'animale della lezione.*

    Cosa ci sarà dentro la scatola numero 1? Un Horklump? Un Moke? Un Occamy?

    *Aprì la scatola e si trovò davanti un lombrico marrone scuro poco più lungo di venti centimetri, era un semplicissimo Vermicolo. Aveva letto di questo animaletto sul libro "Animali Fantastici: Dove trovarli" un'estate a casa sua, quando sua madre trovò dei lombrichi nella lattuga del suo piccolo orto, per scherzo le disse che potevano essere creature magiche e quindi presero il libro per cercarlo insieme e per caso trovarono la sua descrizione, ovviamente quelli che infestavano la terra di casa sua erano comunissimi lombrichi, ma quel giorno si interessò anche a quell'esserino, dato che il suo muco poteva essere usato anche nelle pozioni. Dopo che la sua coetanea finì di parlare fece anche lui un intervento alzando la mano.*

    Come prima cosa volevo chiedere scusa per essere arrivato in ritardo, mi sono addormentato aspettando che arrivasse l'ora dell'esercitazione, ancora scusa.
    Come seconda cosa volevo dire quello che so su questa creaturina, anche se probabilmente sono cose che la mia compagna avrà già detto... in queste scatole ci sono dei Vermicoli, catalogate dal Ministero come animali e classificate con una sola X, ossia creature innocue.
    La loro lunghezza raggiunge un massimo di venticinque centimentri, mangiano ogni tipo di vegetale ma prediligono la lattuga, vivono in luoghi umidi, il che spiega il terriccio umido all'interno della scatola e sono molto simili ai lombrichi babbani, con la differenza che questi non secernono un muco maleodorante in grado di creare delle pozioni, più precisamente: la Pozione Rigeneratrice, la Pozione Erbicida e il Distillato Soporifero, da non confondere con il Distillato di Morte Vivente.


    *Terminato di parlare si stropicció l'occhio destro con il palmo della mano e con l'altra mano si sistemò i capelli; si era praticamente appena svegliato ed era riuscito a malapena a darsi una lavata per cercare di arrivare il prima possibile e stare sveglio all'esercitazione, dato che con molta probabilità avrebbero dovuto preparare una pozione e ora che era venuto a conoscenza della presenza dei Vermicoli sapeva quali sarebbero state le possibili soluzioni.*

    @Serenity_Hunter, @Kribja_Armstrong, @Emily_Banks, @Kaycee_Dunn, @Marcus_Largh, @Yasmine_Holmes,




    Ultima modifica di Mihos_Renny oltre 1 anno fa, modificato 1 volta in totale


  • Kaycee_Dunn

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 5
    Galeoni: 207
        Kaycee_Dunn
    Grifondoro
       
       

    *Qualcuno arrivò prima, qualcuno dopo, intravide volti già visti, era difficile non aver mai visto le facce degli studenti più grandi, erano tra quelli che rispondevano meglio nelle esercitazioni, nei corsi extrascolastici.
    Si chiedeva sempre che gusto c'era, per quegli adulti che frequentavano qualche lezione o per chi stava per salutare Hogwarts, a rispondere prima dei primini o di chi era ai primi anni, erano loro a doversi mettere davvero alla prova, per gli altri c'era la vita fuori dal castello e gli esami.
    Lei era nella via di mezzo, non rispondeva quasi mai, se non quando un docente puntava il dito in sua direzione, era più per le domande a raffica, quindi, il problema per lei non si poneva, però si ritrovava spesso a canticchiare mentalmente una canzoncina di una pubblicità babbana che udiva fin troppo spesso quando passava le vacanze a casa.*

    "Ponzi Ponzi po po po!"

    *Si ritrovò a canticchiarla anche in quel momento, con un mezzo sorrisetto ebete stampato in faccia. Rispondere subito, senza dare tempo ai piccoli di usare un po' il loro cervello, giusto per un po' di punti, non era poi il massimo. Aveva decisamente bisogno di una bella dormita, si stava irritando per cose a caso, semplicemente perdendosi nei suoi pensieri.
    La lezione cominciò e finalmente fece caso a una scatola in legno che aveva scambiato per qualche contenitore di ingredienti freschi appena arrivati, da pulire o cose simili.
    Lo sguardo si fece un po' più sveglio. @Marcus_Largh era un professore di Cura delle Creature Magiche, se aveva capito bene dalle chiacchiere tra studenti, era anche un avventuroso Magizoologo dall'aria un po' ribelle. Non vestiva come gli altri adulti, tutti stirati in completi formali, ciò attirava la sua simpatia e la illuse che l'uomo poteva aver portato qualcosa di bizzarro e pericoloso.
    Prese tra le mani il coperchio e il cuore compì qualche battito in più. Chissà cosa conteneva. Una creatura bizzarra? Un molliccio da battere e strizzare in una fialetta? Impossibile e assurdo, per quel che ne sapeva. Magari era uno di quegli avari Snasi da decapitare, prendendogli le monete dalla pancia. Troppo macabro e ugualmente assurdo.
    Trepidante, gli occhi accesi dalla curiosità, sollevò il coperchio e, sulle prime, non notò niente. Sul volto aveva stampata un'espressione interrogativa, poi si chinò meglio, osservando un grosso lombrico marrone che poltriva sul terriccio.
    Con un demoralizzato tonfo, il cuore le si placò e la giovane trattenne a stento un sospiro sconsolato. L'espressione tornò apatica e stanca. Forma di verme, movenze di un verme, che fosse un Vermicolo le era quasi ovvio, la sua bava si usava spesso a Pozioni.
    Ben due ragazzi, @Serenity_Hunter e @Mihos_Renny, risposero prontamente al professore mentre lei ancora fissava la creatura, quasi aspettandosi che fosse stregata, iniziasse a ballare o facesse chissà cosa. Le parole di Mihos la fecero sorridere appena, non era l'unica in balia del sonno.*

    "Un vermicolo che balla la salsa? Salsa e Merende Yoghi? Niente? Fa qualcosa... ora mi metto a dormire con te nella scatola."

    *Non c'era altro da aggiungere alle risposte date dai due studenti, o meglio, lei non aveva altro da aggiungere se non una cosa, che disse solo mentalmente.*

    "Non hanno detto che sono noiosi, maledettamente noiosi. Speriamo di prepararci qualche pozione svegliante e non una soporifera o altro che Morte Vivente."

    *Alzò la mano destra, attendendo che le fosse concesso di parlare e solo in quel caso avrebbe aggiunto una cosa semplice ma sincera.*

    Se posso dire la mia sui Babbani... se vedono un verme lungo quasi mezzi metro, marrone scuro e non roseo, spesso così tanto e con un liquido verde -per loro- bizzarro, se non lo scambiano per qualche secondo per un serpente troppo grasso o che ha inghiottito un topo troppo grosso, pensano di aver a che fare con qualche essere reso zombie, lo maltrattano con un bastone, lo schiacciano con le scarpe o lo studiano come qualcosa di anomalo, prodotto da una mutazione naturale o dovuta alle radiazioni. E lo dico perché già lo fanno con piccoli e magri vermetti troppo lunghi rispetto agli altri e anche con quelli normalissimi.

    *Fece spallucce e alzò i palmi al cielo, come a servire le parole successive. Non si fece problemi a descrivere la nuda e cruda verità in cui viveva quando non era a scuola.*

    Scusate l'interruzione, ma visto che si è parlato dei Babbani...

  • Freya_Hansen

    Grifondoro Sindaco di Hogsmeade Membro del Consiglio di Hogsmeade
    AUROR

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 9
    Galeoni: 2383
        Freya_Hansen
    Grifondoro Sindaco di Hogsmeade Membro del Consiglio di Hogsmeade
       
       

    * Gianna si trovava nella sua camera nel pomeriggio del 21 Novembre. era estremamente tardi e sapeva bene da giorni ormai che alle 15:30 ci sarebbe stata l'Esercitazione congiunta di Pozioni e Cura delle Creature Magiche. Ci teneva molto a partecipare e nemmeno a dirlo aveva fatto tardi. Aveva dovuto sostituire la sua collega al pub e purtroppo aveva finito tardi. Era già con dieci minuti di ritardo ed era sicura che la cosa non sarebbe stata vista di buon occhio dai due insegnanti, giustamente. Prese la sua borsa, infilò dentro pergamena e piuma e si precipitò di corsa verso i sotterranei, al laboratorio di Pozioni. Non appena giunse davanti all'aula sentì il Professor Largh che aveva dato il benvenuto a tutti e stava iniziando. Sentì parlare di una scatola che avevano di fronte e chiedeva loro di aprirla e spiegare cosa c'era al suo interno. Gianna, senza aspettare oltre, prese un bel respiro ed entrò:*

    Buongiorno Professoressa Holmes, Professor Largh. Scusatemi per il ritardo, spero di non essere arrivata troppo tardi per l'esercitazione!

    * C'erano diversi studenti tra i quali Kribja, una sua amica Corvonero, Mihos e Serenity con i quali non si conosceva molto bene, Kaycee una ragazza della sua casata e Emily, la sua migliore amica. Vide che il posto accanto a lei era vuoto cosi sgaiattolò verso di lei e si sedette facendole un sorriso imbarazzzato, poi disse:*

    Ciao Em, sono in ritardo come al solito ma questa volta è colpa del lavoro! Cosa mi sono persa?

    * Chiese osservando la scatola che aveva davanti. Vide quello che sembrava, dalle nozioni che aveva di Cura delle Creature Magiche, un Vermicolo un animaletto innocuo. Diversi ragazzi spiegarono cos'era e come era classificato dal Ministero della Magia. Gianna li ascoltò in silenzio senza aggiungere nulla, sarebbe stata solo una ripetizione di ciò che i compagni di classe avevano già spiegato molto bene a parer suo. *

    @Yasmine_Holmes, @Marcus_Largh, @Emily_Banks,@Kaycee_Dunn, @Kribja_Armstrong, @Serenity_Hunter, @Mihos_Renny,


  • Emily_Banks

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 5
    Galeoni: 119
        Emily_Banks
    Grifondoro
       
       

    *Tirato fuori il materiale per quella lezione, vide una scatolina appoggiata sul banco, completamente anonima senza alcun segno di riconoscimento. Fu tentata dalla curiosità di aprire quella scatolina misteriosa per scoprirne il contenuto, ma si fermò quando vide che nessuno degli altri studenti stava curiosando cosa contenesse. Doveva per forza aspettare l'inizio della lezione per scoprirlo.*

    Oh, scusate, buongiorno a tutte! Questa volta tutto bene, ehm, ho smesso con le Bolle Bollenti, tu?

    *Una voce femminile alla sua destra le fece distogliere lo sguardo dalla scatolina, e non appena si voltò vide Kaycee che le sorrideva. Si ricordava che quando l'aveva conosciuta, la ragazza aveva avuto un piccolo incidente con le Bolle Bollenti rischiando di soffocarsi.*

    Meno male Kaycee. Io sto bene, grazie. Sono proprio curiosa di sapere cosa contiene questa scatolina.

    *Rispose Emily ritornando a fissare con i suoi grandi occhi azzurri la misteriosa scatolina davanti a lei. Ma non dovette aspettare ancora molto, perché il professor Marcus prese parola dando inizio all'esercitazione.*

    Bene, direi che possiamo incominciare!
    Difronte a voi trovate delle piccole scatole di cartone. Vi prego di aprirle, con cautela, e uno alla volta di esplicare cosa trovate al suo interno.


    *Non se lo fece ripetere due volte ed immediamente aprì la scatola. Quando vide il suo contenuto rimase leggermente delusa, si aspettava una creatura più particolare di un semplice ed innocuo vermicolo. Tuttavia le piaceva vedere come si muoveva in quello spazio ridotto per le sue dimensioni. La porta dell'aula, nonostante la lezione fosse appena iniziata, si aprì nuovamente e fecero la loro comparsa a pochi attimi di distanza Mihos e la sua migliore amica Gianna, che prese posto vicino a lei.*

    Ciao Em, sono in ritardo come al solito ma questa volta è colpa del lavoro! Cosa mi sono persa?

    La solita ritardataria Gianna, guarda che la professoressa Holmes non perdona! Per ora non molto, il professor Marcus ha detto di aprire le scatole e spiegare cosa contengono, ovvero un vermicolo.

    *Non appena l'insegante di Cura delle Creature Magiche pose la domanda la classe subito Serenity cominciò ad illustrare le caratteristiche generali del vermicolo, e lo stesso fece Mihos. Emily invece li ascoltò in silenzio e prendendo appunti. Non aggiunse nulla perché sarebbe stata una semplice ripetizione di ciò che i compagni avevano già spiegato. *
    Citazione:

    VERMICOLO

    Denominazione: Vermicolo
    Catalogazione Ministeriale Creature: Animali
    Classificazione Ministeriale Creature: X
    Lunghezza: 25 cm
    Distribuzione: luoghi umidi
    Completamente innocuo, si nutre di lattuga e secerna un muco maleodorante usato come addensante per le pozioni.



    @Gianna_Fields, @Mihos_Renny, @Kaycee_Dunn, @Kribja_Armstrong, @Serenity_Hunter, @Marcus_Largh, @Yasmine_Holmes,




    Ultima modifica di Emily_Banks oltre 1 anno fa, modificato 1 volta in totale


  • Marcus_Largh

    Tassorosso Insegnante
    AUROR

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 9
    Galeoni: 1380
        Marcus_Largh
    Tassorosso Insegnante
       
       


    Esattamente, bravissimi tutti quanti, in particolare alla signorina Hunter e al signor Renny

    *Disse il professore di Cura delle Creature Magiche davvero fiero dei suoi studenti.
    I vermicoli erano, purtroppo, creature poco considerate per via della loro classificazione ministeriale davvero semplice, infatti le creature classificate dal ministero con una "X" erano considerate innocue. Il Vermicolo però non era l'unica creatura con quella caratteristica.
    Marcus sorrise alle ragazze che avevano deciso di intevenire.*

    Scusate l'interruzione, ma visto che si è parlato dei Babbani...

    L'intervento invece della signorina Dunn è davvero molto azzeccato, un approfondimento dal punto di vista babbano che, in qualità di Nato Babbano, vi posso assicurare che è davvero così. Alcuni Babbani non hanno rispetto per la vita delle creature, anche di quelle più piccole ed innocue.

    *Aggiunse l'uomo dai capelli color del bronzo.
    Con permesso della professoressa Holmes, che alle sue spalle aveva assistito a quella prima parte dell'esercitazione, Marcus prese alcuni Kit da Pozionisti poco distanti da li.
    In particolare prese alcune numerose provette e le dispose difronte agli studenti, notando lo sguardo incuriosito di molti di loro.*


    Oggi però non ci limiteremo a parlare di questa creaturina, ma aiuteremo la professoressa Holmes. Infatti ci procurremo un po' di muco di Vermicolo!.. Per adesso.

    Avete a vostra disposizione numerose provette, guanti e qualsiasi altra cosa pensate possa servirvi.


    *Affermò il professore di Cura delle Creature mostrando il risultato finale che dovevano raggiungere: posò sulla cattedra un vasetto estremamente piccolo con all'interno quello che era uno degli ingredienti più utilizzati nelle Pozioni di vario tipo.


    Era un compito assai semplice, quindi non spiegò nient'altro ai presenti che si trovavano quel giorno all'esercitazione. Solo dopo che avrebbero recuperato un po' di muco sarebbero passati alla parte che riguardava la professoressa Yasmine Holmes.*


    @Mihos_Renny, @Gianna_Fields, @Kaycee_Dunn, @Yasmine_Holmes, @Serenity_Hunter, @Kribja_Armstrong, @Kaycee_Dunn, @Emily_Banks,



Vai a pagina 1, 2  Successivo