Famiglia Grent
Famiglia Grent


  • Stefano_Draems

    Fondatore Amministratore Ministro Ad Honorem Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 16
    Galeoni: 584673
       
       



    Role Aperta da Lavinia_Grent




    Ultima modifica di Lavinia_Grent circa 3 mesi fa, modificato 1 volta in totale


  • Lavinia_Grent

    Corvonero Insegnante Sindaco di Hogsmeade Membro del Consiglio di Hogsmeade

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 8
    Galeoni: 1340
        Lavinia_Grent
    Corvonero Insegnante Sindaco di Hogsmeade Membro del Consiglio di Hogsmeade
       
       

    *Il mese di marzo era quasi finito, ma la primavera non aveva proprio intenzione di arrivare. Lavinia si trovava alla finestra ad osservare le grosse gocce d'acqua cadere dal cielo e posarsi sul vetro bagnato. Era da qualche giorno che non smetteva di piovere. La pioggia le piaceva, adorava guardarla dalla finestra più che trovarsi fuori a beccarsi un'influenza. Non sapeva spiegare bene il motivo, ma guardare l'acqua cadere e perdersi sul suolo bagnato la rilassava.*


    *Un brivido di freddo le attraversò la schiena. Si voltò ad osservare il grande camino acceso nel salotto della sua villetta ad High Street. Teoricamente la primavera era arrivata, ma il clima e la temperatura erano ancora quelli invernali. Si allontanò dalla finestra e si posizionò di fronte il camino per riscaldarsi le mani. Quel pomeriggio aspettava un ospite. Aveva invitato Shana Sakai lì a casa sua per una tazza di tea caldo. Shana era da poco tornata al villaggio di Hogsmeade e in qualità di Sindaco voleva darle il personale bentornato. Aveva due anni in meno di Lavinia e si ricordava di lei ai tempi in cui frequentavano la scuola. Fino ad allora non aveva mai avuto modo di conversare con lei. Se la ricordava anche qualche tempo prima quando la ragazza aveva occupato per un periodo la cattedra di Crittologia. Erano state colleghe per poco tempo prima che Shana partisse. Dopo non aveva avuto più notizie. In generale, però, sapeva pochissimo di lei e quella era l'occasione giusta magari per poterla conoscere meglio.*

    Mamma...

    *Sentì la voce della piccola Joy che la chiamava. Si voltò e la vide entrare dalla porta dentro il salotto dove si trovava lei. La bimba ormai aveva imparato a camminare molto bene e addirittura anche a correre. Il povero Elfo Domestico Orion doveva sempre starle dietro. Stava anche iniziando a parlare, riusciva a farsi capire abbastanza bene.*

    Che c'è tesoro mio? Hai paura della pioggia?

    *Disse Lavinia andando incontro a sua figlia. Joy le abbracciò una gamba segno che voleva essere presa in braccio. La bionda donna la prese e l'abbracciò anche lei, poi le diede un bacio sulla fronte. La bimba adorava le coccole della madre. Dopo un po' si tranquillizzò, ma rimase in braccio alla ragazza che si sedette sul divano del salotto. Attendeva l'arrivo della sua ospite. Le aveva inviato un messaggio tramite la sua civetta invitandola per le cinque del pomeriggio, ora del tea.*


    @Shana_Sakai


  • Shana_Sakai

    Grifondoro Ad Honorem Certificato

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 8
    Galeoni: 2316
        Shana_Sakai
    Grifondoro Ad Honorem Certificato
       
       

    [Casa di Shana]

    *Shana scostò distrattamente la tenda della finestra, perdendosi per qualche istante a osservare le gocce di pioggia che, incessantemente, scivolavano dalle nuvole fino a toccare il suolo.
    Sfiorò il freddo vetro quasi inconsciamente.*



    *Quel giorno si sentiva particolarmente a terra e le condizioni climatiche non la aiutavano a risollevarsi. Certo, la pioggia l'aveva sempre affascinata, ma in quel momento la faceva sentire troppo somigliante a quelle piccole gocce di pioggia: impotente, legata a doppio filo al suo destino. Come quelle, infatti, si sentiva scivolare inerte e senza possibilità di scelta, come trascinata da forze più potenti di lei.
    Dove sarebbe andata a finire, però, ancora non lo sapeva.
    Strinse tra le dita della mano la piuma che aveva appena utilizzato per scrivere una lettera. La situazione si stava andando pian piano delineando, anche se molti aspetti continuavano a rimanere oscuri, e aveva sentito il bisogno di ragguagliare sua madre e sua nonna.
    Doveva solo sperare che la sua cara civetta arrivasse a destinazione senza problemi; considerando come stava evolvendo la situazione temeva di non poterne avere la certezza assoluta.*

    "Forse sarei dovuta andare direttamente io al Villaggio..."

    *Pensò per qualche istante. Ma ricordò subito i motivi per cui aveva preferito non agire così. Ancora non sapeva se era seguita e rivelare la posizione e le misure di protezione apposte da sua nonna non sarebbe stato un saggio modo di agire.
    Di questo ne era convinta!
    Stava per lasciar andare la tenda, per tornarsene a pensare magari seduta sul divano, quando un rumore alla finestra attirò la sua attenzione, facendola sobbalzare per un istante.
    Le ci volle qualche secondo per capire che si trattava di una civetta; la osservò mentre picchiettava a intervalli sul vetro.*

    "Non è la mia e neanche quella della mia famiglia. E poi sarebbe decisamente troppo presto per avere risposta da loro."

    *Riflettè mentre valutava come agire; non aveva propriamente paura di leggere il contenuto del messaggio che stava recapitando, ma i fatti degli ultimi tempi l'avevano messa maggiormente sull'attenti.
    Ad ogni modo non le ci volle molto a decidersi: anche se si fosse trattato di cattive notizie avrebbe voluto saperle, o forse era più corretto dire che avrebbe dovuto.
    Aprì poco la finestra e lasciò entrare l'animale; il biglietto legato alla sua zampa era ben rilegato e pronto per essere consegnato.
    Allungò una mano ad accarezzare la piccola creatura prima di slegare il nastro colorato e prendere il messaggio a lei diretto. Doveva essere stato protetto con un incantesimo perché la pioggia non aveva intaccato la pergamena.
    Srotolandola Shana vi lesse a chiare lettere un invito, firmato da Lavinia.
    Non era passato molto tempo da quando aveva aiutato a organizzare un'attività nella Foresta Proibita, ma dopo i fatti che stavano capitando se ne era completamente dimenticata.
    Era stato così bello ritornare in veste differente tra le mura del Castello e rivedere vecchie conoscenze.
    Certo, non aveva mai stretto un vero rapporto di amicizia con Lavinia, ma si erano spesso incontrate lungo i corridoi visto che avevano frequentato la Scuola con solo un anno di differenza.
    Era quindi rimasta piacevolmente sorpresa quando la giovane donna le aveva chiesto se le avrebbe fatto piacere andarla a trovare un giorno per fare quattro chiacchiere e conoscersi meglio.*

    Questo invito capita proprio nel momento giusto.

    *Aveva proprio bisogno di svagarsi un po', di evitare di pensare a certe situazioni.
    Nessuna risposta sarebbe arrivata entro quella stessa sera, e ad ogni modo la sua civetta sarebbe stata in grado di trovarla ovunque fosse andata, quindi poteva rilassarsi per qualche ora. Poteva anche permettersi di accantonare i suoi studi, era parecchio avanti e prima dell'esame aveva ancora tempo a sufficienza.
    Alzò lo sguardo ad osservare l'orologio appeso alla parete: aveva abbastanza tempo per prepararsi e raggiungere la donna che l'aveva cordialmente invitata.*

    [High Street]

    *Era riuscita a giungere in perfetto orario alla sua destinazione.
    Aveva impiegato più tempo del previsto a scegliere l'outfit per quella occasione, le sembrava che nulla di ciò che aveva nell'armadio potesse andare bene, specialmente considerando il tempo che avrebbe dovuto affrontare; ma forse era solo per colpa di come si sentiva dentro.
    Per fortuna Lavinia aveva scritto l'indirizzo insieme all'invito, quindi non aveva avuto alcun problema a trovare l'abitazione della donna, risparmiando il tempo perso prima di uscire da casa sua.*



    *Indossò il suo miglior sorriso, e suonò alla porta.*


    @Lavinia_Grent


  • Lavinia_Grent

    Corvonero Insegnante Sindaco di Hogsmeade Membro del Consiglio di Hogsmeade

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 8
    Galeoni: 1340
        Lavinia_Grent
    Corvonero Insegnante Sindaco di Hogsmeade Membro del Consiglio di Hogsmeade
       
       

    *Lavinia Grent si trovava seduta sul divano del suo salotto con in braccio la piccola Joy che rideva e strillava perchè voleva giocare. Voleva che sua madre le cantasse quella canzoncina che a lei piaceva tanto. La bionda donna intonò le prime parole di quella melodia mentre la piccola la osservava incantata, ma fu interrotta da un suono familiare.*

    Dlin Dlon... Dlin Dlon...

    *Era il campanello della porta di casa sua. Sicuramente era arrivata la sua ospite. Sorrise e smise di cantare. Si alzò dal divano e mise giù sua figlia che si mise a correre verso l'Elfo Domestico Orion che la prese in braccio e si diresse verso le scale che portavano al piano di sopra. La donna aveva chiesto all'Elfo di tenere a bada un po' la bimba mentre c'era la sua ospite. Andò alla porta e l'aprì.*


    *La persona che si trovò di fronte era Shana Sakai, l'ospite che aspettava. La ragazza era tornata da poco nei pressi di Hogsmeade e lei quel pomeriggio l'aveva invitata per una tazza di tea. L'aveva fatto sia per darle il bentornato in qualità di Sindaco del villaggio sia per fare quattro chiacchere con lei e magari conoscerla meglio dal momento che in passato non avevano mai avuto modo di trascorrere del tempo insieme.*

    Ciao Shana! Benvenuta a casa mia!

    *Le disse con un sorriso e si porse in avanti per salutarla con la guancia. Era contenta che Shana avesse accettato il suo invito. Quell'incontro probabilmente sarebbe stato interessante. Inoltre era un po' di tempo che non invitava qualcuno a casa sua. Si era buttata a capofitto sul lavoro al Town Hall e come insegnante di Antiche Rune di Hogwarts, che aveva trascurato se stessa e i rapporti sociali con gli altri.*

    Sono felice che hai accettato il mio invito. Vieni accomodati in salotto. Dico a Orion, il caro Elfo, di preparare l'acqua per il tea... porgimi il mantello che lo appendo qui...

    *Aggiunse porgendole la mano invitandola a darle il mantello per appenderlo sull'attaccapanni che si trovava sulla destra della porta d'ingresso della villetta. Chiamò Orion e gli disse di mettere l'acqua sul fuoco per il tea. Subito dopo con un cenno indicò a Shana di seguirla in salotto.*


    @Shana_Sakai


  • Shana_Sakai

    Grifondoro Ad Honorem Certificato

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 8
    Galeoni: 2316
        Shana_Sakai
    Grifondoro Ad Honorem Certificato
       
       

    *L'aria fresca le scompigliò leggermente i capelli mentre si apprestava a suonare il campanello per annunciare la sua presenza.
    La pesante porta si aprì qualche momento dopo, in un vago trambusto, lasciando intravedere un volto di donna.
    Il sorriso di Lavinia era decisamente sincero e anche un po' contagioso; quasi senza rendersene conto Shana si trovò ad alzare gli angoli delle sue labbra in un'espressione meno forzata e più rilassata.
    Le sue preoccupazioni non potevano abbandonarla così facilmente, ma poteva, almeno per il momento, accantonarle in un angolo della sua mente e concentrarsi su altro.*

    "Ho tutta l'intenzione di godermi la serata, altrimenti non avrebbe avuto senso accettare l'invito!"

    *Si disse convinta.
    Lavinia le diede il benvenuto e si scostò per lasciarla passare; l'ex Grifondoro non si fece pregare, lasciandosi alle spalle il tempo umido e la pioggia scrosciante. Certo, grazie alla magia non si era assolutamente bagnata, ma era ugualmente felice di aver raggiunto un luogo coperto e soprattutto asciutto.
    Porse il cappotto alla padrona di casa, che gentilmente lo adagiò nell'ingresso, e la seguì lungo l'appartamento fino a giungere a quello che sicuramente era il salotto.
    L'ambiente era caldo e accogliente, ben diverso da come in quel periodo si presentava casa sua: pile di libri e un gran disordine; ogni angolo si era trasformato in un punto studio... persino la cucina non aveva fatto eccezione!
    Abbandonò quei pensieri, tornando a osservare Lavinia, che nel frattempo aveva dato indicazioni su come agire all'elfo domestico.*

    Sono felice che tu mi abbia invitata, mi ha fatto davvero molto piacere.
    Non avrei sprecato una simile occasione per poterti conoscere meglio!


    *Esclamò con sincerità, mentre si accomodava accanto alla giovane donna sul divano. Aveva sempre pensato che Lavinia fosse una persona simpatica e gentile, e di solito era brava a identificare il carattere di chi incontrava nel suo cammino, ma gli anni a Hogwarts erano letteralmente volati e alla fine aveva stretto amicizia soprattutto con i ragazzi del suo stesso anno.
    Ma non era mai troppo tardi per recuperare, ed era stata sinceramente felice che Lavinia la pensasse allo stesso modo.
    Aveva pensato per diversi giorni a qualcosa di adatto a ringraziare la donna per l'invito; era stato un insolito chiodo fisso cui pensare. Alla fine era giunta a una decisione approfittando dell'occasione per rimettere mano alle composizioni floreali che, anni addietro, aveva fatto spesso insieme a sua madre; le era parso un bel pensiero e anche un modo per tenersi occupata almeno un po'.
    Un rapido colpo di bacchetta, senza enunciare alcuna formula ad alta voce, e la piccola composizione si materializzò tra le sue mani; aveva, infatti, preferito evitare di portarla direttamente con sé per paura che si potesse rovinare.*



    Questo è un piccolo pensiero che spero possa farti piacere. Ci tenevo a ringraziarti per l'invito di oggi.

    *Esclamò mentre porgeva alla padrona di casa il frutto del suo lavoro.*

    I fiori hanno subito un particolare trattamento grazie al quale non dovrai preoccuparti di innaffiarli; non appassiranno mai in ogni caso.

    *Aggiunse con un sorriso. In teoria si era dilettata anche nella preparazione di alcuni dolci per quella giornata, perché anche se non gestiva più il vecchio negozio a Hogsmeade adorava passare il tempo ai fornelli, ma preferiva ancora non dirlo; voleva prima saggiare l'ambiente per essere sicura che Lavinia non potesse offendersi.*

    @Lavinia_Grent


  • Lavinia_Grent

    Corvonero Insegnante Sindaco di Hogsmeade Membro del Consiglio di Hogsmeade

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 8
    Galeoni: 1340
        Lavinia_Grent
    Corvonero Insegnante Sindaco di Hogsmeade Membro del Consiglio di Hogsmeade
       
       

    *Quel pomeriggio di fine marzo Lavinia aveva invitato a casa Shana, una sua vecchia compagnia a Hogwarts che non aveva mai avuto modo di conoscere meglio. La ragazza era tornata da poco nei pressi del Castello e del villaggio di Hogsmeade e Lavinia ne aveva approfittato per fare quattro chiacchiere con lei. Sperava che rimanesse lì per un po' o che addirittura si stabilisse lì. Non trascorreva del tempo con un'amica da un po', probabilmente da quando era andata via Claire, l'ex Sindaco e sua cara amica. Nell'ultimo anno aveva semplicemente trascorso il tempo lavorando al Tawn Hall e al Castello con la sua cattedra in Antiche Rune. Le serviva un po' di svago. La sua ospite era appena arrivata, Lavinia aveva detto al suo Elfo Orion di prepare l'acqua per il tea, aveva preso il mantello della ragazza e lo aveva appeso nell'attaccapanni all'ingresso. Invitò Shana ad accomodarsi sul divano del suo salotto e la ringraziò per aver accettato l'invito.*

    Figurati cara... non devi ringraziarmi. Anch'io felice di poterti conoscere meglio. Purtroppo in passato non ne abbiamo mai avuto occasione.

    *Aggiunse sorridendole. Subito dopo la mora ragazza di fronte a lei tirò fuori la sua bacchetta e con un rapido colpo silenzioso fece comparire una piccola composizione floreale molto carina. Shana disse che era un pensiero per lei per ringraziarla per il suo invito e aggiunse che quei fiori avevano subito un trattamento magico per non appassire mai, quindi non occorreva innaffiarli.*

    Oh... grazie mille... che pensiero gentile! È bellissima! Che bella idea... è perfetto per me visto che non sono mai a casa!

    *Rispose continuando a sorridere. Aveva avuto un pensiero molto carino. Prese quel vasetto e lo appoggiò su di mobile accanto al camino che si trovava lì nel salotto, poi tornò a sedersi sul divano accanto alla ragazza.*

    Allora... come stai? Mi ha fatto molto piacere vederti all'evento karaoke alla Testa di Porco.

    *Cominciò a parlare in tono allegro. Aveva rivisto dopo tanto tempo la ragazza all'evento karaoke che aveva organizzato il Consiglio di Hogsmeade alla Testa di Porco. Era lì che le era venuta l'idea di invitarla da lei per un tea, l'aveva vista un po' spaesata.
    Fu interrotta dall'arrivo di Orion con un vassoio in mano che conteneva una teiera piena di acqua calda, due tazze e la sua vecchia scatola del The Noble Horntail piena di tisane e tea.*


    Grazie Orion caro... Shana ho tanti gusti di tisane e tea... scegli pure quello che ti piace. Io prenderò una tea al mirtillo e zenzero. Questi infusi vengono dal mio vecchio negozio, il The Noble Hortail, che adesso ha cambiato gestione.

    *Aprì quella scatola e la invitò a prendere una di quelle bustine. Gli infusi erano la sua passione. Qualche anno prima aveva aperto quel negozio insieme alla sua amica Shireen che poi era andata via. Con il passare del tempo Lavinia si era resa conto che non poteva badarci e quindi aveva deciso di cedere all'attività a due bravissime ragazze che lo avevano rinnovato.*


    @Shana_Sakai


  • Shana_Sakai

    Grifondoro Ad Honorem Certificato

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 8
    Galeoni: 2316
        Shana_Sakai
    Grifondoro Ad Honorem Certificato
       
       

    *Lavinia parve sinceramente apprezzare il piccolo pensiero che Shana le aveva offerto per ringraziarla dell'ospitalità.
    Essere lì la rendeva felice e sperava di averlo trasmesso con quella piantina; era un semplice the in compagnia, un'occasione come tante, ma era da troppo ormai che non si concedeva giornate di questo tipo.*

    "Ultimamente conosco soltanto i libri di testo per gli esami..."

    *Sospirò un istante, rendendosi conto di come erano cambiate le sue priorità da quando era uscita dalla Scuola.
    Ma il sogno della sua vita, la realizzazione di quelli che erano stati i suoi progetti fin da quando era piccola, era così vicino... non poteva lasciarselo scappare!
    Aveva valutato l'opzione di tornare al Villaggio una volta ultimati gli studi a Hogwarts, quel tipo di vita le mancava davvero molto, ma si era resa conto che sarebbe stato troppo complicato gestire lo studio e il tirocinio da così distante. Erano aspetti delle sue giornate che le rubavano tutte le energie disponibili.
    La voce di Lavinia la distrasse dai suoi inconcludenti pensieri.*

    Diciamo che ho cercato di ricavarmi qualche momento per me. Cominciavo a sentire il bisogno di svagarmi un po', di rallentare insomma.
    Tra le varie cose che sono successe, lo studio che mi ruba ogni energia... quella serata era capitata a proposito!


    *Sorrise mestamente. Quella sera si era divertita molto ad ascoltare gli studenti temerari al microfono.*

    E' stato bello ricordare i tempi della scuola, dove le uniche preoccupazioni erano le lezioni e il divertimento sfrenato in compagnia. Sono passati pochi anni ma mi sembra davvero molto più tempo.

    *Alzò gli occhi al cielo; certe volte si sentiva una vecchia ad ascoltare i suoi discorsi... Una vecchia lamentosa!
    L'arrivo del piccolo elfo interruppe la sua parlantina; Shana lo ringraziò mentalmente, era sicura che il sentiero che avevano intrapreso i suoi discorsi avrebbe annoiato la sua compagna di chiacchiere.
    Osservò i the e le tisane che erano state posate sul tavolo, restando sorpresa di trovare nel mucchio un infuso che era da parecchio che non aveva modo di bere.*



    Io penso che approfitterò di questa bustina di the sencha; gli infusi di the verde giapponese hanno un sapore che apprezzo particolarmente.
    Sono rimasta piacevolmente sorpresa di vederlo, è abbastanza inusuale.


    *Si complimentò con la giovane.*

    E, a proposito di negozi che adesso non gestiamo più, mi farebbe piacere contribuire con alcuni dolcetti per accompagnare questi infusi profumati e deliziosi. Nel mio negozio amavo sperimentare e ho alcune frecce al mio arco con cui mi piacerebbe sorprenderti.

    *Sorrise, lasciando in sospeso la frase per creare un po' di curiosità nell'amica.
    Un colpo di bacchetta e il tavolo sarebbe stato imbandito di diverse leccornie, che, a casa sua, attendevano impazienti di essere pregustate.*

    @Lavinia_Grent


  • Lavinia_Grent

    Corvonero Insegnante Sindaco di Hogsmeade Membro del Consiglio di Hogsmeade

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 8
    Galeoni: 1340
        Lavinia_Grent
    Corvonero Insegnante Sindaco di Hogsmeade Membro del Consiglio di Hogsmeade
       
       

    *Casa Grent quel pomeriggio non era fredda e vuota come al solito. Lavinia Grent aveva un'ospite. Shana Sakai, sua vecchia conoscenza, si trovava lì nel suo salotto seduta sul divano in attesa di prendere un buon tea. L'Elfo Domestico Orion aveva già preparato l'acqua calda e aveva portato la sua scatola delle tisane risalente al periodo in cui lavorava al The Noble Horntail, il suo vecchio negozio di erbe e spezie magiche. Lavinia aveva detto alla sua amica di essere stata contenta di vederla a un evento karaoke alla Testa di Porco organizzato qualche settimana prima da lei e il resto del Consiglio di Hogsmeade. Shana le rispose che anche a lei aveva fatto piacere, aveva bisogno di svagarsi un po' per via dello studio opprimente. Aggiunse anche che quell'occasione le aveva ricordato la spensieratezza dei tempi della scuola.*

    Hai ragione... anch'io ho questa sensazione... sembrano essere passati molti anni da quando ho lasciato la scuola. Sarà anche perchè adesso sono passata dall'altra parte, anche se in realtà ho pochi anni in più rispetto agli studenti... il distacco si avverte.

    *Rispose la bionda donna. Poi si ricordò di quello che aveva appena detto Shana, ovvero che stava ancora studiando. Pensò che probabilmente stesse cercando di recuperare gli esami non dati, proprio come era successo a lei. Lavinia aveva dovuto lasciare Hogwarts prima del previsto e non aveva fatto tutti gli esami necessari per fare un colloquio e ottenere un lavoro ufficiale riconosciuto dal Ministero. L'aver ottenuto una cattedra, l'essere diventata Sindaco del villaggio e anche mamma l'aveva un po' distratta da quella sua mancanza. Non sapeva se avrebbe ripreso a studiare.*

    Quindi stai studiando per ora? Sai anch'io sono nella tua stessa situazione con gli esami a Hogwarts... ho dovuto lasciare prima di finirli per via di un problema che ho avuto in famiglia qualche anno fa.

    *Aggiunse spiegandole che lei la capiva. Ripensare a ciò che era successo a suo padre un po' la rattristava, per fortuna che la situazione era poi migliorata. Lavinia poi aveva indicato la scatola delle tisane all'amica invitandola a sceglierne una. Shana scelse un tea sencha, un particolare tipo di tea verde giapponese.*

    Ottima scelta! Il tea sencha è davvero buono. Anch'io adoro il tea verde. Io, invece, prenderò un infuso allo zenzero e mirtillo... lo preferisco in questo periodo.

    *Afferrò la sua bustina di infuso e la intinse nella tazza di acqua fumante. La lasciò in infusione per un po'. Shana riprese il discorso dei vecchi negozi. Lavinia ricordava che lei qualche anno prima lavorava in una pasticceria lì a Hogsmeade, ma è stato il periodo in cui lei abitava a Londra, quindi non aveva mai avuto occasione di provare qualche pasticcino. L'amica le disse che le aveva portato qualche dolcetto per accompagnare il tea di quel pomeriggio.*

    Ma davvero? Grazie mille Shana... ma non dovevi... sei troppo gentile. Sono molto curiosa di assaggiarli...

    *Disse Lavinia con un bel sorriso. Aveva sentito delle ottime parole sul negozio di Shana. Era un peccato che aveva chiuso. Non c'era più stata una pasticceria al villaggio dopo quella. I Tre Manici di Scopa e il Casterwill's Kitchen se la cavavano con i dolci, ma non era la stessa cosa.*


    @Shana_Sakai




    Ultima modifica di Lavinia_Grent mese scorso, modificato 1 volta in totale


  • Shana_Sakai

    Grifondoro Ad Honorem Certificato

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 8
    Galeoni: 2316
        Shana_Sakai
    Grifondoro Ad Honorem Certificato
       
       

    *Shana ascoltò con attenzione le parole di Lavinia, scorgendo nella sua voce una leggera nota di amarezza.
    Era stata vaga, probabilmente volutamente, quindi l'ex Grifondoro cercò di non soffermarsi troppo sulla questione, deviando quasi subito il discorso su qualcosa di diverso.*

    Mi dispiace, spero non sia nulla di grave il problema in famiglia che hai avuto.
    Comunque gli esami a Hogwarts li ho terminati; quello per cui mi sto preparando è diverso. Si tratta di un esame di ammissione per diventare Medimago, o meglio per cominciare il tirocinio come tale.


    *Esclamò. Ormai erano mesi che non abbandonava quasi mai la lettura dei numerosi libri di testo; il bagaglio di conoscenze che doveva riuscire ad avere era davvero vasto!*

    E' sempre stato il mio sogno fin da quando ero bambina, non ho mai voluto fare nulla di diverso.
    Un po' di esperienza posso vantarla, avendo lavorato nell'infermeria a Hogwarts, ma l'esame di ammissione dicono sia comunque estremamente spietato...


    *Sospirò al pensiero; se non fosse stata davvero sicura della sua decisione, conscia delle difficoltà ma anche delle gioie che ne sarebbero derivate, avrebbe probabilmente già abbandonato quella strada. Ma mentre le sue conoscenze crescevano, allo stesso modo cresceva anche il suo desiderio di mettersi alla prova; temeva il giorno dell'esame ma al contempo lo attendeva con ansia.
    Mentre rimuginava tra sé e sé, prese la bustina di the che aveva scelto e la lasciò in infusione nell'acqua calda che l'elfo di Lavinia le aveva gentilmente porto in una splendida tazza decorata.
    Quel momento di silenzio venne rotto pochi istanti dopo, e il discorso deviò dagli studi scolastici ad un altro momento ormai appartenente al passato di entrambe le donne: i negozi che avevano gestito a Hogsmeade.*

    Non ti preoccupare, è stato un piacere per me. Adoro dilettarmi ai fornelli e preparare dolci di ogni tipo; ormai era da un po' che non mi capitava un'occasione adatta... non potevo farmela sfuggire!

    *Fece l'occhiolino alla donna di fronte a lei prima di impugnare la bacchetta; l'agitò, pronunciando mentalmente la formula, e sulla tavola presero subito posto le preparazioni sulle quali aveva lavorato.
    I primi a fare la loro comparsa furono i cupcakes, rigorosamente decorati con gli stemmi delle Case di Hogwarts.*



    *Li seguirono a ruota dei dolci biscotti al burro.*



    *E per finire fece capolino sul tavolo una torta al cioccolato.*



    *Non tutti i dolci del suo negozio erano a tema, ma nelle occasioni speciali come quella preferiva che tutte le preparazioni avessero un qualcosa in comune.
    Sorrise, volgendo lo sguardo verso Lavinia prima di esporre quanto avevano a disposizione per quel pomeriggio.*

    Allora... I cupcakes sono ricoperti di glassa di zucchero; ciascuno ha un sapore differente che in qualche modo ricorda, almeno a me, quelli che sono gli aspetti salienti della Casa che vi è rappresentata.
    I biscotti al burro, invece, nascondono una piccola sorpresa: ad ogni morso il loro sapore cambia; in questo modo non potranno mai stufare.
    E per concludere la torta è al triplo cioccolato: bianco, al latte e fondente. Sopra vi è un'esplosione di caramelle che frizzano in bocca; e si può mangiare tutto, anche gli stemmi delle Case.


    *Prese un secondo fiato, concludendo la breve spiegazione con un ultimo dettaglio fondamentale.*

    Ah, non ti spaventare per le calorie: con la mia vecchia socia siamo riuscite a trovare un piccolo escamotage che ci permette di creare dolci che si possono gustare senza sensi di colpa.

    *Non riuscì a celare una piccola nota di soddisfazione nella voce: in fondo quella scoperta era stata, per il negozio, un vero e proprio trampolino di lancio che aveva fatto aumentare le vendite.*

    Spero apprezzerai i dolci che ho cucinato.

    *Terminò, lasciando che fosse Lavinia a servirsi per prima scegliando ciò che le ispirava di più.*

    [@Lavinia_Grent


  • Lavinia_Grent

    Corvonero Insegnante Sindaco di Hogsmeade Membro del Consiglio di Hogsmeade

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 8
    Galeoni: 1340
        Lavinia_Grent
    Corvonero Insegnante Sindaco di Hogsmeade Membro del Consiglio di Hogsmeade
       
       

    *Lavinia stava conversando con la sua nuova amica Shana, venuta a casa sua per un tea del pomeriggio. La conversazione era finita sui tempi della scuola e sugli esami e lei aveva spiegato alla ragazza che non aveva potuto finirli. Ripensare a quell'evento la rattristava, aveva rischiato di perdere suo padre. Non le andava molto di parlare di quella storia e soprattutto non voleva annoiare la nuova amica con una storia triste. Purtroppo nella sua vita erano successe tante storie tristi da poter raccontare.*

    Sì, alla fine tutto si è risolto.

    *Invece, Shana, disse che gli esami li aveva terminati e che in quel periodo stava studiando per l'esame di ammissione per l'inizio del tirocinio come Medimago. Appena sentì quelle parole le tornò in mente che qualche tempo prima, l'aveva vista nell'infermiera del Castello per qualche tempo. Se non ricordava male era proprio lei. Quindi quella passione l'aveva sempre avuta. Infatti, un attimo dopo la ragazza le confermò il suo pensiero, era lei e disse anche che quello era il suo sogno fin da bambina.*

    Sono sicura che il tuo esame andrà benissimo!
    Ora che ci penso... mi ricordo che eri in Infermeria a Hogwarts. Sei bravissima!


    *Le disse per incoraggiarla. Sperava che il sogno di Shana si realizzasse. Lei, invece, non aveva delle particolari aspirazioni. Le materie in cui era sempre stata brava a Hogwarts erano Pozioni e Antiche Rune. Aveva sempre adorato gli animali, quindi, ma non andava molto bene in Cura delle Creature, forse anche a causa di suo padre.*

    Sai che io, invece, non ho mai avuto delle particolari aspirazioni da piccola? Ai tempi della scuola a Hogwarts eccellevo soprattutto in Antiche Rune... e alla fine i risultati si sono visti data la mia posizione di insegnante. Un giorno forse completerò gli esami, ma per adesso sinceramente sono abbastanza soddisfatta della mia vita.

    *Aggiunse quella piccola confessione. Ed era proprio vero. Aveva una cattedra a Hogwarts, era il Sindaco di Hogsmeade e soprattutto era la mamma di una splendida bimba. Rispetto alla situazione in cui si era trovata negli anni precedenti, in quel momento tutto andava per il meglio.
    Shana le aveva anche detto di aver preparato dei dolcetti per ringraziarla dell'invito quel pomeriggio. La mora ragazza le fece l'occhiolino, tirò fuori la sua bacchetta ed eseguendo un incantesimo non-verbale face apparire sul tavolinetto lì di fronte dei splendidi cupcake decorati con i colori delle Casate di Hogwarts, dei biscotti al burro e una meravigliosa e invitante torta al cioccolato. Lavinia sorrise alla vista di tutti quei dolci. Shana li descrisse e poi aggiunse anche che non doveva preoccuparsi per le calorie perchè aveva inventato una formula per creare dolci ipocalorici. A quelle parole la bionda donna fu ancora più felice.*


    Ma grazie! Davvero non dovevi disturbarti così tanto. Sembra davvero tutto buono dall'aspetto.

    *La ringraziò con un sorriso. Sicuramente anche la piccola Joy sarebbe stata felice alla vista di quei dolci che tra l'altro erano anche bellissimi da vedere, delle vere opere d'arte! Subito dopo si rivolse all'Elfo Orion che si trovava nella camera accanto, sicuramente con la bimba.*

    Orion! Porta piattini, coltello e forchettine.

    *Alle sue parole l'Elfo uscì dalla camera della bimba e andò in cucina. Dietro di lui uscì la piccola Joy che corse verso di lei e le salì subito in braccio.*

    Mamma... belli!

    *Esclamò la bionda bambina alla vista dei dolciumi e si agitò come per prenderli. Lavinia sorrise ancora e la tenne ferma sulle sue gambe.*

    Shana... lei è mia figlia Joy. Tesoro, saluta Shana... è un'amica della mamma.

    *Disse Lavinia presentando la piccola alla sua ospite. Alle sue parole Joy fece un tenero cenno di saluto a Shana sorridendole timidamente. Lavinia le accarezzò i capelli affettuosamente.*


    @Shana_Sakai




    Ultima modifica di Lavinia_Grent 3 settimane fa, modificato 1 volta in totale


  • Shana_Sakai

    Grifondoro Ad Honorem Certificato

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 8
    Galeoni: 2316
        Shana_Sakai
    Grifondoro Ad Honorem Certificato
       
       

    *Shana sorrise con sincero entusiasmo quando sentì le parole di ringraziamento di Lavinia; sembrava che l'aspetto dei suoi dolci avesse colpito nel segno. Era proprio quello l'effetto che si era augurata quando aveva deciso di decorarli in modo tale che ricordassero Hogwarts e gli anni che le due donne vi avevano trascorso. Anche se era nostalgico era comunque stato un periodo fantastico della vita della Grifondoro, ed era quasi certa fosse stato così anche per l'ex Corvonero.*

    "Adesso non mi resta che sperare che siano anche buoni; era da un po' che non mi cimentavo con queste preparazioni più delicate e complesse..."

    *Rimuginò tra sé per qualche istante, prima di tornare con lo sguardo alla giovane donna seduta davanti a lei. Lavinia non aveva perso tempo e aveva chiesto al suo elfo di portare l'occorrente per poter cominciare ad assaggiare i dolcetti.
    Stava per dire qualcosa quando vide sgattaiolare sulle gambe di Lavinia una piccola figura dalla folta chioma bionda.
    Shana rimase per qualche istante interdetta: perché non sapeva che la giovane donna era madre? Aveva vissuto così fuori dal mondo in quegli ultimi anni? Certo, oltre allo studio erano successe diverse cose nella sua vita, ma non poteva ugualmente credere di aver perso una simile notizia!
    Lavinia la anticipò, presentando la piccola Joy; la bimba salutò l'ex Grifondoro con un timido sorriso accompagnato da un leggero cenno della mano.*

    "Ma quanto è carina?!"



    *Pensò all'istante la donna, mentre si scioglieva in un caldo sorriso. Adorava i bambini, erano delle creature così pure e innocenti... e con quelle guanciotte rosee sembravano delle bambole di porcellana. L'avrebbe volentieri strapazzata di coccole ma cercò di darsi un contegno.*

    Ciao Joy, è un vero piacere conoscerti.
    E' bello sapere che abbiamo qualcuno ad aiutarci a mangiare tutti questi dolcetti.


    *Le fece l'occhiolino, vedendo come la piccola fosse attratta dalle preparazioni sulla tavola, probabilmente a causa dei vivaci colori delle decorazioni.
    Volse un istante dopo lo sguardo verso Lavinia, che teneva la piccola salda sulle sue gambe.*

    Congratulazioni cara! Non avevo idea che fossi diventata mamma... mi dispiace non aver partecipato con un pensiero...

    *Non sapeva come scusarsi per la sua mancanza. Abbassò lo sguardo verso il tavolo dei dolci, non sapendo bene in che modo continuare la conversazione.*

    @Lavinia_Grent


  • Lavinia_Grent

    Corvonero Insegnante Sindaco di Hogsmeade Membro del Consiglio di Hogsmeade

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 8
    Galeoni: 1340
        Lavinia_Grent
    Corvonero Insegnante Sindaco di Hogsmeade Membro del Consiglio di Hogsmeade
       
       

    *La sua carissima ospite aveva portato dei meravigliosi dolci preparati da lei. Nel frattempo dalla sua stanza era uscita la piccola Joy che era corsa in braccio alla mamma ed era impazzita alla vista dei dolcetti. La bimba andava pazza per i dolci, ma Lavinia aveva raccomandato Orion di tenerli lontani da lei. In quel momento si rese conto che Shana probabilmente non aveva mai avuto modo di conoscere sua figlia, quindi gliela presentò. La sua amica le sorrise e la salutò. Joy timidamente fece un cenno di saluto con la manina, ma non parlò. Sapeva dire un simpatico "ciao", ma la bimba era molto timida e non riusciva a parlare davanti chi non conosceva. Shana poi le fece le congratulazioni per sua figlia e le disse che non sapeva che fosse diventata mamma.*

    Oh cara tranquilla... non potevi saperlo.

    *Le disse per rassicurarla. Shana era un po' imbarazzata per quella sua "mancanza", ma non doveva esserlo. Lei era stata via da Hogwarts e Hogsmeade per un po' di tempo e non poteva sapere della sua maternità. In effetti non raccontava a tutti di avere una figlia, anche se lì ovviamente, data la sua posizione di Insegnante e Sindaco, tutti sapevano della piccola. Lavinia non si vergognava di sua figlia, ma del fatto di dover spiegare di essere una mamma single e di essere stata abbandonata.*

    Essere una mamma single è abbastanza dura, ma io ho Orion che mi aiuta. Lui è con la famiglia della mia nonna paterna da sempre, ma è un Elfo libero... si è da subito affezionato a Joy e si è offerto di aiutarmi. Gli devo tutto!

    *Aggiunge la bionda donna accennando un sorriso. Orion era stato la sua salvezza. Proprio in quel momento l'Elfo raggiunse il salotto dove si trovavano lei, Shana e Joy portando piattini e posate. La creatura iniziò a tagliare quella magnifica torta in fette e te ne mise due in due piattini diversi, poi ne porse uno alla sua ospite e uno a lei. Per Joy, invece, prese un biscottino con lo stemma di Corvonero.*

    Grazie mille Orion.

    *Ringraziò l'Elfo senza perdere il sorriso. Prese il suo piattino e affondò la forchetta nella fetta di torta al cioccolato. Ne assaggiò un pezzetto, era davvero squisita. Shana era davvero brava con i dolci, aveva sentito parlare bene della sua pasticceria, anche se in passato non aveva avuto modo di passarci.*


    Davvero ottima! Shana sei bravissima!

    *Si complimentò con lei per la sua bravura di pasticciera, mentre Joy si stava gustando il suo biscottino. Prese la bimba e la sedette nella sua sedia a dondolo che si trovava lì in salotto, in quel modo sarebbe stata ferma. Poi tornò a sedersi sul divano accanto alla sua amica.*

    Ma non ci hai pensato a riaprire la tua pasticceria?

    *Le chiese. Dopo la chiusura del suo locale non c'era più stata una pasticceria valida come quella sua. Chissà se la ragazza aveva in mente di riaprire. Avrebbe avuto sicuramente l'approvazione da parte del Consiglio di Hogsmeade del quale lei e Kribja erano a capo.*


    @Shana_Sakai