• Eurus_Holmes

    Serpeverde Insegnante Membro del Consiglio di Hogsmeade

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 7
    Galeoni: 395
        Eurus_Holmes
    Serpeverde Insegnante Membro del Consiglio di Hogsmeade
       
       

    POZIONI D'EVOCAZIONE



    *Era la prima volta che la professoressa Holmes teneva una lezione di pomeriggio quell'anno. Di solito preferiva svolgere le sue lezioni la mattina perchè credeva che gli studenti fossero più reattivi e concentrati alle sue lezioni che, purtroppo, erano tanto teoriche quanto pratiche. Quel pomeriggio Eurus si trovava in biblioteca alla ricerca di nuovo materiale di studio sulle Pozioni Curative per malattie rare. Non aveva fatto progressi, ma purtroppo, era in ritardo, cosa che la costrinse a lasciare i libri spalancati sula sua scrivania e a correre nella sua aula dove sicuramente tutti gli studenti sarebbero già arrivati. Percorse tutto il corridoio e scese le scale fino a spalancare la porta. Con un abile gesto della bacchetta fece apparire sulla lavagna le parole chiave di quel giorno: Pozioni d'Evocazione. Salutò gli studenti e appoggiandosi alla cattedra attese che il saluto venisse ricambiato prima di cominciare a parlare.*

    Buongiorno Professoressa!

    Buongiorno professoressa Holmes

    *La giovane donna, vestita quel giorno con abiti babbani, sorrise stranamente al saluto degli studenti prima di cominciare a parlare della lezione.*



    Bene ragazzi, come potete vedere l'argomento di oggi saranno le pozioni d'evocazione, ma non inizieremo da quelle bensì da un altro argomento che abbiamo lasciato inconcluso nelle precedenti lezioni: i metodi di classificazione. Qualcuno me ne può parlare?

    *Il primo a prendere parola fu un giovane della casata di Grifondoro subito seguito da un Corvonero. Entrambi dissero cose esatte ma la seconda fu più precisa nel rispondere, cosa che venne alquanto apprezzata dalla giovane professoressa.*

    Nella precedente lezione abbiamo trattato due dei tre metodi di classificazione: il metodo ViLe e il metodo Ziegler...a quanto pare dovrebbe mancare solo il metodo metodo Cox-Mills.

    Cio che ha detto il mio compagno è esatto ma vorrei permettermi di fare un ulteriore approfondimento: il metodo ViLe,che prende il nome dai due creatori Vidal e Leroux, che svilupparono un modello di suddivisione delle pozioni basato su tre macrogruppi: Veleni, Antidoti e Pozioni D'Incanto. Questo modello iniziò a venire meno con il corso degli anni a causa delle continue scoperte di pozionistica. Sub entrò quindi il secondo modello: Ziegler. Questo metodo tedesco viene chiamato con il nome "classificazione per predominanza", questo perchè suddivideva le pozioni in base all'ingrediente predominante che poteva essere vegetale o animale.

    *La professoressa decise di assegnare alcuni punti alla casata blu-bronzo per l'eccezionale risposta prima di proseguire con l'ultima spiegazione. Si spostò dietro la cattedra e sedendosi, invitò gli studenti a prendere appunti e ad aprire il libro scolastico per seguire meglio.*

    Il metodo che vi spiegherò oggi è principalmente conosciuto con il nome "Modello Sandard" e non è altro che la classificazione ideata da Rupert Cox e Geoffrey Mills, due pozionisti in seguito premiati con l'Ordine di Merlino. A differenza del metodo Ziegler che si basava sulla predominanza data da un singolo ingrediente, questo modello classifica in base agli effetti che una pozione da. In particolar modo colloca sei famiglie.
    Le pozioni Metamorfiche, ossia quelle che permettono di cambiare aspetto, I Veleni ossia pozioni che arrecano danno, Le Pozioni Curative che permettono di provocare modificazioni all'organismo vivente in modo positivo, Le Pozioni di Alterazione Fisica ossia le pozioni che cambiano forma e fisico agli oggetti, Le Pozioni di Condizionamento che ampliano o riducono le nostre capacità motorie, fisiche o emotive e infine Gli Antidoti che sono utili a contrastare i veleni. Per oggi direi che ci basta sapere questo, nelle prossime lezioni sicuramente tratteremo meglio ogni lato dell'argomento.


    *Scrisse le parole chiave sulla lavagna prima di cancellarle nuovamente per lasciare spazio all'argomento finale della lezione.*



    *Prese il libro scolastico e dopo averlo appoggiato sul banco dell'unica studentessa senza libro di testo. Con fare scocciato glielo prestò: non amava particolarmente che gli studenti venissero alle sue lezioni senza materiale, per lei era mancanza d'interesse e d'impegno. Di certo glielo avrebbe fatto notare a fine lezione. Si rialzò dalla sedia e avvicinandosi alle finestre le spalancò lasciando entrare luce: da quel momento avrebbero trattato la seconda parte della lezione di quel giorno.*

    Professoressa, ma le pozioni d'evocazione possono essere utilizzate per Divinazione?

    Ottima domanda signorina Duval, direi che in parte si.Di questo tipo di pozioni ne esistono diversi tipi e permettono di creare proiezioni di persone vive o morte a partire da una traccia organica: capelli, sangue, tessuti vari. A seconda della complessità si possono generare "spettri" identici all'originale o addirittura sdoppiare una propria persona. La Metropolvere, ad esempio, è nient'altro che cristalli di una Pozione di Evocazione molto difficile da preparare; il fatto che si utilizzino camini come mezzi di comunicazione è dovuto al fatto che per attivare queste pozioni servono alte temperature. Come chiesto dalla vostra compagna possono essere usate per Divinazione, anche se hanno un limite di copie e riproducono persone che non possono parlare o allontanarsi dal calderone e...durano poco, al massimo cinque minuti. Quello che chiedo oggi è quello di preparare una vostra pozione d'Evocazione.

    *Detto ciò prese un calderone e riponendolo sulla cattedra iniziò a dar loro le indicazioni base per una buona riuscita della pozione. Prese un litro d'acqua e, dopo averlo versato nel calderone, iniziò a riscaldarlo fino ad ebollizione. Dopo aver fatto questo primo procedimento prese da un piccolo barattolo alla sua destra 40 grammi di ali di Billywig che pesò accuratamente sulla bilancia che aveva poggiato poco lontano da sè. Prese la bacchetta e grazie ad un ncantesimo di levitazione attirò a sé un sacchetto con scritto "Menta", lo aprì ed estrasse 5 foglie di medie dimensioni.*

    Spero abbiate seguito questa parte del procedimento, perchè ora viene la parte più interessante.Bisogna mescolare la pozione in senso antiorario tante volte quante sono le lettere del nome della persona da evocare: nel mio caso EURUS sono 5 lettere. Una voltacompletato questo gesto non dovete far altro che tagliare a rondelle sottili alcune radici di saponaria per un totale di 35 grammi usando solo ed esclusivamente il coltello in argento che tutti dovete avere. State attenti a non eccedere con questo ingrediente, una quantità superiore renderebbe del tutto vana la pozione, e causare seri danni al calderone.

    *Aggiunse l'ingrediente sotto lo sguardo vigile degli studenti che di volta in volta abbassavano per poter prendere appunti.*

    Dopo aver aggiunto la saponaria il composto diventerà più denso: appuratevi di mantenerlo sempre mescolato, in senso antiorario.A questo punto della pozione è necessario inserire la traccia organica della persona, che nel mio caso saranno dei capelli. E' necessario che la traccia organica sia abbondante al fine di renderla sicuramente infallibile. A questo punto, la pozione assumerà una colorazione cerulea e dovrebbe iniziare a emettere un fumo grigio che sale a spirale... proprio come sta succedendo ora.

    *Dopo essersi tagliata una ciocca di capelli inclinò lievemente il calderone invitando gli studenti ad alzarsi e a posizionarsi accanto a lei.*

    A questo punto abbassiamo la fiamma e lasciamo riposare il comporto per cinque minuti mescolandolo di volta in volta. Dovrebbe scurirsi sempre di più diventando blu intenso. Nel frattempo sminuzziamo venti foglie di Belladonna e sette di Aconito e una volta passati cinque minuti le uniamo alla pozione, non prima, se no sarà del tutto vano. L'ultimo ingrediente non sarà altro che il veleno della testa destra di Runespoor, il serpente a tre teste: troverete delle fiale sui vostri banchi, esattamente uguali a quella che sto versando ora nel mio composto. Mescolate un paio di volte in senso orario e lasciate riposare 10 minuti. Per ottenere l'Evocazione basterà alzare la fiamma al massimo aspettando che raggiunga la temperatura esatta.

    *Detto ciò si allontanò verso l'armadietto delle scorte per riporre tutti gli ingredienti e passati i dieci minuti alzò la fiamma. Accellerò il procedimento versando tre gocce di sangue di Salamandra nella pozione affinchè l'Evocazione avvenisse prima e una volta raggiunta la temperatura, una nube di fumo si alzò dal composto fino a creare le stesse identiche sembianze della professoressa Holmes. erano due fotocopie, solo cheuna era viva e vegeta, mentre l'altra un'identica fotocopia uscente dal calderone.*

    Bene ragazzi, tocca a voi!

    *Prese la bacchetta e la ripose sulla cattedra sedendosi. Attese che tutti gli studenti si alzassero e cominciarono il loro compito mentre scriveva alcuni appunti.*

    Citazione:


    Compiti di Pozioni:

    MODULO A
    (Max 15 punti)

    Quiz

    Le risposte del quiz si trovano all'interno della lezione, con dei piccoli approfondimenti, leggete tutto con calma!

    MODULO B
    (Max 15 punti)

    Svolgi la Pozione D'Evocazione in formato Gdr come spiegata all'interno della lezione, descrivendo bene passaggi, emozioni e azioni.



    Gli elaborati vanno consegnati tramite questo MODULO entro e non oltre le 23:59 del giorno 28/04/2018.
    Se avete dubbi o chiarimenti da chiedermi non esitate a contattarmi, potete inviarmi un gufo o raggiungermi nel mio ufficio.