Hogsmeade
Hogsmeade


  • Stefano_Draems

    Fondatore Amministratore Ministro Ad Honorem Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 16
    Galeoni: 584673
       
       



    Role Aperta da Emma_Williams


  • Emma_Williams

    Corvonero Giornalista Membro del Consiglio di Hogsmeade Barista 3MDS

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 4
    Galeoni: 50
        Emma_Williams
    Corvonero Giornalista Membro del Consiglio di Hogsmeade Barista 3MDS
       
       

    Citazione:
    Cara Chloe, ho assolutamente bisogno di parlare con te.
    Ci troviamo alle 16:35 il 4 agosto al Parco del Villaggio di Hogsmeade, quel giorno ti spiego tutto...
    Firmato,
    Emma Williams


    [Vie di Hogsmeade - ore 16:00]


    *Il vento che in quel giorno di inizio agosto soffiava, non prometteva nulla di buono.
    Alcune gocce cominciarono a cadere dalle nuvole, ed Emma si mise su il cappuccio.
    Si assicurò che la sua nuova gatta che i suoi e le sue sorelle le avevano regalato per il suo compleanno, la seguì, e si incamminò molto più velocemente.
    Per fortuna, dopo dieci minuti la pioggerellina si fermò, e il cielo si shiarì un po' dalle imponenti e scure nuvole.
    La destinazione della Corva si faceva sempre più vicina e la quattordicenne prese in braccio Brenda.
    Arrivata al Parco, si tolse il cappuccio e lasciò al suolo la gatta.
    Poi si cominciò a dondolare sull'altalena.*

    [Inizio flashback - Villa Williams 31 luglio ore 9:25]


    *Emma si svegliò.
    Il sole che ora le inondava il viso lentigginoso, ora era coperto da un fascio di luce.
    La ragazza si svegliò contenta. Era il suo compleanno.
    All'interno della stanza regnava il completo silenzio, eppure c'era qualcosa che si muoveva ed emetteva strani suoni all'interno di una stanza.
    Mentre si stiracchiava, la ragazza aprì lo scatolone coi buchi, e tirò fuori un docile gattino nero.*

    Oh, che carino! Ti chiamerai... vediamo un po'... Brenda! E' perfetto come nome!

    *La prese in mano, e cominciò a farla girare tra le sue braccia per tutta la stanza.
    Tra risate, Emma si accore diversi minuti dopo che c'era un bigliettino sopra la scatola.*

    Citazione:
    Auguri, Em!!!
    Ecco il nostro regalo di compleanno... Un nuovo animaletto! Sappiamo che ti piacciono i gatti , e speriamo che ti piaccia questo simpaticissimo gattino!
    Con affetto,
    Mamma, papà, Matilde, Chiara, Viola.


    *Emma lesse la lettera e rise. Che bella sorpresa!!!
    Prese in collo il gattino, e poi si accorse che sulla scrivania giaceva una lettera chiusa.*

    Citazione:
    Emma, ti conviene essere informata.
    Nel diario di Jane Williams, tua nonna, c'è qualcosa di pericoloso, che tu mi devi subito spedire.
    Nell'ultima pagina, c'è una specie di cofanetto incorporato nel diario, e lì tua nonna ha nascosto qualcosa che non posso scrivere per lettera...Hai tempo fino al 1 settembre per consegnarmela... Dalla al tuo gufo con il diario di Jane, e vedrai che Giulia sa di già l'indirizzo mio.
    C. R.


    *La lettera finì a terra, e la bruna dagli occhi di ghiaccio andò a controllare nel diario della nonna.
    All'ultima pagina c'era il cofanetto, e un'altra lettera.*

    Citazione:
    Emma, se stai leggendo questo, è perché ormai sono morta. Ascoltami bene; NON DARE MAI E POI MAI LA FELIX FELICIS CHE IO HO PRODOTTO ILLEGALMENTE A C. R.


    *Prese la lettera, il diario e la lettera che giorni prima aveva recuperato nel cestino del tre manici di scopa, e li mise nella borsa.*

    [fine flashback]


    *Emma prese la borsa e la posò su un tavolo.
    quando arrivi, Chloe?
    Pensò, impaziente.*

    @Chloe_Hills


  • Chloe_Hills

    Serpeverde

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 1
    Galeoni: 145
        Chloe_Hills
    Serpeverde
       
       

    [Casa di Chloe - 15.45]

    *Quel giorno la Serpeverde aveva così tanta fretta di uscire di casa che quasi si dimentico` di mettersi le scarpe. La giovane strega aveva ricevuto una lettera dalla sua amica Corvonero Emma, che le diceva che aveva urgenza di incontrarla al parco del Villaggio Di Hogsmeade.Chloe quel giorno indossava un vestitino azzurro, che le arrivava fino alle caviglie.*

    Insomma Luna, dacci un taglio, dormirai quando torneremo a casa!

    *Con uno sguardo che con scarse probabilità avrebbe intimorito una pietra, la Serpeverde sgridó la sua coniglietta Luna, che sembrava non volesse muoversi di casa per seguire la sua padroncina a Hogsmeade.Quando finalmente, con fatica, la primina riuscì a far svegliare dal suo sonnellino Luna, si sistemó le scarpe nere, prese in braccio la sua Puffola Pigmea Rose e la poso` sulla sua spalla sinistra la ragazza era pronta ad uscire.*

    Ciao mamma, io esco!

    *Annunciò Chloe alla sua mamma Kate, e senza neanche ascoltare la risposta della sua mamma, con dietro la piccola coniglietta assonnata, la Serpe uscì.*

    [Vie Di Hogsmeade -16.05]

    *Non fu poco il dispiacere di Chloe quando uscendo vide che pioveva.*

    oh, accidenti!

    *Il vestito azzurro della ragazza era già zuppo, le orecchie di Luna bagnate fradicie e le trecce di Chloe completamente mizze. L'Unico rumore che si poteva udire per le vie di Hosmeade era quello dei passi affrettati della giovane strega. Mentre Chloe prese in braccio la sua coniglietta Luna e la Puffola Pigmea Rose dormiva beatamente sulla spalla sinistra della sua padroncina, la pioggia cadeva sempre più forte e Chloe, che di solito commentava quello che vedeva intorno per le strade del paesino di Hosmeade, si guardò intorno senza proferire parola.In realtà, anche quando la primina era andata a Hogsmeade nei giorni precedenti, era sempre silenziosa. Sua mamma Kate diventava matta per capire il perché di quel silenzio da parte di sua figlia, ma quest' ultima lo sapeva benissimo: il motivo era una stranissima lettera anonima che le era arrivata. Era da una settimana che la giovane strega era diventata molto silenziosa, poiché passava le giornate a rileggere quella misteriosa lettera e a porsi un sacco di domande su chi avrebbe potuto scriverle quella lettera anonima. Una cosa però, a cui prima non aveva fatto caso, la Serpeverde aveva scoperto: il misterioso anonimo si firmava con C.R.*

    C.R? Che razza di firma è?

    *Si chiese Chloe ripensando alla strana lettera, in cui venivano citati dei membri della sua famiglia collegati a parole senza senso. La giovane strega mentre camminava diretta al Parco Del Villaggio come indicato nella lettera della sua amica Emma, si fece altre mille domande nella sua mente che, come sempre, non avevano risposta.

    [Parco Del Villaggio di Hogsmeade - 16.45]

    *Chloe imbocco` la strada che portava al Parco Del Villaggio di Hogsmeade e appena arrivata vide che la Corvonero Emma la stava aspettando. Completamente bagnata, la primina si avvicinò a Emma e, con un largo sorriso, nonostante nella sua mente sostava ancora il pensiero della lettera misteriosa, le disse*

    Ciao Emma!

    @Emma_Williams



    Ultima modifica di Chloe_Hills 3 settimane fa, modificato 2 volte in totale


  • Emma_Williams

    Corvonero Giornalista Membro del Consiglio di Hogsmeade Barista 3MDS

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 4
    Galeoni: 50
        Emma_Williams
    Corvonero Giornalista Membro del Consiglio di Hogsmeade Barista 3MDS
       
       

    Ciao Emma!

    *Emma si voltò di scatto.
    Prese per un braccio Chloe, che si stava bagnando sotto la pioggia che aveva cominciato a cadere poco prima, e la portò sotto un ombrellone, per evitare di bagnarsi.*

    Ciao Chloe!

    *La guardò e sorrise, mentre si toglieva il cappuccio dalla testa, e faceva scivolare la sua lunga chioma bruna al di fuori del giacchetto che aveva.
    Prese la borsa, e cominciò a tirare fuori le lettere.
    Prese la prima, e senza parlare, ne guardarla, diede la lettera alla Serpverde.
    Aspettò alcuni minuti, in modo che la ragazza potesse leggerla, e poi prese l'altra lettera.
    La diede alla ragazza, mentre rimetteva in tasca l'altra.*

    Citazione:

    Cara Emma,
    Forse non lo sai, ma è meglio dirtelo. Non sai chi sono io, ma io so chi sei tu. Te lo volevo dire prima, ma le mie lettere venivano intercettate; mio padre... Ucciderà tutti voi nati babbani, e vuole cominciare da te... Pensa che un mondo di nati babbani sia un mondo senza senso, ed è mio dovere dirtelo; ti conosco molto bene, e ti consiglio di stare attenta, io ti ho avvisata.
    Firmato,
    C. R.


    Citazione:
    Emma, ti conviene essere informata.
    Nel diario di Jane Williams, tua nonna, c'è qualcosa di pericoloso, che tu mi devi subito spedire.
    Nell'ultima pagina, c'è una specie di cofanetto incorporato nel diario, e lì tua nonna ha nascosto qualcosa che non posso scrivere per lettera...Hai tempo fino al 1 settembre per consegnarmela... Dalla al tuo gufo con il diario di Jane, e vedrai che Giulia sa di già l'indirizzo mio.
    C. R.


    [inizio flashback - Villa Williams - soffitta di casa - 15 aprile - ore 21:30]

    *Emma aveva detto della lettera solamente alla sorella d cui si fidava di più. Voleva cercare informazioni riguardo alla lettera. Ad un tratto, Chiara spostò due enormi scatole, e poi trovò qualcosa di strano su un muro.
    Un albero genealogico sull'intera famiglia Williams.*

    Em! Un albero genealogico sull famiglia Williams!

    Wow! Chiara... ma chi è questa... Kate Brown?

    *Un nome aveva attirato la sua attenzione.*

    Kate? Mmm... è la cugina di mamma! Ma... mamma non ce ne ha mai parlato!

    *Emma si avvicinò al muro, e toccò quel nome.
    Esso infatti era collegato alla loro madre Julie, come cugina, quindi la figlia era cugina delle sorelle Williams! Ma il nome, le sembrava alquanto familiare...
    Chloe?
    La Corva osservò gli altri nomi, e tra essi intravide il suo.
    Le due ragazze si guardarono, con sguardo d'intesa. Avrebbero chiesto alla madre, del perché non ne aveva mai parlato con loro della sua cugina.*

    Mamma! Emh... perché non ci hai mai parlato di... Kate? Kate Brown...

    *Sbalordita, Julie guardò Emma.*

    Chi? Non conosco nessuno che si chiami così!

    *Le Williams si guardarono, per poi congedarsi, a chiedere come mai la loro madre non sapesse nulla. Si guardarono...*

    [fine flashback]


    *Emma raccolse la seconda lettera che le era caduta da terra.*

    Chloe... tua madre si chiama per caso Kate Brown? E poi... ti è arrivata una lettera simile a quella che ti ho mostrato prima...oppure qualcosa del genere? Se vedi, in questa seconda lettera, sopra al mio nome c'è il tuo cancellato...

    *Emma fece scomparire il suo sorriso.
    Lei e Chloe erano veramente bis cugine? Sarebbe stato qualcosa di meraviglioso, per Emma.
    Ma se la stessa lettera l'aveva ricevuta anche la Serpina davanti alla quindicenne... avrebbero dovuto risolvere il problema insieme.
    Emma fece leggere la seconda lettera a Chloe, poi le mostrò il biglietto nel diario, e le fece vedere quello che c'era nel diario.
    Non era semplicemente una boccetta di Felix Felicis, ma la boccetta era più grande, e conteneva una pietra rossa che poteva voler significare una sola cosa.
    Jane aveva prodotto una Pietra Filosofale.
    Anche se Harry Potter ne aveva distrutta l'ultima diversi anni prima, non riusciva a spiegarsi quello che aveva in mano, Emma.
    Guardò la sua probabile bis cugina con occhi spalancati.
    Poi prese il diario di Jane, e lo porse alla Serpina, mostrandole quello che aveva appena scoperto.*




    @Chloe_Hills,




    Ultima modifica di Emma_Williams 2 settimane fa, modificato 2 volte in totale


  • Chloe_Hills

    Serpeverde

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 1
    Galeoni: 145
        Chloe_Hills
    Serpeverde
       
       

    *La Serpeverde non riusciva a spiegarsi perché Emma era così agitata. Chloe vide che la sua amica Corvonero stava prendendo due lettere, e alla sola vista di quelle, le venne la nausea. In silenzio, la corvetta porse le due alquanto misteriose lettere a Chloe, che mentre diede una distratta carezza alla morbida Luna, incominciò a leggere. Già dalla prima riga della lettera che stava leggendo, la Serpeverde era sull'orlo di sentirsi male. La sua bocca si spalancava sempre di più a ogni parola che leggeva, e le sue sopracciglia stavano per toccare la fronte.*

    Oddio...

    *Sussurro` la giovane strega a Emma. Nella testa di Chloe incominciarono a formarsi un sacco di domande, mischiate a supposizioni e commenti su quello che aveva appena letto. Dalla sua bocca non uscivano suoni.*

    Come è possibile? C.R? Ancora C.R? E poi quella lettera...combacia con quella che ho ricevuto io. Ma la mia era più lunga...chi accidenti è C.R? Cosa vuole ora da Emma? E poi mia mamma...NataBabbana...

    *La primina porse in assoluto silenzio la lettera alla sua amica Corvonero, che la mise via e le porse un altra lettera, più lunga della prima. La serpe incominciò a leggerla, e prima che fosse arrivata all'ultima riga, ci vollero almeno sette minuti, poiché la ragazza rileggeva ogni riga tre volte incredula di quello che stava leggendo.*

    Non ci posso credere...è praticamente identica alla stessa lettera che ho ricevuto io...

    *Pensò Chloe, con la bocca spalancata. Finito di leggere anche la seconda lettera, la Serpeverde la riconsegno` a Emma e ascoltò le sue parole, mentre la pioggia cadeva fitta.*

    Chloe... tua madre si chiama per caso Kate Brown? E poi... ti è arrivata una lettera simile a quella che ti ho mostrato prima...oppure qualcosa del genere? Se vedi, in questa seconda lettera, sopra al mio nome c'è il tuo cancellato...

    *La primina spostò subito lo sguardo alla seconda lettera nel punto che indicava Emma, con il cuore che incominciava a battere forte.*

    Hai ragione... Oh cavolo...Ma come è possibile?! Molto strano...sì, mia mamma si chiama Kate Brown.


    *Senza il coraggio di chiedere come mai l'amica corvetta le aveva chiesto il nome di sua madre, vide che Emma stava tirando fuori qualcosa da un diario. L'amica Corvonero lo porse alla Serpeverde, che, appena vide che cos'era, tirò un urlo. Una piccola pietra rossa era appoggiata sul diario di Emma e Chloe la riconobbe subito.*


    Oddio! Ma quella...quella... e` la Pietra Filosofale! Ma Harry Potter l'ha distrutta un sacco di anni di fa! Non ci posso credere...Aspetta...la lettera che ho ricevuto è quasi identica a quella che hai ricevuto tu...mi sembra di averla portata dietro...

    *Senza staccare gli occhioni verdi dalla Pietra Filosofale, la giovane strega frugo` nelle sue tasche dei pantaloni e tirò fuori un foglio bianco tutto stropicciato. Con la mente che stava per scoppiare dalle domande, Chloe porse la lettera anonima a Emma.*

    Citazione:
    Chloe! Ti consiglio per il tuo bene di stare lontana da una famiglia nataBabbana. Stacci lontana o arriverò io a fartelo capire. Kate non deve saperlo...Jane non deve saperlo...Tu e lei non lo dovete sapere!
    C.R


    *Il cuore di Chloe era ormai un tamburo reale. Batteva forte, per le tante emozioni e scoperte che in un minuto aveva fatto insieme a Emma, e mentre la Puffola Pigmea Rose incominciò a provare ad attirare l'attenzione della sua padroncina senza risultato, la primina aspetto` che la sua amica avesse finito di leggere la lettera.*

    @Emma_Williams,



    Ultima modifica di Chloe_Hills 2 settimane fa, modificato 1 volta in totale


  • Emma_Williams

    Corvonero Giornalista Membro del Consiglio di Hogsmeade Barista 3MDS

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 4
    Galeoni: 50
        Emma_Williams
    Corvonero Giornalista Membro del Consiglio di Hogsmeade Barista 3MDS
       
       

    Citazione:
    Chloe! Ti consiglio per il tuo bene di stare lontana da una famiglia nataBabbana. Stacci lontana o arriverò io a fartelo capire. Kate non deve saperlo... Jane non deve saperlo... Tu e lei non lo dovete sapere!
    Firmato,
    C. R.


    *Emma e Chloe avevano la stessa espressione di spavento nelle loro facce.
    Lettere combacianti... Legami familiari mai scoperti prima... Cose strane ed inspiegabili...
    Emma lesse due volte la lettera, per arrivare alle sue conclusioni.
    Quella Kate, cugina della madre Julie, era proprio la madre di Chloe, e davvero la Serpeverde e la Corvonero, erano bis cugine.
    La mora si alzò in piedi, porgendo la lettera alla bis cugina e prendendo tra le mani la pietra rossa.*

    È stranissimo! Mia madre non conosce la tua... E poi... In famiglia sono tutti babbani, quindi la famiglia babbana potrebbe essere la mia... Mentre invece, la tua è quella purosangue che deve stare lontano dalla mia...

    *Gli occhi celesti di Emma si spalancarono mentre ripone a tra le braccia di Chloe la Pietra Filosofale. *

    Qualcuno non vuole che le nostre famiglie vengano a conoscenza del nostro legame di famiglia.
    E quello è C. R. Il mio vicino di casa...


    *Emma diventò rossa.*

    ... Un tempo mio fidanzato, Charles Rodriguez, conosce tutti i membri della famiglia Williams, e così anche i suoi avi.

    *Il rossore sparì.
    La Corva prese una ciocca di capelli, e se li attorcigliò al dito.
    Mille domande e pensieri si fecero vivi nella sua mente.
    Cominciò a camminare in tondo, mentre pensava.
    Charles... Era sempre stato carino e gentile con tutta la famiglia... E suo padre, la madre e anche la sorella!
    Ma proprio lui?
    Il biondo dagli occhi azzurri, magro e gentile, che ama fare sport e bighellonare, proprio lui?
    Il rossore si fece di nuovo vivo nelle guance di Emma.
    Come ho potuto? Ma era sempre gentile, carino, e disponibile... E soprattutto con me!
    Emma indicò la pietra che la Serpa aveva tra le mani.*

    Quella... È solo un pezzo della vera pietra filosofale... Harry Potter l'ha distrutta tantissimo anni fa... E mia nonna Jane ne ha conservato un pezzo... Questo significa che... Jane Williams era una maga, che dopo la battaglia di Hogwarts aveva trovato un pezzo rimasto della pietra! È... È... Straordinario!

    *La preoccupazione si fece un po' più cauta.
    Ma il cuore batteva sempre a mille.
    Del giorno in cui lei e Chiara trovarono una albero genealogico dell'intera famiglia, ne era rimasta una foto.
    Emma sorrise, anche se era incerta, e prese la borsa.
    Ne tirò fuori una fotografia abbastanza grande, e la mise sul tavolo.
    La esaminò bene, fino a trovare il suo nome e quello della "cugina". *



    *Emma guardò Chloe, mentre con la sua testolina, ragionava a più non posso.*

    Chloe! È così ovvio! CR sa che mia nonna ha un pezzo della pietra filosofale, e vuole prenderla... Sa che la mia famiglia era babbana, e la tua maga, quindi se la tua famiglia lo venisse a sapere, potrebbe difenderci con la magia!

    * i suoi occhi si spalancarono più di prima.*

    Ecco perché mia madre non sa dell'esistenza della tua! Sono state separate dalla nascita! Lei maga, e la mia babbana!

    *Si sede sulla panca e ragionò, mentre faceva ricadere la parte superiore del corpo sull'erba.
    Cappello Parlante... So perché mi hai smistata a Corvonero!

    Mi ha detto di mettermi al sicuro, così ucciderà tutti i miei familiari, e poi verrà da me! È così... Ovvio! Sa che io e le mie sorelle siamo maghe...ma non possiamo duellare ad Hogwarts! Verremo espulse!

    *Fece una breve pausa, con la mente che ragionava e ragionava...*

    Dovremo dire tutto a qualcuno... La preside Mills? Chloe, secondo te ce lo dovremo tenere per noi, e aspettare fino a quando non arriverà ad Hogwarts a riprendersi il pezzo di pietra filosofale, per poi combattere?
    C.R. è un mangiamorte! Potrebbe già aver affilato un intero esercito contro di noi! E così...inizieremo un'altra battaglia ad Hogwarts...


    *Alcune lacrime spuntarono dagli occhi azzurri di Emma.*

    E' tutta colpa mia se io, te e tutti gli studenti di Hogwarts sono in pericolo! Non avrei mai dovuto fidanzarmi con LUI! Sarà entrato tantissime volte in casa, magari quando lo invitavamo o a pranzo o a cena...ed avrà cercato qua e là...e poi avrà di certo trovato il diario di nonna Jane!

    *Le lacrime sul volto di lentiggini di Emma si fecero più fitte, ma lei non cercò di nasconderle... continuò a farle sgorgare fuori dai suoi occhi di ghiaccio come se nulla fosse.
    Era tutta colpa sua. Se in quel giorno di primavera di quattro anni prima, mentre lanciava e giocava a frisbee con le sorelle, non lo avesse fatto cadere al di fuori della rete, ed il ragazzo biondo con occhi celesti non glielo avesse porto...ora sarebbe tutto a posto!
    Si tenne la testa con la mano, perché un forte mal di testa l'aveva sopraffatta.
    Due ragazzine, non potevano starsene da sole, mentre un mangiamorte le voleva uccidere, per avere quel pezzo di pietra filosofale...
    Emma si alzò. Si asciugò le lacrime con il dorso della mano, e guardò la bis cugina.
    Non poteva certamente dirlo a Opal o Katrin, che dopotutto erano le persone più affidabili con buoni consigli che avesse mai conosciuto...la preside ne doveva essere informata...e al più presto!
    Una ventata fredda, fece ritornare a sedere Emma, che si rafforzò.
    Poi scoppiò nuovamente a piangere.
    Non ce la faceva... era tutta colpa sua se Hogwarts sarebbe stata attaccata da lui, quattro anni prima ragazzo di Emma.*

    @Chloe_Hills




    Ultima modifica di Emma_Williams 2 settimane fa, modificato 5 volte in totale


  • Chloe_Hills

    Serpeverde

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 1
    Galeoni: 145
        Chloe_Hills
    Serpeverde
       
       

    *La Serpeverde ascoltava Emma con massima attenzione, nonostante il suo cuore battesse a mille per le tante emozioni che stava provando.*

    Esatto! Neanche mia mamma me ne aveva mai parlato!

    *Esclamò Chloe mentre nella sua mente le domande che si poneva si moltiplicavano. Tante cose in comune avevano quelle lettere della corvetta e della serpe, tutto era collegato...la lettera parlava chiaro: la mamma della giovane strega Serpeverde e quella della giovane strega Corvonero erano cugine!*

    La lettera parlava di mia mamma e della mamma di Emma...si, probabilmente hanno un legame familiare! allora...Anche io e Emma siamo bis cugine!

    *Così Chloe riuscì a rispondere a una delle mille domande che le si ponevano ogni secondo nella sua mente, e i suoi occhioni si ingrandivano sempre di più a sentire le parole della sua cugina Emma. Il cuore della primina accelerò i battiti per la felicità quando Chloe scoprì che lei e Emma avevano un legame familiare. Ma le domande senza risposta che la Serpe si faceva erano ancora molte: che cosa ci faceva Emma con in mano un frammento della Pietra Filosofale? Come se la cugina Corvonero avesse letto la mente di Chloe, le porse il frammento rosso fuoco della Pietra Filosofale. La bocca della giovane streghetta si spalancava sempre di più mentre il frammento si avvicinava alle sue mani rosee, e quando la Pietra Filosofale era fra le mani della giovane Serpeverde, la sua bocca era come una piccola grotta. Chloe osservò con curiosità il frammento della Pietra Filosofale, cercando di stare più attenta possibile a non farla rovinare di un millimetro.*

    Accidenti...

    *Disse tra se e se la primina mentre ammirava il frammento che aveva in mano. Mentre la coniglietta Luna si lasciò scappare uno starnuto, Emma riprese a parlare riguardo il misterioso legame di famiglia.*

    Qualcuno non vuole che le nostre famiglie vengano a conoscenza del nostro legame di famiglia.
    E quello è C. R. Il mio vicino di casa...


    *Il rumore della pioggia che scendeva per Chloe era come se non esistesse: le sue orecchie erano concentrate ad ascoltare ogni minima parola che la bis cugina Corvonero diceva, e i suoi occhi erano puntati sulla Pietra Filosofale.*

    Infatti, ma come faceva il tuo vicino di casa a sapere che le nostre mamme erano bis cugine?

    *Domandò la Serpeverde alla Corvonero, sempre più stupita e curiosa di quello che stava ascoltando. Ci fu qualche secondo di silenzio in cui Chloe noto` che le guancie dapprima rosa della sua bis cugina diventarono rosse e la risposta alla sua domanda le arrivò alle orecchie*


    ... Un tempo mio fidanzato, Charles Rodriguez, conosce tutti i membri della famiglia Williams, e così anche i suoi avi

    *La giovane strega osservò Emma con un espressione di una persona che è al massimo della concentrazione per ascoltare qualcuno. Solitamente Chloe non era una persona che prestava tanta attenzione, ma in quell' occasione le sue orecchie ascoltavano ogni particolare di ciò che diceva la corvetta, il resto, come il rumore forte della piggia che cadeva, entrava da un orecchio e usciva dall'altro. Con lo sguardo puntato verso la giovane strega, Emma indicò la Pietra Filosofale che la sua bis cugina aveva fra le mani e riprese il suo discorso, che diventava sempre più misterioso e interessante.*

    Quella... È solo un pezzo della vera pietra filosofale... Harry Potter l'ha distrutta tantissimo anni fa... E mia nonna Jane ne ha conservato un pezzo... Questo significa che... Jane Williams era una maga, che dopo la battaglia di Hogwarts aveva trovato un pezzo rimasto della pietra! È... È... Straordinario

    *Il cuore di Chloe aveva ricominciato a battere forte. Emma aveva ragione: quella era proprio la Pietra Filosofale che Harry Potter aveva distrutto! Un miscuglio di emozioni si intrecciarono nella testa della ragazza Serpeverde, tutte seguite dalla notizia più bella che avrebbe potuto ricevere: Emma era sua cugina! Con un sorriso la primina rispose alla Corvetta*

    Hai ragione! È proprio quella che ha distrutto Harry Potter! Durante la battaglia di Hogwarts, tra le macerie c'era un frammento della Pietra! È incredibile! Non ne aveva mai parlato con nessuno quindi...

    *Disse scuotendo la testa. Mentre la mano destra di Chloe si posava sul pelo lucido di Luna e amdava su e giú dalla testa fino alla schiena, Emma prese la sua borsa e si mise a cercare qualcosa. Con lo sguardo curioso della Serpeverde che si chiedeva che cosa stava cercando la Corvonero, quest' ultima tirò fuori un foglio, lo girò e lo mise su un tavolo. La giovane strega osservò attentamente il foglio dove erano presenti dei rettangoli con dei nomi...era un albero genealogico. La castana addocchio` subito un rettangolo dove era ben visibile il nome di Kate Brown, collegato a quello di Jane Williams, e infine, sotto gli sguardi stupiti di Emma e di Chloe, i loro due nomi collegati fra loro.*

    Io e Emma siamo presenti nell'albero genealogico della famiglia Williams! C'è la prova, siamo veramente cugine!

    *Pensò la Serpe mentre un sorriso si dipinse sulla sua faccia. Le emozioni avevano preso il sopravvento. Emma disse a sua cugina che le loro madri erano state separate alla nascita, e che qualcuno avrebbe ucciso i familiari di Emma...il sorriso dalla faccia della primina era svanito.*

    È vero, anche secondo me sono state separate alla nascita, e per questo non sanno che sono bis cugine! Come facciamo a fermare quella persona? Sta per commettere qualcosa di terribile!

    *Esclamò la giovane streghetta con sguardo impaurito*

    @Emma_Williams



    Ultima modifica di Chloe_Hills 2 settimane fa, modificato 2 volte in totale


  • Emma_Williams

    Corvonero Giornalista Membro del Consiglio di Hogsmeade Barista 3MDS

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 4
    Galeoni: 50
        Emma_Williams
    Corvonero Giornalista Membro del Consiglio di Hogsmeade Barista 3MDS
       
       

    *Il pianto di Emma cessò dopo alcuni minuti.
    La Corvonero doveva essere forte, e se un giorno Charles sarebbe arrivato al Castello ed avrebbe attaccato tutta Hogwarts, Emma avrebbe combattuto onestamente.
    Si asciugò le lacrime dagli occhi con un fazzoletto, e poi ne prese un altro con cui si soffiò il naso gocciolante.
    Emma per alcuni momenti si era abbattuta, perché sapeva che era tutta colpa sua, ma poi si era ricordata che lei era stata smistata a Corvonero, ed infatti sapeva perché; la sua creatività e la "intelligenza" erano stati fin da subito i motivi della scelta del cappello parlante!
    Si rialzò, per poi prendere cautamente il pezzo di pietra, che all'incirca sarà stato lungo 3 centimetri e mezzo, e lo osservò.
    Ma le parole di Chloe la interruppero da quello che stava per dire.*

    È vero, anche secondo me sono state separate dalla nascita, e per questo che non sanno di essere cugine! Come facciamo a fermare quella persona? Sta per commettere qualcosa di terribile!

    *Ragionando, Emma guardò con sguardo cupo la amica-bis-cugina.*

    Magari è stato proprio qualcuno della famiglia Rodriguez a permettere che non si conoscessero.

    *Poteva essere vero? Ma in fondo, tutto è possibile! *

    L'unico modo sarebbe parlarne con qualcuno più esperto di noi... Magari il Ministro, un Auror oppure la preside...

    *Non poteva credere a quello che stava per dire... Ma forse era la cosa più giusta.*

    ... Oppure dovrei rifugiarmi in un altro paese, così metterò in pericolo... solo la mia vita.. Quando arriverà, e saprà che non gli ho spedito la lettera, probabilmente con un intero esercito di mangiamorte, mi batterò, duellando con fierezza... Forse questa è la soluzione più... Più giusta!

    *Delle lacrime le spuntarono sul volto lentigginoso... Un pianto silenzioso cominciò a farsi vivo.*




    Mi mancherai, bis cugina!

    *Sul viso di Emma, sempre le lacrime sgorganti, si fece vivo un sorriso amaro.
    La quindicenne accarezzò i capelli di Chloe, per poi toccarle il volto.
    È stato bellissimo sapere che siamo bis cugine... Mi mancherai tantissimo, Chloe! Non posso permettere che tante persone muoiano per me! No, non posso permetterlo!
    Emma si girò, prese la borsa e ci mise dentro l'albero genealogico.
    Poi si voltò un'ultima volta, per guardare la ragazzina.*

    Mi mancherai tantissimo! Ti voglio bene, Chloe!

    *Mise in spalla lo zaino, e prese la bacchetta in mano, mentre pensava già a dove andare.
    Un posto lontano... Scozia? Maldive? Un posto in cui non ci abita gente... Polo Nord! Ma no... Al polo di gela! Ma... Non conterà più...
    Avrebbe certamente scritto lettere ai suoi amici e ai familiari.
    L'importante era che tutti gli studenti e abitanti del castello si mettessero in salvo... Così come il resto del Mondo.
    Ragionava.
    Meglio partire subito, o chiedere consiglio a qualcuno?
    Emma si mise il cappuccio e uscì, sotto la pioggia.*

    @Chloe_Hills


  • Chloe_Hills

    Serpeverde

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 1
    Galeoni: 145
        Chloe_Hills
    Serpeverde
       
       

    *La Serpeverde non poteva credere a quello che stava ascoltando. Nel suo cervello le emozioni si mischiavano fra loro, paura perché sapeva che c'era un criminale che stava dando la caccia a lei e alla sua bis cugina Emma, felicita` perché Chloe aveva scoperto che una delle sue migliori amiche aveva un legame con lei...*

    Aspetta...e se Emma si volesse trasferire per evitare che quel criminale potesse commettere piu` omicidi?!

    *La primina spero` con tutto il suo cuore che la sua supposizione fosse errata, e mentre con una mano accarezzava il morbido pelo Rosa della Puffola Pigmea Rose, la ragazza guardo Emma. La bis cugina aveva il viso rigato dalle lacrime, che scendevano dai suoi occhi marroni, e Chloe penso` subito al peggio.*

    Oh no... E se la mia supposizione fosse giusta?! E se Emma si trasferisse davvero?! Non posso permetterglielo...proprio ora che avevamo scoperto di essere cugine... Non posso perdere una amica e cugina cosi` speciale.

    *Con questi pensieri che vagavano nella mente di Chloe, quest'ultima si rassicuro` un po'. Dal momento in cui la primina e la sua bis cugina avevano incominciato a legare con I rapporti, Chloe si era convinta che un'amica cosi` non si poteva trovare da nessun'altra parte. E aveva ragione. Quando la Serpe provo` ad immaginare un giorno senza incontrare Emma a Hogwarts e incominciare a chiacchierare, due lacrime le scesero dai suoi occhi verdi. Non poteva neanche immaginarlo. Prima che la giovane streghetta potesse proferire parola, la voce di Emma parlo`.*

    Magari è stato proprio qualcuno della famiglia Rodriguez a permettere che non si conoscessero.

    *La primina annui`. Accidenti, se non ci fossero stati loro Kate e Jane avrebbero saputo dal primo giorno di nascita del loro legame di parentela e probabilmente anche Emma e Chloe avrebbero avuto l'occasione di conoscersi prima di arrivate a Hogwarts.*

    Tutto puo` essere.

    *Rispose la Serpeverde all'affermazione della cugina Corvonero. Ci fu un minuto di silenzio, nel quale Chloe cerco` invano di aciugarsi con la mano destra le lacrime che le Rigavano il viso Roseo e poi Emma si schiari` la voce, parlando che sarebbe meglio avvisare un Auror o il Preside di Hogwarts.  Mentre Luna incominciava il suo "hobby" di mordere i lacci delle scarpe alla sua padroncina, quest'ultima guardo` Emma e le rispose sussurrandole un "eh gia`". La corvetta aveva ragione. Quella era l'unica soluzione per sfuggire alla famiglia Rodriguez. Ma proprio quando la primina si era dimenticata della sua terribile supposizione dove Emma si fosse trasferita in un altro posto lontano da Hogwarts, le parole della bis cugina Corvonero arrivarono alle orecchie di Chloe, piu` tristi che mai.*


    ... Oppure dovrei rifugiarmi in un altro paese, così metterò in pericolo... solo la mia vita.. Quando arriverà, e saprà che non gli ho spedito la lettera, probabilmente con un intero esercito di mangiamorte, mi batterò, duellando con fierezza... Forse questa è la soluzione più... Più giusta!


    *Per un momento la Serpeverde si chiese - e spero`- che Emma non parlasse sul serio. Ma poi arrivo` alla conclusione che, in quella situazione, parlare per scherzo era l'ultima cosa che sarebbe venuta in mente alla Corvonero. La giovane strega non riusciva a proferire parola. Quando provava a parlare, dalla sua bocca non usciva niente. E quando finalmente riusci` a tirare fuori qualche parola dalla sua bocca, non fini` la frase. *

    Emma aspetta io....

    *Ma la decisione della bis cugina era chiara. Sotto lo sguardo stupito e incredulo di Chloe, la Corvonero Emma prese la sua borsa e, guardando per l'ultima volta con attenzione il frammento rosso brillante della Pietra Filosofale e ricacciandolo nel diario, saluto` la Serpe con una tristezza in volto. Poi, con le lacrime che le scendevano sul suo viso Roseo, disse alla primina che non poteva permettere che tante persone muoiano per lei.*

    Ma Emma...

    *Provo` a rispondere Chloe, ma la bis cugina stava mettendo dentro la sua borsetta l'albero genealogico. Dal tanto stupore e dalla tanta tristezza che la giovane strega provava in quel momento, non riusci` a proferire parola quando la corvetta le sfioro` I capelli e la saluto`.*

    Accidenti...è tutta colpa mia...

    *Penso` Chloe mentre le lacrime ricominciarono a scendere dai suoi occhi Verde smeraldo. Ma quando Emma stava ormai uscendo dal Parco Del Villaggio, successe una cosa che la primina non si sarebbe mai aspettata. Una civetta candida stava volando intorno a lei, e, legata alle zampette, aveva una lettera.*

    Neve!

    *Esclamo` la Serpeverde quando riconobbe che la civetta bianca era la civetta di Casa Hills. Mentre Emma si giro` perplessa cercando di capire come mai la sua bis cugina aveva urlato quel nome, l'animale emise un suono simile ad un fischietto allegro e consegno` la lettera a Chloe, per poi volare via mostrando le sue candide e morbide ali.*

    Emma, vieni a vedere, c'e` una lettera di mia mamma che parla di Charles Rodriguez!

    *Disse la giovane strega alla Corvonero leggendo il mittente e l'oggetto della lettera. La bis cugina torno` indietro e, curiosa, si avvicino` alla primina facendole segno di leggerla a voce alta. Accidenti, quello si che era proprio un colpo di scena, come se qualcuno avesse origliato la conversazione tra le due cugine e non avesse voluto che Emma partisse! Con la curiosita` che prese il sopravvento, la ragazza Serpeverde incomincio` a leggere a voce alta la lettera di sua mamma Kate.*

    Citazione:
    Chloe! Sei ancora a Hogsmeade? Hai sentito che quel ragazzo che si chiama Charles Rodriguez è stato preso proprio ora dal Ministero Della Magia? È stato accusato di Inviare lettere anonime a studenti di Hogwarts e, per di piu`, voleva un pezzo della Pietra Filosofale! Cavolo, allora Harry Potter non l'ha distrutta tutta! Beh, comunque questa faccenda non mi andava giu`, cosi` ho deciso di controllare la tua scrivania e vedere le tue lettere, e indovina un po'?! Ne ho trovata una firmata C.R. Perché non me ne hai mai parlato Chloe? È una cosa molto seria! Comunque ora Charles è stato preso e non puo` piu` commettere crimini. In piu` ho scoperto un' altra cosa: Ho sentito Jane, la mamma della tua amica Emma Williams, e anche Emma ha ricevuto le tue stesse lettere! Questo Charles volevo un pezzo della Pietra Filosofale e per facilitarsi il lavoro ha messo degli studenti contro di te e contro Emma! Robe da matti, mi è preso un colpo quando ho scoperto che tu e Emma eravate coinvolte nella faccenda! Menomale pero` che ora siete Al sicuro. Kate.



    @Emma_Williams

  • Emma_Williams

    Corvonero Giornalista Membro del Consiglio di Hogsmeade Barista 3MDS

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 4
    Galeoni: 50
        Emma_Williams
    Corvonero Giornalista Membro del Consiglio di Hogsmeade Barista 3MDS
       
       

    Emma aspetta io...

    *Emma guardò Chloe da fuori, mentre la pioggia continuava a cadere, ed ad essa si erano aggiunte le lacrime che sgorgavano molto velocemente sul volto di Emma con un pianto silenzioso.
    Si voltò, però fece un cenno con la mano a mo' di saluto verso la sua bis cugina.
    Stava uscendo dal parco, per andare in un posto in cui fosse da sola.
    Però un urlo la fece voltare.
    E se fosse successo qualcosa a Chloe? Sarebbe stata tutta colpa, sua, quindi un'altra colpa per cui piangere.
    Ma quando sentì il suo nome, Emma si catapultò verso l'ombrellone.
    Il cappuccio le scivolò via, lasciando ricadere i capelli sotto la pioggia a bagnarsi.
    Emma cose più veloce che poteva verso Chloe, ignara di bagnarsi i capelli o scivolare.
    Quando scivolò sul prato, e sbattè a terra, facendosi male, si rialzò per andare dalla Serpeverde.
    Corse, mentre la borsa le scivolava via dalla schiena, ed andava a schiantarsi al suolo.
    Arrivata, Emma ispirò ed espirò, per la lunga corsa che aveva fatto.*

    Tutto apposto... Chloe? Che c'è... Che... Che non va?

    *La quindicenne scorse tra le braccia della ragazzina una lettera. Emma la lesse molto attentamente; fece un sospiro di sollievo, e si alzò in piedi.*

    Quindi... Devo rimanere qui? E... La pietra? Non verrà più a prenderla... Ma potrebbe scappare da Azkaban e cercarla! Però non pensiamo al peggio... Dobbiamo parlarne con qualcuno... Ed al più presto!

    *Sempre con il cappuccio non alzato sulla testa, Emma andò a recuperare lo zaino... Quando si accorse che mancava qualcosa.*

    La mia bacchetta! Dove è?

    *Si mise a cercarla dappertutto, ma della bacchetta, non ce n'era traccia.
    Dietro alla panca, ripercorrendo la strada e nelle sue vesti, cercò Emma, ma non la trovò.*

    @Chloe_Hills


  • Chloe_Hills

    Serpeverde

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 1
    Galeoni: 145
        Chloe_Hills
    Serpeverde
       
       

    *Ci fu un minuto di silenzio e di attesa nel momento in cui Emma aveva gli occhi puntati alla lettera di Chloe. Il castano chiaro dei capelli di quest'ultima si era scurito, per via della forte pioggia che cadeva sui volti della popolazione di Hogsmeade. Il vestito verde smeraldo della primina era più zuppo delle sue scarpe, che erano piene d'acqua all'interno. La Serpeverde guardò gli occhi della bis cugina, e vide che erano puntati sull'ultima riga della lunga lettera. Pochi secondi dopo la corvetta aveva
    finito di leggere la lettera, e mentre la restitui` a Chloe disse, con tono preoccupato. *

    Quindi...devo rimanere qui? E....la pietra? Non verrà più a prenderla...ma potrebbe scappare da Azkaban e cercarla! Però non pensiamo al peggio... dobbiamo parlare con qualcuno...Ed al più presto!

    *La giovane strega Chloe si prese qualche secondo di pausa prima di rispondere....In realtà non aveva idee chiare su cosa rispondere a quella affermazione. Emma aveva ragione sul fatto della Pietra Filosofale, ma le probabilità che Charles Rodriguez scappasse da Azkaban fregando anche il Ministero Della Magia erano poche...ma c'erano... *

    Certo, devi rimanere: Hogwarts è la tua casa! Quel criminale è rinchiuso ad Azkaban e ricordi? Chiunque non dura più di una settimana lì senza impazzire. Non avrebbe neanche il tempo di organizzare un piano! È praticamente impossibile che scappi, mio papà lavora al Ministero e mi ha assicurato che da tantissimi anni nessun criminale è mai scappato...Però la Pietra....È troppo pericoloso tenerla integra...attirerebbe chiunque e ci potremmo rimettere la pelle noi....

    *Sul viso della primina si dipinse un mezzo sorriso, per cercare di completare l'opera di rassicurare la Corvonero. Emma si rimise il suo cappuccio e andò a prendere il suo zaino, ma pochi secondi dopo la corvetta urlò che mancava qualcosa nel suo zaino. *

    La mia bacchetta! Dove è?

    *Tutto questo era molto strano....La bacchetta della Corvonero era sparita proprio quando era arrivata la lettera di Kate...Non poteva essere solo una coincidenza. Le due bis cugine si misero a cercare la bacchetta perduta senza risultato. Cercarono dappertutto, sotto i tavoli, nelle giacche, per terra....ma della misteriosa bacchetta non c'era traccia. *

    Ma dov'è finita? Non può essere sparita...

    *Disse la Serpe mentre con gli occhi incollati a terra setacciava il giardino del Parco del Villaggio. *

    @Emma_Williams

  • Emma_Williams

    Corvonero Giornalista Membro del Consiglio di Hogsmeade Barista 3MDS

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 4
    Galeoni: 50
        Emma_Williams
    Corvonero Giornalista Membro del Consiglio di Hogsmeade Barista 3MDS
       
       

    *Emma guardò Chloe, mentre la seconda cercava di rassicurarla.*

    Certo, devi rimanere: Hogwarts è la tua casa! Quel criminale è rinchiuso ad Azkaban e ricordi? Chiunque non dura più di una settimana lì senza impazzire. Non avrebbe neanche il tempo di organizzare un piano! È praticamente impossibile che scappi, mio papà lavora al ministero e mi ha assicurato che sa tantissimi anni nessuno è mai scappato... Però la Pietra... È troppo pericoloso tenerla integra... Attirerebbe chiunque e ci rimettere o la pelle noi!

    *Emma Annuì, cercando di ragionare su ogni singola parola detta da Chloe.
    Dopo essersi accorta che la sua bacchetta era scomparsa, e dopo aver controllato diverse volte, forse troppe, in ogni angolo del parco e al confine, la Corva sentì uno sbatte d'ali.
    Si voltò di scatto e vide la sua civetta che aveva nel suo becco la sua bacchetta.
    Emma si avvicinò cautamente, cercando di non far scappare la sua civetta.
    Però, quando stava per prendere l'oggetto magico, la civetta si trasformò magicamente in un uomo.
    La quindicenne Indietreggiò, cercando di proteggere la sua bis cugina con una mano.*

    Tu... Che ci fai, qui?!

    *L'uomo aveva già preso la sua bacchetta e la stava studiando, mentre si avvicinava con fare minaccioso verso le ragazze.
    Emma si avvicinò all'orecchio di Chloe e le disse, senza che lui potesse sentire:*

    Lui è il padre di Charles Rodriguez, Robin Rodriguez... Pensavo fosse rinchiuso in una prigione babbana perché dei babbani lo avevano trovato ad ammazzare un babbano... Tira fuori la bacchetta, con cautela cercando di non essere scoperta...

    *Le ultime parole le pronunciò molto velocemente e ancora più basso il tono di voce.
    Guardò con sguardo d'intesa la ragazza, e si avvicinò all'uomo.*

    Robin Rodriguez... Tu sei sempre stato la mia civetta? Hai commesso troppi crimini... Forse... TROPPI! Animagus non registrato... Omicidio colposo di due babbani senza motivo... E ora... Furto di Pietra Filosofale? Sei un uomo, veramente schifoso...

    *Lui sapeva tutto... Era stato lui a scrivere le lettere a nome di suo figlio, e le aveva date ad Emma sottoforma della sua civetta... Aveva fatto andare suo figlio in prigione per nulla...
    Emma gli si avvicinò, ma lui le mandò un incantesimo, uno Stupeficium che la fece schiantare al suolo.*

    Mia cara Emma, l'ho sempre detto e pensato che sei un genio... Fai ragionare la tua testolina molto, nonostante sia abbastanza... Piccola...

    *Robin si abbassò la manica e fece vedere alle ragazze il segno... Il marchio Nero...
    Emma era abbastanza cosciente, nonostante le uscisse del sangue dal braccio e le facesse male la tesa, ma si rialzò in piedi.
    Robin lanciò un incantesimo a Chloe, ed Emma ci si mise davanti, apposta, e fu schiantata un'altra volta al suolo.
    Guardò Chloe, e con uno sguardo d'intesa, prese la sua bacchetta.*

    Pietrificus Totalus!

    *L'uomo si pietrificò, e la Corvonero prese per un braccio Chloe, portandola dietro ad un cespuglio.*

    Ecco la tua bacchetta... Dobbiamo andarcene! Subito!

    @Chloe_Hills