• Stefano_Draems

    Fondatore Amministratore Ministro Ad Honorem Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 16
    Galeoni: 584328
       
       



    Role Aperta da Beatrix_Anello


  • Beatrix_Anello

    Serpeverde

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 1
    Galeoni: 111
       
       

    * Era una giornata, abbastanza soleggiata e calda a Hogwarts. Quel giorno mi ero svegliata di soprassalto, perché come sempre, ero in ritardo! Quel giorno sarei andata a Hogsmeade! Ero eccitata! Mi alzai con così tanta forza che feci un piccolo salto e sbattei la testa al legno del mio letto a baldacchino . Era la mia prima gita a Hogsmeade essendo di prima. Mi vestii più o meno come sempre: con una cammicietta bianca e dei jeans.
    Salii le scale per andare in sala grande per la colazione e subito dopo mi incamminai all’uscita, dove tutti gli i primini stavano aspettando. Hogsmeade era più vicina di quanto pensassi. Arrivati lì ci dividemmo, io andai, ovviamente, in libreria. Dopo la libreria sarei andata a Mielandia, se non sarei sprofondata nella ricerca di un libro, leggendo tutte le trame scritte dietro la copertina.*

    Buongiorno!

    *dissi per essere educata*




    @Daenerys_Martin @Gretchen_Declare @Yasmine_Holmes,




    Ultima modifica di Beatrix_Anello oltre 1 anno fa, modificato 7 volte in totale


  • Daenerys_Martin

    Serpeverde

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 9
    Galeoni: 49
       
       

    *C’è un momento preciso, subito dopo la tempesta, dove tutto diventa quiete e, il tempo, scorre lento nella monotonia del silenzio che ci circonda. Può durare minuti, ore, giorni interi, persino mesi. Puoi aver desiderato quella tranquillità fino a un momento prima ma, nell’esatto momento in cui inizi a viverla, non provi il sollievo desiderato né la pace tanto agognata, l’unica cosa che avverti è il vuoto. Durante i periodi più intensi della nostra esistenza, le giornate sono piene e tutto si rincorre frenetico e senza sosta. Non si ha il tempo per pensare né tantomeno quello per riflettere ma tutto cambia. Era questo che era successo a Daenerys.
    Faceva l’insegnante ad Hogwarts per una materia in cui era sempre andata alla grande, che le piaceva, ma in fondo sapeva bene che non era la cattedra di Divinazione quella che faceva realmente per lei. E tutti conoscevano un minimo la Martin, in un modo nell’altro, chi come studente, chi come collega, chi come ex compagno di scuola, chi solo per la famiglia a cui apparteneva. E quelle conoscenze, vicine o lontane che fossero, non avevano bisogno di “sapere”, gli bastava pensare che si trattava di Daenerys Lilith Martin per immaginare che aspirava a una cattedra migliore. Che poi, le sue aspirazioni non si erano mai fermate a una semplice cattedra nella Scuola di Magia, puntava sempre in alto, in qualsiasi cosa. Ecco forse perché, in quel periodo, non provava altro che noia. Ad occupare il suo tempo c’erano sempre i stessi impegni, quelli della sua solita routine, nient’altro.
    Quel giorno aveva deciso di recarsi ad Hogsmeade per qualche compera, alcune spese personali e altre che sarebbero state utili per le sue lezioni. La sua prossima meta era infatti la libreria Crimson Phoenix’s di Yasmine, la sua collega responsabile di Serpeverde e insegnante di Pozioni, ed Emily. Entrata nel negozio viaggiò con lo sguardo alla ricerca di una delle due, ma in quel momento non le sembrava proprio di vederle, ma la bionda era convinta che una delle due sarebbe sbucata fuori da un momento all’altro. Nel frattempo la Martin iniziò a vagare per la libreria, soffermandosi maggiormente sugli argomenti della Divinazione. Seppur insegnava quella materia, non faceva mai male approfondire le proprie conoscenze. Stavo sfogliando velocemente un libro, quando un nuovo cliente fece irruzione nella libreria.*

    Buongiorno!

    *Esclamò quella ragazzina. Poteva avere circa undici anni, massimo dodici, sicuramente non di più visto il suo aspetto. Non indossava alcuna divisa, quindi era difficile capire a quale casa appartenesse, almeno finché Daenerys non riuscì a riconobbero il viso. Ci mise un po’, in effetti, perché dopotutto era difficile ricordare tutte le facce dei propri studenti. Ma quella ragazzina, in qualche modo, era riuscita a ricordarsela. Forse per averla vista a qualche lezione, o forse nei corridoi, o molto più semplicemente in Sala Grande al tavolo dei Serpeverde o nella Sala Comune degli stessi verde-argento. Si, la Martin non credeva di sbagliarsi, seppur non riusciva comunque a ricollegare un nome alla piccola.
    Daenerys, nel suo modo di fare sempre elegante e pacato, fece finta di nulla e posò quel libro, per poi recuperarne uno visto poco prima, uno che le sembrava nettamente più interessante. Decise poi di farsi un altro giro nella libreria, così per osservare anche il resto di tutti quei splendidi tomi. Dopotutto Daenerys amava leggere. Facendo ciò, si avvicinò anche alla ragazzina, forse un po’ spaesata per non aver ancora incontrato il personale.*

    Sbaglio o ti ho già vista al castello di Hogwarts? Sei una studentessa di Serpeverde, giusto?


    *Chiese rivolgendole un lieve sorriso. Quel sorriso che risultava tanto dolce gentile agli occhi delle persone, ma che nascondeva tantissime altre sfaccettature. ll suo viso in generale poteva risultare dolce, visti i suoi delicati lineamenti. Era un'insegnante di soli diciotto anni, cresceva ma la gente continuava sempre a darle meno anni di quanti ne avesse, a volte questo la infastidiva, ma poi si rendeva conto che non era un male. Non le sarebbe dispiaciuto negli anni a venire essere scambiata per una più giovane, dopotutto.*

    @Beatrix_Anello, @Yasmine_Holmes


  • Beatrix_Anello

    Serpeverde

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 1
    Galeoni: 111
       
       

    *Non ero mai andata in un posto fantastico come quello. Non era come le altre librerie, aveva qualcosa di speciale che non riuscii a capire. Mi sentivo a casa. C’erano tanti scaffali di legno con infilati strettamente tanti libri di ogni genere. Appena feci un passo avanti, un profumo di libri. Era dolce ma salato, mi era sempre piaciuto quel profumo, così particolare. Mi ritrovai sommersa da quel profumo, tanto da chiudere gli occhi e respirarlo a pieni polmoni. Menomale che dopo un po’ mi accorsi che non stavo sulla luna a sognare, ma sulla terra. Iniziai a girare per tutta la bliblioteca. Andavo alla ricerca di qualcosa di avventuroso. Mi trovavo vicino allo scaffale con libri sulle Divinità, quando sento parlare qualcuno vicino a me*

    Sbaglio o ti ho già vista al castello di Hogwarts? Sei una studentessa di Serpeverde, giusto?


    * Riconobbi subito quella voce. Era la professoressa di Divinazione. Anche se non era la mia materia preferita mi piaceva tanto cimentarmi nelle lezioni. Mi ero trovata sempre bene con lei.
    Forse perché, essendo molto giovane per essere una professoressa, ci capiva di più. L’avevo sempre trovata bellissima! Non era una cosa che di solito si dice a un professore, ma lei era veramente un insegnante simpatica!*

    Si,sono di prima! Serpeverde! Sicuramente mi ha vista nel dormitorio o a lezione, professoressa.

    @Daenerys_Martin
    ,



    Ultima modifica di Beatrix_Anello oltre 1 anno fa, modificato 2 volte in totale


  • Daenerys_Martin

    Serpeverde

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 9
    Galeoni: 49
       
       

    Si,sono di prima! Serpeverde! Sicuramente mi ha vista nel dormitorio o a lezione, professoressa.

    *Proprio come Daenerys aveva immaginato, o meglio, ricordato, quella ragazzina apparteneva esattamente alla sua ex casata, la stessa per la quale era responsabile. In attesa che chi gestiva il negozio le avrebbe fatto pagare il libro che aveva scelto, pensò che non sarebbe stato un problema continuare a conversare con una sua studentessa, con una piccola Serpe che sapeva ben poco della sua professoressa. Lei non l’aveva vissuta a scuola, era solo al suo primo anno e non si era mai trovata, come invece altri si, a ritrovarsela tra i corridoi come una semplice compagna di scuola. Che poi, dire semplice era un vero eufemismo, visto il tipo di persona che si era sempre dimostrata di essere. Amata a odiata allo stesso tempo, mai compresa; e questo semplicemente perché lei non si lasciava comprendere, non si lasciava leggere dentro. In questo non era affatto cambiata, in effetti.*

    Probabile.

    *Si guardò un po' attorno, c'era abbastanza clientela in quella libreria, non era affatto male. Tornò poi con lo sguardo verso la serpina, non aveva ancora nessun libro tra le mani.*

    Allora, sei qui per acquisti di piacere o scolastici?

    *Chiese mostrandosi leggermente curiosa. Non era realmente interessata a sapere il motivo per cui avesse scelto la libreria come una delle mete di quella giornata, ma dopo essersi avvicinata a lei e averle rivolto parola, le sembrava brutto andarsene subito e tornare a ignorarla. Così, decise di chiedere la prima cosa che le venne in mente e quella che si atteneva maggiormente al luogo in cui si trovavano. Poi, si rese conto che ancora non le aveva chiesto la cosa più importante, e che purtroppo non riusciva a ricordare. Aveva sempre avuto un’ottima memoria, ma i studenti erano davvero tanti, poteva quindi capitare che qualche nome non le rimasse impresso, soprattutto dei primini.*

    Ah, puoi ricordarmi il tuo nome? Siete così tanti, purtroppo qualche nome mi sfugge sempre.


    @Beatrix_Anello, @Yasmine_Holmes,




    Ultima modifica di Daenerys_Martin oltre 1 anno fa, modificato 1 volta in totale


  • Beatrix_Anello

    Serpeverde

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 1
    Galeoni: 111
       
       

    Probabile. Allora,sei qui per acquisti di piacere o scolastici?
    Ah, puoi ricordarmi il tuo nome ? Siete così tanti, purtroppo qualche nome mi sfugge sempre.



    * Era strano parlare di cose, non di scuola, con una professoressa. Certo con lei non più di tanto! Anzi di solito quando parlavo con gli altri professori mi sentivo anche un po’ a disagio, ma con lei no.
    Avevo lo sguardo rivolto verso il libro che volevo acquistare, ma poi il mio sguardo si posò sui suoi occhi azzurri.*


    Em.. no sono acquisti di piacere!

    *dissi un po’ incerta per la sua reazione.*

    Beatrice, ma le mie amiche mi chiamano Beatrix, per divertimento! Ti capisco se non ti ricordi i nomi di di mille persone!


    * Da quella risposta sul suo viso apparve un sorriso a trentadue denti! A quel punto presi il libro e lo avvicinai al petto, per poi essere acquistato. Mi ritornó in mente che dopo la libreria sarei andata a Mielandia, chissà se mi bastavano i galeoni però!Ero così entusiasta di andare lì! L’unico negozio di caramelle dov’ero andata, era
    quello a Diagonally. Quello di George e di un tempo anche di Fred. A quel pensiero mi rattristi un po’, mi rivenne in mente quan’ero piccola e c’era la guerra. Ma dopo ciò, ritornai subito in me stessa*


    Qual’è la sua prossima meta professoressa?
    Io vorrei andare a Mielandia, ma anche in altri negozzi! Se vuole mi può fare compagnia, sarei molto felice! Così mi potresti anche consigliare dei negozi in cui trovare cose interessanti!


    * Erano passati circa dieci minuti da quando ero entrata in quella libreria, e si stava facendo tardi! Dovevo fare tanti giri nei negozi, ero così curiosa!
    Iniziammo ad dirigersi lungo la cassa per andare a pagare i nostri acquisti!*




    @Daenerys_Martin, @Yasmine_Holmes,




    Ultima modifica di Beatrix_Anello oltre 1 anno fa, modificato 3 volte in totale


  • Eurus_Holmes

    Serpeverde

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 7
    Galeoni: 420
        Eurus_Holmes
    Serpeverde
       
       

    *Quel giorno Yasmine era di turno alla libreria che da poco tempo aveva deciso di aprire in compagnia della sua coinquilina Emily. La grifondoro quel giorno doveva recarsi a scuola per assistere a diverse materie e quindi venne prontamente sostituita da Yasmine che studiava per l'esame di CDCM nello studio posizionato sopra al locale. Sentì il campanello e dopo diversi minuti scese lungo la bianca scala a chiocciola che approdava alla reception dove le giovani avevano posizionato un bancone: erano arrivati clienti.
    Le due giovani in questione erano due ragazze della sua casata: Serpeverde. Decise di non interromperle mentre facevano i loro acquisti e di restare dietro al bancone mentre le due ragazze percorrevano le lunghe file di scaffali della stanza adiacente.*

    Qual’è la sua prossima meta professoressa?
    Io vorrei andare a Mielandia, ma anche in altri negozzi! Se vuole mi può fare compagnia, sarei molto felice! Così mi potresti anche consigliare dei negozi in cui trovare cose interessanti!


    *Nel silenzio di quel luogo Yaz udì le parole della giovane ragazza che aveva incontrato poche volte al castello. Doveva trattarsi di uno studente del primo anno. Le due giovani avanzarono verso il bancone su cui vi era posizionata la cassa e mentre si dirigevano verso di lei, la giovane le andò incontro.*

    Tutto apposto ragazze? Avete trovato tutto o vi serve altro?

    *La serpina del settimo anno offrì loro un aiuto e, in attesa di risposta, si accorse di conoscere una delle due giovani era Daenerys, docente di Divinazione.*


    Ohw, Buonasera Daenerys! Mi auguro ti sia piaciuto l'ultimo libro che hai acquistato!

    *Rivolgendosi alla ragazza del primo anno disse.*

    Ciao,io sono Yasmine tu ti chiami invece?

    *Sorrise alle giovani*

    @Daenerys_Martin, @Beatrix_Anello,