Hogsmeade
Hogsmeade


  • Stefano_Draems

    Fondatore Amministratore Ministro Ad Honorem Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 16
    Galeoni: 584328
       
       



    Role Aperta da Talia_Rosewige


  • Talia_Rosewige

    Serpeverde

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 4
    Galeoni: 397
       
       

    *Talia stava tranquillamente passeggiando per le strade di Hogsmeade seguita dal suo fedele gattino nero Puff, quando si rese conto del caldo asfissiante di quel giorno. Perciò entrò di corsa nel bar Tre Manici di Scopa decisa a bersi un'intera burrobirra ghiacciata, pur di rinfrescarsi il palato in quei giorni così caldi. Però, entrando notò che molta gente, probabilmente, aveva avuto la sua stessa idea: c'era una gran folla!
    Nonostante ciò, non si fece scoraggiare da questo imprevisto e perciò si fece strada tra le varie persone a forza di spallate, come suo solito fare, non prima di aver messo al sicuro il micio nella sua borsa a tracolla costantemente troppo piena.
    Avanzando si avvicinò a @Alexander_Morgenstern,che stava lavorando indaffarato dietro al bancone, e, sperando di non disturbarlo eccessivamente, lo salutò.*

    Salve, vorrei rinfrescarmi il palato, posso avere una burrobirra ghiacciata?

    *Mentre attendeva la risposta del barista, possibilmente accompagnata dal suo ordine, Talia tirò fuori dalla sua borsa Puff, adagiandolo sulle sue gambe comodamente incrociate sopra allo sgabello.*



    Ultima modifica di Talia_Rosewige oltre 1 anno fa, modificato 2 volte in totale


  • Stellagiulia_Clarke

    Tassorosso

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 5
    Galeoni: 263
       
       

    *StellaGiulia non aveva ancora preparato le sue valigie per il rientro a casa, era arrivata una lettera dai suoi che le comunicavano il loro ennesimo viaggio, non lesse nemmeno la destinazione, non le importava, accartocciò semplicemente la pergamena gettandola nel cestino della sua stanza ad Hogwarts. Si richiuse la porta alle spalle e si avviò in solitaria veeso il centro di Hogsmeade, forse avrebbe trovato qualcuna delle sue amiche e si sarebbe distratta, male che andasse si sarebbe consolata con una burrobirra speziata, meglio se anche ghiacciata visto il caldo afoso di quelle giornate. Non riusciva a riconoscere nessuno in quella folla, nemmeno chi fosse a sevire. In quel posto aveva fatto gli incontri più importanti. Andò a sedersi al bancone nonostante la calca. Attese qualche minuto che arrivasse il barista. Vicino a lei c'era una ragazza che aveva solo visto alla festa di fine anno. La piccola Clarke pensava e ripensava se tornare a casa e partire di nuovo o se non tornare proprio. Era combattuta. Si prese la testa fra le mani e si appoggiò al bancone. *

    Non posso tornare a casa. Ma cosa cercano con tanta insistenza?
    *C'era sicuramente un passaggio che sfuggiva alla giovane strega, un tassello mancante a ricomporre il puzzle. Un volto che le sfuggiva, sfumato, distorto, sbiadito. *

    @Talia_Rosewige, @Emma_Williams, @Alexander_Morgenstern




    Ultima modifica di Stellagiulia_Clarke oltre 1 anno fa, modificato 1 volta in totale


  • Talia_Rosewige

    Serpeverde

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 4
    Galeoni: 397
       
       

    *Talia stava aspettando che il barista le rivolgesse la sua attenzione, quando si avvicinò al bancone una ragazza che le sembrava di aver visto alla festa di fine anno. Sembrava preoccupata, confusa, tanto che si prese la testa tra le mani e si appoggiò al piano di fronte a lei. Talia non sapeva se dovesse fare qualcosa, come intervenire, chiederle come stesse, se fosse successo qualcosa.*

    Ma no, neanche la conosco. Forse si infastidirebbe...

    *pensò tra sè e sè. Però, forse no. Nonostante tutti questi dubbi, Talia si sentiva in dovere di fare qualcosa.*

    Anzi, portane una anche per la ragazza qui affianco a me.

    *disse perciò al barista, cercando di conoscere quella persona così pensierosa. Sperando di fare la mossa giusta, decise di presentarsi.*

    Io mi chiamo Talia, tu?



    @Stellagiulia_Clarke, @Alexander_Morgenstern, @Loren_Grey,


  • Stellagiulia_Clarke

    Tassorosso

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 5
    Galeoni: 263
       
       

    *La giovanissima strega vicino a lei ordinò una burrobirra pure per lei nonostante nemmeno si conoscessero, se lo sarebbe aspettato da un Tassorosso o da una delle sue amiche non certo da una ragazza che aveva visto sì e no un paio di volte, per giunta una Serpeverde. Probabilmente erano solo i lioghi comuni e non titti i Serpeverde erano presuntuosi così come non tutti i Tassorosso erano gentili e premurosi.*

    Io mi chiamo Talia, tu?

    Io sono StellaGiulia

    *Rispose cercando di sorridere. Non era il luogo per lasciarsi andare in pianti e pensieri ingombranti. Pensava però a quella stanza chiusa, quella camera la cui porta aveva un lucchetto, la soffitta sempre troppo piena ed impraticabile. Casa sua nascondeva qualche segreto che doveva assolutamente scoprire. Forse non avrebbe dovuto gettare la lettera, il luogo dove sarebbero andati poteva essere importante per scoprire cosa nascondessero.*

    Quando torno al dormitorio devo recuperare quella lettera, sempre che non l'abbia trovata qualcuno.

    *Quando la Burrobirra arrivò StellaGiulia la sollevò leggermente come per fare un brindisi ckn la giovane Serpe.*

    Grazie! Ci voleva proprio.

    Alexander_Morgenstern, @Loren_Grey, @Emma_Williams, @Talia_Rosewige




    Ultima modifica di Stellagiulia_Clarke oltre 1 anno fa, modificato 1 volta in totale


  • Talia_Rosewige

    Serpeverde

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 4
    Galeoni: 397
       
       

    *Talia sperò di aver fatto la cosa giusta, in genere non era brava con queste cose, ma capì di sì quando la Tassorosso le rispose, cercando di sorridere.*

    Io sono StellaGiulia

    *disse infatti. Inoltre, quando arrivarono le Burrobirre, StellaGiulia alzò il calice, come per fare un brindisi con Talia, la quale rispose con lo stesso gesto.*

    Grazie! Ci voleva proprio.

    E di che! Sai, ora io non ho la benchè minima idea di ciò che rappresenta per te un problema o che comunque ti preoccupa così tanto, ma tutto si risolve, te lo posso assicurare.

    *disse Talia sorridendo e poi alzando ancora più in alto il calice di Burrobirra, per fare un brindisi vero e proprio.*

    Alla risoluzione di tutti i problemi!

    *Si stava man mano riprendendo anche lei... forse la presenza di questa ragazza l'aveva aiutata a non pensare alla sua situazione familiare.*

    @Stellagiulia_Clarke, @Loren_Grey, @Emma_Williams, @Alexander_Morgenstern,


  • Emma_Williams

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 5
    Galeoni: 116
        Emma_Williams
    Corvonero
       
       

    [Tre Manici di Scopa - 15:45]


    *Il sole cocente se ne stava là, a riscaldare più di quanto non avesse fatto altro negli altri giorni. La scuola, a breve sarebbe finita. Per alcuni significava relax dai compiti, dallo studio, e per alcuni dagli esami. I babbani avrebbero pensato quelle cose. Per gli studenti di Hogwarts la cosa sarebbe stata ben diversa! Lasciare Hogwarts era come una punizione, o almeno lo era per la ragazza d'ali occhi azzurri che stava sorseggiando una burrobirra dietro al bancone. Era ormai da un mese che era diventata barista, e anche per il mese di luglio sarebbe stata una dei responsabili del bar "Tre Manici di Scopa" e del pub "Testa di Porco". In quella giornata I clienti erano veramente rari da trovare nel locale. Solo i "quattro gatti" che erano nel negozio avevano ordinato una burrobirra oppure una bibita ghiacciata per rinfrescarsi il palato. In effetti, il caldo era afoso ed insopportabile; ecco perché anche Emma se ne stava seduta dietro al bancone, bevendo un rinfrescante boccale di burrobirra. Notando che nel congelatore ne erano rimaste poche, andò in magazzino, a prendere una cassa di quella bibita. Era stato veramente faticoso sollevare da sola, avrebbe avuto bisogno di Alex, il suo vecchio compagno barista, per sollevare quelle casse! Ora lei era rimasta sola, con Katrin. In quel giorno non si era fatta vedere, ma probabilmente era già partita sull'Hogwarts Express per andare a casa sua. Non ne era certa, ma forse aveva indovinato. Era da un po' di tempo che la Corva e la quindicenne non si rivedevano. Con quei pensieri in mente, si asciugò la fronte con il dorso della mano, per ripulirsi dallo sforzo. Sollevare quella cassa era stato difficile, più di quanto avesse immaginato Emma, solo dopo un quarto d'ora ci era riuscita, un po' sollevandola, l'altro po' trascinando a terra. Emma tirò fuori dalla cassa le burrobirre, e le mise nel frigo. Prese la cassetta, e restò indecisa: doveva buttarla o metterla in magazzino? Nell'indecisione, la sistemò nel punto in cui vi erano altre quattro cassette, in magazzino. Il campanellino della porta la colse alla sprovvista, allora si precipitò dietro al bancone.
    Quella ragazza l'aveva già vista. Doveva essere una primini, o una del secondo anno.*

    Salve, vorrei rinfrescarmi il palato, posso avere una burrobirra ghiacciata?

    *La ragazza sembrava abbastanza energica. Emma le sorrise, come d'altronde faceva con tutti i clienti, e le rispose gentilmente.*

    Ciao!
    Ma certo!
    Eccola qua. Vuoi ordinare qualcos'altro?




    *La Corva doveva essere sempre gentile con gli altri, per fare amicizia. La campanella suonò un'altra volta, e la cosa non fu bella. Stella entrò. Di solito era bella raggiante, e aveva sempre voglia di chiacchierare, con lei e con le altre. Ma quel giorno non era così. Era entrata in modo strano, come se non sapesse cosa fare, poiché arrivata al bancone, si mise al testa nelle mani.*

    Stella... Cos'hai?

    *La dolce tassetta che Emma era sempre abituata a vedere, non le rispose; sembrava sconsolata. La ragazza cui Emma aveva porto la burrobirra ghiacciata, si era rivolta ad Emma, in speranza di fare qualcosa per la povera Jules.*

    Anzi, portala una anche per la ragazza qui a fianco a me.

    Subito.
    Ecco la burrobirra, hai bisogno di più dell'aiuto di noi, o del menù locale?


    *Emma cercò di scherzare, ma forse non aveva fatto bene. Come poteva aiutare l'amica? Vide che porgendole la burrobirra, la ragazza che aveva ordinato una burrobirra ghiacciata, aveva cominciato a presentarsi all'altra, e tra le due era cominciata una conversazione, ed il brindisi tra le due aveva rallegrato l'amica di Emma. Lei non aggiunse alte, restò in disparte. Quella ragazza aveva rallegrato la sua amica e anche un po' lei. *



    @Talia_Rosewige @Stellagiulia_Clarke


  • Stellagiulia_Clarke

    Tassorosso

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 5
    Galeoni: 263
       
       

    Stella... Cos'hai?

    Anzi, portala una anche per la ragazza qui a fianco a me.

    Subito.
    Ecco la burrobirra, hai bisogno di più dell'aiuto di noi, o del menù locale?


    *StellaGiulia avrebbe voluto parlare con qualcuno, almeno per mettere insieme tutti quei pezzi che stava man mano raccogliendo ed interpretarli. Talia era una conoscenza nuova e per quanto potesse essere simpatica e essere piacevole passare il tempo con lei non poteva certo confidarsi con la prima persona che le capitava davanti e che si dimostrava un po' gentile.*

    Fino a che ora sei qui?

    *Domandò ad Emma. Poi pensò se insieme alla Burrobirra fosse meglio mangiare qualcosa. Si ricompose, di sicuro aveva un'aria orribile e i capelli disordinati.*

    Per ora mi accontento del menù o di quello che consigli te da mangiare.
    @Emma_Williams, @Talia_Rosewige,




    Ultima modifica di Stellagiulia_Clarke oltre 1 anno fa, modificato 1 volta in totale


  • Talia_Rosewige

    Serpeverde

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 4
    Galeoni: 397
       
       

    *Talia capì che la sua nuova conoscenza ancora non si fidava di lei e insomma, era normale: si conoscevano soltanto da pochi minuti! Eppure, quel giorno non si voleva arrendere come aveva già parecchie volte, perciò chiese alla barista:*

    Comunque... tu come ti chiami? Se vuoi, consiglia qualcosa anche a me che ho una gran fame!

    *Aveva capito che lei aveva ascoltato la sua conversazione con l'amica, perciò non c'era il bisogno di presentarsi per la seconda volta nel giro di cinque minuti. Quindi, aspettò trepidante la risposta della barista, mentre si accorse di avere davvero una gran fame! Si vede che l'appetito non viene solo mangiando, ma anhe chiacchierando! Chissà quanto tempo era passato dalla sua entrata nel famoso locale... E pensare che doveva prendersi soltanto una semplice Burrobirra per rinfrescarsi la bocca, che stava man mano andando a fuoco! A proposito, nel mentre aveva finito anche la sua bevanda, perciò ne approfittò per ordinarne un'altra.*

    E già che ci sei, puoi portarmene un'altra?

    *Disse Talia indicando la Burrobirra praticamente finita. Sperò di non essere sembrata insensibile, non parlando più del problema della Tassetta, ma in fondo pensava che risollevarle il morale fosse la mossa giusta da eseguire.*



    @Stellagiulia_Clarke, @Emma_Williams,


  • Emma_Williams

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 5
    Galeoni: 116
        Emma_Williams
    Corvonero
       
       

    Fino a che ora sei qui?

    Il mio turno finisce alle 17:00, ma se Katrin non arriva... Fino a mezzanotte. Perché, cosa c'è che non va, StellaGiulia?

    *Emma ne era sicura, la sua amica Tassetta voleva confidarsi con lei, per qualcosa. Cosa le poteva essere successo era un mistero per Emma, ma se Stella gliel'avesse detto, lei avrebbe tenuto la boccuccia chiusa. Quando prometteva di mantenere un segreto, o qualcos'altro, lo prometteva veramente, e non c'era nulla che le impedisce di rompere la promessa. Quella lettera, aveva preoccupato lei e l'aveva fatta quasi svenire, in quel locale.*

    Per ora mi accontento di quello che consigli te da mangiare.

    *Cosa le poteva portare? Emma prese il menù e lo avvicinò a lei e all'amica. Riflette, e pensò di far scegliere a Stella qualcosa della "casa".*







    *I maccheroni al formaggio forse erano una cosa che sarebbe piaciuta alla sua amica, quindi la giovine strega con gli occhi di ghiaccio, pensò di porporli a Jules.*

    Io penso che i maccheroni al formaggio ti tireranno su di morale...
    Mi vuoi dire cos'hai? Lo sai che ti puoi fidare di me... Dimmi tutto se vuoi, ma non ti costringerò a farlo per forza.
    Cerco di aiutarti, perché ti voglio bene, Jules.


    *Le disse con tenerezza. Aveva bisogno di tutto il sostegno possibile, ed Emma doveva aiutarla. Anche per lei c'erano stati momenti bui, quindi la capiva. La ragazza che aveva ordinato la burrobirra, che probabilmente si sentiva messa in disparte, aveva aperto la bocca, per fare conversazione con Emma. Le aveva chiesto il suo nome, e la Corva non poteva non risponderle... Doveva essere gentile con tutti i clienti che arrivavano al bar.*

    Comunque... Tu come ti chiami? Se vuoi, consiglia qualcosa anche a me che ho una gran fame!
    E già che ci sei puoi portarmene un'altra?


    *Emma le sorrise. Prese un altro menù e lo diede alla ragazza, mentre si girava e prendeva un'altra burrobirra dal frigo. Gliela porse davanti, e si presentò.*

    Io sono Emma, Corvonero del quarto anno.
    I maccheroni? Ti potrebbero andare bene? Sennò abbiamo in opzione molte cose... Ti posso assicurare che queste coscette di pollo sono veramente deliziose!


    *Emma la guardò per un secondo. Non le aveva chiesto come si chiamava. Troppo stress, provocato dal lavoro.*

    ... Scusa se non te l'ho chiesto prima... Come ti chiami?



    @Stellagiulia_Clarke @Talia_Rosewige


  • Stellagiulia_Clarke

    Tassorosso

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 5
    Galeoni: 263
       
       

    Il mio turno finisce alle 17:00, ma se Katrin non arriva... Fino a mezzanotte. Perché, cosa c'è che non va, StellaGiulia?

    *La giovane strega guardò l'amica, poi si guardò intorno. Quello non era il luogo adatto per parlare, troppo affollato, troppe persone che non conosceva o di cui ancora non si fidava. Sospirò guardando l'amica.*

    Io penso che i maccheroni al formaggio ti tireranno su di morale...
    Mi vuoi dire cos'hai? Lo sai che ti puoi fidare di me... Dimmi tutto se vuoi, ma non ti costringerò a farlo per forza.
    Cerco di aiutarti, perché ti voglio bene, Jules.


    *StellaGiulia ci pensò un attimo forse era meglio cercare un altro luogo o un momento meno affollato.*

    Maccheroni al formaggio per tirare su il morale?

    *Non aveva mai provato, decise di assecondare l'amica e provare quello che le aveva proposto.*

    Mi fido di te! E non penso sia un posto adatto per parlare questo.

    *StellaGiulia terminò così la frase, non era certo per via di Talia ma il locale era decisamente troppo affollato.*

  • Emma_Williams

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 5
    Galeoni: 116
        Emma_Williams
    Corvonero
       
       

    *StellaGiulia era ancora giù di morale con la testa chinato su bancone. Era triste ed Emma la doveva aiutare assolutamente. Emma vide che la Tassa stava prendendo una decisione a riguardo quello che le aveva detto prima, e quindi lei si prese un minuto di pausa. Cioé, non era una pausa, poiché un signore si era avvicinato al bancone. Emma sentì l'ordinazione. Un idromele era stata la richiesta del vecchio. La Corva gli disse in un tono "amichevole" la prima cosa che pensò. Un "ecco a lei signore, spero sia di suo gradimento" fece rivolgere un sorriso in volto al vecchio, mentre lei prendeva la bibita e la porge a dolcemente al signore. Poi si girò verso Jules.*

    Mi fido di te! E non penso sia un posto adatto per parlare questo.

    *Emma fece un cenno con la testa a mo di si, e cominciò a preparare i maccheroni. Prese una pentola, e ci mise dentro della semplice acqua presa dal rubinetto. La mise sul fuoco, e dopo un po' cominciò a mettere la pasta nell'acqua che bolliva. Aspettò alcuni minuti, e assaggiò, doveva scolare la pasta. Prese lo scolapasta babbano e scolò la pasta. La mise su un piatto bianco che aveva preso poco prima, poi versò del formaggio sopra la pasta. Era pronta. Questa è la prima volta che cucino... Ma in fondo, che ci vuole a preparare un piatto di pasta? Di solito gli elfi delle cucine e sua madre cucinavano, e lei non aveva mai provato a cucinare. Non sapeva neanche se era buona; ma la servì con un movimento di bacchetta a Stella. Doveva dirglielo che era la prima volta che cucinava? Si.*

    Sai Stella... Questa è la prima volta che cucino, quindi non so se siano buoni... Dimmi tu!

    *L'umore di Stella non poteva rimanere così.*

    Possiamo trovare un posto meno affollato, ad esempio... Il parco del villaggio di Hogsmeade. Lì non ci viene quasi mai nessuno, fidati; quindi se ti va, un giorno ci andiamo e mi dici tutto...
    Non dovrebbe essere così lontano, in fondo...


    *Emma guardò l'amica, voleva tirarla su di morale ad ogni costo.*

    A luglio, ormai. Verso la metà del mese?

    *Dovevano fissare una data. Sennò, ad Emma venne una delle sue splendide idee... *

    Sennò, potresti scrivere a me per posta... Io potrei mandarti Heidi, il mio jobberknoll e se vuoi ti do l'indirizzo di casa mia, Villa Williams.

    @Stellagiulia_Clarke @Talia_Rosewige