Londra - Giardino Gnomi
Londra - Giardino Gnomi


  • Stefano_Draems

    Fondatore Amministratore Ministro Ad Honorem Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 16
    Galeoni: 584673
       
       



    Role Aperta da Achilles_Davids


  • Achilles_Davids

    Serpeverde Membro del Consiglio di Hogsmeade

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 7
    Galeoni: 783
       
       

    Fatti trovare di fronta alla Stamberga Strillante dopo le 23. Non dire a nessuno dove vai, verrò a sapere se lo farai. Piazzati vicino all'ingresso, mi mostrerò io.

    * Achilles mandò il messaggio, criptico e piuttosto minaccioso, alla propria fidanzata. Era curioso di sapere se Eurus avrebbe capito chi fosse il mittente, oppure se sarebbe rimasta sorpresa. E nella seconda opzione come avrebbe reagito, se si sarebbe presentata comunque o se sarebbe rimasta al Castello. In tal caso aveva già pronto un secondo messaggio, da inviarle successivamente. *

    Chissà se apprezzerà questo scherzo o se mi terrà il muso per secoli.

    * Si chiese il ragazzo, con un sorrisetto. Guardò l'orologio e notò che era quasi l'ora, e decise di andare a nascondersi, per evitare che lei lo vedesse. *

    Ormai il dado è tratto, è tardi per tirarsi indietro.

    * Si sistemò e restò immobile, in attesa. Come un uccello da preda. *

    @Eurus_Holmes,

  • Eurus_Holmes

    Serpeverde Insegnante Responsabile di Casa

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 7
    Galeoni: 354
        Eurus_Holmes
    Serpeverde Insegnante Responsabile di Casa
       
       

    La Legilimanzia è un particolare tipo di magia che rende possibile leggere nella mente di altri maghi permettendo di conoscere le sue intenzioni o il flusso dei suoi pensieri.

    *Erano le 23 passate ed Eurus si trovava nella Sala Comune impegnata a leggere e rileggere gli appunti di Incantesimi da studiare per il giorno seguente. Mancavano poco più di tre settimane agli esami M.A.G.O. e l'ansia per il Prefetto di Serpeverde era palpabile. Aveva già bevuto diversi caffè quella sera e, nonostante fosse già a buon punto con il materiale da studiare, aveva deciso di rimanere attiva e sveglia tutta la notte a ripassare: avrebbe dormito la mattina seguente quando tutti i compagni sarebbero stati a lezione. Leggeva e rileggeva la definizione di Legilimanzia imparando tutte le lezioni necessarie: il pomeriggio seguente avrebbero trattato l'argomento a lezione, l'ultimo argomento dell'anno ed Eurus non voleva farsi trovare impreparata.*

    "Leggere la mente. Dev'essere davvero affascinante."

    *Leggeva e rileggeva la frase di definizione quando un ragazzo del primo anno rientrò nella sala di corsa andando verso ai dormitori. Aveva l'aria di chi, come lei anni prima, aveva commesso un misfatto, un'infrazione del regolamento. Eurus pensò a cosa potesse aver combinato, a cosa potesse aver fatto di tanto grave per scappare a quell'ora. Lo fermò proprio mentre il ragazzo stava per salire la scala del dormitorio: mentre la porta si socchiudeva lasciando entrare un gufo con una lettera che si posò poco lontano dal tavolino in legno scuro.*

    EHI TU! Dove pensi di andare? I ragazzi del primo anno non possono girare di notte. Valuterò se farlo sapere alla Preside, sappilo. Vai a dormire

    *Mentre il ragazzo avanzò triste e deluso verso la sua camera Eurus prese la lettera dal becco del gufo e la lesse. Riportava alcune parole che le chiedevano di dirigersi alla Stamberga Strillante per un incontro. Non sapeva chi fosse, non ne aveva idea. Aveva già visto quella scrittura ma in quel momento non riusciva a ricordare di chi fosse. Prese la felpa nera e la bacchetta e si diresse oltre al castello per capire cosa volessero da lei.*

    [STAMBERGA STRILLANTE]


    *La notte era buia e tenebrosa e Eurus decisa a non farsi vedere da nessuno decise di prendere la scorciatoia sotto al Platano Picchiatore per la vecchia baracca dove sarebbe avvenuto l'appuntamento. Non sapeva chi vi fosse, ma sperava che non fosse uno scherzo ne tanto meno un nuovo duello. Non aveva voglia di guai, non quella sera.Aveva invece bisogno di starsene un po' tranquilla....le mancavano le sue amiche e ancor di più la vista e la compagnia del suo ragazzo. Aprì la porta che cigolando un po' lasciò passare un po' di aria facendo uscire l'afa terribile che la catapecchia conteneva dentro di sé. Sentì un rumore e si fermò seduta stante ascoltando in silenzio fuori dall'uscio. *

    Chi sei?

    *I rumori provenivano da qualche parte ma non capiva da dove.*

    @Achilles_Davids




    Ultima modifica di Eurus_Holmes 4 settimane fa, modificato 1 volta in totale


  • Achilles_Davids

    Serpeverde Membro del Consiglio di Hogsmeade

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 7
    Galeoni: 783
       
       

    * Achilles era scivolato in uno stato di profonda pace, in cui lasciava che la sua mente vagasse liberamente. Si riscosse soltanto quando sentì dei passi avvicinarsi. *

    Sarà lei oppure no? Credo proprio di sì, non siamo in molti a frequentare questo posto.

    * I passi raggiunsero rapidamente la soglia della stanza dove si trovava il ragazzo e una voce nota squarciò il silenzio. *

    Chi sei?

    * Il ragazzo scattò come un gatto e con un balzo si avvicinò alla ragazza. *

    Sono io amore, chi altri potrebbe invitarti in un posto così?

    * La osservò per qualche istante, sorridendo e poi aggiunse. *

    Mi andava di fare un po' di scena, ma in realtà il motivo per cui ti ho invitata qua è molto semplice. Avevo voglia di vederti. Come stai?

    @Eurus_Holmes

  • Eurus_Holmes

    Serpeverde Insegnante Responsabile di Casa

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 7
    Galeoni: 354
        Eurus_Holmes
    Serpeverde Insegnante Responsabile di Casa
       
       

    *Le sue domande furono presto svelate dal dolce viso del suo ragazzo che, spuntando da un luogo scuro, la fece sobbalzare. La stava aspettando ma lei, non si aspettava per nulla di vederlo li: era uno dei posti che piu preferivano stare soli nonostante il luogo tetro e poco romantico.*

    Mi hai fatto morire dallo spavento!

    *Sorrise al giovane uomo del settimo anno e, dopo averlo più volte baciato si lasciò abbracciare.*

    Mi andava di fare un po' di scena, ma in realtà il motivo per cui ti ho invitata qua è molto semplice. Avevo voglia di vederti. Come stai?

    Mi sei mancato amore... che ne dici di salire a parlare?

    *Non gli lasciò tempo di risposta e avanzando verso le scale, si fece seguire. La frescura della sera le metteva sempre freddo e stare all'aperto non la faceva sentire protetta. Si sedette sul letto facendo segno all'uomo di sedersi affianco a lei. A volte era davvero altezzosa, si chiedeva come lui potesse amarla cosi tanto: le piaceva avere quell'atteggiamento ma lo faceva solo perché sapeva che Achilles la prendeva come gioco, esattamente come voleva lei. C'era molta complicità negli ultimi tempi tra loro.*

    Io sto bene, gli ultimi giorni sono davvero noiosi. La libreria funziona bene ma il negozio di scope è spento, gli affari arriveranno a Settembre. Nel frattempo sono uscita un po', sono giorni che non ti vedevo al castello... ti avrei inviato un gufo per vederci presto. A te come va?

    *Sorrise a quel ragazzo che tanto le aveva rubato il cuore e che per molti anni era stato suo amico.*

    @Achilles_Davids




    Ultima modifica di Eurus_Holmes 2 settimane fa, modificato 1 volta in totale


  • Achilles_Davids

    Serpeverde Membro del Consiglio di Hogsmeade

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 7
    Galeoni: 783
       
       

    Mi hai fatto morire dallo spavento!

    * Il ragazzo sorrise, il suo scherzo aveva colto nel segno. La ragazza reagì con baci e abbracci e non con schiaffi e male parole, dimostrando di non essersela presa. Dopo che le ebbe spiegato che non vi erano specifici motivi per quell'incontro, se non il desiderio di stare un po' insieme, lei propose di passare al piano superiore. *

    Mi sei mancato amore... che ne dici di salire a parlare?


    * Senza attendere risposte partì verso la propria meta. *

    Certo tesoro

    * Pensò ironicamente il giovane. Era un comportamento tipico della ragazza quello di essere molto decisa. Quando decideva una cosa non era semplice farle cambiare idea. Tranquillamente mise le mani in tasca e la seguì, non lo infastidivano questi suoi comportamenti, anzi era affascinato dalla forza del suo carattere. *


    Io sto bene, gli ultimi giorni sono davvero noiosi. La libreria funziona bene ma il negozio di scope è spento, gli affari arriveranno a Settembre. Nel frattempo sono uscita un po', sono giorni che non ti vedevo al castello... ti avrei inviato un gufo per vederci presto. A te come va?



    * Annuì silenziosamente, riconoscendosi pienamente nella descrizione della giovane. Anche le sue giornate erano state così, noiose e lunghe. E complicate dalla grande mole di lavoro richiesto. *

    Tutto nella norma, amore. Lavoro sempre molto, lo sai che mi piace restare in movimento. Ma non mi lamento. Ultimamente ho passato anche parecchio tempo in biblioteca...

    * Lanciò uno sguardo furtivo, come se temesse che quell'edificio diroccato potesse ascoltare le sue parole. *

    Sai, per cercare di scoprire qualcosa su quel libro misterioso.


    @Eurus_Holmes,